Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Cult of Luna
A Dawn to Fear
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/19
IVORY TOWER
Stronger

23/09/19
JUMPSCARE
Don`t Close Your Eyes

27/09/19
FERALIA
Helios Manifesto

27/09/19
STEEL PANTHER
Heavy Metal Rules

27/09/19
DRAGONFORCE
Extreme Power Metal

27/09/19
OPETH
In Cauda Venenum

27/09/19
WEAPON UK
Ghosts of War

27/09/19
WEDNESDAY 13
Necrophaze

27/09/19
MORTEM
Ravnsvart

27/09/19
E-L-R
Mænad

CONCERTI

24/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

25/09/19
DEVILDRIVER + METHEDRAS + THAEIA (ANNULLATO!)
ORION - ROMA

26/09/19
RIVERS OF NIHIL + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

26/09/19
RATOS DE PORAO + NUCLEAR (ANNULLATO!)
SPAZIO POLIVALENTE - CARAMAGNA PIEMONTE (CN)

26/09/19
NERO DI MARTE + JUGGERNAUT
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

27/09/19
RATOS DE PORAO + NUCLEAR (ANNULLATO!)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/09/19
NERO DI MARTE + JUGGERNAUT
JOE KOALA - OSIO SOPRA (BG)

27/09/19
SOUL OF STEEL + ROBERTO TIRANTI
BLACKSMITH PUB - CRISPIANO (TA)

28/09/19
RATOS DE PORAO + NUCLEAR (ANNULLATO!)
AGRITURISMO AI DUE LAGHI - GAMBULAGA DI PORTOMAGGIORE (FE)

28/09/19
SUMMER OF THE DEAD FEST
POSTWAR CINEMA CLUB - PARMA

Korn - Follow The Leader
( 10740 letture )
Follow The Leader, pubblicato nel 1998, è il terzo album degli statunitensi Korn, i pionieri del nu-metal, e rappresenta un importante punto di svolta della loro carriera. Infatti, dopo due album granitici e tutto sommato strutturalmente simili, il gruppo vira decisamente, con molto coraggio ed ambizione, verso nuove sonorità più ragionate, ma sempre durissime e sofisticate, alla ricerca quasi ossessiva di sperimentare qualcosa di diverso: il risultato sarà di notevole successo sia di critica che di pubblico, basti pensare che questo disco è quello che avuto maggior successo commerciale con ben dieci milioni di copie vendute in tutto il mondo!

La cover, disegnata dal noto fumettista Todd McFarlane, è molto bella e significativa: alcuni bambini seguono una ragazzina vestita di rosso, la quale sta giocando sull’orlo di un precipizio.

In vari pezzi vanno segnalate importanti partecipazioni esterne: Ice Cube in Children Of The KoЯn, Fred Dust dei Limp Bizkit in All In The Family e Tre Hardson dei Pharcyde in Cameltosis. Secondo me i brani in questione costituiscono, tuttavia, l’anello debole dell’album con troppi miscugli sonori tra rap, hip hop, funky e metal che alla lunga disorientano l’ascoltatore. Follow The Leader, forse a causa della babele di stili di cui è pregno, perde la compattezza che era una caratteristica delle precedenti releases al punto che appare una collezione di brani slegati tra loro. L’album ha un inizio anomalo: vi sono 12 tracce mute della durata di 5 secondi ciascuna. I brani veri sono numerati dal 13 al 25; davvero bizzarro! Almeno quattro track -l’opener It’s On!, Freak On A Leash (zeppa di effetti elettronici e supportata da un video molto interessante in cui una pallottola vaga pericolosamente senza, però, fare danni), Dead Bodies Everywhere (introdotta da un allucinante suono di un carillon e contraddistinta da un finale coinvolgente; i testi parlano di quando il cantante lavorava in obitorio con il padre) e Justin (dedicata ad un ragazzo malato terminale di cancro che in fin di vita realizzò il desiderio di vedere i Korn dal vivo)- sono indiscutibilmente tra le cose migliori prodotte dalla band nella loro carriera: imponenti, dure, energiche ma anche piene di spunti armonici e melodici. In Got the Life la band azzarda moltissimo perché si tratta di una song dalla ritmica dance anni ‘70 con un ritornello assolutamente fantastico. Stupenda e apocalittica My Gift To You che può essere considerata l’ideale prosecuzione dei finali dei precedenti due album ossia Daddy e Kill You; in definitiva la terza parte dello psicodramma interiore e delle fantasie malate dell’inquietante Jonhatan Davis. Chiude il disco l'inutile ghost track Earache My Eye una divertente cover del duo comico Cheech & Chong tratta dalla colonna sonora del loro film del 1978 Up In The Smoke. Da segnalare un invertimento di ruoli: Fieldy canta, David Silveria è al basso, Jonathan Davis suona la batteria e Head e Munky rimangono alle chitarre.
Nel complesso l’album è meno asfittico e più ragionato dei precedenti come nell’incalzante e folle Reclaim My Place, Seed, Pretty e B.B.K.; i brani pur permanendo pesanti sono sapientemente sfumati, si vede che il gruppo è ormai navigato, comincia ad avere esperienza ed azzarda sempre di più.
Purtroppo, a parte l’eccezionale Issues, fino al punto di non ritorno.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
82.67 su 196 voti [ VOTA]
Area
Giovedì 6 Giugno 2019, 15.29.54
53
Praticamente il loro album più famoso nel mondo... io però ad oggi riesco solo ad ascoltare il primo per intero. Questo mi piaceva più 20 anni fa, ma quando lo presi io era già uscito da quasi 4 anni.
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Venerdì 12 Maggio 2017, 0.16.15
52
Uh beh se si parla di dvd live notevoli hanno fatto anche quello all'Hammersmith del 2002 e Live ON The Other Side,ma anche tanti tanti altri,purtroppo non avenodli mai visti di persona io ma solo dei miei amici non posso parlare con certezza...per quanto riguarda l'album diciamo che lo considero in maniera diversa rispetto agli altri tre,ma nel suo essere particolare proprio perchè alterna canzoni catchy a mazzate è il mio preferito insieme al debutto...certo che anche Issues però è leggenda
Nu Metal Head
Venerdì 12 Maggio 2017, 0.04.58
51
io a morlock consiglierei di guardarsi i live dei primi anni dei korn, soprattutto il celebre "live in bruxelles" del '97, e poi mi venga a dire se sono tra i peggiori di sempre... ma anche ora contando che non sono più dei giovincelli se la cavano egregiamente rispetto a tante altre band... sul disco è vero, il meno bello tra i primi 4, ma è comunque un mezzo capolavoro... pezzi come "dead bodies everywhere" e "Justin" sono da scapocciamento puro, senza contare i due noti singoli e "it's on!"...
galilee
Venerdì 12 Maggio 2017, 0.04.33
50
Visti due volte live. Eccezionali. La differenza che c'e tra un disco degli Slipknot e un loro live è che il Live è 10 volte meglio. Visti almeno 3 volte. Sempre sublimi.
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Giovedì 11 Maggio 2017, 23.57.56
49
Ah questo è un alro discorso e in parte posso anche darti ragione,nel senso che rispetto altri generi qualche ritocchino in studio lo fanno,per esempio concordo che i System of a Down tra live e studio differenza c'è e pure per gli Slipknot...per i Korn non so dirti,ne hanno sempre parlato bene live,poi considera che almeno fino a una quindicina di anni fa prima che perdessero ispirazione e iniziassero a sperimentare erano abbastanza genuini
Nu Metal Head
Giovedì 11 Maggio 2017, 23.52.19
48
IL CONTRARIO!! i korn una tra le peggiori band di sempre in sede live?!? non perché siano i miei idoli ma questa mi giunge nuova...
Morlock
Giovedì 11 Maggio 2017, 23.11.16
47
Nessuno toglie che ci siano bei pezzi in questo disco,come negli altri d'altronde.....peccato che questa band come diverse nel genere siano risultate più il lavoro dei vari prodotturi(Ross Rombinson e Steve Thompson) che il resto....lo si evidenzia in sede live....una tra le peggiori band di sempre(battuta in toto solo dai System of a Down per i quali vale lo stesso identico discorso) e venitemi a dire il contrario!!
Havismat
Giovedì 11 Maggio 2017, 22.20.30
46
Secondo me il voto è giusto: un'ottimo album, ma non eccezionale, come il disco di debutto e, soprattutto, Issues.
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Giovedì 11 Maggio 2017, 21.46.14
45
Esatto,quello era il senso del mio discorso,ogni band punta a vivere di musica e quindi che sia underground o mainstream (sempre se vogliamo fare questa distinzione perchè nel metal le parole commerciale,moda,classifiche le prenderei con le pinze) alla fine il suo obiettivo è che la gente compri i loro album in modo che ascoltino la loro musica ed avere supporter...dal momento che anche le band black metal più underground prima o poi qualche disco riescono a venderlo il discorso che alcune band suonino per vendere ed altre no non ha senso,altrimenti nessuno si metterebbe a suonare se non per regalare gli album
Mulo
Giovedì 11 Maggio 2017, 21.06.33
44
Fabio devi capire che (x l'utente medio)se una band fa successo è commerciale,mentre chi non vende è true e onesto... Questo si è più "orecchiabile "rispetto ai primi 2.... Chi pubblica dischi lo fa perché vuol arrivare a vivere di musica,altrimenti si strimpella in garage o al pub...
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Giovedì 11 Maggio 2017, 20.59.39
43
Beh dubito che le altre band producano album per fare beneficienza...comunque anche seconod me 85 è giustissimo come voto
Morlock
Giovedì 11 Maggio 2017, 19.58.54
42
bel disco mainstream....scritto/prodotto benissimo... proprio un bel pacchettino confezionato ad arte.............per vendere!
Mulo
Giovedì 11 Maggio 2017, 19.53.52
41
Inutile fare paragoni con i Priest dato che si tratta di generi diversi (certo che a Sad Wings of destiny un 95 ci sta tutto),questo resta il meno bello dei primi 4 dei Korn ergo un 85 ci sta tutto (x me ovviamente)
Fabio Rossi (gi� HM is the Law)
Giovedì 11 Maggio 2017, 19.24.04
40
@ lisablack: i recensori sono diversi, i generi pure inutile fare paragoni; @Dave: tutto è opinabile: ho dato 97 a Korn, 90 a Life is Peachy e 93 a Issues che dal mio punto di vista sono superiori a quest'album. Riguardo all'essere "limitato" sono un fan dei Korn dagli esordi, li ho visti dal vivo 6 volte, ho fatto vari lavori su di loro in questo sito per cui.....
lisablack
Giovedì 11 Maggio 2017, 19.07.24
39
Se si considera che ha preso 85 Sad wings of destiny dei Priest, dal valore storico illimitato, allora....comunque anche il recensore è una persona con gusti e preferenze come tutti.
Dave
Giovedì 11 Maggio 2017, 18.38.42
38
È ovvio che per dare a questo album 85, bisogna essere proprio limitati... Colui che ha recensito questo album, l'ha probabilmente ascoltato con dei tappi nelle orecchie perchè non si puo discutere su questa pietra miliare... Sono in totale disaccordo con il voto... Per me sarebbe da 97
Dave
Martedì 17 Gennaio 2017, 8.50.53
37
Uno dei migliori album dei Korn... Questa pietra miliare, alterna l'hip hop e il funky al nu metal che caratterizza la band californiana sin dai suoi esordi. Un capolavoro voto 97
Pastor Of Muppets
Venerdì 30 Dicembre 2016, 14.19.49
36
Troppo bello per essere vero.
Pastor Of Muppets
Venerdì 30 Dicembre 2016, 14.19.49
35
Troppo bello per essere vero.
Tommaso calvino
Sabato 3 Dicembre 2016, 23.22.56
34
Album strafigo e originale.Voto:100
VomitSelf
Sabato 11 Giugno 2016, 23.22.29
33
Per quanto mi riguarda, il loro ultimo album davvero degno di nota. Anche se non riascolto un loro lavoro da almeno 15 anni. Voto: 80
Mirco Morgese
Sabato 16 Aprile 2016, 18.30.49
32
Solo io preferisco questo a Issues( che comunque non è brutto )?
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 14.21.03
31
Freak on a Leash e Dead Bodies Everywhere mi mettono i brividi: dure, morbose e affascinanti, ma alcuni pezzi non li mando proprio giù
Almetallo
Martedì 12 Agosto 2014, 14.16.06
30
Veramente una recensione perfetta che giustamente mette in evidenza il fatto che le 3 song con le collaborazioni abbassano il livello del disco , il resto delle canzoni sono spettacolari e probabilmente senza quelle 3 canzoni se la giocherebbe con il primo , voto giusto 85, peccato perché hanno rovinato un capolavoro , che spettacolo la strofa di reclaim my place
Nu Metal Head
Giovedì 17 Luglio 2014, 21.00.11
29
AaronD, bravo a ribadirlo un'altra volta, ma se non sbaglio ci aveva già pensato qualcuno nei commenti precedenti a dirlo... comunque sì, il motivo principale è quello, però io avevo letto, tra le varie motivazioni, che per quest'album non volevano finire col numero 13 perché pensavano portasse male, così decisero di partire col numero 13 (a proposito di questo, rimarrà indimenticabile la faccia che feci quando acquistai l'album... dopo aver letto la tracklist esclamai: "quello stronzo del negoziante mi ha fottuto!... non è che al posto di un doppio cd mi ha venduto un cd singolo?!?" pazzesco se ci penso... ), che poi se ci pensate bene è una boiata, perché anche in altri album dei korn ci sono 13 canzoni, non solo in questo...
AaronD
Giovedì 17 Luglio 2014, 18.29.43
28
Comunque la spiegazione delle 12 tracce mute non è così banale. Non è semplicemente "bizzarro", ma è motivato e toccante e rende ancora più onore ai Korn: la traccia numero 22 si chiama Justin, Justin era un ragazzo di (se non ricordo male) 12 anni, affetto da un'incurabile leucemia. Il suo ultimo desiderio fu quello di vedere i Korn live, che non solo lo invitarono al concerto ma gli dedicarono quello che poi sarebbe stato l'album più venduto della storia della band di Bakersfield. Justin non poté ricevere e ascoltare la sua copia di Follow The Leader poiché morì qualche mese prima e le 12 tracce da 5 secondi l'una formano un minuto di silenzio in onore di Justin.
Sickness
Sabato 1 Marzo 2014, 15.18.13
27
Se non fosse per le collaborazioni hiphop un po' bistratte, sarebbe il migliore dei korn, a mio parere. Davvero un capolavoro, e a mio parere una delle copertine più belle nella storia del metal.
robocoppola
Martedì 22 Ottobre 2013, 9.47.30
26
Piccola precisazione: la copertina non è stata disegnata da Todd McFarlane, ma dal suo pupillo Greg Capullo. Todd McFarlane si è occupato solo dell'inchiostrazione, com'era sua consuetudine a fine anni 90
Giaxomo
Domenica 29 Settembre 2013, 15.27.56
25
Quest'album è maledettamente bello, compresa la canzone con zio Ice Cube. L'unica pecca di quest'album sono le due canzoni noiosette e un abbastanza piatte pseudo rap intitolate "All in the Family" e "Cameltosis". Il rap lasciatelo fare a chi ha fatto la storia di questo genere come Ice Cube. Follow the Leader è tutto un highlight, molto diverso comunque dai due precendenti che sono più malati, claustrofobici ed opprimenti. IT'S ON! COME ON!
Macca
Giovedì 8 Agosto 2013, 11.50.10
24
Nu Metal Head@ purtroppo non riuscirò a sentirlo prima di lunedì, ma a giudicare dai commenti che ho letto forse è più una fortuna che una sfiga
Nu Metal Head
Mercoledì 7 Agosto 2013, 14.53.02
23
...perchè non hai ancora sentito il nuovo singolo!
Macca
Mercoledì 7 Agosto 2013, 14.50.30
22
Musicalmente è il mio preferito, anche se per importanza storica l'esordio lo surclassa questo è intriso di una malattia e di una sofferenza incredibili. Got The Life poi è fantastica, la loro canzone che preferisco! Oggi invece in metro ascoltavo SYOTOS, che ritengo un discreto pacco
manaroth85
Lunedì 8 Luglio 2013, 11.16.09
21
ho passato due anni ad ascoltarlo in corriera ad andar a scuola, letteralmente cotto la MC..immenso voto 9
Vulgar Puppet
Lunedì 26 Novembre 2012, 20.31.23
20
Grande lavoro dei Korn, che purtroppo risente delle collaborazioni Hip Hop non troppo entusiasmanti... Ma rImane un grandissimo disco, ed in particolare si notano grandi pezzi come It's On, Dead Bodies Everywhere, Got the Life e Freak on a Leash, la canzone con cui mi sono avvicinato ai Korn e la mia preferita in assoluto dei cinque di Bakersfield... Voto: 85
freedom
Venerdì 16 Novembre 2012, 12.44.19
19
Figurati...a dire il vero anch'io l'ho scoperto da qualche mese, prima pensavo di aver comprato un cd rovinato o cose del genere...
hm is the law
Venerdì 16 Novembre 2012, 12.20.01
18
@ freedom: bella precisazione grazie!
freedom
Venerdì 16 Novembre 2012, 12.11.06
17
Le dodici tracce iniziali formano un minuto di silenzio per la morte di un loro fan, Justin, a cui è dedicata anche l'omonima canzone. Comunque grandissimo disco, uno dei migliori, ma non ai livelli dei primi due.
Sonny
Martedì 4 Settembre 2012, 20.50.45
16
Sono in linea con voto e recensione (eccezionale come al solito Fabio!) e aggiungo solo che, secondo me, senza le tre canzoni hip hop arriverebbe a 90... Amo le contaminazioni, ma qui a mio avviso non sono riuscitissime! In ogni caso meraviglioso..
A.D.I.D.A.S.
Martedì 5 Giugno 2012, 18.00.27
15
leggero passo indietro rispetto ai primi 2 capolavori, ma il livello ragazzi rimane comunque altissimo. dei 3 brani hip hop ne potevano mettere solo uno (cameltosis), gli altri 2 se li potevano risparmiare. in generale un po' più orecchiabile, più mainstream (non a caso è il loro album che ha venduto più copie). voto: 85.
Franky1117
Venerdì 25 Novembre 2011, 11.54.08
14
album assolutamente valido ma piuttosto discontinuo in quanto alterna pezzi strepitosi (come il trittico iniziale) ad altri meno riusciti (all in the family, pretty, children of the korn)
GTX33
Sabato 11 Giugno 2011, 13.29.05
13
è quello dei korn ke preferisco.. molto bello dallla prima all'ultima canzone
Smau
Lunedì 6 Dicembre 2010, 20.10.37
12
Strano ma molto interessante!
Smau
Lunedì 6 Dicembre 2010, 20.10.37
11
Strano ma molto interessante!
Igghy
Venerdì 6 Agosto 2010, 20.06.28
10
cazzo solo 85! si merita almeno un 95!! veramente stupendo comunque, uno dei migliori dischi dei KoRn senza dubbio =)
Luigi
Lunedì 15 Febbraio 2010, 11.35.07
9
Grandissimo album nu metal! Da avere a tutti i costi!
NoRemorse
Venerdì 15 Maggio 2009, 0.02.52
8
LAMBRUSCORE scusa, non LAMBRUSCONE! (w il lambrusco comunque!)
NoRemorse
Venerdì 15 Maggio 2009, 0.02.03
7
E si mi sa caro LAMBRUSCONE...sta tutto nel pensare a come saranno visti questi album tra trent'anni! comunque non preoccuparti non sei l'unico!
LAMBRUSCORE
Giovedì 14 Maggio 2009, 20.19.51
6
i korn hanno fatto dei classici album metal? boh, forse sono io che ho una concezione diversa di questo genere musicale
Andrea70
Giovedì 14 Maggio 2009, 18.44.32
5
Ci sono cose buone ma altre sono decisamente scadenti
Er Trucido
Giovedì 14 Maggio 2009, 15.25.00
4
D'accordissimo sulla questione collaborazioni (sono effettivamente i pezzi meno riusciti). Le 12 tracce mute mi hanno fatto venire un colpo in macchina la prima volta che l'ho messo nel lettore cd: siccome l'avevo preso usato credevo di aver preso un paccone! Ottima recensione!
arkanoid
Giovedì 14 Maggio 2009, 13.23.20
3
Un grande disco recensito perfettamente. Bravo HMITL veramente eccezionale il lavoro che stai facendo su un gruppo complikcato come i Korn!
valereds
Giovedì 14 Maggio 2009, 12.56.55
2
quest'album ha da una parte pezzi memorabili e bellissimi,dall'altra brani che interrompono il piacevole ascolto dei primi.Concordo in pieno il tuo voto proprio per questo.
NoRemorse
Giovedì 14 Maggio 2009, 10.55.36
1
Bellissimo anche questo! Grandi che state recensendo la discografia! (o meglio i classici della discografia...e quindi quasi la discografia!) Album meno malato ma comunque molto sperimentale...inizio delcammino che li porterà ad Issues!
INFORMAZIONI
1998
Epic/Sony
NuMetal
Tracklist
1. It's On!
2. Freak on a Leash
3. Got the Life
4. Dead Bodies Everywhere
5. Children of the KoЯn
6. B.B.K.
7. Pretty
8. All in the Family
9. Reclaim My Place
10. Justin
11. Seed
12. Cameltosis
13. My Gift to You
14. Earache My Eye (ghost track)
Line Up
Jonathan Davis - voce
Brian "Head" Welch - chitarra
James "Munky" Shaffer - chitarra
Reginald "Fieldy" Arvizu - basso
David Silveria - batteria

Musicti Ospiti
Fred Durst – voce
Tre Hardson – voce
Ice Cube – voce
Cheech Marin - voce
Thomas Kornacker – performer
 
RECENSIONI
80
78
71
69
87
80
93
85
90
97
ARTICOLI
06/02/2015
Live Report
KORN
Atlantico, Roma, 02/02/2015
30/06/2013
Live Report
KORN + BULLET FOR MY VALENTINE + LOVE AND DEATH
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 25/06/2013
03/07/2011
Live Report
KORN
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 29/06/2011
27/09/2010
Live Report
OZZY OSBOURNE + KORN
Palasharp, Milano, 22/09/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]