Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ne Obliviscaris
Urn
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

Kiss - Alive!
( 8385 letture )
Un capolavoro assoluto.
Alive! è il capolavoro dei Kiss! Un album dal vivo che imprigiona tutta l’irruenza, la forza, l’energia della band per poi sprigionarla direttamente nelle orecchie dell’ascoltatore. Anche solo sparandosi in cuffia l’intera tracklist pare di vederli, i nostri eroi, dimenarsi su uno stage luccicante, percorso da bocche di fuoco e petardi, finalmente divenuto una sorta di perfetta Disneyland che incrocia un tunnel dell’orrore. Una macchina divina pronta a spandere per il globo la Kiss-mania. E proprio grazie a questa compilation registrata dal vivo, nascerà la follia dilagante che vedrà Paul, Gene, Ace e Peter assurgere al ruolo di veri super eroi. Senza mai farsi vedere in viso senza trucco, senza mai smentire le leggende che si alimentavano dietro lo spesso cerone bianco e nero che li rendeva personaggi, quasi discendenti, del teatro Kabuki.
I pezzi suonati dal vivo acquisiscono esplosività e i botti iniziali che aprono le porte a Deuce ne sono solo l’antipasto. Il suono è lucidato a nuovo, e sono trascorsi più di trent’anni… ammappate come passa il tempo! La produzione di Eddie Kramer rifila, con cinismo, una lama acuminata pronta a far strage dei fan, radunatisi sotto lo stage, per compiere un rito collettivo catartico.

I Kiss dal vivo sono sempre stati orgia di rock teatrale, musica di qualità e manifesto del rock entertainment con la erre maiuscola: un evento irrinunciabile. Hanno sempre dato ai loro fan ciò che in realtà i fan volevano, ecco la chiave del loro successo incredibile. Le registrazioni confluite nel doppio platter provengono da diverse registrazioni, alcune da New Jersey e Iowa, ma la parte del leone è appannaggio della Cobo Hall di Detroit; in uno show che si tenne alla fine di marzo del 1975 a supporto di Dressed To Kill. Detroit adottò sin da subito i quattro, si creò un feeling particolare, una specie di cordone ombelicale perenne che porterà poi la band a scrivere una delle sue migliori canzoni titolandola appunto Detroit Rock City. Pochi sanno che Alive! rischiò seriamente di non uscire sul mercato. La Casablanca, la loro etichetta, aveva fatto fiasco con un progetto che riuniva in un doppio disco alcune delle migliori apparizioni al Tonight Show di Johnny Carson, programma seguitissimo a quei tempi. Sebbene i Kiss fossero la punta di diamante della label, giravano pochi soldi e il progetto venne soppesato per bene dai manager in doppiopetto e cravatta che poi decisero di darlo alle stampe e rischiare. Editare un disco live era considerato ai tempi un vero e proprio azzardo commerciale, un rischio reale di bancarotta adornava l’aura della Casablanca.

Vennero registrati alcuni concerti e in studio vennero ritoccate solamente alcune parti vocali e alcuni solo di chitarra, quindi è assolutamente falsa la voce, fortemente diffusa, che l’intero concerto fosse stato ri-registrato totalmente in studio: non c’erano dollari fruscianti per avviare un’operazione del genere. I solchi vennero riempiti di trasudante forza rozza e di energia pazzesca: le vere carte in più della band. Appena uscito, il disco doppio risalì, come una furia, le classifiche appostandosi sui gradini dell’empireo. Una versione live di Rock and Roll All Nite divenne un singolo di successo, cosa non riuscita con la versione da studio, e in poco tempo l’album vendette ben quattro milioni di copie: un successo pazzesco!
I Kiss divennero immediatamente delle star e passarono, nel giro di tre anni scarsi, dallo status di gruppo spalla a superstar americane. Una rivoluzione che cambiò immediatamente la vita ai quattro. Un successo così subitaneo influì pesantemente sull’industria discografica yankee, da quel momento ogni artista con un certo seguito doveva far uscire un live, proprio come i Kiss. Ma questa primogenitura si accompagnava a tante altre situazioni che sbaragliarono il campo e li resero per sempre i KISS: prima band ad avere alle spalle una scritta che si accendeva e spegneva, primi a salire sul palco con maschere vere e proprie e non un trucco alla Alice Cooper o New York Dolls, primi nel credere al potere diffuso del merchandising; non solo t-shirts e cappellini ma orologi, zainetti, lenzuola, mutande, flipper e chi più ne ha più ne metta. In anni recenti sono uscite anche le bare dei Kiss! Insomma erano nate delle vere star e più nessuno avrebbe potuto fermarle. Le canzoni, tratte dai primi tre lavori da studio, senza nessun inedito, acquisiscono la potenza distruttiva di mille bombe a grappolo, sfoderando performance da urlo. Cosiccome la copertina suggestiva e shockante, al punto giusto, con la band che suona dal vivo in un'inquadratura dark-horrorifica molto, molto fica. E con l’inseparabile logo acceso alle loro spalle.

E’ inutile analizzare ogni singola song, basta dire che le architravi dei singoli pezzi sono, ovviamente, quelle tracciate in studio, ma la passione, la rude brillantezza e l’energica pirotecnia delle canzoni travolge ed ammalia. E poi fa scuotere mani e piedi senza dimenticare la testa in un assatanato headbanging. Bestie da palco, voci pazzesche, ascoltatevi le urla disumane in Nothin’ To Lose di Peter Criss, il death metal nascerà almeno dieci anni dopo. She ospita il solo mozzafiato di Ace Frehley che ne combina di tutti i colori, un vero God della sei corde….e la gente impazzisce. 100.000 Years è un pezzo troppo sottovalutato che qui però diventa lucida follia deflagrante con un mega assolo di batteria e un Paul che arringa la folla e la conduce a vertici inusitati facendola cantare, gridare, applaudire, immolarsi davanti alla maestria mascherata. Sentire ancor oggi le sue urla, gli spoken e i suoi “…do you believe in rock’n roll….do you feel my…” mi da ancora i brividi. Dodici minuti di essenza rock, il rock suonato dal vivo fatto di sudore, eccessività sanguinolenta e carica animalesca.
In Alive! ci sono pezzi incredibili, non serve fare la lista completa, basta dire Black Diamond, Cold Gin, Rock Bottom, Strutter, Firehouse…leggende lastricate da chitarre esondanti, sezioni ritmiche telluriche e voci che gongolano con l’eternità.
Alive! scompone e ricompone la vera anima dei Kiss, nel 1975 in America lo avevano capito benissimo. Da quel momento, il Vampiro, il Figlio delle Stelle, L’Extraterrestre e il Gatto diverranno il sogno americano nell’immaginario collettivo di grandi e piccini. Comincia così il regno sul “trono del dio del tuono del rock’n roll”, non sempre agevole e non senza trappole diffuse, ma questo lo vedremo in un altro capitolo.



VOTO RECENSORE
100
VOTO LETTORI
73.01 su 76 voti [ VOTA]
Weston-super-Mare
Domenica 1 Gennaio 2017, 21.41.48
30
Probabilmente il loro album più rappresentativo, credo infatti si possa dire che la vera essenza dei Kiss sia rimasta intrappolata fra i solchi di questo doppio vinile. Per quel che riguarda i confronti con Made in Japan dei DP, direi che siamo su piani differenti, è sempre hard rock, ma di stampo diverso. Il live di DP rappresenta l'acme dell'hard rock prima maniera, quello iimparentato col british blues, la psichedelia, le jam, l'improvvisazione e una certa tendenza prog... Quello dei Kiss era già hard rock della seconda ondata, meno incline all'improvvisazione, più essenziale e schematico... riff-strofa-ritornello... un tipo di hard rock che a me personalmente piace un po' meno, perchè più prevedibile, ma resta comunque molto energico, godibile.
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 14.09.27
29
Notevole e trascinante. Ma il secondo episodio rimane il vertice assoluto
galilee
Venerdì 25 Settembre 2015, 0.39.15
28
Tpr.. Ma anche no. Sono due tipi di live completamente differenti. 100 a entrambi
tpr
Giovedì 24 Settembre 2015, 23.39.49
27
se diamo 100 (meritati ) made in japan 120.
Appg
Lunedì 4 Maggio 2015, 15.56.11
26
Adrenalina pura. Una buona parte del merito va ad Eddie Kramer vero maestro dei suoni.
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 22.39.28
25
Un grande live di genuino Glam Rock.
suocera
Mercoledì 2 Ottobre 2013, 11.02.38
24
in vinile rende un sacco, nel cd remaster si appiattisce molto. un bel live, comunque!
D.P.
Mercoledì 3 Luglio 2013, 20.13.31
23
che disco ! E' il loro "Made In Japan". Grandioso, inossidabile e intramontabile dove misero in evidenza tutta la loro esuberante tecnica ed energia alla faccia di tutti i detrattori che consideravano (e considerano) i Kiss solo pagliacci o burattini. Ebbene ascoltate, ricredetevi e fate mea culpa. Lo considero insieme al suddetto uno dei 5 album live migliori della storia del rock. Tutti bravissimi ma uno su tutti : Peter Criss che dimostra di essere in quel periodo uno dei migliori rock drummer in circolazione sfornando una prestazione a dir poco strabiliante ed un solo..........cari batteristi di oggi, non ce' trippa per gatti !!! Epico.
anvil
Giovedì 4 Ottobre 2012, 12.41.00
22
Bella rece Frankiss , concordo con tutto quello che hai scritto , io lo possiedo in vinile , mi ricordo che quando lo misi sul piatto rimasi folgorato dalla potenza del suono e dalle bombe che scoppiavano qua e la ..ahahahah grandi !!!
blackie
Giovedì 4 Ottobre 2012, 12.32.18
21
il primo album dei kiss acquistato!sono affezionatissimo di alive troppi ricordi troppe emozioni!le stesse che continua a darmi anche oggi e penso per sempre!avere alive significa portarsi i kiss a casa!il piugrande disco dal vivo mai realizzato basta sentire 100,000 years o black diamond x capire!una meraviglia capolavoro inarrivabile!
rock n roll
Lunedì 10 Settembre 2012, 12.19.56
20
indubbiamente uno tra i 5 migliori album live...voto 99
rock n roll
Lunedì 2 Luglio 2012, 12.37.04
19
diamogli 99
B-DEEP
Lunedì 18 Aprile 2011, 13.49.45
18
Alive dei Kiss e' come Made in Japan dei Purple. Cosa altro dire. Rock
Jack
Sabato 2 Aprile 2011, 19.56.45
17
Uno dei migliori live della storia: semplicemente mostruoso!
hellvis
Venerdì 24 Settembre 2010, 0.34.34
16
Lavoro e gruppo immortali. Come creare eventi e non semplici concerti. Epocale e leggendario. E per sempre ripeterò: ACE IS GOD!
eric
Giovedì 23 Settembre 2010, 22.50.56
15
signori il rock.
Rumo
Mercoledì 9 Giugno 2010, 19.39.14
14
concordo con il recensore, questo disco è uno dei capolavori dei Kiss. insieme al Made In Japan dei Porpora è la dimostrazione, con un'energia, una potenza e una carica incredibili, senza dimenticare una classe impareggiabile, di come si deve suonare dal vivo!
jony
Lunedì 5 Ottobre 2009, 20.00.44
13
signori questo il vero rock usa tutta energia io ascolto questo disco dal 1979 avevo 15 anni e ancora quando ho voglia di adrenalina (Alive)
Hino 68
Sabato 3 Ottobre 2009, 8.33.31
12
ASSOLUTAMENTE UN CAPOLAVORO!!!!!!!
metallus
Domenica 9 Agosto 2009, 22.17.26
11
Capolavoro. Voto: 98/100
Odino
Lunedì 25 Maggio 2009, 22.23.35
10
Il miglior disco dei kiss!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
.ilsegugio.
Lunedì 20 Aprile 2009, 12.24.56
9
miglior live-record degli anni '70 a parimerito con Pictures At An Exhibition.
hm is the law
Giovedì 5 Marzo 2009, 11.22.58
8
Semplicemente uno dei più bei live metal di tutti i tempi. Da avere assolutamente nella propria collezione di CD!
taipan
Martedì 24 Febbraio 2009, 21.47.29
7
AL, sicuramente annoieranno qualche milione di persone, non ci piove, ma se hanno fatto storia altri milioni li amano ed io sono tra questi. De gustibus non est disputandum.
AL
Martedì 24 Febbraio 2009, 9.48.32
6
... ma solo a me i Kiss annoiano di brutto ???? ... mah....
Frankiss
Lunedì 23 Febbraio 2009, 0.44.50
5
Ringrazio tutti coloro che lasciano messaggi di commento a questa recensione, siete sempre in benvenuti!!! un grazie sincero
elysis
Domenica 22 Febbraio 2009, 0.25.39
4
Spumeggiante! Una recensione palpitante, viva, che rende onore al poker mascherato e contiene la stessa forza che i KISS scaricano dal palco direttamente sugli astanti... La fortuna aiuta gli audaci i KISS sono l'esempio vivente...
Simone
Sabato 21 Febbraio 2009, 20.23.23
3
Concordo sia con Frankiss che con entrambi i commenti. Definirlo straordinario e' poco. 99
taipan
Sabato 21 Febbraio 2009, 17.51.13
2
bella rece Frankiss e disco magnifico che dona a chi lo ascolta quell' atmosfera unica ed irripetibile ( musicalmente parlando ) degli anni 70.
pincheloco
Venerdì 20 Febbraio 2009, 17.15.19
1
UNO DEI DEI DISCHI PIU' BELLI NELLA STORIA DEL ROCK E BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!! VOTO STRA-QUOTATO.
INFORMAZIONI
1975
Casablanca
Hard Rock
Tracklist
1. Deuce
2. Strutter
3. Got To Choose
4. Hotter Than Hell
5. Firehouse
6. Nothin' To Lose
7. C'mon And Love Me
8. Parasite
9. She
10. Watchin' You
11. 100.000 Years
12. Black Diamond
13. Rock Bottom
14. Cold Gin
15. Rock And Roll All Nite
16. Let Me Go, Rock 'N Roll

Line Up
Gene Simmons - Bass and Voice
Paul Stanley - Guitar And Voice
Ace Frehley - Lead Guitar and Voice
Peter Criss - Drums and Voice

 
RECENSIONI
90
90
75
80
13
98
70
96
55
70
80
75
80
90
50
99
97
35
95
80
90
97
95
60
95
90
80
100
80
85
60
ARTICOLI
20/05/2017
Live Report
KISS + RAVENEYE
Pala Alpitour, Torino, 15/05/2017
17/02/2016
Articolo
IN TOUR CON I KISS
Le storie on the road della Original KISS KREW - 1974-1976
17/06/2015
Live Report
KISS + THE DEAD DAISIES
Arena di Verona, 11/06/2015
26/03/2014
Articolo
NOTHIN` TO LOSE - LA NASCITA DEI KISS 1972-75
La recensione
23/06/2013
Live Report
KISS + RIVAL SONS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/06/2013
13/02/2013
Articolo
KISS
'Welcome to the Show' - La recensione della biografia
24/09/2011
Articolo
KISS
Le Maschere del Rock - la recensione
28/11/2010
Articolo
KISS
Kiss & Lick: la biografia non autorizzata
23/05/2010
Live Report
KISS + TAKING DAWN
Forum di Assago, Milano, 18/05/2010
31/07/2008
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Datchforum, Assago (MI), 24/06/2008
13/05/08
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Arena, Verona, 13/05/2008
22/02/07
Intervista
MESSIAH'S KISS
Parla la band
30/10/2004
Live Report
NECRODEATH + KISS OF DEATH + DISEASE
Alpheus, Roma, 10/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]