Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Progenie Terrestre Pura
starCross
Demo

Dead Like Juliet
Stranger Shores
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/07/18
ATAVISMA
The Chthonic Rituals

25/07/18
MANTICORA
To Kill To Live To Kill

27/07/18
MICHAEL ROMEO
War Of The Worlds / Pt. 1

27/07/18
REDEMPTION
Long Nights Journey Into Day

27/07/18
TARJA
Act II

27/07/18
HALESTORM
Vicious

27/07/18
MOTOROWL
Atlas

27/07/18
DRAWN AND QUARTERED
The One Who Lurks

27/07/18
SHED THE SKIN
We of Scorn

27/07/18
DEE SNIDER
For The Love Of Metal

CONCERTI

21/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 1)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

21/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
CASTELLO - UDINE

21/07/18
DIVINE METAL FEST
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

21/07/18
MALESSERE FEST
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

22/07/18
RICHIE KOTZEN
ESTATE IN FORTEZZA SANTA BARBARA - PISTOIA

22/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 2)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

22/07/18
DOYLE
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/07/18
VIRVUM + COEXISTENCE + EGO THE ENEMY + GUEST
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/07/18
CARPATHIAN FOREST
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/07/18
SCORPIONS
ARENA DI VERONA

Motorhead - Overkill
( 9566 letture )
Nonostante la pubblicazione dell’album d’esordio, nel 1978 i Motörhead erano all’impasse, qualche data qua e là dopo i soliti incidenti a Taylor e lo scioglimento di nuovo dietro l’angolo, tanto che il batterista e Clarke cominciarono a suonare con i The Muggers quando la Bronze offrì loro un contratto per un singolo che vide la luce il 25 agosto del '78 per piazzarsi dignitosamente al numero 68 delle chart ufficiali, cosa che fruttò loro un tour nei mesi seguenti, ma soprattutto, grazie alla conoscenza con un ex manager della Bronze che lavorava per la BBC -tale Roger Bolton- un'esibizione a Top of the Pops, che era una trasmissione ultra mainstream già allora, ma proponeva anche i Motörhead, mentre in Italia ancora oggi… lasciamo perdere. Dopo un’apparizione memorabile all’Hammersmith la Bronze decise che forse poteva anche sbilanciarsi facendogli registrare un album e concesse al gruppo qualcosa come una nottata per farlo. In molti si sarebbero lievemente scoraggiati, ma non Lemmy, per il quale una notte è un tempo più che sufficiente per fare un album e parecchio altro, così si infilarono assieme al produttore Jimmy Miller nei Roundhouse Studios di Londra ed attaccarono i loro ampli.
Molti dei pezzi erano già stati messi a punto dal vivo, mentre altri furono composti direttamente in studio -sempre durante quella notte- ma nonostante questo Overkill è comunque una pietra miliare della carriera della band ed in generale dello sviluppo del metal, (quanti gruppi sono stati influenzati da questo pezzo e da Ace of Spades?) ciò nonostante in realtà blues e R’n’R siano le colonne del lavoro, come sempre.

L’opener Overkill colpisce in faccia come forse non si era mai sentito fino ad allora, anche grazie all’uso massiccio della doppia cassa, normale adesso, ma ragazzi… all’epoca tanto normale non era, credetemi, ed anche il testo riassume benissimo cosa siano i Motörhead, un vero Overkill. Si prosegue con Stay Clean, forse più leggera (?), più heavy-rock e ben connotata dalla distorsione del basso di Lemmy. Poi (I won’t) Pay your Price, francamente niente di che, praticamente un filler così come I’ll be your Sister, quest’ultima secondo Lemmy avrebbe avuto successo cantata da Tina Turner, ma francamente è una canzone che non mi convince a prescindere da chi la potrebbe interpretare.
Andiamo ai calibri pesanti: Capricorn ed il suo strano chorus vennero composte in studio e presenta un celebre solo di Fast Eddie Clarke la cui storia è piuttosto singolare, il chitarrista stava accordando lo strumento andando un po’ a ruota libera, Miller però registrò tutto aggiungendo un po’ di eco, quando poi Clarke si presentò per fare l’assolo semplicemente non era più necessario farlo. Il dittico No class/Damage Case è quello che rende più palese l’approccio di Lemmy alla musica, situazioni R’n’R e puzzo di locali, birra e motori; tanto semplici quanto efficaci, che altro desiderare dalla vita? Vi dice niente poi Garage Inc. dei Metallica? Sì, credo di sì. Tear ya down serve ad apprezzare gli assoli da invasato di Clarke , coadiuvato in ciò dagli altri due membri della band, ma uno dei pezzi simbolo dell’album è certamente Metropolis, e pensare che fu composta in cinque minuti dopo aver visto il film al cinema, il ritmo non è esasperato, ma riesce a comunicare potenza e sicurezza col suo flavour 70’s oriented; in compenso il testo -come quasi tutti- è per ammissione dello stesso Lemmy assolutamente sconclusionato:

Metropolis, the worlds collide,
Ain´t nobody could be on your side,
I don´t care,I don´t care
Metropolis is something new,
Ain´t nobody got their eye on you,
I don´t care,I don´t care
Metropolis, the worlds collide,
Ain´t nobody on the other side,
I don´t care, I´m not there.


Che tradotto in italiano suona:

Metropolis, i mondi collidono,
E nessuno può essere dalla tua parte,
Non mi interessa, me ne frego
Metropolis è qualcosa di nuovo,
Dove nessuno ti controlla,
Non mi interessa, me ne frego
Metropolis, i mondi collidono,
E nessuno può stare dall'altra parte,
Me ne frego, non sono lì.


Bè, ne ho letti di migliori. A chiudere Limb from Limb, dignitosa closer che si segnala soprattutto per la prestazione di Lemmy alla chitarra, suo primo strumento.

Dell’album esiste anche un ristampa della Castle Comunication che comprendeva anche i seguenti pezzi: Too Late, Too Late (Lato B di Overkill), Like A Nightmare (Lato B di No Class), Louie, Louie (cover di Chuck Berry), Tear Ya Down (strumentale) e una diversa versione di Louie, Louie . Anche la GWR poi ha ristampato il disco nell’86.

Un album che, registrato in una notte, è diventato un classico. Classe? Fortuna? Talento? Irresponsabilità? Anfetamine? Probabilmente un po’ di tutto questo in proporzioni difficili da stabilire, quello che conta però è che Overkill è stato il primo grande album di una grande band che a dispetto degli anni e degli eccessi continua ad essere ancora un faro del movimento anche se da tempo il solo Lemmy è rimasto in formazione; ma del resto tutto può cambiare, tranne lui, no?



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
85.81 su 107 voti [ VOTA]
MetallaroNero
Venerdì 30 Marzo 2018, 22.27.27
30
voto 100 , in assoluto il miglior album dei Motörhead dopo Ace of Spades e Iron Fist, Lemmy Lives Forever.
Darth_Ale
Giovedì 14 Settembre 2017, 22.54.25
29
Voto 100 insieme a Ace of Spades. qua dentro ci sono 10 capolavori dei Motorhead, canzoni eterne, immense. da sottolineare la prestazione del grande Eddie Clarke, chitarrista sottovalutato dalla storia, ma con una mano pazzesca. si sentono gli eco di Hendrix nei suoi assoli ed anche grazie a lui che i Motorhead sono diventati leggenda. Bibbia dei Motorhead e del rock(insieme ad Ace of Spades). per favore cambiate i voti!!!!!!
nonchalance
Lunedì 28 Agosto 2017, 21.22.16
28
A chi lo dici?! Per me è superiore (e di molto..) al ben più celebrato "Ace of Spades" e, ovviamente, a "Bomber"! Infatti, quell'80 lì..
Emioboe
Lunedì 28 Agosto 2017, 20.31.03
27
Ho appena messo via il vinile... Mamma mia! Per me il migliore dei Motorhead, su 10 songs almeno 7 fanno parte della storia del metal. Chi si definisce metallaro non può non conoscere questo album! Voto: almeno 95. Grazie Lemmy
venom
Giovedì 26 Gennaio 2017, 16.06.01
26
Il loro miglior disco!il mio preferito band fantastica!
Fabio Rasta
Mercoledì 28 Dicembre 2016, 12.16.48
25
Mi unisco a Rob Fleming (23) e alla sua analisi. Non c'è molto da aggiungere. La poderosa title-track si commenta da se. Come puntualizzato dal preparatissimo Raven, su Limb From Limb il II° guitar-solo è dello stesso LEM. Per me, comunque, nessun filler; ogni canzone ha una vita e personalità proprie nonostante l'improvvisazione imposta dalle circostanze. Ma è proprio questa la forza di Overkill. Enfatizzerei ancora il fatto di come sia stato possibile fare un disco del genere in una notte!!!. Spenderei due parole in + sullo sfortunato e simpatico Jimmy Miller, che ha molto merito a mio avviso, su questo; che non fosse un scemo lo dimostra il fatto che produsse TRAFFIC, BLIND FAITH, e tutti i + bei dischi degli STONES, compreso quel capolavoro di Sticky Fingers. Prima di lasciarci ha fatto in tempo a regalarci il suddetto e Bomber. Onore e gloria!
MetallaroRosso
Lunedì 24 Ottobre 2016, 21.10.52
24
voto 100, uno dei più belli album dei Motorhead dopo Bomber e Ace of Spades
Rob Fleming
Lunedì 1 Febbraio 2016, 9.58.15
23
Uno dei vertici della band se non IL vertice assoluto. I pezzi più belli sono probabilmente Overkill, Capricorn e Metropolis che ricordano ancora la psichedelia malata degli Hawkwind. Stay clean è morbosamente affascinante, ma il brano che più mi demolisce è Limb from limb: parte come se fossero i Black Sabbath a suonarla per poi imprimere un accelerazione nel finale da brividi. 90
mario
Sabato 2 Gennaio 2016, 22.07.19
22
E pensare che lo registrarano in una sola notte, che bomba di album, un razzo sonoro che ti esplode fragorosamente nelle orecchie.Questa e' musica che ti entra nel sangue e non ti molla più' per l'eternità.Ancora non mi riesco ad abitusre al fatto che Dio, Gary Moore, Chuck, Quorthon e....purtroppo la lista dei grandi e' lunga.Ora stara' abbracciandosi con Phil Taylor lassu'.Grazie, grazie veramente di tutto per tutti gli album che hai interpretato magnificamente, dono ormai patrimonio dell'umanità.Grande Lemmy.
simo
Sabato 2 Gennaio 2016, 21.00.17
21
Lemmy vivrà per sempre grazie a lavori come questo
VecchioThrasher
Mercoledì 9 Settembre 2015, 11.07.07
20
Che dire di questo album...Figata! heavy n'roll !
Agnostico
Martedì 21 Aprile 2015, 16.35.38
19
Overkill è il primo album dei motorhead che ho avuto,ed è a tutt'oggi quello che preferisco,nessun filler secondo me.Come voto gli darei un bel 90
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 23.06.19
18
Capolavoro,album di una ferocia assurda
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 23.06.14
17
Capolavoro,album di una ferocia assurda
Lisa Santini
Mercoledì 12 Marzo 2014, 21.52.38
16
Overkill e' bello come disco.
Luca
Domenica 1 Settembre 2013, 19.50.29
15
overkill è la canzone migliore di sempre c'e l'ho il gioco ghwt e ssx on tour
Sorath
Domenica 17 Giugno 2012, 20.16.45
14
Questo lavoro deve finire nei libri di storia!!!!
Dr Landau
Venerdì 23 Dicembre 2011, 21.17.32
13
80 è troppo poco, questo è il miglior disco dei Motorhead.
The Nightcomer
Lunedì 28 Novembre 2011, 20.13.24
12
L'ho apprezzato fin dal primo ascolto Overkill. E pensare che la prima copia in vinile da me acquistata "saltava", aspetto che mi ha costretto, alcuni anni dopo, a riacquistare il disco. Per diverso tempo l'ho preferito anche ad Ace of Spades, ma in seguito non avrei più saputo quale dei due considerare il migliore. E' giusto ricordare i Motorhead quali fondamentali precursori del genere estremo che di lì a breve sarebbe nato.
SNEITNAM
Martedì 23 Agosto 2011, 18.05.17
11
Dei Motorhead ho solo la discografia che va da Overkill a Iron Fist e tra questi 4 indubbiamente il mio preferito è questo grandioso Overkill a cui do il massimo dei voti. Grandi Motorhead!
Raven
Domenica 7 Agosto 2011, 21.32.31
10
già, solo una notte. non male, no?
jek
Domenica 7 Agosto 2011, 20.28.20
9
Registrato in una notte????? Pazzesco. I Motorhead sono il Rock'n'Roll, Overkill mi ha fatto godere da morire.
blackie
Sabato 18 Giugno 2011, 15.19.28
8
sono affezionatissimo a overkill. conosco nota x nota di questo capolavoro!la tilie track e una delle canzoni piu potenti della storia.un lavoro superbo senza tempo.
Chiara
Domenica 22 Maggio 2011, 19.55.32
7
Album fantastico. 95
DaveStillRocks
Martedì 5 Aprile 2011, 21.58.39
6
Il miglior album dei motorhead insieme a Ace of Spades e Bomber. 80 è davvero un voto che sta stretto... quest'album si merita 95/100 Capolavoro
Luigi
Martedì 8 Marzo 2011, 9.16.23
5
Altro pezzo da novanta Overkill da sola vale l'acquisto dell'album!
zoso
Domenica 28 Novembre 2010, 13.58.18
4
grandi motorhead. (non sono lo stesso zoso che ha lasciato il commento precedente, giusto per chiarire.)
Somta
Sabato 3 Aprile 2010, 2.20.43
3
Mi piace il suono selvaggio di questo album, l'ho riascoltato oggi in macchina, e poi ho pensato: " questo disco è una bomba"
zoso
Domenica 29 Marzo 2009, 20.22.03
2
overkll e grandioso......da 95 minimo
Ghenes
Domenica 18 Gennaio 2009, 12.26.19
1
AVE LEMMY!!! nei secoli dei secoli...
INFORMAZIONI
1979
Bronze
Heavy
Tracklist
1. Overkill
2. Stay Clean
3. (I Won't) Pay Your Price
4. I'll Be Your Sister
5. Capricorn
6. No Class
7. Damage Case
8. Tear Ya Down
9. Metropolis
10. Limb from Limb
Line Up
Lemmy: bass, vocals
"Fast" Eddie Clarke: guitar, vocals
Phil Taylor: drums
 
RECENSIONI
84
72
85
74
s.v.
87
80
82
80
72
92
80
80
63
82
98
80
85
s.v.
s.v.
ARTICOLI
31/12/2015
Articolo
MOTORHEAD
Ian Fraser Kilmister - Born to Lose, Lived to Win
02/07/2014
Live Report
MOTORHEAD + PINO SCOTTO
CITY SOUND, Ippodromo del Galoppo, Milano, 24/06/2014
27/09/2012
Articolo
LA STORIA DEI MOTORHEAD
La Recensione
18/07/2009
Live Report
MOTORHEAD + EXTREMA + MERENDINE ATOMICHE
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 15/07/2009
03/07/2007
Live Report
IRON MAIDEN + MOTORHEAD + MACHINE HEAD
Stadio Olimpico, Roma, 20/06/2007
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]