Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

26/11/17
MESS EXCESS + AENIGMA
RIFF CLUB - PRATO

27/11/17
MASTODON
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Kiss - Carnival of Souls: the Final Sessions
( 10518 letture )
Che indecenza! ‘Sta roba un album dei Kiss? Ma per favore… questo è solo un coacervo, un ammasso di idee di scarto, un riempitivo, un gioco salace e credule messo in atto dai due signori Kiss, così tanto per raggranellare qualche spicciolo, manco ne avessero avuto bisogno. Un vero scandalo, un’operazione pessima, vergognosa! Ma andiamo per ordine. Dopo la creazione delle convention in giro per gli States che suscitarono clamore, successo e tanti dollaroni, l’operazione confluì nell’unplugged di Mtv. Le convention furono davvero un colpo di genio del “ragioniere” Gene Simmons, uno spettacolo nello spettacolo, musica in acustico, pezzi mai uditi dal vivo, domande dal pubblico, dialoghi… insomma un bijoux unico. Questa germinazione di nuovo afflato verso il passato richiamò anche Peter, prima, ed Ace dopo… e sappiamo come andò: reunion. Ecco, questa fetecchia immonda a nome Carnival of Souls nasce in quel periodo, tra rinvii, registrazioni affidate nelle mani di Eric Singer e Bruce Kulick, compresa la direzione musicale e aggeggi vari. Gene Simmons dichiarò che l’idea di reinventarsi con chitarre limacciose, atmosfere cupe e pesanti fu una scelta controcorrente per lo stile della band, fatta per immettere sangue fresco. In verità, questo lavoro venne editato solo per adempiere ad un contratto che prevedeva ancora un album con l’etichetta ma la cosa peggiore fu, che per la prima volta nella storia dei Kiss, i quattro si adattarono a seguire il trend momentaneo, il grunge, senza sentire lo stimolo di creare qualcosa di nuovo, di bello, ma soprattutto di valido. Qualcosa alla Kiss, insomma. Ecco perché questo full length è odiato da tutti i seguaci, un’ora di musica in-de-cen-te! Buttata lì alla rinfusa, senza amore per i fans e per il nome della band e della sua leggenda. Per cercare di alimentare un minimo il mito, il marketing della band si inventò la balla della sottrazione furtiva del master e della diffusione delle copie pirata che suonavano in modo pessimo.

Ecco perché la stesura definitiva venne titolata Carnival Of Souls-The Final Sessions; insomma nessuno sentiva la mancanza di un obbrobrio tale. Questo è l'ultimo disco registrato prima della reunion del 1996, che fruttò centinaia di milioni di dollari, primo e unico album contenente una canzone (I Walk Alone) con Bruce Kulick nelle vesti di cantante principale. Diciassettesimo, quando si dice essere superstiziosi, viene pubblicato il 28 ottobre 1997 per la Mercury Records. Il più grande fiasco della band dal 1981, giustamente dico io. Le nuove sonorità che andavano creando dovevano essere l’evoluzione naturale di Revenge, invece…. Ma io mi domando: perché una band che urla I wanna rock n roll all night n party every day dovrebbe lanciarsi in cupe introspezioni analitiche con partiture tanto inutili? Iniziarono a lavorare a questo album ancora prima che venisse rilasciato Alive III, si trattò della gestazione più lunga nella storia del Bacio. La produzione fu affidata a Toby Wright dopo che Bob Ezrin, non attratto assolutamente dalla scura direzione che la band stava prendendo, rifiutò l’incarico perché troppo impegnato. Alla fine del ’95 il quartetto entra negli studi Music Grinder Studios a Hollywood per iniziare a registrare e vi resta fino a febbraio ’96. Non c’era ancora il titolo ma la convinzione che fosse un lavoro straordinario cresceva. Per qualche mese l’attività fu sospesa e qualcuno ventilò che probabilmente questo nuovo lavoro non avrebbe mai visto la luce (e detto per inteso sarebbe stato meglio!) perché ormai Paul e Gene pensavano solo alla reunion in maschera. Stava calando il sole sulle teste di Eric e Bruce, mentre sorgevano nuove tensioni. Entrambi avevano un contratto come dipendenti o meglio suonatori prezzolati legati a qualcosa che iniziava a tarpare le ali della loro carriera. Lo stesso Kulick dichiarò, ridacchiando, che il titolo della sua canzone I Walk Alone fosse profetico. Nel giugno del ’97 fu annunciato il rilascio dell’album per il 14 ottobre, occorreva il titolo e la fine del mese di luglio consacrò Carnival Of Souls.

Hate è penosa, Gene sembra da pensione anticipata, Rain, cantata da Paul, ha qualche impennata nel bridge e il ritornello, se non ci fosse la sua voce, sarebbe solo una copia sputata degli Alice in Chains. Capiamoci bene, questo tipo di musica a me piace ed è adorata da vaste schiere di rocker, ma con i Kiss che c’entra? Come se gli Europe si mettessero a fare death metal o Buffon invece di giocare portiere venisse schierato come centravanti… insomma un vero abominio. Master & Slave ha un riff iniziale che riporta ai tempi di Creatures Of The Night con un basso che spadroneggia con una esplosione e un incalzare non male, certo i capolavori qui non sono presenti. Orecchiabile, tutto qui. Childhood's End è un bel pezzo alla Gene, nemmeno troppo granitico con chitarre acustiche e un chorus decente che ha in se caratteristiche fuligginose, tutto sommato niente male con il coro finale di ragazzini direttamente in studio. I Will Be There è ballad non malaccio di Paul, basso distorto e atmosfere opprimenti per Jungle che ha qualche parvenza di Kiss disciolta in tonnellate di grunge inutile anche se l’incedere e la salita di tono di Paul è piacevole, mentre il ritornello è direttamente da gettare in un inceneritore. In my Head è una vera porcata a firma Simmons con due ex membri del gruppo Black 'N Blue, ovvero il cantante Jaime St. James e il chitarrista Tommy Thayer: immondizia pura. It Never Goes Away è lenta, claustrofobica e i Kiss sono altro, per fortuna. Linee melodiche accettabili tracciate da Paul, niente altro.
Seduction of the Innocent, all’inizio del pezzo e a modo suo, ha qualche atmosfera beatlesiana, poi tutto rotola nel cesso. Tirare lo sciacquone, grazie. I Confess venne scritta da Simmons a quattro mani con Ken Tamplin, ex membro della christian metal band Shout. La resa è da ottavo o nono pezzo di Animalize, ovvero riempitivo penoso. Suoni bruttissimi e rullante a scatola di cartone nel penultimo pezzo a nome Mirror, una traccia raffazzonata, terribile, inascoltabile. Si chiude alla “grande” con l’unico pezzo della saga Kiss cantata dal fido Bruce Kulick. La voce non esiste, il pezzo è una cosa abominevole nemmeno da prove in sala. Effetti elettronici fanno venir voglia di stoppare il lettore, il solo di chitarra me lo impone. Stop e disco che fuoriesce. Basta con questa sozzeria che tra l’altro ha una copertina… bah, lasciamo perdere. Mi ricordo che lo comprai perché, da vero Kiss-maniac posseggo tutta la collezione dei dischi e dei cd, ma fa la figura di una Cenerentola impolverata là in fondo al mobile dello stereo. Un disco patetico, orrendo e chi più ne ha più ne metta. Da espulsione istantanea dalla discografia del Bacio. Ovviamente nessuna tournee venne fatta per suonare live queste “belle canzoni”, Paul e Gene erano troppo impegnati, per fortuna, a rimettere in piedi, a colpi di contratti, avvocati e preparatori atletici, il carrozzone mascherato. I Kiss rifioriscono con il make-up e reinventano il loro destino e la loro musica, se non fosse andata così la band sarebbe finita per esaurimento di cose da dire e di musica da proporre. State alla larga da questa sventura a nome Carnival e riascoltatevi tutti i grandi capolavori partendo dal primo album omonimo fino al superbamente seventies, Sonic Boom. Questo lotto di grunge consideratelo come meglio credete, io, lo ripongo subito lontano dagli occhi, anche perché vicino al cuore non lo è mai stato e mai lo sarà.



VOTO RECENSORE
13
VOTO LETTORI
46.88 su 97 voti [ VOTA]
Quorthon
Giovedì 21 Settembre 2017, 23.58.32
81
Molto ma molto bello. I will be there è evocativa a livelli quasi inimmaginabili per un gruppo come i KISS. Certamente avulso per stile dalla loro produzione più tipica, questo disco è una di quelle perle che si riscattano col tempo. A mio avviso è stato uno degli ultimi colpi di genio del Bacio, purtroppo presto rovinato dal seguente Psycho Circus, buono a un primo ascolto ma che si è lasciato dimenticare molto presto. Mentre invece questo Carnival cresce con il tempo, e spazza via le fiacchissime opere senili del Bacio post 2000.
Loukifer
Giovedì 16 Marzo 2017, 23.35.40
80
Un disco superlativo come lo era stato music from the Elder. I Kiss hanno dimostrato di essere dei compositori con i controcoglioni. Ma dove sta il grunge in questo disco?!
coach
Giovedì 28 Aprile 2016, 9.36.55
79
D'accordo con fly, a parte le prime due tracce (per me troppo pesanti) il resto "spacca", non un disco dei Kiss ma un bel disco grunge... insomma, qualcosa di diverso dal solito, i dischi brutti sono altri.
fly
Martedì 12 Aprile 2016, 19.03.23
78
Questo è un cd coi controcoglioni. Suonato da Dio non prevedibile. Sembra più un cd in stile Union di Bruce Kulick ed Eric Singer fa una gran prova di batteria. Non è un disco x chi vuole sentire i Kiss perchè manca completamente il loro classico stile. Per quello il successivo Psycho Circus pone subito rimedio. Da rivalutare non come disco dei Kiss ma perchè è un cd coraggioso e ben suonato
black
Venerdì 30 Ottobre 2015, 21.51.53
77
Si hai ragione non è poi cosi male merita la sufficienza! Voto 65
manaroth85
Domenica 18 Ottobre 2015, 22.06.18
76
Dai cambiate il 13. Non é cosi brutto. Alcune canzoni meritano.. Un 55, sarebbe più giusto
roby5150
Giovedì 3 Settembre 2015, 0.41.42
75
a me sto disco piace come piace Native Tongue dei poison e l'omonimo 94 dei Motley. 13 più che un voto sensato mi pare un voto da ammiratore deluso dei suoi paladini. .E non a caso vari recensori Heavy harmonies voluenteer di heavy harmonies scrivono bene, semplicemente che è un disco DIFFERENT. Come potrebbe essere l'omonimo per i Motley o Native tongue
Appg
Giovedì 7 Maggio 2015, 1.47.15
74
Non sono assulatamente d'accordo con il voto.....la vera pecca di questo album e il momento dell'uscita sbagliatissimo in quanto se era riformata la formazione originale....pero se parliamo esclusivamente dell'album e leggermente superiore a la maggior parte di quelli usciti negli anni ottanta....voto 50
dantes
Mercoledì 8 Aprile 2015, 22.20.33
73
...grunge? ...forse il sound, non certo gli arrangiamenti o gli assoli...di band grunge con un suono così potente , oscuro e trascinante e chitarre come in questo disco ne ho sentite poche o nessuna...idem per quanto riguarda le linee melodiche vocali...chi ha gli attributi, il talento e la tecnica può suonare ciò che vuole...se una band grunge avesse fatto un disco del genere si sarebbe gridato al miracolo...ai Kiss non è concesso sperimentare o cavalcare le mode? Se le canzoni sono convincenti ( ...e qui ce ne sono diverse) perché essere prevenuti...sarei curioso di sentire una band grunge provare a misurarsi con un altro genere e convincere...personalmente preferisco le prove sperimentali che roba come Monster & company intrise di riciclaggi e strizzate d'occhio troppo evidenti a riff e melodie del passato...seppur glorioso. Per me the Elder era un grande disco...ed anche unmasked se avesse avuto un sound più duro sarebbe stato un disco superiore...le belle canzoni per me c'erano eccome...Carnival of Souls album ripudiato? ...per me il tempo lo rivaluterà anche a tanti scettici, come farà cadere nel dimenticatoio album costruiti a tavolino come Sonic o Monster.
alifac
Martedì 31 Marzo 2015, 16.33.46
72
...sto cominciando, molto molto lentamente, ad apprezzare questo disco!
Mikele
Giovedì 26 Marzo 2015, 22.21.59
71
Voglio solo dire che certi pezzi e dischi vengono apprezzati solo dopo tantissimi anni dico tanti anni perché abituati a sentire lo stesso stile e sonorità può far rimanere a orecchie chiuse....il disco è solo uscito nel momento è periodo sbagliato...lo si apprezza col tempo. Kiss 4ever
rob 75
Lunedì 16 Marzo 2015, 23.13.12
70
ho letto con molto interesse la recensione , non conosco molto questo disco dei kiss e cosi volevo farmi un idea visto l'accertata conoscenza in materia del recensore. volevo fare solo un appunto: lungi da me ' criticare i gusti e i sentimenti provati dal recensore al momento dell' ascolto di questo album, ma credo ( e questo e' un discorso che vale x ogni band e per ogni recensore ) che voti sotto il 50 non siano "adatti" nemmeno se fossero incisi su disco solo una sequenza caotica di rumori. con questo voglio dire che spesso il giudizio numrico rischia di essere " fuorviante" sia nei casi di album" deludenti sia nel caso di album osannati!
Philosopher3185
Domenica 6 Luglio 2014, 21.27.19
69
Non lo ascoltato e nemmeno voglio! quando sento la parola grunge,parto gia' prevenuto! a parte poche eccezioni.
blackiesan74
Martedì 27 Maggio 2014, 11.04.39
68
Detto che il disco in questione mi fa schifo (salverei solo "Master And Slave") e che 13 è già un voto generoso, mi pare che in questo album il buon Bruce Kulick dimostri di avere tonnellate di personalità, quella personalità che nelle recensioni precedenti gli hai negato più volte. Se ha deciso lui la direzione del disco, ha preso in mano lui le redini delle registrazioni, è evidente che sapeva cosa voleva fare: questa per me si chiama "personalità". Per dire, un Tommy Thayer che si riduce ad imitare Ace Frehley ne dimostra molta di meno (e anche quando suonava nei Black 'N Blue non è che dimostrasse chissà cosa).
?
Giovedì 9 Gennaio 2014, 19.54.06
67
Scusate... è già aperto?? Fore gerto chiiiiiiiiiiiiiiiii=spazio!
Aldo
Venerdì 13 Dicembre 2013, 21.44.38
66
Ho un amico che è un entusiasta sfegatato dei Kiss fin da quanto avevamo 16 anni (TANTI anni fa, ora ne abbiamo 50 a testa). E' stato lui a propormi, uno ad uno, TUTTI i dischi del gruppo, e li ho trovati pressoché nella totalità piuttosto "sciacquati". Un giorno, una decina d'anni fa, non mi arriva con questo "Carnival of Souls"? Tra me e me ho pensato: "Ci risiamo! Un'altra sciacquatura di piatti". Ebbene, avevo torto. FINALMENTE un disco dei Kiss degno d'essere ascoltato più d'una volta, un disco in grado di scuotere anche me! Un disco con uno spessore emotivo non comune per la band. E' vero, questi non sono i "classici" Kiss. Questo è il bello.
Roberto 81
Sabato 9 Novembre 2013, 13.16.52
65
Dal nickname che hai non sembrava
Frankiss
Venerdì 8 Novembre 2013, 17.48.07
64
mezzo secolo...mi correggo...
Frankiss
Venerdì 8 Novembre 2013, 17.47.41
63
Roberto 81...fan boy a me? su siamo seri..ho quasi mezzo secoli...
Roberto 81
Venerdì 8 Novembre 2013, 17.16.52
62
Beh, anche gli Ac/dc hanno sfornato una serie di capolavori mica da poco, il trittico di seguito: Let there be rock/Highway to hell/Back in black...e in generale tutto il periodo Bon Scott è a ottimo livello. A me i Kiss suonano ripetitivi...non che gli Ac/dc non lo siano ma per me hanno un sound più coinvolgente. Così i Deep Purple, metti su una Highway Star, Speed King o una Fireball, sono di 40 anni fa ma non hanno età. De gustibus Ciò non toglie che sto 13 di voto secondo me è un voto da FANBOY deluso Già le prime righe della recensione lo fanno notare. A me sto disco non dispiace, a te galilee?
galilee
Venerdì 8 Novembre 2013, 16.40.51
61
Per me è il contrario. Visti dal vivo quest'anno e ogni canzone sembra immortale e sul palco secondo me danno merda un po' a chiunque. Paul Stanley è DIO E poi diciamolo , una discografia cosi costellata di capolavori ce l'hanno proprio in pochi. Gli AC/DC non di certo. Per i mei gusti comunque gli AC/Dc di Bon Scott, sono inarrivabili. LOVE
Roberto 81
Venerdì 8 Novembre 2013, 16.20.55
60
@Arraya: secondo me un po hai ragione, sono sopravvalutati. Li ho visti la scorsa estate dal vivo. Spettacolo incredibile, tenuta del palco ottima ma..la musica..non so..a me un po annoia a tratti..metti una Lick it up..troppo sto ritornello ossessivo ripetuto troppe volte nella canzone. Secondo me in campo hard rock Deep Purple, Black Sabbath, Van Halen o Ac/dc mi paiono più coinvolgenti e completi... più "moderni" 30/40 anni dopo. Senti un Back in black e ti pare scritto se non proprio oggi , quasi. I Kiss suonano un po più vecchi (PER ME)
Roberto 81
Venerdì 8 Novembre 2013, 16.13.47
59
A me sto disco non dispiace! 4/5 pezzi mi paiono discreti. Chiaramente non è un album stile Kiss come uno si aspetta, però il voto 13 è troppo basso, è da fanboy deluso. Anch'io come Alex qui sotto ho iniziato ad apprezzare album che 10 anni fa avrei quasi disprezzato o ignorato per mancanza di ascolti e di cultura musicale adeguata. Tipo Native Tongue dei Poison per me oggi è spettacolare, Crack a smile mi piace, ottimo è Generation swine dei Motley e l'omonimo del 94. Secondo me mettere 13 a carnival of souls è come mettere 13 a Load o Reload dei metallica..non ci sta! Il punto è: è giusto giudicare l'album in sè oggettivamente o rispetto a quello che ci si aspetta dalla band guardando al proprio passato? Boh...
Alex
Giovedì 17 Ottobre 2013, 16.11.50
58
io sono un grande fan di sta band e all'inizio, un pò di tempo fa non apprezzavo questo lavoro, ma poi con gli anni e l'ascoltare molta musica, ho migliorato l'ascoltabilità e ho imparato ad assimilare meglio i suoni e il saper dare un giudizio ad un lavoro, se buono o cattivo e devo dire che questo album l'ho rivalutato ed è tutt'altro che scadente, anzi è fatto molto bene e rispecchia un rock alternativo decisamente fatto bene. Ho imparato anche ad apprezzare e ad ascoltare album come Unmasked e Music e non sono per niente male, quindi penso che apprezzare il coraggio di una band a provare qualcosa di nuovo e soprattutto a provare generi musicali e melodie che magari , che ne sappiamo piacciono ai membri della band. Saluti da Alex!
Arrraya
Mercoledì 25 Settembre 2013, 13.55.02
57
Non esprimo giudizi sull' album, alla fine ognuno lo può giudicare in base ai propri gusti, ma vorrei semplicemente porre la questione Kiss in un articolo a loro dedicato, perchè a me sinceramente da fastidio che si parli di marketing come qualcosa di negativo per altre band e ci si scorda della (per me) falsità di questa band da sempre è fin troppo sopravvalutata, da sempre una macchina per far soldi attraverso maschere, fumetti, bamboline, baracconate da circo ecc. Forse la band della vecchia guardia che non mi ha mai convinto, e non sono il solo per fortuna.
Frankiss
Mercoledì 25 Settembre 2013, 12.04.42
56
Galilee anche i tuoi giudizi nn hanno senso...ma questo è ormai un fatto assodato!!
Galilee
Mercoledì 25 Settembre 2013, 10.56.42
55
Quoto suocera, anche se penso che il disco non sia niente di che non capisco questa critica cosi esagerata. Il voto non ha senso, ma ormai ci ho fatto l'abitudine...
suocera
Mercoledì 25 Settembre 2013, 10.44.08
54
disco che troppi hanno "sentito" e troppo pochi hanno ascoltato. e' sicuramente figlio del periodo in cui e' stato composto, sicuramente come han sempre fatto anche stavolta i kiss hanno cercato di cavalcare la moda, anziche' crearla... pero' perche' altri dischi di cambiamento, come creatures ecc (figli della musica del momento) non vengono criticati? perche' spesso chi li ascolta ha magari delle preferenze musicali che gli permettono di digerire molto meglio quegli album, tutto qui. I kiss devono anzi si vogliono far identificare nel gruppo rock con la canzone carina da classifica, questo interessa oggi a Simmons e soci, schifano Elder (che e' il loro capolavoro), ripudiano dischi come Creatures (altra perla) in favore delle solite i was made, rock n roll, ecc.... Viene pero' per molti piu' facile assorbire i kiss "che fanno metal o glam" ai kiss "che fanno grunge. Se pero' non ci fermiamo al nome in copertina, ed ascoltiamo l album per gli effettivi contenuti musicali, troveremo grandi canzoni, un paio di passaggi avuoto, ma anche tanta tanta qualita'. Un disco a cui sono legato sentimentalmente, e' verissimo, ma allo stesso tempo penso che sia una delle prove piu' coraggiose, convincenti e concrete del bacio. ascolto unmasked e mi sento preso in giro, canzoncine da supermercato della musica, di facile presa per le masse, ascolto carnival e sento dei musicisti con le palle quadrate.
Joey 88
Giovedì 12 Settembre 2013, 20.28.39
53
Io lo preferisco comunque a Crazy nights e a Hot in the shade.
DP
Giovedì 5 Settembre 2013, 22.06.05
52
uncle gene fortunatamente sono solo opinioni, sempre personali e come tali vanno comunque rispettate. Io da vecchio amante e culture dei Kiss fin dai loro esordi mi sono sentito pienamente preso in giro da una robbaccia del genere. Mai e poi mai avrei pensato che scendessero cosi' in basso senza ritegno. Altri dischi del genere sprofonderebbero il genere rock nell ' oblio.
uncle gene
Sabato 20 Luglio 2013, 14.23.52
51
Sono fan dei Kiss dal 1978 e ti posso dire D.P. che non mi sento preso in giro.. Sono opinioni, solo opinioni.
D.P.
Sabato 13 Luglio 2013, 14.26.28
50
siete stati clementi, 13 in questo caso e' un voto ottimistico piu' portafortuna che un giudizio. D'accordo nessuno e' perfetto e capita anche nelle migliori famiglie di sbagliare e fare qualche passo falso ma qui si e' voluto esagerare alla grande. Come hanno potuto i Kiss (ripeto Kiss e non Gigi D'alessio) sfornare questa specie di album che dire album e' a sua volta un complimento ? Paul, Gene, cosa stavate pensando ? Ai dollaroni ? Il risultato e' una presa in giro per tutti i fans che vi assicuro sono qualche milione nel mondoe che vi piaccia o no vi danno da vivere. Rispettateli. Un consiglio : a volte e' meglio tacere e si fa' piu' bella figura. N.C. rock.
Frankiss
Lunedì 17 Giugno 2013, 20.14.31
49
Punti di vista...a parere mio questo Carnival nn può nemmeno lustrare le zeppe a The Elder....nemmeno lontanamente...
sentences
Lunedì 17 Giugno 2013, 20.11.34
48
Frankiss,che Paul e Gene non riconoscano l'album va bene...La direzione dopotutto fu presa da Bruce e Eric. Ma il giudizio più importante penso vada ai fan,e come la gente dopo un po' di tempo ha cominciato a capire che Music from the Elder era un capolavoro,sono sicuro che rivaluterà anche questo. Come detto,non è certo un capolavoro ma una "schifezza immonda" neanche..
Frankiss
Lunedì 17 Giugno 2013, 19.32.59
47
Sentences...anche io sono fan dei Kiss e dico dal 76..però bisogna esser sinceri quando si fanno le recensioni...basta leggere la genesi..ovvero come è nato l'album e come sono proseguite le registrazioni e le gestazioni da questa roba immonda a nome Carnival!! Nella rece qui sopra è tutto perfettamente spiegato...per capire che questo non è riconosciuto manco da Gene e Paul come un album dei Kiss!! Credo sia tutto dire...
sentences
Lunedì 17 Giugno 2013, 19.22.54
46
13? Ma siete matti? Ok,non sarà nello stile che i Kiss hanno sempre seguito,ma dare un voto così basso,questo è un'abominio. I will be there,Childhood's End,Rain sono molto belle,e dire che in I walk alone la voce è inesistente è falso! E' stato il primo pezzo di Bruce della sua entrata nella band,a a parere personale non penso sia malaccio. Forse le uniche che sono le peggiori,sono I confess e Hate,ma per il resto è fatto bene! E' quasi lo stesso discorso di "Music from the Elder",si sono staccati dal loro stile tradizionale e hanno voluto far qualcosa di nuovo e gli è riuscito alla perfezione,come testimonia anche questo album. Non dico che sia una meraviglia come i primi album (Rock n Roll Over,Kiss,Love Gun ecc..),ma 13 non glielo avrei mai dato. 60 o 50.
freedom
Sabato 27 Aprile 2013, 15.17.42
45
Non mi sono mai piaciuti i Kiss, e infatti questo è il loro unico disco che riesco ad ascoltare. Bello secondo me.
alifac
Giovedì 29 Novembre 2012, 17.06.36
44
A mio parere Frankiss (Grande!), purtroppo, ha ragione... è un disco fatto senza cura, uscito per sole esigenze contrattuali contando sul fatto che comunque ci sono fans (...IO!) disposti a comprare qualsiasi cosa purchè col logo dei KISS sopra... forse sarebbe stato meglio un "best-of" e considerando che i Nostri ne hanno sfornati davvero troppi, belli ed inutili, ho detto tutto!
Frankiss
Martedì 27 Novembre 2012, 14.54.00
43
Uncle gene..io sono tollerante e molto credimi..ma se inizi ad esprimere un giudizio su una recensione scrivendo letteralmente : "Veramente una recensione indecente e scandalosa...." allora mi sento chiamato in causa. E ritengo non a torto. Il parere personale di un recensore va accettato per ciò che è...esclusivamente un' impressione soggettiva, nessuno ha il dono dell'oggettività universale!!. Io ho solo espresso le mie sensazioni su un disco che non sento da Kiss ma sopratutto che gli stessi Gene Paul non considerano nemmeno come loro...(vedi commento 18). Potrei trincerarmi dietro il fatto che qualcuno mi indica come unoi maggiori esperti per quanto concerne i Kiss in questo paese, e non lo dico io, sia chiaro non sono così immodesto, invece non l'ho mai fatto, nemmeno per questo disco......Peace and Love a te...senza nessun rancore o astio...C-Ya!!
uncle gene
Domenica 25 Novembre 2012, 13.04.18
42
Io ho espresso una mia opinione su una tua recensione che non condivido. Ho usato alcuni dei tuoi termini come scandaloso e indecente per esprimere il mio dissenso, non intendevo offenderti. Con Carnival of souls ci sei andato troppo pesante, tutto qui. Il concetto è che devi essere più tollerante con chi non la pensa come te...Love and Peace
Frankiss
Sabato 24 Novembre 2012, 12.51.22
41
uncle gene---scandaloso e indecente sarai tu....compreso il concetto?
uncle gene
Venerdì 23 Novembre 2012, 18.48.25
40
Veramente una recensione indecente e scandalosa. Carnival of souls, può non piacere, ma sicuramente merita un voto migliore di Crazy nights e di Unmasked. Forse è meglio ascoltarlo bene senza tralasciare di dire che è un album sicuramente sperimentale, ma carico di energia e tecnicismi. Molte bands seguono all'infinto il proprio binario musicale (a volte fino alla noia), i Kiss possono anche deragliare, ma alla fine il loro prodotto rimane pur sempre buono.
vermente pessimo e Basta
Giovedì 18 Ottobre 2012, 10.41.23
39
che disco. volevo rivenderlo ma nessuno me l'ha comprato , mai, neanche a 2 euro
Theo
Domenica 14 Ottobre 2012, 16.26.46
38
lol 13... ahahah chissa che merda!
Mone
Martedì 28 Agosto 2012, 18.45.29
37
Voto esageratamente basso... Sia Carnival of Souls e Music from The Elder hanno un posto tutto per loro nella discografia dei KISS poichè diversi e sperimentali. Sono un grande fan e non me la sento di dare un voto negativo, perchè ci sono alcuni grandi pezzi che ovviamente non potranno (giustamente) mai avere spazio nelle scalette...
18052010
Mercoledì 1 Agosto 2012, 14.17.27
36
Per me invece non è niente male... Un po' fuori dalle corde dei KISS ma non è niente male...
Eugene
Giovedì 16 Febbraio 2012, 13.08.13
35
Premetto che ho da sempre una forte repulsione per il grunge, ma sono anche un fan del KISS e quindi ho più volte riascoltato questo disco (dopo il primo traumatico approccio). Ancora oggi sono interdetto, sicuramente non ha nulla a che fare con i KISS che conosciamo e che, anche nelle loro più perverse sperimentazioni, hanno sempre mantenuto delle peculiarità riconoscibili. In Carnival Of Souls non c'è proprio nulla, a mio avviso, che possa ricondurre ai KISS, ne nella musica ne tantomeno nei testi. Tutto questo accompagnato da una pessima produzione che penalizza fortemente il disco rendendendo non apprezzabile quello che eventualmente lo sarebbe stato. Sono d'accordo sul fatto che sia stato un bene accantonare questo disco per dedicarsi alla Reunion anche perché non oso immaginare che tipo di accoglienza avrebbe potuto ricevere, altro che Music From The Elder!
il vichingo
Lunedì 21 Novembre 2011, 17.53.41
34
Uao... non mi ero mai accorto di quest'album.... 13..... eh eh bellissimo il voto... ma poi perchè proprio 13?? 10-15??? Proprio 13??
allen11
Venerdì 7 Ottobre 2011, 21.49.56
33
A me piace, non c'entra un cazzo con i kiss ma a me piace
BILLOROCK fci.
Sabato 24 Settembre 2011, 10.40.26
32
13..... ??? ma cos è un accozzaglia di rumori ?!!
Hellblast
Martedì 23 Agosto 2011, 20.58.09
31
album pietoso
Kiss of the Demon
Lunedì 22 Agosto 2011, 17.17.52
30
che schifo di album!!! il peggiore in assoluto!!! Da riciclare.
volcanizer
Giovedì 4 Agosto 2011, 10.03.20
29
un disco diverso ma assolutamente dignitoso. suonato bene e con un sound potente e cristallino. è un disco di passaggio, non è un disco alla kiss ma jungle, rain e i'll be there spaccano di brutto. cento volte meglio di psycho circus, registrato con gente alla frutta, anzi al dessert!
Ace
Giovedì 21 Aprile 2011, 23.22.02
28
A mio parere resta un buonissimo album, che picchia forte, track come Rain, Master & Slave, Jungle a mio parere sono delle vere chicche e poi è incazzato, e questo mi piace molto, e una cosa sola, ma voi tutto questo grunge dove lo sentitie?? Io sento una batteria favolosa, un basso che predomina, e delle chitarre di pregevole fattura (cosa che ne grunge nn la trovi manco a pagare). Bho sarò strano io...
Ace
Giovedì 21 Aprile 2011, 23.22.01
27
A mio parere resta un buonissimo album, che picchia forte, track come Rain, Master & Slave, Jungle a mio parere sono delle vere chicche e poi è incazzato, e questo mi piace molto, e una cosa sola, ma voi tutto questo grunge dove lo sentitie?? Io sento una batteria favolosa, un basso che predomina, e delle chitarre di pregevole fattura (cosa che ne grunge nn la trovi manco a pagare). Bho sarò strano io...
Mauro
Giovedì 7 Aprile 2011, 18.33.16
26
A me piace, ammetto di averlo comprato (sì, comprato) questo mese e non lo trovo affatto male....oggi. Non ci sono le hit solite alla Kiss, ma dimostra che sono in grado di suonare anche qualcosa di diverso. Bella prestazione dei 4, specialmente le tracce di basso e batteria.
Mircio
Giovedì 7 Aprile 2011, 12.45.56
25
Non capisco tutto questo rigetto per quest'album.... Sec me è un buon album grazie ai suoni cupi ch lo caratterizzano.. E poi vogliamo parlare degli assoli di Bruce??? A mio parere meglio questo che "Crazy Nights".
F
Mercoledì 23 Febbraio 2011, 17.15.31
24
Cacchius!! L'ho ascoltato... meglio sarebbe stato un cazzotto nello stomaco... A pensare che è il gruppo che ha fatto pezzi come "Detroit rock city" o "love gun" o tanti altri credo che neppure ci sia da crederci. Meglio comprarsi una pizza. Ciao.
marcodales
Sabato 8 Gennaio 2011, 4.15.21
23
concordo con Pablo.
blackie
Sabato 20 Novembre 2010, 0.11.37
22
ho vissuto quel periodo...ringrazio dio che passo come un in piu perche usci lo spettacolare psico circus che catalizzo l attenzione di tutti.carnival e semplicwemente una merdata un accozzaglia di song inutili e senza senso...dawero brutto....
hellvis
Lunedì 15 Novembre 2010, 9.46.26
21
L'avevo comperato per 1 $ in USA dai miei parenti. L'ho ascoltato 4 volte e rivenduto in Italia per 5 euro!!! Ah si, è orrendo.
janko
Lunedì 24 Maggio 2010, 9.21.56
20
Il peggior album dei Kiss, una vera merdaccia.
AdemaFilth
Giovedì 15 Aprile 2010, 19.31.01
19
Per me l'unica che "si salva" è I Will Be There. Per lo meno ha la parvenza di essere una canzone.
frankiss
Venerdì 9 Aprile 2010, 13.59.17
18
per grewon....si possono perdonare tutti i palsi falsi compiuti, ci mancherebbe..solo che questo album è una pura speculazione unita a mancanza di idee e alla pubblicazione solo per rispettare un contratto discografico....pensa che gli stessi Kiss non riconoscono nemmeno questo disco come un loro lavoro..detto tutto no?
Grewon
Sabato 3 Aprile 2010, 12.08.05
17
Si appunto, fosse stato un disco degli Alice In Chains avrebbe ricevuto un voto più alto, perché quello è il loro genere di appartenenza, e comunque loro lo avrebbero realizzato molto meglio. Ma i Kiss si vede lontano un miglio che non si trovano a loro agio con questo sound... Comunque 13 è poco... io gli dò 55. E poi, dopo una carriera di disconi come quella dei Kiss, un piccolo passo falso possiamo pure perdonarglielo no?
jemes
Domenica 7 Marzo 2010, 20.30.10
16
ahahah 13 questo deve essere il voto più basso mai dato in questo sito
ace360
Lunedì 21 Dicembre 2009, 10.20.18
15
Sto album è una merda, però io qualcosa la salverei. Childhood' s end ha me piace molto per il bel riff iniziale e il fatto che forse è la più allegra dell'album; io salverei anche il ritornello di jungle che per me è fantastico ed infine salverei il riff iniziale di master e slave che poteva essere un potenziale capolavoro.
David Shake
Venerdì 18 Dicembre 2009, 11.08.27
14
Sicuramente un disco non alla "Kiss" ( anche se sappiamo bene che loro hanno sempre seguito le mode ) e abbastanza poco ispirato ... però 13 è esagerato.. forse è più frutto della comprensibile delusione di un Kiss Fans che di una reale valutazione .... il mio voto è 50 .. Eric Singer è fantastico !! I pezzi di Simmons sono sicuramente i migliori... delude invece Paul ... troppo in ombra in un disco così scuro !!!! scusate il gioco di parole ah ah ah
janko
Giovedì 17 Dicembre 2009, 15.05.36
13
Sicuramente un voto meritato. Il peggior album dei Kiss! Inascoltabile!!
pablo
Mercoledì 16 Dicembre 2009, 10.16.18
12
sicuramente non un bel album ma 13 mi sembra esagerato! Unmasked ( immondizia pura )non merita un voto più alto. Di Carnival salverei almeno le parti di batteria del grandissimo Singer!! voto mio 40 ( se il metro di giudizio è Unmasked )
taipan
Mercoledì 16 Dicembre 2009, 1.31.13
11
hm is the law
Giovedì 10 Dicembre 2009, 22.45.27
10
Minchia 13! Uno schiaffo in faccia! Il disco non lo conosco e ne starò ben alla larga!
jemini
Giovedì 10 Dicembre 2009, 15.10.10
9
terrificante....veramente una merda
NoRemorse
Mercoledì 9 Dicembre 2009, 0.33.31
8
13 meritatissimo...un abominio!!!!!!
metal4ever
Domenica 6 Dicembre 2009, 21.50.26
7
Chissà che schifo d'album dev'esse....
un fan
Domenica 6 Dicembre 2009, 20.38.25
6
Ho capito: hanno fatto 13 al Totocalcio!!!!!!!
Raven
Domenica 6 Dicembre 2009, 20.15.32
5
Caspita, credo sia il voto più basso mia assegnato in assoluto in questo sito, ricordo solo un 20, se non erro.
Hellion
Domenica 6 Dicembre 2009, 16.41.29
4
...13?...ma è così una merda?...che bastonata!
Black27
Domenica 6 Dicembre 2009, 14.41.01
3
azz....manco questo l'ho mai ascoltato, e mi sta venendo paura a farlo....
AdemaFilth
Domenica 6 Dicembre 2009, 13.26.45
2
Che vergogna...
Khaine
Domenica 6 Dicembre 2009, 11.39.14
1
Credo che non lo comprerò però mi regalo Alive!
INFORMAZIONI
1997
Mercury Records
Rock
Tracklist
1. Hate
2. Rain
3. Master & Slave
4. Childhood's End
5. I Will Be There
6. Jungle
7. In My Head
8. It Never Goes Away
9. Seduction of the Innocent
10. I Confess
11. In the Mirror
12. I Walk Alone
Line Up
Gene Simmons - Bass and Voice
Paul Stanley - Guitar and Voice
Bruce Kulick - Lead Guitar and Voice
Eric Singer - Drums and Voice
 
RECENSIONI
90
90
75
80
13
98
70
96
55
70
80
75
80
90
50
99
97
35
95
80
90
97
95
60
95
90
80
100
80
85
60
ARTICOLI
20/05/2017
Live Report
KISS + RAVENEYE
Pala Alpitour, Torino, 15/05/2017
17/02/2016
Articolo
IN TOUR CON I KISS
Le storie on the road della Original KISS KREW - 1974-1976
17/06/2015
Live Report
KISS + THE DEAD DAISIES
Arena di Verona, 11/06/2015
26/03/2014
Articolo
NOTHIN` TO LOSE - LA NASCITA DEI KISS 1972-75
La recensione
23/06/2013
Live Report
KISS + RIVAL SONS
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/06/2013
13/02/2013
Articolo
KISS
'Welcome to the Show' - La recensione della biografia
24/09/2011
Articolo
KISS
Le Maschere del Rock - la recensione
28/11/2010
Articolo
KISS
Kiss & Lick: la biografia non autorizzata
23/05/2010
Live Report
KISS + TAKING DAWN
Forum di Assago, Milano, 18/05/2010
31/07/2008
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Datchforum, Assago (MI), 24/06/2008
13/05/08
Live Report
KISS + CINDER ROAD
Arena, Verona, 13/05/2008
22/02/07
Intervista
MESSIAH'S KISS
Parla la band
30/10/2004
Live Report
NECRODEATH + KISS OF DEATH + DISEASE
Alpheus, Roma, 10/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]