Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Myrath
Shehili
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/05/19
X-ROMANCE
Voices From The Past

24/05/19
NOCTURNUS A.D.
Paradox

24/05/19
SOTO
Origami

24/05/19
MARCO HIETALA
Mustan Sydämen Rovio

24/05/19
TANITH
In Another Time

24/05/19
STORMHAMMER
Seven Seals

24/05/19
MISÞYRMING
Algleymi

24/05/19
STORMLORD
Far

24/05/19
DEATHSPELL OMEGA
The Furnaces of Palingenesia

24/05/19
FLESHGOD APOCALYPSE
Veleno

CONCERTI

22/05/19
FIT FOR AN AUTOPSY + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/05/19
BLACK TUSK
FREAKOUT - BOLOGNA

23/05/19
BLACK TUSK
LIGERA - MILANO

24/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Pika Future Club, Verona

24/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 1)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

24/05/19
STORMLORD + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/05/19
NECRODEATH + GUESTS
JAILBREAK - ROMA

25/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Alchemica Music Club, Bologna

25/05/19
SCUORN + GUESTS TBA
ZIGGY CLUB - TORINO

25/05/19
METAL FOR KIDS UNITED
CROSSROADS - ROMA

Voodoo Circle - Voodoo Circle
( 4588 letture )
Voodoo Circle è il nome che Alex Beyrodt (ex-Primal Fear, Sinner, Silent Force) ha dato al suo personale progetto solista, che ha inizio proprio con l’omonimo disco di cui andiamo a parlare. Cercherò di non dilungarmi troppo perché non mi sembra che in questo caso valga la pena di annoiarVi con le solite introduzioni sugli artisti che hanno preso parte al cd o con una dettagliata analisi della tracklist; credo infatti di poter essere esauriente in questo senso pur usando poche parole: i musicisti di questa band sono tecnicamente molto preparati e, soprattutto, sono tutti nel giro da parecchio tempo (si pensi solo all’ormai ultradecennale carriera del cantante David Readman) quindi sotto quest’aspetto non si può muovere nessuna critica negativa alla band. Tutt’altro si può dire della musica proposta: noiosa, prevedibile e senza un minimo di originalità. Dall’introduttiva Spewing Lies alla conclusiva White Lady Requiem i Voodoo Circle non dimostrano mai di potersi differenziare dalle altre band che suonano questo tipo di musica, non si sforzano mai di inserire degli elementi di novità né a livello compositivo né a livello esecutivo: nonostante la più che discreta qualità della produzione e nonostante i buoni arrangiamenti non si può dire di essere di fronte a qualcosa di nuovo; la musica proposta è, ci tengo a ribadirlo, quanto di più prevedibile possibile. Lo stesso Beyrodt, che può comunque vantare un’eccellente tecnica chitarristica, fa un uso banale delle proprie capacità limitandosi a costruire i propri assoli sulle solite formule stra-abusate in ambito shred e senza tentare neanche lontanamente di personalizzare il proprio tocco o di ipotizzare originali frasi melodiche o ritmiche. Non vorrei sembrare catastrofista, ma veramente non mi sento di consigliare questo platter a nessuno: nè a chi ama il classic metal né a chi vorrebbe ascoltare qualcosa di melodico e senza troppe pretese; sono spiacente, soprattutto perché in questa band ci suona un pezzo grosso dell’heavy europeo quale Mat Sinner, ma proprio non ci siamo.


VOTO RECENSORE
50
VOTO LETTORI
39.12 su 24 voti [ VOTA]
andy usurper
Mercoledì 18 Marzo 2015, 4.02.00
7
E vero il de gustibus,ma se dovessimo dar voti,cosa che io cmq ho sempre odiato e son 35 anni che ascolto Musica,ho messo di proposito la M maiuscola perchè per me c'è di tutto un sacco di roba buona dai Toto a Burzum,passando dagli Yellojackets a Miles Davis,Zappa,il mio adorato "Birdie"Charlie ParkerHR,HC,Black Death,e chi più ne ha più ne metta,dando come parametri base l'originalità,allora andrebbero stroncati ii 90 % dei dischi recensiti su queste pagine!Secondo me ,è un onesto disco di HR/Heavy con degli ottimi spunti melodici,che, visto essere al primo album,anche se i musicisti sono navigati un certo amalgama d'intenzioni cmq ci vuole,hanno stupendamente recuperato e messo a punto coi 2 dischi successivi,davvero stupendi!Khaine ovvio che se non ti è piaciuto ci sta,ma dargli 50 mi sembra eccessivo,secondo me riascoltarlo qualche volta in più può esserti d'aiuto,cmq per me ,ripeto lo odio,ma i parametri,e le quadrature aimè sono il triste pane di questi tempi,un bel 70 ci sta tutto!Ciao!
Broken Spirit
Sabato 30 Ottobre 2010, 13.27.41
6
A me è piaciuto ...
Khaine
Domenica 28 Giugno 2009, 23.22.07
5
Posto che ques'album non si merita manco di stare all'ombra dei Royal Hunt, se un disco non mi piace è ovvio che non ne parlo bene. Tu faresti forse il contrario Gianfranco? Comunque sia non ho detto che il disco è brutto: ho detto che è banale, scontato, prevedibile, ripetitivo. Altro che Royal Hunt...
Renaz
Sabato 27 Giugno 2009, 13.20.48
4
Ma cosa stai dicendo Gianfranco? Ancora con questa storia del non recensire quello che non piace? E allora tutte le recensioni sarebbero positive, tutti felici e contenti, senza alcun contraddittorio... Che assurdità.
Gianfranco
Sabato 27 Giugno 2009, 13.13.30
3
Non sono affatto d'accordo con la recensione di "Voodoo Circle",trovo il lavoro piacevole e ricco non solo di spunti mellodici vincenti ma anche della pomposità tipica di gruppi quali Royal Hunt:elementi gradevoli e graditi a me. i gusti sono soggettivi e non bisognerebbe stronace musica che non corrisponde alle aspettative di chi scrive ..
Khaine
Sabato 25 Aprile 2009, 16.01.26
2
La mia idea non è cambiata nel corso dei mesi... 50 è anche fin troppo generoso vista l'enorme banalità del contenuto...
maury
Sabato 25 Aprile 2009, 14.30.42
1
secondo me il giudizio e' troppo critico !! la band e' molto buona e il disco non e' cosi' male, propongo di ascoltarlo meglio ...
INFORMAZIONI
2008
AFM Records
Heavy
Tracklist
1. Spewing Lies
2. Desperate Heart
3. Kingdom Of The Blind
4. Man And Machine
5. Master Of Illusion
6. We'll Never Learn
7. Dream Of Eden
8. Heaven Can Wait
9. Angels Will Cry
10. Enter My World Of Darkness
11. White Lady Requiem
Line Up
Alex Beyrodt – Chitarra
David Readman – Voce
Jimmy Kresic - Tastiera
Mat Sinner – Basso
Mel Gaynor - Batteria
 
RECENSIONI
71
50
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]