IN EVIDENZA
Album

Judas Priest
Redeemer of Souls
Demo

Kalidia
Lies` Device
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/07/14
LUNOCODE
C`è Vita Intelligente Sulla Terra?

25/07/14
BLUES PILLS
Blues Pills

28/07/14
BASTARD FEAST
Osculum Infame

28/07/14
BLACK BOOK LODGE
Tûndra

28/07/14
HEIDRA
Awaiting Dawn

29/07/14
SOS
Strength And Conditioning

01/08/14
AVULSED
Carnivoracity (ristampa)

01/08/14
THOSE WHO BRING THE TORTURE
Piling Up

01/08/14
ALESTORM
Sunset On The Golden Age

01/08/14
ELUVEITIE
Origins

CONCERTI

24/07/14
POSSESSED + CATTLE DECAPITATION
MAGNOLIA OPEN AIR - MILANO

24/07/14
BRUTALITY WILL PREVAIL + RESURRECTION + SLANDER + NOISE TRAIL IMMERSION + BETWEEN WHILES
LIGERA - MILANO

24/07/14
SANITARIUM
IDIOTEQUE PUB - ANZIO (RM)

25/07/14
NIK TURNER + BLUES PILLS
TOTEM PSYCH FEST @ ROCCA SINIBALDA (RI)

25/07/14
MORANO IN ROCK
PIAZZA MERCATO - MORANO CALABRO (CS)

26/07/14
BALLETTO DI BRONZO + CHURCH OF MISERY
TOTEM PSYCH FEST @ ROCCA SINIBALDA (RI)

26/07/14
METALBOAT
VENEZIA

26/07/14
BAPHOMET'S BLOOD
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

26/07/14
LAMBSTONE
PARCO SHELLEY - SAN TERENZO/LERICI (SP)

26/07/14
HARD CASTLE FEST
PIAZZALE PRIMO MAGGIO (CAMPO SPORTIVO) - CASTELLAZZO BORMIDA (AL)

Deep Purple - Made In Europe
( 3719 letture )
La formazione dei Deep Purple denominata convenzionalmente Mark III registrò solamente due album in studio di pregevole fattura: Burn e Stormbringer.
Durante il tour europeo del 1975 furono effettuate delle registrazioni alcune delle quali finirono in un disco live, pubblicato nel 1976, intitolato Made In Europe e che, praticamente, costituisce l’epitaffio di quella grandissima band.

Il titolo di questo lavoro non può non richiamare alla memoria il mitico Made In Japan del 1972 vera icona dell’hard rock e manifesto della Mark II.
Non credo proprio che ci sia qualcuno che non conosca questo live contenente alcune canzoni che sono letteralmente passate alla storia quali Smoke On The Water e Child In Time.
Il vero problema di Made In Europe è proprio il confronto davvero improbo con l'illustre predecessore ed è forse per questo motivo che non ha avuto il giusto riconoscimento che invece avrebbe meritato.

Il disco, dalla copertina che peraltro richiama nettamente quella di Made In Japan, contiene solamente cinque pezzi -tre tratti da Burn e due da Stombringer- nei quali le qualità artistiche dei musicisti della band vengono messe in grande risalto grazie ad una prestazione di notevole levatura.
L’album si apre con una bella overture di Ritchie Blackmore e David Coverdale che urla ”Rock And Roll!” dopodiché inizia Burn un brano duro, veloce e travolgente con tutta la formazione che si esprime ai massimi livelli. La gemma dell’album è la seguente Mistreated (Interpolating Rock Me Baby) una track lunga e lenta dotata di un riff portante stupendo che ti si imprime nella mente per non andare più via. La prova di Coverdale qui è semplicemente stratosferica in particolare nella parte aggiuntiva Rock Me Baby: da brivido. La stessa song verrà riproposta da Blackmore nel live dei Rainbow On Stage del 1977 con R. J. Dio alla voce ma con un risultato, a mio modesto parere, decisamente inferiore. Segue Lady Double Dealer un pezzo molto tirato di pregevole fattura. Il gruppo si scatena nella succesiva You Fool No One che ha un ritmo travolgente: maestoso Lord all’organo, il lavoro di Hughes/Paice è davvero grandioso e l’assolo devastante di Blackmore è semplicemente allucinante. La conclusiva potente Stormbringer è il degno suggello a questo stupendo live hard rock.
Da evidenziare in negativo il fatto che i brani sono oggettivamente pochi ed un insufficiente lavoro al missaggio. Le cinque canzoni sono riproposte in maniera pressocchè perfetta: i Deep Purple in quel momento storico erano davvero al loro apice.
Consiglio vivamente l’acquisto di questo album, a cui sono personalmente affezionato, a tutti coloro che amano il grande hard rock degli anni settanta.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
51.17 su 28 voti [ VOTA]
Alex
Giovedì 15 Maggio 2014, 22.06.34
15
Album imperdibile anche questo, ma come qualcun'altro ha già fatto osservare, io preferisco Live in London.
Weston-super-Mare
Lunedì 28 Ottobre 2013, 21.31.25
14
Dei deep purple mark III preferisco live in london 74. Però in realtà anche questo è ottimo, suonato alla grande, e col basso di Hughes in grande spolvero. Spesso viene considerato "minore", ma la verità è che il 90% degli atri gruppi hard rock nemmeno se lo sognavano un live così.
D.P.
Domenica 9 Giugno 2013, 14.35.51
13
Made In Europe e' l'eccezione che conferma la regola. Quando oramai i duri conflitti interni ( in particolare tra Blackmore e il duo Hughes/Coverdale che spingevano per un sound piu' blues e funkyeggiante tanto da far abbandonare da Ritchie la band alla fine del tour) erano irrisolvibili ecco che i nostri amati 5 danno vita ad un live grandioso, da un punto di vista stilistico il migliore dei Purple. Se in Made In Japan domina all' 80% l'improvvisazione qui tutto e' controllato alla perfezione, ogni singola nota o battuta e' dove doveva essere. Mitico.
The Nightcomer
Martedì 26 Febbraio 2013, 23.50.43
12
Buon album, ma ho sempre preferito Live In London, a mio modesto parere il più bel live fatto dai nostri, assieme al già citato Made iIn Japan.
Italo
Mercoledì 9 Gennaio 2013, 20.01.10
11
09-01-2013. Ultime insistenti voci : Hughes e Coverdale in occasione dell'imminente anniversario di Burn e quella successiva di Stormbringer avrebbero, subito dopo la morte di Lord, deciso di......ebbene si ! Realizzare un evento epico e indimenticabile. Oltre a Paice e Airey (quale sostituto del mai rimpianto John) avrebbero anche ricevuto (incredibile a dirsi) il benestare di Blackmore . Il tutto sembra sia nato inizialmente per rendere omaggio al grande musicista scomparso, loro carissimo amico. Addirittura si starebbero anche decidendo le eventuali date del tour mondiale, proponendo una set list scelta tra i due album della Mark 3.
B-DEEP
Domenica 17 Aprile 2011, 16.22.07
10
con la definitiva uscita di Blackmore durante il loro tour europeo nel 1975 (ultima data a Parigi in aprile) i Deep Purple erano virtualmente finiti. Fortunatamente ci fu' la possibilita' di pubblicare nel 1976 questo maestoso live estrapolato dal suddetto tour che ritengo anche io il loro testamento finale (della Mark 3) e non me ne vogliate se lo considero superiore anche all'epico Made In Japan. Solo 5 canzoni ma che canzoni : potenza,tecnica,energia devastante ma ottimamente controllata che lo rendono a mio avviso il loro live ufficiale migliore. Coverdale,Hughes,Blackmore,Lord,Paice infinite grazie.
Barhory
Sabato 16 Maggio 2009, 20.24.11
9
Gran live con brani memorabili
hm is the law
Venerdì 15 Maggio 2009, 19.38.30
8
Ok ho capito cmq la mia era solo una provocazione: sono due versioni diverse ma bellissime della stessa song poi è normale che uno preferisca l'una o l'altra.
Raven
Venerdì 15 Maggio 2009, 18.13.18
7
Si che l'avevo letta, era solo un modo per glissare, leggi il mio commento con un tono incazzato e tisarà chiaro il sesno
hm is the law
Venerdì 15 Maggio 2009, 15.23.34
6
Ti è sfuggita l'osservazione su Mistreated (te stai a invecchia!): HMITL: "La stessa song verrà riproposta da Blackmore del live dei Rainbow On Stage del 1977 con R. J. Dio alla voce ma con un risultato, a mio modesto parere, decisamente inferiore" Raven: (rece On Stage) "Con “MISTREATED” si torna all’atmosfera Purple; il brano è troppo conosciuto per essere descritto; voglio aggiungere che la versione cantata da Dio per me è superiore all’originale, ma il mio debole per Ronnie è risaputo. Mò t'incazzi? Ciao Fabio
Er Trucido
Venerdì 15 Maggio 2009, 12.08.46
5
Se non sbaglio è da questo disco che gli Europe presero il loro nome...Mi hai fatto venire voglia di ascoltarlo, l'ho visto in offerta a 5 euro, quasi quasi...
Raven
Venerdì 15 Maggio 2009, 11.49.11
4
Quale osservazione? non ho letto nessuna osservazione, e comunque non mi ncazzerei, CHIARO?
hm is the law
Venerdì 15 Maggio 2009, 9.58.41
3
Ehi Raven pensavo che ti incazzavi per la mia osservazione su Mistreated!
Andrea70
Venerdì 15 Maggio 2009, 9.52.49
2
Grandissimo album live. Concordo con Raven non c'è paragome con Made in Japan
Raven
Venerdì 15 Maggio 2009, 8.55.45
1
Nn è certo made inJapan, però ragazzi......
INFORMAZIONI
1976
EMI
Hard Rock
Tracklist
1. Burn
2. Mistreated
3. Lady Double Dealer
4. You Fool No One
5. Stormbringer
Line Up
David Coverdale: voce principale
Glenn Hughes: basso e voce secondaria
Ritchie Blackmore: chitarra
Jon Lord: tastiera
Ian Paice: batteria
 
RECENSIONI
85
80
72
81
56
86
93
82
94
80
83
92
95
85
98
68
86
78
ARTICOLI
10/03/07
Live Report
DEEP PURPLE
Lo show di Acireale
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]