Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dark Tranquillity
Moment
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/11/20
COLOSSUS OF DESTINY
Last Call

30/11/20
VEIL OF SECRETS
Dead Poetry

30/11/20
GOLGATA
Tempel

04/12/20
ANGEL
A Womans Diary The Hidden Chapter

04/12/20
TAU CROSS
Messengers Of Deception

04/12/20
IRON SAVIOR
Skycrest

04/12/20
NEAL MORSE
Jesus Christ The Exorcist (Live At Morsefest 2018)

04/12/20
SCULPTOR
Untold Secrets

04/12/20
IRON MASK
Master of Masters

04/12/20
MAGIC DANCE
Remnants

CONCERTI

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

03/12/20
NAPALM DEATH
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/12/20
NAPALM DEATH
TRAFFIC CLUB - ROMA

06/12/20
BORKNAGAR + SAOR + CAN BARDD
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

11/12/20
NANOWAR OF STEEL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

18/12/20
DESTRUCTION + GUESTS (ANNULLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

19/12/20
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

Blackguard - Profugus Mortis
( 2392 letture )
Il successo di band quali Turisas, Finntroll o Equilibrium ha provocato una reazione a catena non indifferente nella scena. Se prima il folk era un genere di nicchia, più legato a sentimenti introspettivi e culturali, ora pare comparire un po' ovunque e in tutte le salse.

Gli esordienti Blackguard, freschi vincitori di un contest bandito dalla Nuclear Blast, saltano agli onori della cronaca per l'uscita di Profugus Mortis. L'album, da come avrete capito, è un concentrato di tanti generi che, amalgamati tra loro, si uniformano in una sound che possiamo definire esplosivo. Gli ingredienti della pietanza sono facili da reperire: folk, tanto power sinfonico e un pizzico di black o death che mette tutti d'accordo.

Miriadi di gruppi di tali sembianze stanno invadendo la scena espandendosi a macchia d'olio; ciò è dimostrato anche, ad esempio, dalle recenti uscite di Kivimetsän Druidi e Crimfall. Tuttavia i Blackguard, di origini canadesi, di certo non sfigurano e si conquistano un loro posticino di rilievo. Profugus Mortis è un debutto fresco che, nonostante il suond derivativo, riesce a mio avviso nell'intento di sollecitare l'attenzione.

L'opener Scarlet To Snow riassume le caratteristiche della band e le esalta. Un brano veloce, pomposo e pacchiano, dai contorni epici e sinfonici. Il dinamismo dei brani, a tratti sfrenato, permette alla noia di viaggiare lontano dalle coordinate del disco. This Round's On Me colpisce il centro del bersaglio. I toni epici e sferzanti conducono in porto il brano che si rivela coinvolgente ed arioso. Nella terza Allegiance di certo non soffiano venti d'innovazione. Altra traccia veloce e potente sulla falsariga dei precedenti. Se I Demon in apertura ricorda vagamente gli Hammerfall, la sesta In Time presenta sonorità molto vicine alle produzioni dei nostrani Rhapsody Of Fire. Anche The Sword è un estratto che merita una citazione. Accattivante al punto giusto mostra un lato graffiante che pare affiorare dalle chitarre di Alexi Laiho dei Children of Bodom.

Tante citazioni per un disco che, in definitiva, presenta dei lati sicuramente gradevoli e trascinanti, ma che in maniera del tutto manifesta evidenzia una originalità scarsa e abusata. Profugus Mortis è un debutto che mostra una band di qualità e in salute che dovrebbe spingersi oltre i confini del musicalmente conosciuto per imporsi a dovere.
Per adesso i Turisas come gli Equilibrium sono distanti anni luce.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
33.48 su 25 voti [ VOTA]
il vichingo (Viva Edinson Cavani)
Giovedì 26 Gennaio 2012, 17.18.07
2
Beh questo disco è davvero bello! Per me un 85 ci sta tutto! This Round's on me è sempre bellissima.
Skøgarmaidür
Venerdì 6 Maggio 2011, 17.37.43
1
Interessante, molto derivativo, poco originale, ma trascinante. Superbo in questo senso.
INFORMAZIONI
2009
Nuclear Blast
Folk Metal
Tracklist
1.Scarlet To Snow
2. This Round's On Me
3. Allegiance
4. I Demon
5. The Sword
6. In Time
7. The Journey (bonus track)
8. Cinder
9. Vain
10. The Last We Wage
Line Up
Paul "Paul Ablaze" Zinay (Voce)
Kim Gosselin (Chitarra)
Terry "Roadcase" Deschenes (Chitarra)
Jonathan Lefrancois-Leduc (Tastiera)
Étienne Mailloux (Basso)
Justine Ethier (Batteria)
 
RECENSIONI
75
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]