Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Death SS
Rock `N` Roll Armageddon
Demo

Third Island
Omelas
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/09/18
THERAPY?
Cleave

21/09/18
DRAUGURINN
Spira

21/09/18
VOIVOD
The Wake

21/09/18
JOE BONAMASSA
Redemption

21/09/18
MAYAN
Dhyana

21/09/18
Slash feat Myles Kennedy And The Conspirators
Living The Dream

21/09/18
SUPEFJORD
All WIll Be Golden

21/09/18
LYNYRD SKYNYRD
Live In Atlanta

21/09/18
VESSEL OF LIGHT
Woodshed

21/09/18
THE CRUEL INTENTIONS
No Sign of Relief

CONCERTI

21/09/18
KARMIAN + DEMIURGON +HERCESIS
Associazione Culturale EKIDNA - SAN MARTINO SECCHIA (MO)

21/09/18
TOSSIC + GUESTS
EXENZIA - PRATO

22/09/18
FLESHGOD APOCALYPSE + GUESTS
AFTERLIFE LIVE CLUB - PERUGIA

22/09/18
ROCK LAND FESTIVAL
LEGEND CLUB - MILANO

22/09/18
WARMBLOOD + IRA
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/09/18
ELVENKING + DEATHLESS LEGACY + GUESTS
AREA EXP - CEREA (VR)

22/09/18
TRICK OR TREAT + FROM THE DEPTH
FUORI ORARIO - TANETO (RE)

22/09/18
EVADNE + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/09/18
KANSEIL + GUESTS
FEFFARKHORN FESTIVAL - MASERADA SUL PIAVE (TV)

22/09/18
EDU FALASCHI
OFFICINE SONORE - VERCELLI

Vader - Necropolis
( 5520 letture )
Mi sento in dovere di fare una precisazione - presa in prestito da un collega in una sua recensione vecchia di qualche anno - che credo bisogni sempre tenere da conto prima di apprestarsi a leggere uno scritto altrui, e in quanto tale, soggetto ai propri gusti personali.

La varietà di opinioni è ciò che garantisce lo scambio ed il confronto dialettico fra le persone,
e chi scrive ritiene un bene che le idee ed i gusti possano variare da soggetto a soggetto.


Tale incipit esclusivamente per anticiparvi che, a mio avviso, Necropolis è un disco totalmente insufficiente. Vedrò di dimostrare la mia tesi.

Inizierei con il dire che già dall'orrenda copertina le mie aspettative per questo ennesimo lavoro in studio targato Vader non erano delle migliori; purtroppo dopo ripetuti e, aggiungerei, "forzati" ascolti le inquietudini della vigilia non hanno fatto altro che concretizzarsi. Forti di una pluriennale carriera alle spalle, in verità costellata da alti e bassi, e una perenne presenza sui palchi di tutto il mondo, ritroviamo i polacchi dopo tre anni dalla pubblicazione di Impressions In Blood, anche in questa occasione con una lineup completamente stravolta. Difatti, ricordiamo che l'inossidabile Peter, vero e unico mastermind del progetto, ha pensato bene di rimescolare nuovamente le carte in tavola con l'innesto di tre nuovi boys in formazione. Sarà il cambio di etichetta, in favore della potente Nuclear Blast, sarà la sopra citata rivoluzione della squadra, sarà che oramai dopo quasi venticinque anni non si ha più molto da dire e le idee cominciano a scarseggiare, fatto sta che ci troviamo dinnanzi ad un lavoro piatto, monocorde, poco vibrante e noioso fino all'osso, dove, per dirla tutta, il sottoscritto ha trovato non poche difficoltà ad arrivare sino alla fine dell'ascolto sin dalla prima riproduzione.

Non manca qualcosa di buoni, ragion per cui in alcune traccia possiamo imbatterci in riffs un po' più interessanti e in qualche soluzione e cambio di tempo meritevole di minima attenzione; ma sfortunatamente questi sono episodi sporadici e quindi sostanzialmente insufficienti, per una band dall'indubbio valore come i Vader, dai quali è sacrosanto aspettarsi qualcosa in più. Definirei Necropolis semplicemente, e tristemente, un prodotto stanco, dove è proprio il lavoro compositivo di Peter ad assurgere ad andicap: il risultato non è che uno scialbo death metal con evidenti richiami al thrash estremo, falcidiato da una totale prevedibilità di fondo, cosicché durante l'ascolto è facile prevedere dove andrà a parare l'ensemble. Da un punto di vista squisitamente esecutivo, i nuovi innesti fanno il loro compitino, senza infamia e senza particolar lode, così da mettere in pratica le direttive del sempre più offuscato Peter.

Inutile sottolineare ancora una volta quanto sia arduo individuare delle tracce che mi abbiano convinto in toto: se costretto, perché con un fucile puntata alla tempia, citerei su tutte When The Sun Drowns In Dark, nella quale forse la band individua qualche differente soluzione, fermo restando che anche in questo episodio i nostri "eroi" non si allontanano più di tanto dall'impervio sentiero. La restante tracking-list è impietosamente slavata, uguale a se stessa, e quindi, per chi scrive, non degna di nota. Non basta una buona produzione, impreziosita da suoni potenti e puliti, e due cover ottimamente suonate, ovvero Black Metal dei Venom e Fight Fire With Fire dei Metallica (tra l'altro presenti solamente nell'edizione limitata) a dare la sufficienza al tutto.

Dispiace dover parlare in questi termini, soprattutto nei riguardi di una band dall'imprescindibile rilevanza storica, capofila di una scena, quella Polacca, divenuta una delle più importanti e prolifiche dell'intero panorama metal. Che sia giunta l'ora di appendere gli strumenti al chiodo? Non voglio sbilanciarmi fino a questo punto, ma senza ombra di dubbio è il caso che Piotr Wiwczarek si conceda una lunga e costruttiva pausa di riflessione, tanto da scrollarsi di dosso questa fase di evidente stanca creativa. Oramai quello che ci propinano i Vader non è assolutamente sufficiente, soprattutto se commisurato con una cornice metal, magari non sempre originale, ma comunque viva e ricca di uscite discografiche decisamente più interessanti.

Per chi soffre di insonnia.



VOTO RECENSORE
50
VOTO LETTORI
49.78 su 55 voti [ VOTA]
Soldato del Metallo
Domenica 20 Agosto 2017, 13.16.53
24
Eh?Cosa significherebbe il post qui sotto?Sembra che si voglia soltanto montare una polemica del cazzo.Del cazzo proprio!!
ObscureSolstice
Domenica 20 Agosto 2017, 12.54.01
23
Sarei curioso di sapere se a distanza di anni il recensore gli darebbe sempre quella valutazione da 50 o qualcosa è cambiato.... I primi commenti posso capire che risalgono al 2009, in un periodo problematico per i Vader con cambi di line-up e compattezza della band...ma dire che il migliore è stato Litany è come colui che dei Judas Priest sa solo nominare Painkiller, praticamente stessa identica cosa.
antiborgir
Domenica 10 Marzo 2013, 15.11.09
22
Riascoltato a distanza di tempo, la mia opinione è leggermente cambiata. Disco che sto rivalutando, ci sono buone canzoni come Devilizer,Never Say my name e la cover dei metallica che è una vera bomba. voto 68
zacky vengeance 97
Venerdì 30 Settembre 2011, 17.55.59
21
Per me la migliore è never say my name
Maiden1976
Sabato 17 Settembre 2011, 20.16.42
20
@ Celtic: grazie!!
antiborgir
Venerdì 16 Settembre 2011, 16.06.44
19
Necropolis non mi aveva fatto impazzire!!Mentre il nuovo Welcome To The Morbid Reich è tutta un'altra storia!!Per Necropolis voto 60
Celtic Warrior
Venerdì 16 Settembre 2011, 13.10.41
18
Bellla recensione cattiva al punto giusto .
Antiborgir
Giovedì 11 Agosto 2011, 18.01.23
17
Come and see my sacrifice promette bene !!Se tutte le canzoni sono su questo livello davvero sarà un Return to the Morbid Reich !
Enrico
Giovedì 11 Agosto 2011, 17.47.12
16
Comunque il nuovo - Welcome To The Morbid Reich - è veramente BELLO.
fabriziomagno
Domenica 30 Maggio 2010, 14.02.57
15
lontano dai bellissimi album di 10 anni fa, ma assolutamente godibile... Voto: 65
metal4ever
Venerdì 23 Ottobre 2009, 2.49.21
14
Io questo gruppo fino a stasera non lo avevo mai sentinto, finchè un amico mio mi ha fatto sentire dal suo MP3 Rise of the undead che a primo impatto mi ha colpito molto....Comunque voto basso o no ho intenzione di fare un paio di ascolti di questa band che mi pare molto interessante
Arakness
Mercoledì 21 Ottobre 2009, 21.31.44
13
Paolo, passi che il disco ti sia piaciuto, ti abbia convinto (del resto l'ottimo Andrea ha cmq tenuto a precisare che il disco ha spunti apprezabili, e che la debacle è da intendere più legata al nome che al risultato finale... per la serie "possono fare molto di più"), ma scrivere che "per me è uno dei migliori album Death Metal" ci passa un autotreno con rimorchio!!! Oggettivamente Necropolis può essere tutto, salvo un capolavoro del genere da consegnare ai posteri.
Maiden1976
Venerdì 16 Ottobre 2009, 14.48.41
12
Anche io reputo abbastanza trascurabili i Kataklism, ma anche questo album.
barbapapà
Venerdì 16 Ottobre 2009, 12.07.49
11
questo è un album di buon e sano death metal.trovo molto più inutili e privi di senso i kataklism.
Maiden1976
Giovedì 15 Ottobre 2009, 15.36.42
10
Rispetto, pur ovviamente non condividendola, la tua opinione Paolo. E' ovvio che non possiamo pensarla tutti alla stessa maniera!!
Raven
Giovedì 15 Ottobre 2009, 12.59.03
9
Esattamente come noi.
Paolo83
Giovedì 15 Ottobre 2009, 12.02.00
8
Mi discosto totalmente dai vostri pareri, per me è uno dei migliori album Death Metal in assoluto e penso che con la nuova formazione i Vader ne abbiano ulteriormente giovato. Sto album rasenta la perfezione. ricordo " La varietà di opinioni è ciò che garantisce lo scambio ed il confronto dialettico fra le persone, e chi scrive ritiene un bene che le idee ed i gusti possano variare da soggetto a soggetto. "
nedogiuda
Giovedì 8 Ottobre 2009, 21.20.48
7
inutile
Uno qualsiasi
Giovedì 8 Ottobre 2009, 18.43.03
6
Da dopo "Litany" non mi dicono più niente...
ROSSMETAL 65
Martedì 6 Ottobre 2009, 23.24.10
5
A me questo nuovo lavoro dei Vader non dispiace per niente,certo ci sono state uscite superiori ultimamente,ma il cd si lascia ascoltare tranquillamente.Per me un bel 70.
KratosNoir
Martedì 6 Ottobre 2009, 22.57.11
4
Lo ascoltato diverse volte ma nulla da fare un album insipido!!! Peccto perche e un gruppo che mi piace.
LAMBRUSCORE
Martedì 6 Ottobre 2009, 20.15.55
3
premetto che non l'ho ancora ascoltato. d'accordo con enry, litany anche x me è il top dei vader, l'unico che riesco ad ascoltare interamente, da li' in poi penso che abbiano avuto carenze di idee, esempio, x chi non avesse niente dei lavori degli ultimi 10 anni, sceglietene 1 a caso tra revelations, the beast o impressions in blood, anche xxv , disco di auto/covers (si puo' dire?) è sempre la stessa solfa, che 2 balle!
enry
Martedì 6 Ottobre 2009, 19.45.50
2
Si beh, ora non passiamo da un estremo all'altro: Litany è un capolavoro. Su questo nuovo album ho parecchi dubbi anch'io, qualche buon pezzo, due cover ottime ( presenti anche nell'edizione standard ), ma anche una buona metà del disco che mi lascia indifferente. Sufficienza stiracchiata.
Electric Warrior
Martedì 6 Ottobre 2009, 18.19.29
1
Dei Vader si salva solo l'ep "The Art Of War"
INFORMAZIONI
2009
Nuclear Blast
Death
Tracklist
1. Devilized
2. Rise of the Undead
3. Never Say My Name
4. Blast
5. The Seal
6. Dark Heart
7. Impure
8. Summoning The Future
9. Anger
10. We are The Horde
11. When The Sun Drowns In Dark
12. Black Metal
13. Fight Fire With Fire
Line Up
Piotr “Peter” Wiwczarek – voce, chitarra
Waclaw “Vogg”Kieltyka - chitarra
Tomasz “Reyash” Rejek – basso
Pawel “Paul” Jaroszewicz - batteria
 
RECENSIONI
80
80
50
80
77
87
87
87
ARTICOLI
08/05/2014
Intervista
VADER
Vite in webcam
23/04/2014
Live Report
VADER + BUNKER 66 + GUESTS
Discoteca Blackout, Modica (RG), 19/04/2014
28/04/2013
Live Report
VADER + MELECHESH + STERBHAUS + W.I.L.D
Init Club, Roma (RM), 24/04/2013
01/02/2013
Live Report
VADER + ABORTED + BONDED BY BLOOD + FHOBI + BLOODSHOT DAWN
Colony Club, Brescia, 27/01/2013
15/12/2011
Live Report
GORGOROTH + VADER + altri
Traffic Club, Roma, 09/12/2011
26/01/2009
Live Report
DEICIDE + SAMAEL + VADER
Rolling Stone, Milano, 18/01/2009
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]