Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

10/12/18
RISE OF THE NORTHSTAR + DOPE D.O.D.
LEGEND CLUB - MILANO

10/12/18
THE DEAD DAISIES
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

Rhapsody - Dawn of Victory
( 7439 letture )
Dawn of Victory è il terzo album studio della band triestina nota con il marchio Rhapsody (dal 2006 of Fire).
Terzo album nonché relativo terzo capitolo della Emerald Sword Saga, la nota epopea fantasy che sta alla base concettuale dei primi quattro album della band di Turilli & Staropoli

Il gruppo negli ultimi e sospirati anni del millennio vive un periodo d'oro. L'enorme successo riscontrato con Legendary Tales e Symphony of Enchanted Land pone la band, in ambito metal, tra le migliori in circolazione. Un successo, una rivelazione inaspettata sorta sotto il segno del tricolore nazionale.

Il 2000 è quindi l'anno d'uscita di Dawn of Victory album che, diciamolo subito, sarà discusso e dividerà gli affezionati della band. Odio o amore. La verità, come spesso avviene, sta nel mezzo.
Se da una parte nell'album si avverte una perdita di qualità, soprattutto se confrontato con i primi due, dall'altra la band mostra il lato più diretto e sfrontato. I ghirigori e la magia di Legendary Tales cedono a situazioni più aggressive e compatte mentre le orchestrazioni onnipresenti in Symphony of Enchanted Lands vengono fortemente affievolite. I brani sono più dinamici e puntano alla presa diretta. In più per la prima volta vengono inserite all'interno delle strofe da sempre in inglese, brandelli di liriche in madre lingua che rendono il quadro più sentimentale e intenso.

Affrontata obbligatoriamente la spinosa questione delle divergenze possiamo passare ad analizzare il platter che a mio avviso non delude le aspettative nonostante la qualità complessiva sia inferiore rispetto alle precedenti uscite.
Una volta saltata l'intro come di consuetudine in latino, esplode in riff serrati la gustosa title-track. Il brano si presenta come una cavalcata aggressiva e coinvolgente che sfocia in un chorus tanto pacchiano quanto epico al grido di:


Gloria, Gloria Perpetua
In This Dawn of Victory



La sorpresa risiede per l'appunto nell'utilizzo delle prime parole in italiano che se da una parte rendono il brano più poetico, dall'altra rischiano di farlo scadere in una situazione se vogliamo imbarazzante. Una scelta non facile che va premiata. Triumph for my Magic Steel è un brano diretto dalle piacevoli melodie e dal chorus a rapida presa.
The Village of Dwarves è la consueta ballata medioevale prevista in qualsiasi album dei nostrani cantastorie. La melodia di sicuro effetto ci trascina in un fiabesco villaggio popolato da creature del folclore.
Dargor, Shadowlord of the Black Mountains è un brano convincente ed epico da includere tra i migliori del lotto. Oltre al classico coro coinvolgente è da citare anche l'ottimo lavoro di Turilli alla chitarra.
Le tastiere fatate di Staropoli aprono The Bloody Rage of the Titans, altra ballad dalla melodia stucchevole. Holy Thunderforce è il singolo estratto dall'album. Il brano è una cavalcata che condivide con l'opener le melodie a presa rapida e quel pizzico di flavour pacchiano tanto caro all'heavy metal.
Trolls in the Dark è una strumentale dai ritmi veloci e incisivi che lascia il passo a The Last Winged Unicorn che presenta tutte le peculiarità migliori della band. Le melodie raffinate accompagnate da un lavoro appassionante dei musicisti porta alla complessiva riuscita di un brano vibrante e genuino. The Mighty Ride of the Firelord è il classico brano/suite dai toni fortemente epici che secondo la prassi chiude i lavori dei triestini.

In definitiva l'album può reputarsi riuscito anche se non presenta la medesima qualità dei lavori precedenti alternando pezzi discutibili a prezzi di notevole qualità. La carica e la portata epica di brani come Dargor, Shadowlord of the Black Mountains, The Last Winged Unicorn o The Mighty Ride of the Firelord riflettono le idee ancora fertili dei friulani che si ripeteranno nel successivo, e riuscitissimo a mio avviso, Power of the Dragonflame. Poi la band imboccherà un sentiero che la porterà a perdere punti sotto diversi profili, ma questa è un'altra storia, ora godetevi Dawn of Victory.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
78.21 su 85 voti [ VOTA]
InvictuSteele
Venerdì 5 Maggio 2017, 13.43.26
12
Ormai ho l'allergia a questo genere di power orchestrale e i Rhapsody non li ascolto da una vita, ma da adolescente li adoravo, negli anni 90 erano tra i miei gruppi preferiti. Ho riascoltato questo disco dopo anni e anni, l'entusiasmo non è più quello di un tempo ma ammetto che è ancora splendido. Per me è il loro album migliore, lo è sempre stato, il più bello, il più diretto, con le melodie più azzeccate e senza troppe parti orchestrali/narrative che scassano il cazzo. Voto 90
Viking
Domenica 4 Settembre 2016, 19.57.42
11
Ho letto commenti positivi su qeusto album: siiete proprio così sicuri? Dopo i primi due beh qui una piccola differenza si sente, tranne qualche brano siamo scesi parecchio ..................
manaroth85
Giovedì 5 Maggio 2016, 23.35.53
10
Gruppo spettacolare! Prima o.poi voglio vederli live. La titletrack é maestosa imponente mi piace un mondo. Tutto l.album e bellissimo voto 95
Rob Fleming
Domenica 7 Febbraio 2016, 13.08.50
9
I Rhapsody sono ridondanti e maestosi, superbi e superiori. Le coordinate cambiano di poco, ma il risultato è eccellente. Su tutti The Mighty ride. 80
Massimiliano
Giovedì 6 Agosto 2015, 16.55.58
8
Come si fa a dire che non è all'altezza dei primi 2 album? Secondo me lo è eccome...i pezzi sono tutti ottimi ispirati nelle melodie e nei ritornelli forse il migliore da questo punto di vista...le orchestrazioni sono ridotte ma sono più incisive e meglio integrate nelle canzoni...l'unica che non mi ha convinto è Village of Dwerves...Last winged unicorn è strepitosa...in 5 minuti un concentrato di epicità infinita...una delle migliori loro canzoni in assoluto...
toni
Venerdì 3 Agosto 2012, 12.39.48
7
Ricordo quando ho visto il video di holy thunderforce sono scoppiato a ridere. Sembrava uno dei peggiori bmovies mai fatto, un capolavoro di involontaria comicità
nightfall
Martedì 10 Luglio 2012, 20.10.01
6
positivo anche se non regge con Symphony of Enchanted Lands è vero anche che in seguito i Rhapsody sono anche peggiorati. voto 70
H/M
Martedì 12 Giugno 2012, 1.20.55
5
beh, insomma, sto qua non può avere quasi lo stesso voto dei 2 keeper degli helloween, eh no! :I
simone
Domenica 22 Gennaio 2012, 18.38.36
4
quoto in pieno raptus questo è epic!!!
raptus
Mercoledì 22 Giugno 2011, 14.37.06
3
Il migliore in assoluto, grazie a questo album ho scoperto il metal sinfonico, il power e tutti gli altri sottogeneri... debbo tutto a questo album... fantastico! voto 90 per me solo perchè alcune canzoni non mi convincevano del tutto
PanTheoN
Mercoledì 8 Giugno 2011, 21.41.00
2
For Ancelot the ancient cross of war for the holy town of gods Gloria, gloria perpetua in this dawn of victory MAGNIFICO in questo album ci sono almeno tre classici della band, per non parlare di Dargor, Shadowlord of the Black Mountain, veramente fantastica, anche se la migliore è probabilmente The Village of Dwarves
E
Domenica 20 Giugno 2010, 20.16.15
1
Secondo me superiore seppur non di molto al precedente... I riff di ogni canzone e i ritornelli rimangono impressi nella mente... È un album che ascolto sempre tutto senza che mi stanchi, cosa che accade solo con Legendary Tales e Power of the Dragonflame... The Last Winged Unicorn la migliore canzone dell' album, senza alcun dubbio. Voto : 90. A quando la recensione del loro 4° album ?
INFORMAZIONI
2000
Limb Music
Power
Tracklist
1. Lux Triumphans
2. Dawn of Victory
3. Triumph for my Magic Steel
4. The Village of Dwarves
5. Dargor, Shadowlord of the Black Mountain
6. The Bloody Rage of the Titans
7. Holy Thunderforce
8. Trolls in the Dark
9. The Last Winged Unicorn
10. The Mighty Ride of the Firelord
Line Up
Fabio Lione - Vocals
Luca Turilli - Guitar
Alessandro Lotta - Bass
Alex Staropoli - Keyboards
 
RECENSIONI
s.v.
80
90
60
85
90
93
ARTICOLI
27/10/2017
Live Report
ORDEN OGAN + RHAPSODY OF FIRE + UNLEASH THE ARCHERS
New Age, Roncade (TV), 24/10/2017
04/08/2017
Live Report
RHAPSODY OF FIRE + THEODASIA + FIST OF RAGE
Trieste Summer Rock Festival, Castel San Giusto (TS), 29/07/2017
16/06/2017
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Più vivi e vegeti che mai
13/06/2017
Live Report
RHAPSODY + EPICA + LABYRINTH
Alcatraz, Milano, 07/06/2017
14/12/2015
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Into the Legend!
01/08/2015
Intervista
LUCA TURILLI`S RHAPSODY
L'energia della creazione
03/05/2012
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Prima e dopo Luca Turilli
15/04/2012
Live Report
RHAPSODY OF FIRE + KALEDON + BEJELIT
New Age, Roncade (TV), 14/04/2012
06/09/2011
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Fabio Lione ci parla della band
05/03/2011
Live Report
RHAPSODY OF FIRE + VISIONS OF ATLANTIS + VEXILLUM
Roma/Milano, Atlantico/Alcatraz, 26-28/02/2011
08/05/2010
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Il futuro dell'Hollywood Metal
4/05/07
Live Report
MANOWAR + RHAPSODY + HOLYHELL
Hans-Martin Schleierhalle, Stuttgart (GER), 31/03/2007
14/09/2006
Intervista
RHAPSODY OF FIRE
Parla Alessandro Staropoli
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]