Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Kiss - Love Gun
( 6394 letture )
Il frullatore Kiss, a metà dei seventies, macina vorticosamente tutto, mantenendo ritmi esorbitanti, vertiginosamente inumani. Sette mesi dopo la grande bombardata di pezzi incredibili, contenuti nel precedente Rock And Roll Over, i quattro danno alle stampe il loro settimo lavoro: ovvero 6 album da studio più un live in quattro anni di vita!!! Cifre incredibili, impossibili da replicare nel mercato di oggi, ammesso che esista, ancora, un mercato discografico. La copertina rimane in scia con gli ultimi poderosi lavori, ovvero un disegno che li ritrae in posa scenica, tra due colonne marmoree e una nebbiolina di ghiaccio secco, che dissimula un branco di femmine adoranti e discinte, perfettamente truccate con tanto di cerone bianco e rossetto scarlatto. Qualitativamente la cover non è eccellente, come poteva esserlo quella di Destroyer ad esempio, ma ha impatto e alimenta il mito fumettistico. Sin dalla prima occhiata, Love Gun, si rivela un lavoro costruito in bilico tra luci ed ombre e anche la scelta del materiale, contenuto nel platter, rafforza questa tesi. In effetti, riuscire a scrivere capolavori miliari pubblicando musica “ogni mese”, diventa impresa impossibile anche per degli dei del rock.

Love Gun, manco a dirlo, accodandosi al successo epico dei due-tre lavori precedenti, farà incetta di premi, dischi d’oro e di platino e venderà copie a vagonate. Come nella più pura tradizione della Kiss-mania scoppiata in quegli anni. Il produttore, confermatissimo, è nuovamente Eddie Kramer il quale opterà per un suono variegato e sferragliante a discapito della chiarezza cristallina del predecessore. Intendiamoci, le dieci song contenute suonano alla grande ma, per questioni di gusti miei personali, prediligo altre sonorità mostrate in precedenza. Anche qui sono presenti classici che diventeranno sete pregiate nella leggenda Kiss, ma alcuni salti nel vuoto lasciano l’ascoltatore, seppur fedelissimo, un po’ interdetto. Canzoni con il fiato corto che, talvolta sanno di raffazzonamento, compaiono tra i solchi e deludono. Got Love for Sale, ad esempio, nonostante un Gene Simmons indiavolato nella sua vocalità e un andamento baldanzoso ha un ritornello poco “catchy” e sembra un avanzo, rimasto in frigo, dalle session di Rock And Roll Over. Il solo di Ace, invece, rinfranca e tonifica un pezzo che ha tutto di Gene Simmons, anche la chitarra ritmica è suonata dal Demon. Anche Hooligan non sfugge alla mannaia censoria. Cantata con la solita voce roca di strada e olezzante alcol di Peter, non ha in sé nulla di straordinario se non le punteggiature frizzanti della guitar dell’Uomo dello Spazio. Il resto è ordinaria amministrazione. Traccia otto, Almost Human, il paradiso della follia mostruosamente cupa di Gene. Un pezzo con un incedere pesante, con tanto di congas, e un chorus davvero brutto, quasi inutile, di contorno o da riempimento disco. Bocciato senza appello. Sarebbe interessante sapere quanti Kiss fans sfegatati possano stravedere per questa “roba” di 2 minuti e 43. Il disco si chiude con un pezzo stravagante che ha sapore di ballata popolare con suoni strani, poco adatti, alla “band più calda del mondo”. Paul Stanley fa di tutto, suona anche la chitarra solista, ma il risultato è scarso e richiama alla mente l’Alka Seltzer.

Tomorrow and Tonite è invece il classico pezzo con chitarre a tutta dritta e un ritmo saltellante piacevolmente Kiss; non originale, questo no, ma ha in sé alcuni miasmi derivati dal grande hit Rock and Roll All Nite. Tutto sommato una canzone carina, godibile, nessun miracolo in vista. Abbandonate le note negative, non resta che tuffarsi nei grandi pregi, capolavori perlacei che luccicano, ancor oggi, dopo trent’anni abbondanti.
L’apertura affidata a I Stole Your Love incendia l’aria e le corde vocali di Paul ci riconducono sui sentieri del mito mascherato, una pietra miliare rimasta tale ancora oggi, con quella voce acutizzante che sa far increspare i pori della pelle, scatenando brividi. Mitico il “guitar…” pronunciato dallo stesso singer che accende la spina per il solo filato e al fulmicotone di Frehley. Da applausi.
Christine Sixteen dà una sbirciatina al solito tema sessuale ma, a parte questo stereotipo, è un pezzo clamoroso per lo spoken di Gene e per i cori penetranti, una chitarra che punge e un piano, suonato dallo stesso bassista, che si fonde alla perfezione nella struttura portante. Bellissima la prova di Peter, ritmo intenso, super dinamismo e un rullante dal sound deciso e forte. Per chi ama Ace Frehley Shock Me è pura libidine. Andamento ballonzolante, la sua voce sempre a metà tra lo scazzato e il sarcastico e una sei corde che denuda con riff precisi e coinvolgenti. Il solo è figlio delle sue dita: grandi impennate, chitarra che fischia e si mangia la concorrenza in un sol boccone laureandolo a divinità marchiata Gibson Les Paul. Dal vivo, queste note diventeranno inno e forca sul quale Ace si immolerà regalando sogni abbacinanti al suo pubblico, perfettamente mimetizzato tra una chitarra che fuma, prende fuoco con razzi che partono dal manico. Spettacolo puro al 110%.

Love Gun arriva di seguito e… che aggiungere a questo pezzo di mitologia? Forse solo una curiosità: Paul sul disco suona anche il basso. Tutto perfetto! Il cantato, il chorus spettacolare, il sound perfettamente coniato in un crescendo straordinario, la sezione ritmica che avvolge e detta cambi cronometrici , la solista che va fuori dal seminato e travolge. Sensazionale, senza mezzi termini! Se le ultime canzoni citate sono ormai entrate nell’immaginario collettivo dei fans che le hanno rese imperdibili bis in sede live, rimane ancora un pezzo, tanto fantastico quanto lasciato in soffitta.
Plaster Caster è un gioiellino che esplode su un fraseggio di basso, con una chitarra ipnotica, plasmato sulla voce inquieta di Gene Simmons. Bello, bellissimo, il bridge che conduce ad un ritornello che entra nei polmoni ed esplode nell’ugola, regolato dagli interventi puntuali ed eccitanti di Ace, il solista che morde i tendini dell’ascoltatore! Grande composizione, non casualmente verrà ripescata molti anni dopo quando, i riformandi quattro mascherati, incideranno un album unplugged per Mtv.
Love Gun rafforza ulteriormente l’immagine di quattro semidei che non mostravano mai il loro viso in pubblico. Il tour, ovviamente sold out, presenta all’audience una formazione tetragona, inscalfibilmente imbattibile, una macchina da spettacolo che produce montagne di denaro e dà ricchezza a molti. Ma non tutto ciò che appare reale lo deve essere davvero. I problemi, gravissimi, tenuti nascosti dalla band e dall’oculato e premuroso management stanno per investire l’universo del Bacio; qualcuno incomincia a sentire voci che parlano di puzza insostenibile all’interno della line-up, qualche media si azzarda anche a parlare di eventuale, possibile, scioglimento….I mesi a venire saranno decisivi per la sopravvivenza della più grande band del mondo? Un po’ di pazienza. Next time e…. capiremo.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
67.44 su 69 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 14.10.39
41
Forse il loro disco che preferisco. I stole your love e la superlativa Love Gun sono tra le mie canzoni preferite in assoluto dei Kiss. E che dire della "sconosciuta" The she kissed me che ha uno dei loro riff migliori? Il resto è puro party rock, sublimato nel capolavoro Alive II. 83
DP
Domenica 25 Ottobre 2015, 12.31.51
40
oltre al suono incisivo particolarmente duro per quegli anni il disco e' nella discografia dei Kiss altresi' importante in quanto e' il primo disco dove tutti e quattro si cimentano come voce solista .
Andrea
Lunedì 29 Giugno 2015, 13.50.52
39
60 ???
Galilee
Mercoledì 6 Maggio 2015, 16.39.00
38
L'ho comprato da poco, e devo ammettere che non lo conoscevo molto, ma devo dire che l'ho trovato grandioso. Ci sono un pò di brani sottotono, ma per il resto è una bomba. 80 non di meno.. Shcok e plaster caster, Hooligans, Got love for sale..da paura. Yeah
Appg
Martedì 5 Maggio 2015, 13.49.31
37
Un voto troppo basso per un'album storico il primo da me acquistato. Il brano Love Gun e il brano che ascolto in auto insieme a Burn dei Deep Purple per darmi la carica. Contiene anche la mitica shock me primo brano cantato da Ace e di grande impatto.
matteo38
Domenica 3 Agosto 2014, 18.34.55
36
l'album dei kiss targati 70's che preferisco insieme a destroyer. voto85 .in particolare la title track è uno di quei pochi pezzi che da lustro non solo alla carriera della band in questione ma a tutto il movimento hard/metal . stanley artista unico.
the thrasher
Venerdì 8 Novembre 2013, 18.27.49
35
@Ste: mi spiace, ma ti contraddici da solo,e clamorosamente. Se, come dici tu, ''chi fa le recensioni lascia che l'affetto che si prova superi la valutazione oggettiva del disco'' allora come puoi lamentarti di un voto troppo basso? l'"affetto che si prova" avrebbe dovuto "superare la valutazione oggettiva del disco" anche in questo caso, e non sminuirla, rispetto al tuo punto di vista, non credi?
Ste
Venerdì 8 Novembre 2013, 17.59.22
34
vi prego rifate la recensione, forse il recensore era scoglionato quel giorno, o altro ma dare 60 a questo disco significa strancare per partito preso...e poi, una cosa, mi sembra che sui KISS si sia un pò troppo larghi di manica...insomma capisco l'affetto dei fan e l bravura della band, ma dare 90 a Dynasty (eh?) avete le orecchie tarpate di prosciutto? Dynasty è un disco mediocre e basta, 95 non solo è insensato ma denota che chi fa le recensioni lascia che l'affetto che si prova superi la valutazione oggettiva del disco..stesso discorso vale per Alive II... STESSA opinione serbo anche per i mega-votoni che sono stati dati agli ultimi 2 dischi, ottimi lavori, certo, ma non da 90
DP
Sabato 7 Settembre 2013, 16.35.34
33
grazie.
Frankiss
Sabato 7 Settembre 2013, 16.15.15
32
DP questione chiusa...nessun astio ci mancherebbe...la redazione legge tutti i commenti quindi la tua richiesta sul Serpente Bianco sarà già stata notata...c-Ya!!
DP
Sabato 7 Settembre 2013, 15.49.27
31
Frankiss, ci mancherebbe altro ! Meglio di no. La mia enorme passione x questo genere e la profonda ammirazione per i gruppi ( i Kiss tra questi) mi porterebbe, come gia' successo, inevitabilmente a non essere un recensore obiettivo ma un odiato critico spietato pronto a osannare o a distruggere. Il fine di questo lavoro e' propio questo, evidenziare il piu' possibile la verita' . Come in tutte le cose ci sono pro e contro. Riconosco che i miei commenti a volte possono risultare fastidiosi e presuntuosi ma sono solo opinioni personali espresse in totale buona fede e non mirate a offendere qualcuno e nessuno. A voi il duro compito che svolgete professionalmente nel migliore dei modi e in modo impeccabile. Mi sono bastati ben 24 anni . Per concludere vorrei farvi se possibile una richiesta : ho notato che per i Whitesnake le recensioni sono minime, potreste ampliarle ? Grazie. Rock
Frankiss
Giovedì 5 Settembre 2013, 17.18.42
30
DP se sei così bravo a dare voti e giudizi fai una bella cosa...presentati a Metalllized e chiedi un posto da recensore...così mostrerai al pianeta intero tutta la tua cultura musicale senza appello...
DP
Giovedì 5 Settembre 2013, 17.01.30
29
se si e' avuto il coraggio di assegnare a Lick it Up voto 90 come minimo Love Gun meriterebbe un bel 200 tondo tondo. E senza appello. Rock
benny
Venerdì 26 Ottobre 2012, 23.11.33
28
questo è un bel disco ma, sinceramente, non mi convince fino in fondo.... un po' ripetitivo rispetto ai precedenti con poche canzoni veramente indimenticabili: su tutte shock me che peraltro è cantata da ace in modo sublime. il voto è un po' bassino ma, onestamente, non gli darei più di 75
blackie
Sabato 13 Ottobre 2012, 3.22.46
27
60 a un disco cosi?non scerziamo questo e un disco almeno da 85!love gun possiede almeno 5 o 6 classici intramontabili,degno successore di rock n roll over.i stole your love ,shoc me,love gun cristine sono stupende ,per me un altro tassello fondamentale nella storia dei kiss!
Andy 71
Giovedì 11 Ottobre 2012, 8.54.52
26
Follia 60??????Questo è un disco da 80 almeno,al suo interno ci sono 5 classici,e solo la canzone Love Gun varrebbe minimo 80,e dico minimo!Non scherziamo.......
fabio II
Martedì 9 Ottobre 2012, 14.02.28
25
Ti quoto anvil ed anche Painkiller. A chi piace sta musica provate a sentire gli Starz ( almeno l'esordio ), 'Boys In Action' solo per citarne una nel '76 è un'autentica bomba
anvil
Martedì 9 Ottobre 2012, 13.54.05
24
Solo la hit Love Gun vale l acquisto di questo album , per me è da 80 .
Detroit Rock City
Venerdì 3 Agosto 2012, 22.39.04
23
Ragazzi in poche parole gli album da Kiss fino a Dynasty spaccano il culo. KISS rules!!!!!!
Painkiller
Giovedì 19 Aprile 2012, 12.29.24
22
Miseria ladra davvero...cerco di alndare oltre al voto numerico ma è proprio la recensione ciò che mi vede meno d'accordo, tenendo conto che Frankiss ha recensito anche album successivi, che ritengo infinitamente inferiori a Love Gun...senza offesa. Cerco di chiarire bene il mio pensiero:i KISS hanno dato alle stampe sei dischi, dall'omonimo a questo Love Gun, che per me sono il meglio della loro produzione. Potrà piacerne più uno o più un altro tra questi, in tutti ci sono una o due canzoni magari non all'altezza delle altre ma TUTTI contengono grandi classici della band, canzoni immortali per i fans, e LOVE GUN non fa di certo eccezione. Qui ci sono almeno quattro pezzi da novanta (intesi come tra i più amati dai fans nell'intera produzione Kissiana), cosa che negli album successivi succederà al massimo per una/due tracce. Considerare album come Dinasty o Creature of the night album nettamente superiori a questo o album senza filler (per me Dinasty ne ha sei su nove) lo trovo davvero singolare. Non ho volutamente citato the Elder perchè è davvero una mosca bianca nella loro produzione e può essere interpretato in modo "più ampio"... ma per me i Kiss dopo LOVE GUN hanno sfornato due/tre album all'altezza della fama conquistata con i primi sei, Revenge, in parte Psycho Circus e l'ultimo Sonic Boom...tralasciando Alive! che ha giustamente un voto alto anche per la sua importanza storica il 95 di Alive! II, album che è meno live di un album registrato in studio (ma ce ne sono tanti altri, anche più blasonati) ma che è per questo irragionevolmente moscio...è stupefacente.....
The Mad Avenger
Giovedì 19 Aprile 2012, 11.33.03
21
Per caso vi siete sbagliati con il voto????? 60 non se lo merita proprio!!!!! Bah...album molto bello. Non il migliore ma bello uguale! Voto 88
fabio II
Martedì 26 Luglio 2011, 17.06.16
20
'Love Gun' è uno dei platter migliori anche per il sottoscritto, sono presenti almeno 5 classici
Davide
Martedì 26 Luglio 2011, 16.14.03
19
60 lo potevi dare a Dynasty, è quest'album che si merita il 95!
David shake
Venerdì 22 Aprile 2011, 23.47.58
18
60 ????? Mah..... non capisco sinceramente.... se poi penso a quel 99 a creatures of the night... mi viene da pensare che sono stati invertiti per sbaglio i voti....
Argo
Venerdì 22 Aprile 2011, 22.02.28
17
Ottimo disco, il mio preferito assieme a R'n'R Over, riguardo gli anni 70. Non sono d'accordo con la recensione.
Mikoele
Venerdì 22 Aprile 2011, 21.33.48
16
siete pazzi?? 60 questo è un 85!!
Mikoele
Venerdì 22 Aprile 2011, 21.33.41
15
siete pazzi?? 60 questo è un 85!!
jemini
Martedì 18 Gennaio 2011, 15.57.46
14
60? un po pochino, io adoro LOVE GUN...dai secondo me è obbiettivamente meglio di DYNASTY
marcodales
Venerdì 7 Gennaio 2011, 23.59.40
13
subito compli x le tue rece...sono un kissfan dal 1979...cm molti caduto nella "trappola" discorock di dynasty(avevo12 anni)però direi ke era importante notare ke "shock me"era il primo brano in cui si sentiva la voce di ACE che avrebbe dovuto già cantare COLD GIN da lui composta ,se ne avesse avuto il coraggio...e poi un'altra cosaecondo me ALMOIST HUMAN è uno dei pezzi migliori del disco. se l'ascolti da sola fuori dal contesto è una canzone ke potrebbe essere uscita oggi con un suono pulitissimo e una linea di basso grandissima! è un'opinione mia x quel ke vale....cmq da fan datato dei KISS penso che abbiano avuto un periodo x me da dimenticare dal 1985 al 1995...roba veramente da vergognarsi...tra l'altro erano veramente orrendi a vederli....tutti lustrini e pailettes(checcona paul in testa....). cmq ancora compli x le rece le sto leggendo tutte in fila stasera e sono in linea con i tuoi giudizi...KISS FOREVER !
Matt
Venerdì 2 Luglio 2010, 12.04.47
12
E' un bel disco, però...c'è sempre un però... sono un kissiano sfegatato ma "almost human" è l'unica canzone che proprio non riesco ad ascoltare!
Smonta
Lunedì 19 Aprile 2010, 16.46.23
11
Disco molto buono, il pezzo che preferisco è "plaster caster"
AdemaFilth
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 23.28.43
10
Non è il capolavoro assoluto dei Kiss ma anch'io penso che meriti più di una sufficienza, ci sono pezzi storici e irripetibili nella kisstoria, almeno un 80.
babos
Mercoledì 28 Ottobre 2009, 12.18.44
9
concordo sulla presenza di fillers quali got love for sale ed almost human, ma è innegabile che questo sia stato l' ultimo album dalle sonorità veramente kiss (stile alive! per capirsi)..forse il 60 è quindi un po' riduttivo. Infine c'è poco da dire, love gun è il pezzo più completo e ben assemblato della storia dei kiss, l' assolo di ace mette i brividi..
ace 360
Domenica 11 Ottobre 2009, 18.20.30
8
Questo album è inferiore a rock n roll over, destroeyer ecc. però comunque contiene delle kiss classic come la title track, christine sixteen, tomorrow and tonight e shock me.
Frankiss
Lunedì 30 Marzo 2009, 0.12.31
7
Grazie per i complimenti alla recensione....a settembre avremo un nuovo album dei mitici Kiss con la formazione che va in tour da oltre 4 anni...vedremo che ne uscirà...sono certo sarà un lavoro ottimo e professionale!!!
Khaine
Venerdì 27 Marzo 2009, 19.30.37
6
Il disco fu minore ma la recensione è brillante 8-) bravo Franco! Preparati che a settembre arriva il nuovo eh...
pincheloco
Sabato 21 Marzo 2009, 22.13.43
5
Si purtroppo fu un disco minore.
hm is the law
Venerdì 20 Marzo 2009, 18.47.05
4
Disco deludente
Frankiss
Venerdì 20 Marzo 2009, 0.35.51
3
Grazie Elysis per i complimenti...in effetti hai centrato il nocciolo...amo molto i KISS ma innanzitutto l'obbiettività quando si fanno le recensioni...credo sia un must da cui non poter prescindere.... e vedo che sei molto attenta anche per quanto concerne il mio romanzo...si esattamente LINEA D'OSSIGENO è stato presentato martedì 17 marzo nel progamma di Pino Scotto su Rock Tv....grazie per la tua attenzione....
elysis
Venerdì 20 Marzo 2009, 0.04.57
2
Ottimo Frankiss, nonostante l'amore che certamente provi per i Kiss, riesci sempre ad essere molto obiettivo e professionale, complimenti! Avrei una domanda, sbaglio ho il tuo romanzo "Linea d'Ossigeno" è stato presentato a Rock TV?
taipan
Giovedì 19 Marzo 2009, 15.19.18
1
Che ci fanno "I STOLE YOUR LOVE"e "LOVE GUN"in un disco come questo?Concordo con voto e rece.
INFORMAZIONI
1977
Casablanca Records
Heavy
Tracklist
1. I Stole Your Love
2. Christine Sixteen
3. Got Love For Sale
4. Shock Me
5. Tomorrow And Tonight
6. Love Gun
7. Hooligan
8. Almost Human
9. Plaster Caster
10. Then She Kissed Me
Line Up
Paul Stanley (Chitarra, Voce e Basso su traccia 6)
Ace Frehley (Chitarra e Voce)
Gene Simmons (Basso, Voce e Chitarra su traccia 3)
Peter Criss (Batteria, Percussioni e Voce)
 
RECENSIONI
90
90
75
80
13
98
70
96
55
70
80
75
80
90
50
99
97
35
95
80
90
97
95
60
95
90
80
100
80
85
60
ARTICOLI
20/05/2017
Live Report
KISS + RAVENEYE
Pala Alpitour, Torino, 15/05/2017
17/02/2016
Articolo
IN TOUR CON I KISS
Le storie on the road della Original KISS KREW - 1974-1976
17/06/2015
Live Report
KISS + THE DEAD DAISIES
Arena di Verona, 11/06/2015
26/03/2014
Articolo
NOTHIN` TO LOSE - LA NASCITA DEI KISS 1972-75
La recensione
23/06/2013
Live Report
KISS + RIVAL SONS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/06/2013
13/02/2013
Articolo
KISS
'Welcome to the Show' - La recensione della biografia
24/09/2011
Articolo
KISS
Le Maschere del Rock - la recensione
28/11/2010
Articolo
KISS
Kiss & Lick: la biografia non autorizzata
23/05/2010
Live Report
KISS + TAKING DAWN
Forum di Assago, Milano, 18/05/2010
31/07/2008
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Datchforum, Assago (MI), 24/06/2008
13/05/08
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Arena, Verona, 13/05/2008
22/02/07
Intervista
MESSIAH'S KISS
Parla la band
30/10/2004
Live Report
NECRODEATH + KISS OF DEATH + DISEASE
Alpheus, Roma, 10/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]