Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
THE WHO
Who

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
HYPNO5E
A Distant (Dark) Source

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

22/11/19
AVATARIUM
The Fire I Long For

22/11/19
BLOOD EAGLE
To Ride In Blood & Bathe In Greed - Part III

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden History Of The Human Race

CONCERTI

20/11/19
AMON AMARTH + ARCH ENEMY + HYPOCRISY
ALCATRAZ - MILANO

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR + RED RIOT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

22/11/19
HADDAH + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

22/11/19
SAKEM + GUESTS
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - FORMIA (LT)

AC/DC - If You Want Blood You’ve Got It
( 9710 letture )
Nell’aprile del 1978 gli AC/DC avevano pubblicato Powerage, successore dell’ottimo Let There Be Rock e, soltanto pochi mesi dopo, decidono insieme alla casa discografica di realizzare il loro primo album live.
Lo scopo evidente era quello di cavalcare l’onda dell’incredibile successo della band ed immortalarla in uno stato di forma assolutamente straordinario.
Così nell’ottobre di quell’anno esce If You Want Blood You’ve Got It, unico album live, ahimè, con il mai troppo rimpianto Bon Scott alla voce.
Con la line up storica gli AC/DC nel 1979 daranno alla luce ancora un immenso capolavoro, Highway To Hell, poi purtroppo il singer morirà a Londra il 19 febbraio 1980 lasciando un vuoto incolmabile.

La cover di If You Want Blood You’ve Got It è un po’ truculenta: il leader Angus è trafitto dalla sua chitarra ed è sanguinante mentre Bon continua imperterrito a cantare al microfono; sul retro del disco è visibile la batteria del gruppo ed il corpo disteso del chitarrista ormai senza vita!
Il disco, registrato durante il tour mondiale del 1978 e mixato agli Albert Studios di Sydney, è composto da dieci tracks che ripercorrono la favolosa carriera della band; la release, il cui unico difetto è costituito dalla breve durata, ha un sound pressoché perfetto anche perché il gruppo disponeva all’epoca di una strumentazione di livello.
Da evidenziare che i brani appaiono scollati tra di loro perché appartengono a concerti diversi.
Si parte alla grande con Riff Raff: dopo una breve introduzione di chitarra il pezzo si scatena in un ritmo trascinante dettato da un riff granitico al fulmicotone mentre uno straordinario Bon Scott con la sua inconfondibile acidula voce ammalia l’ascoltatore. Gli assoli di Young impreziosiscono ancor di più questa fantastica song.
Si prosegue con la bellissima Hell Ain't a Bad Place To Be, uno dei piatti forti tratti da Let There Be Rock, dotata di un ritmo più pacato con i riff a farla sempre da padrone.
Bad Boy Boogie si presenta qui in una versione più lunga rispetto a quella originale per dare spazio ai formidabili assoli di Angus Young ed al suo immancabile spogliarello che lo ha reso tanto celebre.
Si stempera l’atmosfera con il blues graffiante di The Jack e con il pubblico a cantare insieme al mitico Bon. Da brividi!
Ma è solo un attimo di pausa: Problem Child, a mio avviso uno dei brani più belli mai incisi dal gruppo, stordisce l’ascoltatore con il suo incedere rabbioso.
Whole Lotta Rosie e Rock 'n' Roll Damnation sono altre due perle in cui il ritmo è assolutamente predominante grazie al muro del suono prodotto da Malcolm Young, Phil Rudd e Cliff Williams.
Ancora un gran pezzo High Voltage, uno dei loro primi successi, con il pubblico entusiasta a cantare nuovamente a squarciagola.
Arriva l'immensa, potente Let There Be Rock un vero è proprio anthem dedicato al dio del Rock!
Conclude il disco una versione della veloce Rocker diversa da quella registrata in studio ma molto più incisiva.

If You Want Blood You've Got It dimostra inequivocabilmente che gli AC/DC sono soprattutto una live band in grado di esaltare gli spettatori come pochi gruppi riescono a fare.
In definitiva possiamo dire di trovarci di fronte ad un platter mastodontico, spettacolare, grezzo, travolgente, uno degli apici mai raggiunti nella musica rock per quanto concerne gli album live... e scusate se è poco!



VOTO RECENSORE
97
VOTO LETTORI
73.81 su 60 voti [ VOTA]
Jonathan
Giovedì 4 Luglio 2019, 22.37.06
27
Un album live devastante in lungo e in largo con alcune versioni di pezzi originali decisamente da brividi. Voto 100 senza dubbio.
Fabio Rasta
Sabato 25 Novembre 2017, 16.36.27
26
L'epoca dei grandi Live!. Maiden Japan, The Songs Remains, On Stage, Live And Dangerous, Fillmore East, One More From The Road. Tutti doppi e QUASI tutti caratterizzati da lunghi virtuosismi tipo "senti come sono bravo!". Dischi Epocali, Storici, Grandiosi, Intramontabili, ma personalmente non riuscirò mai a digerire una The Mule con 1/4 d'ora di drum solo, tanto x capirci. Ed ecco che arrivano gli sfacciati eredi di CHUCK BERRY, con 50 minuti di puro fuoco. Arriva, brucia, se ne va. Riscrivendo diversi canoni, sempre a modo loro. La cover, geniale, parla da se. Unica nota stonata, non ho mai capito il xchè della versione ridotta di Whole Lotta Rosie. Sembrano quelle orribili operazioni radiofoniche che tanto stavano sulle palle a MALCOLM e soci. Peccato. X il resto STORIA!
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 17.22.02
25
Uno dei migliori dischi live della storia
Metal Shock
Giovedì 21 Aprile 2016, 21.09.16
24
Il mio amore per gli AC/DC inizio` con questo album regalatomi da mio fratello. Che dire: uno dei migliori live di sempre per un Bon e una band al massimo, altro che li schifo di oggi.
Mulo
Giovedì 21 Aprile 2016, 19.33.12
23
Bellissimo veramente,Bon Scott al top!! Molto meglio di "live"... Sotto la dicitura "rocker" dovrebbero mettere la foto di Bon Scott e di Lemmy. Immortali!!
simorock
Domenica 17 Gennaio 2016, 22.19.58
22
Gli AC/DC dal vivo non fanno prigionieri. L'elettricità di Powerage è nell'aria, mentre si lavora ad Highway To Hell. Live storico, voto 88.
Rob Fleming
Sabato 16 Gennaio 2016, 12.42.41
21
Grandioso, sanguigno ed infuocato. Come dev'essere ogni VERO album live di una rock band. Voto 80
venom
Martedì 2 Dicembre 2014, 15.21.38
20
uno dei live piu belli della storia!!!!
BOB
Sabato 18 Ottobre 2014, 14.21.58
19
live da brividi!!!..devastante!!!
freedom
Sabato 4 Ottobre 2014, 15.33.20
18
Questo è il disco che consiglio a tutti quelli che vogliono avvicinarsi agli AC/DC. Assolutamente fantastico, potente, trascinante, incredibile. Bon Scott era unico, e tutti gli altri dal vivo sono delle vere bestie. Riesco a sentire il rock che mi scorre nelle vene quando ascolto quest'album. Voto 99.
Lisa Santini
Mercoledì 2 Aprile 2014, 15.38.50
17
Questo album io c'e' l'ho!!!!!!! Me lo ha regalato un mia vicina di casa per Natale! E devo dire che: la cover e' bellissima, poi il disco e' stupendo!!!!! Soprattutto gli AC/DC i MIEI AMORI ***
Lisa Santini
Mercoledì 2 Aprile 2014, 15.38.50
16
Questo album io c'e' l'ho!!!!!!! Me lo ha regalato un mia vicina di casa per Natale! E devo dire che: la cover e' bellissima, poi il disco e' stupendo!!!!! Soprattutto gli AC/DC i MIEI AMORI ***
blackie
Giovedì 13 Settembre 2012, 13.45.23
15
forse il miglior album degli ac/dc...un capolavoro inarrivabile!non mi stanchero mai di ascoltarlo..ce tutto cio che si desidera in un live!!
MAIDEN
Mercoledì 17 Agosto 2011, 7.52.40
14
Questo vinile me lo regalò un mio amico......consumato di brutto !!
BILLOROCK fci.
Martedì 12 Luglio 2011, 17.29.17
13
bellissimo album, ma le sonorità live,del epoca non lo rendono ( a mio avviso) così stupendo ! voto 90 !!
Giovanni
Venerdì 4 Marzo 2011, 20.14.55
12
Devastante non ci sono altre parole
jek
Domenica 6 Febbraio 2011, 11.06.39
11
Per un live un titolo così vale 100 da solo. Il disco è tra i migliori liva dellastroria del rock voto giusto
Philosopher3185
Lunedì 3 Gennaio 2011, 12.34.44
10
Insieme a no sleep til' hammersmith è L'album hard rock live,piu' potente e autentico della storia del rock!
leonardo
Lunedì 13 Dicembre 2010, 20.54.00
9
io ci infilo anche death on the road ma questo a live after death gli dà il bona più o meno la differenza è quella tra il bellissimo e il trascendentale , anche se piccola c'è. ....hell ain't a bad place to be......
Matocc
Lunedì 19 Luglio 2010, 22.17.16
8
Parlando di dischi live, questo è nell' Olimpo insieme a Made In Japan e Live After Death... la perfezione applicata al rock!!!
alex
Venerdì 28 Agosto 2009, 1.27.03
7
sia dio, che satana, se lo sparano in cuffia tutte le mattine
Minchius Maximus
Lunedì 24 Agosto 2009, 21.18.43
6
Cazzo ! Dischi come questo dovrebbero distribuirli fuori dalle scuole gratis !!!
Raven
Lunedì 24 Agosto 2009, 12.02.50
5
Ho ancora la cassetta
Lukas
Lunedì 24 Agosto 2009, 11.40.29
4
Disco eccezionale bella recensione
hirax
Lunedì 24 Agosto 2009, 5.43.50
3
Io ho cominciato ad ascoltare la musica con il nastro di questo disco... ora ho più di 2000 dischi! Mitico è poco... direi insuperabile!
arkanoid
Domenica 23 Agosto 2009, 20.24.46
2
L'album migliore degli AC/DC secondo me
Stefano
Domenica 23 Agosto 2009, 14.52.56
1
Grandissimo live da avere assolutamente!!
INFORMAZIONI
1978
Atlantic Records
Hard Rock
Tracklist
1. Riff Raff
2. Hell Ain't a Bad Place to Be
3. Bad Boy Boogie
4. The Jack
5. Problem Child
6. Whole Lotta Rosie
7. Rock 'n' Roll Damnation
8. High Voltage
9. Let There Be Rock
10. Rocker
Line Up
Bon Scott - voce
Angus Young - chitarra
Malcolm Young - chitarra
Cliff Williams - basso
Phil Rudd - batteria
 
RECENSIONI
82
73
50
56
84
90
60
68
76
79
100
96
90
97
96
87
91
79
ARTICOLI
14/07/2015
Live Report
AC/DC + VINTAGE TROUBLE
Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, Imola (BO), 09/07/2015
25/05/2010
Live Report
AC/DC
Stadio Friuli, Udine, 19 maggio 2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]