Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Gli Slayer nel 1985
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/10/16
LEAVES` EYES
Fires In The North

07/10/16
SONATA ARCTICA
The Ninth Hour

07/10/16
VULTURES VENGEANCE
Where The Time Dwelt In

07/10/16
ALTER BRIDGE
The Last Hero

07/10/16
MERCYLESS
Pathetic Divinity

07/10/16
MESHUGGAH
The Violent Sleep Of Reason

07/10/16
MOUTH OF THE ARCHITECT
Path of Eight

09/10/16
AGATUS
The Eternalist

10/10/16
TEODASIA
Metamorphosis

14/10/16
THEATRES DES VAMPIRES
Candyland

CONCERTI

01/10/16
MODENA METAL INK (day 2)
STRADELLO ANESINO NORD - MODENA

01/10/16
DENIAL OF GOD + ABYSMAL GRIEF + BLACK OAT + GUEST
TITTY TWISTER - PARMA

01/10/16
FAKE IDOLS
ROCK TOWN - CORDENONS (PN)

02/10/16
MOONSPELL + THE FORESHADOWING + ELEINE
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

02/10/16
PENTAGRAM
LO FI - MILANO

03/10/16
PENTAGRAM
INIT CLUB - ROMA

04/10/16
PENTAGRAM
FREAKOUT CLUB - BOLOGNA

07/10/16
FLESHGOD APOCALYPSE + guests
CYCLE - CALENZANO (FI)

07/10/16
KALEDON + HOSTILE
JAILBREAK LIVE CLUB - ROMA

09/10/16
FLESHGOD APOCALYPSE
AFTERLIFE - PERUGIA

Slayer - Hell Awaits
( 10060 letture )
Pubblicato nel 1985 per l’etichetta Metal Blade, Hell Awaits è la seconda release degli Slayer dopo il fortunato ma ancora acerbo album d’esordio Show No Mercy.
Si tratta senza ombra di dubbio di uno dei dischi più importanti nella storia del metal moderno per aver indicato la via da seguire a moltissimi gruppi dediti a sonorità estreme.
Le sette canzoni che compongono l’album vantano una registrazione qualitativamente superiore rispetto alle song del precedente album; strutturalmente sono piuttosto complesse, molto oscure, malvagie, intrise di satanismo all’inverosimile.
Nessuno si era mai portato ad un estremismo sonoro e lirico così radicale.

Innanzi tutto vanno evidenziate due importanti novità che contribuiranno considerevolmente alla fortuna di questa release:
1) la presenza del doppio pedale (nel precedente album era assente) che accrescerà a dismisura la notorietà di Dave Lombardo destinato a diventare uno dei drumming più famosi al mondo;
2) l’accordatura delle chitarre di circa un semi-tono sotto alla norma al fine di produrre un suono drammatico e tenebroso in grado di ammaliare l’ascoltatore.

La title track è uno dei brani più rappresentativi e violenti nella storia degli Slayer. Il testo di Kerry King narra dell’eterna lotta tra gli angeli e i demoni. Questi ultimi trionferanno e Gesù sarà sottomesso insieme ai suoi accoliti (chissà che ne pensa il Papa!). L'inquietante intro presenta un messaggio subliminale (ascoltato al contrario viene detta la frase "Join Us" (Unisciti a Noi); si odono i lamenti delle anime dannate e una voce demoniaca pronuncia “Welcome Back!”. Inizia, quindi, una parte strumentale non veloce dalla ritmica straordinariamente possente che poi cambia e... si scatena l’inferno! La batteria e le chitarre sono letteralmente torturate dai musicisti mentre la voce di Tom Araya, cattiva e acida, urla a squarciagola il titolo del brano. Nei loro concerti dal vivo questa song non manca mai e rappresenta uno dei momenti più intensi del loro show.

La successiva Kill Again prosegue sulla medesima falsa riga con continui cambi di tempo e riffs lancinanti. At Dawn The Sleep è invece più cadenzata con suoni molto cupi e coinvolgenti. La veloce Praise Of Death e Necrophiliac sono altri due brani violentissimi con in evidenza il duo King/Hanneman impegnati a sfornare riffs straordinari. Crypts Of Eternity, più lenta e cadenzata, e Hardening Of The Arteries hanno il compito di chiudere l’album ed, in particolare la prima, sono altri due pezzi di altissima qualità.

Album molto complesso, di non facile ascolto, Hell Awaits contiene importanti innovazioni stilistiche ed un alto livello musicale complessivo. Forse non è il miglior lavoro del gruppo (secondo me Reign In Blood è ineguagliabile), ma questo disco non può davvero mancare nella collezione di un vero metallaro!



VOTO RECENSORE
92
VOTO LETTORI
82.32 su 171 voti [ VOTA]
Christian death rivinus
Martedì 9 Agosto 2016, 1.17.39
37
Dave lombardo in questo meraviglioso capolavoro degli slayer mi fa impazzire,il suono della batteria e' qualcosa di ultraterreno per i tempi che furono.....la track list ormai e' diventata un inno
MetallaroRosso
Lunedì 8 Agosto 2016, 22.16.16
36
album fenomenale secondo me al pari di reign in blood forse un gradino in meno hell awaits,kill again, praise of death e hardening of the arteries brani fenomenali voto 90
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 18.23.04
35
Secondo solo al 'Definitivo' 'Reign in blood', una crescita notevole dopo il disco d'esordio,non c'e' un minimo di flessione in tutto l'album, la title track ha influenzato centinaia di intro di dischi thrash e Death metal.Slayer, per me numero 1
black
Giovedì 28 Gennaio 2016, 23.36.50
34
Immenso il migliore! Hell awaits-reign in blood-South of heaven-seasons in the abyss-god hates us all-repentless-divine intervention-show no mercy-diabolus in musica-christ illusion-world painted Blood e undisputed attitude la mia classifica
Alexi Laiho
Domenica 13 Dicembre 2015, 23.12.32
33
Be' sì, alla fine è questione di gusti, ma le canzoni non riescono ancora ad entrarmi nella testa al sesto ascolto, quindi un po' ci ho rinunciato, Necrophiliac però mi piace un sacco
thrasher
Domenica 13 Dicembre 2015, 19.13.31
32
sai cosa? ci sono canzoni lunghe rispetto lo standard della band.... ma sono sempre tutte al top per me
Alexi Laiho
Domenica 13 Dicembre 2015, 19.11.09
31
A me onestamente, fatta eccezione per la title track e Necrophiliac non prende, sarà che gli Slayer mi hanno abituato con la loro velocità e l'aggressività, ma a me sto disco appare come il più debole dei primi 5. Oggettivamente però merita un 90
thrasher
Domenica 13 Dicembre 2015, 19.00.21
30
ho dei bellissimi ricordi legati a questo disco..... è stata la prima volta che vidi gli slayer insieme ai venom ed exodus.... credo non ci siano parole per descrivere quel periodo e questo disco..... si respirava thrash metal dappertutto, le prime compagnie metallare e le risse con i paninari, queste uscite erano la bibbia per chiunque ascoltasse metal estremo.... bei tempi
vanduc
Mercoledì 28 Ottobre 2015, 15.47.04
29
1985, anno memorabile. 1985, anno in cui la mia vita cambiò e decisi che avrei suonato la batteria (ci sono riuscito e suono anche il basso, ma chi se ne frega?), poichè rimasi folgorato dall'intro di "Hell Awaits", dal tappeto di doppia cassa di "At Dawn They Sleep", dalla seconda parte - dopo il solo - di "Necrophiliac" o dalla "ripartenza" di "Praise of Death". Un disco che a 31 anni di distanza continuo ad ascoltare con immenso piacere. Bella recensione. Hai riassunto bene l'essenza di questo disco.
whitesword
Martedì 7 Aprile 2015, 18.11.17
28
Classico del genere. Musicalmente bello, riffs molto belli, su tutte la prima traccia.
Sandman
Martedì 25 Novembre 2014, 13.33.44
27
Sono indeciso tra Hell Awaits e Show No Mercy ma forse, ripensandoci bene, e dopo averlo riascoltato, metterei Hell Awaits al numero uno della discografia della band di Tom Araya. Tutti i pezzi dei capolavori dei genere trash, con venature deah, ma io preferisco classificarlo trash. Più in la in quanto ad asolto, io non mi sono mai spinto, Reign In Blood lo acquistai, ma non riuscì mai ad ascoltarlo, troppo estremo, mentre Hell Awaits, per me è la prova della genialità degli Slayer nel proporre un genere musicale, non per tutti, ma elaborandolo e rendendolo fruibile a molti, grazie alla loro capacità compositiva, non una caciara fine a se stessa solamente per impressionare o fare la gara con il metronomo, ma un raffinato lavoro di ensamble strumentale, estremo, ma godibile. Oltretutto un album veramente da Satanista ed inquietante
Nihilistic decadence
Giovedì 30 Ottobre 2014, 1.01.36
26
Hell awaits.. 100, un voto che sarebbe comunque riduttivo.. Se il primo mostrava ancora le influenze speed metal e NWOBHM, quest'album è la chiave di volta della loro discografia. Un songwriting perfetto, unito a una struttura delle canzoni decisamente complessa, rende quest'album un capolavoro, oltre alle lyrics seminali e fondamentali per il sorgere della First wave del Black. Inoltre, si dimostra sicuramente superiore agli album successivi, oltre che più "underground".. Un disco fondamentale per chiunque ascolti Thrash, Black o Death.
Philosopher3185
Giovedì 23 Gennaio 2014, 12.50.38
25
Grandissimo album;molto importante per l'evoluzione del Thrash ma anche del Death metal...
Niccolò
Sabato 19 Ottobre 2013, 21.36.18
24
Sempre meglio...il mio voto quasi concorda con quello del recensore : 93 !
Franz
Venerdì 18 Gennaio 2013, 14.51.32
23
Miglior lavoro degli Slayer, ascoltarlo e riascoltarlo, Primi 4 brani: pietre miliari della Musica Aternativa (sigle come metal o thrash o hardcore (?) a loro sta stretto . _____________________________________________ Running and hunting and slashing and crushing and searching and seeing and stabbing and shooting and thrashing and smashing and burning destroying and killing and bleeding and pleading then Death
daniele
Martedì 25 Dicembre 2012, 15.56.03
22
SHUT UP and enjoy the real Music!! voto 100
Macca
Domenica 9 Dicembre 2012, 14.06.46
21
Grandioso!
manaroth85
Domenica 10 Giugno 2012, 13.47.36
20
mi han cambiato la vita voto 9.5!!!SLAYERRRRRRRRRR
DIMMONIU73
Mercoledì 7 Marzo 2012, 17.27.50
19
...la cattiveria di questo disco è semplicemente memorabile, quanto mi scassa ancora oggi...MASTERPIECE!!!
The Nightcomer
Mercoledì 21 Dicembre 2011, 22.11.54
18
Ancora oggi trovo difficile esprimere una preferenza tra i primi quattro albums degli Slayer; ciascuno contiene elementi che potrebbero far spostare l'ago della bilancia in suo favore. La recensione dice bene: Hell Awaits fu il primo album a proporre uno stile così estremo e definito nei suoi connotati da non lasciare dubbi. La sua atmosfera cupa è unica (per me è l'album più "oscuro" degli Slayer), quasi quanto la violenza sonora dei brani, imho penalizzata solo dalla produzione, non certo all'altezza di quella del più celebre successore. Concordo pure sul fatto che questo album è meno facilmente assimilabile di Show No Mercy, ma questo lo considero inevitabile, visto che la durata media delle composizioni è superiore a quanto proposto mediamente dagli Slayer. Non do infine torto a chi lo ritiene il migliore: per me lo è a livello di innovazione, ispirazione ed "oscurità". Per altri aspetti invece preferisco i due lavori successivi: di qui la difficoltà nell'eprimere una preferenza assoluta.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 21 Dicembre 2011, 20.48.57
17
o sono fuso io (probabile) o mi cancellate i commenti, stasera giudico i vecchi slayer, altro disco che ho in cassetta originale molto vecchia, anche qua, dico: comprare e basta.
MAIDEN 65
Venerdì 5 Agosto 2011, 9.16.01
16
Gran Vinile
blackie
Lunedì 21 Marzo 2011, 2.13.40
15
il mio preferito.hell awaits e la migliore canzne della storia del trash!!!l intro e i cambi di tempo sono fenomenali.suoni cupi e velocissimi,grandioso!!!
hellvis
Mercoledì 15 Settembre 2010, 20.29.15
14
Il lavoro degli Slayer che preferisco. Lo trovo perfetto in tutto, copertina compresa.
Stefano
Mercoledì 15 Settembre 2010, 19.46.21
13
Straordinario
SNEITNAM
Mercoledì 2 Giugno 2010, 15.39.14
12
L'inizio del Black/Death Metal.Quest'album assieme a "The Return......" e a "Seven Churches",tutti usciti nel 1985,costituì una trilogia assolutamente nera e malefica come mai nel Metal si era mai sentito prima dell'uscita di queste tre pietre miliari. Un eterno capolavoro!
DiabolicMetaller666
Venerdì 9 Aprile 2010, 12.04.02
11
Assieme a Reign In Blood rappresenta uno dei migliori album thrash metal mai creati. 95/100
jemini
Mercoledì 21 Ottobre 2009, 15.36.53
10
l'album più bello degli slayer,senza dubbio...
Er Trucido
Sabato 6 Giugno 2009, 16.13.29
9
Disco storico, il metal cambiò molto dopo questa uscita
hm is the law
Martedì 12 Maggio 2009, 14.05.43
8
Grazie AL i complimenti sono sempre ben accetti
AL
Martedì 12 Maggio 2009, 11.57.55
7
basta leggere la traduzione di necrophiliac e praise of death... gli Slayer son così.. o li ami o li odi! bella recensione! complimenz!
Blood
Sabato 25 Aprile 2009, 15.12.11
6
Bellissimo ed innovativo per quei tempi
Devil
Venerdì 24 Aprile 2009, 18.54.03
5
Un capolavoro della musica estrema
Devil
Venerdì 24 Aprile 2009, 18.54.02
4
Un capolavoro della musica estrema
hm is the law
Domenica 19 Aprile 2009, 20.49.23
3
..nel thrash è una novità non credi?
born_too_late
Domenica 19 Aprile 2009, 19.42.55
2
L'accordatura un semi-tono sotto non è certo una novità, già Hendrix (e non solo) la usava
Savatage
Martedì 14 Aprile 2009, 14.22.50
1
Un capolavoro!!!!!!!!
INFORMAZIONI
1985
Metal Blade
Thrash
Tracklist
1. Hell Awaits
2. Kill Again
3. At Dawn They Sleep
4. Praise Of Death
5. Necrophiliac
6. Crypts Of Eternity
7. Hardening Of The Arteries
Line Up
Tom Araya - voce, basso
Kerry King - chitarra
Jeff Hanneman - chitarra
Dave Lombardo - batteria
 
RECENSIONI
78
78
87
60
60
77
90
96
100
98
75
75
82
ARTICOLI
17/07/2016
Live Report
SLAYER + AMON AMARTH + THE SHRINE
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 12/07/2016
12/11/2015
Live Report
SLAYER + ANTHRAX + KVELERTAK
Alcatraz, Milano (MI) , 05/11/2015
18/06/2014
Live Report
SLAYER + ANTHRAX
Live Music Club, Trezzo sull'Adda (MI), 15/06/2014
21/06/2013
Live Report
SLAYER
Atlantico Live, Roma, 17/06/2013
08/03/2013
Articolo
SLAYER
Silent Scream - L'analisi dei testi
04/09/2011
Articolo
SLAYER
I serial killer nei testi della band
13/06/2011
Articolo
SLAYER
La biografia, seconda parte
29/05/2011
Articolo
SLAYER
La biografia, prima parte
22/05/2011
Articolo
SLAYER
Jeff Hanneman, la biografia
04/05/2011
Articolo
SLAYER
Kerry King, la biografia
29/04/2011
Articolo
SLAYER
Dave Lombardo, la biografia
07/04/2011
Live Report
SLAYER + MEGADETH + SADIST
Atlantico, Roma, 03/04/2011
29/03/2011
Articolo
SLAYER
Tom Araya, la biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]