Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

CONCERTI

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Kiss - Mtv Unplugged
( 5851 letture )
Un lavoro straordinario! Non mi viene in mente altro aggettivo per colorare il live che i Kiss, all’epoca non mascherati, propongono in 15 canzoni unplugged da urlo. Le motivazioni sono varie ed assortite. La resa sonora perfetta, un insieme di pezzi che pescano a piene mani tra le varie decadi della loro immensa carriera, un live acustico, inedito totalmente per la band, che rivela la bontà incredibile del loro songwriting alla faccia dei soliti detrattori che affermano da oltre trent’anni che il Kiss -repertorio, senza botti, fumi e scenografie esagerate, non può reggere l’impatto. Bene ecco il risultato. Un lotto di canzoni suonate con energia pazzesca, perizia tecnica e arrangiamenti sopraffini che vedono impegnata una formazione di ben sei elementi; proprio in questo album fanno la loro riapparizione, dopo oltre un decennio, sedici per Peter e quattordici per Ace, i membri originari della band più truccata nell’universo. Sarà questo lavoro che, tra intense relazioni diplomatiche dei vari management, ogni membro a questi livelli gode di un manager personale, getterà il seme caustico della reunion della band, sino ad allora solo sognato e auspicato dai die-hard fans di tutta la Kiss Army.
Kiss Unplugged (a volte nominato solo con il nome dello show MTV Unplugged), è un album dal vivo che presenta la registrazione di un'esibizione dei Kiss nello show Unplugged della rete televisiva Mtv, tenutasi l'8 agosto 1995. L'album è ritenuto storico dalla maggior parte dei fan perché durante il concerto si unirono all'allora formazione del gruppo (Simmons, Stanley, Singer, Kulick) anche Ace Frehley e Peter Criss, che erano stati invitati a partecipare allo show. Da notare il fatto che questa esibizione fu l'unica, di sempre, in cui la band suonò nella formazione originale senza trucco e costumi. Inoltre, in questa performance, tutti i membri (eccetto Peter Criss ed Eric Singer) suonano degli strumenti acustici.

La copertina ritrae il sestetto, che si compone solo per gli ultimi due pezzi in scaletta, 2,000 Man e Beth che vedono la formazione originale sullo stage, e ha uno sticker apposto che recita: Kiss Reunion! Il retro, ancor più suggestivo, è un collage di foto dei sei musicisti impegnati con i loro strumenti.
Prodotto magistralmente da Alex Coletti, pezzo grosso della Mtv americana, colui il quale propose a Gene e Paul la registrazione; di questo album è stata pubblicata anche una versione in vinile che ha un traccia in più (Got To Choose). Dalla session ufficiale, quella finita su cd per capirci, sono state escluse gemme come Heaven's on Fire cantata quasi per intero dalla audience, Spit estrapolata dal tostissimo album Revenge che vede Bruce Kulick interrompersi sull’assolo dell’inno americano con una risata, C'mon and Love Me e una spettacolare gig di God Of Thunder in versione country con tanto di Gene Simmons che canta alla maniera di Nashville con urletti alla yippie yeehh assortiti. Pur essendo state proposte durante lo spettacolo, sono state tagliate ma si ritrovano nella raccolta di DVD titolata Kissology 3. Imperdibili, ve lo assicuro.
Parte il lettore ottico ed è subito spettacolo. Comin’Home è stupenda nella sua apertura con un basso che, nonostante sia acustico, sembra un trattore, poi è tutto un accavallarsi di melodie e cori da brividi. Una song vecchissima e quasi mai proposta dal vivo che lascia un senso di esaltazione in chi ascolta. Di nuovo il basso innerva una Plaster Caster superba con un Gene che ammalia con la sua voce roca e, quando sale di tonalità, sfoggia rock bollente. Il solo di chitarra acustica di Bruce è perfetto nella sua minimalità e Paul compare con i suoi vocalizzi. Da applausi. Goin' Blind, scritta a quattro mani con Stephen Coronel, vecchio compagno nei Wicked Lester premiato nei decenni da corposi assegni di royalties, è il ritratto di Simmons. Fine intessitore di armonie vocali, lui demone dal vocione, acquerella un pezzo straordinario, seguito dalla batteria precisa e crudele di Eric Singer, vera macchina propulsiva di quei Kiss e di quelli attuali, anche qui il solo di chitarra è brividoso e uguale all’originale mostrando un lead guitar player che mai è stato eccezionale ma che ha gusto e feeling. Do You Love Me giunge dalla galassia Destroyer ed è eccitante anche in acustico con un Paul in forma che gigioneggia con la sua voce e regala grandi sensazioni. Domino, più recente rispetto alla scaletta fin qui analizzata, è un pezzo durissimo anche in versione non elettrica, segno che non servono solo i Marshall a manetta per far sanguinare i padiglioni auricolari. Sure Know Something è il solito capolavoro, estrapolato dal mio amatissimo Dynasty e solca le palpebre con vocalità fantastiche, Paul intona un testo da leggere, per chi non l’avesse mai fatto, contornato da stacchi, controstacchi e cori paradisiaci che ammaliano e seducono. Il finale, dilatato dai gorgheggi hard di uno Stanley pazzesco, lascia posto ad uno slow grandioso come A World Without Heroes, rubato dalla set list di Music From The Elder, emozione liquida con quella chitarra che punteggia e assale le melodie. Dressed to Kill del ‘75 ci lascia in eredità il rock spumeggiante di Rock Bottom. L’uomo delle stelle si supera e pinza il velopendulo con note suggestive e corrobora una struttura musicale che fa battere i piedi per l’energia sprigionata. Ma allora anche senza cavo questi 4 capelloni ci sanno fare!!! See You Tonight, estratto dal solista di Gene, sprigiona magia e dolcezza con una andamento allegro e con cori magnifici. Un lento sì, ma con le palle!!! Da questo pezzo parte una mini maratona di slow song. Segue I Still Love You, mostruosamente cantata da Paul, crea atmosfera da sogno; anche se devo dire che, a me personalmente, questa traccia ha annoiato da anni, ma nulla toglie al valore intrinseco del pezzo. Philip Ashley al pianoforte e Jon Grindstaff, direttore degli arrangiamenti degli archi, contribuiscono anch’essi a tracciare le ottime coordinate di Every Time I Look at You pezzo che ha fatto faville nelle usa charts degli anni ’90, ha sugli scudi la magica estensione e la pastosità della voce di un certo Stanley Eisen. Con questa traccia si conclude la prima parte del concerto, poi dal nulla appaiono magicamente due membri della famiglia come li definiscono gli stessi Paul e Gene. Peter va a sedersi dietro il drum-kit e Ace, con tanto di t-shirt con Marilyn Monroe raffigurata, accende la miccia di 2,000 Man. Una navicella spaziale si sposta su un asse spazio temporale e i Kiss originals sono serviti! Ace si smazza un bel solo e saluta il pubblico che lo osanna con il pollice alzato, mentre Peter arranca sui tamburi. Beth è la celebrazione del Gatto e lui non si risparmia. La voce è l’unica ad esser rimasta quella di una volta. La pettinatura, il fisico, il senso del ritmo, la potenza sui tom, beh meglio sorvolare. Ne esce una goccia di nostalgia dal sapore rancido proprio come la sua voce che sa emozionare sempre. Ora sul palco ci sono tutti, doppia batteria, tre chitarre e basso. Si parte per l’avventura finale. Nothin' to Lose è stratosferica. Parte a cantare Eric Singer, buonissima intonazione ruvida e occhio vigile a Peter, il quale esalta cantando il chorus e impuntando le strofe di voce stradaiola che fanno ancora impazzire la folla e il sottoscritto. Il finale, manco a dirlo è tutto per la Kiss song per antonomasia. Rock and Roll All Nite scuote le coscienze e le mani degli astanti con Gene che ci da dentro di corde vocali e Paul che guida l’audience. La seconda strofa è tutta di Ace e Peter che chiude con un urlo rauco da mille sigarette, poi è libidine rock di chitarre dal doppio solo e coriandoli a colorare lo studio newyorkese delirante per la “febbre da bacio”.

Un album seminale, da avere a tutti i costi anche per chi ha sempre storto il naso davanti al make-up, qui c’è musica fatta alla grande. L’album ottenne grande consenso ovunque e i due volponi Gene e Paul capirono che i pianeti si erano allineati di nuovo per accogliere la band sui palchi di tutto il mondo. Da quel momento sarà nuovamente un’orgia di zatteroni, costumi eccessivi, litrate di sangue, sputafuoco, ascensori sino al cielo e tour mondiali. E poi ancora separazioni, freschi innesti con le maschere originali e nuovi album.
Se non ci fossero bisognerebbe inventarli! God Bless Kiss….forever!!



VOTO RECENSORE
98
VOTO LETTORI
68.88 su 67 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 14.07.24
25
Divertente
Appg
Giovedì 7 Maggio 2015, 1.41.04
24
Uno dei piu bei album acustici da me sentiti....bella la scelta dei pezzi in qualche caso non scontata e bellissimo il rientro di Ace e Peter per i veri fans un'emozione indimenticabile....
aquarius27
Sabato 29 Novembre 2014, 17.51.35
23
Premesso che ognuno è libero di mettere il voto che vuole, ma il voto dei lettori che non supera il 64 è scandaloso.... Un disco favoloso questo unplugged... Sicuramente chi ha votato non ha mai ascoltato questo disco, ed è uno di quelli che odia la band...
Philosopher3185
Domenica 6 Luglio 2014, 22.47.33
22
Disco stupendo..fresco,potente,con una band in forma straordinaria.L'unico difetto(forse)è che ci sarebbe voluto almeno un formato da 2 dischi..non chiderei di piu'..davvero! uno dei piu' grandi album unplugged live della storia del rock e del metal.
D.P.
Sabato 13 Luglio 2013, 14.30.01
21
a differenzia di altri miei commenti di altri loro dischi mi permetto di dire solo : bello, dove si evidenzia la vera anima artistica del gruppo. Rock
blackie
Domenica 3 Febbraio 2013, 4.48.41
20
non ho mai amato i live unplugged!ma questo e fantastico!poi rivedere ace e pater insieme a gene e paul...un sogno... grandiosi inarrivabili...immensi!
SS71
Mercoledì 26 Dicembre 2012, 5.44.03
19
quando ho visto Ace e Peter mi è venuto da piangere.... c'è poco da aggiungere ....per non parlare che i ragazzi, in acustico, avevano piu' potenza dell' 80% di tante metal bands
conte mascetti
Lunedì 29 Ottobre 2012, 12.43.14
18
che palle questi ragazzini black metal che abbassano i voti...
die-nasty
Giovedì 4 Agosto 2011, 11.27.49
17
... ecco bravo AL: va pure a recensire i maiden e mi raccomando, da fan sfegatato dà pure un bel 100 a tutti gli album fetecchia dal 1990 in poi (perchè 98 sarebbe un'ingiustizia ignobile per tali capolavori assoluti della storia della musica)... se questo è il tuo "metro" e sei cosciente di mancare di obiettività verso ciò che ami, non presumere che la stessa regola valga per il resto del mondo... senza offesa. Ottimo disco questo MTV Unplugged, recensione degna di tal nome ...
jony
Sabato 31 Ottobre 2009, 22.34.10
16
ottimo lavoro si apprezza la bravura di questi signori che tolta la maschera sono ancora piu bravi quanti altrettanto osannati dai famosi critici possono fare queste cose'
pablo
Lunedì 19 Ottobre 2009, 11.23.25
15
Ho comprato prima la VHS nel 1995 e come avevo finito di guardarla ero gia innamorato!!! Subito in negozio a comprare il CD!! Lavoro straordinario, che ancora oggi, con più lo ascolto e più mi piace. Su kissology 3 c'è il concerto copleto, con le canzoni eliminate ( God of thuder in cersione country ).. Eric Singer fa fare il salto di qualità alla band, un maestro!!! Per questione di suono e stile lo distinguo dagli ALIVE, ma per me è il loro migior disco.
ace360
Martedì 13 Ottobre 2009, 14.41.08
14
Questo album live è una figataaaaaaaaaaaaaaaaaaaa perchè è qulcosa di diverso dal solito live e in più c'è una certa rock n roll all night cantata da tutti i membri originari dei kiss apparte Paul. Per me è il miglior live insieme ad alive e kiss symphony.
AL
Mercoledì 22 Luglio 2009, 8.47.36
13
... non penso ci volesse questa recensione per "rendere finalmente giustizia" a questo album.. l'album è buono, e non perchè lo scrive il recensore di Metallized.. le critiche erano per il voto troppo elevato (a mio parere). cmq ha ragione HM, bisogna leggere la recensione e non fermarsi al voto.. ma il voto colpisce subito, è questo il problema!
biecotricheco
Mercoledì 22 Luglio 2009, 1.45.00
12
Questo disco merita 100. Tutto è perfetto, tutto. Questo è il più grande unpligged della storia. C'è intensità, emozione, passione. Quando sento sto disco, non credo proprio che i kiss si siano riformati per i soldi (d'altronde ne avevano già a bizzeffe). A differenza di tanti altri unpligged soporiferi (tra tutti, quello dei nirvana, che sembra suonato da 3 amici svogliati che non vedono l'ora che finisca lo show per tornare a riattaccarsi alla bottiglia), questo coinvolge dall'inizio alla fine, senza alcun cedimento, anche nella bellissima (grande Franco Leonetti!) sure know something. Bravo Franco, hai reso finalmente giustizia a questo capolavoro, e non ti curar di chi ti critica, ma come disse il sommo poeta, guarda e passa.
hm is the law
Sabato 18 Luglio 2009, 12.16.16
11
Recensione perfetta per un disco molto ma molto bello. Un suggerimento ai lettori non fossilizzatevi sul voto ma considerate le parole usate nella recensione quelle sono importanti.
elysis
Sabato 18 Luglio 2009, 1.45.54
10
PERCHE'?
taipan
Venerdì 17 Luglio 2009, 18.53.20
9
Quoto Pincheloco.
pincheloco
Venerdì 17 Luglio 2009, 16.40.23
8
Io lo comprai appena uscito e dopo averlo aspettato con ansia, per cui sono d'accordo con quanto scritto dal recensore. Forse sarò un fan accanito (vero) però è anche il mio pensiero.
frankiss
Venerdì 17 Luglio 2009, 14.52.44
7
Non accetto certo che mi venga addebitata la mancanza di obiettività....io se ritengo che un recensore sia influenzato da troppo amore o da scarsa obiettività nello scrivere non lo leggo nemmeno, lo salto pari pari....se Bathory ritiene o qualcun altro mi accusa di quanto detto sopra può tranquillamente evitare ciò che io scrivo qui su questo sito, sempre in piena autonomia e non prono o soggiogato al fascino o al potere di alcuno! Con questo chiudo e non risponderò più ad accuse infondate e senza una logica!
Bathory
Venerdì 17 Luglio 2009, 14.43.18
6
Obiettività: attegiamento privo di personalismi e particolarismi nel formulare un giudizio. Dare 98 a questo disco significa far prevalere il sentimento su tutto (quindi mancanza di obiettività). Ci può stare ma accetta la critica.
frankiss
Venerdì 17 Luglio 2009, 13.02.22
5
Forse sfugge a qualcuno che questo è un album tecnicamente perfetto, storico, un pezzo unico...e se leggete capirete il perchè....completamente diverso dallo standard Kiss, e senza alcun costume, trucco o diavolerie varie....L'obiettività a me non manca mai...guardatevi l'excursus di recensioni e capirete che intendo....piuttosto anche il recensore esprime un giudizio personale...che va anche contestualizzato in un dato periodo storico nel quale l'album è uscito.....Mi pare che qualcuno parta un po troppo prevenuto....accetto l critiche ma non mi somministrate cose tipo: ah si è il recensore di Dynasty o menate simili.....Mi spiace per chi dice cose del genere ma sono affermazioni perlomeno con poca riflessione...diciamo maldestre! Sarebbe anche interessante sapere se chi critica ha mai ascoltato il suddetto album..... Credo che il rispetto per chi esprime delle opinioni sia un buon punto di partenza...poi si può anche non essere d'accordo, ci mancherebbe...ma il rispetto è doveroso!
Bathory
Venerdì 17 Luglio 2009, 11.08.28
4
..già AL è lo stesso recensore di Dynasty e manca di obiettività
AL
Venerdì 17 Luglio 2009, 10.56.44
3
valutazione esagerata. buon album ma in generale tutte le recensioni dei kiss sono leggermente falsate dal recensore, la parte del fan sfegatato ha la meglio sull'obiettività secondo me... senza offese... è un pò come se io recensissi i Maiden... )
elysis
Venerdì 17 Luglio 2009, 1.11.53
2
Grandioso da ascoltare, eccezionale la registrazione video che si può gustare in Kissology 3. Animali da palco ammansiti e portati sulle seggiole che tengono in sospeso il fiato degli astanti... Credo che Dio li abbia benedetti da tempo, diversamente non sarebbero divenuti il mito che sono! Ottimo lavoro Frankiss.
Maxim
Venerdì 17 Luglio 2009, 0.29.23
1
Un gran bel disco senza dubbio forse però la valutazione è troppo buona
INFORMAZIONI
1996
Mercury Records
Hard Rock
Tracklist
1. Comin' Home
2. Plaster Caster
3. Goin' Blind
4. Do You Love Me?
5. Domino
6. Sure Know Something
7. A World Without Heroes
8. Rock Bottom
9. See You Tonight
10. I Still Love You
11. Every Time I Look at You
12. 2,000 Man
13 Beth
14 Nothin' to Lose
15 Rock and Roll All Nite
Line Up
Paul Stanley (Guitar And Voice)
Gene Simmons (Bass and Voice)
Bruce Kulick (Lead Guitar and Voice)
Eric Singer (Drums and Voice)

Guest:
Ace Frehley ( Lead Guitar and Voice)
Peter Criss (Drums and Voice)
 
RECENSIONI
90
90
75
80
13
98
70
96
55
70
80
75
80
90
50
99
97
35
95
80
90
97
95
60
95
90
80
100
80
85
60
ARTICOLI
20/05/2017
Live Report
KISS + RAVENEYE
Pala Alpitour, Torino, 15/05/2017
17/02/2016
Articolo
IN TOUR CON I KISS
Le storie on the road della Original KISS KREW - 1974-1976
17/06/2015
Live Report
KISS + THE DEAD DAISIES
Arena di Verona, 11/06/2015
26/03/2014
Articolo
NOTHIN` TO LOSE - LA NASCITA DEI KISS 1972-75
La recensione
23/06/2013
Live Report
KISS + RIVAL SONS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/06/2013
13/02/2013
Articolo
KISS
'Welcome to the Show' - La recensione della biografia
24/09/2011
Articolo
KISS
Le Maschere del Rock - la recensione
28/11/2010
Articolo
KISS
Kiss & Lick: la biografia non autorizzata
23/05/2010
Live Report
KISS + TAKING DAWN
Forum di Assago, Milano, 18/05/2010
31/07/2008
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Datchforum, Assago (MI), 24/06/2008
13/05/08
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Arena, Verona, 13/05/2008
22/02/07
Intervista
MESSIAH'S KISS
Parla la band
30/10/2004
Live Report
NECRODEATH + KISS OF DEATH + DISEASE
Alpheus, Roma, 10/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]