Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

Exodus - Tempo Of The Damned
( 10083 letture )
Sembra che nelle vene della Bay Area stia ri-iniziando a scorrere sangue fresco dopo il “blocco” degli ultimi anni... Infatti quest’anno assistiamo a grandi ritorni di band del calibro di Death Angel, Nuclear Assault e Dark Angel. Non potevano mancare allora all’appello gli Exodus, che dopo sette anni di silenzio discografico ci regalano un altro capitolo della loro “saga”. Ritornano con Tempo Of The Damned, album di puro thrash “old school”, di quello che solo in America negli Eighties sapevano suonare, ma con qualche leggera modifica.

Il sound che gli Exodus ci propongono in questo Tempo Of The Damned ha molto a che fare con il passato. Nelle song che compongono questo disco, riconosciamo gli Exodus di sempre, quelli di album come Fabulous Disaster o come lo straordinario Bonded by Blood tanto per intenderci, il tutto arricchito dalla particolare voce di Steve Souza. La band infatti ha mantenuto le sonorità del passato e le ha affinate, andando incontro ad una sorta di aggiornamento e di perfezionamento, regalandoci delle perle tecniche sparse qua e là per tutto il platter.
Album principalmente sopra la media, ma non del tutto esente da canzoni che fanno fatica a tenere il passo con l’alto livello generale del medesimo: infatti risultano un po’ sottotono Culling the Herd e Throwing Down, quest’ultima ripescata dalla band parallela Wardance creata dagli stessi Gary Holt e Tom Hunting a metà dei ’90 ma che non ha mai visto la luce dal punto di vista discografico. Ma non sono certo queste canzoni a far preoccupare, in quanto il livello delle stesse, pur essendo un gradino sotto al resto delle altre track (a mio parere...), resta comunque elevato.
Punti di forza sono sicuramente la tiratissima e massiccia War is My Shepherd, l’opener Scar Spangled Banner con l’insolito e particolare riff iniziale, l’ultra-pompata Shroud of Urine e l‘ottima Tempo of the Damned.
Album dal livello qualitativo indubbio che ci regala una nuova ventata di musica “cattiva” ma nonostante ciò ragionata, grazie alla tecnica e alla maestria del combo di San Francisco che a dir la verità aveva iniziato a far pensare male i suoi fan con l’ultimo Force Of Habit, lasciandoli un po’ delusi. Non c'è assolutamente nulla da eccepire a livello tecnico; gli Exodus si piazzano per l’ennesima volta sopra la norma in quanto a perizia tecnica; ottimo il lavoro di “Zetro” Souza con una voce sempre più tagliente; inutile dire altro del duo Holt/Hunolt alle chitarre, perché già hanno detto abbastanza in passato dando del filo da torcere ad un altro mitico duo (qualcuno ha detto King/Hanneman?!?); da notare il duetto alle asce di stampo quasi "maideniano" a metà di Shroud of Urine. Praticamente perfetto Tom Hunting alla batteria e se la cava più che egregiamente anche il new-comer Jack Gibson al basso. Un ottimo lavoro lo ha fatto anche Andy Sneap che si è occupato della produzione e del mixaggio di questo Tempo Of The Damned, riuscendo a dare un sound eccellente all’album anche grazie all’esperienza accumulata nel tempo, occupandosi di altre band come Arch Enemy e Meshuggah.
Nel disco sono presenti inoltre anche una “riedizione” di Impaler, e in versione digipak si può trovare anche una cover degli AC/DC, Dirty Deeds Done Dirt Cheap.

Un album con veramente pochissimi cali di tensione e un grande ritorno per gli Exodus che ci offrono ancora una volta quel thrash metal che non si distacca dallo stile del passato ma che nonostante ciò cerca anche una sua evoluzione in merito di livello tecnico regalando nuova linfa ad un genere che sembrava dover scomparire da un momento all’altro.
Un regalo fatto non solo ai fan degli Exodus, ma anche ai fan del thrash più in generale che di sicuro sapranno apprezzare questo gradito ritorno.



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
82.37 su 185 voti [ VOTA]
Silvia
Venerdì 9 Novembre 2018, 15.01.01
35
Hai ragione @Lisa, il team H fa sognare! Comunque Exodus grandi maestri del thrash, x il mio gusto inarrivabili! Purtroppo qualche passo falso prima dello split ha troncato loro le gambe, x cosi’ dire... e poi l’immagine, molto semplice (cosa che personalmente apprezzo molto anche se non è una carta vincente nel music biz)
lisablack
Venerdì 20 Luglio 2018, 13.34.05
34
Uno dei migliori album thrash degli ultimi anni...grandioso, spacca di brutto, il duo Holt/ Hunolt fa sognare..riff micidiali! Siamo vicini al 90 qui, ehe, disco senza un cedimento, per questi maestri del thrash e non ho mai capito perché stanno sotto ai Big 4..Non per me di certo!
Jeff Waters
Lunedì 4 Giugno 2018, 12.03.51
33
Dico solo una cosa: il riff di Scar Spangled Banner è uno dei più belli di tutti i tempi!
Carlo Antonio Villaggi
Sabato 7 Aprile 2018, 12.58.47
32
@Nòesis si sono stato brusco nei toni ma ero incazzato perché la mia squadra aveva perso per giunta contro una concorrente diretta ai playoff e sono pure stato espulso, poi non si possono leggere su una recensione professionale certe robe quando basterebbe documentarsi un minimo, e comunque chiunque capisca un minimo di metal sa benissimo che Andy Sneap sarebbe un produttore assolutamente inadeguato per le tonalità ribassate che adottano i Meshuggah.
Nòesis
Venerdì 6 Aprile 2018, 14.13.00
31
Io son appena arrivato quindi non ho voce in capitolo, ma so per certo che la linea editoriale vuole che alcune recensioni vecchie e ritenute inadeguate siano riscritte. Poi se questa rientri o meno nella categoria non ne ho idea
Silvia
Venerdì 6 Aprile 2018, 12.25.11
30
Perche' sistemarla @Noesis? Secondo me ci son tante recensioni che non son state fatte che magari meritano, piuttosto che riscrivere le vecchie (tranne alcune in cui i gruppi vengono denigrati, vedi Insomnium)
Nòesis
Venerdì 6 Aprile 2018, 12.13.25
29
Carlo Antonio, l'educazione questa sconosciuta. Molte recensioni sono già in riedizione, un po' di pazienza e sistemeremo anche questa. Nel frattempo potresti abbassare i toni, cortesemente
Silvia
Venerdì 6 Aprile 2018, 11.26.24
28
@Carlo x me la recensione è scritta molto bene, descrive perfettamente il contenuto dell'album. Neanche a me risulta che Andy Sneap abbia lavorato con i Meshuggah ma un errore si può correggere e può capitare. Credo che chi ha scritto l'abbia citato come esempio di produzioni moderne. Magari io avrei citato i testi perché sono molto diretti e taglienti ma comunque trovo la recensione molto rappresentativa.
Carlo Antonio Villaggi
Venerdì 6 Aprile 2018, 9.21.58
27
@Silvia la recensione non č firmata perchč č stata scritta da un coglione, da quando in qua Andy Sneap ha lavorato con i Meshuggah? Semmai sarebbe stato il caso di citare i lavori moderni di Testament, Kreator e Nevermore, almeno documentarsi un minimo prima di scrivere certe stronzate, ma roba da matti! Capisco che una volta Metallized era una piccola webzine dove venivano presi dilettanti come collaboratori, ma almeno adesso gli album piů importanti del 2000 meriterebbero una recensione nuova di zecca che gli renda giustizia.
Silvia
Venerdì 6 Aprile 2018, 1.47.52
26
Inoltre, album molto moderno ma in perfetto stile Exodus! Particolare l'assolo di Shroud of Urine
Silvia
Venerdì 6 Aprile 2018, 1.09.35
25
Comunque hai ragione @Nòesis album bellissimo! X me sia dal punto di vista musicale che dei testi, Gary non ha paura di dire quello che pensa, grandissimo! Anche la recensione è molto bella (come mai non c’è il nome di chi l’ha scritta?) anche se non concordo quando associa la coppia Holt/Hunolt a Hanneman/King. X quanto io adori anche gli Slayer x me c’è un abisso di stile e tecnica a favore degli HH.
Nòesis
Giovedì 5 Aprile 2018, 23.08.36
24
Con ordine, sto ripassando tutta la discografia Riascolterò anche quello ovviamente
Silvia
Giovedì 5 Aprile 2018, 22.49.14
23
@Nòesis, se non l’hai gia’ fatto ti consiglio di riascoltare anche Exhibit B
Nòesis
Giovedì 5 Aprile 2018, 22.34.37
22
L'ho riascoltato di recente e posso ritenerlo l'ultimo vero capolavoro thrash metal scritto. E per capolavoro si intende quasi il massimo dei voti
paolo
Sabato 20 Gennaio 2018, 18.26.43
21
Album pazzesco. Potenza assoluta. Album da oltre 90
Sub zero
Domenica 19 Marzo 2017, 20.30.58
20
Album pazzesco, thrash puro e divino. Megadeth? Metallica? Per piacere,imparate
Vitadathrasher
Venerdì 1 Agosto 2014, 17.48.55
19
Mi piace molto questo disco, ha il sapore dello stile bay area di un tempo e non sfocia, come gli ultimi lavori con dukes alla voce, nel death......W ILTHRASH!
Carmine
Venerdì 1 Agosto 2014, 17.19.03
18
Un ritorno con i fiocchi. Gary Holt ispiratissimo.
gianmarco
Lunedì 28 Luglio 2014, 16.02.34
17
e another lesson in violence ?
SaM Lee
Giovedì 28 Marzo 2013, 22.42.36
16
Senza parole.... una gemma senza tempo!! 96
Sorath
Venerdì 21 Dicembre 2012, 20.55.28
15
Questo significa ritornare con qualità sulla scena...uno di quei gruppi che avrebbe dovuto veramente far parte dei big four e invece è sempre stato messo in secondo piano.
stellabyblood
Martedì 24 Luglio 2012, 3.33.01
14
Per me è un classico del nuovo millennio... Steve mi manchi... Quella blacklist è incredibile l'ascoterei all'infinito...
matteo36
Lunedì 23 Luglio 2012, 18.04.29
13
per me è dietro solo a bonded by blood e di un pelo a pleasures of the flesh , nettamente superiore a faboulos disaster e impact is imminent. nel 2004 fu un gran sorpresa, non mi aspettavo un cosi bel ritorno degli exodus. tutto chiaramente scritto da gary tranne un pezzo in cui è facilmente riconoscibile un riff poi finito su trapped under ice. voto90
DIMMONIU73
Venerdì 18 Maggio 2012, 12.06.52
12
...solo Scar Spangled Banner e War is my Shepherd distruggono intere discografie di troppi gruppi inutili che affollano la scena da ormai troppo tempo...signori levatevi, son tornati i maestri! un altro 95!
The Mad Avenger
Mercoledì 9 Maggio 2012, 7.53.06
11
A mio avviso meritava di piu`. Non solo un ritorno in grande stile ma proprio uno dei loro migliori album in assoluto insieme a Shovel Headed Kill Machine e Bonded By Blood a mio avviso!!! Thash a tutto spiano! Capolavoro per me! Voto 94
onofrio
Sabato 31 Luglio 2010, 23.04.08
10
Un altro centro un altro grande album questo Tempo of the Damned degli DEI del thrash.
Odino
Mercoledì 12 Maggio 2010, 13.58.43
9
Un ritorno pazzesco questo disco lo amo alla follia!
ivan
Lunedì 11 Febbraio 2008, 5.59.20
8
favoloso !!! ritorno ai fasti di BONDED BY BLOOD non si poteva prevedereun ritorno sulla scena trash con un prodotto migliore.....BRAVI 10 e lode !!!
Newsted88
Sabato 10 Marzo 2007, 13.04.11
7
Un cd eccelso davvero, comunque Throwing Down è un po sottovalutata così come sono sopravvalutate quelle della parte centrale, un po noiose alla lunga. Entusiasmante
Judas
Giovedì 17 Marzo 2005, 21.20.44
6
Album molto bello strano trovarlo ai giorni nostri dove ormai c'e' solo merda (o giu di li)
Cucio
Mercoledì 26 Gennaio 2005, 12.04.30
5
Ho visto che di tablature non ne avete moltissime...possono servirvi alcune che ho scritto io??? Non so, over kill, nevermore, exodus, testament, megadeth...?
Cucio
Mercoledì 26 Gennaio 2005, 12.02.19
4
Buona recensione ma non sono d'accordo sul fatto che trowing down sia un po' sottotono, niente di personale per carità, forse è solo questione di gusti ma anche se non è velocissima secondo me mantiene comunque un buon tiro e un'ottima potenza di attacco con qualche sfumatura di cross over...e anche gli stacchi alla batteria a metà canzone non sono niente male...personalmente mi fa impazzire!!! Come musicista ho voluto far sapere la mia e vi faccio anche i complimenti per il sito, continuate così...ah aspetto con ansia la rubrica in costruzione!!! ciao a tutti!
gianfranco
Venerdì 24 Dicembre 2004, 0.02.06
3
la prima canzone dell'album è una delle migliori canzoni thrash degli ultimi 10 anni
Angel "Scream"
Mercoledì 9 Giugno 2004, 10.54.02
2
Grande Bep,non sapevo che facevi questo tipo di recensioni.Mi raccomando la prossima è quella della nostra demo ok? metal forever GRRRRRRRRRRRRRR.
LakeOfDeath
Mercoledì 12 Maggio 2004, 15.17.33
1
Bravo Pep, uno dei migliori album che ho preso ultimamente. Braldahim!
INFORMAZIONI
2004
Nuclear Blast
Thrash
Tracklist
1. Scar Spangled Banner
2. War is My Shepherd
3. Blacklist
4. Shroud of Urine
5. Forward March
6. Culling the Herd
7. Sealed with a Fist
8. Throwing Down
9. Impaler
10. Tempo of the Damned
11. Dirty Deeds Done Dirt Cheap (bonus track)
Line Up
Steve Souza - vocals
Gary Holt - guitars
Rick Hunolt - guitars
Jack Gibson - bass
Tom Hunting - drums
 
RECENSIONI
91
81
93
84
70
75
80
78
92
ARTICOLI
23/11/2016
Live Report
BATTLE OF THE BAYS EUROPEAN TOUR: OBITUARY + EXODUS + PRONG + KING PARROT
Zona Roveri Music Factory, Bologna (BO), 19/11/2016
26/10/2016
Articolo
EXODUS
Retrospettiva con sorpresa
19/06/2012
Live Report
EXODUS + HEATHEN + SUICIDAL ANGELS + SNP
Carlito’s Way, Retorbido (PV), 14/06/2012
18/12/2010
Live Report
KREATOR + EXODUS + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
Estragon, Bologna, 15/12/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]