Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Saxon 1
Clicca per ingrandire
Saxon on stage
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

Saxon - Into the Labyrinth
( 6177 letture )
Alcuni gruppi, specialmente tra quelli più affermati ed in giro da più tempo, sia per questioni di età che per semplice comodità, una volta trovata la formula vincente continuano a replicare i suoi dettami senza soluzione di continuità, talvolta usando schemi di grandissima qualità, talaltra di semplice efficacia commerciale.
Un esempio clamoroso della prima fattispecie ed universalmente noto potrebbero essere gli Iron Maiden post Powerslave, e per lungo tempo la formula è stata calzante anche per i Saxon, ora però, pur non stravolgendo affatto l’impostazione generale, Biff & Soci confezionano un lavoro più che interessante che mette in mostra da un lato una intatta – addirittura forse accresciuta – furia metallica, e dall’altra una evoluzione sonora solo in parte evidenziata dagli ultimi lavori, ed in questo senso lo si potrebbe porre forse a metà tra Lionheart e The Inner Sanctum.

Non fatevi trarre in inganno dal singolo civetta Live to Rock, semplice e facile, Into the Labyrinth è tutt’altro che R’n’R metallizzato e commercialmente concepito, si tratta infatti di un lavoro oscuro, a tratti Goticheggiante, il cui suono -ricavato dal lavoro presso la Twilight Hall di Krefeld dall’ottimo Charlie Bauerfeind- con chitarre nere, batteria mixata in modo da adattarsi al mood dell’album -ossia pesante e “chiusa” dinamicamente- aggressiva come non la sentivo da tempo specialmente col pedale, ed una prestazione vocale di Biff molto rifinita in studio, (con le conseguenti riserve sulle prestazioni live) lascia piacevolmente sorpresi.

Il Cd è aperto da una cavalcata Epic/Goth come Battalions of Steel, corredata da cori Horror-oriented e pervasa da una vena molto Dark, ma non è con la seguente Live to rock che capirete di che pasta è fatto questo Cd, provate invece ad ascoltare la più che British Demon Sweeney Todd o Hellcat e ditemi infatti quando vi ricordate di pezzi così aggressivi da parte dei Saxon di questi ultimi tempi, pezzi ancora capaci di mixare le sfuriate della prima ora -i cui tipici riff riecheggiano in tutto il Cd, come ci si aspetta che sia- lo speed primi 80’s e la classe di chi è in giro da una vita, il tutto inciso come è possibile fare con i mezzi attualmente disponibili.
Non vi basta?
Sciroppatevi -dopo l’intermezzo dolciastro di The Letter- l’evocativa Valley of the Kings o perdetevi nell’Anthem Fantasy Come Rock of Ages (The Circe is Complete), sarà solo il gustoso finale acustico di Coming Home , già presente in versione elettrica su Killing Ground, a permettervi di rendervi conto di quanto piacevolissimo Blues -sempre metallizzato come in Slow Lane Blues, tranne che in questa occasione- c’è dentro il lavoro.
Una quattordicesima traccia sarà disponibile esclusivamente tramite I-Tunes

Udite udite, l’aquila continua a volare e, al contrario di un loro vecchio, vecchissimo hit, non ha alcuna intenzione di atterrare e la cosa mi riempie di gioia; a voi?



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
53.31 su 44 voti [ VOTA]
venom
Martedì 17 Gennaio 2017, 22.51.58
24
Disco stupendo potente grande biff!
InvictuSteele
Lunedì 20 Luglio 2015, 22.34.11
23
Probabilmente l'album che mi piace di più dei Saxon dai tempi del maestoso Solid ball of rock. Non che sia tutto questo grandioso ma ormai questa gloriosa band sforna da 25 solo album discreti e nulla più. Confermo il voto della rece. Tutti gli altri album dei sassoni vanno dal 65 al 75 per me, composti da una manciata di grandi pezzi alternati ad altri inutili. Se soltanto non pubblicassero un disco ogni due anni precisi riuscirebbero a creare ancora album ottimi davvero... Dal vivo però sono sempre enormi e li supporterò sempre.
Zak
Martedì 30 Aprile 2013, 18.58.16
22
Quoto Doom nel senso che anche per me inner sanctum è un flop. Sembrano un qualsiasi gruppetto tedesco di power metal
leo 011
Mercoledì 28 Dicembre 2011, 13.15.20
21
un bel lavoro....!!!!! voto 8
simone
Venerdì 16 Dicembre 2011, 0.13.36
20
evocativo. (tutto qui...e non ho detto poco)
MAIDEN 65
Venerdì 5 Agosto 2011, 9.20.41
19
Bel cd Grandissimi !
Raven
Venerdì 10 Giugno 2011, 18.47.05
18
Come al solito i recensori sono diversi, e quindi diverso è il metro di giudizio, come hai scritto tu stesso: "a mio avviso!"
Joseph11
Venerdì 10 Giugno 2011, 18.43.08
17
Into the Labyrinth che prende più di Inner Sanctrum? Mi sembra esagerato! Quest'ultimo è molto migliore a mio avviso!
blackie
Giovedì 5 Maggio 2011, 0.14.43
16
grande album.sono cresciuto con i saxon e reputo biff uno dei cantanti piu entusiasmanti del metal.questo disco mi e piaciuto tantissimo molto epico e heavy!!!!
Doom
Giovedì 11 Novembre 2010, 18.49.52
15
troppo sottovalutati togliendo the inner sanctum non hanno mai fatto flop colossali e questo direi che basta
Doom
Giovedì 11 Novembre 2010, 18.49.52
14
troppo sottovalutati togliendo the inner sanctum non hanno mai fatto flop colossali e questo direi che basta
Electric Warrior
Lunedì 18 Ottobre 2010, 17.12.25
13
I Saxon, come i Motorhead, ripropongono oramai sempre la solita minestra, ma a differenza dei secondi, riescono sempre a farlo maledettamente bene! Chi resiste all'orecchiabilità di Live To Rock non è umano! Ottimo 85
marco
Sabato 9 Ottobre 2010, 22.04.21
12
No no no. Sono rimasto molto deluso, non ci sono idee. Mi dispiace molto per i Saxon ma e' la verita'. Addirittura la linea vocale della strofa di Valley of The Kings e' identica a quella di State of Grace da The Inner Sanctum. Salvo solo Battalions of Steel, Live to Rock e Come Rock of Ages....tutto il resto e' noia totale.
Davedj
Sabato 23 Maggio 2009, 13.32.12
11
Secondo me ottimo,buon vecchio metal,insomma,squadra che vince non si sambia...
ludometal
Martedì 17 Marzo 2009, 22.01.47
10
I Saxon si confermano sempre un ottima band,sono da molti anni all'attivo però,la grinta e la voglia li premia sempre.Io trovo che sia un album più che promosso,con ottime canzoni,nessun passo falso.Spero che continuino a spaccare,non perdendo mai colpi.
hm is the law
Giovedì 5 Marzo 2009, 11.16.54
9
Lavoro convincente con toni epici molto suggestivi. Grandi Saxon!
ROSSMETAL65
Sabato 7 Febbraio 2009, 21.51.00
8
BUON DISCO,SUONATO BENE,MA SECONDO ME ORAMAI MOSTRANO TUTTI GLI ANNI CHE HANNO.
tor
Sabato 7 Febbraio 2009, 17.53.34
7
i saxson sono tornati con un gran bel disco preso oggi e asscoltato 3 volte grandi
Raven
Venerdì 30 Gennaio 2009, 21.12.05
6
Già, sembrano proprio in forma
Sel 182
Venerdì 30 Gennaio 2009, 19.55.37
5
Finito di ascoltare proprio ora, veramente un ottimo album...molto meglio di Inner Sanctum!!
pincheloco
Mercoledì 14 Gennaio 2009, 11.47.12
4
Sembra davvero interessante. Devo assolutamente farlo mio. Saxon immensi, li ho sempre amati.
:wolf:
Lunedì 12 Gennaio 2009, 19.04.24
3
80 ci stà tutto,GRANDISSIMI!
Raven
Venerdì 9 Gennaio 2009, 18.53.15
2
Io a Napoli nell'86
babos
Venerdì 9 Gennaio 2009, 17.17.01
1
li ho visti a monaco a dicembre con i motorhead...hanno spaccato..biff ha ancora una voce straordinaria..hanno presentato live to rock e hellcat, riscuotendo un ottimo successo..long live to saxon, gli unici difensori della nwobhm pura e cazzuta..
INFORMAZIONI
2009
Steamhammer/SPV
Heavy
Tracklist
01 Battalions Of Steel
02 Live To Rock
03 Demon Sweeney Todd
04 The Letter
05 Valley Of The Kings
06 Slow Lane Blues
07 Crime Of Passion
08 Premonition in D Minor
09 Voice
10 Protect Yourselves
11 Hellcat
12 Come Rock Of Ages (The Circle Is Complete)
13 Coming Home (Bottleneck Version)

Line Up
Biff Byford - lead vocals
Paul Quinn - guitar
Doug Scarratt - guitar
Nibbs Carter - bass, keyboards
Nigel Glockler - drums
 
RECENSIONI
77
73
80
73
85
76
86
77
75
75
74
70
72
80
78
92
92
65
ARTICOLI
19/12/2016
Live Report
SAXON + OVERTURES
Live Club, Trezzo sull’Adda (MI) - 14/12/2016
04/07/2013
Intervista
SAXON
Biff Byford ai nostri microfoni
26/05/2011
Live Report
SAXON + CRIMES OF PASSION + VANDERBUYST
New Age, Roncade (TV), 26/05/2011
07/05/2007
Intervista
SAXON
La data di Roma
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]