Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/20
INSTIGATE
Echoes of a Dying World

05/06/20
DEVIN TOWNSEND
Empath - The Ultimate Edition

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
CURRENTS
The Way it Ends

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
16
Dream Squasher

05/06/20
MAKE THEM SUFFER
How To Survive A Funeral

05/06/20
NANOWAR OF STEEL
Sodali Do It Better

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Waltari - The 2nd Decade – In The Cradle
( 1658 letture )
Non c'è mai molto da dire a proposito di best of, compilation e raccolte in genere, soprattutto se come in questo caso non sono volte alla copertura dell'intera discografia di una band. The 2nd Decade – In The Cradle è infatti il secondo capitolo di un'antologia cominciata nel 2006 con The Early Years e -come suggerito dallo stesso titolo- raccoglie il meglio della produzione dei Waltari nella seconda decade della loro esistenza.

Da sempre dedito all'eclettismo sonoro e all'assoluta libertà compositiva, il gruppo finlandese ha spaziato, e continua tuttora a farlo, tra una miriade di sonorità mescolando rock, pop, metal, funky, elettronica e chi più ne ha più ne metta, guadagnandosi il titolo di "Faith No More europei". La fotografia che il leader Kärtsy Hatakka si auto-scatta in quest'occasione lo ritrae alle prese con una manciata di pezzi dal feeling particolarmente tamarro e godereccio, che su una base che si potrebbe definire "alternative metal" innestano fraseggi chitarristici squisitamente rock, ritornelli pop di grande presa e melodie immediate ed arricchite da un substrato elettronico sempre ben calibrato. L'ascolto ne risulta particolarmente fluido e piacevole e restituisce alla tracklist una certa continuità logica piuttosto che temporale, evitando quella fastidiosa sensazione di spezzettamento che molte volte affiora nelle raccolte di questo genere.

Completano il disco alcune versioni remixate, live e unplugged di vecchi pezzi e una nuova canzone che anticipa il prossimo disco della band, quella In The Cradle che denota la volontà dei finnici di proseguire sul sentiero tracciato con i buonissimi Blood Sample e Release Date. Ribadendo la sostanziale inutilità del dischetto in questione, colgo comunque l'occasione per consigliare a tutti coloro che ancora non conoscessero i Waltari di colmare questa lacuna; la loro discografia è nutritissima e si può benissimo cominciare pescando a caso tra le loro quattordici (!) pubblicazioni ufficiali. E se proprio si vuole dare un'opportunità a questa raccolta, che almeno lo si faccia in accoppiata con The Early Years.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
27 su 20 voti [ VOTA]
Marco
Venerdì 10 Aprile 2020, 13.47.17
2
secondo me questo è un grande gruppo....capiscano che possano non piacere a molti, visto il loro genere non genere, ma è gente che sa fare musica, e soprattutto se ne frega di ogni etichetta e fa quello che gli pare come gli pare. Virtù rara nella musica . Ho praticamente tutta la discografia, e sebbene ci siano svariate cose che neanche a me piacciono, si mantiene in più di 30 anni di carriera un gruppo godibilissimo che sa tirare fuori tante belle cose originali. Se volete 3 dischi da ascoltare, puntate su Torcha , Space avenue e Release date. Torcha è stato quello che me li ha fatti conoscere nel 1992 .
AndreA
Domenica 16 Agosto 2015, 16.39.06
1
Grandissima band! Tra le più geniali del Rock/Metal. Band quasi totalmente trascurata dal metallaro medio e tranne che per questo recensore/recensione, anche da Metallized. E sta cosa è grave a mio parere.. I faith no more sono un unghia incarnita maleodorante dei Waltari
INFORMAZIONI
2008
Drakkar Records
Alternative Metal
Tracklist
1 - In The Cradle
2 - Get Stamped
3 - Not Enough
4 - One Day
5 - Helsinki
6 - System Odda Aiggi
7 - Dreamworld
8 - Atom Angel
9 - Wish I Could Heal
10 - Life Without Love (Billy Gould´s Remix)
11 - Death Party (unplugged)
12 - Dream (unplugged)
13 - Rag Your Body Beat (unplugged)
Line Up
Kärtsy Hatakka - lead vocals, bass, programming, additional keys
Jariot Lehtinen - guitar, vocals
Sami Yli-Sirniö - guitar, vocals
Janne Immonen - keyboards, programming, vocals
Ville Vehviläinen - drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]