Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Darkthrone
Old Star
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

26/07/19
THE TRIGGER
The Time Of Miracles

26/07/19
LORDI
Recordead Live - Sextourcism In Z7

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Stellar Prophecy (reissue)

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Hawkdope (reissue)

26/07/19
FAITHSEDGE
Bleed for Passion

26/07/19
SOUNDGARDEN
Live from the Artists Den

26/07/19
SINHERESY
Out of Connection

26/07/19
AS I MAY
My Own Creations

26/07/19
WORMWOOD
Nattarvet

CONCERTI

21/07/19
THE DARKNESS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

21/07/19
MILANO DEATH RALLY (day 2)
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

21/07/19
DESTRAGE
CFHC FEST - CASTELFIDARDO (AN)

21/07/19
ROCK INN SOMMA (day 4)
SOMMA LOMBARDO (VA)

21/07/19
GRAVE PARTY (day 2)
AREA FESTE - GAGGIANO (MI)

21/07/19
METALLO VILLANO OPEN AIR
VILLA DURAZZO BOMBRINI - GENOVA

21/07/19
YAWNING MAN + HOLDING PATTERNS + THE TURIN HORSE + DIVULGAZIONE + MAY I REFUSE + FRANCESCO PERISSI XO + UMANZUKI
SANTA VALVOLA FEST c/o ORTO SONORO - PRATO (PO)

23/07/19
PERIGEO
PIAZZA SS. ANNUNZIATA - FIRENZE

25/07/19
COVEN + DEMON HEAD
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

25/07/19
THERAPY?
CURTAROCK FESTIVAL - CURTAROLO (PD)

Black Sabbath - Mob Rules
( 13690 letture )
Per i Black Sabbath non era semplice produrre un album all’altezza di Heaven And Hell, considerato uno dei capolavori incisi dal gruppo in tutta la sua lunghissima storia. Nel novembre 1981, soltanto un anno dopo quella notevole release, uscì Mob Rules, secondo disco con Ronnie James Dio alla voce, registrato ai Record Plant Studios di Los Angeles e prodotto dal mitico Martin Birch. La cover di Mob Rules, oltre ad essere inquietante, è molto suggestiva ed è stata ispirata da un’opera dell’artista Greg Hildebrant intitolata Mob Dream.
Da notare la scritta con il sangue in terra che sembra essere dedicata al vecchio vocalist Ozzy Osbourne (Kill Ozzy).
La line up prevede un cambio alle pelli: Bill Ward, storico batterista dei Black Sabbath e devastato dai problemi con l’alcool, viene sostituito da Vinny Appice, il fratello del più famoso Carmine (Vanilla Fudge, Rod Stewart).
Dal punto di vista stilistico questo lavoro rappresenta un’ideale continuazione del suo illustre predecessore includendo tracks molto metal con indovinate atmosfere epiche e melodiche.
Le liriche, tutte composte da Dio, vertono sulle consuete tematiche mistiche e fantasy tanto care al singer italo americano.

L’album contiene nove pezzi.
L’energica Turn Up the Night è la track d’apertura introdotta da un oscuro riff di basso per poi evolvere in un trascinante hard rock; l’accostamento con Neon Knights, contenuta in Heaven And Hell, è piuttosto evidente. La successiva Voodoo è uno dei brani migliori dei Black Sabbath dell’epoca Dio; caratterizzato da un intenso intro di chitarra, dal ritmo molto cadenzato e da una performance vocale di grande spessore. La lunga The Sign of the Southern Cross è un’altra perla strutturata sapientemente tra ritmi lenti e più veloci; si tratta di una sorta di semi ballata dai contorni fortemente epici con l’ugola di Dio in grande evidenza.
La strumentale E5150, vagamente psichedelica, ha praticamente il compito di introdurre la title track, veloce ed accattivante, vero cavallo di battaglia nelle esibizioni dal vivo del gruppo; superbo il riff portante di Iommi. Da notare che il brano fu inserito, insieme a E5150, nella colonna sonora dell’ottimo film canadese a cartoni animati intitolato Heavy Metal (dal nome di una rivista a fumetti americana) diretto da Leonard Mogel e prodotto da Ivan Reitman nel 1981. Meno significative le successive tre canzoni: Country Girl è tutto sommato una discreta song dal ritmo blando; più scatenata Slipping Away dotata di un buon riff portante; Falling Off the Edge of the World inizia lentamente por poi aumentare decisamente di tono. Questi brani fanno scendere lievemente la qualità complessiva del disco. Over and Over chiude degnamente questa release; è una melanconica ballata con una maestosa prova vocale di Ronnie James Dio e di Tony Iommi alla sei corde: da brividi il suo lungo assolo finale.

Purtroppo Dio lascerà il gruppo insieme ad Appice per divergenze con il duo Iommi/Butler (torneranno insieme nella band nel 1992 pubblicando Dehumanizer).
Si apre così un periodo di crisi fino all’avvento di Toni Martin alla voce nel 1987.

Mob Rules, pur risultando meno immediato e qualitativamente inferiore a Heaven And Hell, è, comunque, un grandissimo album in puro stile hard’n’heavy magnificamente sorretto dalla grandissima tecnica dei componenti della band.

Consiglio spassionato: disco da possedere assolutamente!




VOTO RECENSORE
91
VOTO LETTORI
77.36 su 95 voti [ VOTA]
ObscureSolstice
Martedì 21 Maggio 2019, 2.40.15
56
@DP: tanti grandi artisti sono italiani.. quei posti si prende cura del talento e lo riconosce perfettamente, mentre un soggetto che prova a fare rock qui vieni visto come uno strano, un sognatore o peggio un pusillanime...automaticamente non cresci. Questo è lo spettro. Quando è il contrario dove il rock'n'roll è di casa e tutto ci circonda. It's the sign of the southern cross, yeah! ...Ronnie James vive...
philosopher3185
Giovedì 11 Aprile 2019, 2.22.12
55
@DP;hai dimenticato di citare vinny appice,anche lui italiano☺
Luka 2112
Giovedì 11 Aprile 2019, 0.15.01
54
Ottimo album che prosegue il discorso iniziato con il precedente , forse alzando ancora un po’ l’asticella. Personalmente tendo a propendere per i dischi con Ozzy , la cui scrittura era davvero imprevedibile e creativa , da qui in poi le sperimentazioni si fanno solo occasionali ed il sound diventa più lineare e quadrato , se paragonato ad esempio a Sabbath bloody sabbath o Sabotage.
DP
Mercoledì 20 Febbraio 2019, 10.12.19
53
di Ronnie Dio e Tony Iommi ( erano e sono italiani .....che vanto ) e Geezer Butler si sa' praticamente tutto oltre a essere universalmente riconosciuti come maestri insigni del Rock . Appunto per questo vorrei evidenziare e spezzare un lancia a favore ( essendo anche la sua prima apparizione musicale di livello essendo stato suo malgrado prima di allora un po' in ombra dalla ingombrante notorieta' del fratellone Carmine anche loro italiani....che goduria ) del musicista e il vero motore ritmico del disco che a breve distanza da Mob , che appunto lo fece conoscere in tutto il mondo , diventera' e sara' riconosciuto come uno dei piu' grandi rock - drummer in circolazione : Vinni Appice . Un predestinato che quando entro' nei Sabbath aveva " solo " 23 anni . La sua impressionate personalita' e sicurezza da vecchio lupo di mare senza sbavature dietro le pelli come se suonasse coi Sabbath da anni e i suoi ritmi quasi sincopati cassa-rullo secchi e potenti uniti a fill pressoche' perfetti furono una splendida sorpresa . Gran merito del caratteristico sound del disco lo si deve a lui....
Journey1973
Domenica 13 Gennaio 2019, 14.56.42
52
Fondamentale
Yume Montecristo
Giovedì 15 Novembre 2018, 16.33.52
51
Chi non apprezza Falling Off the Edge of the World non merita il proprio sistema uditivo.
ObscureSolstice
Mercoledì 17 Ottobre 2018, 11.57.22
50
La distorsione alienante di E5150 darebbe una lezione a ogni band post-rock et similiar che si chiami così od ogni band attuale uscita 30 anni dopo
lux chaos
Domenica 21 Maggio 2017, 8.57.41
49
Ce l'ho in cuffia proprio adesso...CHE BOMBA!!!! Tranne Country girl e Slipping away che non mi fanno impazzire (ma sono tutto tranne che filler), un pezzone dietro l'altro...i riff di southern cross e Falling off??? eccezionali...e grande RJD
Therocker77
Mercoledì 18 Maggio 2016, 14.57.13
48
@Ste, infatti non ho detto che surclassono qualli incisi con Ozzy, ma sia H&H in primis che M.R reggono bene il confronto con i Masterpieces precedenti, solo uno sciocco potrebbe non concordare sull'importanza storica e seminale degli album con Ozzy, sicuramente il mio preferito è H&H, diciamo che è uno di quei 10 Album che mi porterei sull'ipotetica isola deserta...
Darth_Ale
Martedì 17 Maggio 2016, 17.09.04
47
album difficile da valutare. fino a mob rules stiamo a livelli veramente alti, voodoo e sign of the southern cross sono due pezzi clamorosi, potentissimi. la parte finale non mi dispiace, ma non è niente di eclatante, tranne l'assolo finale di Over and over di Iommi che è probabilmente tra i primi della sua storia. e non è poco. album da avere. voto? ancora una volta il recensore ci ha preso..91!
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 14.18.47
46
Pur avendolo ascoltato molto alla fine mi rimangono impressi sempre i soliti brani: Sign of the Southern Cross, Fallin' off to...e Over and over con Iommi in stato di grazia.
matthew hamnett
Sabato 16 Gennaio 2016, 20.02.25
45
probabilmente è vero che ci sono un paio di pezzi leggermente al di sotto , (country girl e slipping away) non concordo su falling off the edge of the world per me bellissima cosi come over and over. mi risulta difficile dire se è meglio questo o heaven&hell: la qualità è da 90 per entrambi, e pure li un paio di pezzi sono leggemente" minori" (lady evil e walk away) . alla fine è un bel pareggio.
patrik
Mercoledì 11 Novembre 2015, 15.31.22
44
num me piace ache se il doom lo adoro, è la voce che mi stucca e parecchio. bravo dio (anche nei rainbow mi fa il solito effetto) ma non è nelle mie corde.
AL
Mercoledì 15 Luglio 2015, 9.38.55
43
da Country girl in poi l'album cala purtroppo. cmq per me vale un 85. sign of the southern cross è una delle canzoni più belle degli Heaven and Hell, ehm volevo dire dei Black Sabbath con Dio...
Carmine
Martedì 28 Aprile 2015, 12.08.48
42
Dio è tutt'altro singer rispetto a Ozzy e si sente!
Ste
Martedì 28 Aprile 2015, 11.14.27
41
@Therocker77, se ti piace pensarlo credici pure, dal canto mio non scambierei mai un solo al bum dei primi sei con tutti quelli che gli succedono per un semplice fatto che piaccia o meno Ozzy in quei lp c'è del genio; Wheels of confusion non la ascolti tutti i giorni tanto per dirne una, ma vuoi mettere una National Acrobat con The Mob rules, non c'è partita sebbene Iommi e co. abbiano negli '80 dischi eccellenti i quali però difficilmente arrivano a quei livelli dei '70
Therocker77
Martedì 28 Aprile 2015, 10.51.51
40
H&H e M.B da soli bastano a conpetere con i sabbath di Ozzy, ho detto tutto.
Philosopher3185
Domenica 9 Febbraio 2014, 19.42.18
39
Disco stupendo che sta solo qualche scalino al di sotto di heaven and hell...bastarebbe il riff della title track(uno dei migliori in campo hard rock,heavy metal),per far meritare l'acquisto di questo album...turn up the night,over and over,country girl,southern cross,sono semplicemente grandissimi pezzi.
Carmine
Lunedì 16 Dicembre 2013, 10.56.31
38
Inferiore ad Heaven and Hell complice alcuni pezzi sottotono nela parte finale tra cui pure Falling, concordo con Giovanni e il recensore.
The Sinner
Lunedì 16 Dicembre 2013, 2.34.36
37
Assolutamente il capolavoro dei Sabbath...... Falling off the edge of the world semmai innalza qualitativamente il disco.....forse dovresti correggere il tiro !!!
Giovanni
Lunedì 18 Novembre 2013, 20.11.51
36
@ hm is the law: concordo in pieno! La prima parte del disco è un must!
hm is the law
Domenica 17 Novembre 2013, 22.49.52
35
@ Falling off: non ho detto che non mi piaccia (ho dato 91 a questo disco che è moltissimo), ma la seconda parte è LIEVEMENTE inferiore alla prima. Insomma stiamo parlando di livelli molto alti. Grazie dell'intervento
Falling off
Domenica 17 Novembre 2013, 22.45.53
34
Fabio anche per me Falling Off è un gran pezzo, strano che non ti piaccia
hm is the law
Domenica 17 Novembre 2013, 20.26.47
33
@ The Sinner: la penso così
The Sinner
Domenica 17 Novembre 2013, 17.27.46
32
Cazzo..! ..scrivi che Falling off the edge of the world è uno dei brani che fa scendere lievemente la qualità del disco.... ??...io forse avrei detto l'esatto contrario !!!
HellYeah
Lunedì 26 Agosto 2013, 17.44.30
31
Capolavoro!
hm is the law
Giovedì 1 Agosto 2013, 16.24.45
30
@ D.P.: interessante grazie per il contributo
D.P.
Giovedì 1 Agosto 2013, 15.37.16
29
inoltre vorrei raccontare una curiosita' legata alla registrazione del disco : Ronnie Dio durante la session e subito dopo la registrazione di 3 brani dovette interrompere il suo lavoro a causa di una fortissima e improvvisa infezione alle corde vocali che ne procuro' una perdita quasi totale di voce e dovette sottoporsi ad una intensa cura a basa antibiotica. Gli fu' consigliato un periodo di riposo assoluto di almeno 2 mesi e con la scadenza contrattuale di pubblicazione era una vera e propia tragedia. Iommy allora decise di contattare personalmente Coverdale (da sempre suo ammiratore) chiedendogli la disponibilita' a terminare la registrazione del disco. David accetto' anche se era alle prese con Come An Get It ma nel contesto Ronnie come x miracolo guari' improvvisamente come quando si ammalo' riprendendo quasi la perfetta forma che decise lui di finire le incisioni riuscendo comunque a spolverare una performance assoluta.
D.P.
Venerdì 21 Giugno 2013, 18.35.52
28
l'epoca di Ozzy e Dio sono totalmente diverse e inconfrontabili ma essendo grande ammiratore di questa ultima Mark partiro' sicuramente prevenuto ritenendolo il miglior disco dei Sabbath, superiore anche al celeberrimo "H&H". Ronnie (che perdita, RIP) semplicemente straordinario e interpretativo, Tony si conferma unico "creatore" incontrastato di riff memorabili e granitici, (The Mob Rules e Woodoo ne sono l'esempio), Geezer bassman e Vinnie (grandissimo drummer e new entry) formano una base ritmica simbiotica semplicemente perfetta. Unendo tutti questi elementi ne scaturisce un sound oscuro e misterioso (preannunciando da qui a breve l'epoca solista di Ronnie a conferma della "mano pesante" del vocalist su questi Sabbath ), compatto, monolitico, che associato a una tecnica di base eccellente fa' di Mob Rules un opera imperdibile x tutti gli amanti dell hard Heavy a distanza di 31 anni !!!!!!
sadwings
Domenica 9 Giugno 2013, 19.21.35
27
Altro capolavoro da 90!
anvil
Sabato 13 Aprile 2013, 13.24.50
26
Capolavoro , Ronnie James Dio impeccabile .
iommi
Martedì 9 Aprile 2013, 17.02.04
25
secondo me heven and hell e mob rules sono come 2 facce dello stesso disco, non ce n'è uno superiore all'altro. sono qeuivalent capolavori. Voto il massimoi
marmar
Martedì 22 Gennaio 2013, 21.59.28
24
Bello, ma sotto di un bel po' rispetto al monumentale predecessore, a causa di qualche pezzo non proprio al massimo, rimane comunque un signor album che ha in "Voodoo" il suo pezzo migliore.
Steelminded
Venerdì 18 Gennaio 2013, 20.27.52
23
"pietra migliare!magnifico uno dei dischi piu belli che abbia mai sentito. grandi sabbath e immenso unico ronnie james dio!" Quoto blackie e aggiungo che insieme a Heaven and Hell e il mio disco preferito dei Black Sabbath. Over and Over mi scioglie in un abbraccio doom freddo e caldissimo allo stesso tempo ogni volta che l'ascolto - liriche poetiche secondo me. Quando penso ai Black Sabbath, so bene qual è la roba che mi fa drizzare i capelli - è non è quella di Ozzy (per quanto adori la produzione dal primo fino disco fino a Sabotage). Evviva!
blackie
Mercoledì 28 Marzo 2012, 1.03.46
22
pietra migliare!magnifico uno dei dischi piu belli che abbia mai sentito.grandi sabbath e immenso unico ronnie james dio!
The Sinner
Venerdì 2 Marzo 2012, 16.00.17
21
Il CAPOLAVORO DEL SABBATH !!!....Ancora superiore al già eccellente Heaven & Hell !!! La sola SIgn Of The Southern Cross basta per dare il massimo dei voti al lavoro !!!
tribal axis
Sabato 23 Aprile 2011, 20.50.29
20
non lo trovo per nulla eccezionale: è solo carino ed heaven & hell lo surclassa alla grande...
B-DEEP
Domenica 17 Aprile 2011, 18.04.48
19
un disco dove ho avuto il piacere di scoprire e acoltare uno dei miei attuali rock drummer preferiti, Vinnie Appice. Grazie anche alla sua performance in una grandissima band che reputo The Mob Rules un grande lavoro Sabbath (comunque non ai livelli qualitativi di classici quali HeH e Born Again) ma pur sempre ottimo.
Jek
Giovedì 13 Gennaio 2011, 20.33.35
18
Ottima recensione. Mob rules e leggermente inferiore a Heaven And Hell, ma ripetere uno dei migliori dischi metal di sempre era ed è se non impossibile improbabile.
metal4ever
Mercoledì 1 Settembre 2010, 19.05.19
17
A me piace più questo di Heaven and Hell.... ok Uccidetemi pure.. XD
hm is the law
Mercoledì 10 Giugno 2009, 12.16.52
16
Mark è semplice il recensore è diverso. Heaven and Hell per me è da 96 solo leggermente inferiore ai primi quattro grandi album del periodo con Ozzy
Mark
Mercoledì 10 Giugno 2009, 11.57.40
15
Non capisco perchè si dice che "Mob Rules, pur risultando meno immediato e qualitativamente inferiore a Heaven And Hell..." però il voto è pur sempre più alto di H&H....
Raven
Mercoledì 10 Giugno 2009, 8.10.38
14
E poi è sempre stato così, anche per la carta stampata. Ricordo ad esempio che su Rockerilla c'erano recensioni pazzesche di Beppe Riva su un nuovo gruppo che si chiamava Manowar , ma tutti sapevano che se a scrivere era lui la valutazione era sempre esagerata per il suo amore per la band. Bisogna paragonare recensioni solo dello stesso autore.
NoRemorse
Mercoledì 10 Giugno 2009, 0.39.32
13
D'accordissimo con Raven e Hm is the law... Il mio era solo un consiglio per l'estetica della colonnetta dei dischi che si forma a destra...è bella da vedere e comparare i dischi! Comunque tutto ciò è anche una cazzatella a dire la verità! P.S.: Grande album...lo sto ascoltando molto proprio ora per prepararmi al gods! (anche se lo conosco a memoria da un bel pò...eheh)
hm is the law
Martedì 9 Giugno 2009, 10.10.22
12
Concordo con raven e cmq controllate chi fa la rece per evitare giudizi affrettati (anche per me heaven and hell è superiore a mob rules ma vanno rispettate tutte le opinioni)
Raven
Martedì 9 Giugno 2009, 8.28.30
11
Ragazzi, dai....sensibilità diverse, musica che arriva con sfumature differenti ad ognuno di noi....è normale, no? Poi avete lo spazio dei commenti per dire la vostra, quindi...
Embedded
Lunedì 8 Giugno 2009, 22.23.43
10
Non scherziamo Mob Rules è un ottimo album ma inferiore a Heaven and Hell
Embedded
Lunedì 8 Giugno 2009, 22.23.38
9
Non scherziamo Mob Rules è un ottimo album ma inferiore a Heaven and Hell
Embedded
Lunedì 8 Giugno 2009, 22.23.34
8
Non scherziamo Mob Rules è un ottimo album ma inferiore a Heaven and Hell
NoRemorse
Lunedì 8 Giugno 2009, 20.18.16
7
Bellissimo album...concordo che Country girl e slipping away sono un po' inferiori...ma resta comunque un grandissimo album e poi c'è sign of the southern cross! comunque dite che è inferiore ad heaven and hell (sono d'accordo) ma a quest'ultimo Raven (come sempre eheh) gli ha dato un misero 85...far quadrare i conti! (anche se so benissimo che i voti hanno un'importanza minore della recensione...)
Ribbon
Lunedì 8 Giugno 2009, 18.49.46
6
Uno dei migliori testi della storia dell'Hard & Heavy...anzi...IL testo...
hm is the law
Lunedì 8 Giugno 2009, 18.38.47
5
If there isn't light when no one sees Then how can I know what you might believe? A story told that can't be real Somehow must reflect the truth we feel, yeah Fade away, fade away Vanish into small Fade away, fade away Break the crystal ball - oh It's the sign Feels like the time, hmmm On a small world west of wonder Somewhere, nowhere all There's a rainbow that will shimmer When the summer fall If an echo doesn't answer When it hears a certain song Then the beast is free to wander But never is seen around And it's the sign of the Southern Cross It's the sign of the Southern Cross, alright! Sail away To the sign Ohh From the book the word is spoken Whispers from forgotten psalm Gather all around the young ones They will make us strong Reach above your dreams of pleasure Given life to those who died Look beyond your own horizons Sail the ship of sign And it's the sign of the Southern Cross It's the sign of the Southern Cross Fade away, fade away Break the crystal ball Fade away, fade away I can't accept it anymore Ahh On a real world west of wonder Somewhere, nowhere ohh There's a rainbow see it shimmer When the summer fall From the book the word is spoken Whispers from forgotten psalm Gather all around the young ones They will make us strong It's the sign of the Southern Cross It's the sign of the Southern Cross Don't live for pleasure Make life your treasure Fade away Eight miles high about to fall And no one there to catch you Look for the sign, the time The sign of the Southern Cross, fade on
Ribbon
Lunedì 8 Giugno 2009, 18.01.27
4
Se non un sol lume esiste ne li occhi di chi non vede, come poscia anima umana credere in stolti balocchi? Una novella cantata mai prima non di vera natura ha natali, ma calza alla mente come una rima. Dissolvi lontano! Piega tue l’ali in ciò ch’è fatuo. Dissolvi Lontano! Rompi la sfera dei terreni mali! In un loco ad ovest di stupor vano, ogne dove, in alcun dove del tutto, il sorriso del cielo, reso sano dalle lacrime delle nubi, frutto splendente d’un albero ancor non colto, rischiara sereno all’estivo lutto. Se alla parola un responso vien tolto quando attorno s’ode un sicuro suono, libero è il demone di vagar stolto, ma ancor di presenza non v’è suo dono, ed esso è giunto: il segno della croce del sud, ineffabile come un tuono. Da uno scritto, come un dardo feroce la parola è tratta, da salmi oblivi sospiri son pianti, si sparga voce di attorno sostar ai giovani divi perché forti ei ci faranno. Al di sopra di tutti i sogni di piacer arrivi il pensier tuo, attendi che si scopra che ai caduti nuova vita è concessa. L’umana sorte i confini non copra, nelle acque chiare la nave sia messa, ed esso è giunto: il segno della croce del sud, e sempre equa è la croce stessa.
arkanoid
Lunedì 8 Giugno 2009, 13.47.32
3
Disco stratosferico uno dei migliori dei BS
Electric Warrior
Lunedì 8 Giugno 2009, 13.41.20
2
Nettamente inferiore a "Heaven And Hell"... Ma resta comunque un buon disco da 80
Raven
Lunedì 8 Giugno 2009, 13.05.30
1
Lo ascoltavo continuamente, specie The Sign of the Southern Cross .
INFORMAZIONI
1981
Mercury
Heavy
Tracklist
1. Turn Up the Night
2. Voodoo
3. The Sign of the Southern Cross
4. E5150
5. The Mob Rules
6. Country Girl
7. Slipping Away
8. Falling Off the Edge of the World
9. Over and Over
Line Up
Ronnie James Dio: Voce
Tony Iommi: Chitarra
Geezer Butler: Basso
Geoff Nicholls: Tastiere
Vinny Appice: Batteria
 
RECENSIONI
68
s.v.
87
62
79
75
87
90
83
76
78
85
91
95
83
69
90
93
97
97
92
s.v.
ARTICOLI
22/06/2016
Live Report
BLACK SABBATH + RIVAL SONS
Hallenstadion, Zurigo, 15/06/2016
21/06/2014
Live Report
BLACK SABBATH + BLACK LABEL SOCIETY + REIGNWOLF
Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO), 18/06/2014
14/12/2013
Live Report
BLACK SABBATH
O2 Arena, Praga, 7/12/2013
12/06/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I testi, seconda parte
14/05/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I testi, prima parte
08/05/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I Signori delle Tenebre
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]