Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

CONCERTI

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Dark Funeral - De Profundis Clamavi Ad Te Domine
( 3596 letture )
Ah la primavera…il tepore del sole, le belle giornate, il saltare le lezioni per andare a sdraiarsi nel parco dell’università e, con qualche speziato, guardare le ragazze… proprio il periodo adatto per un disco dei Dark Funeral. Non ho mai amato molto i live album, ma i Nostri riescono nell’impresa di conquistare la mia stima (live). Complice anche la produzione, non cristallina ma comunque più che buona per un disco dal vivo e soprattutto per un gruppo black old school. Una delle loro migliori peculiarità: dopo anni di carriera senza grandi evoluzioni di suono e rimanendo più o meno fedeli alla oscura fiamma nera (!), scelgono di affidarsi a tal Tommy Tatgren per il loro ultimo lavoro da studio Diabolis Interium, sfornando così un ottimo disco, dalla potente produzione e da grandi canzoni come le qui riproposte An Apprentice of Satan o The Arrival of Satan’s Empire. L’hanno registrato durante il tour in Sud America dicono, ma le uniche prove sono qualche “muchas gracias” qua e là. E questo, nella mia opinione, è un difetto, perché anche se i Dark Funeral sono una band black metal e devono rispettare alcuni stereotipi del genere, non si sono lasciati sfuggire alcuna effusione col pubblico e men che meno siparietti che rendono un concerto veramente memorabile. Solamente, appunto, qualche parola per tutta l’ora che compone il CD. Ma esaminando la portata principale, e non gli intingoli, che sarebbero le canzoni, si rimane piuttosto soddisfatti, grazie la indiscutibile capacità tecnica (soprattutto del batterista Matte Modin, già con Defleshed e NonExist) e le buone composizione dei nostri. Certo, i fruitori di quest’opera saranno soprattutto i fans del gruppo, non essendoci un motivo che possa affascinare i detrattori del genere. Con la coerenza e qualche (mai?) obsoleto cliché Lord Ahriman e soci sono riusciti a ritagliarsi un posto nella scena metal, fino alla “coronazione” della loro ormai ultradecennale carriera con un live album, traguardo più che rispettabile, e non danno segni di cedimento. Un plauso ai Dark Funeral.


VOTO RECENSORE
73
VOTO LETTORI
64.50 su 81 voti [ VOTA]
manaroth85
Giovedì 13 Dicembre 2012, 23.33.59
2
grande live, concordo con la recensione
samu
Sabato 13 Dicembre 2008, 23.48.53
1
veramente ottimo album....suoni spettacolari...la mia canzone preferita è "vobiscum satanas"....è incredibile....
INFORMAZIONI
2004
Regain records
Black
Tracklist
1. Intro
2. The Arrival Of Satan’s Empire
3. An Apprentice Of Satan
4. The Dawn No More Rises
5. Thy Legions Come
6. Hail Murder
7. Goddess Of Sodomy
8. The Secrets Of The Black Arts
9. Vobiscum Satanas
10. Shadows Over Transylvania
11. Open The Gates
12. Ineffable Kings Of Darkness
13. Thus I Have Spoken
14. My Dark Desires
15. Armageddon Finally Comes
Line Up
Emperor Magus Caligula (Masse Broberg) - Bass, vocals
Lord Ahriman - Guitars
Bo Karlsson - Guitars
Matte Modin - Drums
 
RECENSIONI
91
75
73
85
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]