Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Jeff Hanneman
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

CONCERTI

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Slayer - Seasons In The Abyss
( 13560 letture )
Sport the war, war support
The sport is war, total war
When victory's a massacre
The final swing is not a drill
It's how many people I can kill


Seasons In The Abyss, pubblicato dagli Slayer nel 1990 per l’etichetta Def American, ebbe l’ingrato compito di succedere a due grandissimi capolavori della storia del metal (Reign In Blood e South Of Heaven).
La linea musicale prescelta dal combo americano per questo nuovo lavoro può essere sintetizzata come un’unione tra gli stili dei due album precedenti: rabbia e velocità mista a malignità e mid-tempo. Il risultato è straordinario al punto che Seasons In The Abyss (disco d’oro in America) è certamente l’album più maturo sotto il profilo compositivo degli Slayer, nonchè l’ultimo loro grande capolavoro. Inizierà poi una parabola discendente sebbene il gruppo sarà ancora in grado di produrre album di discreto livello.

L’open track War Ensemble è uno dei brani migliori dell’album: un thrash violentissimo con riffs e assoli laceranti che parla degli orrori bellici; dal vivo questa song viene eseguita spesso per il suo notevole impatto sul pubblico. Sulla stessa linea si collocano le devastanti Born Of Fire e Hallowed Point mentre Blood Red è più rallentata, tutte canzoni che potevano senza problemi far parte del mitico Reign In Blood tanto per intenderci.
Dall’andamento più marziale, Skeletons Of Society è un’ottima song con testo e musica di Kerry King, mentre in Spirit In Black ricompaiono le tematiche sataniste tanto care ad Araya e soci.
Expendable Youth (il cui testo parla della violenza delle gang giovanili), Dead Skin Mask (quest’ultima dedicata al serial killer Ed Gein) e la lunga conclusiva title track sono pezzi molto interessanti dall'andamento più lento e cadenzato. Oscuri, maligni, di grande effetto; l’atmosfera (sovente di sabbatiana memoria) si fa opprimente e lugubre, il suono delle chitarre più corposo, intenso e meno distruttivo: l’ascoltatore è piacevolmente catapultato in una dimensione surreale. Questa vena dagli Slayer, inaugurata con South Of Heaven, mi ha sempre molto affascinato.
Nelle due occasioni nelle quali ho avuto modo di vedere il gruppo in concerto tali brani, alternati ai velocissimi classici, non sfigurano assolutamente e vengono ugualmente apprezzati dal popolo metallaro.
Sicuramente sottovalutata Temptation che, invece, è una grande song con micidiali cambi di tempo ed un furioso Tom Araya alla voce.

In Seasons In The Abyss tutto il gruppo si esprime ai massimi livelli.
Dave Lombardo, in particolare, si conferma come uno dei più grandi batteristi del metal estremo.
Nonostante ciò questa non è a mio avviso la migliore release della band pur rimanendo un disco di notevole livello da ascrivere tra i più significativi della storia del metal.

Dio (o forse è meglio dire Satana) dia lunga vita agli Slayer!!!



VOTO RECENSORE
96
VOTO LETTORI
83.22 su 158 voti [ VOTA]
Vitadathrasher
Sabato 5 Agosto 2017, 22.45.43
79
La parte ritmica la fa da padrone, in un contesto in cui tutto funziona e tutto sembra ispirato da ottime idee. Stravedo per le interpretazioni di Araya, che più dei riff da senso ai pezzi.
lisablack
Sabato 5 Agosto 2017, 22.27.45
78
L'ultimo colpo di coda no, nel 91 uscirono Times does not heal e Mental Vortex ad esempio, entrambi capolavori..comunque riguardo gli Slayer, anche Divine Intervention era un bel disco, ed è datato 94."
zakyzar
Sabato 5 Agosto 2017, 18.39.29
77
stiamo parlando di un disco epocale ..l ultimo colpo di coda del vero trash prima dell avvento del groove e roba simile hail slayer voto 98
Mulo
Giovedì 16 Marzo 2017, 19.34.28
76
Non so se scegliere questo o il precedente quale mio Slayer/disco preferito.... Un bel dilemma. Per ciò che mi riguarda questo o South.... sono nella top ten dei migliori dischi metal di sempre.
Cate
Giovedì 16 Marzo 2017, 19.33.26
75
era anni che non lo ascoltavo, l'ho tirato fuori sta sera e l'ho apprezzato cento volte di più. dead skin mask su tutte
Lemmy
Giovedì 16 Marzo 2017, 19.25.31
74
Concordo anche io con Cate, disco intramontabile e irripetibile, e si, Henneman era Henneman, c'è poco da fare, ora hanno mantenuto la coerenza, ma la magia chitarristica dei bei tempi ormai credo non ritornerà mai più.
LAMBRUSCORE
Giovedì 16 Marzo 2017, 19.18.00
73
@Cate , d'accordissimo, Slayer fino alla morte....
Cate
Giovedì 16 Marzo 2017, 19.01.29
72
questo è un disco che se si ascolta dopo cento anni è sempre attuale. La buona musica non invecchia mai. un capolavoro.
LexLutor
Venerdì 13 Gennaio 2017, 7.34.24
71
Analisi di Fabio davvero equilibrata. Un album a partire dal quale, per gli Slayer, iniziano le autocitazioni. Ma rimane sempre un grande disco. Voto 95.
rik bay area thrash
Venerdì 4 Novembre 2016, 18.39.52
70
Ciao Metal Shock, dire tutto bene non proprio, ma come tanti si cerca di farla andare sta vita .... gli slayer sono stati immensi fino a questo album (imho) poi come in tutte le cose c'è il gusto personale che interviene.
Metal Shock
Venerdì 4 Novembre 2016, 18.15.43
69
Ciao Rik, tutto bene? A me da schifo, ma pazienza. Questo album e` forse l`apice degli Slayer perche` unisce le sfuriate di Reign all`atmosfera sinistra di South.. e poi iniziare con quella bomba di War ensemble, un vero terremoto, e` straordinario. Un disco da 100 come i due precedenti, che formano la triade perfetta degli Slayer. Pero` a me anche il successivo Divine intervention piacque molto, e poi li vidi proprio in quella tournee quindi ci sono affezzionato. Bei tempi, almeno a thrash come hai detto tu quest`anno non e` andato male, anche l`inizio del prossimo promette bene, percio` thrash till` death!
rik bay area thrash
Venerdì 4 Novembre 2016, 18.02.49
68
Innanzitutto album bellissimo e tra gli apici assoluti realizzati dagli slayer (imho). Così come già scritto da altri utenti i primi 5 albun fanno parte della storia del thrash. (Ricordando anche i primi due ep). Qui troviamo le classiche sfuriate thrash con momenti di pathos assoluti. Un album molto vario e ben articolato. Siamo nel 1990 e da li a non molto il meraviglioso mondo thrash stava per essere investito da mutamenti ( grunge e quant' altro) che lo avrebbe portato quasi al collasso. Ma come ogni favola che si rispetti c'è il lieto fine !!! Siamo nel 2016 è il thrash metal è vivo e vegeto in modo esagerato. (Imho). ..... thrash 'til death
MetallaroRosso
Martedì 20 Settembre 2016, 22.06.29
67
disco da 100, dopo Reign in Blood e South of Heaven l'ennesimo capolavoro
Simo
Lunedì 20 Giugno 2016, 20.41.42
66
Questo è il picco assoluto degli slayer assieme ad hell awaits, due capolavori diversissimi ma, appunto , capolavori
Tatore77
Lunedì 20 Giugno 2016, 20.30.36
65
Questo è sempre stato il mio preferito.
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 18.24.39
64
Recensione e voto perfetti, complimenti Fabio
Giaggiabelo
Venerdì 13 Maggio 2016, 19.19.34
63
Bell'album ma secondo me il 96 è esagerato come anche il 100 a South of Heaven che andrebbe dato a Reign in Blood
Therocker77
Giovedì 3 Marzo 2016, 9.18.17
62
il Capolavoro della Band, a mio parere ovviamente.
Metal Shock
Martedì 23 Febbraio 2016, 12.40.54
61
Questo album con i due precedenti hanno scritto la storia del thrash, capolavori immensi e vertici ineguagliabili, anche dagli stessi Slayer
lisablack
Martedì 23 Febbraio 2016, 12.31.30
60
Album immenso, Lombardo devastante..capolavoro, i primi 5 album degli Slayer sono pazzeschi! 100.
Rob Fleming
Domenica 7 Febbraio 2016, 18.14.26
59
Non sono un fan, ma Season in the Abyss, la canzone, è veramente immensa.
Alexi Laiho
Mercoledì 16 Dicembre 2015, 10.08.52
58
Il mio preferito degli Slayer, non mi hanno mai fatto impazzire, ma War Ensemble, Blood Red, Spirit in Black, Dead Skin Mask e soprattutto la magnifica title-track sono classici intramontabili, Lomabrdo qua è una madonna. L'unico difetto è la somiglianza fra loro di molte riff, ma è un problemi mio che non mi ha mai fatto adorare gli Slayer. 95
thrasher
Mercoledì 16 Dicembre 2015, 9.22.55
57
cosa vuoi, ha preso piu voti l ultimo album che questo dai lettori..... fa te che capisce la gente.... i primi 5 sono da 100 tutti compreso l ep haunting the chapel....
Metal Shock
Mercoledì 16 Dicembre 2015, 9.05.35
56
Ma come fa un album del genere ad avere solo 80 di media dai lettori? Se non 100 vale almeno 95
thrasher
Mercoledì 16 Dicembre 2015, 8.24.53
55
riascoltao ieri dopo vario tempo..... come mi mancano i veri slayer........
Galilee
Martedì 15 Dicembre 2015, 16.46.50
54
probabilmente voleva dire Seasons in the Abyss
tino ebe
Martedì 15 Dicembre 2015, 16.22.36
53
peccato che south of heaven è su south of heaven
death
Martedì 15 Dicembre 2015, 15.22.31
52
Album STRAORDINARIO,il mio preferito degli slayer.Amo troppo spirit in blacke war ensemble e south of heaven
thrasher
Domenica 13 Dicembre 2015, 17.46.11
51
reign in blood non si tocca ma credo che questo sia il piu bello e completo album che la band abbia mai fatto... vario aggressivo.... tre canzoni di questo disco vengono puntualmente suonate live ad ogni concerto... war ensemble dead skin mask e season.... tutti e quattro i componenti erano al top della creatività dell attitudine nel suonare e anche in sede live.... il doppio dal vivo, rilasciato dopo la tournee di season ne è la testimonianza. tutto il resto è un gradino sotto a questa band
Christian death rivinus
Venerdì 6 Novembre 2015, 22.22.00
50
Lombardo da pelle d'oca.....mitici
mario
Venerdì 6 Novembre 2015, 21.49.37
49
Capolavoro, cupezza e potenza, fuse assieme, poi adoro la titletrack, hanneman con il duo chitarregiare sapeva creare pathos e tenere incollato l'ascoltatore con i suoi riff e assoli particolari, era capace di tenere un sound cupo ma allo stesso tempo potentemente ipnotico, d Lombardo con il duo magico tocco gli dava una mano non indifferente, bei tempi quando gli Slayer sfornavano un capolavoro dopo l'altro, band fondamentale per capire la loro grande influenza che hanno avuto di una moltifltudine di band e per l'evoluzione del thrash.Sono dei grandi e quest'album una meraviglia.
Gilli97
Venerdì 6 Novembre 2015, 19.56.38
48
Basta, gli Slayer sono troppo cazzuti, ogni cosa che fanno è oro
Mulo
Sabato 20 Giugno 2015, 22.01.25
47
Capolavoro!!! Il loro disco che preferisco. War ensemble e la title trak sono da leggenda. Lombardo un vero fuoriclasse della batteria.
Innate Seed
Lunedì 24 Febbraio 2014, 14.51.29
46
La recensione non potrebbe essere più giusta di così. Amo questo album!!!!!!!1 La cupezza né fa da padrona. Rispetto a Reign In Blood, capolavoro assoluto, è più lento, ma per certi versi molto più maturo. Riguardo alla maturità lirica direi che è vero, gli Slayer non sarebbero il mostro sacro che sono oggi se avessero continuato a scrivere canzoni come quelle di RIB. Loro sono tra le poche band che hanno parlato di argomenti come il satanismo non per apparire malvagi o per i trend, ma per esemplificare la natura umana. Noi siamo il Male, questo è sempre stato il concetto, non robe alla Deicide, dove si glorifica letteralmente il Male. Hanno sempre ricevuto pregiudizi perché il mondo è pieno di ignoranti come le api in un alveare.
anvil
Giovedì 30 Gennaio 2014, 17.14.51
45
Recensione impeccabile, l'ultimo album degno della mitica thrash band statunitense , dopo di che solo qualche spunto positivo , tanta noia e tritamento di palle , degustibus.
Niccolò
Giovedì 17 Ottobre 2013, 18.49.01
44
L'ideale sintesi tra la violenza bruta di "Reign In Blood" e la melodia aggressiva di "South Of Heaven". Il secondo album più bello degli Slayer dopo "South Of Heaven".
Galilee
Martedì 17 Settembre 2013, 18.11.22
43
Per me il loro disco più bello.
The Preacher
Giovedì 12 Settembre 2013, 22.32.57
42
Album eccellente ma al contrario del precedente non tutte le canzoni sono memorabili secondo me (ma comunque di livello altissimo, solo che non le ritengo capolavori, vedasi Hallowed Point, Tempation, Born Of Fire). In ogni caso contiene due canzoni devastanti come War Ensemble e l'immensa Dead Skin Mask, un pezzo che crea un'angoscia terribile, uno dei miei preferiti del gruppo. Ottima la prova di Lombardo e di Araya al microfono, invece gli assoli dei chitarristi non mi sono mai piaciuti, ma è un problema mio. Ultimo autentico capolavoro del gruppo, voto 90
Macca
Lunedì 18 Febbraio 2013, 11.16.39
41
Reign In Blood è senza dubbio l'album più simbolico degli Slayer, ma Seasons a mio avviso non ha veramente eguali nella loro discografia: puri assalti thrash (war ensemble, spirit, hallowed point) e brani con ritmiche più cadenzate ma ugualmente minacciosi (Skeletons e la grandissima title track)...il perfetto connubio tra violenza e atmosfere cupe e angoscianti come solo loro sanno crearle....fin qui i loro album sono da 100, questo è da 101
manaroth85
Venerdì 26 Ottobre 2012, 16.09.27
40
mostruoso, altro che il black album dei metallica, questo album è immenso, riff velocissimi, lenti, malefici, killer...voto 9.5
vitadathrasher
Mercoledì 12 Settembre 2012, 21.22.25
39
Sono dei geni a creare certe atmosfere...... horror. Dave arrangia le parti ritmiche in modo davvero eccezzionale. Imperdibile
Matocc
Mercoledì 12 Settembre 2012, 20.53.56
38
@ Master Killer : lo suonarono tutto intero a Milano nel giugno 2010, ma non si sentì fino a casa mia- purtroppo
Macca
Mercoledì 12 Settembre 2012, 18.58.05
37
Spettacolare anche a distanza di anni e anni...
Master Killer
Mercoledì 25 Aprile 2012, 21.43.53
36
Questo Disco Suonato per Intero in un Live degli Slayer si sentirebbe la loro potenza dalla Scozia fino all'Italia di quanto può essere violento un Disco del Genere, ed è 100 insieme ai primi 4 album degli Slayer!!!
Master Killer
Mercoledì 25 Aprile 2012, 21.43.53
35
Questo Disco Suonato per Intero in un Live degli Slayer si sentirebbe la loro potenza dalla Scozia fino all'Italia di quanto può essere violento un Disco del Genere, ed è 100 insieme ai primi 4 album degli Slayer!!!
The Mad Avenger
Giovedì 12 Aprile 2012, 18.06.41
34
Discone!!!! Con questo e` la fine di un era per gli Slayer...solo con God Hates Us All si riprenderanno successivamente. Capolavoro!!! Nient`altro da dire!! Fate un po voi...Viva gli Slayer Voto 99 (100)
DIMMONIU73
Mercoledì 7 Marzo 2012, 17.44.24
33
Questo disco segna la fine del primo periodo d'oro degli Slayer, dopo sono arrivate le "sperimentazioni", i tentativi più o meno riusciti di trovare nuove forme espressive, e infatti lo considero un po' una somma di tutta la produzione passata, in chiave molto positiva, of course...menzione speciale per il coro di Seasons in the Abyss, sulle prime ho pensato "cazzo fa Araya, stona?" ma poi ho iniziato ad aprrezzarlo, sempre di più...una vera libidine, malattia mentale condensata in poche frasi...ARAYA SEI IL MIO DIO!!!
Oudeis
Venerdì 13 Gennaio 2012, 19.13.47
32
Album che ho amato ed amo immensamente. Leggenda vuole che War Ensemble fosse ascoltata dai piloti dei caccia americani durante gli attacchi nella guerra del Golfo... ho detto tutto.
The Nightcomer
Mercoledì 21 Dicembre 2011, 23.40.51
31
Il recensore sottolinea giustamente la commistione di influenze dai due lavori precedenti. All'epoca questo disco non mi convinse molto (per certi versi ancora oggi è così, al punto che condivido il giudizio di Er Trucido sulla mancanza di continuità), poi lo apprezzai meglio, ma mai come i quattro che l'avevano preceduto, a mio parere superiori anche per importanza storica. Ciò nonostante, non posso dimenticare i due concerti degli Slayer a Milano a cui presi parte (gennaio 1989 e novembre 1991), di cui uno è indissolubilmente legato a Season in the Abyss.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 21 Dicembre 2011, 20.43.49
30
comprato il giorno prima del clash of the titans, conservato gelosamente, chi non ce l'ha provveda immediatamente, niente altro da aggiungere.
jek
Mercoledì 17 Agosto 2011, 16.52.38
29
Assieme a R.I.B. e a S.O.H. fanno una tripletta di dischi stratosferici.
Fede
Lunedì 18 Luglio 2011, 17.58.53
28
Un altro lavoro grandioso dai maestri del Thrash.
Edo
Mercoledì 1 Giugno 2011, 12.48.35
27
Stupendo, secondo me il loro album più bello e maturo, quando l'hanno proposto intero dal vivo all'alcatraz 2 anni fa non volevo crederci, a momenti infarto in mezzo al pogo.....lo adoro, non smetterei mai di sentirlo, per me meglio anche dei due precedenti, sembrerà una bestemmia ma chevvedevodì?! Ah, la copertina è fantastica anche se quella di Reign in blood resta la più bella.
blackie
Lunedì 21 Marzo 2011, 2.34.57
26
disco da 100!spettacolare!che ricordi...lo comprai appena uscito ...saro ripatitivo ma quest album e un susseguirsi di canzoni fenomenali war esemble dead skin mask e la tilte track poi....ineguagliabile!sempre con un dave lombardo da applausi
SNEITNAM
Domenica 26 Settembre 2010, 12.50.54
25
Immenso capolavoro anche quest'album da 100 e lode. Un'altro capolvoro degli Slayer che si fa ascoltare dall'inizio alla fine composto da canzoni immortali che proseguono con la grandissima personalità musicale degli Slayer. Canzoni storiche scritte da Hanneman e da King con assoli a dir poco da orgasmo e assolutamente storici come in "War Ensemble", "Spirit in Black", "Expendable Youth", "Dead Skin Mask", "Hallowed Point", "Skeletons of Society" e la title-track. Grande album dall'inizio alla fine dove non si può scartare assolutamente nulla. Maestri!
YOUDESERVETODIE
Sabato 5 Giugno 2010, 9.13.23
24
Uno dei miei preferiti degli slayer. Alcune cose sono da brividi, come dead skin mask, hallowed point, born on fire... 99/100 meritatissimo, capolavoro del metal estremo.
jason4ever
Mercoledì 2 Dicembre 2009, 0.38.58
23
disco ottimo, mi piace quanto SOH e RIB.....War Ensemble è da brividi, spirit in black e dead skin mask sono le song che più ascolto....ma tutto l'album è fantastico nonostante il gruppo fosse orientato su un suono più pesante.......ed ho avuto modo di ascoltarle live e sono davvero fantastiche!!!!! per me un disco da 90!
silvereagle
Lunedì 21 Settembre 2009, 0.55.20
22
un gran bell album...
Matocc
Lunedì 29 Giugno 2009, 17.27.11
21
Album completo, non vi si trovano "solo" (sia chiaro che quel SOLO non vuol essere inteso come dispregiativo) sfuriate di velocissimo thrash, ma come giustamente scritto nella recensione il gruppo sperimenta pezzi più lenti ma pesantissimi... War Ensemble è rabbia e potenza pura(ogni volta che la ascolta mi dà i brividi), la mia canzone preferita degli Slayer insieme a quel capolavoro che è Dead Skin Mask, e non poteva esserci miglior finale della title-track per questo disco che nell' insieme considero personalmente il loro CAPOLAVORO!! Comunque fino ad oggi gli Slayer non mi hanno MAI deluso
Giasse
Sabato 13 Giugno 2009, 16.15.33
20
x Fabio75: complimenti per la nota d'essey... Transex è stato un punto di riferimento "metallico" per anni. In via Cappellari se non erro, al vecchio capolinea del tram 15. Io stesso - come te acquistai - Season in quel posto, così come furono mie le prime copie arrivate a Milano di Left Hand Path, Altars Of Madness, Scum, Forest Of Equilibrium, Beneath The Remains, e tantissimi altri... Rimanendo all'album per me è il canto del cigno. Dopo mi hanno sempre deluso.
Tizi1970
Sabato 13 Giugno 2009, 15.22.26
19
E magari tornassero a fare album di quel livello. Il voto è decisamente appropriato.
vale master metal
Mercoledì 13 Maggio 2009, 20.24.25
18
'ca vacca se sbraga questo album... non un attimo di respiro... dovrebbero tutti prendere esempio da questo album per fare thrash... meriterebbe il massimo dei voti se non fosse per il fatto che l'inizio della vera e propria carriera Slayer ha inizio con Reign in Blood... un bel 90 però non lo toglie proprio nessuno
hm is the law
Mercoledì 13 Maggio 2009, 11.20.05
17
X DevizKK(1991): per mia scelta non do 99 e 100 a nessuna release. Ciao
AL
Mercoledì 13 Maggio 2009, 11.07.47
16
album ottimo! e concordo sul fatto che da qui in poi gli Slayer son calati... e penso che il peggio l'han toccato con Diabolus in musica. War Ensemble e Blood red sono incredibili. La recensione ti fa venir voglia di comprare l'album, bravo Fabio!!
AL
Mercoledì 13 Maggio 2009, 11.07.35
15
album ottimo! e concordo sul fatto che da qui in poi gli Slayer son calati... e penso che il peggio l'han toccato con Diabolus in musica. War Ensemble e Blood red sono incredibili. La recensione ti fa venir voglia di comprare l'album, bravo Fabio!!
DevizKK(1991)
Mercoledì 13 Maggio 2009, 10.14.45
14
Scusa ma una cosa non la capisco in questa recensione veneri sto disco come se fosse dio..e poi gli dai 96?io gli dò 100 perchè non ha nulla da invidiare agli altri dischi degli slayer....ma la recensione e il voto sono un controsenso!
ROSSMETAL65
Giovedì 7 Maggio 2009, 15.20.34
13
Ciao Fabio 75,oramai i tuoi interventi sono pura manna dal cielo per i cultori di questa musica,complimenti!| questo disco e' veramente bello, ma Reign in Blood e' la storia del metal estremo,innarrivabile e mai stancante.Mi ha fatto inoltre piacere che hai nominato i favolosi Dark Angel del grande Hoglan, autori di tre album enormi che mi fecero perdere tanti capelli a forza di scapocciare al ritmo delle loro composizioni.Altro gruppo straordinario dell'epoca gli Holy Terror,conosci?
hm is the law
Giovedì 7 Maggio 2009, 14.11.57
12
Complimenti Fabio75 un bell'intervento. Cmq non ho ritenuto opportuno citare le piccolissime sperimentazioni da te evidenziate perchè le ho ritenute oggettivamente poco significative. In ogni modo la tua osservazione è giusta e utile. Ciao Fabio
Fabio75
Mercoledì 6 Maggio 2009, 21.48.54
11
Questo è il primo disco degli Slayer che ho ascoltato. Ricordo perfino nei dettagli quando l'ho comprato: nei pressi di Piazza del Duomo di Milano c'era un negozio chiamato Transex, famosissimo all'epoca per la presenza costante al di fuori di Metallari e Punk e per la fama supertrasgressiva che aveva. Avevo solo 15 anni e avevo deciso di comprarlo per via di una convincente recensione sulla rivista HM che presentava anche un intervista con TOM ARAYA. Stranamente all'inizio non lo apprezzai e lo accantonai per un anno. Nel '91 uscì TIME DOES NOT HEAL ultimo superlativo disco dell'ormai scomparsa grandiosa band DARK ANGEL ed ero rimasto IMPRESSIONATO da questo CAPOLAVORO purtroppo sottovalutato ed ero orientato quindi ad apprezzare il techno thrash/death (ma privo di distorsione vocale growl) Ascoltando questo disco mi sono tornati in mente gli Slayer che incredibilmente non apprezzavo ancora: confrontando SITA con TDNH trovavo meno tecnico e un po' più sporco il sound degli Slayer (cosa strana perchè al tempo impazzivo per BTR dei Sepultura e non mi accorgevo delle ora evidenti influenze slayeriane) dopo qualche anno ho cominciato ad ascoltare e ad apprezzare SITA fino a ritenerlo forse meglio di TDNH e da allora ho acquistato un altro disco della band in questione: il giudicato falso live LIVE UNDEAD e c'era un brano che mi faceva impazzire CHEMICAL WARFARE (che poi ho apprezzato ancora di più nella raccolta live DECADE OF AGGRESSION). Per farla breve l'infatuazione per gli Slayer è stata lentissima e purtroppo di conseguenza i capolavori precedenti li ho scoperti tardi. Il mio preferito da 100 resterà sempre REIGN IN BLOOD. Parlando ora della recensione, direi buona e carica di un po' di emotività direi, condivido tutto tranne come il recensore non aggiunga che il sound si può essere come dice sintetizzato come unione dei due lavori precedenti ma mi sembra strano che non sottolinei gli sperimentalismi presenti nel lavoro (evidenti nel finale ad esempio di Dead Skin Mask, nella title track e in qualche altro brano che ora non ricordo) a mio avviso azzeccatissimi (in un post su MV dei Sep ho detto che HMISL ha un orecchio più esercitato ed educato del mio, quindi spero non si arrabbi ) Per il resto ciò che scrive è pura verità comincia la parabola discendente anche se riescono (eccetto che in quell'abominio di mi pare cover UNDISPUTED ATTITUDE) a mantenersi su livelli più che discreti ma di capolavori non ce ne saranno più. Ottima la scelta in SITA di non lasciare respiro tra un brano e l'altro, maestose War Ensemble e la title track molto belle Dead Skin Mask e Hallowed point (consiglio la versione live di quest'ultima contenuta in Decade of Aggression) ma tutte le altre tracce sono solo di POCHISSIMO da me meno apprezzate. Ottimo lavoro Fabio. Fabio
Blood
Sabato 25 Aprile 2009, 15.11.21
10
Un album immenso davvero ben recensito
Belial77
Lunedì 20 Aprile 2009, 2.10.18
9
Che tempi grandiosi. Un album superbo e ricco di sperimentalismi. Tra le tracce non c'è pausa, una fucilata in piena faccia^
Nightblast
Giovedì 16 Aprile 2009, 23.36.29
8
Capolavoro per la maggiorparte dei brani, controverso per due - tre. Inoltre se non mi sbaglio viene subito prima di "Divine Intervention" e mette decisamente in luce, in alcuni casi, una band in fase di cambiamento.
Uno qualsiasi
Mercoledì 15 Aprile 2009, 9.42.10
7
Trovategli un difetto. Io sono anni che ce l'ho e non ancora riesco a trovarglielo! Discone!
Er Trucido
Mercoledì 15 Aprile 2009, 3.28.44
6
Mmmmh...mi spiace andare controcorrente ma a me il disco non piace tutto. War Ensemble, Seasons in The Abyss, Temptations, Dead Skin Mask e Skeletons of Society (che tra l'altro a Kerry King non piace per niente) sono dei capolavori, ma il resto non mi convince.
tribal axis
Martedì 14 Aprile 2009, 18.58.53
5
è stato il mio primo approccio agli Slayer... non mi è piciuto subito ma dopo vari ascolti me ne sono inamorato... tra i tre migliori (south of heaven, reign in blood e questo) è quello che preferisco anche se lo ritengo inferiore agli altri due.
AL
Martedì 14 Aprile 2009, 10.20.26
4
Lombardo è fenomenale. preferisco south of heaven anche se war ensemble è uno dei loro capolavori... dal vivo spacca sempre!!!
Kosmos Reversum
Martedì 14 Aprile 2009, 9.20.15
3
Il mio preferito degli Slayer assieme a RIB! Sono d'accordo con il recensore quando dice che questo è il disco più maturo della band, anche pr me è così. Come ha fatto bene a sottolineare la prova di Lombardo, che in questo disco è stellare. Solo non mi sento di votare 96/100, ma poco ci manca!
Savatage
Sabato 11 Aprile 2009, 14.35.47
2
Beh...Reign in blood è il massimo
Head
Sabato 11 Aprile 2009, 12.50.58
1
Recensione superlativa per un grandissimo album per me il migliore mai realizzato dagli Slayer
INFORMAZIONI
1990
Def American Records
Thrash
Tracklist
1.War Ensemble
2.Blood Red
3.Spirit in Black
4.Expendable Youth
5.Dead Skin Mask
6.Hallowed Point
7.Skeletons of Society
8.Temptation
9.Born of Fire
10.Seasons in the Abyss
Line Up
Tom Araya: Voce, Basso
Kerry King: Chitarra
Jeff Hanneman: Chitarra
Dave Lombardo: Batteria
 
RECENSIONI
78
78
87
60
60
77
90
96
100
98
92
75
75
82
ARTICOLI
17/07/2016
Live Report
SLAYER + AMON AMARTH + THE SHRINE
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 12/07/2016
12/11/2015
Live Report
SLAYER + ANTHRAX + KVELERTAK
Alcatraz, Milano (MI) , 05/11/2015
18/06/2014
Live Report
SLAYER + ANTHRAX
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 15/06/2014
21/06/2013
Live Report
SLAYER
Atlantico Live, Roma, 17/06/2013
08/03/2013
Articolo
SLAYER
Silent Scream - L'analisi dei testi
04/09/2011
Articolo
SLAYER
I serial killer nei testi della band
13/06/2011
Articolo
SLAYER
La biografia, seconda parte
29/05/2011
Articolo
SLAYER
La biografia, prima parte
22/05/2011
Articolo
SLAYER
Jeff Hanneman, la biografia
04/05/2011
Articolo
SLAYER
Kerry King, la biografia
29/04/2011
Articolo
SLAYER
Dave Lombardo, la biografia
07/04/2011
Live Report
SLAYER + MEGADETH + SADIST
Atlantico, Roma, 03/04/2011
29/03/2011
Articolo
SLAYER
Tom Araya, la biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]