Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Pig Destroyer - Natasha
( 2651 letture )
Tornano con una nuova uscita discografica gli estroversi Pig Destroyer, interessante ed esperta formazione grindcore, da sempre formidabile nel mescolare la materia prima (grind appunto) con disparati elementi tra cui hardcore punk, thrash e doom metal. Eppure per quanto concerne l’uscita in analisi è inutile parlare di novità in senso assoluto; infatti, l’EP Natasha altri non è che il contenuto bonus in dvd audio 5.1 originariamente pubblicato con l’album Terrifyer targato 2004.

Ora distribuito in un lussuoso digipack dall’inquietante ed azzeccato art work, il dischetto consta di una sola traccia di oltre 37 minuti. Veste a parte, nessuna sorpresa: il combo proveniente da Washington D.C. ci espone, se vogliamo, l’indole più oscura e sperimentale, musicalmente discostandosi in modo marcato da quanto proposto nel resto della discografia. Siamo catapultati in una dimensione tetra, questa volta scortati da sonorità angoscianti a cavallo tra lo sludge post Melvins e Godflesh, ritmi doom, sample elettronici e rumori di fondo che costruiscono un mood acido e molto claustrofobico.

Con il trascorrere dei secondi diviene sempre più difficile parlare di musica in senso stretto, ma in ogni caso ancora una volta il quartetto denota una ricchezza di vedute fuori dal comune, eludendo molti degli stereotipi che il genere principale alle volte impone.

Nonostante ciò, in tutta franchezza l’ep è risultato molto più efficace e stimolante nella sua prima incarnazione, opponendosi al massacro di “Terrifyer” e dando così massima enfasi alle due differenti fisionomie elargite dal complesso.

Pertanto releghiamo “Natasha” tra le uscite di nicchia, appannaggio dei collezionisti e di tutti i fan che l’avessero perso in prima battuta. Diversamente, anche per chi più semplicemente ama “viaggiare” con le note, raccomandiamo prima altri lidi.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
28.52 su 21 voti [ VOTA]
Abbadon87
Venerdì 22 Agosto 2014, 14.12.40
2
Merda fatta a disco.Dai pig ci si aspetta di piu lo sapevo i migliori restano i Carcass e Napalm Death. Non che non lo si sapesse però...
Abbadon87
Venerdì 22 Agosto 2014, 14.12.40
1
Merda fatta a disco.Dai pig ci si aspetta di piu lo sapevo i migliori restano i Carcass e Napalm Death. Non che non lo si sapesse però...
INFORMAZIONI
2008
Relapse Records
Grindcore
Tracklist
1. Natasha
Line Up
Scott Hull (Chitarra)
J. R. Hayes (Voce)
Brian Harvey (Batteria)
Blake Harrison (Samples / Noise)
 
RECENSIONI
82
60
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]