Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
LIVEKILL
Turned To Grey

28/09/18
RIVERSIDE
Wasteland

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
ANAAL NATHRAKH
A New Kind Of Horror

28/09/18
EVILON
Leviathan

28/09/18
NECRONOMICON (GER)
Unleashed Bastards

CONCERTI

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

29/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
BLOOM - MEZZAGO (MI)

29/09/18
EDU FALASCHI + ACID TREE + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

29/09/18
TORCHIA
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

29/09/18
NWOIBM FEST
GARAGESOUND - BARI

29/09/18
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Skoll - Misty Woods
( 2766 letture )
Dopo ben quattordici anni dalla propria genesi, giunge fino a noi il debutto ufficiale per i nostrani Skoll. Dietro il moniker si cela Marco De Rosa, ai più noto con lo pseudonimo di M. The Bard; infatti l'oscuro figuro è già stato abbondantemente apprezzato in altre interessanti formazioni, quali Opera IX, The True Endless, Darkness e The Blessed Hellbrigade.

Tanta esperienza quindi, maturata più che altro nel movimento "pagano" italiano; ma oggi il compositore è alle prese con una nuova sfida, che in un certo qual modo stacca con quanto presentato nel passato più o meno recente. Pur aggrappandosi ad una sfera concettuale affine, musicalmente M. da vita ad un platter diverso, privo di qualsiasi sfuriata metal perché totalmente alla mercé di strumentazioni acustiche e classiche, scortato solo da soavi e suadenti cori. Misty Woods è figlio di un placido sogno di mezza estate, intimo e vibrante, fortunatamente lontano dagli scenari siderali vichinghi o da qualsiasi sortilegio magico. E' un ritorno alla natura e a tutte quelle emozioni apparentemente semplici, eppur cariche di significati, che le note non sono in grado di spiegare, ma solo accompagnare. Per tale ragione è difficile trovare una catalogazione che possa calzare con quanto ascoltato. E' evidente che il nostro eroe nutre una profonda ammirazione per gli Ulver e per i Bathory, dai quali, oltre alcune attinenze nel sound, eredita quella magnetica libertà comunicativa che per certi versi ha reso indecifrabile l'espressione di queste fenomenali band. Un viaggio mistico di appena mezz'ora, ordinato in nove frammenti emozionali tanto palpabili quanto profondi, narrati da flebili tocchi, che sia la trama di un violino, oppure di una ghironda, piuttosto che l'incedere di una chitarra classica.

Come anticipato, resta inteso che in questo appuntamento ogni rimando al background black del nostro one-man-band è assopito, pertanto Misty Woods potrebbe deludere molti dei sostenitori più oltranzisti di vecchia data. Di certo il mood resta arcano, intriso di quell'appeal dal sapore antico, capace di suggestione l'ascoltatore a prescindere dalla sua estrazione.
E allora non fatevi influenzare se non dalla musica di questi sorprendenti Skoll.

Incantevoli!



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
22.57 su 19 voti [ VOTA]
ObscureSolstice
Mercoledì 13 Dicembre 2017, 13.51.36
2
Marco De Rosa [M. the Bard]...R.i.p. (2017)....i tuoi avi saranno orgogliosi di te. Splendido lavoro
Giasse
Sabato 11 Settembre 2010, 16.49.09
1
Sentito oggi. Eccezionale!
INFORMAZIONI
2008
Occultum Production
Ambient
Tracklist

1. Enter the Woods
2. Mist
3. Shores of Sorrow
4. Mermaid’s Song
5. I
6. The Dance
7. Wyrd
8. Desolate Notes
9. Wind
Line Up

M. The Bard (Vocals, Bass, Guitars)

http://www.occultum.com/
 
RECENSIONI
ARTICOLI
05/04/2009
Intervista
SKOLL
Parla M. The Bard
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]