Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

CONCERTI

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

19/11/17
ROCK TOWERS FESTIVAL
ESTRAGON - BOLOGNA

19/11/17
BACKYARD BABIES + GUESTS
LAND OF FREEDOM - LEGNANO (MI)

19/11/17
SOULS OF DIOTIMA
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

Alltheniko - Devesterpiece
( 1182 letture )
HEAVY.
Heavy senza pietà e della migliore qualità per i tre ragazzi di Oldenico –ciò nel caso vi stiate ancora chiedendo cosa c… aspita significa il loro nome– i quali, senza curarsi di mode, tempi e convenienze, mitragliano a chiunque capiti loro a tiro una serie di riffs, assoli ed armonizzazioni micidiali. Non è affatto semplice risultare performanti a così tanti anni di distanza dai tempi d’oro del settore, ma gli Alltheniko, pur non proponendo una sola singola nota che possa essere catalogata come originale, colgono con Devasterpiece il bersaglio grosso. Impossibile rimanere fermi, impossibile non divertirsi, impossibile non sentire la passione che li muove.

Dopo una prima presa di contatto con una cover graficamente indovinata –per quanto l’immagine proposta sia anch’essa non proprio modernissima– e forte anche di una più che discreta qualità audio, Devasterpiece si apre con una irresistibile accoppiata: Erased/The Evil Forces, ed è subito headbanging.
Riffs “cazzuti” ed affilati, voce isterica –quasi sempre in screaming- e dentro al pezzo da parte del cantante/bassista Dave Nightfight, batteria martellante a cura di Luke The Idol, soli “pensati” e non sventagliati a caso da Joe Boneshaker, tanto per fare scena, cosa volete di più?
Non mancano toni fortemente epic disseminati un po’ a macchia di leopardo durante tutti i quarantanove minuti dell’album –in particolare in Thunder And Steel- e, a voler analizzare le cose più a fondo, un’altra particolarità di Devasterpiece è il suo muoversi ondeggiando tra una certa varietà di stili –nwobhm, heavy teutonico, epic, speed– senza curarsi troppo della cosa eppure mantenendo non solo la coesione generale, ma anzi confezionando un album di ottima resa finale anche da questo punto di vista.
Da rimarcare ulteriormente il lato divertente della musica degli Alltheniko - lato che viene fuori con chiarezza ad esempio in I'm a fuckin zombie- ed anche la capacità ci confezionare anthems come Feel the Power.

Insomma: certamente solo (solo?) heavy metal, ma fatto bene, con passione, sudore, partecipazione, convinzione, ingenuità se volete, con qualche pacchianeria tipica del genere, con qualche testo che tradotto fa più sorridere che indurre un sentimento di fierezza, ma che, ascoltato da soli o in compagnia, magari con una bella birra davanti, ti rimette in pace col mondo.

Solo heavy? Si, e allora?



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
38.16 su 24 voti [ VOTA]
The Sentinel
Mercoledì 13 Agosto 2014, 4.50.31
2
Tra l'altro, noto ora, come fa la media voto ad essere inferiore al minimo che si può dare (cioè 30)? Misteri...
The Sentinel
Mercoledì 13 Agosto 2014, 4.48.35
1
Da 85 minimo...ma chi cazzo sono soprattutto i coglioni che votano? Boh...merdallari di oggi probabilmente, bimbiminkia che ascoltano il pop metal che va oggi, magari cantato da donne con le voci tutte uguali...o tante band invidiose, magari perché a loro il disco o demo è stato stroncato o trattato cmq molto tiepidamente con sufficienze risicate, allora tentano di sputtanare gli altri votando il minimo consentito anche se magari nemmeno hanno sentito il disco appunto, a prescindere, perché rosicano...
INFORMAZIONI
2008
MyGraveyards Production
Heavy
Tracklist
1. Erased
2. The evil forces
3. Thunder and steel
4. Law of the stronger
5. Devasterpiece
6. Metal unchained
7. Rise and fall
8. I'm a fuckin zombie
9. Feel the power
10. When this demon's coming
11. The godfather
Line Up
Dave Nightfight (Voce, basso)
Luke The Idol (Batteria, backing vocals)
Joe Boneshaker (Chitarra, tastiera)
 
RECENSIONI
75
75
75
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]