Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
TERRA ATLANTICA
Age Of Steam

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

CONCERTI

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/09/20
DOMINE + AEHTER VOID + CHAOS FACTORY
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

12/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

Bloodbound - Tabula Rasa
( 2680 letture )
Tabula Rasa è il terzo album degli svedesi Bloodbound. Se è vero che il terzo album segna un'importante tappa nella carriera di una band, questo lo è ancor di più per il gruppo dei fratelli Olsson. Dopo due album più che buoni Nosferatu (2006) e Book Of The Dead -con Michael Bormman dietro al microfono (Jaded Heart, Bonfire)- del 2007, i nostri tornano sotto i riflettori con questo nuovo platter rivelatosi molto interessante per il sottoscritto. I Bloodbound hanno avuto il coraggio di osare; non parliamo certo di rivoluzioni di copernicana memoria, però non hanno registrato un disco sulla scia dei due precedenti che gli avevano consentito d'imbarcarsi in tour con diversi nomi grossi del panorama mondiale con la relativa esposizione mediatica (Arch Enemy, Dark Tranquillity, Evergrey e opener per gli Hammerfall per ben due volte).

Fondamentale il ritorno in line up di Urban Breed (ex Tad Morose) per dare vita al nuovo album. Ma com'è Tabula Rasa vi starete chiedendo? È senza ombra di dubbio un album power ma che -come detto- si discosta -e lo fa con buoni risultati- dai due dischi precedenti. Non che questi album fossero di scarso valore, anzi, tutt'altro, però mi sento di premiare anche il coraggio dei Bloodbound che con Tabula Rasa hanno provato a diversificare la loro proposta senza stravolgerla. In sostanza, hanno lasciato il tipico sound power sulla scia dei primi Hammerfall per intraprendere un sound più personale e che in più di qualche occasione si avvicina -con la dovuta cautela- al death metal melodico scandinavo di stampo In Flames, almeno per quanto concerne l'aspetto strumentale. Ad impreziosire la loro proposta ci pensa l'esperienza e la voce di Urban Breed autore di un'ottima prova.

L'opener Sweet Dreams Of Madness contiene tutti gli elementi che ho citato in precedenza e li sviluppa in maniera sì aggressiva ma senza perdere mai d'occhio la melodia, trait d'union del disco. Senza voler snocciolare track by track il platter -spero vivamente che avrete tempo e voglia di farlo voi- non posso però esimermi dal portare alla vostra attenzione almeno un altro paio di pezzi che spiccano più di altri, che in ogni caso si assestano su standard qualitativi di tutto rispetto. Tabula Rasa e Tabula Rasa Pt.II (Nothing At All) rappresentano senza dubbio le vette più alte del disco; così come gli altri highlight Master Of My Dreams e la fulmicotonica Twisted Kind Of Fate.

In conclusione, apprezzavo già i Bloodbound per il lavoro dei due primi album, ma con questo Tabula Rasa -pur perdendo in pathos ed epicità, ma guadagnando sul fronte dell'immediatezza- mi hanno davvero convinto a promuoverli nell'universo dei nomi che contano.



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
45.56 su 30 voti [ VOTA]
Rob
Mercoledì 16 Dicembre 2009, 21.30.18
2
Chiaramente pafum poi subentrano i gusti delle singole persone, però già tentare qualche soluzione nuova nel power è già un merito...
pafum
Mercoledì 16 Dicembre 2009, 11.53.56
1
per gli amanti del power è sicuramente un ottimo disco e mi trovo d'accordo con la recensione quando parla di come si discosta dai primi dischi. Anche se devo dire che il primo cd (Nosferatu) lo continuo a preferire!
INFORMAZIONI
2009
Blistering Records
Power
Tracklist
01. Sweet Dreams Of Madness
02. Dominion 5
03. Take One
04. Tabula Rasa
05. Night Touches You
06. Tabula Rasa Pt.II (Nothing At All)
07. Plague Doctor
08. Master Of My Dreams
09. Twisted Kind Of Fate
10. All Right Reserved
Line Up
Urban Breed - vocals
Tomas Olsson - guitar
Henrik Olsson - guitar
Johan Sohlberg - bass
Pelle Åkerlind - drums
Fredik Bergh - keyboards

www.bloodbound.se
www.myspace.com/bloodboundonline
 
RECENSIONI
55
89
77
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]