Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Enslaved
Utgard
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
ONDSKAPT
Grimoire Ordo Devus

27/11/20
SCOUR
Black

27/11/20
EAST TEMPLE AVENUE
Both Sides of Midnight

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
DARKNESS
Over and Out

27/11/20
CARNAGE ALPHA
From There to Oblivion

27/11/20
DIAMOND HEAD
Lightning to the Nations 2020

27/11/20
WITHIN THE RUINS
Black Heart

27/11/20
ARRAYAN PATH
The Marble Gates to Apeiron

27/11/20
WRECK-DEFY
Powers That Be

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Schizo - Main Frame Collapse
( 5874 letture )
Milano, Genova, Catania.
Su questa specie di triangolo industriale con un vertice abbondantemente a sud corre il metal estremo italiano negli anni '80; Bulldozer, Necrodeath e Schizo, questi i nomi delle tre band più rappresentative di quel periodo.

A differenza delle altre due compagini, gli Schizo non godono di una grande fama al di là degli estimatori del genere, soprattutto a causa del grande periodo di totale silenzio successivo al rilascio di Main Frame Collapse, rotto poi nel 2007 con la pubblicazione del secondo album Cicatriz Black; ciò nonostante, il disco di cui andiamo a parlare oggi è considerato un vero e proprio oggetto di culto per chi sia particolarmente interessato alla storia del thrash metal più violento, e in particolar modo al fondamentale ruolo che il nostro paese ha avuto nel tracciarne le coordinate stilistiche.

Registrato nel 1988 agli studi "La Ciminiera" di Catania e ristampato nel 2006 dalla Avantgarde Music, Main Frame Collapse colpisce per la violenza espressiva contenuta nel disco, incredibile se collocata nell'anno di uscita e superiore anche a quella delle band conterranee (presenta qualche punto in contatto solo col celebre progetto Mondocane, non a caso costituito per metà da membri degli stessi Schizo), e che al giorno d'oggi molte band cercano di raggiungere grazie a produzioni super-pompate. Quella di Main Frame Collapse è invece quanto di più amatoriale ci possa essere: grezza e minimale, nonostante penalizzi il sound generale, essa passa del tutto in secondo piano di fronte alla furia cieca con cui le canzoni colpiscono in pieno stomaco l'ascoltatore; più cattivi degli Slayer, più marci dei Kreator, i nostri mettono in questo disco la quintessenza del thrash più rabbioso, furibondo, fottutamente aggressivo che che la storia ricordi.

Violence At The Morgue e Threshold Of Pain, che aprono il disco, mettono insieme -in soli quattro minuti- una serie di blast-beat, accelerazioni insostenibili, chitarre distortissime e un devastante Ingo -cantante anche dei primi Necrodeath- il cui grezzissimo cantato black metterebbe in riga molti nomi ben più famosi; il poco spazio concesso a decelerazioni mid-tempo rimanda chiaramente ai Necrodeath di Into The Macabre, segno del forte legame di influenza reciproca tra i più grandi nomi del tempo in Italia.

Il messaggio che gli Schizo portano avanti con la loro musica è schietto e senza fronzoli: pura e semplice devastazione sonora!
Che sia il marciume del ritornello del mid-tempo Make Her Bleed Slowly, il furibondo drumming di Epileptic Void o la claustrofobia di Psycho Terror, l'obiettivo è sempre e solo quello di annichilire l'ascoltatore. E i nostri ci riescono perfettamente con canzoni come Sick Of It All, vera e propria scarica da manuale del thrash, perfetta in ogni singolo punto, dal refrain alle velocissime strofe passando per lo splendido assolo centrale, o come la title-track: questa si apre con tre minuti che che spaziano da atmosfere rarefatte d'introduzione ad una buona prova di thrash strumentale, per poi cedere il passo ad un pezzo molto particolare che alterna sfuriate velocissime a decelerazioni sincopate creando uno strano effetto, inquietante ed asfissiante, sull'ignaro ascoltatore.

Volete capire cos'è il thrash? Non ascoltate Main Frame Collapse. Qua non c'è nulla da capire, non c'è scuola e non c'è tradizione; qua c'è solo rabbia, quella vera, genuina, quella che sale dallo stomaco come un macigno e che esce fuori con furia, travolgendo tutto ciò che incontra sul suo cammino. Qua c'è la storia del metal; entrate anche voi a farne parte, ma state attenti: potreste non riuscire più a uscirne.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
83.68 su 126 voti [ VOTA]
Egidio
Lunedì 29 Aprile 2019, 2.38.55
25
Da ragazzo, proprio quando uscì, provai ad ordinarlo nei cataloghi dell'epoca più volte ma purtroppo non lo riuscii mai ad avere. Questo è uno dei miei più grandi rammarichi. Nel 2007 trovai per caso in un negozio la ristampa cd Avangarde e la presi al volo. Mi mangiai il fegato, quando lo ascoltai, perché avere la possibilità oggi di comprare tutto non è come averlo avuto quando uscì. Oltretutto c'è pure un po' di sano orgoglio siculo di mezzo. Gli Schizo erano unici. Un concentrato di velocità, rabbia e potenza da fare quasi impallidire qualsiasi cosa. Li ho visti ieri a Catania in concerto assieme ai Cripple Bastards: micidiali ancora oggi. Per me questo album è un 9
Hattori hanzo
Sabato 15 Dicembre 2018, 11.28.04
24
Grandissimo disco , preso in vinile appena uscito , bello non solo per l'importanza storica ma proprio come sound , nel progetto "Mondocane" poi , con i Necrodeath e una produzione un po' più pulita sono eccezionali!!! SCHIZO C.T.H.C.!!
ObscureSolstice
Sabato 15 Dicembre 2018, 10.49.50
23
Miiiezzega..qua si parla di storia della nostra penisola, non scherziamo. Da quanto non lo ascoltavo. A livello di poche importanze come Bulldozer, Necrodeath...Si contempla e si stringe la mano davanti questi personaggi. Non tra i miei preferiti ma li rispetto, i numeri 1 rimangono sempre i Bulldozer incontrastati, per questioni di gusti personali, di modo di suonare e questioni affettive. Il nome Schizo dice tutto e influenza il mondo musicale e la scena, dopotutto...siamo tutti figli dei Venom (cit.) Inoltre c'è un tasso di hardcore non indifferente qua dentro (la traccia Sick of it all la dice lunga), molto simil accenni evidenti di irruenza grindcore che sempre core è, violenza sonora assurda in quello stile. Black/thrashcore con le balls. Schizo, Schizoooo amuninne, aggressività e madness. Main Frame Collapse esordio da mandare tra le pietre extreme storiche del thrash primordiale del nostro panorama italico, ma non solo. voto: 85
Aceshigh
Domenica 1 Luglio 2018, 10.00.50
22
Grandissimo album e grandissimi Schizo! Nel 1989 roba così estrema non erano in molti a pubblicarla (discorso fatto ovviamente su scala internazionale e non italiana). Main Frame Collapse è una pietra miliare del metal estremo, punto. La storia (o leggenda) vuole che alla registrazione di quest'album avrebbe dovuto pure partecipare nientemeno che Chuck Schuldiner, poi non se ne fece nulla; ciò la dice lunga su quanto potesse essere stimata questa band italiana all'estero! Da avere a tutti i costi, così come tutti gli altri album della band (che a parer mio non ha mai toppato ogni volta che è uscita sul mercato), compreso l'ultimo - più ragionato - Rotten Spiral, per me lavoro di alto livello. Voto 91
duke
Martedì 2 Gennaio 2018, 22.33.14
21
...molto inferiori...
duke
Martedì 2 Gennaio 2018, 22.31.12
20
mayhem,bathory,sarcofago ed un infinita' di bands affini erano moto inferiori...
duke
Martedì 2 Gennaio 2018, 22.29.55
19
schizo necrodeath bulldozer sadist sono stati superiori a molte bands estere ....ma troppo penalizate dal fatto di provenire dall'italia..peccato...
Mulo
Giovedì 28 Dicembre 2017, 18.04.01
18
Schizo non Sadist (scusate ma è tutto il giorno che sento band italiane)
Mulo
Giovedì 28 Dicembre 2017, 17.56.55
17
Gran bel disco,si osannano tanto i sarcofago ma i necrodeth e i sadist d'annata gli facevano un mazzo tanto.
LexLutor
Domenica 22 Gennaio 2017, 21.42.25
16
....mbari.... chi spacchiu ssiii....
rik bay area thrash
Domenica 22 Gennaio 2017, 21.10.37
15
Ricordo che all' epoca le review lette non ne parlavano benissimo di questo lavoro. Un po come gli incinerator. Quando poi con il tempo si scopre nella realtà che erano dischi moooolto validi. Qualcosa ogni tanto si riesce a recuperare ma era all' epoca che certe 'sviste' di certi pseudo commentatori non dovevano esserci. Comunque grandi schizo.
LexLutor
Domenica 22 Gennaio 2017, 18.07.47
14
...e pensare che ho acquistato il loro vinile per ben 2 volte rivenduto alltrettante volte perché mi zumpavano tre quattro brani. La seconda aveva un riga sottile proprio al centro del lato A. Pensavo di ricomprarlo più sano e più in là nel tempo. Quante fesserie si pensano da ragazzi. Mai più ritrovato. Oggi possiedo il loro CD autoprodotto limitato a 500 copie, oltre a quello ristampato dai tipi di avantgarde, na decina di anni fa. Grande mossa la loro.
LexLutor
Domenica 22 Gennaio 2017, 17.55.45
13
Anno 1989. Un album che collocava definitivamente questa band in una nicchia dove esercitare un culto incondizionato. Death thrash con venature hardcore dai blastbeat da cardiopalma. Un certo Ingo prestava la sua voce a quasi metà disco. Più estremi di loro (in termini di impatto sonoro) c'erano solo i Sarcofago, i Napalm Death di FETO, i Carcass di ROP e i SoreThroat. Ma sti pazzi siciliani li amavo molto, molto di più. 100 secco.
vecchio peccatore
Mercoledì 9 Aprile 2014, 19.40.02
12
Grande disco, per me il migliore del Black/Thrash italiano, quello che meglio se la gioca coi capolavori dell'estero. Voto 90
anvil
Domenica 6 Gennaio 2013, 13.30.10
11
Grandissima band nostrana , album da 88.
fabio II
Lunedì 22 Ottobre 2012, 13.36.31
10
Uno dei migliori dischi di thrash italiano senza dubbio, con 'Into The Macabre' seminalissimo
-x-
Sabato 3 Marzo 2012, 23.03.05
9
40.87??!?!?!?!?! VERGOGNATEVI!!!!
Electric Warrior
Martedì 2 Febbraio 2010, 15.49.44
8
Perla di thrash italiano
king76
Lunedì 7 Settembre 2009, 8.55.49
7
ottima recensione. complimenti davvero!!! disco fondamentale.
zoso
Giovedì 27 Agosto 2009, 19.56.32
6
a dimenticavo....complimenti a nikolas gran bella recensione...
zoso
Giovedì 27 Agosto 2009, 19.55.07
5
credo che non siamo in molti a conoschere gli schizo.....e come dice sid..meritano di stare sotto i riflettori...e poi da siciliano sono fiero di loro...grandi...album da 95/100..
Nightblast
Mercoledì 26 Agosto 2009, 16.08.39
4
Capolavoro spaccaossa. Onore agli Schizo, onore alla Trinacria, del passato del presente e del futuro.
Syd
Mercoledì 26 Agosto 2009, 14.51.47
3
Grande Nikolas, questo è un disco che merita di essere portato sotto i riflettori.
Nikolas
Mercoledì 26 Agosto 2009, 11.19.09
2
Dici che avrei dovuto concludere in stile Arakness con un bel "Seminali"?
Raven
Mercoledì 26 Agosto 2009, 10.42.07
1
Seminali
INFORMAZIONI
1989
Flying/Crime Records
Thrash
Tracklist
1. Violence at the Morgue
2. Threshold of Pain
3. Make Her Bleed Slowly
4. Epileptic Void
5. Removal Part 1 & Part 2
6. Psycho Terror
7. Sick of It All!
8. Manifold Hallucinations-Behind That Curtain
9. Main Frame Collapse
10. Delayed Death
Line Up
Ingo - Vocals
Alberto - Bass
S.B. - Guitars
Carlo F. - Drums
 
RECENSIONI
80
90
ARTICOLI
16/05/2012
Live Report
SCHIZO + BUNKER 66
Zo - centro culture contemporanee, Catania, 12/05/2012
05/05/2010
Intervista
SCHIZO
Il tempo si e' fermato
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]