Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Destrage
The Chosen One
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/06/19
BLOODY HAMMERS
The Summoning

26/06/19
H.E.A.T
Live at Sweden Rock Festival

26/06/19
ROB MORATTI
Renaissance

27/06/19
ORDER OF THE EBON HAND
VII: The Chariot

28/06/19
HOLY TIDE
Aquila

28/06/19
TURILLI/LIONE RHAPSODY
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)

28/06/19
HE IS LEGEND
White Bat

28/06/19
DREAMS IN FRAGMENTS
Reflections Of A Nightmare

28/06/19
DENIAL OF GOD
The Shapeless Mass

28/06/19
VICTIMS
The Horse And Sparrow Theory

CONCERTI

25/06/19
LACUNA COIL + DAWN OF MEMORIES
PARK NORD STADIO EUGANEO - PADOVA

25/06/19
FLOGGING MOLLY + DESCENDENTS
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

25/06/19
CANNIBAL CORPSE + SADIST
Parma Music Park c/o Villa del Fulcino - Parma

27/06/19
SLIPKNOT + AMON AMARTH + TESTAMENT + TRIVIUM + LACUNA COIL + ELUVEITIE + GUESTS TBA
ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

27/06/19
ELUVEITIE
SONIC PARK - BOLOGNA

27/06/19
KADAVAR (GER) + THE OBSESSED + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

29/06/19
GODS OF MEL
LOCALITA' PIAN DEL TORO - MEL (BL)

29/06/19
SABOTAGE
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FIRENZE)

29/06/19
STRANA OFFICINA + RANCHO BIZZARRO
PARCO FERRI - VAIANO (PO)

02/07/19
KISS
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

Shrinebuilder - Shrinebuilder
( 4343 letture )
A prescindere dai vostri gusti musicali, dal peso che date allo “stile” ed al giudizio finale che vi creerete, cercate di avvicinarvi a questo nuovo progetto con il massimo rispetto, perché chi sta suonando per le vostre orecchie ha lasciato importanti solchi nella storia dello stoner, doom e sludge metal.

Gli Shrinebuilder, prodotti dalla casa discografica Neurot Recordings, sono composti nientemeno dalla voce/chitarra Scott “Wino” Weinrich, “corresponsabile” della nascita di varie formazioni qualitativamente eccelse tra le quali The Hidden Hand e The Obsessed, dalla seconda chitarra/voce Scott Kelly dei Neurosis, dal basso/voce Al Cisneros dei raffinati Om e Sleep e per finire dal batterista Dale Crover dei monumentali Melvins ... non so se vi rendete conto della sacralità di certi musicisti.
E sappiate anche che ascoltando l’album non scivolerete all'interno di un mondo d'innovazione, perché gli Shrinebuilder hanno cercato di fondere la “tradizione stilistica” con gli individualismi che hanno reso grandi i suoi componenti, realizzando un'opera contrappesata alla perfezione.
Scommetto qualsiasi cosa in mio possesso sul sicuro successo della band e sulla abbondante vendita dell'album, dato che gli amanti del “pesante” i dischi li comprano ancora, quale unica fetta di mondo che continua a sostenere l'arte della musica.

Gli Shrinebuilder sono andati a botta sicura, sono riusciti ad amalgamare le basse velocità ritmiche, il groove psichedelico e le sonorità dello stoner con le atmosfere sporche e malsane dello sludge e le tonalità scure ed occulte del doom.
L'omonimo Shrinebuilder è composto da 5 tracks… si comincia con Solar Benediction un pezzo fortemente sludge che fa montare ancora di più l'emozione del primo ascolto con una potenza viscerale trascinante, per poi dissolversi in atmosfere surreali costruite con un'eleganza disarmante.
Segue Pyramid Of The Moon che mantiene la morbidezza lasciata da Solar Benediction arricchendo questo bocconcino con le sonorità tanto care agli Sleep e Om di Al Cisneros, inasprito da riffs di chitarra dalla grana grossa che vanno ad incrinare l'atmosfera "depressa" d'apertura.
Blind For All To See, dal ritmo cadenzato e sinusoidale, è il brano che fa emergere le sonorità opache e nere, mentre The Architect è solido ed emotivamente carico, tanto da aver avuto il potere di gonfiare il mio ego facendomi credere d'essere riuscito a conquistare una battaglia mai combattuta: mi sono sentito potente, soddisfatto, ma l'album non poteva chiudere in maniera migliore, Siecne Of Anger c'è, c'è e basta!
Una traccia gonfia, ricca, sonorità perfette, eretta con la massima cura; non sono riuscito a tenere gli occhi aperti mentre l'ascoltavo: le palpebre sono scivolate lentamente verso il basso serrando lo sguardo, consegnandomi 9 minuti e 25 secondi di perfezione con un Wino puro e cristallino -come sempre un cavallo bianco in mezzo ad una mandria di neri- che ha la forza di spalancarti la bocca senza usare le mani.

Shrinebuilder è seriamente emozionante. Un album che vale veramente la pena di comprare; un album per i fedeli alla linea.
Ascoltatelo, riascoltatelo e continuate ad ascoltarlo ancora… vi soddisferà sempre di più.
Fatelo entrare nei geni così da poter trasmettere ai vostri successori l'anima della grande musica.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
75.80 su 83 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Domenica 7 Febbraio 2016, 18.06.49
11
Magmatico. Album bellissimo 85
costantino
Domenica 30 Ottobre 2011, 18.51.59
10
gran bel dischetto , grande wino .... voto 95
Ascarioth
Lunedì 29 Agosto 2011, 19.25.45
9
Per ora mi riservo di votare, lo sto ascoltando da pochissimo, ma a primo impatto sembra davvero una figata!
il leccese90
Venerdì 24 Settembre 2010, 19.07.49
8
ma che cazzo mangia wino?ma è possibile?quest'uomo dopo trent'anni fa ancora capolavori!grazie wino,dopo tanti dischi e tante band riesci ancora a emozionarci..GRAZIE!
Ubik
Domenica 4 Aprile 2010, 18.32.29
7
mamma mia da paura uno dei + bei dischi che ho mai ascoltato
Bone Pumpkin
Sabato 30 Gennaio 2010, 14.02.50
6
@Massa of Puppets: ) ... grazie di cuore a te, grazie per aver letto ed ascoltato questo capolaoro, grazie per aver lasciato il post ... se non ti farai rivedere ti verrò a cercare )
Massa of Puppets
Sabato 16 Gennaio 2010, 20.45.01
5
Grazie Bone Pumpkin per aver recensito questo disco! Mi hai fatto scoprire un nuovo orizzonte del metal che non sapevo di apprezzare così tanto. Grazie ancora
Sargon94
Lunedì 11 Gennaio 2010, 21.42.33
4
Bellissimo questo disco!Deve essere mio subito!
Bone Pumpkin
Giovedì 7 Gennaio 2010, 13.12.22
3
Avete ragione entrambi, e' un disco eccezionale, degno di essere comprato e di essere ascoltato per decine e decine di volte ... il piacere sale ogni volta che si riparte dalla prima traccia, si riescono ad assaporare delle sonorita' che al primo impatto sfuggono! a presto
Ghenes
Mercoledì 6 Gennaio 2010, 23.50.02
2
disco che è cresciuto con gli ascolti.gran disco e la recensione rende molto l'idea complimenti.
tribal axis
Mercoledì 6 Gennaio 2010, 20.39.38
1
dio santo che super discone... bellissimo, eccezionale... uno dei pochi supergruppi che vale la pena veramente di seguire... voto:100
INFORMAZIONI
2009
Neurot Recordings
Doom
Tracklist
1. Solar Benediction
2. Pyramid Of The Moon
3. Blind For All To See
4. The Architect
5. Science Of Anger
Line Up
Scott "Wino" Weinrich - Guitar, Vocals
Scott Kelly - Guitar, Vocals
Al Cisneros - Bass, Vocals
Dale Crover - Drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]