Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Myrath
Shehili
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/05/19
STORMHAMMER
Seven Seals

24/05/19
DESTRAGE
The Chose One

24/05/19
VISIGOTH
Bells of Awakening (EP)

24/05/19
ODYSSEY
The Swarm

24/05/19
MARCO HIETALA
Mustan Sydämen Rovio

24/05/19
LEFUTRAY
Human Delusions

24/05/19
NOCTURNUS A.D.
Paradox

24/05/19
REVEAL
Overlord

24/05/19
SOTO
Origami

24/05/19
STORMLORD
Far

CONCERTI

23/05/19
BLACK TUSK
LIGERA - MILANO

24/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Pika Future Club, Verona

24/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 1)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

24/05/19
STORMLORD + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/05/19
NECRODEATH + GUESTS
JAILBREAK - ROMA

25/05/19
SHINING (SWE) + GUESTS
Alchemica Music Club, Bologna

25/05/19
SCUORN + GUESTS TBA
ZIGGY CLUB - TORINO

25/05/19
METAL FOR KIDS UNITED
CROSSROADS - ROMA

25/05/19
METAL QUEEN`S FESTIVAL (day 2)
IL PEOCIO - TROFARELLO (TO)

25/05/19
ELECTROCUTION + GUESTS
ROCK HEAT - AREZZO

Black Sabbath - Vol 4
( 14706 letture )
Il quarto lavoro in studio dei gloriosi Black Sabbath fu pubblicato nel settembre 1972 con il semplice titolo Vol 4. Il disco in questione avrebbe dovuto intitolarsi Snowblind ma la casa discografica si oppose fermamente perché la parola snow (neve) è in realtà un esplicito riferimento alla cocaina (e i nostri ne consumavano a iosa!). Da evidenziare, in merito, che c'è una voce nei crediti, sia del disco che del CD, che riporta allusivamente la frase We wish to thank the great COKE-Cola company of Los Angeles (il lavoro fu registrato in quella città).

L’album, pur permanendo nel contesto del consolidato doom & hard delle origini, presenta alcune interessanti variazioni musicali grazie all’inclusione di elementi progressive rock, genere molto in voga in quel periodo storico, che conferiscono a talune songs una minore cupezza ed una maggiore melodia rispetto a quanto realizzato dal gruppo fino a quel momento. Per tale motivo qualche critico ed alcuni fans storsero il naso ritenendolo un “cambio di rotta” inopportuno che diminuisce quella ruvidezza propinata dalla band nei tre dischi precedenti (Black Sabbath, Paranoid e Master Of Reality). A prescindere dal fatto che il livello qualitativo delle canzoni che compongono quest’album è assolutamente di elevato livello, secondo me anche al pari di quelle precedentemente realizzate, la linea intrapresa dai Black Sabbath verrà efficacemente riproposta nel successivo fortunato album Sabbath Bloody Sabbath.
La lunga, quasi psichedelica Wheels Of Confusion/The Straightener ha il compito di aprire il disco: introdotta da una lamentosa chitarra, il ritmo sale gradatamente d’intensità poggiando su un riff ripetitivo ed alternando parti lente ad altre più veloci; decisamente sugli scudi l’assolo veloce di Iommi e bellissimo il finale della piacevole song che evapora fra un inquietante eco di chitarra. Segue Tomorrow's Dream un vibrante hard rock con un suono grezzo di grande efficacia del nostro Iommi; Changes è il brano più suggestivo, a mio avviso tra i più belli, di questa release ed è quello che inizia ad evidenziare un certo cambiamento stilistico del sound: si tratta di una triste ballata, sorretta dal suono del pianoforte e del mellotron nonché dalla malinconica voce di un ispirato Ozzy, che parla di un amore irrimediabilmente perduto:

Mi sento così infelice
Mi sento così triste
Ho perso il migliore amico
che abbia mai avuto
Era la mia donna
L'ho amata tanto
Ma ora è troppo tardi
L'ho lasciata andare


Davvero strappalacrime. FX è una strana composizione in cui il suono di una chitarra si unisce ad altri rumori distorti inquietanti ed oscuri. Supernaut è un grande pezzo molto diretto che colpisce l’ascoltatore dotato di un memorabile riff che ne fa uno dei brani migliori dei Sabbath; ottima la prova di Ward alla batteria. Passiamo a Snowblind che, come detto, avrebbe dovuto essere la title track; si tratta di un hard rock sostenuto da un riff da sballo e dai contorni melodici e ricercati, che si snoda su parti lente ed altre più sostenute; brano ottusamente criticato al pari di Changes per discostarsi troppo dai cliché tradizionali della band. Il titolo si riferisce alla cocaina sebbene c’è chi sostenga anche l’ipotesi che possa ispirarsi al contenuto di un fumetto intitolato L'Eternauta nel quale la "neve" si identifica nelle ceneri radioattive nucleari. Grande track Cornucopia dall’inizio doom per alternare poi fraseggi veloci ad altri lenti fino all’intenso finale. Laguna Sunrise è un pezzo evocativo acustico con tanto di violino avulso direi dal contesto della produzione dei Sabbath e per questo anch’esso criticato dai fans. In St. Vitus Dance, pezzo forse un po’ breve e disincantato che avrebbe meritato una maggiore durata al fine di avvalorarlo e completarlo viste le ottime premesse, c’è da esaltare ancora una volta il riff magnetico di Tony Iommi e da segnalare l’uso efficace del tamburello nel refrain. L’angosciante Under the Sun/Every Day Comes & Goes si apre nel segno del doom con un riff oscuro per poi modificarsi su un’altra ritmica e concludersi con un solo di chitarra esaltante; potente e stridula la voce di Ozzy; l’assolo finale di Iommi ci porta alla conclusione del disco.

Album certamente atipico per i motivi summenzionati ma, personalmente, l’ho sempre trovato meraviglioso.
Sono stato sempre incline ai tentativi di innovazione portati avanti seriamente dalle varie band anche per non scadere nella ripetitività e persino i Led Zeppelin, dopo la pubblicazione di III, furono ciecamente accusati di tradimento da taluni ortodossi che forse non ci sentivano bene!

In conclusione posso affermare, senza tema di smentita, che Vol 4 sia ancora all’altezza dei suoi illustri predecessori.
Fidatevi del vecchietto!



VOTO RECENSORE
97
VOTO LETTORI
83.31 su 165 voti [ VOTA]
ELIO MARRACINY
Venerdì 26 Aprile 2019, 22.40.31
50
NEVER SAY NEVER GLI DA QUATTRO GIRI A ST ALBUM!
Hagen
Venerdì 26 Aprile 2019, 22.25.59
49
@Philosopher3185: concordo, il riff iniziale potrebbe stare benissimo su una canzone death-doom.
Philosopher3185
Venerdì 26 Aprile 2019, 21.58.59
48
Ma quanto cazzo è cattiva under the sun?ha un sound proprio marcio,grezzo e sporco
robby
Martedì 5 Marzo 2019, 19.35.42
47
changes da cosa so io fu ispirata dalla separazione di Butler dalla moglie. ma non ci giurerei!
No Fun
Martedì 14 Agosto 2018, 0.32.58
46
Adoro questo album. I primi due sono immortali ma questo è il mio preferito. Under the Sun, quanto è bella. @patrik, secondo me sì, Paranoid e Sabbath Bloody Sabbath sono inferiori a questo qui. Cmq si sta parlando di voti sopra il novanta, sono voti riservati, giustamente, ai capolavori, 93 o 97 o 92, cambia niente.
Renna
Lunedì 13 Agosto 2018, 22.58.05
45
I Sabbath, i vari iconocastii del rock, dopo sabotage, beh! Deep Purple o Rainbow? comunque sia per ne tyr e'meglio di qualsiasi Freedom Call o cagare simili
patrik
Lunedì 13 Agosto 2018, 22.42.19
44
nn continuo a capire una cosa : paranoid e sabbath bloosy sabbath sono inferiori a master of reality e vol 4 ????? ma che avete mangiato la cicoria????? si vede che volete far bestemmiare noialtri, per carità nn sono delle ciofeche ma nemmeno i piu belli ......via su giusto per fare i bastian contrari
Funy
Giovedì 5 Ottobre 2017, 14.16.48
43
Molto sottovalutato rispetto ad altri album del sabba...trovo che sia il migliore,anche per via della continua ricerca sonora,perciò molto meno ripetitivo di quelli precedenti.
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 17.37.23
42
i primi 4 dischi dei Sabbath non hanno bisogno di commento, hanno inventato la base per il 50% della musica moderna.
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 14.11.18
41
Eccessi o non eccessi all'epoca i Black Sabbath non sbagliavano un disco. Se pensiamo che della quaterna iniziale è quello più "debole", il 98% delle band di oggi potrebbero smettere di suonare. Infatti quando si inventano certi capolavori come Wheels of confusion dal fantastico crescendo finale; la melodica Changes; la tiratissima Snowblind c'è podo da fare e solo da inchinarsi. E se Tomorrow dream ha il tipico riff spaccamontagne, sono i brani meno conosciuti a celare le perle nascoste con in Supernaut metallizza la tradizione celtica ed in Cornucopia è degna dell'esordio. Voto 85
simo
Giovedì 12 Novembre 2015, 22.21.04
40
Cos altro dire se non che tutto il doom(ottimo) che si sente da anni proviene da qui e da qui ha preso forma e materia 100 e lode
death
Lunedì 26 Ottobre 2015, 16.10.27
39
che album,stesso livello del capolavoro paranoid,voto 99
Steelminded
Giovedì 15 Ottobre 2015, 21.45.26
38
100 anche quesro
The Reaper
Giovedì 15 Ottobre 2015, 21.16.37
37
Che ci crediate o no, l'ho ascoltato per la prima volta tre anni fa. Ascoltate: quello che pensavo di conoscere dei BS (cupi oscuri, lenti, grezzi, autodistruttivi, pesanti) è stato in un niente spazzato via da "Wheels of Confusion". E, come se una cortina invisibile mi fosse caduta dalle orecchie, ho cominciato a riascoltare anche gli altri albums. Credetemi: lechitarre di Iommi sono tagli di luce nelle tenebre, la voce di Ozzy esulta trionfante, la ritmica è sempre al posto giusto, tutte le note sono tornate a posto e la MUSICA garrisce superba. Ascoltatelo. Solo grande musica che ormai non esiste più e per questo, io credo, possa essere compresa nella MUSICA CLASSICA! Niente voto, sarebbe un'offesa.
RockyFra
Giovedì 7 Maggio 2015, 3.48.40
36
Wheels of Confusion = 9.5; Tomorrow's Dream = 8.5; Changes = 9.5; FX = s.v; Supernaut = 10; Snowblind = 9; Cornucopia = 8; Laguna Sunrise = 9; St.Vitus Dance = 6,5; Under the Sun/Every Day Comes and Goes 9,5; Voto album = 9
simo
Lunedì 9 Febbraio 2015, 19.41.55
35
Raven si sente anche sull'Ipod il sussurro "cocaine" xD
VomitSelf
Venerdì 5 Dicembre 2014, 21.08.43
34
Quarto capolavoro di fila per il Sabba Nero. 100
VomitSelf
Venerdì 5 Dicembre 2014, 21.08.16
33
Quarto capolavoro di fila per il Sabba Nero. 100
Ogre
Sabato 3 Maggio 2014, 14.41.02
32
Parliamo di dischi della madonna, fino a Sabotage compreso i Black Sabbath sono Olimpo puro.
Giulio Scarchini
Venerdì 1 Novembre 2013, 20.37.45
31
Ascoltarlo di sera da solo in una casa rurale, al buio: lo feci vent'anni fa, se lo fate anche voi gli darete 100 senza esitazioni!
Philosopher3185
Martedì 23 Aprile 2013, 18.04.14
30
Mi piace molto questo disco,ma sabbath bloody sabbath lo reputo superiore,qui' secondo me cè qualche cosa che non mi convince,qualche passaggio un po meno coninvolgente
iommi
Lunedì 22 Aprile 2013, 23.00.38
29
non capisco come si possa parlare di calo al quarto album dei sabbath: per me non ci sono cali fino a sabotage;tutti capolavori
marmar
Martedì 22 Gennaio 2013, 21.24.40
28
Bellissimo, ma un pelo sotto al predeccessore ed al successore. Questione comunque di "quisquiglie"...
Gabriele
Sabato 26 Maggio 2012, 17.00.42
27
Il più bello dei Sabbath. Under The Sun/Every Days Comes and Goes, cazzo è un capolavoro della madonna. Immenso Iommi, immenso Ozzy, immenso Geezer, immenso Ward. Cristo!
Genghis Khan
Giovedì 25 Agosto 2011, 8.27.28
26
AZZ qui camminano al incotrario meglio cambiare aria !
Vinnie Paul
Mercoledì 24 Agosto 2011, 19.47.14
25
Wheels of confusion\The straightener -8 Tomorrow's dream -7,5 Changes -9,5 FX -5 Supernaut -7 Snowblind -9 Cornucopia -8,5 Laguna sunrise -5 St.Vitus dance -6,5 Under the sun\Every day comes and goes -10 e lode
BILLOROCK fci
Sabato 30 Luglio 2011, 16.00.54
24
master of R. : mi sa che 6 " master of confusion" . changes è una ballad stupenda 9, supernaut è rock diabolico 8, e cornucopia è d antologia 9 !! voto i generale 90 !! black sabbath simply the best !!
Master of Reality
Sabato 30 Luglio 2011, 15.52.28
23
Wheels of Confusion = 6.5; Tomorrow's Dream = 5.5; Changes = 5.5; FX = 5.5; Supernaut = 6.5; Snowblind = 7.5; Cornucopia = 5.5; Laguna Sunrise = 7; St.Vitus Dance = 6.5; Under the Sun = 7.5; Voto album = 7
blackie
Sabato 23 Luglio 2011, 3.40.05
22
il mio preferito.semplicemente inarrivabile.qui ce tutto quello che si desidera sentire nel metal.un disco fantastico capolavoro assoluto.
hellvis
Giovedì 13 Gennaio 2011, 20.53.41
21
Un altro capolavoro.
hm is the law
Giovedì 13 Gennaio 2011, 20.36.26
20
@ Jek: sei un mito!
Jek
Giovedì 13 Gennaio 2011, 20.28.48
19
Che disco sublime. Ne posseggo due copie in vilnile perchè una l'ho consumata.
Nihil
Lunedì 17 Agosto 2009, 2.25.15
18
Snowblind è la vetta...
Er Trucido
Venerdì 26 Giugno 2009, 23.07.18
17
Grande, sempre efficientissimo!
hm is the law
Venerdì 26 Giugno 2009, 22.22.24
16
Da più approfonditi accertamenti che ho fatto è da escludere che la canzone Changes sia dedicata alla prima moglie di Ozzie. Pertanto ho eliminato l'intero periodo dalla recensione Ciao a tutti
tribal axis
Giovedì 18 Giugno 2009, 19.50.26
15
splendido! Changes penso sia una delle mi preferite dei black sabbath...
Orion
Mercoledì 17 Giugno 2009, 22.53.05
14
Un album superlativo, una pietra miliare della musica rock!
Valerio
Lunedì 15 Giugno 2009, 13.47.08
13
Disco straordinario ed interessante
hm is the law
Sabato 13 Giugno 2009, 20.05.51
12
Aggiunta nella rece un ulteriore riferimento alla cocaina (altro che ceneri radioattive)
Er Trucido
Venerdì 12 Giugno 2009, 23.51.11
11
tutto vero, anche la storia della jacuzzi. Tra l'altro nel live Speak of the Devil, Ozzy la parola Cocaine la urla, questo tolse ogni dubbio sul significato del pezzo!
tribal axis
Venerdì 12 Giugno 2009, 18.49.59
10
mi correggo, nel 72'
tribal axis
Venerdì 12 Giugno 2009, 18.45.51
9
disco che ho amato alla follia... lo possiedo in vinile, vecchio e un po' rovinato ma va bene così: se chiudo gli occhi mi sembra di tornare nel '74 anche se non ci sono mai stato...
hm is the law
Venerdì 12 Giugno 2009, 16.59.34
8
Giusto Raven!
Raven
Venerdì 12 Giugno 2009, 16.30.57
7
L'album fu stracensurato, ma non ci si accorse di molte cose. Ad esempio se avete un buon impianto potreste sentire Ozzy che, al termine di ogni strofadi Snowblind, sussurra la parola "Cocaine", cosa ovvi a dato che i 4 passarono tutte le sessioni d'incisione in una Jacuzzi a sniffare per alzarsi solo quando dovevano incidere. Probabile che il brano Changes non fosse dedicato alla moglie.
AL
Venerdì 12 Giugno 2009, 16.22.32
6
tutti questi album di vecchio metal sono talmente belli che potrei scrivere stupendo e fare il copia/incolla... snowblind il mio pezzo preferito. Solo i Sabbath potevano fare FX.. mitici!
hm is the law
Venerdì 12 Giugno 2009, 9.27.05
5
Non so Er Trucido in effetti non è sicuro (infatti uso il termine "probabilmente" ma avrei dovuto usare più ragionevolmente "forse"). Grazie del contributo
Er Trucido
Giovedì 11 Giugno 2009, 23.12.12
4
Grande disco, Under the sun è un capolavoro. Solo un appunto: Changes non penso sia dedicata all'ex moglie, visto che il divorzio sarebbe avvenuto all'inizio della carriera solista di Ozzy, quando la moglie scoprì la tresca con Sharon.
Odino
Giovedì 11 Giugno 2009, 20.30.44
3
Album bellissimo recensione perfetta.
arkanoid
Giovedì 11 Giugno 2009, 16.59.59
2
Superbo
Electric Warrior
Giovedì 11 Giugno 2009, 16.38.57
1
In quegli anni i Sabbath non sbagliavano una nota!
INFORMAZIONI
1972
Vertigo
Doom
Tracklist
1. Wheels of Confusion/The Straightener
2. Tomorrow's Dream
3. Changes
4. FX
5. Supernaut
6. Snowblind
7. Cornucopia
8. Laguna Sunrise
9. St. Vitus Dance
10. Under the Sun/Every Day Comes & Goes
Line Up
Ozzy Osbourne - voce
Geezer Butler - basso
Tony Iommi - chitarra, pianoforte, mellotron
Bill Ward - batteria
 
RECENSIONI
68
s.v.
87
62
79
75
87
90
83
76
78
85
91
95
83
69
90
93
97
97
92
s.v.
ARTICOLI
22/06/2016
Live Report
BLACK SABBATH + RIVAL SONS
Hallenstadion, Zurigo, 15/06/2016
21/06/2014
Live Report
BLACK SABBATH + BLACK LABEL SOCIETY + REIGNWOLF
Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO), 18/06/2014
14/12/2013
Live Report
BLACK SABBATH
O2 Arena, Praga, 7/12/2013
12/06/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I testi, seconda parte
14/05/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I testi, prima parte
08/05/2012
Articolo
BLACK SABBATH
I Signori delle Tenebre
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]