Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band
Clicca per ingrandire
Steve Lee
Clicca per ingrandire
Leo Leoni
Clicca per ingrandire
Freddy Scherer
Clicca per ingrandire
Marcus Lynn
Clicca per ingrandire
Hena Habegger
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/03/17
KATHAROS
Exuvian Heraldry

01/03/17
CRYPTIC BROOD
Brain Eater

01/03/17
MADNESS OF SORROW
N.W.O. - The Beginning

03/03/17
LIGHT OF THE MORNING STAR
Nocta

03/03/17
DISHARMONY
Goddamn the Sun

03/03/17
MOTHERSLOTH
Moon Omen

03/03/17
SAURON
The Baltic Fog (vinile)

03/03/17
WOLFHEART
Tyhjyys

03/03/17
ANCARA
Garden of Chains

03/03/17
WITHIN THE RUINS
Halfway Human

CONCERTI

03/03/17
HOUR OF PENANCE
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/03/17
SYMPHONIC METAL NIGHT
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

04/03/17
DEATHLESS LEGACY + guest TBA
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

04/03/17
SCUORN + SELVANS + PARODOS
FONDI DI BAIA - BACOLI (NA)

04/03/17
AMASSADO + KEEP THE PROMISE + STONEDRIFT
EKIDNA - CARPI (MO)

04/03/17
ARCANA OPERA
HELLS ANGELS MC - VICENZA

04/03/17
RIUL DOAMNEI + APOCRYPHAL
SOTTOSOPRA PUB - TREGNANO (VR)

09/03/17
ASKING ALEXANDRIA + THE WORD ALIVE + SILENT SCREAMS
ALCATRAZ - MILANO

09/03/17
ROTTING CHRIST + guests
DEMODE CLUB - BARI

10/03/17
NECRODEATH + ALEPH
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

Gotthard - Need to Believe
( 5277 letture )
LA CLASSE NON È ACQUA
Questo detto è senza dubbio uno dei più abusati -almeno dalle mie parti- per indicare la qualità di un prodotto o le qualità di una persona. È da quando ho iniziato ad ascoltare Need To Believe -decimo album in studio dei Gotthard- che mi balena in mente. Per la cronaca, l'album è uscito da qualche mese, ma che ci volete fare, ho trovato il tempo di recensirlo solo ora. Poco male però, perché gli innumerevoli ascolti mi hanno dato la possibilità di formulare un giudizio ragionato e senza il pericolo d'incappare in facili entusiasmi dopo i primi ascolti. Comunque, tornando a noi, anzi, ai Gotthard, non si può che essere contenti dello stato di ottima salute di cui gode la band dal 2005 in avanti. Cinque anni fa si sono riportati alla ribalta continentale con il connubio col colosso Nuclear Blast che è sfociato -nello stesso anno- nella pubblicazione di Lip Service, vero e proprio album della rinascita -almeno sotto il profilo del successo- per i Gotthard. Domino Effect (2007) aveva rafforzato la schiera di fans del gruppo svizzero, pur essendo un album meno diretto e solare del precedente. Forse il battage pubblicitario della Nuclear Blast è servito anche un po' a sdoganarli, in fondo, la Svizzera ci viene in mente per la cioccolata, le mucche e le montagne, non certo per l'hard rock. Precisi come un orologio svizzero (oh mio Dio non posso credere di aver scritto una cosa del genere!), la band svizzera (sto peggiorando la situazione...) giunge alla pubblicazione del nuovo platter dopo due anni dal precedente.

Insomma, com'è questo Need To Believe? Ottimo. Lo dico senza esitazione. Fidatevi, Need To Believe è la sintesi -quasi- perfetta dei due lavori precedenti. Il 2009 appena trascorso ci ha consegnato una band in forma smagliante. Al solito, chi non apprezzava la musica dei Gotthard continuerà a pensare la stessa cosa -anche perché sostanzialmente la proposta non cambia-; così come chi li adorava troverà altra buona musica con cui deliziarsi. Come appena detto, questo album non sposterà i giudizi dei detrattori, né tantomeno gli equilibri dell'hard rock, però i Gotthard riescono a centrare l'obiettivo ancora una volta, consegnandoci un album vincente e convincente. Il suono è perfettamente bilanciato tra potenza e melodia, e scaturisce da una produzione di primordine. Da elogiare su tutti le due performance -ma anche questa infondo non è una novità- di quella vecchia volpe di Steve Lee (è uno dei miei preferiti in questo genere), e un Leo Leoni -ancora una volta- dotato di una verve compositiva come pochi. Ma è comunque tutta la band a regger botta anche in questo disco. Proprio come Need To Believe, che si lascia apprezzare per intero senza far registrare cali d'ispirazione notevoli. È incredibile come si riesca ad ascoltarlo così facilmente, ma soprattutto come riesca a non cedere il passo al tempo dopo un paio di mesi.

Pur non avendo l'intenzione di vivisezionare l'album, devo necessariamente segnalarvi qualche pezzo. La tripletta iniziale è davvero ottima, con la zeppeliniana Shangri-La e la title track (la migliore) in evidenza. Non mancano nemmeno le celeberrime ballads made in Switzerland (ancora?!) come Don't Let Me Down, semplice e commovente, oppure la conclusiva Tears to Cry, un vero e proprio crescendo di emozioni; come non mancano all'appello le schitarrate rabbiose e graffianti, riversate senza badare a spese in I Don't Mind e Rebel Soul giusto per citarne un paio.

Insomma i Gotthard targati 2009 possono guardare molti -ma proprio molti- gruppi dall'alto. Di per sé, arrivare al decimo album significa aver fatto tanta strada, e spesso i Gotthard hanno raccolto -ingiustamente- meno rispetto a quello che meritavano, ma arrivare al decimo album e incidere uno dei migliori dischi della tua carriera non può che farmi pensare una cosa: la classe non è acqua.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
49.59 su 27 voti [ VOTA]
hellraiser
Giovedì 18 Febbraio 2010, 10.41.18
27
Beh, io, da fan dei gotthard (canto in un tributo loro, i Mountain Mama), parlo in merito all'album. Sono d'accordo: l'album è fatto bene... però... C'è sempre un però quando si parla dei gotthard. Purtroppo queste sonorità cupe e molto heavy rimandano inevitabilmente a "GOOD TO BE BAD" degli Whitesnake (album che adoro): BREAK AWAY è praticamente BEST YEARS, appunto, degli Whitesnake. Certo, c'è Shangrillah e le belle ballad, c'è Unspoken words ecc. Però, ripeto, pur essendo un bell'album, è qualcosa di già sentito. E, da fan della prima ora dei G. e da nostalgico di pezzi come MOUNTAIN MAMA, RIDE ON, MEAN STREET ROCKET, non posso che rimanere con l'amaro in bocca per la perdita di originalità che da OPEN (ma anche G POINT) è una costante della band d'oltralpe. Che dire? Se quest'album fosse uscito nell'inverno 2008 sarebbe stato davvero MAGNIFICO. Oggi è solo un bell'album che ascolto volentieri, ma se voglio roba seria metto su DIAL HARD o GOTTHARD. Saluti a tutti
Fiorenero72
Lunedì 15 Febbraio 2010, 17.51.09
26
..scusate l'intromissione, ma... state facendo il "suo" gioco. Se volete un consiglio, lasciate perdere 'sta gente nei propri vaniloqui e continuate invece a sfornare ottime recensioni come questa! @§---
Khaine
Sabato 30 Gennaio 2010, 10.00.11
25
Alessio
Sabato 30 Gennaio 2010, 9.03.24
24
Oh, ma ce l'hai una vita al di fuori del sito???? Non ho detto niente, ho solo notato il ritardo della recensione! Ne state facendo un caso nazionale, bell'attacco ad un vostro lettore che si permette di far notare una cosa! Esagerati, fuori luogo, inutilmente provocatori, prolissi. Fatela finita, non intendevo tirarla così a lungo. Uscite, ogni tanto.
Khaine
Giovedì 28 Gennaio 2010, 19.55.21
23
E per la cronaca, anche io leggo altri siti metal oltre a questo (e così credo i miei colleghi). Non lo sapevi che anche noi redattori siamo persone normali?
Khaine
Giovedì 28 Gennaio 2010, 19.54.09
22
@Alessio: hai scatenato un putiferio nel momento in cui ci hai accusato di poca professionalità e di amatorialità, nonchè innanzitutto di "aver bisogno di pilloline per il nostro ego" comunque non importa. Anche se dai l'impressione di essere uno che rosica moltissimo quando gli si fa una critica, sei il benvenuto.
Max
Giovedì 28 Gennaio 2010, 19.39.43
21
Letta la recensione, ascoltate le canzoni "in giro", comprato il cd. Veramente bello!! concordo anche col voto finale, a differenza di quel "misero" 71 affibbiato a Lipservice (che ascolto tutt'ora, oramai avrò consumato il cd).
Renaz
Mercoledì 27 Gennaio 2010, 15.08.13
20
Non ho mai detto che dovresti leggere solo noi, ANZI è sicuramente meglio leggere più fonti, per avere un quadro completo e confrontare notizie e recensioni. Ho solo detto che non è bello essere trattati come un numero, visto che noi non facciamo altrettanto con te... Metallized ha la sua politica, e non va messa in confronto con le altre: ognuno ragiona ed agisce per sè.
Alessio
Mercoledì 27 Gennaio 2010, 14.44.57
19
... cioè voi siete ancora convinti che chi legge voi legge SOLO voi, come se foste la rivista metal che il 15enne ama alla follia? Non lo sapete che siamo nel 2010, e la gente legge 5-6 siti, quelli che trova piacevoli? Avete bisiogno di lettori "in esclusiva"??? Mi sa che siete un pò degli amatori del settore... Tant'è, trovavo (e trovo) il vostro sito piacevole da leggere, come TANTI ALTRI che leggo regolarmente. E ripeto: mi sono limitato a far notare che il disco era uscito molto tempo addietro, non avrei mai voluto scatenare sto putiferio. Mi sembra un pelino esagerato, tutto questo.
Renaz
Martedì 26 Gennaio 2010, 14.20.32
18
Alessio, se davvero "ti dispiacesse molto" non leggerci più, come dici tu, non avresti esordito dicendo "leggendo tanti siti come il vostro, mi è sembrato poco professionale (...)". Mi dispiace, ma sei tu dicendo questo ad averci trattato come un numero, mentre noi ci prodighiamo sempre di trattare i lettori come persone... sei stato tu per primo a farci i conti in tasca, non dimentichiamolo. E mi fermo qui perchè odio che sembri che facciamo comunella per aver ragione a tutti i costi.
Khaine
Martedì 26 Gennaio 2010, 14.12.11
17
Alessio, per cortesia... per piacere, non dire "credo che abbiate perso un lettore" come se noi trattassimo i lettori alla stregua di clienti. Metallized è un sito fatto di appassionati che dedicano impegno ed energia per costruire qualcosa di bello: per noi i lettori non sono numeri ma PERSONE con cui interfacciarci. A dirla tutta piuttosto che sentirmi tacciato di poca professionalità per aver recensito un album con svariati mesi di ritardo preferisco non leggere nessun commento e basta... anche perchè questo genere di operazione non ha nulla a che vedere con la qualità del disco o del testo: è solo una critica gratuita, SOPRATTUTTO alla luce del fatto che da noi capita molto raramente questo genere di situazione.
Alessio
Martedì 26 Gennaio 2010, 13.52.50
16
Ragionando col discorso del tempismo allora cosa dovremmo dire delle recensioni dei dischi passati o dei classici? Che sono recensioni del passato o di classici, dunque che sono slegati dalle tempistiche del mercato! Se mi voglio comprare Number of the Beast, non mi serve leggere una rece del 1982! Mi pare che se tu prendi i Gotthard, ossia una band molto in vista, per criticare il nostro operato, forse io posso pensare che sotto c'è qualcos'altro e che tu non sia semplicemente un lettore/utente... mi pare che tu lo faccia apposta per screditare il nostro GRATUITO e sudato lavoro, o no? Cosa sarebbero queste basse insinuazioni? Vi ho appena fatto notare che il disco era uscito tempo fa, e da lì ttutta sta sfilza di velati attacchi, ipotesi machiavelliche, piani segreti da sventare! Ehi, mi sono limitato a dire che era uscito tempo fa! Di certo non mi aspettavo di venir attaccato, e di finire protagonista in chissà quale piano diabolico per screditarvi o mettervi i bastoni tra le ruote... sono basito... Credo che abbiate perso un lettore, so che la cosa non vi interessa, ma a me dispiace molto....
AngelSlayer
Lunedì 25 Gennaio 2010, 21.21.13
15
Di nulla! E continua a fare recensioni così che son veramente ottime!
Rob
Lunedì 25 Gennaio 2010, 20.58.19
14
Non c'è nulla da aggiungere a quello che ha scritto Khaine. Un grazie ad AngelSlayer...
AngelSlayer
Lunedì 25 Gennaio 2010, 20.44.59
13
E' un piacere xD
Khaine
Lunedì 25 Gennaio 2010, 20.15.47
12
Grazie del supporto, Angel
AngelSlayer
Lunedì 25 Gennaio 2010, 20.14.21
11
Aggiungerei Khaine, scusa l'intromissione, che le recensioni servono a scoprire nuovi buoni gruppi da supportare. Credo, oltretutto, che a un gruppo ( che non venga stroncato ahahah ) faccia piacere leggere una recensione buona, di un proprio cd, pure a distanza di 2000 secoli. Quindi Alessio, lenti o veloci, non credo importi molto e come ha detto Rob meglio "fare" che "non fare" e invece di screditare a caso apprezza visto che fanno tutto gratis altrimenti ti consiglierei di scrivertele da solo le recensioni.
Khaine
Lunedì 25 Gennaio 2010, 19.31.40
10
Intervengo io un secondo... non so gli altri, Alessio, ma la nostra webzine ha un senso di esistere in tanto in quanto nostro compito è di dare una valutazione sugli album che vengono e sono stati pubblicati, consigliandone l'acquisto o meno. Ragionando col discorso del tempismo allora cosa dovremmo dire delle recensioni dei dischi passati o dei classici? Inoltre: pubblichiamo circa un'ottantina di recensioni al mese, tra alti e bassi, e tutte in tempistica perfetta. Mi pare che se tu prendi i Gotthard, ossia una band molto in vista, per criticare il nostro operato, forse io posso pensare che sotto c'è qualcos'altro e che tu non sia semplicemente un lettore/utente... mi pare che tu lo faccia apposta per screditare il nostro GRATUITO e sudato lavoro, o no?
Alessio
Lunedì 25 Gennaio 2010, 19.25.37
9
Beh, leggendo tanti siti come il vostro, mi è sembrato poco professionale recensire un album con tanti mesi di vita, ormai digerito dal mercato. Una webzine ha senso di esistere, al contrario dei giornali, proprio per la sua velocità ed immediatezza. E quindi mi sembrava assurdo che saltasse fuori adesso una recensione di un disco "vecchio" per il mercato. Mi sono limitato a notarlo.
frankiss
Lunedì 25 Gennaio 2010, 0.09.20
8
Gotthard....una delle migliori band in circolazione nel genere...le melodie e le scansioni hard che sanno creare loro...pochissimi gruppi, anche di gran nome, sono in grado di produrle! Album ottimo!!!
Renaz
Domenica 24 Gennaio 2010, 16.29.35
7
E cmq Rob ti aveva chiesto se ti era piaciuto l'album, non la recensione, quindi...
Rob
Domenica 24 Gennaio 2010, 15.42.24
6
1- Il disco è uscito il 4 Settembre, documentati un po' di più prima di sparare sentenze 2- A me, come a nessuno degli altri redattori di questa zine, interessano leccate di c_ _o 3- non è che DEVI commentare una recensione per forza, però mi chiedo perché commentare una recensione solo per segnalare che l'album è uscito da un anno (che poi sono 5 mesi!). Sarebbe stato meglio se non l'avessi recensito? A mio avviso è sempre meglio 'fare' che 'non fare', no?
Alessio
Domenica 24 Gennaio 2010, 11.47.28
5
Recensione ovviamente letta, ho il disco da quando è uscito (e non era settembre), e non vedo perchè devo commentare una recensione... Avete bisogno di pilloline per il vostro Ego??? Non v basta sapere che l'ho letta, devo pure dirvi "oh, ma che bravi che siete"???
Renaz
Sabato 23 Gennaio 2010, 15.42.08
4
Ma sì, manco avrà letto la recensione, come al solito...
Rob
Sabato 23 Gennaio 2010, 15.16.15
3
Per la precisione è uscito a Settembre 2009.... E nella recensione mi sono già scusato per il ritardo... E poi scusa Alessio, potevi anche non cliccare sulla copertina e fare a meno di leggerlo. Ma almeno dicci la tua sull'album ti è piaciuto?
Raven
Sabato 23 Gennaio 2010, 13.24.30
2
E allora? Sempre lo stesso disco rimane, anzi, ora viene giudicato con più ascolti
Alessio
Sabato 23 Gennaio 2010, 13.18.15
1
E' uscito quasi un anno fa!!!
INFORMAZIONI
2009
Nuclear Blast
Hard Rock
Tracklist
1. Shangri-La
2. Unspoken Words
3. Need To Believe
4. Unconditional Faith
5. I Don't Mind
6. Break Away
7. Don't Let Me Down
8. Right From Wrong
9. I Know, You Know
10. Rebel Soul
11. Tears To Cry
Line Up
Steve Lee - Vocal
Leo Leoni - Guitar
Freddy Scherer - Guitar
Marc Lynn - Bass
Hena Habegger - Drums
 
RECENSIONI
78
74
79
78
75
71
68
83
89
79
ARTICOLI
22/10/2014
Live Report
GOTTHARD + PLANETHARD
Orion Live Club, Ciampino (RM), 15/10/2014
04/10/2011
Intervista
GOTTHARD
Un anno senza Steve, ma la vita deve andare avanti
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]