Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Candlemass
The Door to Doom
Demo

BlurryCloud
Pedesis
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/03/19
AORATOS
Gods Without Name

22/03/19
DYING GORGEOUS LIES
The Hunter and the Prey

22/03/19
FROZEN CROWN
Crowned In Frost

22/03/19
THE TREATMENT
Power Crazy

22/03/19
TERROR OATH
Terror Oath

22/03/19
THE FLAYING
Angry, Undead

22/03/19
ACCURSED SPAWN
The Virulent Host

22/03/19
ANGEL BLACK
Killing Demons

22/03/19
STAHLMANN
Kinder Der Sehnsucht

22/03/19
PSYCHOPUNCH
We Are Just As Welcome As Holy Water In Satans Drink - 22nd anniversary special edition

CONCERTI

22/03/19
PROSPECTIVE
SATYRICON - ALATRI (FR)

22/03/19
PINO SCOTTO + GUESTS
LA CLAQUE - GENOVA

22/03/19
PROFANAL + EKPYROSIS + CARRION SHREDS
EXENZIA - PRATO

23/03/19
FUROR GALLICO
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

23/03/19
IMAGO IMPERII + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/03/19
HELLUCINATION + GUESTS
EVOL LIVE CLUB - ROMA

23/03/19
NANOWAR OF STEEL
MEPHISTO - ALESSANDRIA

24/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
ALCHEMICA - BOLOGNA

24/03/19
INCANTATION + DEFEATED SANITY + GUEST
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

Fleshgod Apocalypse - Oracles
( 7265 letture )
E' davvero un periodo proficuo questo per il brutal/death tricolore. Blasphemer, Egemony e i giovanissimi Kadavar sono solo alcuni nomi che rafforzano questa tesi. A riprova di ciò, negli ultimi anni la nostra realtà ha dimostrato essere molto proficua, se vogliamo sempre più all'altezza della situazione, al pari di altre scene ben più blasonate, perché capace di abbinare alle numerose uscite discografiche un'elevata e distinguibile qualità di fondo.

Gli italianissimi Fleshgod Apocalypse, quest'oggi giunti al tanto agognato debut album sotto l'ala protettrice della sempre più intraprendente etichetta americana Willowtip, entrano di diritto nella schiera dei front di maggiore speranza. La formula suggerita è per l'appunto un brutal death metal di stampo americano potente e aggressivo, impreziosito da passaggi in un certo qual modo riconducibile alla sfera classica; a riprova di ciò, ad esempio, troviamo fughe di pianoforte nella splendida Embodied Deception, cori maestosi nella più efferata Infection Of The White Throne e, più in generale, gustosi assoli neo-classici ad infarcire le trame delle canzoni, di per sé già molto complesse. In buona sostanza questo approccio è una delle prerogative del quintetto capitolino, tale da renderli sufficientemente originali e quindi riconoscibili, innalzandoli al cospetto di tante altre produzioni del genere. Tutto questo, però, non inficia di una virgola la potenza e la cattiveria di fondo dell'album; il sound è vibrante, saldamente ancorato ai canoni del genere proposto, quindi con una notevole velocità sostanziale, riff a "mitraglia", assalti di blast-beat, stop and go e attacchi di basso, tutte prerogative che gli amanti di tali sonorità apprezzeranno senza batter ciglio. Seppur ogni componente dimostri essere all'altezza della situazione, forte di una preparazione sopra le righe, piccola nota di merito per il growl di Francesco Paoli - già apprezzato negli ottimi Hour Of Penance - potente e sempre intelligibile, quale vero valore aggiunto dell'ensemble.

Dunque possiamo tranquillamente affermare di trovarci al cospetto di un piccolo gioiello di brutal/death metal, ottimamente suonato, con un songwriting estremamente maturo e ispirato, soprattutto per una band esordiente, il tutto coadiuvato da una registrazione al passo con i tempi, dove gli strumenti riescono a trovare il proprio, nonché meritato, spazio. Se siete amanti del brutal di stampo americano e lo scorso anno avete goduto per le note dell'ultimo Hour of Penance, ma soprattutto non disdegnate passaggi di più ampio respiro conditi da accattivanti melodie neoclassiche, fate vostro questo Oracles, oltretutto supportando la scena italiana che tante soddisfazioni ci sta' regalando.

Null'altro da aggiungere: di corsa dal vostro negoziante di fiducia!



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
71.41 su 70 voti [ VOTA]
Danimanzo
Domenica 7 Settembre 2014, 17.25.01
20
Non voglio risultare tedioso, ma ci tengo a ribadire il mio pensiero a riguardo. "Oracles" è un grande disco di brutal technical Death metal ( tecnica sopraffina e brutalità in dosi massicce, come vuole la tradizione del genere ), ma non inventa nulla di particolare e dopo un po' di tempo stanca. Gli estratti di musica classica e sinfonica sono, per l'appunto, di contorno. Fungono prevalentemente da intro e outro ad ogni canzone del disco. Dall'EP "Mafia" in poi hanno amalgamato le due anime della loro musica ( leggasi alcune interviste a riguardo ) in una proposta unica, imperfetta ma originale. Se riusciranno a calibrare e ad amalgamare perfettamente queste due anime potrebbero tranquillamente scrivere un capolavoro. Le doti e l'ambizione non mancano.
Thy_Majestie_99
Lunedì 23 Giugno 2014, 14.49.41
19
Altro che Abominable Putridity...questo è Brutal! E gli inserti classici sono un tocco di classe fighissimo! Tecnicismo e stacchi melodici vanno a braccetto. Voto: 100
Danimanzo
Lunedì 28 Ottobre 2013, 21.29.00
18
Non sono d'accordo con chi afferma o auspica che i nostrani Fleshgod Apocalypse debbano tornare presto al sound degli esordi. Il qui presente "Oracles" è un esordio con il botto dove perizia tecnica sbalorditiva e brutalità death metal si sposano alla perfezione amalgamandosi a qualche richiamo e citazione proveniente direttamente dalla musica classica. Con il successivo ed ottimo EP "Mafia" i nostri marchieranno a fuoco le proprie coordinate di riferimento che, grazie alle risorse dell'etichetta Nuclear Blast, verranno portate agli estremi e discreti risultati del tanto acclamato "Agony". Per fortuna con l'ultimo disco in studio "Labyrinth" i nostri hanno leggermente corretto il tiro ed hanno sfornato un disco che si pone a metà strada tra i tecnicismi di primo corso e la magniloquenza odierna.
MrFreddy
Venerdì 1 Giugno 2012, 17.08.03
17
Eccellente lavoro, a parer mio moto più riuscito di Agony. Qui il bilanciamento tra vituosismi ed elementi classico/sinfonici è veramente certosino, ogni strumento ha una parte interessante e ricca di momenti memorabili, il songwriting è vario, di indubbio valore ed esaltato dalla perfezione degli arrangiamenti. Album ricco di perle memorabili, come Embodied Deception e Requiem in Si Minore, per citarne solo un paio. Un 90 ad un eccellente debutto, i Fleshgod dovrebbero tornare alle radici!
Metallo 00
Sabato 3 Marzo 2012, 14.35.43
16
gran bel disco. voto 90
izzyDG
Venerdì 1 Luglio 2011, 15.16.50
15
80??? SOLO 80????
Blackout
Sabato 24 Luglio 2010, 13.21.36
14
Semplicemente un capolavoro assoluto. Grande Maiden! In Honour of Reason la devo mettere almeno una volta al giorno sennò me sento male XD 98
Tommy
Martedì 22 Giugno 2010, 11.35.28
13
Disco della madonna per una band che fa paura!!! Li preferisco di gran lunga agli Hour of Penance!!! E la copertina è spettacolare!!!
LUCA
Venerdì 23 Ottobre 2009, 16.06.47
12
INTERESSANTE, SIA LA SCRITTURA CHE IL CONTENUTO, MENO LA MUSICA DELL'ALBUM. MI SONO PIACIUTE LE PAROLE RIDONDANTI E SIGNIFICATIVE, MA GLI ACUTI E LE SCHITARRATE NON SONO ALL'ALTEZZA. IL VOTO, SIA DEL RECENSORE, CHE DEI LETTORI, MI SEMBRE INGIUSTIFICATAMENTE ALTO. SALUTI ALLA PROSSIMA REC.
BrutalFede
Lunedì 28 Settembre 2009, 22.41.45
11
ecco una band che merita tutto il nostro supportoe! gran bel disco, tecnico ma da impatto proprio come piace a me! Bravi questi ragazzi!
ROSSMETAL 65
Giovedì 24 Settembre 2009, 17.25.26
10
EHM,CE LE CULLIAMO,ENIGMATICO,CE LE CULLIAMO!
Maiden1976
Giovedì 24 Settembre 2009, 17.06.45
9
preparati ad altre succulente recensioni di band tricolori che spaccano il ......
enigmatico/dispotico
Giovedì 24 Settembre 2009, 17.04.15
8
Capolavoro.In ITALIA abbiamo band death metal da brividi e non ce le inculiamo.........
Maiden1976
Mercoledì 23 Settembre 2009, 22.48.51
7
Sono proprio dei mostri. E a fine ottobre me li vado a vedere dal vivo. Grazie anche a te Pandemonium!!
Pandemonium
Mercoledì 23 Settembre 2009, 22.28.58
6
Che macchine da guerra. Bella rece e complimenti a questi mostri nostrani.
Maiden1976
Martedì 22 Settembre 2009, 16.53.22
5
Grazie per i complimenti Ross
ROSSMETAL 65
Martedì 22 Settembre 2009, 16.34.38
4
E' da circa un mese che ascolto questo lavoro del combo italiano e devo ammettere che, dopo vari ascolti, il disco mi ha letteralmente demolito.Grandissimo gruppo che non esito a mettere sullo stesso piano dei DYING FETUS.Bravo Andrea nella recensione.
Maiden1976
Martedì 22 Settembre 2009, 14.39.47
3
@ Raven: io un tentativo lo farei, non si sa mai...ahahah!!
Adimiron
Martedì 22 Settembre 2009, 13.12.05
2
spacca il culo ai passeri e alle pelli Mauro degli Hour of Penance.
Raven
Martedì 22 Settembre 2009, 12.30.42
1
Il mio negoziante più di fiducia è il proprietario della pasticceria Cariddi....lo avrà?
INFORMAZIONI
2009
Willowtip Records
Brutal
Tracklist
01. In Honour Of Reason
02. Post-Enlightenment Executor
03. As Tyrants Fall
04. Sophistic Demise
05. Requiem In SI Minore
06. At The Guillotine
07. Embodied Deception
08. Infection Of The White Throne
09. Retrieving My Carcass
10. Oracles
Line Up
Francesco Paoli Vocals, Guitars, Drums
Cristiano Trionfera Guitars
Paolo Rossi Bass, Vocals
 
RECENSIONI
80
85
80
ARTICOLI
23/05/2017
Live Report
FLESHGOD APOCALYPSE + THY LEGION + BOUND TO PREVAIL + REPUGNANCE + ANGELCRYPT
Orpheum Theater, Gzira (Malta), 19/05/2017
30/10/2016
Live Report
FLESHGOD APOCALYPSE + SCREAM 3 DAYS
CAP 10100, Torino, 27/10/2016
22/04/2016
Live Report
ENSIFERUM + FLESHGOD APOCALYPSE + HEIDRA
Fabrique, Milano, 18/04/16
22/10/2014
Live Report
FLESHGOD APOCALYPSE + CADAVER MUTILATOR + RESONANCE ROOM + GUESTS
Zsa Zsa Monamour, Palermo, 18/10/2014
10/05/2013
Live Report
THE GREAT MASS OVER EUROPE TOUR 2013 – SEPTICFLESH + FLESHGOD APOCALYPSE + CARACH ANGREN + DESCENDING
Fillmore, Cortemaggiore (PC), 06/05/2013
27/02/2012
Live Report
FLESHGOD APOCALYPSE + DELIRIUM X TREMENS + LAHMIA
Revolver Club, San Donà di Piave (VE), 24/02/2012
10/08/2011
Intervista
FLESHGOD APOCALYPSE
La genesi di 'Agony' ed alcune curiosità...
07/03/2011
Live Report
DYING FETUS + KEEP OF KALESSIN + CARNIFEX + FLESHGOD APOCALYPSE ed altri
Blackout, Roma, 04/03/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]