Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/08/18
CEMETERY URN
Barbaric Retribution

17/08/18
DORO
Forever Warriors, Forever United

17/08/18
EXOCRINE
Molten Giant

17/08/18
FEUERSCHWANZ
Methämmer

17/08/18
CARNATION
Chapel of Abhorrence

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

CONCERTI

16/08/18
FRANTIC FEST (DAY 1)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
FRANTIC FEST (DAY 2)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
NEREIS + GUESTS
CASTALDI FESTIVAL - SEDICO (BL)

17/08/18
NECRODEATH + GUESTS
ZONA INDUSTRIALE - PULSANO (TA)

17/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 1)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

17/08/18
HARD ROCKOLO FESTIVAL
PARCO ROCCOLO - PIEVE DI CADORE (BL)

18/08/18
FRANTIC FEST (DAY 3)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

18/08/18
DESTRAGE + GUESTS
SUMMER CROCK FESTIVAL - BORGHETTO DI SAN MARTINO DI LUPARI (PD)

18/08/18
HIRAX + GUESTS
MU CLUB - PARMA

18/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 2)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

Judas Priest - Painkiller
( 30733 letture )
Chi ascolta frequentemente musica di un determinato genere e di un certificato valore dovrebbe sapere perfettamente che c’è una distinzione più o meno forte tra buoni dischi, dischi mediocri e capolavori assoluti. Bene, Painkiller non appartiene a nessuna di queste categorie, perché chi ascolta musica di quel determinato genere e di quel certificato livello sa bene che ci sono band che hanno fatto la storia e altre che invece hanno deciso di superare anche la leggenda, andando ad incarnarsi con l’epica stessa del genere. Signore e signori, ecco a voi il Signor Heavy Metal, Painkiller, l’ultimo grande tsunami esploso dai Signori indiscussi dell’acciaio, i Judas Priest. I bikers di Birmingham, a cavallo tra Seventies ed Eighties avevano forgiato il Verbo del metallo con album seminali quali Sad Wings Of Destiny, Sin After Sinner, Stained Class e Killing Machine, dando una direzione moderna alla creatura primigenia dei concittadini Black Sabbath. Il successivo (e definitivo) trittico d’acciaio composto da British Steel, Screaming For Vegeance e Defenders Of The Faith completò l’evoluzione e la definizione di questo potente genere musicale, andando ad arricchire una discografia di masterpieces energici e scintillanti davvero invidiabile. Tuttavia, dopo i controversi Turbo e Ram It Down la formazione inglese si ritrovò ancora sotto esame, e fu costretta a tornare in pista per spiegare nuovamente agli esseri umani come si suonasse l’heavy metal. Potreste essere un thrasher abituato alle accelerazioni più sanguinarie, un deathster navigato alle sonorità più estreme o un grindcorer ferrato dalle urla più belluine, ma Painkiller non riuscirà a non violentarvi l’anima, percuotendola con una furia tellurica innervata dai maligni acuti di Rob Halford, l’unico e solo MetalGod. E’ caldamente consigliato leggere il resto della recensione ascoltando il platter in questione: probabilmente molti non arriveranno alla fine del pezzo, in quanto scatenati in un pogo folle contro le pareti e in un headbanging malato. Ponete il disco incandescente nel vostro stereo con riverenza relgiosa, alzate il volume al massimo e avvisate i vicini del pericolo che stanno per correre. Che il tornado metallico inizi.

Painkiller è l’album perfetto: la tracklist è un elenco di pezzi memorabili, praticamente senza punti deboli. Il sound del platter è potentissimo e la produzione praticamente impeccabile, esaltata dalla devastante presenza di un batterista come Scott Travis, che pesta solido, esplosivo e compatto. L’innesto in formazione del nuovo drummer porta nuova linfa vitale ai Priest, che si riscoprono più possenti e metallizzati di quanto non siano mai stati. E’ proprio un roboante assolo di Travis ad aprire il platter, anticipando il riff sinistro dell’apocalittica title track: il MetalGod inizia la celebrazione del suo rito, un massacro acuminato dal ritornello marziale. Il pezzo è articolato e maestoso, impreziosito dal primo di una lunga serie di memorabili assoli di chitarra e scandito da un riffato devastante, roboante, completamente rinvigorito e potenziato rispetto al passato: una sintesi perfetta della direzione roboante intrapresa dalla band, che però non perde il gusto per la melodia, che cola a fiotti dai cristallini funambolismi degli axemen Glenn Tipton e KK Downing. I ritmi della successiva Hell Patrol sono meno serrati e più solenni, perennemente innervati dagli acuti di Halford. Il singer introduce con velenosa malvagità All Guns Blazing, pezzo dal ritornello a dir poco esaltante: un elemento, quest’ultimo, ricorrente e confermato appieno anche in Leather Rebel. E’ straordinaria la costanza e la compattezza rocciosa che si articola in tutti i brani dell full length, conferendogli una corposità moderna e massiccia, amalgamata a meraviglia con le evoluzioni al vetriolo che scorrono liquide sulle corde delle chitarre: é proprio il riffing a colpire in positivo, traccia dopo traccia, per merito di un'acquisita potenza che andrà a influenzare tutte le nuove generazioni, anche quelle più estreme. Il titolo del pezzo in questione è un manifesto chiaro: i ribelli di cuoio assaltano le coronarie dell’ascoltatore facendole vibrare con cannonate di pathos, potenza, enfasi. Il prepotente riff iniziale e la classe immensa dei due guitar hero faranno sì che il Prete di Giuda si impossessi di voi e vi faccia scatenare in un headbanging forsennato, che sfocerà nella crescente galoppata finale a briglie sciolte, scandita da fendenti chitarristici sacrali e sferzanti. Non potrete fermarvi: senza lasciarvi fiato ed energie, il tapping impazzito del colosso Metal Meltdown esploderà improvvisamente nella vostra stanza, manifestandosi devastante e fragoroso. Lo vedrete, il MetalGod, ergersi avvolto dalle tenebre e demolire i vetri delle finestre con i suoi acuti da embolia, mentre il vostro cuore pulsa impazzito, governato dalla follia di metallo e trascinato dalla tellurica composizione musicale imbastita dalle due chitarre, asce implacabili che non smettono di sferrare architetture trascinanti, melodie mozzafiato e riff spietati. Vi troverete a ripetere follemente il ritornello con i pugni al cielo, assieme ad un Halford grande, grandissimo, più grande della sua stessa leggenda: mai così straripante, mai così supremo! A velocità folle si susseguono classici da antologia, pezzi da novanta di impatto pesantissimo e immediato: tutte le tracce sono caratterizzate da una grande freschezza compositiva e diventano potenziali cavalli di battaglia capaci di entusiasmare ogni metalhead che si rispetti. L’atmosfera onirica intrisa di desolazione che apre Night Crowler ci trascina nella melodia malinconica e desolante scandita dall’ennesimo assolo emozionante, mentre degli enormi nuvoloni grigi coprono il cielo già squarciato: maestosa e compatta, la canzone concentra l'ennesimo nugolo di riff, ripartenze ed emozioni indescrivibili, innalzandosi assieme alla titletrack al rango di classico immancabile nelle setlist live dell'act britannico. La traccia numero sette è, nel titolo, la perfetta descrizione di quello che si trova ad essere il povero metalhead sottoposto all’ascolto di questo masterpiece: Between The Hammer And The Anvil, tra l’incudine della follia imposta dalle vocals di Rob Nostro Signore e il martello massacrante di Scott Travis, che violenta senza pietà la sua batteria; un altro pezzo apocalittico e terremotante, da pelle d’oca.

Il bello di Painkiller è che ogni singola composizione da sola vale il prezzo del platter: una sfida incredibile tra le chitarre, un’orgia di metallo magistrale nella quale basso, batteria e chitarre si muovono alla perfezione creando un’orchestra del male che triterà le vostre ossa, demolirà le vostre resistenze inibitorie, vi piegherà prepotentemente sotto la volontà dell’Acciaio, un Signore al quale mai più potrete sfuggire. A Touch Of Evil è una marcia funerea, solenne ed epica, che scandisce il passaggio del MetalGod tra due ali di headbangers adoranti, mentre anche Dio si arrenderà impotente dinnanzi alla sua avanzata autoritaria, implacabile, lenta come questa canzone che profuma di vendetta, cupa e oscura come il mantello di cuoio del Signore delle Tenebre: ripetetelo finchè avete fiato il suo nome, Robert John Arthur Halford: il MetalGod. Vi tremeranno i polsi e vi si gelerà il sangue nelle vene. La chiusura è affidata alla gloriosa One Shot At Glory, che si mantiene ruggente sulla scia delle altre tracce e possiede un mood epico da paura ed un riffery tonante, adrenalinico, tronfio e terribilmente brutale: un inno che accompagna il saluto del MetalGod, a cavallo della sua Harley scintillante. Lo tsunami di metallo è passato, ciclonico, devastante, facendo vibrare la Terra e i cuori di chi respira questa musica. E’ passato, ma è terribilmente presente. E’ lo spettro feroce che tuona nelle notti di tempesta e che esplode vulcanico nelle nostre viscere più oscure quando il Verbo si impossessa nuovamente dei nostri neuroni, pretendendo la devozione assoluta. E’ l’apparizione biblica del peccatore, è il velenoso bacio di Giuda che ammalia oggi e sempre le Legioni della Milizia. Altre parole non servono. Painkiller è l’heavy metal. Non si discute, perchè qui dentro c’è tutto: un cantante inimitabile che piega l’acciaio con la sua estensione vocale assassina, due chitarristi che definire fenomenali è imbarazzante e riduttivo, una sezione batteristica massacrante, potente e compatta come un carroarmato che si scaglia addosso ad un nemico inerme, vittima del suo destino. C’è epica, potenza, aggressività, melodie da capogiro, ritornelli esaltanti, lucida follia e passione ragionata. L’ultima dimostrazione di superiorità che i Judas Priest avevano tenuto in serbo, in attesa del momento più opportuno in cui scatenarla. Tutto quello che avevano fatto prima era sufficiente a distruggere ogni remora nei loro confronti, ma dinnanzi alla recidiva ostinazione di una critica mai soddisfatta il Prete di Giuda ha dovuto sguinzagliare la sua Arma Definitiva, demolendo con violenza innata qualunque cosa abbia trovato sul suo cammino. Poco importa che dopo il tornado Painkiller i Preti si siano presi una decade di sostanziale (e meritato) riposo, privi del loro Condottiero e cullati da una leggenda senza fine che meriterebbe un voto esponenzialmente più alto del canonico 100. Troppo umano e "normale" per giudicare l’essenza suprema di Painikiller. Brani consigliati: paticamente ed inevitabilmente tutti.



VOTO RECENSORE
100
VOTO LETTORI
91.65 su 403 voti [ VOTA]
progster78
Martedì 17 Luglio 2018, 17.16.29
377
Disco potente ,diretto e prodotto ancora meglio. Niente fronzoli solo puro heavy metal fatto con il cuore. Brani preferiti: title track,metal meltdown e one shot at glory. voto 90.
lisablack
Martedì 17 Luglio 2018, 13.03.13
376
Album bellissimo, questo è il METAL e pensa che i Judas ne hanno fatti altri di dischi su questo livello, e anche di più! Divini..
Lulein
Martedì 17 Luglio 2018, 12.43.19
375
Riascoltato ieri.....roba da pazzi. Uno di quei rarissimi album della storia del rock che non contiene al suo interno alcuna traccia minimamente più debole. Sgretola rocce dall'inizio alla fine!!
Rush 1981
Martedì 19 Giugno 2018, 13.08.35
374
Album perfetto! Il migliore dei judas ... album che assieme a Master of Puppets regnerà nei secoli e nei secoli.Amen
Area
Martedì 12 Giugno 2018, 8.34.02
373
Il migliore in assoluto dei Judas Priest per me o comunque l'ho considerato in questo modo per diverso tempo. E' un peccato che da lì a poco Rob Halford sarebbe andato via. L'artwork di Wilkinson rende perfettamente l'idea del contenuto disco ed é quello che mi é piaciuto di più tra quelli realizzati per la band (Ram it down, Jugulator e Angel of retribution se non erro)
Bordy
Lunedì 30 Aprile 2018, 11.13.15
372
Come si fa ad aggiungere un commento su Painkiller che non sia già trito e ritrito? Il voto lettori (media mostruosa!) non mente ed è quello che conta!
Franz
Domenica 18 Marzo 2018, 3.15.37
371
NIGHT CRAWLER ti si incolla dentro non esce più'
Dani3121
Sabato 17 Febbraio 2018, 21.18.50
370
La descrizione di Metal Meldown con l’annessa apparizione del MetalGid ha vinto imo.
Andre72
Venerdì 19 Gennaio 2018, 8.14.36
369
Con questo album i Judas raggiunsero la vetta della loro straordinaria carriera,un vero capolavoro della musica.Dovrebbero ascoltarlo tutti,non solo gli appassionati del metal.Voto 100 strameritato.
Jack One
Giovedì 11 Gennaio 2018, 14.35.43
368
Album devastante. E "devastante" è il più bel complimento che si possa fare a un album heavy metal. Dare un voto non inferiore a 100 lo ritengo quasi un obbligo morale.
Mulo
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 20.17.50
367
Ci vorrebbe un bel doppio live dal tour di painkiller,manca proprio nella loro discografia. Pain pain killer killer è un capolavoro dietro solo (x me ovviamente) sad wings e british steele che sono i miei preferiti insieme ad unleashed in the east.
Aceshigh
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 20.13.24
366
Certo!!! Piace da matti anche a me... ma d'altra parte stiamo parlando di Schuldiner, un altro mito. Tra l'altro... che rischio che si prese!!! Coverizzare un pezzo così ... epocale! Tanto di cappello!!! (però ascolto con più piacere l'originale).
Galilee
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 20.02.37
365
L'abilità di Chuck fu quella di coverizzare una super Song come painkiller cambiandone totalmente gli assoli, scrivendone altri altrettanto validi. E ce ne va visto che secondo me tra botta e risposta di Tipton e Downing si raggiungono livelli di eccellenza quasi mai raggiunti. Devo ammetterlo preferisco l'originale mille volte, ma la cover di Chuck è fantastica.
Aceshigh
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 19.11.40
364
Capolavori ne han fatti parecchi, Painkiller non è certo l'unico.... Poi ognuno ha il suo preferito. Il mio ad oggi è questo, poi tra un anno cambio idea: ci sono almeno altri 4 album epocali dei Judas di cui non potrei fare mai a meno. All'epoca della sua uscita di sicuro era l'album meno "priestiano" tra tutti quelli pubblicati, visto che non avevano mai picchiato così duro (alcuni riffs sono al limite del thrash)... perciò ci sta che possa non essere il preferito dei fans di vecchia data, altroché! Ma per me su quest'album ci sono 9 capolavori e una band stratosferica al massimo della forma, stop. La cover dei Death è fatta alla grande -li adoro- ma i Death li preferisco quando fanno ... i Death . Painkiller lasciamola cantare ai Priest; qualunque altra versione parte sconfitta in partenza nel confronto (ovviamente sempre per i miei gusti...)
thrasher
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 16.43.37
363
Grande tino
tino
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 16.37.00
362
Non c’è niente di strano anzi, chuck in quel periodo stava flirtando non poco con il metal classico e la performance non risulta poi molto differente dall’originale. Un pezzo già capolavoro di per sé se interpretato a dovere da musicisti preparati può anche migliorare. Visto che si parla di judas ad esempio io sono rimasto impressionato dalla cover di abigail fatta live da ripper owens, penso che diamond non si offenda se gli dicono che quasi quasi è meglio la cover dell’originale (ovviamente non è così).
thrasher
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 16.17.57
361
Se devo essere onesto preferisco painkiller fatta dai death...
Galilee
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 15.53.40
360
Ero ironico comunque.. Anch'io sono un fan di vecchia data. E i miei dischi preferiti sono questo più tutti quelli pre British steel.
tino
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 15.25.00
359
Beh ci sta che uno non possa gradire un gruppo leggendario, ma non vuol dire che uno non capisca nulla e non sia un intenditore, magari si intende di altra roba. Sicuramente non serve a nulla scriverlo in un post perché a chi legge non interessa. Io sono in linea con la lisa (non la dottoressa del san crispino) e preferisco defenders of the faith, questo è un ottimo disco e preferisco i lavori precedenti, ma sono un fan di vecchia data quindi non faccio testo.
Galilee
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 14.32.09
358
Sei un intenditore insomma..
thrasher
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 14.18.37
357
Mai piaciuti in particolare questo disco, mi annoiano e la voce mai piaciuta
lisablack
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 14.02.59
356
La title track quando parte..roba da sudori freddi! Preferisco Defender nella mia personale classifica, comunque resta un capolavoro sto disco..e chi ci sputa sopra?!? Nessuno..spero..altrimenti che ci viene a fa'su Metallized? Nel video poi, Halford ricoperto di borchie sino ai denti...divino!!!
lux chaos
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 10.31.47
355
Capolavoro epocale, poi come sempre si può dire che non piace, ma sputarci sopra è semplicemente senza senso alcuno
Aceshigh
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 9.36.54
354
Quasi mi vergogno a commentare quest'album... 46 minuti di comunione metallica!!! Davanti a capolavori del genere noi metallari non possiamo che reputarci orgogliosamente dei... privilegiati !!! Voto 100 (mila)
Suarez
Giovedì 21 Dicembre 2017, 21.43.24
353
Rob Halford qui chiaramente un uomo in missione, non si è mai sentita un onnipotenza simile dietro al microfono da parte di alcuna entità umana. Per distacco il miglior vocalist heavy metal e fra i top della storia musicale
Shadowplay72
Martedì 28 Novembre 2017, 2.36.53
352
Per tanti sara' una bestemmia,ma per me questo disco non vale 100.album grandioso,da 90 sicuramente,ma non piu'.per me l'album migliore dei priest e' screaming for vengeance!
duke
Lunedì 25 Settembre 2017, 21.22.39
351
disco grandioso!100....
galilee
Lunedì 21 Agosto 2017, 0.19.16
350
Obscure. Si a me piacciono sempre i dischi un pò più particolari. Adoro le contaminazioni, i miscugli e il coraggio di osare. Non per niente nei 90 adoravo il crossover. Senza nominare tutti i generi oltre al metal che ascolto. Anyway Painkiller è il disco preferito dei Judas da una gran fetta dei suoi fans, non puoi dire che sia una scelta anomala, e io ne faccio sicuramente parte. È la mia band metal preferita. I dischi anni 70 li preferisco perché il sound anni 70 mi piace di più. Il disco che preferisco degli 80 è comunque screaming.
Vitadathrasher
Domenica 20 Agosto 2017, 23.43.55
349
Questa band non l'ho mai incensata più di tanto, hanno fatto diversi passi falsi per i miei gusti, a volte le chitarre con pochi e semplici riff riescono a trasformare delle pisciate per oro colato, ma questo può essere anche un pregio, non per me, la voce a volte è stucchevole...... l'album in questione, non è da 100, ma è un ottimo album heavy, da 95,non sono uno di quelli che sta a vedere se l'album è innovativo e bla bla, bado al sodo, bado a ciò che funziona ed è compatto. Questo lavoro è una bella mattonata, trovare dei difetti è davvero difficile.
ObscureSolstice
Domenica 20 Agosto 2017, 21.40.42
348
@galilee tu sei sempre stato un post-musica, su qualsiasi genere mi e' capitato di notare, un post-galillee nel scegliere i dischi preferiti quelli che nessun'altro sceglie, non so se la fai apposta ahah....gran bei dischi anche quelli che hai detto tu, ma British, Defenders e Screaming viene prima di tutto
Blessed
Domenica 20 Agosto 2017, 21.08.20
347
Il trincerarsi dietro le opinioni e la libertà intellettuale è l'ultima frontiera di quelli che non conoscono i fatti e non hanno l'umiltà di volerli conoscere, preferendo chiudersi nella propria ignoranza sbandierando pretese di libertà. I fatti sono Sad Wings of Destiny, Sin After Sin, Stained Class, Killing Machine, Point of Entry, British Steel, Screaming for Vengeance, Defender of the Faith. Vai e comprati il metro. Poi una volta che li hai ascoltati per bene, e avrai fatto le corrette constestualizzazioni e storicizzazioni, magari andandoti anche a leggere quante e quali band li citano come ispirazione e gli riconoscono il primato in ambito metal, capirai da solo quante band hanno preso ispirazione da loro e quanto siano fondamentali. Il resto sono discorsi velleitari e fini a se stessi. Anche io preferisco altre band, ma certe affermazioni possono essere frutto solo di ignoranza e superbia.
ObscureSolstice
Domenica 20 Agosto 2017, 21.04.17
346
Come volevasi dimostrare...c'è sempre qualcuno che valuta il migliore quello dell' epoca successiva..come dire "Allora prima non c'è stato niente per vent'anni??". Intendiamoci, anche un disco da 95 o 90 è un capolavoro. Quattro da 100 bah..non si sono mai visti, dovrai valutarlo anche se lievemente e vedrai che gli darai un 99 o 98. Ma siamo sempre su altissimi livelli ineccepibili
Mulo
Domenica 20 Agosto 2017, 20.53.15
345
Però sarei curioso di capire da chi avrebbero "derivato"il loro sound i Priest.... Invece i Maiden (che mi piaciono fino all'88),hanno preso le twin guitars da thin lizzy e priest stessi,il modo di suonare il basso e di comporre le famose "suites" con testi storici da Achilles last stand degli Zep.... Devo continuare o mi fermo? I miei preferiti dei Judas sono Sad Wings a pari merito con British Steele.
galilee
Domenica 20 Agosto 2017, 20.29.41
344
Punti di vista. Per me questo è il migliore e in seconda e terza posizione ci metto stained class e Killing machine. Poi per me questo è anche il top in generale, ma questa è un altra storia.
lisablack
Domenica 20 Agosto 2017, 20.27.02
343
Per me il migliore è Defender, superiore a questo che è un'album storico. Invece per i Testament" The Legacy"..ma vado in O.T.
ObscureSolstice
Domenica 20 Agosto 2017, 20.08.30
342
Disco importantissimo del genere...ma non si può dare 100 a tutto secondo me. British Steel... Defenders...e Screaming li metto nell'olimpo, ma questo sotto un pelino..dipende uno cosa ha vissuto, rimane sempre un disco fondamentale che ha fatto scuola nel genere. Lo considero come il The Gathering dei Judas...indurendo le linee e carrozzando il sound in un monolite di metallo, dopo i precedenti cali un colpo di coda che ha tirato fuori questa furia su moto e chiodo. Per dire..Voi direste mai che il miglior Testament e' The Gathering(1999)? Io no. Se guardate indietro c'è molto altro..anche se rimene uno tra i più importanti
klostridiumtetani
Domenica 20 Agosto 2017, 19.51.40
341
A me sembra di aver chiarito già da un po' che le mie sono opinioni, mentre sembra che le vostre siano sentenze. Se mi dite dove posso comprare un metro che misuri la realtà dei fatti vado subito a comprarlo! Parlate tanto di libertà intellettuale e siete i primi a stroncarla sul nascere. Tramite la dialettica si potrebbe (e si dovrebbe) intraprendere un percorso di crescita, grazie anche a contestualizzazioni e storicizzazioni "impopolari". Ho sempre detto che li ascolto volentieri e mi piacciono, ma mai e poi mai mi sognerei di dipingergli attorno quell'aura di "geni", o innovatori, o pionieri, o imprescindibili ecc. ecc. che gli viene attribuita da molti (ma non da tutti). Poi c'è sempre qualcuno che vuol fare il figo e tira fuori il discorso delle "twin guitars" pensando di dare il colpo del "KO". Non entro neanche nel merito in quanto il fatto che i JP avessero le due chitarre prima degli IM solo per questioni "anagrafiche", non vuol dire che le usassero alla stessa maniera. Comunque è vero, i Fenomeni siete voi.
Mulo
Domenica 20 Agosto 2017, 19.28.52
340
Klosti chiedilo al tuo idolo Steve Harris che ne pensa dei Prist.... Già che ci sei chiedi anche che ne pensa di Achilles last stand degli Zeppelin visto che l'ha scopiazzata ben bene...... I Priest hanno influenzato la NWOBHM come nessuno e senza di loro non sarebbero nate una marea di band,Sand wings e'stato il disco preferito di Mustaine pre 1980 tanto x citarne uno. Painkiller può piacere o no ma questa band è storica è fondamentale...
lisablack
Domenica 20 Agosto 2017, 19.07.05
339
Oddio..dire che è una band derivativa e non ha fatto nulla, mah..mi lasci basita. Credevo che per ognuno di noi che ascolta metal, i Judas fossero intoccabili, Blessed nel post dice tutto lui, non aggiungo altro..
galilee
Domenica 20 Agosto 2017, 18.48.57
338
Vabbeh dai...di fenomeni se ne trovano sempre.
Blessed
Domenica 20 Agosto 2017, 18.43.51
337
Eh beh... Infatti tutti gli album dei Judas dal 1976 al 1985 che sono la Bibbia di qualunque metallaro e metal band, incensati e citati da milioni di fans e da migliaia di band (Exciter, Running Wild, Mercyful Fate, Slayer, Malice, Riot e migliaia migliaia di altre), sono il frutto di una band derivativa e che non ha prodotto niente o quasi di rilevante. Le moto sul palco, le Twin guitar, lo stereotipo dell'abbigliamento metal, lo stile di canto di Halford... SI Sì... Tutta roba secondaria e non rilevante. I loro non sono i primi album che si possono definire metal, ma i Judas sono la prima vera metal band tout court e chiunque è venuto dopo deve qualcosa a loro. Un album come Sad Wings of Destiny è il prototipo di qualunque metal album. Ma ok... tanto è tutto un'opinione ormai.
klostridiumtetani
Domenica 20 Agosto 2017, 18.16.25
336
Ma figurati. Ho solo espresso quello che penso da decenni. A me questa fuffa "True Metal", dai riff copia - incolla, che sono solo fini a se stessi per intortare neofiti non è mai piaciuta. Ovviamente è solo quello che penso io di questa band che secondo me non ha mai prodotto niente o quasi niente di rilevante, ma solo derivativo.
lisablack
Domenica 20 Agosto 2017, 18.00.32
335
Il caldo estivo può giocare brutti scherzi...ahahaha dai non te la prendere!! Se questo è un'album palloso..ognuno quando ascolta musica, ha le sue emozioni..per carità'.
klostridiumtetani
Domenica 20 Agosto 2017, 17.44.35
334
Una palla colossale dall'inizio alla fine.
jek
Lunedì 5 Giugno 2017, 20.25.30
333
Ritirato fuori dopo anni, per quanto mi riguarda questo disco è il più alto vertice toccato dall'Heavy Metal, non un pezzo sottotono o un assolo scarso tutto perfetto. Poche balle i Judas sono L'Heavy Metal!!!
LexLutor
Sabato 27 Maggio 2017, 20.28.57
332
Solo inchini ai Re dell'acciaio. Ed una profonda, eterna gratitudine. Il voto? Un sacrilegio.
Rocker 666
Sabato 29 Aprile 2017, 19.54.20
331
Insieme a reign in blood e master of puppets questo disco è per me lo heavy metal!! 100
Alessio
Martedì 11 Aprile 2017, 8.41.34
330
Ogni pezzo è un singolo perfetto, ispirati da chissà quale luce i Judas hanno compiuto un miracolo: realizzare un album immortale che non smetterà mai di stupire ad ogni ascolto! 100/100 senza il minimo dubbio !
LexLutor
Martedì 10 Gennaio 2017, 23.31.20
329
L'essenza dell'HM. 100/100.
TheFreeman
Martedì 10 Gennaio 2017, 22.57.29
328
Questo, Rising dei Rainbow e Master of Puppets sono quegli album così vicini alla perfezione che è difficile comprenderne il processo creativo che vi si trova dietro anche solo a livello elementare.
Burning Eye
Giovedì 15 Settembre 2016, 23.17.05
327
Inutile citare pezzi in particolare, sono tutti nella leggenda.
MetallaroRosso
Giovedì 15 Settembre 2016, 22.46.50
326
album da 100, il vero testamento dei Judas, Painkiller, Hell Patrol, All Guns Blazing e Leather Rebel tracce fantastiche.
Mulo
Martedì 23 Agosto 2016, 12.41.07
325
Painkiller,Stained Class,Unleashed in the east e British Steele sono i miei preferiti dei Judas. Do 100 a tutti e 4
terzo menati
Martedì 23 Agosto 2016, 12.02.39
324
L'ho recentemente preso anche io nei cestoni della mediaworld a 9 euro perché ce lo avevo in cassetta registrata. Un ottimo disco ma a quell'epoca avevo smesso di seguire i gruppi metal classici con i quali ero cresciuto quindi non l'ho mai equiparato ai miei personali 100 della band che sono defenders screaming e stained. Per me un 90
Vitadathrasher
Martedì 23 Agosto 2016, 11.44.01
323
Ho preso il cd ad una cifra irrisoria, per dare un po di pace al vinile. Il più grosso difetto di questo album è una copertina non all'altezza, poi a partire da painkiller si ha un concentrato di metal a tutto tondo, a volte per i miei gusti un po troppo scontato. Il motore è la batteria, belle le chitarre, che spesso mi hanno deluso per semplicità e banalità, ma qui sia le ritmiche sostanziose che gli assoli sono ottimi. Nel complesso un punteggio pieno non lo darei, alcuni pezzi non mi entusiasmano e cadono in quella sorta di metal ruffiano e stereotipato che già nel novanta era un po stantio. 95
Dav86
Venerdì 5 Agosto 2016, 12.59.02
322
IL METAL . Non dico altro.
Andrew Lloyd
Lunedì 27 Giugno 2016, 14.48.07
321
Qui TUTTO si è compiuto. Una lezione di Heavy metal per qualunque gruppo suoni il genere. ( compresi Speed-Thrash). Superfluo aggiungere altro.
mario
Giovedì 16 Giugno 2016, 17.46.53
320
Gli dei non esistono ma "Dio" si, e approvò alla grande. Judus Priest, un nome, una leggenda.
Therocker77
Giovedì 16 Giugno 2016, 17.41.14
319
Solo gli dei possono giudicare il monolite sacro dell'Heavy Metal a cui noi umani dobbiamo solo che prostarci...
Metalemu
Lunedì 13 Giugno 2016, 2.05.44
318
Album a dir poco fantastico. Le prime 5 sono un vero concentrato di energia ma anche le ultime non sono da meno. La title-track è un vero inno del metal. Voto 100
hermann 60
Giovedì 9 Giugno 2016, 15.58.46
317
Tutti hanno esaltato questo disco ma io preferisco 'British steel' e Screaming..' de gustibus
Rob Fleming
Sabato 4 Giugno 2016, 12.37.25
316
@ Metal Shock: ovviamente facevo riferimento a meri gusti personali (le mie preferenze ad esempio vanno senza dubbio a Screaming e a Sad Wings). E poi, a scanso di equivoci - ma non è rivolto a te visto il tenore del tuo commento - non ho scritto che lo ritengo un album scarso. Anzi; al contrario. A meno di non voler sostenere che un 8/10 sia un voto basso.
Fabio Rasta
Sabato 4 Giugno 2016, 12.28.46
315
Questa ve la vorrei raccontare: dopo la delusione di Turbo Lover, avevo definitivamente chiuso le porte ai mitici JUDAS, etichettandoli (ora lo so, erroneamente) bolliti e ottantizzati, convinto che mai avrebbero non solo ripetuto, ma neanche avvicinato, i fasti di British o Screaming o Sin ecc. Oltretutto negli anni '90 sono andato fuori dal mondo in parecchi sensi, di conseguenza... Leggendo i vostri commenti in giro sono stato così "pilotato" verso questa recensione, e, grazie a quest'ultima e ai vostri pressochè unanimi commenti, ho potuto scoprire questo autentico gioiello x il quale mi unisco senz'altro al coro di critiche entusiaste. Un sentito ringraziamento quindi a tutti voi, ma anche e soprattutto ai creatori/gestori di questo sito, attraverso il quale anche un vecchio Rocker fuori dal mondo come me può (ri)scoprire musica accantonata o dimenticata o + semplicemente sfuggita. Il commento libero è proprio la ciliegia sulla torta poiche, in un epoca dove serve la password anche per andare al cesso, evidenzia la vera democrazia senza ipocrisie del ROCK! Noto con piacere che questo fatto del commento libero, non viene oltraggiato, come avverrebbe in altri siti, ma gode x lo + del rispetto della quasi totalità degli utenti, dimostrando come la nostra sia una passione sana e genuina, non come i biscotti di Banderas. Una stretta di mano a tutti voi LEATHER REBELS!!!!
Metal Shock
Mercoledì 27 Aprile 2016, 14.24.31
314
@Rob fleming: si tratta sempre di opinioni personali. Vedi Painkiller e` ritenuto il tutto il mondo uno dei migliori cinque album metal di sempre: con questo album i Judas hanno portato l`heavy metal, nel 1990, in una nuova dimensione, dagli anni 80` verso il 2000, con una qualita` immensa, mai piu` raggiunta. Poi e` ovvio che a qualcuno possa non piacere tutto, ma sono cosr personali, la storia e` un`altra cosa.
Galilee
Mercoledì 27 Aprile 2016, 12.58.01
313
X Rob Flaming, Il resto? Il resto è meglio.
Stefano
Mercoledì 27 Aprile 2016, 12.46.51
312
Dopo oltre 25 anni,a mio avviso, painkiller resta l'album heavy metal per l'eccellenza, mai superato. Nessuna band è riuscita fino ad oggi ad avvicinarsi alla bellezza di questo album
Stefano
Mercoledì 27 Aprile 2016, 12.46.51
311
Dopo oltre 25 anni,a mio avviso, painkiller resta l'album heavy metal per l'eccellenza, mai superato. Nessuna band è riuscita fino ad oggi ad avvicinarsi alla bellezza di questo album
Rattlehead
Martedì 19 Aprile 2016, 18.42.41
310
Amico, con questa recensione hai incanalato tutte le mie impressioni. Ancora soggetto a reverenza, non ho ancora scritto una recensione a questo disco ma prima o poi lo farò, è un disco da 100, punto e basta. Quando lo comprai lo sentii 3 volte di fila, al termine delle quali sapevo in ordine tutte le tracce coi rispettivi ritornelli... la tua magistrale recensione davvero incarna l'anima del disco...
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.59.33
309
Bello è bello, ma non condivido il 100 pressoché unanime. Insomma, Painkiller è una delle canzoni più entusiasmanti di sempre; Night crawler un capolavoro di potenza e melodia; Metal meltdown si ricorda per l'incredibile intro e A touch of evil ha uno dei cori più belli del loro repertorio, ma il resto - pur buono - non è da lasciare a bocca aperta. 80
Philosopher3185
Venerdì 29 Gennaio 2016, 21.32.17
308
Ma io li adoro i Priest..la mia era solo una constatazione..non dico che facevano musica leggera,è ovvio..dico solo,che a livello di sound e di tecnica,per quanto alcuni pezzi fossero' pesantissimi per l'epoca;il suono era abbastanza hard rock,meno incisivo rispetto agli accept,per fare un esempio ma anche agli stessi Iron maiden..lo stile dei judas,attingeva in ben piu' di un occasione all'Hard rock degli acdc,e anche kiss(living after midnight,you don't old to be wise) e a livello di tecnica è con Painkiller,che si sono messi alla pari con altre band..i Maiden,erano superiori..non che la tecnica sia tutto,ci mancherebbe ma anche nei loro album migliori,a volte ci sentivi ancora qualche influenza Hard rock,specie nella scrittura dei pezzi..mentre invece i maiden,prima di fear of the dark,erano puro metal,con elementi punk e prog..non credo di essere ingorante a dire questo..ho 31 anni e ascolto metal da quando ne avevo 17..non voglio dare lezioni a nessuno..provate a confrontare le band che ho citato,e ditemi se non è vero cio' che ho detto..poi è vero,che il metal degli anni 80,non era quello degli anni90..
Argo
Giovedì 14 Gennaio 2016, 17.37.54
307
Mario: parole sante!
Metal Shock
Giovedì 14 Gennaio 2016, 15.56.09
306
Hai assolutamente ragione Mario nel tuo commento, ma quando leggo certe cose come quello scritto da Philosopher mi chiedo cosa capiscono di musica ed in particolare di metal certe persone
mario
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 23.03.16
305
Amate quello che vi pare dei leggendari Judas Priest, basta che li amiate e che abbiate la voce di Halford nel sangue, che vi scorre nelle vene come metallo fuso.Le pietre miliari del metal non si possono non amare, poi tramite sfumature personali uno puo' preferire un album, ad un altro, ma questo cambia poco la sostanza, siate fieri di essere metallari, anadatene orgogliosi e a testa alta, non rinnegatelo mai.I lutti importanti ahimè/ahinoi si susseguono, e tra non molto lasceranno gli altri grandi padri di questo genere i Black Sabbath, poichè Iommy è anche lui un resistente lottatore con la sua brutta malattia.Gli Iron Miden hanno pure loro i loro anni sulle spalle e un Dickinson appena fortunosamente uscito da un brutto tumore, sto facendo quindi, come tutti credo i dovuti scongiuri per quesi miti, sto toccando ferro. ehm pardon metallo, perchè vivano il più a lungo possibile. Amate gruppi come i Judas, amate i loro dischi, amate tutto il metal.
terzo menati
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 22.35.59
304
L'hai detto tu
Sandro70
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 22.28.51
303
Già, perché prima del 1990 facevano musica elettronica e che vuol dire tecnica all'avanguardia? Dio ( Ronnie James ), perdonalo perché non sa quello che dice.
terzo menati
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 22.25.28
302
Se lo dici tu
Philosopher3185
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 21.43.00
301
Questo è il primo vero e propio album Metal dei Judas priest! finalmente il sound è aggiornato ai tempi,cosi' come la tecnica all'avanguardia.L'ultimo colpo da KO della band,che poi sarebbe scesa sempre piu',complice l'eta' e i cambi di tempo della musica..che dire..la titler track è uno dei brani piu' feroci e potenti di tutti i tempi.Leather rebel è da tramandare ai posteri,A touch of evil vale i milioni di fan che stravedano per Fear of the dark,ma che ignorano una perla come questa che surclassa per pathos ed energia il classico dei Maiden del 92.Imprescindibile per chiunque ascolti metal,estremo o meno non ha importanza.
Metalemu
Domenica 10 Gennaio 2016, 20.25.46
300
Album fantastico..painkiller è una delle migliori canzoni mai sentite da me..100 meritato
ObscureSolstice
Giovedì 5 Novembre 2015, 7.49.10
299
alla fine gli anni '90 non erano poi così male per far uscire un capolavoro del genere. Anche se 100 per me è esagerato.
lisablack
Giovedì 5 Novembre 2015, 1.31.20
298
Comunque anche la title track è un classico, perché è veramente un brano perfetto, con potenza, assoli da pelle d'oca, e voce di Halford micidiale..
andy usurper
Sabato 31 Ottobre 2015, 19.11.30
297
Per me è sempre stato un disco sopravvalutato,mi piace,ma 100 è assurdo,questi per me non sono i veri Judas,per me i veri sono quelli di pietre miliari come Sad Wind,Stained Class,,British Steel ,Defenders,ecc,dove ci sono i veri cavalli di battaglia della band e sopratutto il loro vero suono,Pain èì un bel album ,ma non è il loro suono,è estremizzato al massimo,e seppur adoro il metal estremo,per me i Judas li ritengo una band classica,così come da loro voglio album con i classici!Da nostalgico del '71 per me è così,la loro estremizzazione non mi è garbata molto!Un esempio,il ritorno di Rob con Angel lo preferisco,e i classici stanno altrove,in altri album di questa mitica band!
Gilli97
Sabato 31 Ottobre 2015, 18.57.47
296
Questo disco mi ha fatto conoscere i Judas Priest. La title track è unica, immortale, adrenalinica. Questo discorso vale per tutte le altre tracce. L'intro di batteria di Painkiller è mitica!
Sambalzalzal
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 10.31.20
295
Ok ok allora avevo frainteso completamente il discorso. Ma il discorso Lele@ è proprio questo, cioè cercare di rimanere neanche tanto nell'ambito generale in cui operano certe bands ma proprio nella loro stessa discografia seguendola dagli inizi. I Judas Priest verso la fine di quel pezzo di carriera possiamo dire benissimo che erano giunti al capolinea, ci fu Defenders che fu una bomba ma i due seguenti erano dischi che nonostante avessero bei pezzi trasudavano comunque caoticità e disordine di idee più o meno generali. Sia dal punto di vista compositivo che di produzione. Avevano provato a fare bizzarri tentativi di innescare il botto sul mercato americano ma non ci riuscirono, stessa cosa con Fighting the world dei Manowar. Amo quel disco ma è innegabile che nonostante i proclami ei fanculo al mondo discografico l'intenzione di puntare all'hit radiofonico era palese. Entrambe le bands soffrirono probabilmente di pressioni dalle proprie case discografiche anche avendo nella manica tutti gli assi e le scale disponibili per mettere a segno il vero colpaccio, non appena si resero conto che non ne valeva la pena fecero quello che dovevano. Alla fine l'apprezzamento dei fans gli diede ragione. Se suoni per vendere la gente non è fessa (perlomeno anni fa non lo era) lo capisce, così come capisce quando nello stereo mette su qualcosa fatta veramente con le palle ma soprattutto con il cuore. Painkiller è il normale proseguimento e coronamento della carriera dei Priest. Così come Blazon Stone, Pile of Skulls e Black Hand Inn lo furono per i Running Wild se uno ha seguito il gruppo da Gates To Purgatory. Death Or Glory o Port Royal sono due dischi immensi, quelli prima anche ma quando dopo quelli arrivi a Blazon Stone ti rendi conto che la band non ha snaturato o svenduto il suono, ha semplicemente migliorato la formula, dalla composizione alla produzione. Ma si capisco il tuo discorso con i paragoni però mi rimane difficile mettere a confronto due gruppi o musicisti che si muovono e sono cresciuti in contesti così diversi. Tra l'altro Painkiller è uno di quei dischi che riscosse ed ancora riscuote molti apprezzamenti anche da musicisti che fanno roba diametralmente opposta a quello che propongono i Judas Priest quindi significa che riuscirono nell'intento di fare qualcosa di davvero sopra le righe. E' heavy metal dall'inizio alla fine, è una prova vivente di tutto quello che è possibile fare (sapendolo fare) nel metal classico. Se uno si sente più legato ad altre sonorità è un altro discorso però ecco secondo me è praticamente impossibile smontarlo. Io sento tante persone dire che il metal è morto col finire dei 90', se uno considera come morte del metal Painkiller o gli altri dischi sopra citati usciti tra il 90 ed il 97 forse dovrebbe rivedere un pochino la questione. Se il concetto di "morte" è legato al fatto che il genere viene sdoganato allora posso essere anche d'accordo, di fatto gli effetti nefasti di quello sdoganamento senza controllo li stiamo ancora vivendo
Lele 12 *DiAnno
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 8.32.55
294
Stained Class un po' prima, ma insomma penso si capisca quel che intendo...
Lele 12 *DiAnno
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 8.28.01
293
@Sambalzalzal: con alberi e foresta intendevo che un conto sono i singoli dischi, un conto è la scena. Nel triennio dall'80 all'83 sono usciti, cito in ordine sparso: Holy Diver, Fire Down Under, Restless & Wild, Wheels of Steel, The Number of the Beast, Killers, Blizzard of Oz, Stained Class, British Steel, Battle Hymns (il secondo lato da solo ha praticamente definito l'epic metal), Welcome to Hell, Ace of Spades, etc. Questi per me sono le pietre miliari. Che otto o dieci anni dopo alcuni gruppi siano tornati allo stato di salute, o siano usciti dei buoni dischi certamente non lo nego. Per quel che riguarda i paragoni ci sono due prospettive ugualmente legittime: o paragoniamo solo cose tra loro simili, e allora mettiamo dei paletti precisi, o siamo estremamente elastici, e allora nessuno mi vieta di paragonare il primo demo dei Klostridiumtetani con Glenn Gould che interpreta Bach: è sempre musica no?
Sambalzalzal
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 8.08.21
292
No aspetta Lele 12 *DiAnno@ io ti facevo gli esempi di KOM e questo qua, in particolare riguardo ai JP molti commenti addietro dicevo appunto che in un periodo dove molti colleghi anagraficamente più freschi si erano rifugiati in atmosfere più blande loro sfoderano questo disco qua. Ricordo una intervista di Dickinson del 92' quando annunciò il suo stacco con i Maiden dove diceva più o meno che negli ultimi anni aveva preso a scrivere testi malinconici ed introspettivi come risultato di uno stato di frustrazione sempre più crescente, le composizioni di rimando si erano fatte meno di impatto ecc ecc. I JP invece che fanno, spingono l'acceleratore fino alle più estreme conseguenze. Con lavori tipo questo o KOM uno vede gruppi che smettono di avere tirato il freno a mano e che riescono a mettere sul piatto tutto quello che hanno da offrire. sul discorso batteristico che dire, beh nel caso dei Priest io penso che si trattò più di suoni "finti" su Turbo e Ram It Down che su Painkiller. Stessa cosa con Manowar e Fighting The World. Sono dischi che sono stati fatti non col copia ed incolla come i prodotti di oggi della nuclear blast, se su Painkiller i Priest in studio decidono di fare le cose con tutti i crismi e mettendo in campo tutto quello che di avanguardia girava a quel periodo senza risparmiare quattrini che problema c'è, perlomeno io non ne vedo. Si possono fare critiche a questo disco, che sia "finto" però proprio no. Una band cresce e matura e si trova a suonare nel contesto in cui vive è normale che si adatti, loro lo hanno fatto non snaturando il proprio suono ma anzi migliorandolo. Tu parli per esempio di Walden o del batterista degli Area ma perché paragonarli ad un Travis o ad un Columbus, ha un'estrazione totalmente diversa, e fa roba totalmente diversa, è come se andassi a paragonare rimanendo in campi che già sono relativamente più vicini Matt Sorum con Frost dei Satyricon, dire che uno è bravo e l'altro no significa dire che o amo il black metal e mando a quel paese il resto oppure che amo l'hard rock e sputo sul metal più estremo. No per carità, però bada il discorso degli alberi e della foresta si può fare pure al contrario, non è che suonare più lentamente o usare un quattro piste invece di un 50 anche avendone l'opportunità significa essere più bravi. Si è tutti bravi nel proprio ambito e quello dei Priest è il metal al 100%, con questo disco a buon diritto ne diventano tra gli alfieri più assoluti. Poi vabè, quello che a tutte ste bands è capitato in seguito lo sappiamo tutti ed è direttamente proporzionale ai picchi qualitativi che sono riusciti a raggiungere con certi dischi. Più la qualità è stata alta e più difficoltà hanno incontrato ad emularla in seguito, si è andati chi più chi meno a fare esperimenti, a snaturare il proprio suono, a suonare proprio male in molti casi fino poi a distanza di 20 anni a tornare all'ovile, il problema è che ora trovano tutti l'ostacolo più grosso ovvero l'età e la forma fisica
lisablack
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 6.20.10
291
D'accordo in pieno col post 286..
Lele 12 *DiAnno
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 3.36.57
290
@Sambalzalzal #263: innegabile che se parliamo di metal io sia più legato ad una certa sonorità dei primi anni '80, però non è che i dischi della fine del decennio avessero necessariamente preso tutti la piega "veloce e più potente" : Blow up your Video più potente di Powerage? Gutter Ballet più veloce e più potente di Hall of the Mountain King? Destiny più potente di Wheels of Steel? Seventh Son (supertelegattone miaooooooo) più "veloce e più potente" di Killers? Mettiamo Keepers Pt.II con Walls of Jericho? Piuttosto credo che ad un dato momento siano state le produzioni a non piacermi più: troppo pulite, leccate, poi le batterie coi suoni finti ....le batterie: quando sono arrivato a Paice e Napier ho visto i batteristi metal con occhi diversi, non ti dico poi quando sono passato a Michael Walden, Giulio Capiozzo o Paul Motian... É chiaro che sono usciti dei signori dischi anche in quel periodo, penso ad esempio Rock'n'Roll, History of a Time to Come o Operation Mindcrime, contestualmente validi, però attenzione a non prendere gli alberi per la foresta. Oltretutto -salvo eccezioni- sono dischi di gruppi che hanno esordito più tardi, e quindi sono maturati qualche anno più tardi, per infine decadere anche loro....
GianmarcoAraya
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 0.50.03
289
Altro paragone: dei Metallica si osanna quasi esclusivamente Master of Puppets, sebbene a me non piaccia molto, o comunque mi piaccia meno di Ride the Lightning. In questo caso ammetto che è un mio gusto personale, anche RtL è stato fondamentale e di ispirazione, ma il PALETTO conficcato per sempre nella storia del thrash dei Metallica è Master of Puppets, come per gli Slayer è Reign in Blood e per i Megadeth è Rust in Peace, per i Kreator Pleasure to Kill ecc... caso strano, i Kreator sono una delle poche band metal delle quali mi esaltano di più gli album dal 2001 in poi che quelli degli anni '80. Sono questioni di gusti, è risaputo e sottolineato da chiunque sia ragionevole, MA un Hordes of Chaos NON potrà mai avere l'importanza che ha avuto un Pleasure to Kill, e su questo penso che siamo tutti d'accordissimo
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 23.25.25
288
Renzomattei ti avevo citato Arthur Brown, comunque, non tanto per la musica che che proponeva, ma anche perche' Gillan disse che il modo di fare gli acuti , ne prese ispirazione proprio da Arthur Brown, e cosi' la sua teatralita' e il truccarsi la faccia, fu ripreso da tanti altri, eheheh eh si conosco John Cyrils anche io
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 23.04.22
287
PS unknown@ visto che hai citato midnight e qualcuno ha citato operation, da tatiano sfegatato non posso non essere fan anche di John cyriis. Saranno forse quelle le cavallette...the mad locusta rising
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.36.01
286
Nessuno credo voglia sminuire questo gigante dell' heavy, che mostra tutta la sua vigorosa potenza, e tutti lo avranno apprezzato, anche nei brani live da loro propsti, e' innegabile che sia un capolavoro , ma per me l'eccellenza rimane Defender, i gusti personali non si misurano con i numeri, ma con il cuore e l'anima.Defender e Painkiller sono due Giganti, e per fare una similitudine, il predecessore Defender per me rimane piu' alto di una decina di centimetri, quisqulglie, ma il mia animo quando li ascolto, se ne accorge, e no posdo farci niente, a mio cuore non si comanda.
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.33.59
285
Arrraya@ fossi in te non ci scherzerei su sta cosa ahahahah Vedrai che a breve qualcuno che dice che Operation è un disco sopravvalutato o addirittura di merda salterà sicuramente fuori, è matematico. Mazzate ai Priest, ai Maiden, agli Slayer, verrà pure il turno loro!
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.30.20
284
Seguirò il tuo consiglio unknown@ molto interessante.
Arrraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.23.37
283
Dai, Sminuiamo anche Operation:Mindcrime (l'album) dei Queensryche (a proposito di album da 100 incontestabile) e cosi vi scateno le cavallette.
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.21.40
282
SI in sostanza la penso similarmente a te, comunque chi ispiro' sia Cooper che Diamond anche per il senso di teatralita' e mascheramento scenico e' da ricercarsi, nei mitici annin60 nel gruppo The Crazy World of Arthur Brown, l'uso della voce a immedesimare il brano modulandola in relazione ad esso , persino Dickinson disse che l'uso del particolare vibrato ad effetto, lo ha ascoltato per la prima volta Da Arthur Brown, per chi volesse sapere da chi hanno preso ispirazione i vari Cooper, Diamond, Manson e compagnia bella sinsenta i loro dischi in particolare la canzone Fire su Youtube, capira' molte cose, Roma non si e' fatra mica in un giorno.
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.13.59
281
Beh sambal@ Adams e' veramente fenomenale. Sarò eretico ma considero la sua migliore interpretazione la cover di nessun dorma. Un re Mida assoluto
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.10.29
280
Unknown@ forse la punteggiatura errata da Smartphone ha compromesso il senso. La voce di Diamond e' sostanzialmente un incrocio tra gli acuti di halford e il cantato di alice quando canta con la voce distorta come ad esempio in abigail. Poi ha aggiunto elementi personali come la splendida voce pulita corale e il falsetto estremo tipicamente suo. Lo stesso ripper owens, halfordiano al midollo ha fatto una stupenda cover di abigail disponibile sul tubo. Di midnight ne penso benissimo, e' stato un grandissimo interprete su due album memorabili, ma vale per me il ragionamento su kiske, troppo emulatore di tate nonostante alcune differenze
Sambalzalzalh
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.04.22
279
Renzo Mattei@ beh supremo fan dei VS sul sito credo ce ne siano ben più hardcore di me se leggi le recensioni,comunque la sua è una di quelle voci che di diritto appartengono alll'olimpo del metal e come del resto quella di Adams non ha per fortuna/sfortuna nessun imitatore. Parlo sempre del periodo 80 e 90, oggi sta messo male, probabilmente quello che nel metal classico ha avuto il crollo peggiore
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 22.03.45
278
@Renzo Mattei, scusa, volevo dire Diamond , quali elementi personali avrebbe aggiunto?, cosa intendi esattamente per elementi personali?
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.59.02
277
Certo che e' un bel pilastro, ed e' nella storia Painkiller, e' stato un faro per tutto il corso degli anni 90 fino ad oggi, la sua importanza e fortisdima e fuori discusdione, cio' non toglie a mio avviso che per una band come loro i testi di questo lavoro lascino molto a desiderare, e visto che e' dai piu' il lro apice ci si sarebbe aspettato anche un impegno su questo specifico versante, e per me su questo hanno zoppicato in Painkiller, poi per la musica , il tiro micidiale, le chitarre affilate, i riffs, gli assoli, c'e' poco da discutere compresa la voce devastante di Halford, e' un album grandisdimo e leggendario, poco da dire,ma per me , mio gusto personale il supercapolavoro loro e' Defender, incrocio perfetto tra melodiosa potenza sprigionata, mi rimane piu' in testa qurllo che questo.@Renzo Mattei# 272, potrei gentilmente sapere cosa intendi che Cooper ha aggiunto "elementi personali"!?Inoltre vorrei sapere se a te piace, la per me indimenticabile e compianta voce di Midnight dei mitici Crimson Glory, anche se anche quella era un incrocio tra Halford e Tate, non e' da considerarsi unica per le sumature e modulazioni che ne traeva?.
Metal Shock
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.45.31
276
I gusti personali non si possono discutere: quel che piace a me magari a te no. Pero` non e` che se quattro o cinque persone non apprezzano Painkiller questo cambia le cose: questo e` stato, e` e sempre sara` un capolavoro, una pietra miliare dell`heavy metal. Non e` un`opinione personale e` STORIA. Basta leggere riviste, libri, articoli, tutti considerano questo album un capolavoro.
GorgoRock
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.21.46
275
Anch'io era un pò che non entravo nel sito e ho visto che c'era del "fumo" qui su Painkiller. Sono d'accordo con Arrraya. Il discorso, non è sui gusti personali, ci mancherebbe, ma come Painkiller è stato considerato, e che cosa ha rappresentato quando uscì e che cosa rappresenta ancora oggi. Ragazzi, giovinotti e vecchietti, questa è storia. Se si ha da ridire, oggi, sull'importanza che ha dato Painkiller all'Heavy Metal allora si rinnega tutto e tutto è opinabile. Ci sono dei "paletti" che sono lì, innegabili, come punto di svolta o riferimento per costruire la storia (nel campo musicale in questo caso). Bè Painkiller è uno di questi, e se non lo si riconosce, e come dire (scusatemi il paragone ma per rimanere in tema storia) che "la 2° Guerra Mondiale l'hanno vinta i tedeschi perchè mi piacciono di più". Ok è un gusto personale, ma non è andata così. Painkiller è un capolavoro, una pietra miliare, un paletto conficcato nella storia del metal. Punto. Poi mi piace più quello di quell'altro ok...ci sta. P.S. non ho ancora ascoltato The Book of Souls quindi non mi esprimo
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.11.29
274
Forse i Judas stessi sono l'Heavy metal..
jek
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.04.28
273
Ma state scherzando. Painkiller è l'Heavy Metal.
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 21.03.22
272
Le voci copiate o derivative sono purtroppo un limite oggettivo. Infatti io non affianco assolutamente a questi nomi un kiske chiaramente imitatore di tate. Lo stesso Diamond del quale sono accanito fan e' un mix fra halford e Cooper ma ha aggiunto elementi personali che lo hanno elevato fra i grandissimi. Mi correggo quindi su cornell che amo alla follia ma e' chiaramente un emulo di plant. Halford rimane quindi il re mida del genere però penso che anche lui senza gillan forse avrebbe osato meno. De feis ahimè non ho mai seguito i Virgin del quale mr sambalzai@ e' il supremo fan del sito...
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 20.43.10
271
Molto difficile che ne saltino fuori di nuovi con voci comparabili (non copiate) alle loro ma soprattutto con lo stesso carisma e presenza ma chissà... comunque, nella lista di preferenze non leggo David Defeis dei Virgin Steele ma lui la voce se l'è già giocata da tempo, purtroppo
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 20.21.41
270
Infatti il problema è che quando tutti questi artisti saranno in "pensione" io non vedo nessuno in grado di rimpiazzarli..
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 20.13.45
269
Ovviamente Dio ci ha lasciati, e almeno per quanto mi riguarda un grandissimo interprete come lui lascia un grande vuoto, ma anche se lasciassero i Judas, cosa molto probabile, visto l'ultima non esaltante prova vocale al famoso festival, gli acciacchi che ha, e le loro dichiarazioni in tal senso, non lasciano ben sperare, forse potrebero continuare col nome omonimo riprendendo Tim Owens, ma Halford e' Halford, sarebbe una band monca a mio avviso, spero che ci regalino un ultimo album, lo spero proprio.
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 20.03.55
268
Se restringete il campo propriamente e strettamente all'heavy metal classico concordo con voi in sostanza ,Halford, Dio , Adams, Dickinson , Di Anno, Byford, King Diamond, stupendi veramente, una volta che questi nomi smetteranno la loro attivita' e andranno in pensione, sentiro' un titanico incolmabile senso di vuoto, difficilmente sara' colmato, questi nomi sono la storia.
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 19.35.58
267
Scusate volevo scrivere Ozzy.. Izzy era un grande chitarrista ahaaha!
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 19.34.19
266
Anch'io d'accordo su Halford, ha una voce stupenda..bella anche la voce di Paul di Anno, naturalmente Dickinson e io metto anche Izzy e l'immenso King Diamond
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 18.56.48
265
Sarebbe interessante e divertente un campionato ad eliminazione diretta fra situazioni diverse...cantanti, chitarrista, album, band, copertina...così anche per avere in modo diverso e.ludico la pancia del sito. Comunque quoto halford come miglior voce metal. Io al secondo posto metto tate, poi Dio, poi Dickinson a pari merito con il miglior di anno, quindi cornell che non e' metal ma è comunque patrimonio metallico, quindi adams.
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 17.58.13
264
Scusate l'errore, stavo leggendo una rivista di cinema, e ho sbagliato per distrazione, non Tm Burton ovvismente, ma Matt Barlow , tra i miei cantanti preferiti, se dovessi fare una lista, per me al primo posto c'e' Dio, al secondo posto, parimerito, Rob Halford, Russell Allen ed Eric Adams,al terzo Kiscke, Dickinson , Barlow, Tate e Tim Owens, poi vengonomtutti gli altri.Ma comunque i Judas Priest e Halford, hanno un vantaggio in piu',hanno inventato l'heavy metal.
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 17.15.22
263
Lele 12 *DiAnno@ ahhh allora però il problema non è la qualità dei dischi ma la piega veloce e più potente che avevano preso questi gruppi. In questo caso se eri più legato ad altri tipi di sonorità diciamo più leggere credo sia abbastanza naturale che non sei riuscito a gustarteli.
unknown
Martedì 6 Ottobre 2015, 17.06.34
262
E' un gran bel disco sia per lo spirito, la foga devastante e la grintosa rabbia energica con cui viene interpretato musicalmente e vocalmente, ma poche canzoni mi viene , almeno personalmente a me, di cantare , e poche me ne rimangono in testa dopo qualche ascolto, quando ero adolescente, preferivo Painkiller, poi verso i 22 anni ho cominciato a preferirgli Defender of The Faith che ancora oggi preferisco a questo loro disco, epocale o meno che sia, importante per l'heavy senza dubbio,oggi continuo a preferirgli Personalmente Defender, per me piu' bello, piu' agevole da ricordare nella mia testa, e che mi vuene da canticchiare, ij Defender melodia e compatta potenza hannonraggiuntomla perfezione assoluta, poi va bene comunque, insomna sono 2 dischi, giganti dell'heavy, pero' da loro in Painkilker visto che da loro e dalla massa e' considerato il loro top, mi sarei aspettato qualcosa di piu' per quanto riguardA i testi, non mi piacciano affatto, troppo banali per una band cge con questo voleva raggiungere il top e come gua' detto le xanzoni non mi risultano agevoli da stamparmisi in testa, rimane per me che amo i judas nonostante la bruttissima performance vocale al Waken ultimo, insieme a Labrie dei Theater, per me Halford dopo Dio, rimarra' sempre il cantante heavy per eccellenza insieme ad Eric Adams, Russell Allen, Tim Barton, anzi forse quello che ha saputo foreforse incarnarlo sempre.
GianmarcoAraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 16.51.37
261
Porco Burzum, che casino. Non entravo da qualche settimana a rivedere le discussioni su questa recensione e mi accorgo che si è creato un polverone-dibattito su cosa sia un cardine e cosa no. La mia opinione è che alcuni ascoltatori siano fissati col revisionismo storico in negativo invece che in positivo. Se per voi Painkiller non è una pietra miliare del genere che ha messo la parola fine sull'era del vecchio heavy metal old school, ovvero che difficilmente o, azzarderei, mai più nulla potrà superarlo, significa che vi attaccate solo agli 80's. British Steel e Screaming for a Vengeance sono stati fondamentali per l'evoluzione del genere, ma di fronte a Painkiller impallidiscono a mio parere per il semplice fatto che Painkiller è puro heavy metal, non rimane traccia alcuna di influenze hard rock in ogni sua nota. Boh, a volte si cerca di smerdare quegli album che alcuni considerano "casinari". Dove sta scritto che un album sia più bello e comprensibile od oggettivamente migliore solo perchè più leggero? (è questa l'impressione che mi danno le opinioni di alcuni) E se non è questa una pietra miliare del genere, cosa dovrebbe mai esserlo? Born to Fight dei Vanadium? (con tutto il rispetto,li adoro)
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 16.50.24
260
Fear of the dark è stato per me un altro ascolto indotto e postumo, al pari di painkiller. Ricordo in quegli anni soprattutto quando mettevano in discoteca be quick or be dead, stentavo a credere fossero i maiden dal gran che quel pezzo era tirato. Tra parentesi ero uno di quelli presente al celebre monsters del 1992, ma la mia attenzione era focalizzata più che sulla vergine, sulla presenza dei pantera, dei testament e soprattutto dei megadeth di countodown…sono arrivato ovviamente devastato dalla stanchezza all’esibizione della band inglese. Tra virgolette ho ancora la videocassetta registrata da videomusic il pomeriggio di santo stefano dove sempre postumo ho potuto valutare l’enorme show di sabbath e warrant. Chiusa la parentesi, fear of the dark lo considero ora un ottimo disco con giusto qualche filler ma comunque su livelli eccellenti. La title l’ho sempre schifata ma ora dopo innumerevoli ascolti la considero un pezzo fantastico. Idem per the apparition, ma soprattuttoafraid e the fugitive.
Galilee
Martedì 6 Ottobre 2015, 16.34.34
259
X Renzo, hai citato un sacco di dischi ottimi, io non me ne sono perso nessuno tra quelli citati. Comunque su fear of the dark hai fatto anche bene a lasciarlo stare. Nel caso volessi ascoltarlo ti consiglio The Apparition...
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 16.15.11
258
Premetto che trovo reign in blood il miglior disco thrash metal di tutti i tempi, sia perché ha dettato le coordinate della musica estrema per gli anni a seguire e ancora oggi se ne sentono gli echi, sia perché contiene (sempre a mio modestissimo parere) il miglior brano estremo di tutti i tempi che è ovviamente la celebre angel of death. Dal punto di vista storico lo metto a pari merito con master of puppets perché qui il genere di thrash è diametralmente opposto, cioè più votato al tecnicismo, ma in egual misura efficace. Detto questo perché reign dovrebbe essere sopravvalutato e painkiller no? Mi ricollego anche al discorso del buon sambalzai@, in effetti era possibile essersi distratti negli anni 90 da altro che magari a qualcuno può schifare, io sono uno di quelli che subì il fascino di nevermind, di dirt, di ten, di badmotorfinger, di cowboys from hell, di empire, di nothingface, di no more color, di the american way, del black album, di dr.feelgood…ma lungi da me voler fare del revisionismo storico e di sparare merda su questo album o su altri contemporanei che ho snobbato come the razor edge o fear of the dark.
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 14.21.05
257
Reign in blood è un capolavoro come Painkiller, soltanto 2 generi di metal diversi, per me che adoro il thrash è il massimo. Solo Pleasure to kill gli tiene testa..ma questo è quello che penso io.
Lele 12 *DiAnno
Martedì 6 Ottobre 2015, 14.19.31
256
@Mulo sei di TS?
Lele 12 *DiAnno
Martedì 6 Ottobre 2015, 14.00.47
255
@Sambalzalzal, vedi, io proprio nel '90/91 oltre a Led Zeppelin, Deep Purple era Coverdale/Hughes, Uriah Heep, UFO e i primi ascolti prog, mi trovai fra le mani anche due dischi per me fondamentali: Sad Wings of Destiny e On Parole. Li ebbi l'illuminazione: JP e Motorhead suonavano più vario e più progressivo all'inizio! Fu una svolta ... Per i Manowar pressappoc'uguale: Joey e co. avevano partorito dei mostri di epicità sferragliante come Into Glory Ride e Hail to England, e adesso pensavano di accontentarmi con Kings of Metal?
Master
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.54.03
254
@Arraya: molto semplicemente, il mio pensiero. Sul thrash non dico niente, in quanto non mi piace come genere...fosse per me sì, ti direi che "Reign in blood" non mi piace proprio...ma non vado a scriverlo sotto alla recensione, in quanto non mi piace in partenza il genere tutto e di conseguenza non ne sono minimamente esperto/in grado di valutarlo. I Priest invece mi piacciono, ho ascoltato bene i loro album, e quindi mi sento nella condizione di esprimere una valutazione personale e quindi soggettiva. Tutto qui. Passo e chiudo.
Arrraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.43.00
253
Reign in Blood è estremamente sopravvalutato...
Arrraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.28.35
252
Master@ ma che stai a dì?
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.27.05
251
Lele 12 *DiAnno@ in quegli anni di metal classico uscì di tutto e di più, tutta roba appetitosissima, io avevo iniziato proprio due anni prima con Kings Of Metal... Anche nel caso dei Manowar probabilmente Kings of Metal è l'equivalente di painkiller per i priest. sempre la stessa band e le stesse atmosfere ma sono i dischi dove arrivano al funzionamento perfetto di ogni elemento, niente suona fuori posto, anche con KOM non mi faccio problemi a parlare di capolavoro del gruppo
Mulo
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.24.18
250
Leggo che painkiller è una exiter con i suoni e il drumming del 90... Allora freewhel burning e'una exiter con i suoni e il drumming dell'84?
Master
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.18.01
249
@Steelminded: è proprio il pensare di potersi arrogare la possibilità di esprimere pareri oggettivi (un ossimoro per definizione) che mi fa venire il prurito. Al contrario di come la pensa @Arraya per me i gusti personali sono praticamente tutto. Secondo me la "Storia della musica" non è altro che il racconto di come erano i gusti personali di molti appassionati quando è uscita una certa opera (e come questa è stata quindi recepita), e fate benissimo a dire che questo non si può discutere, in quanto è passato, è Storia. Ma ciò che, oltre alla Storia, è oggettivo in musica sono soltanto dati numerici o descrizioni crude: la durata delle canzoni, gli strumenti utilizzati, la line-up, ...il parere che ognuno di noi ha adesso non deve pagare dazio alla storia, per come la vedo io: è in continua evoluzione, libero e indipendente. Cmq adesso ci do un taglio, perché mi spiace di non essere riuscito a fare passare il messaggio che Storia e parere attuale sono 2 cose distinte, e come tali possono essere affrontate.
Lele 12 *DiAnno
Martedì 6 Ottobre 2015, 13.02.12
248
@Sambalzalzal, Painkiller lo acquistai all'epoca dell'uscita, e devo dire lo ascoltai anche abbastanza. L'impressione fu quella della solita minestra nel senso che per me era una riproposizione aggiornata del canone Priest: per dire, cos'è Painkiller, la canzone, se non Exciter colla produzione ed il drumming del 1990? Poi sai erano gli anni di Destiny, Hysteria, Kings of Metal ... ma da una parte io continuavo a mettere su Denim and Leather, On Through the Night, Hail to England, dall'altra avevo scoperto il rock duro degli anni '70 (compreso Sad Wings of Destiny, eh eh). Di cinema e statuaria non mi intendo, quindi non ne scriverò ...
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.51.51
247
Lele 12 *DiAnno@ la mia non voleva essere una bastonatura nei tuoi confronti, credimi, e come ho ripetuto centinaia di volte mi fa sempre piacere scambiare opinioni anche con chi non la pensa come me però a volte mi viene tristezza a leggere certe cose. Quando io mi riferisco a qualcosa definendola minestra intendo che si parla di robetta scarsa (tipo l'ultimo disco dei Running Wild, la si tratta di minestra con tanto brodo e poca pasta), qui si parla dell'evoluzione massima del suono e delle composizioni di un gruppo. I capolavori non sono tali solo se aprono passaggi spazio temporali su campi mai calcati prima da una band, possono esserlo anche e soprattutto quando il gruppo fa semplicemente quadrare tutto al 100% e qua caspita se non ci riescono. Se poi non piace o quando uscì si ascoltava altro non metto in dubbio però ecco a quel punto che senso ha criticarlo. Io dico sempre la stessa cosa con i Nirvana o altri gruppi esponenti del movimento grunge. A me personalmente hanno sempre fatto cagare, fanno venire il morbillo però ne riconosco il valore che è indubbio, sarei un pazzo se mi buttassi a fare critiche la, non sarei assolutamente in grado di gestirle
Arrraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.39.28
246
Black Sabbath su queste pagine ha un S.V. spostiamoci su quella recensione e mandiamo a cagare quell'album perchè è registrato con un quattro piste e gli assoli di Iommi sono banali. Poi usciamo e pisciamo su una statua del Bernini perchè mi irrita...mi irrita per il semplice fatto che sono talmente incapace da non riuscire a capirne la grandezza, e quindi la distruggo.
Arrraya
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.33.11
245
Renzo Mattei@ perchè cercare di spostare la questione sui gusti personali? non è questo l'argomento che volevo trattare. Ho portato l'attenzione su un qualcosa di ben preciso e poi cercate di spostare il discorso su sti cazzo di gusti personali. Ho fatto l'esempio dei Kiss ma a quanto pare non lo avete letto, e allora mi chiedo a cosa serve commentare. Cercare di spostare ulteriormente il discorso sulla libertà di esprimere il proprio parere è assurdo, peggio dei piu squallidi sofismi. Ripeto: andate in una web'zine di rap e paraculate gli album di Tupac Shakur e poi scrivete che per voi tra il Rap e il Metal non c'è differenza, ma vi sentite comunque dei Rapper e che avete la libertà di esprimere quelli che sono i vostri gusti personali...BENISSIMO...non credo che ci sia un tribunale che impedisca ciò, ma prentendere poi di non prendersi delle critiche e delle bastonate e da malati di mente, almeno da chi qualcosa lo ha costruito e ha fatto crescere un movimento musicale in un certo modo, e che grazie a quei stilemi è diventato quello che è diventato.
Galilee
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.32.20
244
Puoi preferire chi vuoi Renzo, anch'io preferisco altro, ma Kubrick rimane un geniaccio per un sacco di Motivi.Pper il modo in cui girava, per i film che ha fatto che han segnato la via in diversi generi, per gli attori che ingaggiava, per la magnifica fotografia, per le colonne sonore memorabili. Insomma un maestro. Non bisogna amare i suoi film per capire che aveva una marcia in più...Poi, possibile che ti faccia tutto schifo? Da shining, a Odissea nello spazio, a Lolita,a Full metal jacket.. . Ti fa tutto cacare... non ci credo. Per dire...Non è che bisogna amare Steve Vai per capire che ci sa fare con la chitarra no?
alifac
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.32.10
243
Ho letteralmente consumato questo cd... per il tour di Painkiller vennero a Brescia in occasione di una bikerfest, fu un concerto incredibile, peccato che Annihilator e Pantera non poterono esibirsi per problemi tecnici! Sono passati 25 anni... mi sento un pò vecchio... ma quel periodo me lo sono proprio goduto!
Lele 12 *DiAnno
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.23.44
242
@Sambalzalzal: credo che quel "solita minestra" sia riferito ad un mio commento. A dir la verità ho scritto una cosa leggermente più articolata: "Certo è un disco che esprime una rinnovata energia (probabilmente per l'ingresso di Travis) e con una produzione per i tempi potentissima, però come contenuti è la riproposizione della solita minestra priestiana". Se permetti, non è proprio lo stesso. Poi può essere giusto il ragionamento che fa @renzo mattei, magari nel '90 ero troppo distratto dall'ascolto degli Uriah Heep!
Steelminded
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.23.40
241
Master dacci un taglio co sta storia, stiamo discutendo e ognuno dice la sua - proprio come dici tu. O vuoi negare a coloro i quali ritengono che Painkiller sia oggettivamente un capolavoro di esprimere la loro opinione soggettiva???
Steelminded
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.21.15
240
I film di Kubrik fanno schifo, solo Book of Souls mi piace...
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.20.52
239
Kubrick è un genio, i suoi film quasi tutti capolavori ma mi rendo conto che non è un regista per tutti, alcuni non lo mandano giù.. Comunque ne uscissero oggi di album come Painkiller ma temo che siamo un po'alla frutta..
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.18.52
238
Perché c’è qualcosa di male? Preferisco spielberg, scott, spike lee, argento, tarantino, schumacher. Il mitico arancia meccanica mi provoca conati di vomito e non sono il solo. Non sono un intenditore? beato te che lo sei. Sono d’accordo sul fatto che painkiller sia stato l’artefice della rinascita del genere duro e puro, per carità non lo discuto, io probabilmente come ho detto prima negli anni 90 non seguivo più il metal classico e mi sono fatto sedurre da altre novità del periodo, ovviamente oggi pluriosannate. Poi non c’è nulla di male ada ammettere di non essere dei computer infallibili che ricordano, catalogano, digeriscono centinaia di dischi e di band. Io se mi concentro su una decina di dischi me ne perdo inevitabilmente altri 30 o 40, non c’è nulla da fare. e’ un capolavoro painkiller, benissimo, io ho solo per un attimo sposato la tesi di klostri@ ma non mi sono sognato di fare del revisionismo.
Master
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.14.55
237
Dice proprio bene @Renzo Mattei, la massa ha sempre ragione quando dà ragione a noi. Il punto è che nessuno qua vuole negare le emozioni e sensazioni che voi avete provato e provate. Qua, semplicemente, alcuni ascoltatori stanno dicendo il proprio parere su questo disco nel 2015, e non capisco proprio cosa ci sia di strano nel fatto che alcuni non lo ritengano un capolavoro. Ci si scambia pacificamente opinioni, e ognuno ha il sacrosanto diritto di mettere in discussione ciò che vuole...se sarà in netta minoranza significherà che il suo giudizio conterà poco, se invece inizieranno ad esserci tante voci che non lo ritengono capolavoro il giudizio medio dell'opera varierà nel tempo. Ma niente è o deve essere intoccabile in musica, soprattutto quando ad esprimere pareri sono altri membri della comunità di ascoltatori, non ascoltatori di Baglioni.
Steelminded
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.11.42
236
Basta. Possiamo tornare a parlare di The Book of souls?
Galilee
Martedì 6 Ottobre 2015, 12.10.05
235
Non ne usciremo mai Renzo perchè il mettere in discussione questo disco è già sbagliato. Nessuno dice che sia il migliore dei priest o che sia da 100 o altro, ma rimane un capolavoro del genere, punto. Non è perchè se in 4 persone dite che non lo è magicamente non lo è più. E si, come dici tu le masse sono importanti. La musica è un arte che comunica emozioni, se non è capace a farlo non serve a un cazzo. Quello che dici sui lacuna coil non è vero. Non stai avendo a che fare con una persona che ascolta 3 band in croce e dello stesso genere. Tra l'altro io apprezzo la band quindi.... Il discorso su painkiller va esteso a tutto, ma ovviamente Painkiller è un simbolo, non è solo un disco. Usci tra l'altro in un periodo in cui l'heavy non se lo filava nessuno, ma i Judas superarono anche questo periodo facendosi strada a colpi di qualità. Kubrick ti fa schifo.. andiamo bene, sei un intenditore di cinema....
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.57.24
234
lisablack@ hai detto bene, è veramente da matti. Giudizi simili io perlomeno non li prendo minimamente sul serio ma sono segno chiaro che forse qualche cosa non va
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.56.47
233
È inutile galilee@ non ne usciamo. I gusti sono soggettivi ma evidentemente la massa ha ragione, però solo quando fa comodo. Se ad esempio i lacuna coil fanno successo la massa ha torto perché fanno musica di merda da fast food e bla bla, se painkiller viene bollato con un cento, cioè tutto il resto sta sotto, la massa ha ragione e non si discute. Questo disco è stato accolto da tutti come una manna dal cielo, benissimo. Io ammetto che in quegli anni ero distratto e ascoltavo altro, giusto per capirci già con turbo i miei ascolti sono virati verso altri lidi, però tutta sta deflagrazione io non l’ho sentita, e sto parlando non di anni sterili, ma di anni dove uscivano fior di dischi. Per capirci lo stesso 100 messo a seventh son lo trovo un assurdo, ma la massa ha sempre ragione, ovviamente solo quando da ragione a noi. Poi se vogliamo parlare di critica eccetera, ben volentieri, a me ad esempio i film di Kubrik hanno sempre fatto schifo, ma qua non sto dicendo che painkiller fa schifo o e un disco mediocre, sto semplicemente dicendo che non è il capolavoro della band e del genere, ma sono distratto e in minoranza.
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.54.23
232
Renzo Mattei@ certo che si può discutere ma lo si fa su basi concrete e su molte critiche (ripeto non solo rivolte ai Priest) io questa concretezza non la vedo. E' inutile tentare di sminuire dischi come questo e avere poi la pretesa di uscirne a testa alta o addirittura far passare altri per visionari o abbocconi che non capiscono nulla di musica. Sto disco all'epoca di riscontri e visibilità come dice Galilee@ ne ebbe a bizzeffe e ricordo bene anche le opinioni di musicisti noti al riguardo. Se un giornalista va a chiedere ad Ulrich o a Kerry King "cosa ne pensi dell'ultimo disco dei Judas Priest" significa che attorno all'album di fermento se ne era formato e tanto anche. Il revisionismo non fa bene alla musica, buttiamo nella merda tutti i titoli più belli e significativi composti dai 70' al 2000 (ripeto lo vedo succedere sempre più spesso) e che rimane? Rimangono gli ultimi 15 anni di scopiazzature e vuoto artistico che tranne pochissimi casi rimane incolmabile e tutto ciò è molto triste, tristissimo
lisablack
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.39.30
231
Sambalzalzal in parte hai ragione, dire che Piece of mind è un disco di filler è da matti, stesso discorso per Painkiller che è (ripeto) bellissimo..Riguardo i Metallica, ci sono "ferite" che bruciano ancora, comunque lasciamoli in pace è meglio..
Galilee
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.31.05
230
Sempre se avete tempo da buttare via....
Galilee
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.29.23
229
Se la qualità di questo 100 è opinabile, allora tutto è opinabile. Da reign in blood , a Master of puppets, a Rust in peace a the Number of the beast a Black sabbath e via cosi. Caro Renzo sei stato ben distratto ai tempi, perchè il disco in questione è stato accolto come la manna dal cielo, come un miracolo della musica Heavy e come nuovo termine di paraone per l'intero genere. Cosi la stampa accolse questo disco e nella stessa maniera venne accolto dai fans. Non te lo ricordi? Pazienza. Ma cosi è stato. SE volete possiamo aprire una discussione sul forum dal titolo. Opere e artisti sopravvalutati: Kubrick non capiva un cazzo di cinema, quelle Bufale di SG Pepper e Thriller, l'inutile modo di suonare di Hendrix e altre chicche del genere.....
renzo mattei
Martedì 6 Ottobre 2015, 11.05.54
228
Nel bellissimo film di spielberg, la lista di schindler, c’è una scena dove il feroce comandante del campo si rivolge a un operaio ebreo intento a lavorare in fabbrica…cosa stai facendo? E lui “cardini herr kommandant”…bene fammi un cardine! Adesso io se penso ai cardini penso a quella scena e non al disco oggetto di discussione. Vorrei capire chi ha stabilito che questo è un pietra miliare, un cardine, del genere: le riviste specializzate? la volontà popolare del webbe? Le classifiche di vendita? I protagonisti del periodo? I fans? Probabilmente ero distratto ad ascoltare i megadeth, i pantera o i sacred reich, ma non mi sono accorto che questo album fosse stato così influente nella scena metal come invece lo fu, e lo ricordo come fosse ieri, Defenders of the faith. Qualcuno si ricorda quando passavano i video clip di Freewheel burning o di love bites? Io continuo a vedere quel disco come il gemello di the number of the beast, proprio per l’impatto sulla scena e per aver attirato al metal enormi masse di ragazzi che fino a quel tempo magari ascoltavano distrattamente altro, non è una semplice questione di preferenze. Poi nel mio piccolo io avevo amici che non sono mai impazziti per painkiller, ma su defenders tutti d’accordo. Il 100 a questo album dato in recensione è un imperativo categorico, è un “non si discute”, invece penso sia interessante discuterne e rispettare pareri discordanti come quello di klost@
Sambalzalzal
Martedì 6 Ottobre 2015, 10.29.07
227
Beh un fatto è certo comunque e cioè che oggi l'andazzo più o meno imperante è quello di tentare di demolire le pietre miliari del metal. Io perlomeno quando uscirono dischi come questo non ho mai sentito o letto nessuno parlarne male o criticarli come vedo succedere oggi sempre più spesso. Apro la recensione di Piece Of Mind degli Iron Maiden e leggo di un disco composto da "fillers". Ne apro una a caso dei Metallica e leggo "avrebbero dovuto fermarsi a Kill'em All". Apro questa e lasciamo perdere. "Painkiller solita minestra..." perché tutte ste grandissime STRONZATE. Io sento molto spesso abusare del termine gusto personale, esiste ed è sacrosanto però non deve essere sempre e comunque una scusa da quattro soldi per dire cose che non hanno senso, ma dico di più anzi, Mi pare che a volte si attacchino dei dischi più per quello che rappresentano che per quello che effettivamente sono. Se tutte ste chiacchiere vanno a parare al "il metallaro classico elogia Painkiller e lo considera un capolavoro perché è un povero ignorante" eh beh allora forse avete scelto il sito sbagliato e quelli fuori posto siete voi.
Master
Martedì 6 Ottobre 2015, 8.13.34
226
@Arraya: boh, non mi pare che si stiano sindacando le caratteristiche di un genere musicale. Semplicemente, se ho capito bene, c'è chi dice in maniera personale di apprezzare Painkiller ma di non trovarlo un capolavoro. Non capisco perché tu debba trovare inaccettabile questa posizione, o sentire in qualche modo attaccati i tuoi gusti (e quelli di milioni di altre persone che trovano Painkiller il disco definitivo). Nessuno vuole scardinare un bel niente, per il semplice fatto che un singolo parere non è sufficiente contro tanti altri opposti. Però è comunque legittimo che un appassionato di metal (che per giunta apprezza anche i Priest) esprima un parere, eventualmente fuori dal coro. Quello che mi sfugge, senza offesa, è come tu faccia a sostenere che il vero spirito Heavy metal non esiste più nei gruppi odierni, e contemporaneamente portare avanti una visione dogmatica della musica, in cui il pensiero libero si deve astenere di fronte a certi album, perché in disaccordo con la stragrande maggioranza degli appassionati, e quindi, in un certo senso, con la storia della musica.
Punto Omega
Martedì 6 Ottobre 2015, 0.01.21
225
Questo disco rappresenta tutt'ora un qualcosa che i ha impedito di godermi i Judas Priest. E' stato il primo disco dei Priest che ho ascoltato, ne sono rimasto folgorato e poi ho sempre cercato un loro disco che avesse un sound simile, senza ovviamente trovarlo. Ad oggi rimane l'unico album dei Priest che ho veramente amato (gli altri li ho apprezzati, ho rconosciuto il loro valore storico, ma amarli... no).
klostridiumtetani
Lunedì 5 Ottobre 2015, 23.43.04
224
@Arrraya, Love!
Arrraya
Lunedì 5 Ottobre 2015, 23.40.40
223
AH AH AH, Love Klostry
klostridiumtetani
Lunedì 5 Ottobre 2015, 23.36.42
222
@Arrraya, anche tutte le stronzate che hai scritto tu sono li sotto gli occhi di tutti. Sei la classica persona a cui si deve dare ragione per forza per poter interloquire. Conosco una manciata di persone con il tuo problema e sono tutti in cura farmacologica. @Master #220 grazie, hai espresso meglio di me il mio pensiero
Arrraya
Lunedì 5 Ottobre 2015, 23.22.23
221
Master@ si vabbè, tutto ok, ma se negli anni '80 avessero seguito questo ragionamento, il Metal non sarebbe nemmeno esistito. Stiamo adesso a sindacare quali sono le caratteristiche di un genere musicale? Qui non sto contestando i gusti dei singoli, ma le sparate a sensazione. Un conto è ragionare con la propria testa, provare piacere ad ascoltare quel che si vuole, un conto è capire cosa spinge a definirsi metallari e poi sputare piu volte contro il genere; CITAZIONE: "se parli di "Nostra Musica" potrei anche darti ragione, ma siccome io non ho una "mia" musica, ma solo LA MUSICA e faccio poche distinzioni tra pop e metal" ...ma scusate, anche io ascolta musica classica, World Music, Dark, un conto è il proprio interesse per la musica in generale , ma un altro conto è dire: "faccio poche distinzioni tra Pop e Metal" e poi sparare a zero su un CARDINE INCONTESTABILE come Painkiller. Ma se entro in una Web'Zine di Rap o Hip Hop e la sparo su un album di Tupac Shakur, scrivendo critiche sulla loro importanza, e affermando che fra il Rap e il Metal non c'è differenza, ma sentendomi comunque un Rapper...in quanti secondi mi mandano a cagare?
Master
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.53.51
220
Torno a dire a chi sentenzia, che a mio parere l'oggettività non è che data da tante soggettività...e che i "cardini oggettivi" di un genere non esistono; ogni ascoltatore ha i propri gusti e se a tanti piace Painkiller, bene, questo significa che mediamente è un disco molto amato, ma un singolo ascoltatore è liberissimo di dire che per lui si tratta di un album "inzuppato di tutti i cliché del metal fino ad allora proposto. tutto "appiattito" su un "ratatatatatatata..." metallico, ma stantio": il metal dovrebbe insegnare proprio a ragionare con la propria testa, e a conoscere i propri gusti...non ad uniformarsi al giudizio di altri, solo perché una certa cosa è pensata da molti. Ben venga chi ha dei dubbi e chi ha il coraggio di esprimere un parere personale impopolare. P.s.: a me piace Painkiller, ma preferisco senza dubbio Defenders e Killing Machine!
lisablack
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.37.57
219
Grazie Renzo..pensavo di essere l'unica, almeno ora siamo in due!!
Steelminded
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.35.49
218
Si leggono certe cose... mhmhmhmhm meglio non sollevare altra polvere sennò finiamo come con gli Iron Maiden. Entriamo in silenzio stampa va...
klostridiumtetani
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.27.48
217
@Psychosys ha ragione! Pescano a piene mani dal filone speed/thrash. Painkiller è a tutti gli effetti (come affermato da molti in questo sito) la "bibbia del metal", in quanto un egregio lavoro didattico, ma questo non basta a farne un capolavoro. I capolavori per me sono altri
Renzo Mattei
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.23.23
216
Non lo volevo fare ma la citazione di dont break e' perfetta. Condivido al cento per cento
Arrraya
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.20.53
215
AH AH AH Il delirio è strabordato , contaminando anche i post sui Priest. Ora non è che ho molto tempo da perdere con i rimbambiti che nemmeno si ricordano quello che hanno scritto, benche i post siano belli presenti e leggibili. Prima di perdere altro tempo prezioso nel rispondere al nostro "Matusa" Klostry, vorrei chiarire una cosa con gli altri utenti tipo Renzo Mattei@, Lisablack@ Dividiamo le cose: uno ascolta quello che gli piace, e se uno preferisce "Defenders" piuttosto che "British Steel" o il Greatest Hits di Gigi D'Alessio con Angela Luce, non c'è nessun problema, e ci mancherebbe, tra i miei preferiti c'è ad esempio "Sad Wings of Destiny". Un altro paio di maniche quando qualcuno (o alcuni) cercano di ridisegnare la storia del Metal e i suoi CARDINI, facendo prevalere l'aspetto soggettivo a quello oggettivo, confondendo i propri gusti con il corso della storia, perchè ad esempio, a me i Kiss non sono mai piaciuti, MAI MAI, ma on vado a scrivere stronzate sulle loro recensioni.Dicasi lo stesso per gli Stratovarius. Ogni genere musicale ha i suoi cardini OGGETTIVI, perchè caro Klostry, finchè rimani nei post dei Maiden come le tarme (tanto è li che stai sempre) va bene tutto, ma quando cerchi di paraculare la gente dopo aver scritto: "Estremamente sopravvalutato." (da notare la soggettività sempre protagonista) esatto da il buon 99,9% di quelli che hanno avuto la fortuna di ascoltarlo lo hanno sopravvalutato caro Klostry. E poi: ""inzuppato di tutti i cliché del metal fino ad allora proposto. tutto "appiattito" su un "ratatatatatatata..." metallico, ma stantio " AH AH a questo punto uno...AH AH AH... non gliela fa più a fa un discorso con Klostry, che credibilità può avere uno del genere. Ciao Klostry, stammi bene. Love!
lisablack
Lunedì 5 Ottobre 2015, 22.13.33
214
Infatti per me il manifesto del genere è Defenders, quello è il vero Metal classico..per allargare il discorso, un'altro album che considero "manifesto"è Don't break the oath, per me il metal ottantiano è superiore..Painkiller influenze Speed Thrash? Leggermente..si!
Psychosys
Lunedì 5 Ottobre 2015, 19.40.50
213
*Si pesca a piene mani dal versante Speed\Thrash. Non so da dove sia saltato fuori quell'attingere
Psychosys
Lunedì 5 Ottobre 2015, 19.38.41
212
Painkiller non è il manifesto del genere. L'Heavy proposto dal disco non rappresenta gli standard compositivi canonici del genere musicale, in si attinge spesso attingendo a piene mani dal versante Speed\Thrash. Quanti album assomigliano a Painkiller? 0, di Painkiller c'è ne uno ed uno solo.
Renzo mattei
Lunedì 5 Ottobre 2015, 19.22.47
211
Painkiller ai livelli di freewheel burning? Di the sentinel? Di jawbreaker? Certo come no
Steelminded
Lunedì 5 Ottobre 2015, 19.07.01
210
No con defender siamo a livelli comparabili, secondo me un confronto ci può stare è ognuno ha le sue idee... Io non saprei, mi piacciono entrambi...
lisablack
Lunedì 5 Ottobre 2015, 18.58.56
209
ma superare Defender è dura..
Steelminded
Lunedì 5 Ottobre 2015, 18.38.42
208
Screaming di fronte a painkiller arrossisce di vergogna...
lisablack
Lunedì 5 Ottobre 2015, 18.38.18
207
Di sicuro e' l'ultimo capolavoro dei Priest anche se a me piace Jugulator, l'ho apprezzato..alla fine e' solo una questione di gusti e quanto siamo "legati" ad un certo album e a cosa ci ricorda. Non ha assolutamente senso paragonare Book of Souls a Painkiller, e poi l'ultimo dei Maiden e' davvero valido, basta buttarli addosso questa merda.
renzo mattei
Lunedì 5 Ottobre 2015, 15.45.15
206
klostri@ io mi sono preso il rischio di difendere le tue posizioni. Anche io lo ritengo un ottimo album ma non il capolavoro della band e del genere come ad esempio ha detto anche macca@. Per me dire che painkiller è superiore a defenders o screaming è come dire che seventh son è superiore a the number o killers, o che symbolic è meglio di spiritual healing…lo pensano tutti ma non io.
klostridiumtetani
Lunedì 5 Ottobre 2015, 15.33.20
205
@renzo mattei, mai detto che Painkiller è un brutto album, l' ho sempre ascoltato e l'ascolto ancora. Semplicemente per me non è un capolavoro da 100. Punto. Se poi il fatto che oggi ascolto più volentieri The book of souls (che mi annoia meno di Painkiller) è un motivo valido per seppellirmi sotto tre metri di terra, allora vado a scavarmi la fossa e buona pace a tutti...
Macca
Lunedì 5 Ottobre 2015, 15.06.49
204
Per me Painkiller sta all’heavy metal come Reign In Blood sta al thrash. Voto 100
renzo mattei
Lunedì 5 Ottobre 2015, 14.58.11
203
Mah klost@ si potrebbe aprire un dibattito sulle affermazioni di arraya@ che indirettamente mi hanno fatto sentire coinvolto. Io posso capire il suo discorso, in effetti anche io ero in letargo in quel periodo in ambito priestiano, ma molto semplicemente perché ero troppo dentro al thrash. Sono sempre stato un ascoltatore incostante, quando scoprivo nuove sensazioni smettevo di seguire le vecchie band. È successo così fino a inizio anni 2000, ora non trovo più niente di nuovo che mi fa drizzare i peli delle braccia (gli ultimi sono stati gli emperor nel 1997) e mi sono riappassionato a tutte le vecchie fiamme. Tornando a painkiller, l’ho semplicemente ignorato negli anni, l’ho ascoltato postumo (in cassetta), lo trovo un album ottimo ma nella mia classifica personale priestiana lo colloco sotto tutti quelli pre ram it down. È un’eresia lo so però non ci posso fare niente. A questo album preferisco i priest più vintage di point of entry e killing machine o quelli più mercyful fatiani di stained class, ma forse perché avevo 13 anni quando li ascoltavo.
Steelminded
Lunedì 5 Ottobre 2015, 14.53.27
202
ahahahahahahahahahahahahahah il vero dualismo tra fan dei Judas e fan dei Maiden...
klostridiumtetani
Lunedì 5 Ottobre 2015, 14.30.26
201
@Arrraya, ma ci sei o ci fai? Mai visto un frustrato, maniaco depresso, psicotico, bipolare di tale portata! Se c'è uno che deve farsi ricoverare quello sei tu! Prenditi un mezzo litro di Valium e "acchietati"! PS C'ero a quei tempi e anche molto prima, credo di essere molto più vecchio di te, mio caro "bocia". Comunque è preoccupante che elementi come te girino a piede libero e senza sorveglianza... almeno una badante rumena che ti asciughi la bava dopo aver sbrodolato parole a vanvera... curati
lisablack
Lunedì 5 Ottobre 2015, 12.44.01
200
Album bellissimo, da rimanere senza parole..ma per me Defender of the faith è superiore perché lo considero forse il miglior disco di metal classico di sempre..per carità anche Painkiller è un disco da 100, la title track è leggenda..ma Defender è davvero troppo! Per me l'apice dei Judas.
renzo mattei
Lunedì 5 Ottobre 2015, 12.37.16
199
io invece sono parzialmente d'accordo con Klostri@. Mi piace questo disco per carità, ma non lo osanno a capolavoro assoluto del metal e non me lo porterei nella classica isola deserta. Lì però ha ragione anche arraya, infatti in quegli anni probabilmente ero impegnato (o in fissa) per altro (thrash) quindi non l'ho vissuto come si sarebbe dovuto. Il capolavoro priestiano per me è e rimane sempre Defenders che può tranquillamente essere tramandato ai posteri come l'album heavy per eccellenza
Steelminded
Lunedì 5 Ottobre 2015, 12.24.14
198
Galilee ha ragione. Bravo.
Galilee
Lunedì 5 Ottobre 2015, 11.34.20
197
Painkiller ai tempi spostò l'asticella più in alto. !0 capolavori di puro Heavy metal. Un heavy che però fino a quel momento mai aveva suonato cosi incazzato e devastante. Senza contare che in questo disco si sente uno dei migliori Halford di sempre, tra i migliori riff e soli di T&D e un drumming senza pari. Aggiungiamo pure che il songwriting non ha eguali e i giochi sono fatti. Quoto Arraya in tutto. C'è gente che cerca i difetti in dischi come questo( o anche un Powerslave...) e poi osanno appunto un The Book of souls o un Virtual XI. Nessun album batte Painkiller, fatevene una ragione. Voto sempre 300
Sambalzalzal
Lunedì 5 Ottobre 2015, 11.10.16
196
Sto disco fu ed ancora è una bordata mastodontica, incarna l'heavy metal al 110% e lo vedo come l'album della maturità dei Priest. Disco che tra le molte cose fu il vero punto di svolta della discografia (no Travis no party) Mentre molti altri colleghi meno adulti di loro già si assestavano su territori più mansueti ed immagine più passabile ecco che con Painkiller arriva la mazzata. Da inizio a tutto quel triennio che merita valanghe di applausi. Painkiller, Blazon Stone e Pile of Skulls dei Running Wild, The triumph of steel dei Manowar, The secret doctrine dei Morgana leFay, Somewhere Far Beyond dei Guardian, The Reaper dei grave digger. voterei 200 se potessi, per come la vedo io inattaccabile ed inossidabile!
AkiraFudo
Lunedì 5 Ottobre 2015, 11.09.59
195
...mi trovo quasi sempre in disaccordo con Arrraya, ma su Painkiller ha ragione: questo è uno dei capisaldi del genere, come buona parte della discografia dei Priest e di quella dei Maiden. Detto questo, anche il buon Arrraya si è trovato una più che confortevole dimensione parallela in cui la qualità dei dischi è inversamente proporzionale alla durata e nella quale gli elementi di critica vengono applicati ad minchiam: l'autocitazionismo si tira fuori per alcune bands e si dimentica completamente per altre, col risultato che un lavoro ricco di contenuti ed idee come Book Of Souls viene bocciato mentre il solito compitino degli Slayer è promosso...
Arrraya
Lunedì 5 Ottobre 2015, 10.20.37
194
Klostryecc ecc.@ Sai perchè non capisci come mai questo album è stato "sopravvalutato (come scrivi tu), o ne capisci la grandezza? Tu all' epoca non c'eri, e se c'eri , eri in terapia intensiva con coma indotto , e ti sei perso quel periodo. Al tuo risveglio ti hanno raccontato qualcosa, hai letto dei giornali e ti sei mangiato le mani per averti perso un bel periodo, Ti sei ripreso e hai voluto comunque andare avanti, cercando il modo di far credere di esser stato partecipe. I mondi paralleli sono comunque affascinanti. Dev'essere una figata quella dimensione in cui s'impazzisce per The Book of Soul e si smerda l' Heavy Metal e Painkiller. Pazzesco. Potremo stare ore ed ore ad ascoltare questi babbei senza smettere di ridere (e piangere).
Gianmarco Araya
Lunedì 7 Settembre 2015, 21.43.19
193
Comprato oggi,ma venerato fin da quando,più di un anno fa,mi sono appassionato al metal. Painkiller è per un metallaro ciò che il Silmarillion è per un tolkieniano(sì,anche quello sono). Non osatevi definire metallari se quest'album non vi fa sentire dentro l'essenza pura e portata all'estremo del genere madre. Questo sì che è HEAVY nel vero senso della parola. LEGGENDE JUDAS PRIEST.
VecchioThrasher
Lunedì 7 Settembre 2015, 11.24.54
192
Capolavoro assoluto del judas...ho usurato il vinile e il cd!
eddye5150
Giovedì 30 Luglio 2015, 22.04.28
191
capolavoro e' dire poco. il concetto heavy classico al punto giusto. 10 e lode per halford e co
Christian Death Rivinusa
Martedì 28 Luglio 2015, 8.52.59
190
la prima volta che ascoltai questo album rimasi folgorato pezzo dopo pezzo per la bellezza dei brani.Album perfetto! halford di un'altro pianeta… ..e lo dimostra ancora adesso… .peccato che non saranno eterni… prima o poi smetterenno per l'eta' avanzata… spero il piu' tardi possibile.Grande recensione voto giusto
simo
Giovedì 23 Luglio 2015, 10.37.46
189
Un cd anche il più ben fatto del mondo avrà sempre i suoi detrattori,pensare che debba piacere a tutti é quantomeno assurdo
Psychosys
Mercoledì 22 Luglio 2015, 23.02.02
188
No dai, non è un disco o una band a fare un genere. Non è vero che se non ti piace Painkiller non ti può piacere il metal. A me piace Painkiller, se a qualcuno non piace sono ben contento di sentire il perché e me ne farò una ragione.
valerio
Mercoledì 22 Luglio 2015, 18.19.23
187
a distanza di mesi, riscrivo il mio pensiero Se non vi piace Painkiller, non vi piace il metal. Senza insulti o polemiche. Cambaite genere. C'è sto giovane rapper che si chiama Moreno e che fa per voi....bimbiminkia del cazzo
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.47.40
186
a me piace, meno di H&H, ma è più controverso... c'è chi non lo ama...
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.41.21
185
sai che anche quello con ian gillan non è male ?
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.35.15
184
Ci credo, perché è un MUST!
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.24.55
183
parliamo la stessa lingua fratello ! grazie del consiglio !! cmq non ci crederai ma era già nella mia lista
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.19.56
182
Comunque se non lo avessi ancora, ti consiglio calorosamente Black Sabbath Heaven and Hell, se questi sono i tuoi gusti dovresti andare a nozze!
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.18.53
181
Grandissimo acquisto Nosferatu!!! Un disco da paura!
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 22.42.42
180
COMPRATO OGGI ... sto ancora pulendo il sangue e raccogliendo i denti da per terra ... CHE MALE ..
Ire
Domenica 31 Maggio 2015, 20.56.03
179
Questo per me è un Signor Album. Lo comprai carico di rabbia, e mi ci sfogai sopra, sentendolo a ripetizione per 3 volte. Amo ogni suo pezzo, perchè non c'è neppure un momento di discesa: finisci l'ascolto totalmente incenerito. Capolavoro.
Master
Lunedì 11 Maggio 2015, 19.44.10
178
Gran bell'album, ma secondo me non l'album metal più riuscito, nè tanto meno il migliore dei Judas. La titletrack e "One shot at glory" veramente bellissime, poi tante altre buone canzoni, ma anche qualche brano che mi lascia indifferente o con l'amaro in bocca per alcune scelte secondo me discutibili: mi riferisco in particolare all'inizio di "all guns blazing" o alle tracce "leather rebel" o "a touch of evil", per me bruttine. Per me non puó competere con Defenders...
lisablack
Lunedì 11 Maggio 2015, 19.11.42
177
Davvero bellissimo, mamma mia che disco! Suonato alla perfezione, senza mai un cedimento o qualcosa che non va..100 spaccato!
Lele 12 DiAnno
Venerdì 1 Maggio 2015, 6.59.52
176
@Galilee: sono anni che non ascolto per intero né l'uno né l'altro, però andando così a ricordi direi di aver goduto di più nell'88 con Ram It Down che nel '90 con Painkiller. Tant'è che non mi venne voglia di ascoltare il successore: Painkiller, come Seventh Son of a Seventh Son, And Justice for All o Kings of Metal sono stati per me punti di non ritorno, linee oltre le quali non mi sono mai spinto nelle rispettive discografie.
Steelminded
Giovedì 30 Aprile 2015, 17.13.31
175
Siccome sono stanco e pigro, mi rifaccio alle parole sante del signor Sandro 70... Evviva.
klostridiumtetani
Giovedì 30 Aprile 2015, 15.48.30
174
@Psychosys, esatto!
Psychosys
Giovedì 30 Aprile 2015, 15.20.06
173
No @klostridiumtetani, non ho definito Aces High un brano medio, ma un brano semplice: la struttura non è per nulla complessa. Dicevo che brani dalle strutture convenzionali hanno fatto la storia della musica. Quelli che ho citato erano Aces High, Breaking The Law e Back In Black, esempi che mi pare siano adatti al contesto. Per il resto nemmeno io ritengo Painkiller un disco geniale o innovatore, semplicemente un bel disco di Heavy molto duro e ben fatto.
Galilee
Giovedì 30 Aprile 2015, 10.23.34
172
Vabbeh, ram it down tranne 2/3 song è un inno alla banalità, a partire dai titoli. poi per carità , da fan apprezzo pure quello, ma la differenza che c'è tra painkiller e Ram it down è la stessa che c'è tra un No prayer for the dying e un The number of the beast.
Lele 12 DiAnno
Giovedì 30 Aprile 2015, 10.14.29
171
In linea di massima concordo con @klostridiumtetani. Certo è un disco che esprime una rinnovata energia (probabilmente per l'ingresso di Travis) e con una produzione per i tempi potentissima, però come contenuti è la riproposizione della solita minestra priestiana. Ricordo che mi piacque meno di Ram It Down. Da questo disco smisi di seguire i JP.
simo
Giovedì 30 Aprile 2015, 8.35.13
170
Non é revisionismo storico apprezzare i led zeppelin,semmai é il contrario
Painkiller
Giovedì 30 Aprile 2015, 6.53.33
169
Per me è il capolavoro assoluto del metal, ma siamo in epoca di revisionismo storico musicale, ed i gusti sono gusti. Io ad esempio non ho mai capito il successo dei Nirvana, dei Pantera, dei Nevermore, dei Faith no more, dei Led Zeppelin e potrei andare avanti. Ognuno ha la sua testa e le sue preferenze, con la scorporo del proporzionale, l'uninominale secca alla francese, il doppio turno alla camera e al senato.... (cit.) 😊
klostridiumtetani
Mercoledì 29 Aprile 2015, 23.40.22
168
PS ainkiller poi la trovo irritante imho
klostridiumtetani
Mercoledì 29 Aprile 2015, 23.34.36
167
@Psychosys,, non ho detto che le canzoni sono dei "filler", e neanche che "painkiller" sia un brutto album. Dico che (sulla base del voto dato e di molti commenti assolutori qui espressi), non condivido la "grandezza" o "genialità" che viene attribuita a quest'album per le motivazioni sotto citate (a me A Touch Of Evil e Night Crawler non sembrano per niente poco convenzionali e sperimentali, anzi). Poi definire Aces High, un brano medio nel metal, e paragonarlo a Breaking The Law e Back in Black ... scusami, ma per me siamo su pianeti completamente differenti . @Sandro70, se parli di "Nostra Musica" potrei anche darti ragione, ma siccome io non ho una "mia" musica, ma solo LA MUSICA e faccio poche distinzioni tra pop e metal (pur avendo ovviamente una preferenza ed affinità con la musica "dura" , tanto da definirmi metallaro) , probabilmente vedo le cose da una prospettiva diversa dalla tua
Sandro70
Mercoledì 29 Aprile 2015, 22.17.11
166
Senza offesa, ma se stiamo a discutere il valore di painkiller è meglio chiudere la baracca e darci alla dance. Ragazzi ,stiamo parlando di uno degli album fondamentali della nostra musica. Uno dei pochi ,che come a scritto il recensore , vale 100.
Sandro70
Mercoledì 29 Aprile 2015, 22.17.10
165
Senza offesa, ma se stiamo a discutere il valore di painkiller è meglio chiudere la baracca e darci alla dance. Ragazzi ,stiamo parlando di uno degli album fondamentali della nostra musica. Uno dei pochi ,che come a scritto il recensore , vale 100.
Psychosys
Mercoledì 29 Aprile 2015, 21.55.31
164
@klostridiumtetani, beh, ci sono dei brani poco convenzionali e sperimentali come A Touch Of Evil e Night Crawler che non rientrano di certo nella categoria "cliché". Escluderei anche "Battle Hymn" (una semplice introduzione) e "One Shot At Glory" che rallenta di più ed è più lunga, diversa dai Priest che abbiamo conosciuto e da quelli dello stesso Painkiller. I brani che rientrano nel mainstream del Metal sono certamente "Hell Patrol", "All Guns Blazing" "Metal Meltdown" e "Between The Hammer And The Anvil". I primi due brani mi piacciono, non troppo, però li trovo gradevoli. Su "Metal Meltdown" ho qualche riserva, in quanto non mi ha mai detto molto, anzi, inizialmente era un brano che odiavo. "Between The Hammer And The Anvil" invece trovo che sia un pezzo nella media, nulla di che. Anche "Painkiller" e "Leather Rebel" non sono distanti dalla struttura canonica di un brano medio nel metal, però sono esaltanti: molte canzoni semplici hanno fatto la storia, Aces High, Breaking The Law, Back in Black e compagnia bella. Non sono distante dalla tua opinione, però se i "filer" devono essere roba come "Hell Patrol" o "All Guns Blazing" sarei personalmente a posto per molto tempo.
klostridiumtetani
Mercoledì 29 Aprile 2015, 21.33.45
163
Estremamente sopravvalutato. Uscito nel 90, "inzuppato" di tutti i cliché del metal fino ad allora proposto. Privo (o quasi) di qualsiasi variazione degna di nota, tutto "appiattito" su un "ratatatatatatata..." metallico, ma stantio . Certo, un' ottima opera "didattica" e molto piacevole all'ascolto, ma con poca espressione e personalità. Ovviamente secondo me, perché è sempre quello che ho pensato di questo disco, e senza nessuna pretesa di "oggettività".
Heisenberg
Mercoledì 29 Aprile 2015, 9.56.14
162
Signore e signori... sua Maestà l'Heavy Metal. Punto.
dimebag89
Lunedì 9 Marzo 2015, 16.51.48
161
Heavy Metal = Painkiller. Album di un altro pianeta
Mulo
Sabato 13 Dicembre 2014, 21.30.46
160
Il loro disco (insieme ad unleashed un the east)che preferisco. Tutti capolavori con Tipton che suona riff e assoli da ormasmo puro (vedi title trak,between the hamner and anvil e touch of evil). Orgasmo puro messo in musica!!!
valerio
Venerdì 5 Dicembre 2014, 18.33.12
159
"finiti dopo Rocka Rolla" (semi-cit)
Galilee
Mercoledì 3 Dicembre 2014, 12.29.51
158
Morti con Al Atkins....
Malleus
Mercoledì 3 Dicembre 2014, 12.06.44
157
A sto punto mi meraviglia non aver ancora letto castronerie della serie "Morti con Sad wings of destiny" Quoto Valerio.
Carmine
Venerdì 28 Novembre 2014, 15.38.53
156
@ Jeff: motiva Jeff. motiva, non basta scrivere, gettando il sasso e scappando via.
valerio
Giovedì 27 Novembre 2014, 17.29.19
155
Aggiungo pure che venire su un sito come Metallized e scrivere che non ti piace Painkiller è come andare su You Porn e scrivere nei commenti che non ti piace la fregna.
valerio
Giovedì 27 Novembre 2014, 17.27.03
154
in questa democrazia di merda c'è spazio per tutti, persino per chi osa criticare 'sto disco. D'altra parte c'è pure gente che a colazione se magna la merda, per cui non me stupisco de niente
Jeff
Sabato 11 Ottobre 2014, 15.19.23
153
I dischi dei Priest a cui dare 100 sono ben'altri...
marmar
Giovedì 11 Settembre 2014, 22.15.25
152
Quando uscì questo disco lo snobbai, mi sembrava una svolta troppo estrema. Sbagliavo, e alla grande, perchè questo lavoro è il Manifesto del Heavy Metal, musica dura, tagliente ma al contempo melodica e a suo modo sinfonica, un vero compendio di grandi canzoni e grande energia. Ah, Halford a quel tempo aveva raggiunto il massimo delle sue possibilità, del concerto di quel tour conservo ancora un bellissimo ricordo.
Lisa Santini metallara forever
Domenica 24 Agosto 2014, 11.09.37
151
Per me e' un favoloso disco... Voto 100. Pero' cercherò di ascoltare più volte questo gruppo inglese
D.
Domenica 24 Agosto 2014, 10.39.10
150
E' un grandissimo album ma per me il capolavoro assoluto è Sad Wings, senza quella sindrome da "metallari duri" che vedo qua.
Er Trucido
Domenica 24 Agosto 2014, 9.29.44
149
Certo certo, brutto non sapere cosa fare al sabato notte. Addio.
spiderman
Domenica 10 Agosto 2014, 22.05.36
148
La penso esattamente come Deedeesonic al commento #142, nel frattempo mi riprometto di ascoltarlo con piu' attenzione, ma per esprimere un voto aspetto di aver compiuto i 30 anni, per ora ne ho solo 24 e di metal ne devo ascoltare ancora un bel po per avere un giudizio piu' assennato su questo che e' considerato un capolavoro.
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 2.00.11
147
Questo album ha una cosa particolare..sebbene ci siano 2 o 3 pezzi ottimi,la particolarita' è che è suonato con una foga animale allucinante,anche quando i pezzi sembrano non avere una loro direzione.. è un concentrato di enciclopedia metallica,sebbene non sia influente come i dischi precedenti per una questione temporale.
lux chaos
Domenica 27 Luglio 2014, 10.56.33
146
Il disco heavy metal degli anni '90 per eccellenza....la perfezione metallica
Malkuth
Martedì 22 Aprile 2014, 23.22.52
145
Non c' è neanche una semibiscroma fuori posto.
deedeesonic
Venerdì 14 Marzo 2014, 21.29.58
144
Ripeto: opinioni. E metto un carico da dieci dicendo che più l'ascolto meno mi piace
hammer of god
Venerdì 14 Marzo 2014, 21.23.48
143
l' unico voto possibile è non votarlo,per non metterlo al livello degli altri. questo è di un altro pianeta!!
deedeesonic
Giovedì 27 Febbraio 2014, 18.40.46
142
@Giacomo, non ho detto che è brutto, anzi! Diciamo che non mi sento di dargli un 100, ma un 95! Se fosse uscito qualche anno prima forse... Poi sia chiaro che è una mia valutazione personale che non sposta di una virgola le considerazioni altrui.
Giacomo
Martedì 25 Febbraio 2014, 21.19.28
141
Painkiller insieme a the number of the best , rust in peace e master of puppets e' leggenda!, deedeesonic da come parli mi sembri uno che di musica ne capisce parecchio, ma ti invito a riascoltare con più attenzione questo orgasmo musicale chiamato painkiller.
deedeesonic
Sabato 18 Gennaio 2014, 16.37.49
140
Dovrò riascoltarlo per vedere se lo rivaluto. Sia chiaro è un gran disco, ma non ci vedo le stigmate del capolavoro assoluto che sono qui descritte. Non so, ma lo trovo pieno di clichè del metal
hammer of god
Sabato 18 Gennaio 2014, 16.16.55
139
assolutamente incredibile!!
Malkuth
Domenica 5 Gennaio 2014, 23.57.08
138
Andiamo, può esserci qualcosa di meglio?
macigno
Mercoledì 6 Novembre 2013, 16.11.18
137
penso che sia il quarto migliore dei judas voto 96
enzo
Martedì 29 Ottobre 2013, 11.03.44
136
fa parte di quei 10 dischi , parliamo di heavy classico altrimenti la lista si allunga ,che sono perfetti ovvero storici o capolavori insieme a number of the beast e ad altri che non sto ad elencare
J.Painkiller
Sabato 26 Ottobre 2013, 20.18.12
135
Pura Goduria *_* merita 100 fino all'ultimo numero
Daniel
Domenica 8 Settembre 2013, 8.42.38
134
IL MIGLIOR ALBUM METAL (HEAVY METAL)DI TUTTI I TEMPI,HALFORD LA MIGLIORE VOCE DELL METAL DI TUTTI I TEMPI !
Zakk85
Sabato 7 Settembre 2013, 13.24.33
133
Il monumento dell'Heavy Metal. Disco strabello dalla prima all'ultima traccia ed anche il più potente dei Judas, il tutto abbellito da una batteria impressionante e assoli di chitarra da urlo! Il massimo. Voto 100
Vitadathrasher
Venerdì 30 Agosto 2013, 8.58.41
132
Album stupendo che si meriterebbe una cover all'altezza.
Franco 73
Venerdì 30 Agosto 2013, 6.37.52
131
L'avevo comprato in vinile, ma si è distrutto da quante volte l'ho fatto girare. L'ho ricomprato in musicassetta, ma anche essa è finita smagnetizzata dopo gli innumerevoli ascolti. Arrivata l'era dei CD a prezzo ragionevole, per non sbagliare, ne ho comprati due !
Malkuth
Domenica 11 Agosto 2013, 21.27.16
130
Leather Rebel e la titletrack, da sole, valgono il numerone a 3 cifre.
Witchcult
Mercoledì 31 Luglio 2013, 14.25.21
129
L'album di "heavy metal" per eccellenza, difficile far meglio. L'album che sbatterei in faccia a un profano alla domanda "ma a oltre 35anni ascolti ancora metal?" ascoltalo e poi ne riparliamo, forse
warrior63
Venerdì 21 Giugno 2013, 14.54.07
128
un capolavoro da cima a piedi il metal è questo album
Filo
Venerdì 21 Giugno 2013, 11.35.13
127
Uno dei pochissimi dischi a cui ho assegnato il massmo dei voti. Per intenderci, è in compagnia di Powerslave, Master of puppets, Reign in blood e Rust in peace! La titletrack è qualcosa di straordinariamente potente, una delle poche canzoni per cui rischio di essere diseredato ogni qualvolta alzo al massimo il volume durante l'ascolto! Per il resto, tutto (ed è tantissimo) è stato detto a riguardo del platter, un livello medio pazzesco delle composizioni, con pochi eguali nel genere che tutti noi amiamo. Rinnovo le congratulazioni allo staff di Metallized per la professionalità del sito, per amio distacco il più completo che abbia visitato in ambito musicale...
JustMe
Martedì 30 Aprile 2013, 16.00.38
126
Sebbene ascolti ed apprezzi vari generi di metal, devo dire che in linea di massima i miei generi preferiti non sono proprio quelli dei Priest, per intenderci, il mio gruppo preferito sono e rimarranno sempre i Pantera. Tuttavia, non posso non ammettere che i veri dei del metallo sono i Judas: hanno plasmato il genere partendo dal rock, e l'hanno fatto fatto evolvere album dopo album in quello che oggi tutti conosciamo come l'heavy metal. Secondo me sono loro i veri padri del metal, nonché i migliori in assoluto. Tutto questo, per arrivare a dire che Painkiller è l'apoteosi di questo genere, la punta di diamante del gruppo di Birmingham, ed. a mio modesto parere, l'album definitivo, il miglior album metal mai inciso. Perfetto dall'inizio alla fine, senza dubbio il mio album preferito, che da solo varrebbe al gruppo l'appellativo di Metal Gods (dei quali poi quasi tutti gli altri album sono davvero maestosi). Voto 99, il massimo possibile.
MetalDeprival
Venerdì 26 Aprile 2013, 13.39.37
125
L'alfa e l'omega del Metal tutto. Comincia benissimo, finisce anche meglio.
daniele
Mercoledì 24 Aprile 2013, 15.12.28
124
Sarà un commento banale.. Ma c'è tanta diatriba su quale sia l'album migliore dei Judas, e secondo me semplicemente il primo disco che si ascolta rimane nel cuore. Io ad esempio ho ascoltato per primo Screaming for Vengeance e me ne sono innamorato.. Come secondo Painkiller e si è bello, ma nn mi ha preso così.. vale lo stesso per British Steel !! Quindi sono giunto alla conclusione che più o meno gli album si equivalgono tra di loro, e nessuno eccelle in realtà. Tutti album con voto tra 85-90 ma nessuno da 100
THOR OF VALHALLA
Giovedì 21 Marzo 2013, 14.33.11
123
Disco leggendario a cui non si puo dare meno di 100 e chi non lo ha nella propria collezione non è degno di venire definito un metallaro.Dopo due dischi inferiori al loro nome (ma per me tutto sommato abbastanza positivi specialmente Ram it down) se ne escono con il loro top io lo metterei alla pari di Defenders of the faith e British steel che nel complesso li preferisco anche se in questo ci sono Painkiller e Night crawler che per me assieme a Breaking the law sono le 3 canzoni migliori dei Judas.W il metal!!!!!!!!!!!!!!!!
albi93
Giovedì 21 Marzo 2013, 13.01.12
122
Un vero tsunami! MICIDIALE, POTENTISSIMO E AGGRESSIVO! Grandissimo il batterista Scott Travis!
denis
Lunedì 18 Febbraio 2013, 17.56.07
121
L'apice ed il meglio dei priest!
Therocker77
Venerdì 15 Febbraio 2013, 12.01.07
120
L'Heavy Metal. Punto
LJK
Mercoledì 19 Dicembre 2012, 21.57.21
119
un cd micidiale uno dei piu belli che abbia mai sentito ...
Macca
Domenica 16 Dicembre 2012, 14.53.45
118
Tra i migliori 10 album metal di sempre, e non mi pare di esagerare
Vecchio Sunko
Domenica 9 Dicembre 2012, 16.20.48
117
Manifesto dell' Heavy Metal! 100 meritatissimo
cranium
Domenica 9 Dicembre 2012, 12.19.50
116
ma che è sta roba... voto 100 e lode
Night Crawler
Lunedì 22 Ottobre 2012, 16.57.02
115
sì concordo con tutti sul fatto che sia uno degli episodi più riusciti di tutto il metal, in poche parole questo è l'HEAVY METAL! tutti capolavori dalla prima all'ultima traccia... spettacolare la voce di rob halford, che raggiunge il suo picco massimo soprattutto in "a touch of evil" e "one shot at glory"... le 2 canzoni appena citate assieme alla title track, metal meltdown e night crawler sono le mie preferite dell'album... da brivido anche la bonus track "living bad dreams" dell'edizione rimasterizzata. 99 perchè non si può votare di più.
PAOLO
Lunedì 22 Ottobre 2012, 16.19.31
114
Mai stato un mega fan dei priest ma 100 per questo lavoro è straultrameritato non c'è un calo dal primo all' ultimo pezzo devastante forse il migliro metal album di sempre
metalhammer
Venerdì 12 Ottobre 2012, 17.40.54
113
Questo album è immenso: quando in auto ascolto la titletrack metto lo stereo a manetta, xkè non si può non raggiungere un orgasmo o pigiare il piede sull'accelleratore mentre si ascolta lo spettacolare assolo di Glenn Tipton!!!!Magnifico, stupendo e metallico al massimo. Voglio far notare che è uscito nel 1990, quando il grunge stava triturando l'heavy metal e il penosissimo glam/hair metal, e solo una band ha fatto un tritasassi come Painkiller: i MetalGods. Senza questo l'heavy classico sarebbe diverso, influenzando album che difesero il genere, come "Fear of the Dark" dei Maiden e "The Triumph of Steel" dei sommi Manowar. Tanto di cappello!!!! \m/ \m/ a tutti!!!!!
MetalHead95
Giovedì 30 Agosto 2012, 1.26.17
112
Cazzo, anche solo la title track è leggenda! Con halford che sputa acido sbraitando peggio di satana che bestemmia dai meandri dell'inferno, riff potenti e assatanati e assoli ispiratissimi.. Che cazzo di altro c'è da dire!?
Legacy
Giovedì 16 Agosto 2012, 0.08.37
111
So che non importerà molto ma al fine di giudicare l'album posto i miei 10 album metal preferiti 10:Blackwater Park - Opeth 9: South Of Heaven- Slayer 8: Keeper Of The Seven Keys part 2: Helloween 7: Cowboys From Hell : Pantera 6: Visions- Stratovarius 5 : Awake - Dream Theater 4: Rust in Peace - Megadeth 3: Powerslave - Iron Maiden 2 Ride The Lightning - Metallica Provate a indovinare cosa c'è al primo posto Capolavoro da 100 e lode
dantes
Martedì 10 Luglio 2012, 11.49.29
110
... album perfetto, inutile e difficile aggiungere altro dopo la splendida recensione ed commenti precedenti ... l'esempio assoluto ci cosa è lecito aspettarsi da chi viene cosiderato un mostro sacro ... ancor più di valore perchè non generato negli anni degli inizi, anni sui quali praticamente tutte le grandi band hanno fondato il loro mito ... I J-P hanno hanno miscelato tecnica, potenza, gusto, produzione sopraffina e soprattutto messo a frutto i lati positivi di un'esperienza, quasi ventennale all'epoca, ed hanno estratto dal cilindro un capolavoro ... il tipo di "opera", a livello d'APPROCCIO,che in fondo credo ogni persona che ama il metal si sia aspettata inutilmente ad ogni nuova uscita, di Iron Maiden e Metallica:giusto perchè di mostri sacri si parla ... Se si valuta il lato dischi e non live, Infatti di quest'ultime 2 band, non esiste un mezzo disco post-epoca d'oro, che metta d'accordo tutti come ha messo d'accordo Painkiller.
CowboyFromHell
Mercoledì 13 Giugno 2012, 9.13.57
109
Il mio disco Metal preferito. Non c'è un punto stonato. Non una caduta di tono. Semplicemente un disco perfetto. VOTO=100
ecodont
Giovedì 7 Giugno 2012, 1.06.54
108
qualche settimana fa l'ho recensito sul mio canale di youtube.....bhe che dire? uno dei migliori album della storia della nostra musica preferita, per cui credo che un inchino sia solo doveroso...
Sambalzalzal
Mercoledì 30 Maggio 2012, 13.08.35
107
Masterburner@ ti quoto al 1000%! Non credo ci siano altri esempi di alcuna band che con gli anni abbia sfornato il capolavoro o si sia appesantita come hanno fatto loro con questo album! Mi domando con che termini fosse stato firmato il contratto che siglarono con il demonio!!!!
Masterburner
Mercoledì 30 Maggio 2012, 12.59.17
106
Siamo tutti d'accordo.... Painkiller è IL disco metal. La cosa più sorprendente è che non sia uno dei primi album della band (di solito i migliori dischi sono nei primi 5 anni di attività) ma sia arrivato dopo quasi 20 anni di carriera. E con che incattivimento!
DEFEIS86
Giovedì 24 Maggio 2012, 15.06.41
105
FORSE IL PIU' GRANDE ALBUM METAL DI TUTTI I TEMPI, QUI DENTRO CE TUTTO, CLASSE, POTENZA, ESECUZIONE CRISTALLINA, FEELING, GLORIA, POTERE, OSCURITA', EPICITA', DRAMMATICITA'.... QUESTO VA' DRITTO NEL GHOTA DELL'HEAVY METAL COME IL GRANDE TRA I GRANDI.. VOTO: 100
giangio74
Martedì 20 Marzo 2012, 17.51.21
104
L'album heavy metal per eccelenza!!!!
antiborgir
Martedì 20 Marzo 2012, 15.39.11
103
Bei tempi i primi anni 90,insieme agli '80 hanno lanciato capolavori della musica metal e non!.Painkiller è storia.
The Mad Avenger
Martedì 13 Marzo 2012, 20.33.02
102
Ragazzi, in pochi casi le varie critiche erano tutte d`accordo su un album. Questa e` una delle eccezzioni. Capolavoro del Metal e di sicuro uno dei 5 migliori album metal e dico personalmente e ripeto personalmente il miglior album metal della storia.
spanky
Lunedì 13 Febbraio 2012, 17.55.11
101
capolavoro assoluto dell'heavy metal di tutti i tempi!
blackie
Venerdì 10 Febbraio 2012, 4.28.43
100
penso che l heavy metal e painkiller siano la stessa cosa un album tra i piu rappresentativi del genere...disco perfetto onestamente penso che sia impossibile fare di piu!scott travis e un vero fenomeno,chittaristi perfetti voce divina un capolavoro uno di quei dischi che non ti stancherai mai di ascoltare e consigliare a un nuovo fan!epocale!
matteo36
Lunedì 9 Gennaio 2012, 11.54.23
99
for me è il migliore dei judas. un gradino sotto ci metto defenders of the faith e british steel. un po piu sotto ancora screaming for vengeance e ram it down
Prodo
Sabato 7 Gennaio 2012, 12.34.52
98
Valutazione dell' album: 99...MILA
satanasso
Mercoledì 4 Gennaio 2012, 11.37.43
97
disco semplicemente perfetto....detto questo, ritengo che confronti fra Priest e Maiden come quello accennato in alcuni commenti precedenti siano assolutamente demenziali....
Celtic Warrior
Mercoledì 4 Gennaio 2012, 11.21.24
96
Il mio preferito è Screaming For Vengeance un album favoloso !!! pure gli altri sono ottimi grandi Priest !!
nicolina
Mercoledì 4 Gennaio 2012, 10.32.36
95
Pur considerando painkiller un grandissimo album (su tutti i fronti),ti dico di prendere assolutamente Screaming e Defenders che insieme a british steel ,per me, sono il top nella discografia dei priest.
Master Killer
Venerdì 30 Dicembre 2011, 21.27.24
94
Emh.. Celtic Warrior io possiedo come Album British, Killing Machine e Stained Class secondo te va meglio oppure e meglio prendermi Anche Screaming For Vengeance, Defenders of the Faith e Painkiller? xD
Celtic Warrior
Sabato 17 Dicembre 2011, 16.55.14
93
Capolavoro, che insieme a British Steel , Screaming For Vengeance e Defenders of the Faith tutti i metallari dovrebbero possedere.
il vichingo
Sabato 17 Dicembre 2011, 16.44.55
92
In ogni caso The Hellion ha scritto una cosa giustissima: chi è solito fare un paragone Maiden-Priest sappia che nel periodo in cui i Maiden pubblicavano una ciofeca come Virtual XI i Priest hanno pubblicato questa pietra miliare ...
il vichingo
Sabato 17 Dicembre 2011, 16.41.21
91
@ Freedom: Novantanove? NOVANTANOVE? E' riduttivo, se non dai 100 a quest'album non lo dai a nessun altro! Questo album non può essere valutato con miseri voti, e il massimo è ancora troppo poco riduttivo per questo MASTERPIECE!!! Non c'è una brutta canzone neanche a pagarla, tutte canzoni che vanno dall'ottimo al leggendario! JUDAS PRIEST = UN NOME UNA LEGGENDA!
freedom
Sabato 17 Dicembre 2011, 16.37.08
90
Vabbè, qui c'è solo da fare un inchino. 99.
DavidHolocSpeedFuck
Sabato 26 Novembre 2011, 12.07.03
89
questo CD non solo merita 100 per la musica, ma merita 100 (come ha giustamente detto the Hellion) per la coerenza e l'amore assoluto per la musica che hanno avuto I Priest. Mentre tutte le altre band dopo 15 anni e passa di carriera si adagiano sui capolavori sfornati in precedenza e pubblicano Cd mediocri solo per aver pretesti per andare in tour, i Priest invece sfornano un lavoro come Painkiller. Un capolavoro Assoluto!! Grandissimi Judas Priest!!
The Hellion
Lunedì 17 Ottobre 2011, 19.16.49
88
Vedo che nessuno qui ha centrato il punto riguardo quest'album. Gran parte delle grandi band di questo genere devono la loro fama ad una manciata di album, quasi tutti frutto di un'unica, grande e continua esplosione di creatività, poi seguita da un calo, talvolta brusco, talvolta fisiologico. E' il caso di Maiden e Metallica ad esempio, che dopo Seventh son ed And justice non ne hanno azzeccata una, a parer mio. Ebbene, i Priest avrebbero potuto tranquillamente ritirarsi dopo Unleashed, e il loro posto nella storia lo avrebbero avuto comunque, forti di 5 album seminali, che hanno codificato gli stilemi tipici di questo genere e che ci hanno consegnato brani indimenticabili. E invece, lungi dal fermarsi a quel punto, i Preti hanno proseguito nella loro evoluzione, hanno mutato pelle, hanno sfornato capolavori immani anche negli eighties. Dopo DFOTF una fisiologica flessione; chiunque a quel punto li avrebbe dati per spacciati. E invece il canto del cigno: Painkiller un album assurdo, un episodio totalmente originale ed unico nella loro maestosa discografia. Molti lamentano il fatto che i Priest hanno alternato capolavori ad album mediocri, ma vi siete mai chiesti quante band possono vantare una discografia così ricca e così VARIEGATA? Da SWOD a Painkiller, dagli albori del metal al suo zenit, i Priest hanno accompagnato il percorso da protagonisti assoluti, spesso tracciando il cammino su cui gli altri si sono assestati, palesando un'incredibile prolificità, versatilità e capacità di aggiornamento, anche sotto il profilo tecnico (ad es. mentre molti chitarristi dei seventies sono rimasti uguali a se stessi, Glenn e K.K hanno affinato la propria tecnica, adottando ad esempio lo sweep-picking ed altre tecniche di nuova generazione). Per dire:i Maiden, più o meno alla stessa età in cui i Priest hanno generato Painkiller (facendo un paragone in termini relativi) scrivevano e pubblicavano Virtual XI. INFINITAMENTE SUPERIORI a tutti
Maurizio
Venerdì 7 Ottobre 2011, 17.47.18
87
Se mi chiedessero quali sono i cinque migliori album metal/hard rock della storia della musica di sicuro questo c'è, come ci sono Master of Puppets e Appetite for destruction. Per gli altri due posti ci devo pensare.
PuX
Giovedì 29 Settembre 2011, 0.46.19
86
è il primo album che consiglio a chi mi chiede di fargli sentire un po' di metal. è il primo album che indico a chi mi chiede che tipo di musica ascolto.
eddie82
Venerdì 23 Settembre 2011, 20.43.48
85
non ho parole x descivere il capolavoro assoluto dell heavy metal,nn ha neanche 3 secondi di bassi,voce degna del miglior metal god di sempre chitarre pesanti soli di alta maestria riff tonanti e drummer impeccabile!!!!quando ascolto painkiller ho la pelle d oca!!!voto 100 e lode......
The sinner
Mercoledì 14 Settembre 2011, 14.34.49
84
La sola title-track è storia...!!! "Painkiller" è un album veramente "fiero" anche se forse un tantino sopravvalutato...Certo non ci sono pecche e il più puro heavy metal de-luxe si trova tra questi solchi...ma quello che non mi va giù e che invece si sia sottovalutato il suo predecessore, ovvero "Ram it down" che siamo d'accordo non avrà contenuto un brano epocale come "Painkiller" ma che riservava gemme preziose come "Hard as iron" - "Blood red skies" -"I'm a rocker" o la stessa "ram it down" che potevano senz'altro competere col resto delle tracks di "Painkiller" e volendo surclassandole pure...Detto ciò reputo questo un buon lavoro ma non penso nemmeno che a "Screaming for vengeance" "Defenders of the faith" "Sad wings of destiny" o "British steel" mancasse qualcosa per entrare nella rosa dei classici....!
Children of Maiden
Mercoledì 10 Agosto 2011, 14.48.34
83
@ Master of Reality: tutto chiaro e pace fatta, bene. Ora scusate ... vado a sorseggiare birra ascoltando PAINKILLER!!! METAL 4EVER !
Master of Reality
Mercoledì 10 Agosto 2011, 13.52.15
82
Prima di tutto, voglio rendere chiaro che le mie non sono provocazioni, e se qualcuno le ha interpretate come tali mi dispiace, perchè non voglio offendere nessuno, specialmente dei "brothers of Metal", per dirla alla Manowar. Sono estremamente basso come voti, e quando do 7 ad un album vuol dire che mi piace parecchio, mentre se gli do 7.5 significa che lo reputo davvero ottimo, come nel caso di Painkiller, che mi fa quasi impazzire e che ritengo il più grande album Metal mai sfornato da una band. Quindi non dovete storcere il naso se magari a qualche album leggendario vedete che do 7, è solo che giudico esclusivamente in base ai gusti, ma questo non vuol dire che non ne riconosca la grandezza; ad esempio, a Sad Wings of Destiny ho dato 6.5, ma riconosco che sia probabilmente il primo album Heavy Metal in senso stretto, e quindi grandissimo. Per quanto riguarda voti molto alti, per ora il pià alto che ho dato è stato 9 a Nostradamus, che è il mio album preferito e che adoro letteralmente. Per altre spiegazioni, basta chiedere @Children Of Maiden: nessun problema, tutto a posto!
Painkiller
Giovedì 4 Agosto 2011, 11.23.52
81
@The Judas Priest HellPatrol: ho letto che la redazione sta lavorando per darci la possibilità di votare 100. @Master of Reality: quoto la domanda di enry (post 75): a quali album daresti un voto alto, magari 100??? Perchè hai infestato tutte le rece di classici con voti molto bassi rispetto alla media...giusto per capire sai...
fabio II
Giovedì 4 Agosto 2011, 11.23.21
80
Onore a Children Of Maiden ed anche a Master of Reality! l'amore ( !!!??- diciamo la distorsione psicologica dell'originale significato ) a volte fa fare cose strane. WE ARE THE MOB RULES!!
MAIDEN 65
Giovedì 4 Agosto 2011, 11.03.08
79
@Children Of Maiden : Penso che le tue scuse faranno piacere a Master of Reality , bravo da vero uomo.
The Judas Priest HellPatrol
Giovedì 4 Agosto 2011, 10.38.24
78
Questo album mi da una gran carica di energia quando lo ascolto... è IMMENSO. VOTO 100 e lode. PS: io sono nuovo e... PERCHE' IL MAX DEL VOTO E' 99????? Per poco non votavo 10. E' una trappola per abbassare il voto dei lettori ai capolavori???
Children Of Maiden
Giovedì 4 Agosto 2011, 10.33.16
77
Ok ok mi sono accorto che mi sono comportato come un perfetto deficiente e ve ne chiedo scusa. Lo so, starete pensando che è facile scusarsi e ritornare sui propri passi dopo aver offeso. Il fatto è ke sono troppo affezionato a Painkiller, è il mio album preferito ed è anke l'album con il quale mi sono avvicinato al genere. Quando ho visto Master of Reality ke lo ha valutato soltanto 7 mi è saltata la mosca al naso e lo ho offeso. Ho guardato in giro e ho visto che Master of Reality ha fatto molto discutere con le sue valutazioni, che per come le vedo io sono quasi delle provocazioni (OK, De gustibus mi direte voi, ma valutare con un 7 colonne portanti del Metal come Paranoid e Painkiller...). Evidentemente nn sono riuscito a resistere alla sua provocazione.
nerkiopiteco
Giovedì 4 Agosto 2011, 10.04.09
76
@Master of Reality: quando ho letto i tuoi voti ai primi 2 album dei Black Sabbath per un attimo mi è balenata in testa l'idea di imitare Mishima e farla finita col seppuku! Certi album, come Painkiller, per chi ama il Metal, rappresentano la transustanziazione del vero spirito Metal in un disco, quindi mi piacerebbe, senza polemiche, sapere le motivazioni per dei voti così bassi. Puoi dare anche 3, ma spiegare il perchè è anche un modo per discutere, non necessariamente per insultare. A Painkiller io do 100 anche alla copertina, è la P E R F E Z I O N E e basta!
enry
Giovedì 4 Agosto 2011, 9.29.13
75
Sarei curioso di sapere da Master se per lui esistono dischi metal sopra al 7.5 ed eventualmente quali sono...Perchè se questo e The Number sono da 7 chissà quali sono quelli da 8.5/9...
Finntrollfan
Giovedì 4 Agosto 2011, 8.12.44
74
Dai ragazzi non insultiamoci tra noi e godiamoci uno dei più grandi album della storia. UP THE PRIEST
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.21.10
73
@Master of Reality : i gusti non si discutono , però solo 7 a The Number .......
BILLOROCK fci.
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.13.04
72
Radamanthis : concordo in pieno !! anche perchè là fuori cè un mondo di merda, che non ha più rispetto per niente e nessuno, invece fra noi ci può essere una bella unione grazie sia al sito che a questa stupenda musica che ascoltiamo !! rock n roll for ever..
fabio II
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.10.14
71
Infatti non ti ho offeso e nemmeno indentevo farlo, e se leggi il mio post precedente ne puoi convenire. Chi ti ha insultato non può certo ritenersi migliore. Ok per i gusti personali: HAI PERFETTAMENTE RAGIONE. Però per conto mio è bello poter esprimere coinvolgimento e tu, perdonami, dando semplicemente delle votazioni non entri in contatto con lo spirito di partecipazione che dovrebbe animare un forum, tutto qui! Poi qualche volta mi piace scherzare! Ah dimenticavo oggi a tavola: riso= 6 carne = 4 frutta = 7 Voto pranzo = 5 . Un grosso saluto anche a te, master of reality ( mai pensato che tu sia pirla! ma se dai solo dei numeri la gente capisce male! ) BY!!
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.09.11
70
and kill .....
Radamanthis
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.08.09
69
Abbiamo la possibilià di socializzare tra noi, parlare di musica, scambiarsi idee e consigli...tutta questa libertà dataci da questo bellissimo sito non buttiamola insultandoci ma proseguiamo come finora! ROCK ON a tutti!!!
BILLOROCK fci.
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.04.32
68
maiden: hail...
BILLOROCK fci.
Mercoledì 3 Agosto 2011, 14.03.19
67
fabio ll : oddio.... mi son piegato dal ridere pure io.... eh ehehe master of "confusion" : qui nessuno ti vieta di scrivere voti o pareri, ma se dai sempre gli stessi voti o dai 6,5 a capolavori hard rock / metal, la gente la prende come un insulto o procazione !! quindi master of r., prenditi un bel cd degli ac/dc, iron, manowar, schiaccia play è goditi del sano hard rock / metal ! oh yeahhhh
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 13.56.52
66
Tutti su questo sito possono scrivere il loro pensiero , senza però offendere le persone, poi i gusti sono personali e siamo tutti metallari o no ?
Master of Reality
Mercoledì 3 Agosto 2011, 13.49.04
65
Mi diverto a dare un voto alle canzoni in base ai gusti personali, e poi a valutare l'album sempre secondo il mio indice di gradimento...è vietato? Se preferite guardare i commenti tipo "Capolavoro!" o "Immortali!" fate pure, non c'è problema, basta che non diate del pirla alla gente senza motivo. Se poi devo dare 9 per forza ad un album che non mi piace ma che è ritenuto ottimo, ditemelo.
fabio II
Mercoledì 3 Agosto 2011, 13.43.22
64
Caro Radamanthis è ovvio che è meglio ridere che offendere, solo che vedo che qui c'è gente che provoca e insulta ( come in ogni luogo d'altronde; non è riferito a Master of Reality che compila schedine da totocalcio )- ma noi siamo il popolo del rock e il popolo del rock DEVE essere più civile delle stessa immonda società. Just another rock-dayz, by!
Radamanthis
Mercoledì 3 Agosto 2011, 11.04.46
63
@Fabio II: mi hai fatto cappottare dal ridere... hi hi hi
fabio II
Mercoledì 3 Agosto 2011, 10.15.12
62
Boh, sono contrario alle votazioni; anche perchè sono suscettibili di variazioni strada facendo ( magari scopri un gruppo antecedente che ha generato un suono che prima si riteneva originale ). 'Painkiller' è un grandissimo lavoro ( con 'Rust' dei Megadeth uno degli apici del '90 ); ma non è il mio preferito in assoluto dei Priest. Poi scusa, master of reality, se vai con un donna vai a casa e ti metti a scrivere: viso = 6 culo = 5 Tette = 7 Gambe = 6,5 sorca = 10 ( qui siamo tutti d'accordo! ) Voto Federica= 6,5 ?!
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 9.31.53
61
Bella !
Painkiller
Mercoledì 3 Agosto 2011, 9.02.48
60
@Children Of Maiden: tranquillo, ha scritto col blackberry nuovo e non ha ancora imparato ad usarlo!!!
Children Of Maiden
Mercoledì 3 Agosto 2011, 7.58.57
59
NO VI PREGO...... VORREI SAPERE KI E' IL PIRLA KE VA IN GIRO SCRIVENDO "VOTO ALBUM 7" A TUTTI GLI ALBUM METAL LEGGENDARI.....
Master of Reality
Lunedì 1 Agosto 2011, 0.20.35
58
Painkiller = 7.5; Hell Patrol = 7; All Guns Blazing = 7; Leather Rebel = 7; Metal Meltdown = 7; Night Crawler = 7; Between the Hammer & the Anvil = 7; A Touch of Evil = 7; Battle Hymn = 6.5; One Shot at Glory = 7; Living Bad Dreams = 7; Voto album = 7.5
metalhammer
Venerdì 1 Luglio 2011, 23.41.47
57
Come direbbe Montgomey Burns dei Simpson: "Eccellente!!!!" E' il capolavoro dei Judas Priest, ed è un album a cui tengo mlt xkè è il primo che ho ascoltato del gruppo inglese. magniloquente e ferocemente metallico fino al midollo osseo del disco. Compratelo (o rubatelo, fate un pò voi!!!!)
Rashomon
Martedì 14 Giugno 2011, 0.35.26
56
Manifesto dell'Heavy Metal. Un album eccezionale e imprescindibile. Gli preferisco solo "Nightfall" e "Imaginations" dei Blind Guardian, che per me sono l'apice indiscusso di questo genere musicale.
Argo
Venerdì 27 Maggio 2011, 23.48.06
55
Stasera ho trovato alla Feltrinelli questo cd a 4,90€, ovviamente preso al volo, dopo essere incappato in questa recensione più volte. Non ho mai ascoltato nulla dei Priest e ho deciso a priori di avere solo questo cd, vediamo se avete ragione!
Radamanthis
Giovedì 26 Maggio 2011, 17.52.31
54
L'ABC dell'heavy metal!
Edo
Giovedì 26 Maggio 2011, 17.02.46
53
Per assurdo mi sono interessato ai Judas solo dopo aver sentito la cover di Painkiller dei Death, un pò tardi. Ho preso il cd a scatola chiusa a 10 euro mii pare, nonostante la cover pacchiana all'iverosimile, orrenda... nessuno dei miei conoscenti ascoltava i Priest, beh..sono rimasto fulminato, incredibile la potenza che sprigionano dalla prima battuta fino alla fine,ogni album ha una canzone che piace meno, un pò più sottotono, qui sono tutte capolavori, davvero, quest'album è un mostro inarrivabile, Halford era al massimo in questo periodo
cirix
Lunedì 23 Maggio 2011, 22.03.09
52
Non so se qualcuno conosce il concetto di SUBLIME del Romanticismo, ma per me si rispecchia in pieno in questo album. Voto ... infinito!!!
paolo
Giovedì 12 Maggio 2011, 23.04.40
51
e' veramente un capolavoro del metal suonato troppo bene con grande tecnica e Halford e' al massimo come voce condivido il voto 100
Barry
Mercoledì 27 Aprile 2011, 13.34.17
50
IL metal, punto
Maurizio
Martedì 29 Marzo 2011, 17.22.21
49
IL disco metal per eccellenza. Onestamente non c'è altro da aggiungere.
Steelminded
Giovedì 27 Gennaio 2011, 20.22.08
48
Come non condividere...
zoso82
Sabato 8 Gennaio 2011, 14.37.09
47
amen, cazzo!
GF METALHEAD
Venerdì 7 Gennaio 2011, 17.53.37
46
per me è il miglior disco dei priest e il migliore di tutto l'heavy metal! le migliori? TUTTE! la voce di rob halford è malvagità pura!!!!!!!!!!!!
AL
Martedì 7 Dicembre 2010, 17.44.59
45
grande album e ottima recensione. per me non è 100 perchè preferisco Screaming e british steel però questo è un signor disco!
Ea
Martedì 7 Dicembre 2010, 17.03.28
44
Non si poteva esprimere meglio che in questa recensione l'essenza del massimo capolavoro dell'heavy metal.
jek
Venerdì 19 Novembre 2010, 20.55.44
43
100 è il voto giusto per questo disco che è l'HEAVY METAL. Concordo con quasi tutti i commenti ma specialmente con hellvis visto che dopo l'ascolto di Turbo ebbi un mancamento. Sul declino non so', perchè "Angel of retribution" a me piace tantissimo e mai darli per finiti.
Painkiller
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.28.38
42
Gino ha detto tutto: "Altre parole non servono. Painkiller è l’heavy metal. Non si discute, perchè qui dentro c’è tutto". IL MIO MITO, L'ALBUM HEAVY METAL PER ECCELLENZA.
hellvis
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.17.16
41
Dopo Turbo li avevo dati per morti. Poi arrivò questo che mi esplose come una bomba atomica in faccia e arrivò anche il concerto di Brescia con il palasport strapieno e la gente che si buttava giù dagli spalti come impazzita quando i Priest attaccarono Painkiller. Lavoro incredibile, peccato che fu l'inizio del declino.
Franky1117
Lunedì 23 Agosto 2010, 13.13.08
40
sezione ritmica pazzesca;come stile è più o meno sulla scia di Ram it down(buon album ma non eccezio0nale),ma qualitativamente c'è un salto di qualità pazzesco;insieme a sad wings of destiny il migliore
SNEITNAM
Giovedì 12 Agosto 2010, 13.01.30
39
Semplicemente immortali!
luci di ferro
Martedì 10 Agosto 2010, 22.55.34
38
Nikolas grazie del parere su Jugulator, per me Jugulator è un album bellissimo a cui sono legato moltissimo. Tim “The Ripper” Owens come cantante è il mio idolo (gusti personali) ma anche il grande Rob Halford non si discute.
Nikolas
Domenica 8 Agosto 2010, 21.10.32
37
Jugulator non mi dispiace... ma dire che che Owens umilia HAlford.... beh avrei parecchio da ridire
luci di ferro
Domenica 8 Agosto 2010, 21.06.13
36
anche l'album che viene dopo painkiller è un capolavoro cioè il bistrattato "jugulator" Un macigno. Alla faccia dei detrattori che ne parlarono male quando usci. Vi dico che la voce Tim “The Ripper” Owens e la sua prestazione umilia e batte Rob Halford ."jugulator" risplende il marchio dei Judas Priest, anche sul finire del vecchio millennio.
Bassi
Martedì 13 Luglio 2010, 10.19.10
35
@Matocc Ho fatto esattamente la stessa cosa asd
sandro 70
Sabato 8 Maggio 2010, 18.54.14
34
Forse il migliore disco di heavy metal classico mai pubblicato. L'ingresso di Scott Travis ha regalato una marcia in più in quanto a potenza e Rob Halford sfodera la migilore prestazione di sempre. Ho avuto la fortuna di vederli due volte in concerto nella tournee di supporto a questo album (insieme a Pantera e Annihilator) e furono grandiosi.
Smonta
Sabato 3 Aprile 2010, 22.36.24
33
L'ho comprato oggi, di sicuro un album terrificante!! voto: 95
Metalmania
Lunedì 14 Dicembre 2009, 23.22.27
32
Beh che dire di questo capolavoro.... il massimo che si vuole dalla vita!!!!!! Ci fossero ancora Album così.... Recensione davvero bellissima!!!! Beh forse 100 è leggermente troppo...avrei dato 98....il 100 lo lascio solo a Master of Puppets
Painkiller
Mercoledì 11 Novembre 2009, 15.27.16
31
Ragazzi, il mio nick dice tutto.....I Maiden sono stati i primi ad "iniziarmi" al sacro fuoco dell'heavy. Gli Iron negli 80's hanno creato album stellari ma nei quali c'era sempre almeno una canzone che non era all'altezza delle altre. Painkiller è un 100 tondo tondo e è tecnicamente, concettualmente ed anche a livello di produzione la summa dell'heavy metal. Dici metal, dici Painkiller, dici hard rock, dici Rainbow, dici Rising.....
Matocc
Giovedì 1 Ottobre 2009, 17.38.47
30
Dopo aver letto la recensione ho DOVUTO comprare quest'album... ammetto di conoscere molto poco i JP e così quando ho trovato a un ottimo prezzo la special edition (con poster e toppa!!??!!) non ho resistito... e bene che ho fatto!!! Questo cd è devastante!!
Digirock
Martedì 29 Settembre 2009, 23.05.13
29
Pandemonium puoi dir male a "All Shall Fall" ma su Painkiller non ammetto commenti negativi Si scherza ovviamente, ma l'assolo di Painkiller dei Judas è un altro pianeta rispetto a quello della cover...diamo a cesare quel che è di cesare...la tecnica non fa tutto il musicista. Un assolo migliore di quello di Tipton non starebbe così bene sulla canzone.
bmw69
Mercoledì 23 Settembre 2009, 22.25.21
28
L'ho scoperto 20 anni dopo per curiosità, dopo aver abbandonato il metal da anni: eccezionale! da Maideniano convinto PK è album definitivo del genre heavy classico. Voto 100,chapeau!
bmw69
Mercoledì 23 Settembre 2009, 22.25.14
27
L'ho scoperto 20 anni dopo per curiosità, dopo aver abbandonato il metal da anni: eccezionale! da Maideniano convinto PK è album definitivo del genre heavy classico. Voto 100,chapeau!
horrorifico
Giovedì 17 Settembre 2009, 9.41.17
26
Capolavoro !!!!...non dico altro
Pandemonium
Mercoledì 16 Settembre 2009, 17.57.38
25
@Autumn: beh, tra copiare un quadro fedelmente e fare la cover di Painkiller come l'hanno fatta i Death secondo me c'è l'abisso! Mica tutti i gruppi fanno cover standardizzate, geni come Schuldiner mettono del loro in ogni nota che suonano, non a caso il brano sembra originale di The Sound of Perseverance da quanto è in sintonia con le composizioni di Chuck... comunque non volevo togliere nulla ai mitici Judas, solo, appunto, lanciare una frecciatina su un dato di fatto ; )
Raven
Mercoledì 16 Settembre 2009, 8.30.48
24
Non secondo i Priest, che considerano tale British Steel, ma ovviamente questo è il bello della musica
Nightblast
Mercoledì 16 Settembre 2009, 0.38.51
23
Non ci sono paragoni. Painkiller è la perfezione Priestiana. Un altro livello. Ineguagliabile.
Hellion
Martedì 15 Settembre 2009, 21.07.03
22
...ciao Celtico! ...confermo Brescia, dovevano esserci Pantera ed Annihilator ma suonarono solo i Priest....stai a vedere che adesso nemmeno Painkiller va bene...ahahahah, ciao!
Celtico
Martedì 15 Settembre 2009, 20.51.12
21
@Hellion... anche io vidi il concerto di supporto a Painkiller, più precisamente a Brescia marzo 1991..che ricordi!! ps: se tutti i dischi fossero stati scritti a tavolino così (come enunciato da qualcuno)......
Nikolas
Martedì 15 Settembre 2009, 18.27.43
20
Che poi, che la cover dei Death sia qualcosa di fantastico credo siano tutti d'accordo eh
Autumn
Martedì 15 Settembre 2009, 17.52.05
19
@ Pandemonium: hai ragione però la grandezza sta nel concepire dal nulla un'opera non nel "copiarla", anche se ottimamente (voglio dire, quanti artisti sono in grado di ricopiare fedelmente chessò, un quadro famoso? Innumerevoli!)
Hellion
Martedì 15 Settembre 2009, 17.48.47
18
...che bello vedere un bel 100, recensione xfetta, disco immenso...vidi il tour di quest'album...Scott Travis devastante!!!!
Khaine
Martedì 15 Settembre 2009, 12.41.45
17
@ Pandemonium: provocatore!
Nikolas
Martedì 15 Settembre 2009, 11.24.54
16
Eh l'annosa questione.. Defender? Painkiller? British? Screaming? Tutti disconi, personalmente questo lo considero sotto British (il mio preferito in assoluto) e in lotta con Defender per il secondo posto... comunque fenomenale, non ti stancheresti mai di ascoltarlo
Pandemonium
Lunedì 14 Settembre 2009, 22.15.52
15
Datemi del provocatore, ma se posso dir la mia, dopo aver sentito la cover di Paninkiller di Schuldiner, non ho più aperto la custodia di quest'album...
Danger of Death
Lunedì 14 Settembre 2009, 21.08.02
14
Grazie, grazie fratellino . Rob è veramente the only metalgod!!!
Rino
Lunedì 14 Settembre 2009, 21.02.23
13
Grazie a tutti dei bei commenti alla recensione, in particolare a Danger Of Death che è un intenditore nonchè mio fratello di Milizia metallica!!
Danger of Death
Lunedì 14 Settembre 2009, 20.53.50
12
Cd sublime. E' come mangiare il tuo piatto preferito
Celtico
Lunedì 14 Settembre 2009, 20.13.07
11
Avrei voluto scriverla io questa recensione! bellissima e perfetta! Painkiller è "l'album Metal" e basta. anche se British, Defenders e tutti gli altri capolavori dei Judas sono appunto capolavori, Painkiller ha quella violenza e quella rabbia in più che ti costringe a legarti sulla sedia durante l'ascolto per non rischiare di rompere i suppellettili di casa. Fantastico!!!! ...e adesso me lo ritrovo a 8,90 euro alla Media World....VERGOGNA!!!
NoRemorse
Lunedì 14 Settembre 2009, 19.11.59
10
Che recensione biblica! da vero metallaro con le borchie! Confermo che painkiller è l'heavy metal come lo abbiamo sempre immaginato...perfetto veramente...100... Poi si, io preferisco Defenders Of The Faith, ma Painkiller è l'heavy metal...non ci sono balle...
heayzeppelin
Lunedì 14 Settembre 2009, 15.26.38
9
il primo album dei judas priest che ho ascoltato e acquistato mi ha fatto adorare questi adorabili preti borchiati.le mie preferite sono leather rebel e between the hammer and the anvil e touch of evil, forse l'unica pecca sta in all guns blazing. a masterpiece of metal.
Raven
Lunedì 14 Settembre 2009, 13.20.38
8
British Steel, Screaming... e Defenders.... su tutti, questo un paio di pelini sotto
Blackout
Lunedì 14 Settembre 2009, 13.19.18
7
Quoto Fabio e Electric Warrior. Gran disco anche Painkiller, ma amo alla follia British Steel; senza togliere niente agli altri capolavori!
Electric Warrior
Lunedì 14 Settembre 2009, 13.08.17
6
Tecnicamente perfetto,ma il mio preferito rimane British Steel.
hm is the law
Lunedì 14 Settembre 2009, 12.43.24
5
Grandissimo disco senza dubbio ma dei JP ho sempre preferito British Steel per me la summa theologica del metal!! Ma è sempre una questione di gusti.
Raven
Lunedì 14 Settembre 2009, 12.15.00
4
Come al solito il vissuto personale conta moltissimo.
Er Trucido
Lunedì 14 Settembre 2009, 12.03.38
3
Degustibus...a me piace un sacco, il primo disco dei Judas che abbia mai ascoltato, registrato su cassetta da un amico: lato a Painkiller, lato b Human dei Death
Raven
Lunedì 14 Settembre 2009, 11.46.45
2
Vuoi la mia? Nemmeno a me è mai piaciuto fino in fondo, lo trovo un tentativo a tavolino (fatto magnificamente) di tornare a certi livelli, ma preferisco di gran lunga DOTF.
LAMBRUSCORE
Lunedì 14 Settembre 2009, 11.24.23
1
ho ancora la cassetta originale dell'epoca, title track da paura, le altre non mi hanno mai fatto impazzire (lo so, adesso frustatemi in sala mensa...)
INFORMAZIONI
1990
Sony
Heavy
Tracklist
01. Painkiller
02. Hell Patrol
03. All Guns Blazing
04. Leather Rebel
05. Metal Meltdown
06. Night Crawler
07. Between The Hammer & The Anvil
08. A Touch Of Evil
09. Battle Hymn
10. One Shot At Glory
Line Up
Rob Halford - voce
K.K. Downing - chitarra
Glenn Tipton - chitarra
Ian Hill - basso
Scott Travis - batteria
 
RECENSIONI
67
79
75
50
59
100
74
55
97
95
s.v.
95
90
87
92
71
85
70
ARTICOLI
28/06/2015
Live Report
JUDAS PRIEST + FIVE FINGER DEATH PUNCH
Summer Arena, Assago (MI), 23/06/2015
21/06/2011
Articolo
JUDAS PRIEST
Vittime del cambiamento
30/11/2010
Articolo
JUDAS PRIEST- ROB HALFORD
Chrome master, steel warrior
02/07/2005
Articolo
JUDAS PRIEST
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]