Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/19
JUMPSCARE
Don`t Close Your Eyes

23/09/19
IVORY TOWER
Stronger

27/09/19
BHLEG
Äril

27/09/19
MORTEM
Ravnsvart

27/09/19
EXCALION
Emotions

27/09/19
CREEPING DEATH
Wretched Illusions

27/09/19
E-L-R
Mænad

27/09/19
WEDNESDAY 13
Necrophaze

27/09/19
DRAGONFORCE
Extreme Power Metal

27/09/19
CORELEONI
CoreLeoni II

CONCERTI

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

21/09/19
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

21/09/19
MORTUARY DRAPE
SONS OF ROCK - MORES (SS)

21/09/19
HANDFUL OF HATE + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

21/09/19
HARDLINE + DREAM COMPANY
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

21/09/19
TMA FEST (day 2)
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

22/09/19
...AND YOU WILL KNOW US BY THE TRIAL OF DEAD (ANNULLATO!)
SANTERIA TOSCANA 31 - MILANO

22/09/19
WARBELL + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

24/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

25/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
ORION - ROMA

Jennifer Batten - Whatever
( 1591 letture )
Uscita alla ribalta dall’underground americano verso la fine degli anni ’80, per aver fatto proprio lo stile del tapping, reso famoso da Eddie Van Halen, Jennifer Batten è sicuramente una delle chitarriste più conosciute ed apprezzate in circolazione; la sua fama e visibilità la deve in particolare al fatto di essere stata scelta tra oltre 100 chitarristi da Mr Michael Jackson per il tour mondiale di Bad in veste di lead guitar ed ancora per essere stata protagonista della band di Jeff Beck nel tour mondiale del 1998 e per aver contribuito in maniera significativa ai suoi due album Who Else e You Had It Coming.

A buon ragione quindi è considerata una delle più talentuose e visionarie nel panorama musicale, sempre all’avanguardia ed in prima linea anche nell’uso della tecnologia e sarà anche per questo che lei stessa definisce lo stile del suo terzo lavoro da solista guitronica: in effetti Whatever presenta un’ampio uso di elettronica, vocal sample e quant’altro a far da cornice e da corposo sfondo alle pennellate della sua chitarra.

Nelle dieci tracce dell’album troviamo veramente di tutto, dai ritmi hip hop urbani di Ass Whoopin, che ricorda molto le sonorità di Michael Jackson e di Prince, a suoni sperimentali e batterie distorte come in Ricochet, passando per canti e atmosfere tribali uniti ad un sintetizzatore come nelle splendida Off The Deep End sicuramente una delle migliori del platter.

Suoni più distesi ci accompagnano nella delicata Fearless, unica parentesi acustica dell’album prima di rituffarsi in strada tra rumori di bassifondi, percussioni, conversazioni ed numerosi altri intrecci sonori dove, impresa veramente non facile, Jennifer Batten si muove con grande maestria e disinvoltura dimostrando una grande personalità e capacità compositiva incredibilmente originale, lasciando il segno su ogni brano con la sua chitarra a tratti nervosa altre volte più fluida e coinvolgente.

Decisamente un album molto particolare consigliato esclusivamente a chi nutre grande interesse e curiosità nell’ascolto di sonorità diverse, anche se sono lontane anni luce dal metal.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
28.83 su 18 voti [ VOTA]
Khaine
Mercoledì 6 Maggio 2009, 23.01.47
1
Disco molto particolare, com'è tipico dello stile di Jennifer, e anche molto intenso. Meno bello di Above, Below And Beyond ma comunque molto godibile (a condizione di avere una mente aperta, come da te giustamente sottolineato)
INFORMAZIONI
2009
Lion Music
Hard Rock
Tracklist
01 Ass Whoopin'
02 Ricochet
03 Off the Deep End
04 Whatever
05 Fearless
06 Hooligan's Holiday
07 In the Aftermath
08 Run With It
09 Cupid's Arrow
10 Inner Journey
Line Up
Jennifer Batten – tutte le chitarre, tastiere e programmazione
Sandin Wilson (Gino Vanelli band) – Basso
Andre Berry (David Sanborn, Dave Koz, Chris Botti) – Basso
Jon Clark, Debbie Schepp, Bret and Kari Helm, Ann Marie Crouch, Nel Gerome, Leah Santos, Sean Dailey - Vocal Samples

Skip Vonkuske - Cello
Nelly Kovalev - Violino

Betsy Hamilton - Native American flute

Michael Jordan - Batteria in “Inner Journey”
 
RECENSIONI
78
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]