Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
INGESTED
Where Only Gods May Tread

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

14/08/20
KAMELOT
I Am The Empire - Live From The 013

14/08/20
WARKINGS
Revenge

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

CONCERTI

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Sinestesia - The Day After Flower
( 2212 letture )
Secondo full-lenght per i triestini Sinestesia, band dedita ad un metal prog di derivazione dream theateriana, che però non trascura anche influenze tratte dal rock prog italiano. Il disco si apre con due brani abbastanza immediati e con dei refrain molto melodici, quali Hero e Feast, quest'ultimo con un sapore molto rock anni '80 (mi ricorda qualcosa persino di U2 e Simple Minds). Le cose si complicano decisamente con The Birth, The Death, Trance By The River, un brano della durata di oltre dieci minuti, assai vario e con diversi temi, nel quale la band, come in un gioco di luci ed ombre, spazia tra momenti più melodici ed altri più aggressivi, mettendo così bene in mostra tutte le sfaccettature del proprio sound. Ritmi veloci e cori (quasi gotici) caratterizzano Burning Times (Never Forget), un altro brano dalla struttura complessa, ma con un ritornello solare e melodico dove svetta altissima la voce di Riccardo De Vito. Segue Violet, un mid-tempo suadente ed atmosferico, che presenta anche delle parti con delle belle chitarre flamencate. C.W.A. Prelude, come lo stesso titolo suggerisce, è invece una strumentale che fa da preludio a Cold War Apocalypse, traccia che, per la verità, pur mantenendosi su discreti livelli, non ci sembra di poter essere annoverata tra le più brillanti e significative dell'album. Lo stesso può dirsi per Twilight, mentre il finale è affidato a Memento, canzone che, pur essendo più semplice nella sua struttura, presenta un cantato in italiano, con un testo poetico che la rende assai suggestiva.

I Sinestesia s'inseriscono dunque in un filone metal prog made in Italy che negli ultimi anni si è fatto sempre più corposo, pur non essendo riuscito, almeno fino adesso, al di là di qualche eccezione, a creare un'autentica scena con proprie peculiarità ed elementi distintivi. Non ci riescono probabilmente neanche i Sinestesia, ma va riconosciuto come il cantante De Vito presenti una voce molto versatile e particolare e come la band cerchi di arricchire quanto più possibile il proprio sound (inserendo, ad esempio, chitarre acustiche, piano e cori) e cercando, altresì, soluzioni tecniche brillanti, raffinate, mai scontate e tali, comunque, da conferire sempre ai brani una certa espressività ed intensità, giungendo a risultati senz'altro apprezzabili. Per la verità, abbiamo, tuttavia, l'impressione che i Sinestesia, con un ulteriore piccolo sforzo in termini di originalità e fantasia, avrebbero già tutte le potenzialità per assestarsi su standard qualitativi di ben altro livello.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
48.92 su 26 voti [ VOTA]
Salvatore
Giovedì 9 Luglio 2020, 14.39.30
10
ELIO FERRARA "HOLYDIVER" Un' ottima band del nostro panorama che amio parere... fonde neo/prog rock ottantiano in bilico tra la scuola RUSH,... MARILLION,....SAGA ....e PALLAS con dei tratti di avveniristico celebrale heavy/prog metal con di matrice DREAM THEATER in stile prima maniera . Io non ci sento similitudini con il pop rock dei U2 e SIMPLE MINDS onestamente. Voto 80
Claudio
Lunedì 3 Febbraio 2020, 16.33.32
9
Ottimo disco, veramente bello e ben suonato. 80 e’ il minimo
Broken Dream
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 23.33.52
8
Sarei stato generoso se avessi valutato il disco dai 90 ai 100.. Ecco la mia scala dei valori: un disco da 80 è un ottimo disco, un disco da 70 è un buon disco, un disco da 60 è un disco appena sufficiente (a mala pena ascoltabile). Va da sè che un disco da 90 in sù è un disco eccelso.
Khaine
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 14.38.16
7
Ok, è 80, ma tra 80 e 70 che differenza c'è? PErchè 70 è troppo severo mentre 80 non è troppo generoso?
Broken Dream
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 11.22.35
6
Il mio voto è 80
holydiver
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 1.00.56
5
Broken Dream forse abbiamo parametri di giudizio differenti ma se ho dato 70 è perchè lo reputo un buon voto. Anche secondo me è un bel disco e lo consiglio
Khaine
Martedì 2 Febbraio 2010, 23.54.11
4
Col dovuto rispetto per gli Esimi Colleghi e per la tua Legittima Opinione (che tra l'altro non è che il tuo sia un nick nuovo qui, anche se mipare che è da un pezzo che non ti leggo, o sbaglio?), però il voto mi sembra tutto tranne che severo. Orsù, un 70/100 è sinonimo di promozione a pieni voti! Quale sarebbe il voto giusto secondo te, e perchè proprio quel voto anzichè 70? Non vuole essere una critica, ma uno spunto di discussione.
Broken Dream
Martedì 2 Febbraio 2010, 23.15.22
3
Il mio pensiero rispecchia quello delle altre testate italiane che lo avevano già recensito: si tratta del proseguimento del percorso iniziato con il primo disco omonimo. La qualità globale delle canzoni è cresciuta. Chiaramente non è avvicinabile a I&W, ma i nostri hanno prodotto un lavoro che non sfigura con le migliori uscite prog del genere degli ultimi mesi.
Khaine
Martedì 2 Febbraio 2010, 23.08.57
2
Severo??? (faccina sbigottita)
Broken Dream
Martedì 2 Febbraio 2010, 23.07.14
1
Voto troppo severo per un disco davvero ben fatto. Lo consiglio a tutti, fanatici del prog e non.
INFORMAZIONI
2009
Aereostella/EDEL
Prog Metal
Tracklist
1. Hero
2. Feast
3. The Birth,The Death, Trance by the River
4. Burning Times (Never Forget)
5. Violet
6. C.W.A. Prelude
7. Cold War Apocalypse
8. Twilight
9. Memento
Line Up
Roberto De Micheli - Guitars
Alberto Bravin - Keyboards
Paolo Marchesich - Drums
Alessandro Sala - Bass
Riccardo De Vito – Vocals
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]