Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Led Zeppelin
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Led Zeppelin - The Soundtrack From The Film The Song Remains The Same
( 7275 letture )
1977
Frequentavo il liceo e non ero ancora aduso alla musica rock.
Un mio compagno portò a scuola un doppio vinile dalla copertina nera con al centro l'immagine di una casa fatiscente: si trattava del live The Soundtrack From The Film The Song Remains The Same dei Led Zeppelin. Lo ascoltai per la prima volta insieme a tutti i compagni (l’istituto era autogestito) e… rimasi letteralmente folgorato!
Me lo feci prestare e a casa non feci altro che sentirlo e risentirlo: quella musica lentamente mi avvolgeva e non mi avrebbe lasciato mai più.

Vidi successivamente anche il film autobiografico della band (regia di Joe Massot e Peter Clifton) davvero molto suggestivo ma, forse, un po’ stravagante.
Oltre all’esibizione live della band, nel film furono inseriti spezzoni fantastici in cui ogni membro del gruppo interpretava un ruolo: Robert Plant brandisce uno spadone e si dirige in un castello per liberare una damigella; John Paul Jones è un cavaliere nero che si aggira in un cimitero immerso nella nebbia; John “Bonzo” Bonham fa il gangster, guida veloci “hot rod” e motociclette, beve drink e gioca a biliardo; Jimmy Page cerca l’eremita raffigurato sulla copertina di IV.
Buono nell’insieme l’effetto ottenuto, ma la forza del film sta soprattutto nelle imperdibili spettacolari sequenze live della band inglese.

Ragazzi l’amore per il metal lo devo a questa release che oggi, a distanza di tantissimi anni, considero ancora uno dei più bei live della storia del rock ed uno dei migliori dischi in mio possesso.

Pubblicato per l’etichetta Swan Song nel 1976 The Soundtrack From The Film The Song Remains The Same è un doppio album frutto delle registrazioni effettuate nel corso di tre concerti al Madison Square Garden di New York durante il tour americano del 1973 a supporto dell’album Houses Of The Holy.
Il disco ripercorre le tappe più significative della carriera dei Led Zeppelin, una della band più importanti della musica rock & metal, mettendo in evidenza l’assoluta maestria dei componenti della gloriosa band.

I brani che compongono quest’album sono nove: i primi tre (Rock And Roll, Celebration Day - unico brano tratto da III e di gran lunga migliorato - e The Song Remains The Same) esaltano il gruppo nell’insieme nel contesto di pezzi coinvolgenti e molto rock.
L’atmosfera si rilassa con la lenta e struggente ballata Rain Song qui presentata in una veste migliore rispetto alla versione in studio.
Si prosegue, quindi, con la lunghissima, un po’ troppo a dire il vero, e psichedelica Dazed And Confused con tanto di assolo di archetto di violino di Page.
L’epica No Quarter è dominata dalle tastiere di un ispiratissimo John Paul Jones.
L’immortale Stairway To Heaven viene suonata da Page con una Gibson a doppio manico (uno con sei e l’altro con dodici corde); l’assolo finale del chitarrista è da brividi ed è considerato uno dei più belli della storia del rock.
Moby Dick è l’apoteosi di John Bonham che letteralmente sventra la sua batteria in un assolo memorabile della durata di circa quindici minuti!
Chiude l’album la stratosferica Whole Lotta Love, uno dei brani più rappresentativi dei Led Zeppelin tratto dal loro secondo lavoro in studio e sorretto da un riff storico tra i più conosciuti, al pari di Smoke On The Water dei Deep Purple o di Paranoid dei Black Sabbath; il pezzo è impreziosito dall’aggiunta di Boogie Chillen, un rock’n’roll di John Lee Hoocker; la prova vocale di Robert Plant è semplicemente magistrale.

Un live eccezionale, a volte un po’ prolisso, ma all’altezza delle aspettative di una delle band che all’epoca “spaccava” proprio nei concerti dal vivo (ed io purtroppo me li sono persi!).
The Soundtrack From The Film The Song Remains The Same è l’unico album live ufficiale della band.
Consiglierei, però, a chi è interessato di ascoltare anche il triplo live How the West Was Won, pubblicato postumo nel 2003, che ha il grande merito di contenere molti altri classici della band. Nel 1976 eravamo ancora all’epoca del vinile e, per carenza di spazio, alcuni pezzi, tra cui la bellissima Since I’ve Been Loving You, non furono inclusi in The Soundtrack From The Film The Song Remains The Same -ma a ciò si porrà rimedio con la ristampa in doppio CD del 2007.



VOTO RECENSORE
98
VOTO LETTORI
60.23 su 89 voti [ VOTA]
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 17.41.25
49
Il live definitivo della musica rock, come fai a dire che Plant canta male e meglio qui che negli album in studio.
Pino
Giovedì 25 Febbraio 2016, 16.31.20
48
Porco dio quanto canta male plant qui, rovina completamente tutto.
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 16.04.08
47
A me è sempre piaciuto come è sempre piaciuto il film
hermann 60
Venerdì 21 Agosto 2015, 14.30.54
46
questo è il live per antonomasia solo made in japan può avvicinarlo . Il voto utenti è basso perché hanno votato troppi pivelli. Chi è cresciuto con gli Zep e grazie a loro ascolta, ultracinquantenne, thrash e Death metal davanti ad un voto del genere minimo un ictus . Per fare dei live come i gruppi moderni che ricopiano perfettamente il disco originale meglio lasciar perdere. qui improvvisano ,ogni pezzo viene suonato in modo diverso in ogni concerto, un'altra categoria
Lizard
Lunedì 1 Giugno 2015, 10.00.40
45
Nameless/blaster: come sopra, i multinick non sono graditi, né tollerati. Primo e ultimo avviso.
Blaster
Lunedì 1 Giugno 2015, 1.13.46
44
Una cosa, scusate
Blaster
Lunedì 1 Giugno 2015, 1.12.54
43
Sì sì ovviamente è una soggettiva
Awake
Domenica 31 Maggio 2015, 23.50.13
42
Validissimo il buon Paul, benché Plant è più nelle mie corde, tanto di cappello cmq...
Blaster
Domenica 31 Maggio 2015, 14.06.26
41
Per me Paul Rodgers è meglio.
Awake
Domenica 31 Maggio 2015, 10.38.44
40
Plant: the rock voice of all rock voices... corde vocali direttamente collegate all'anima. Inarrivabile.
metallo
Sabato 30 Maggio 2015, 20.21.41
39
Tranquillo Enrico non mi sono offeso, rispetto tutte le opinioni, compresa la tua, ma certo quando sono un bel po di giorni che ci sono attacchi concentrici durissimi con parole brutte e parolacce contro una delle mie band del cuore, vado un po su di giri pure io, per quanto riguarda i Zeppelin poi ci sono due loro album che ho fatto sempre fatica a digerire, dunque non sono uno coi paraocchi, ho anche detto che dopo l'operazione Plant ha cominciato anche se gradualmente e a volte solo a tratti a sfiorire vocalmente parlando, cosa che mi ha fatto arrabbiare non poco perche' avrebbe potuto conservare meglio la sua voce, non casco a fare poi cnfronti con i Purple(di cui amo tre album propriosvisceratamente) perche' le considero diverse tra loro cosi' come sono diversi Blackmore e Page tra di loro, ma in questo live la voce di Plant era fusa col suo cuore, e' stato sempre spontaneo, mai finto sul palco ha sempre dato tutto se stesso ed e' questo il carisma che gli ha procurato un vasto seguito, idem per Page il suo jek non era collegato solo semplicemente con la sua chitarra ma con la sua anima perche' la sua chitarra contenevva tuuto lui stesso senza barriere , senza filtri senza falsita', niente meccanicita',solo istinto e creativita' sublime, e tutta la sua animaera un tuttuno con essa, questo e' cio' che penso e che tanti altri hanno sempre pensato di loro.
Enrico
Sabato 30 Maggio 2015, 19.44.21
38
Scusami non ti volevo offendere, davvero mi dispiace.
metallo
Sabato 30 Maggio 2015, 19.01.44
37
Il voto utenti me lo risbatto, io sono stato srmpre obiettivo non ho mai mentito a me stesso, per me e e' rimarra' sempre un gran bel live album, voi pensate come vi pare, la moltitudine di persone che li apprezzo' sempre , sempre lo fara' , la disamina del recensore poi e' molto buona, e la loro prova e' stata stupenda, poi pensate quello che volete, tanto la storia loro l' hanno scritta e sono leggenda, se volete andare contro la storia fate pure, ma e' come l'andare di Don quishotte contro i mulini a vento, e a remare controcorrente si fa sempre fatica, fate vobis.
Enrico
Sabato 30 Maggio 2015, 18.44.07
36
Scusa se te li dico metallo ma non sei per niente obiettivo. Qui i led zeppelin hanno toppato di brutto, e il voto utenti non fa che darmi ragione.
metallo
Sabato 30 Maggio 2015, 16.17.23
35
Ma che e' sti giorni porca puttana oh!? Ma che e' sto accanimento sospettto contro i Zeppelin!?l'invasione dei piccioni cagatori!?.Personalmente se devo fare un raffronto tra questo e How the West was Won e questo preferisco How the West, ma di poco. Jones al basso e soprattutto alle tastiere magicamente ispirato, , Bonham un furiclasse incontenibile, il suono della Les Poul di Page sembra come sprigionare sfregando le sue dita immortali e far uscire (paragrasando) dalla chitarra di Aladino,una seconda geniale e magica voce che affiancaca quella altrettanto meravigliosa di Plant, Starway to Heaven, Dazedvand Confused, Moby Dick, Whole Lotta Love, ma anche le altre da brividi, sono sempre loro il dirigibile che e' volato sempre piu' in alto e che non ha mai fatto lavori terra terra .Unici ed inconfodimente supremi Zeppelin.
Enrico
Sabato 30 Maggio 2015, 15.55.21
34
Madonna mia che merda sto live, credo sei uno dei peggiori della storia del rock, fa tutto schifo, jimmy page sembra suonare con le dita fracassate, plant fa semplicemente vomitare, non ci ha un briciolo di voce, gli unici che si salvano sono bonham, che fa sempre un lavoro magistrale, e il bassista, che tra l'altro in mezzo a tutto il casino quasi non si riesce a sentire.
Nameless
Giovedì 28 Maggio 2015, 19.53.17
33
Da un punto di vista strettamente strumentale e perfetto, peccato che le scarsissime condizione vocali di Plant rovinino tutto.
peppe
Sabato 16 Maggio 2015, 14.50.50
32
a parte il fatto che lo conosco, punto primo, non so tu ma io ascolto led zeppelin da trent anni a sta parte, se poi sei convinto così, ti dico che hai ragione, perchè toglierti questo piacere!? ...e pochezza your sister, comunque!
Weston-super-Mare
Domenica 14 Dicembre 2014, 22.00.56
31
@ peppe: le versioni di Stairway to Heaven, Dazed and Confused, Whole Lotta Love, Rock and Roll, Moby Dick sono tutte superiori sul live "How The West Was Won", basta ascoltare. Per non parlare poi del doppio DVD del 2003, con il live alla Royal Albert Hall e l'estratto all'Earls Court... Anche BBC sessions è decisamente meglio. Del resto, come dicevo prima, basta ascoltare o anche andarsi a leggere le varie recensioni che ci sono in giro. Non è che siccome tu conosci solo questo vuol dire che dobbiamo tutti adattarci alla tua pochezza eh...
Le Marquis de Fremont
Venerdì 13 Giugno 2014, 16.19.03
30
Sono d'accordo con Monsieur Hm is the law che questo è uno dei migliori live delle band hard rock, per me assieme a The Road Goes Ever On dei Mountain. All'epoca dopo i grandissimi Black Sabbath i Led Zeppelin erano la band che mi piaceva di più, oltre ai Mountain, tra i vari Deep Purple, Uriah Heep e altri, soprattutto per il loro approccio blues. Qui, come nei grandissimi live dell'epoca - e contrariamente a quanto non vedo fare alle band metal - nei live di dilatavano i pezzi, aggiungendo assoli e passaggi di grande bellezza. In particolare l'inizio del secondo LP, con l'accoppiata No Quarter/Stairway to Heaven, la considero una delle sequenze live più affascinanti di tutti i tempi. E' stata la colonna sonora del mio periodo in college a Cambridge. Ho visto il film con i bellissimi inserti gothic e fantasy almeno cinque o sei volte ed ero a Knebworth nell'estate del 1979. Ma in mezzo a quasi 400.000 persone, ho visto 4 puntini ma sentito ottima musica. Album da avere assolutamente. Au revoir.
peppe
Venerdì 13 Giugno 2014, 14.05.05
29
hm nn devi dirlo a me, io lo so da una vita, è invece weston il malfidato, infatti io rispondevo a lui!!
Hm is the law
Giovedì 12 Giugno 2014, 21.46.32
28
@ peppe: quest'album è uno dei migliorti live di tutti i tempi fidati
peppe
Giovedì 12 Giugno 2014, 21.40.45
27
ah, dimenticavo la canzone the s. r. the same: praticamente perfetta!
peppe
Giovedì 12 Giugno 2014, 21.27.50
26
weston vorresti forse dire che le versioni di stairway, dazed, no quarter e since i ve been lovin you del film, nn sono superiori a tutti gli altri live degli zeppelin? è questo che vorresti dire?
max giamma
Domenica 4 Maggio 2014, 13.50.04
25
l'ho sentito miliardi di volte(non esagero) ed ogni volta e' come se fosse la prima.GRANDI ZEPPELIN
DP
Domenica 6 Ottobre 2013, 17.58.46
24
della serie fossero questi i problemi della vita ma credeteci : dopo anni di ascolto, approfondimenti e conoscenze di questo splendido e unico universo musicale che e' il rock non sono ancora riuscito a capire (e' grave, devo preoccuparmi ?) quale tra "Made In Japan" e "The Song Remains The Same" sia il piu' grande live mai pubblicato. Ultimi esempi di rock genuino e sanguigno. Ho deciso quindi di non fare eventuali torti e di posizionarli sullo stesso livello. Non me ne vogliano i fans Purple e Zepp uniti spesso da accese rivalita' perche' si sta' comunque parlando di due dinosauri che in un modo o nell'altro hanno influenzato e influenzano tutt' ora il genere e fare una analisi decisionale e' pressoche' impossibile . Rock ' on.
celtic warrior
Giovedì 13 Settembre 2012, 19.06.31
23
Io possiedo il doppio vinile e il dvd rimasterizzato , non so quante volte l ho visto e ascoltato , per mè un must !!!
Matocc
Giovedì 13 Settembre 2012, 18.59.36
22
uno dei rari esempi in cui la reissue supera l'originale: oltre a possedere l'omonimo doppio DVD ho la ricchissima ristampa 2007 da 2 CD con l'aggiunta tra le altre di Heartbraker, Black Dog e la magnifica Over the Hills and Far Away e posso solo dire che il risultato è strepitoso...
blackie
Giovedì 13 Settembre 2012, 18.41.36
21
stupendo meravigloso inarrivabile grandissimo album capolavoro anni 70.
sveva
Domenica 29 Luglio 2012, 10.25.51
20
Led Zeppelin...un gruppo dai "suoni" sempre opportuni, al di là del tempo e dello spazio!!! Personalissima la recensione, grande Fabio!
NIKKOX
Domenica 29 Luglio 2012, 9.21.26
19
magnifico e fantastico: 95!
hm is the law
Domenica 22 Luglio 2012, 12.03.08
18
@ weston super mare: praticamente questo live mi ha cambiato la vita anche se riconosco il valore dei live postumi per me rimarrà sempre nel cuore!
weston super mare
Domenica 22 Luglio 2012, 11.11.04
17
The Song Remains The Same secondo me è un buon live, ma non fra le migliori performance del Dirigibile. E' stato assemblato con le performance relative agli ultimi concerti del massacrante tour americano 1973, e la band era ormai un po' stanca e si sente. Soprattutto Robert Plant non è in gran forma e in alcuni passaggi fa molta fatica. Non è un brutto disco, ma come primo, e per oltre 20 anni unico, live ufficiale della band sarebbe stato meglio puntare su altri concerti. I postumi BBC Sessions, How The West Was Won e DVDboxset, oltre ai numerosi bootlegs, dimostrano come i Led Zeppelin dal vivo sapessero far meglio. Voto mio 75
Matte Piras
Mercoledì 22 Febbraio 2012, 20.23.13
16
Tutto
hm is the law
Sabato 7 Gennaio 2012, 11.09.12
15
Ho un mare di libr e, riviste dell'epoca sui Led mi manca soli il non averli potuti vederli dal vivo. Nel 1979 stavo partendo per Knebworth, ma per motivi vari poi saltò tutto: è uno dei più grandi rimpianti della mia vita
fabio II
Giovedì 5 Gennaio 2012, 17.18.46
14
L'hai letto caro Fabio? 'Il Martello degli Dei' è insieme all'autobiografia di Julian Cope ( 'Head On / Repossessed' ) la cosa migliore che abbia mai letto in ambito rock
hm is the law
Giovedì 5 Gennaio 2012, 17.11.14
13
Il martello degli Dei: Led Zeppelin forever!
fabio II
Giovedì 5 Gennaio 2012, 15.14.14
12
A mio parere ci sono in giro altri concerti più memorabili degli Zep; uno è quello menzionato e recensito da Fabio ( How the west was won' ); un'altro dvd molto bello è 'Earls Count '75'. Non ci sono solo i 'soliti' highlights; ma anche versioni clamorose di pezzi meno famosi come 'Trampled Undrefoot'; una cosa da far tremare i polsi anche a chi è cresciuto con Sly & The Family Stone ('There's a riot goin' on' è uno dei miei dischi di sempre ).....e gettare nello sconforto i fans dei Daft Punk se hanno un pò si sale in zucca
the rover
Mercoledì 9 Novembre 2011, 19.47.29
11
bel concerto ma qui plant inizia a mostrare dei cedimenti che dal 75 porteranno la band a riarrangiare tutto il repertorio livel!!!!!!!xil resto nulla da dire lo ascolto sempre con piacere e un 90pieno se lo merita!!!!!!
MAIDEN 65
Domenica 24 Luglio 2011, 20.35.26
10
CAPOLAVORO VOTO 98
Lucy
Sabato 4 Luglio 2009, 20.02.02
9
...la storia
Fucking
Sabato 27 Giugno 2009, 20.36.07
8
Live intramontabile, Dazed and Confused immensa!
Hellion
Giovedì 4 Giugno 2009, 14.00.53
7
100, 100, 100 ed ancora 100!!!!
zoso
Mercoledì 3 Giugno 2009, 23.01.32
6
magistrale...non dimentichero mai piu la prima volta che asoltai stairway to haven....l'assolo epico di jimmy page...la voce meravigliosa di rober plant......un'album da 1000...
Asia
Mercoledì 3 Giugno 2009, 17.25.58
5
volevo dire stupendo
Asia
Mercoledì 3 Giugno 2009, 17.25.26
4
Semplicemente stuoendo
Simone
Mercoledì 3 Giugno 2009, 14.03.30
3
Un'altro straordinario live. Va di diritto sul podio dei migliori live di sempre insieme a Alive dei Kiss e Made In Japan dei Deep Purple, però se mi chiedete chi va al 1° posto... la vedo molto dura. Intramontabili Led Zeppelin!
Embedded
Mercoledì 3 Giugno 2009, 13.58.53
2
Grande album live al pari di made in japan
Stefano
Mercoledì 3 Giugno 2009, 10.37.08
1
La storia del rock. Disco sublime da avere a tutti i costi.
INFORMAZIONI
1976
Swan Song
Rock
Tracklist
LP 1
1. Rock And Roll
2. Celebration Day
3. The Song Remains The Same
4. Rain Song
5. Dazed And Confused
LP 2
1. No Quarter
2. Stairway To Heaven
3. Moby Dick
4. Whole Lotta Love


2 CD Reissue 2007:
CD one:
1. Rock and Roll
2. Celebration Day
3. Black Dog (with "Bring It On Home" intro)
4. Over the Hills and Far Away
5. Misty Mountain Hop
6. Since I've Been Loving You
7. No Quarter
8. The Song Remains the Same
9. The Rain Song
10. The Ocean
CD two:
1. Dazed and Confused
2. Stairway to Heaven
3. Moby Dick
4. Heartbreaker
5. Whole Lotta Love/Boogie Mama
Line Up
Robert Plant: vocals
Jimmy Page: guitar
John Paul Jones: bass and keyboards
John Bonham: drums
 
RECENSIONI
90
78
75
98
85
97
88
100
88
92
98
ARTICOLI
22/10/2012
Articolo
LED ZEPPELIN
Celebration Day - Live @ O2 Arena, 19/12/2007, Londra
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]