Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Voivod
The Wake
Demo

Panni Sporchi
III
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/10/18
BAD BONES
High Rollers

26/10/18
CHEVELLE
12 Bloody Spies

26/10/18
FIFTH ANGEL
The Third Secret

26/10/18
KMFDM
Live In The USSA

26/10/18
UNLEASHED
The Hunt For White Christ

26/10/18
ENGST
Flächenbrand

26/10/18
WESTFIELD MASSACRE
Salvation

26/10/18
EISREGEN
Fegefeuer

26/10/18
ICY STEEL
Guest on Earth

26/10/18
CARCHARODON
Bukkraken

CONCERTI

25/10/18
KILLING JOKE
CAMPUS INDUSTRY - PARMA

26/10/18
HOLY SHIRE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

26/10/18
THOMAS SILVER + SMALL JACKETS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/10/18
AEVUM + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

27/10/18
LIFE OF AGONY
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

27/10/18
INFERNAL FORCES
LIVE CLUB - TREZZO SULL`ADDA (MI)

27/10/18
GLI ATROCI
SOUND CLUB - MILANO

27/10/18
AFFLUENTE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

27/10/18
BARBARIAN + INGROWN
CSOA ANGELINA CARTELLA - REGGIO CALABRIA

27/10/18
BARBARIAN + LICH
BANDIDOS PLACE - MESSINA

Megadeth - Risk
( 15374 letture )
Può un colosso del thrash metal piegarsi al declino e alle leggi del mercato fino al punto di ritrovarsi a suonare poprock melodico privo di potenza, velocità e struttura minimamente più profonda di quella che ci propongono centinaia di gruppi da MTV ogni giorno? Evidentemente sì, e i Megadeth sono una delle tante risposte che giganti come Metallica, Anthrax, Kreator e Testament hanno saputo fornirci nei dolorosissimi anni '90. Cè chi si è dato all'hard rock-blues come i Four Horsemen di Load, chi si è buttato sul crossover (gli Anthrax) o l'industrial (i Kreator) e chi, dopo il proprio disco melodico di turno (immancabile) ha provato la direzione opposta, quella del death, intrapresa dai Testament; chi però si è trovato nella condizione peggiore, a quanto pare, sono proprio i Megadeth dell'attaccabrighe Dave Scott Mustaine, uno dei personaggi più irascibili e interessanti del metalrama mondiale: il declino dopo Countdown To Extinction, il corrispondente megadethiano del Black Album, è coinciso in una propensione melodica sempre più marcata in Youthanasia (1994) e Cryptic Writings (1997). Ma ogni limite è stato superato con Risk, nel 1999, un disco che già nel titolo (rischio) si annunciava un flop clamoroso: i padri del thrash ultratecnico e melodico di Rust In Peace spariscono sotto canzoncine frivole e bidimensionali. Da sempre Mustaine ha cercato di imitare e superare l'opera degli invidiati Metallica, nel bene e nel male, a costo di strafare: e questo è accaduto anche con Risk, perchè il chitarrista non si è fermato dinnanzi al colossale fallimento di Load e Reload, ma lo ha ripreso e amplificato portandolo a livelli ancor più dozzinali tesi a monetizzare quasi due decenni di headbanging e sudore, virando verso una svolta clamorosa che batteva pericolosi sentieri pop, pop-rock, a tratti persino definibili beat, come nel caso dell'opener.

L'album, infatti, si apre con Insomnia, dal riff orientaleggiante successivamente riproposto in una versione più esasperata. Un buon pezzo, nulla di eccezionale, e soprattutto privo non solo dei classici elementi thrash 'storici' della band californiana, ma nemmeno di quelli più semplicemente heavy sperimentati in dischi quali Countdown To Extinction e Youthanasia; Megadave è uno che sa come attirare le sue prede, e lo fa bene già col secondo pezzo, la misteriosissima Prince Of Darkness, il migliore estratto del platter: oscuro e sinistro come un vicolo buio, il pezzo si apre con la voce bassa di Dave che per quasi due minuti sussurra la sua rabbia in un'atmosfera cupa, che cresce fino al secco riffone portante: allora la canzone lievita piacevole e maligna, con un refrain accattivante e circondata da un alone di misticità che suscita timore e rispetto. Prince Of Darkness resta un episodio piuttosto isolato: Risk si articola immediatamente in una serie di canzoni dalle melodie vocali piacevoli ma troppo radiofoniche, praticamente innocue e senza mordente. Ritmi bassi, rock da classifica, quasi svogliato: song modeste come Wanderlust, Seven e Time: the End vengono solo in parte salvate dagli assoli melodici di Marty Friedman, uno che ci sa fare, sia con l'heavy che col pop, come dimostrerà nel proseguio di carriera a caratteri nipponici; nulla di paragonabile al passato, ovviamente, ma è l'unico appiglio al quale aggrapparsi per non spegnere direttamente lo stereo. In un contesto tale, di un rock molle e da classifica, è quasi automatico che i pezzi migliori siano quelli più commerciali di tutti. Breadline, per esempio: uno degli apici pop del platter, quasi delicata nell'arpeggio, danzereccia nel refrain, dolce nell'intensità del suo ritornello colorato, patinato; qualche elegante riff melodico qua e là, tanto per mettere la parola 'rock' sulle bocche dei nuovi aficionados che inizieranno a indossare t-shirt di Vic Rattlehead senza neanche conoscere Killing Is My Business... (tanto per dirne uno, tra i tanti)! Ma sforziamoci di chiudere gli occhi, pensare di avere a che fare con una band qualsiasi e non con un ex pilastro del thrash metal: se ci riuscite, potrete apprezzare la melodia ritmata e le vocals radiofoniche di I'll Be There, nella quale tutto è curato, preciso, orecchiabile, emozionante addirittura, prevedibile probabilmente, ma tutto sommato un riuscito pezzo di poprock. Se ci riuscite, a cancellare il ricordo di un combo d'assalto che una volta furoreggiava ai Clash Of The Titans, potreste anche ritrovarvi a muovere la testolina a tempo ascoltando Ecstasy, la terza hit da MTV in un dischetto gradevole e che potrebbe piacere anche alla nonna, alla zia e alla vicina di casa. Direte voi, meglio qualche canzoncina fischiettabile che la noiosissima solfa di The Doctor Is Calling! Ma qui stiamo parlando dei Megadeth, ragazzi, una costola dei Metallica, e allora non ci sono scuse che tengono, il troppo è troppo.

Il passo falso capita a tutti, gli anni '90 sono stati difficili per qualsiasi thrash band a stelle e strisce (e non solo): per i Megadeth Risk rappresenta il fondo del bicchiere, un passo indietro quando già si credeva di aver toccato il pedice. Il fatto è che se in Cryptic Writings i fans avevano criticato un approccio troppo semplice e ammiccante all'heavy sound dei propri beniamini, in Risk non si può fare questo discorso, per il semplice motivo che il tentativo di Mustaine è stato giusto l'opposto: dare un taglio lievemente rock a pezzi pop, nei quali la batteria ha un ruolo irrilevante, nei quali la chitarra di un mostro come Friedman è relegata ai margini, nei quali le melodie vocali diventano principali ma perdono tutta la furia e l'acidità che aveva sempre contraddistinto le prestazioni del rosso attaccabrighe, ora convertito ad una nuova vita fatta di valori e belle parole per tutti. Dove sono finiti i cari vecchi Megadeth? Per questa volta, fuori dallo studio di registrazione: la risalita sarà lenta e prevederà qualche capitolo di espiazione non del tutto riuscito negli anni a venire, sfiorerà lo scioglimento ma alla fine porterà all'emersione dell'animo più puro di questa storica formazione. Tutto è bene quel che finisce bene.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
51.76 su 158 voti [ VOTA]
deathphagist
Domenica 30 Settembre 2018, 10.22.32
113
. Sono un metallaro ma penso che in quel momento certe sonorità thrash le facevi seriamente oppure è molto msglio sperimsntare, come i megadeth qui e gli slayer in diabolus( sperimentazionw più riuscita) Forse dovremmo ringraziare questo periodo buio dsl thrash, non aprezzarlo ma accettadlo come figlio del suo tempo, un tempo in cui sembravi più conforme se suonavi un thrash anonimo piuttosto che questo. Oggi é cambiato tutto con un capitalismo musicale che punta ad accontentare tutti e le case discografiche pop fanno più soldi ma anche le case metal si spartiscono un bel pubblico e le band non hanno bisogno di vendersi per finjre in radio, ma possono suonare ciò che gli pare magari pubblicando anche indipendente. Ma qui no Mustaine si arrese ma é un armistizio dolce, melodico e interessante da 75. Un'orrore necessario per riaccettarlo nella famiglia metal anche se per lui tornare al metal fu in parte una sconfitta. Meglio questo che il nu metal sinceramente, almeno questo non é poser del metal. Giusto un po sprecato un chitarrista come friedman.
Paolo
Martedì 21 Agosto 2018, 10.46.29
112
Nelle interviste dell'epoca ne parlava come se fosse un'opera d'arte, tra l'altro dicendo che l'idea del concetto di rischio gliela diede Lars Ulrich dicendogli che con i Megadeth non aveva mai rischiato abbastanza. Poi nella sua autobiografia da la colpa di questa porcheria a Marty Friedman, lui non voleva farlo si è solo adeguato alla situazione. Un mito Certo che il disco al di la del fatto che sia pop o non pop non ha un minimo di ispirazione, è proprio brutto.
Galilee
Venerdì 9 Febbraio 2018, 20.50.41
111
Di quelli brutti...
Flavio
Venerdì 9 Febbraio 2018, 20.38.26
110
Sarò breve e cattivo: sembra un disco dei Bon Jovi
Metalmariotto
Lunedì 25 Dicembre 2017, 23.52.08
109
Quando lo ascoltai nel lontano 1999 mi vennero i brividi. Il disgusto per un lavoro del genere, non certo degno della storia dei Megadeth, mi impediva di proseguire oltre nell´ascolto di un´oscenitá del genere. Canzoni anonime e senza spunti metal. Al di fuori della mia comprensione. Io non dico che non si possono fare esperimenti ma non utilizzino nomi legati a un determinato genere musicale. é come rinnegare ció che si é stato fatto in passato. Legittimo, ma cambia nome al gruppo. Comunque era e resterá per me un disco vomitevole. Tranne per Prince of darkness, l´unica canzone decente dell´album
roviston
Domenica 19 Novembre 2017, 19.55.29
108
Inutile girarci intorno,questo è il più clamoroso flop dei Megadeth.Tentarono di uscire da un thrash,che in effetti stava arrancando,con un rock più diretto e molto ammorbidito ma lo fecero in modo così maldestro che ne venne fuori una pietanza non solo insipida ma anche dal cattivo sapore.La band di Mustaine ha prodotto vari lavori discutibili,ma qui si sprofonda davvero nell'abisso.Quasi una presa in giro!Si merita un voto basso,non c'è quasi nulla da salvare,ad essere buono un 50.
BELLI CHIUSI
Venerdì 11 Agosto 2017, 13.10.16
107
per uno che ha sempre risposto MEGADETH alla domanda metallica o megadeth,questo album andrebbe bruciato in piazza a Nashville..INDEGNO.
Lex6-6
Sabato 17 Giugno 2017, 13.08.23
106
Francamente preferisco di gran lunga un buon album di Hard Rock radiofriendly che un lp thrash senza spinta o grinta. Forse fummo, io in primis, troppo severi a giudicare Risk, un album decente, con un pizzico di melodia e groove in più a discapito di tecnica ed aggressività. Oggi lo riascolto con piacere!
JC
Lunedì 2 Gennaio 2017, 19.15.02
105
A me piacque (dopo il disorientamento iniziale) e non mi é mai venuto a noia. Discreto AOR.
Mulo
Lunedì 2 Gennaio 2017, 19.05.55
104
x correre dietro ai metallica ovviamente...I megadeth sono i miei preferiti ma Mustaine ha sempre avuto il difetto di vedere che succedeva in casa metallica prima di mettersi a scrivere un nuovo album...vuoi x emularne le vendite o per fare meglio ma ha sempre fatto così....
lisablack
Lunedì 2 Gennaio 2017, 18.52.46
103
Per me album inascoltabile, uno dei tanti in quel periodo. Copertina da spavento..Ricordo la delusione come fosse oggi, e ancora oggi mi chiedo che senso ha avuto questo esperimento mal riuscito.
nonchalance
Giovedì 6 Ottobre 2016, 0.17.06
102
Dipende anche da quale versione si è sentita..perché, la "Remixed & Remastered" risulta poco più potente! A mio parere, alcune si salvano ( "Prince of Darkness", "Ecstasy" e le due "Time:..") ma, altre non si possono proprio sentire ("Breadline", "The Doctor Is Calling", "I'll Be There"). Poi, vabbé, "Crush 'Em" è un capitolo a parte.. Ascoltandolo, comunque, ho riscoperto il tocco magico dello zio Marty!
Psychosys
Giovedì 6 Ottobre 2016, 0.00.30
101
@Metal Shock Il mio commento sull'apertura mentale era generico, non era riferito a nessuno in particolare
Metal Shock
Mercoledì 5 Ottobre 2016, 23.53.04
100
@Psychosys: piu` apertura mentale del sottoscritto non lo trovi. Per me se una band fa esperimenti ben venga, vedasi i Queensryche che hanno sempre fatto album diversi o i Voivod, ma se una band cerca qualcosa di nuovo deve essere in grado di farlo e qui Mustaine mi sembra proprio un pesce fuor d`acqua. Ho piu` apprezzato il suo disco MD45 che questo, il che e` tutto dire.
Psychosys
Mercoledì 5 Ottobre 2016, 23.45.19
99
@Metal Shock Se non ti piacciono le canzoni la critica è sensata, poi sono d'accordo che il campo musicale di Dave sia tutt'altro. Però ho sempre provato un certo fascino verso gli esperimenti fuorvianti delle band, i quali mostrano un lato nascosto tutto da scoprire. Ma non accetto chi si scaglia contro per partito preso. Insomma, un minimo di apertura mentale...
Metal Shock
Mercoledì 5 Ottobre 2016, 23.11.27
98
Io ho sempre pensato che un artista fa cio` che si sente, ma qui e` palese come cercassero ancor di piu` il successo commerciale, snaturando il loro trademark verso un pop rock per l`America, sulla scia di altre band. Ma se non sei capace a scrivere pezzi pop rock che cazzo lo fai a fare? Disco pessimo proprio per le canzoni, come Load, piu` che per aver provato altro. Insulso.
Psychosys
Mercoledì 5 Ottobre 2016, 22.51.14
97
Se lo avessero pubblicato i Bon Jovi o qualche gruppo della scena Pop\Arena Metal la critica lo avrebbe trattato in modo (molto) diverso. Secondo me la musica non ha confini, non mi interessa il genere ma la qualità del disco. Criticare i Megadeth perché hanno fatto un disco rock melodico piuttosto che thrash non ha senso, io preferisco un lavoro sperimentale ma fuorviante dal sound canonico della band rispetto ad una minestra riscaldata già sentita e risentita. Friedman ha spinto molto per alleggerire il sound, era stufo marcio di suonare metal (ma questo non è certo un mistero) e Dave ci ha provato a dare il meglio, componendo qualcosa di diverso dal solito. Risultato? Un buon disco Pop Rock. Non mi fa impazzire, anche perché non è proprio il mio genere, ma non lo butterei neanche. Su questo lavoro la band ha lavorato e si sente, l'ispirazione c'era, a differenza di TWNAH, un lavoro senz'anima. Voto sicuramente sufficiente, magari qualche cosa di più.
franz
Lunedì 20 Giugno 2016, 22.59.15
96
non ci credo....
Father Picard
Lunedì 23 Maggio 2016, 13.29.36
95
Uno dei flop piu clamorosi della storia del metal Almeno su cryptic qualche episodio buono si trovava. Persino la copertina e' insulsa voto 35
black
Martedì 3 Maggio 2016, 22.13.01
94
La sufficienza la merita. Prince of darkness mi é sempre piaciuta. Un passo falso lo vedo sto album ma pur sempre migliore di supercollier! Voto 64
Fabio78
Venerdì 18 Marzo 2016, 22.59.06
93
Era un po la moda dell epoca stravolgere il thrash cercando di dargli nuove sonorità e anche il buon dave ci prova con questo disk,naturalmente il risultato non è stato apprezzato dai fans.cmq l album si fa ascoltare ed in più con crush em riescono ad aprire la stagione di hockey..un buon risultato commerciale...per me come voto è un 60 ma se siete fan della prima ora toglieteci 20 punti mentre se vi piace l hard rock melodico aggiungeteci altrettanti 20 punti..
Rob Fleming
Domenica 31 Gennaio 2016, 12.37.28
92
Scarsino. Mi piacciono Ecstasy, il semi-pop di Breadline, il rock di Seven e Time e quindi non affibbio l'insufficienza. Ma stiamo parlando dei Megadeth, non di un gruppo di seconda fascia. Dopo di questo cd, smisi di seguirli.
vissedeth
Lunedì 16 Novembre 2015, 4.00.00
91
Orribile. Crush em fa venire istinti omicidi , a confronto Twnah e' un supercapolavoro.Dovevano chiamarsi i Mentadent e avrebbe funzionato.Voto 12
Jack
Giovedì 12 Novembre 2015, 16.38.33
90
Ma sono gli stessi che hanno fatto Rust in Peace?... Unico pezzo degno di nota Prince of Darkness, nel mare di mediocrità e sufficienza risicata. 58
Jack
Giovedì 12 Novembre 2015, 16.38.32
89
Ma sono gli stessi che hanno fatto Rust in Peace?... Unico pezzo degno di nota Prince of Darkness, nel mare di mediocrità e sufficienza risicata. 58
acciaio inglese
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.46.35
88
orribile
HMF LucaR16
Lunedì 4 Maggio 2015, 0.38.45
87
Mi sono avvicinato con molta diffidenza a questo disco viste le opinioni negative sul nono disco dei Megadeth. Non mi aspettavo nulla di che, invece sono rimasto piacevolmente sorpreso. Un disco Rock melodico, suonato e scritto egregiamente. Come al solito, buona fetta di fans si sente tradita dal cambio di stile: che diavolo vuol dire che se lo avessero pubblicato i Bon Jovi sarebbe stato un bel disco, ma se lo pubblicano i Megadeth è spazzatura? Come ragiona certa gente? Un disco non va valutato (in positivo o in negativo) in base al nome del gruppo in copertna: poi, se ti fa cagare il nuovo genere che la band ha iniziato a suonare (Melodic Rock in questo caso) è un conto, se non ti piace che lo abbia pubblicato una certa band è un altro discorso. Non mi stancherò mai di ripeterlo: ogni artista ha il diritto di fare quello che gli pare, sta al pubblico giudicare, meglio se questo non ha pregiudizi. Breadline è un grandissimo pezzo Pop-Rock, The Doctor Is Callling memorabile per la sua ridondanza (stile Cure, dei Metallica), Insomnia discreta traccia diversa dal solito. Il resto non è per nulla male. Un po' come per Load: non è Thrash? Chssenefrega. 90\100
Ercole
Venerdì 31 Ottobre 2014, 0.09.22
86
La Santini ha ragione
Lisa Santini metallara forever
Venerdì 1 Agosto 2014, 20.21.01
85
Eh ciao a quest'album Risk danno 55..., a me questo disco e' una vera schifezza...voto: 40/100...
polosud
Venerdì 25 Aprile 2014, 0.40.19
84
con sta porcata si dovevano sciogliere e riformare mai piu
VomitSelf
Giovedì 20 Marzo 2014, 12.33.52
83
Per me si fermano con "Youthanasia", che reputo il loromultimo lavoro degno del loro nome, per quanto già in calo, pensa te Questo è terribile a dir poco. Poi, il ritorno al Thrash dopo i flop di questo aborto qui e del precedente "Crypting Writings" è più falso e sterile alle mie orecchie del discorso della discesa in campo del Berlusca nel Gennaio del '94.
Franky1117
Giovedì 20 Marzo 2014, 12.26.29
82
lo ribadisco, meglio un disco come questo (non eccezionale ma godibile) che tutto quello fatto dai Megadeth dopo il 2000. I Megadeth che adoro si fermano qui, memorabili sia per le schitarrate thrash anni 80, quanto per gli arrangiamenti melodici dei 90. nel nuovo millenio vedo tanto mestiere, dischi senz'anima e noia a palate
Antos
Venerdì 28 Febbraio 2014, 14.29.35
81
La recensione non mi piace.
Carmine
Mercoledì 12 Febbraio 2014, 14.13.26
80
Inascoltabile e inutile. Voto 40/100
Viper
Mercoledì 15 Gennaio 2014, 21.10.42
79
Tra i più grandi suicidi che la musica rock ricordi...cosa sarebbero i megadeth se fossero ancora alla capitol...
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 21.29.59
78
Ma poi soprattutto c'è il discorso dei limiti vocali di Mustaine che con l'età non è certo migliorato come cantante. Il problema non è infatti quello dei pezzi easy listening, premettendo pure che sono fissatissimo con le ballads, il problema è che non riesce a comporne di senso compiuto. La cosa che non riesco a capire è come sia possibile che non se ne renda conto da solo, boh. Qua poi si innesca un altro discorso, quello che oramai non fanno assolutamente nessun tipo di ricerca nel tentare di trovare una formula vincente. Entrano in studio, stanno un mese e quello che esce esce, prendono e lo pubblicano, mi pare che più o meno le ultime uscite abbiano seguito tutte questo percorso.
Arrraya
Mercoledì 13 Novembre 2013, 21.16.26
77
no, hai ragione Galilee@ una ricerca piu easy non è una cosa negativa in se, ma sono proprio i pezzi scarsi. Per comporre delle cose ruffiane bisogna essere portati e loro non lo sono, sono rimasti in una via di mezzo divenendo insipidi. Bon Jovi per i suoi Hit ha avuto l'aiuto di Desmond Child, loro a chi lo hanno chiesto? se componi e diventi una stella del metal con Hangar 18 non potrai mai scrivere living on a Prayer.
Galilee
Mercoledì 13 Novembre 2013, 21.10.27
76
Secondo me cosa non funziona in questo disco sono proprio le canzoni, non tanto la vena pop che tra l'altro a me non da mai fastidio. Comunque già il precedente non mi era piaciuto. Youthanasia invece è uno dei loro dischi migliori.
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 21.00.06
75
Vabè le cose qua so due: o Mustaine lo ha obbligato a mentire spudoratamente o è veramente un imbecille!!! Mi ricordo che qualcuno tempo fa disse "ah se i Megadeth stanno ancora in piedi è anche grazie ad Ellefson" che cazzo, poteva farsi gli affari suoi, altro che binario giusto ahahahahahahah!
Arrraya
Mercoledì 13 Novembre 2013, 20.37.13
74
Vabbè, ho fatto a meno di trascrivere che secondo lui "Supercollider" è uno dei loro migliori album di sempre ed ogni pezzo lo gasa ogni volta che lo riascolta, e ha il cd fisso in macchina e bla bla bla bla.
Er Trucido
Mercoledì 13 Novembre 2013, 20.36.01
73
Dammi retta, lasciali perdere anche dal vivo
LAMBRUSCORE
Mercoledì 13 Novembre 2013, 20.34.09
72
Grande Arrraya, infatti loro negli ultimi 20 anni, ci hanno regalato solo capolavori....gruppo allo sbando, spero di rivederli live, ma di altri dischi credo ne comprerò pochi....
Arrraya
Mercoledì 13 Novembre 2013, 20.19.34
71
Su Rock Hard ho letto un intervista a D.Ellefson, queste le sue parole, poi giudicate voi: "A PARTIRE DAGLI ANNI 90, MA SOPRATTUTTO LA SCORSA DECADE, MI è CAPITATO DI SENTIRE PARECCHI DISCHI, CONTENENTI ANCHE QUINDICI CANZONI, IN CUI SOLTANTO UNA O DUE POTEVANO RITENERSI VALIDE. NON NE CAPISCO IL MOTIVO. PERCHè CERTE BAND SENTONO IL BISOGNO DI RIEMPIRE I DISCHI CON BRANI MEDIOCRI? SE NON SI HANNO A DISPOSIZIONE DIECI O PIU GRANDI CANZONI è MEGLIO REALIZZARE UN EP. CON I MEGADETH ABBIAMO SEMPRE PORTATO AVANTI QUESTA POLITICA, E AGGIUNGEREI CHE NON VOGLIAMO PUBBLICARE UNA SEMPLICE RACCOLTA DI BRANI, MA PIUTTOSTO UN DISCO CHE ABBIA UN FILO LOGICO, DALL' INIZIO ALLA FINE." il buon Ellefson deve aver studiato ad Arcore per riuscire ad avere una faccia come il culo nel dire una cosa del genere.
Arrraya
Mercoledì 13 Novembre 2013, 20.07.56
70
Per fortuna è arrivato "supercollider" a rimettere le cose nei binari giusti AH AH AH
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 19.40.00
69
Che poi sono praticamente le stesse cose che dice in maniera più drammatica in Some Kind Of Monster raccontando addirittura che per strada la gente lo ferma e gli dice Metallica Metallica! Comunque vabè, un'idea di Mustaine penso ce la siamo fatta tutti negli anni, il ritornello ricorrente è sempre quello che quando le cose vanno male la responsabilità è di qualcun altro.
Er Trucido
Mercoledì 13 Novembre 2013, 16.32.34
68
Se ricordo bene nella sua biografia Mustaine ammette l'errore di RIsk, o meglio: si era affidato ad un produttore specifico per cercare quel numero uno in classifica riuscito ai Metallica e sfuggitogli con Youthanasia (arrivò alla seconda posizione, dietro Billy Ray Cyrus, padre di Hanna Montana ). Addirittura mi pare di ricordare che dopo la registrazione di Crush'em andò a vomitare per lo schifo di quello che stava facendo (almeno così dovrebbe aver detto). Poi da lì una serie di decisioni poco brillanti, cambi, problemi eccetera.
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 16.25.24
67
oh per evitare polemiche specifico che quando dico emulazione Metallica non parlo di bravura, parlo di riuscire a fare i soldi che avevano fatto loro!
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 16.23.28
66
Sicuramente MTV ha avuto il suo peso per quanto riguarda tantissime bands in quegli anni, decisioni e modalità di rapportarsi alla musica. Immagino i managers di turno "Oh, qua o cambiate regime oppure vi scordate i video a rotazione sul canale" e non era semplice voglia di esporsi erano soldi, perché i video sono coperti da copyrights e se vanno a finire in visione pubblica chi li fa girare paga la band/label della band, senza contare la pubblicità. Come dice Freedom@ poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l'allontanamento di Friedman che non è esattamente un chitarrista che uno riesce a rimpiazzare su due piedi. A quel punto Mustaine rimase vittima di sé stesso, dei suoi continui sbalzi di umore e soprattutto dell'antico sentimento di emulazione che da sempre aveva nutrito nei confronti dei Metallica, questo soprattutto credo lo abbia buttato in un vortice dal quale non è mai riuscito a riprendersi.
freedom
Mercoledì 13 Novembre 2013, 15.51.39
65
Ovviamente Menza si salva per quanto riguarda la questione Risk...
freedom
Mercoledì 13 Novembre 2013, 15.48.50
64
Potevano anche fottersene di mtv, come hanno fatto tanti altri. Secondo me il declino dei Megadeth è stato causato da diversi fattori...la voglia di essere "alla moda" sicuramente, ma soprattutto direi che l'allontanamento di un genio chiamato Friedman abbia contribuito parecchio alla perdita d'identità del gruppo. Dave aveva scoperto un tesoro, e per fare lo stronzo come al solito ci è rimasto fregato, visto che ad oggi Marty resta ineguagliabile in quel contesto. Alla formazione d'oro rimprovero solo quell'aborto schifoso di Risk, non che Cryptic Writings sia un capolavoro, ma lo trovo comunque passabile. Magari chissà, finiti i tempi di Mtv e del grunge, con la formazione Friedman-Ellefson-Menza avrebbe sfornato delle perle...invece ormai da tempo si affida a gente come Pitrelli, Broderick o Drover (Poland è un grande ma nel frattempo ha maturato altri interessi) che fanno solo bene il compitino (Drover mica tanto...insomma mi fa cagare ad essere onesto) ma che non saranno mai dei giganti del calibro del grande, immenso Friedman.
Stormberry
Mercoledì 13 Novembre 2013, 15.06.11
63
Su questo sono d'accordo. Un album dei Megadeth non è necessariamente il migliore nel suo genere solo perché dei Megadeth; voglio dire, al di là del mio giudizio su Risk, sono il primo ad ammettere che c'è ben di meglio. Ignorando il commento di Trash?, aggiungo solo che il "declino" dei Deth è stato causato in gran parte da MTV: negli anni '90 era il principale mezzo di trasmissione della musica, e (a differenza di adesso) non era strano trovarci video Metal; grazie a MTV la musica -in quel periodo soprattutto Rock/Metal- si poteva diffondere; è per questo motivo che quando l'emittente cominciò a operare censura e a non trasmettere brani dei Deth (sia perché "troppo cruenti" sia perché cambiavano i gusti del pubblico) Dave&Co. dovettero adattarsi. È stata una scelta obbligata. Certo, avrebbero potuto provare a mantenersi sulla solita linea d'onda, ma avrebbe avuto lo stesso successo? Perfino Countdown to Extinction, più grande successo di vendite, è nata quasi con lo scopo di "contrastare" il Grunge, pensate ai toni più lenti e melodici... Se si fossero fermati a Rust in Peace avrebbero avuto lo stesso successo?
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 8.21.43
62
Stormberry@ mah io penso che nel caso dei Megadeth più che altro tante polemiche siano sorte non perché si siano messi a fare musica commerciale ma perché obbiettivamente specialmente con l'ultimo album si parla di un prodotto che è veramente sommario e suonato in maniera approssimativa. A me qualcosa di 13 era piaciuto, così come qualcosa di Risk ma Super Collider è un accrocco di proporzioni imbarazzanti. Se devo ascoltare rock pomposo di quello fatto bene vado con i Firehouse con Axel Rudi Pell. Ciò ovviamente non toglie che quello che fa Mustaine oggi possa piacere, il mio unico appunto è che quello che fa oggi ci sono tante altre bands che lo fanno meglio da anni
Vitadathrasher
Mercoledì 13 Novembre 2013, 8.19.19
61
Stomrberry@ credo che la varietà di stili dei megadeth nel corso degli anni dipenda anche dai cambiamenti continui di line up. Sicuramente Mustaine è il padre padrone della band ma il cambio di 3/4 di una band tra un album e l'altro nel bene e nel male porta dei cambiamenti, a differenza degli Slayer. Io apprezzai molto il cambio di stile di youthanasia (in quel periodo non da tutti fu apprezzato) e avevo molta stima del genio Mustaine, però poi da cryptic sono decaduti di mordente, l'ambizione di Mustaine fu appunto di conquistare un mercato più ampio e radiofonico, masticando amaro guardando i successi degli ex Metallica.
trash?
Mercoledì 13 Novembre 2013, 1.29.03
60
Chi dice che risk è un bel album e il migliore dei megadeth ,non merita di essere fan di questa immensa band ,ascoltate ELISA O I MODÀ
Stormberry
Mercoledì 13 Novembre 2013, 0.31.10
59
Ti riferisci a Super Collider? Non ancora, a dire il vero, ma in compenso ho sentito pessime opinioni a riguardo, quasi come il suo predecessore Th1rt3en... Naturalmente non influenzaranno il mio giudizio Sembra che per un sacco di gente ciò che non è sempre metal puro non è bello. Ma è qui il motivo, ad esempio, per cui preferisco i Megadeth agli Slayer: in quanto a testi si equivalgono, più vario Mustaine, più duro King, ma le sonorità degli Slayer, a parte la parentesi aperta da South of Heaven, sono sempre simili o riconducibili agli stessi standard; se invece consideri gli album dei Megadeth non troverai mai niente di uguale, al limite qualcosa con lo stesso stile (come dicevo di Peace Sells), ma hanno il loro punto di forza nella varietà di generi a cui si riconducono, e Risk -e non solo Risk- ha dimostrato che non si tratta solo di rami del Thrash. Non stupiamoci se a volte Dave esce con completi stravolgimenti di genere, per me è proprio questo il bello dei Megadeth!
Sambalzalzal
Martedì 12 Novembre 2013, 21.48.03
58
Stormberry@ ok ok, beh non penso che nessuno possa dirti nulla. peraltro io sono sempre stato del parere che ognuno di noi ha albums che piacciono al di la di ogni tipo di logica e a prescindere dal genere. p.s. onestamente, se hai ascoltato l'ultimo, che ne pensi?
Stormberry
Martedì 12 Novembre 2013, 20.36.05
57
Ok, mi sono espresso male. Adoro Peace Sells proprio come amo Rust in Peace o So far, So Good... So What!, ma in questi album c'è sempre qualche brano che non mi dice niente... Vedi I Ain't Superstitious, Liar o Dawn Patrol, che non giudicherei mai le migliori produzioni per testo o sonorità. Semplicemete in Risk non trovo niente per cui considerarlo una merda.
Sambalzalzal
Martedì 12 Novembre 2013, 20.29.29
56
Stormberry@ no che insulti, ci mancherebbe, i gusti sono gusti però se dici che a te piace più Risk che Peace Sells probabilmente magari dovresti direzionare i tuoi ascolti su cose diverse da quelle che facevano i Megadeth anni fa
Crimson
Martedì 12 Novembre 2013, 20.13.20
55
Sono d'accordo sul fatto che Risk sia un buon album di hard rock melodico/pop rock o quello che è (che probabilmente avrebbe fatto meglio a non uscire con il nome Megadeth.) Però per me Peace sells è peace sells cioè un capolavoro assoluto del metal.
Stormberry
Martedì 12 Novembre 2013, 20.05.55
54
Tutti a dire che Risk sarebbe la prova che i Megadeth sono scaduti... E se invece a scadere fossero i fan? Andiamo, una fetta (consistente) di quelli che lo definiscono una merda (sempre con almeno quattro punti esclamativi) ne avranno ascoltato mezza canzone o parlano per sentito dire... Volete sapere la cosa sconvolgente? Risk mi è piaciuto più di Peace Sells... But Who's Buying?. Ok, non linciatemi, ora vi spiego. Lo ammette Mustaine stesso nell'introduzione del Remastered: non era difficile capirlo da soli, ma Risk non ha niente a che vedere con il Thrash originario, è più una specie di Alternative o Pop Metal. Nonostante questo, però, è tutt'altro che un album scadente; anzi, rispetto alle produzioni precedenti, per la prima volta nessuna canzone dell'album è mai riuscita a stancarmi! Per questo ho scelto come esempio Peace Sells, ma vale anche per altre raccolte: si tratta di classici intramontabili dei Deth, ma spesso sono costruiti tutt'intorno a pochi capolavori. Peace Sells è a mio parere il brano più significativo del gruppo per testo e sonorità, ma a parte quello, Good Mourning, Wake Up Dead e (un po' forzato) The Conjuring, l'album non ha niente di diverso, e il Thrash alla lunga si mortifica e sembra ripetitivo. Con tutti i suoi difetti, Risk non annoia mai. I'll Be There è forse quello che mi ha soddisfatto di meno, ma ciò non toglie che tutti i brani siano, a modo loro, proprio ben fatti. Non voglio parlare di canzoni preferite: non sarà Thrash, ma quest'album mi è davvero piaciuto nella sua interezza. Un bell'album non ha bisogno del metal per essere tale. Voto: 80. Questa è la mia opinione, evitate gli insulti, grazie!
Delirious Nomad
Domenica 13 Ottobre 2013, 13.53.24
53
Devo dire che, analizzandolo nel suo genere, non si può proprio dire che sia una merda: é composto bene ed é un bel disco melodico. Ma é ovvio che se di punto in bianco i Cannibal Corpse pubblicassero Toto IV questo verrebbe additato come LA merda, anche se é un capolavoro dell'AOR. Quindi a parer mio non ha senso che Risk sia stato pubblicato a nome Megadeth: Dave, vuoi suonare questo? Perfetto, ma creati un side project cristo! Altrimenti si finisce a giudicare male un disco così più per la "presa in giro" ai fan che per la qualità intrinseca. É una cosa naturale che capisco benissimo.
Storming
Domenica 13 Ottobre 2013, 0.28.17
52
Io l'ho ascoltato ieri e non mi è sembrato veramente una merda. Anzi.
AL
Mercoledì 10 Luglio 2013, 15.18.56
51
@freedom: anche io ho i paraocchi.. direi ottimo almeno gli schizzi di merda non mi entrano negli occhi... sai poi che bruciore..
freedom
Mercoledì 10 Luglio 2013, 14.15.02
50
Ah quindi se non ti piace sta merda hai i paraocchi? Ok, ho i paraocchi.
Metalloutd
Mercoledì 10 Luglio 2013, 14.08.01
49
Disco piacevole ... chiaro non è che lo devi ascoltare dopo Rust in Peace .. solo per gente senza paraocchi che riesce ad apprezzare anche qualcosa di diverso ogni tanto
the Thrasher
Mercoledì 5 Giugno 2013, 15.43.37
48
beh in effetti qui volumi sono a dir poco controversi...
Arrugginite In Pace
Mercoledì 5 Giugno 2013, 15.22.50
47
avete presente il libro "heavy metal - i moderni" di luca signorelli? beh, proprio oggi ho scoperto una cosa raccapricciante che mi era sfuggita... questo album viene valutato con 4 pallini su 5, proprio come so far, so good... so what!... buah ah ah ah ah ah ah!!! (si ride per non piangere...)
Almetallo
Martedì 4 Giugno 2013, 21.11.28
46
Crush 'em è perfetta in discoteca !!!
megamustaine
Domenica 28 Aprile 2013, 13.14.24
45
e il mio voto è 0/100, non essendo permessi i numeri negativi (cioè col meno davanti)
Luca
Sabato 27 Aprile 2013, 22.46.46
44
Beh, a crush 'em ti piace di più come la musica d'entrata di Bill Goldberg però sono industriali mitici quindi è come simile a my kingdom quindi il mio voto è 10/20
megamustaine
Giovedì 25 Aprile 2013, 1.48.11
43
CINQUANTACINQUE???? beh se questa cagata galattica è 55, allora ditelo che i voti da voi (sempre altissimi ed esagerati) vanno dal 55 al 100!!!!
tommi
Sabato 23 Marzo 2013, 23.43.38
42
dopo il black album intendevo...escluso esso....
freedom
Sabato 23 Febbraio 2013, 17.06.19
41
tommi senza offesa, non esiste proprio quello che dici. Se questa cagata è meglio del black album, di Load o di Reload, allora io sono Elvis reincarnato. Questo disco è semplicemente vergognoso, Load (che già di per se è un ottimo disco) in confronto è oro. Mustaine qui ha toppato alla grande. Il voto è anche troppo generoso...
Philosopher385
Sabato 23 Febbraio 2013, 16.16.11
40
Un disco davvero orrendo! per me si salvano solorinces of darkness e time the beginning...per il resto è un patetico tentativo di inseguire il mercato radiofonico..fa effetto ascoltare certi brani che sembrano scritti da bon jovy,quando sulla copertina del disco cè il nome Megadeth,che ci ricorda i bei tempi quando Mustaine aveva grinta e rabbia da vendere...di sicuro il peggior disco dei Megadeth,e anche uno dei peggiori dischi metal di tutti i tempi!
Therocker77
Lunedì 18 Febbraio 2013, 14.36.30
39
Album totalemente spiazzante ad di fuori dei canoni Megadeth...però è un bel album di Rock Mainstream suonato bene e con classe!
tommi
Sabato 26 Gennaio 2013, 17.50.48
38
comunque sia sempre molto meglio di tutto ciò che han fatto i metallica dal black album in poi...
Cujo
Sabato 26 Gennaio 2013, 17.34.02
37
Ma chi acquistò le 500.000 copie vendute in USA che valsero il disco d'oro nel 1999 ? Erano tutti poppettari ? Mah...? Forse in Italia è stato troppo massacrato ?
Cujo
Sabato 26 Gennaio 2013, 17.13.51
36
..va beh, Mustaine "imitatore dell'OPERA degli invidiati Metallica" e addirittura i Megadeth "...una costola dei Metallica". Le solite polemicucce tra le due band..
Vitadathrasher
Sabato 15 Dicembre 2012, 23.42.17
35
In quel periodo ricordo di aver letto che l'ambizione di dave era di diventare una sorta di roker bellone, stile bon jovi, si spiega così la scelta stilistica musicale. Flop totale
sunjamme77
Giovedì 25 Ottobre 2012, 15.47.58
34
Se Breadline o All be There le avessero scritte i Bon Jovi, sarebbero inni del sabato sera. In confronto a molto di ciò che è stato pubblicato da qui in poi è questo disco è decisamente un passo avanti per freschezza e fantasia.
freedom
Domenica 14 Ottobre 2012, 17.52.19
33
Stavo giusto provando a riascoltarlo...madonna che schifo.
xutij
Domenica 6 Maggio 2012, 13.52.55
32
Ottimo disco electro rock ruffiano e "commerciale". A tratti quasi odioso per la sua propenzione verso i ritornelli facili, ma inaspettatamente non presenta cali o pezzi messi lì come riempitivo. Insomnia,Prince Of Darkness, The Doctor Is Calling,Ecstasy e le due Time sono da rivalutare assolutamente, soprattuto Time : The Beginning.,sicuramente tra le migliori cose dei Megadeth. Per me prende 80. Troppo ? forse, ma mi prendo tutti i rischi (battutaccia )
BILLOROCK fci.
Venerdì 13 Aprile 2012, 7.33.44
31
O-o mah !!
lo zio
Venerdì 13 Aprile 2012, 1.40.12
30
grande album, i soliti metallarucci critici della minchia...
The Mad Avenger
Mercoledì 11 Aprile 2012, 19.51.13
29
Sono veramente i Megadeth???? VERAMENTE??? IO NON CI POSSO CREDERE!!! Delusione massima!!!! Album non brutto...orribile!!! Tutti alla larga!!!! Adoro alla follia i Megadeth ma questa e` na schifezza immonda!!! Da evitare!!! Voto 36
Fabio Fazio
Sabato 3 Marzo 2012, 0.09.15
28
Una schifezza immonda. Un disco da evitare come la peste.
San
Venerdì 2 Marzo 2012, 23.22.27
27
Obiettivamente distante e diverso dal classico stile speed/trash dei Megadeth, ma non per questo da bocciare senza riserve.. Ritengo comunque buone quasi tutte le song, ben suonate e ricche di melodia e ritmiche pop/rock con infarinate metal. MegaDave sà il fatto suo e sà anche osare e mettersi in gioco, pur sapendo magari di deludere i più. Non certo il loro album-simbolo, ma comunque buono... Anzi, molto buono. Almeno per chi sà apprezzare anche il rock melodico, oltre al trash furioso.
Finntrollfan
Domenica 29 Gennaio 2012, 14.23.58
26
Mah questo disco invece a me piace parecchio!! Prince of Darkness l'ho sempre apprezzata moltissimo.
freedom
Venerdì 16 Dicembre 2011, 8.52.02
25
Ho provato ad apprezzarlo, ma niente...considerando che stiamo parlando di quelli di Rust In Peace, beh, un disco imbarazzante direi.
StreetsOfGold
Mercoledì 7 Dicembre 2011, 17.57.42
24
Discreto album rock Chiaramente non è un album stile Megadeth, se faccio finta che non sono loro è anche ascoltabile. Ascoltabile...mmmh forse un po' troppo,comunque voto 65. (35 se considero che i Megadeth sono la mia band preferita e che hanno scritto capolavori come Killing,Peace Sells,So far,RIP e CTE) Comunque Time: The beginning,Breadline e I'll be there quelle che mi sono piaciute di più...
Macbeth
Venerdì 9 Settembre 2011, 2.50.57
23
Quello che mi fa ridere del disco è la sola "Crush 'em" dove ci sono i coretti del pubblico incitati da Mustaine, quando tutti noi sappiamo bene come si comporta realmente sul palco. Detto questo posso aggiungere che adoro i Megadeth!!!
Macbeth
Venerdì 9 Settembre 2011, 2.50.40
22
Quello che mi fa ridere del disco è la sola "Crush 'em" dove ci sono i coretti del pubblico incitati da Mustaine, quando tutti noi sappiamo bene come si comporta realmente sul palco. Detto questo posso aggiungere che adoro i Megadeth!!!
Blue
Mercoledì 31 Agosto 2011, 15.22.28
21
Un buon album..non capisco perchè una band non possa decidere di fare una svolta per un cd.Ovvio non è assolutamente al livello dei primi 6 però non è neanche la merda che dicono tutti
BFS
Giovedì 26 Maggio 2011, 15.23.45
20
@leonardo, se il problema del disco è il nome in copertina, prenditi la versione remastered, dove c'è il vero logo dei deth in bella vista!
BFS
Domenica 15 Maggio 2011, 14.10.05
19
@Matocc, ovviamente parlavo in generale Il fatto è che ci sono moltissime persone che odiano Risk perchè considerano i cambiamenti di genere sempre una cosa negativa. Per me non è così.
lenardo
Venerdì 13 Maggio 2011, 22.45.47
18
il problema del disco è il nome in copertina lo sappiamo tutti e sinceramente se lo devo considerare come un disco dei deth non posso dargli la sufficenza (che pure sarebbe tanto ), poi come pop rock in stile bon jovi è sicuramente buono (mi vengono in mente breadline, ecstasy, i'll be there ). il fatto però è che da certi gruppi ci si aspetterebbe una certa coerenza o almeno il buon gusto di presentare lavori come questo come interesanti progetti parlleli. voto 50 considerandolo disco dei deth' voto 70 se mi riuscisse passare sopra al nome sulla cover può piacere oppure no non critico nessuno
Matocc
Martedì 10 Maggio 2011, 18.46.20
17
@ BFS: anche io rispetto le opinioni di tutti e trovo legittimo che quest' album ti piaccia. non mi reputo un trve, ascolto da De Andrè ai Daft Punk fino ai Meshuggah ma Risk non mi piace lo stesso... salvo proprio Prince of Darkness!!! come vedi alla fine sono gusti
BFS
Martedì 10 Maggio 2011, 15.51.35
16
Rispetto le opinioni dei recensori e i commenti ma... e se vi dicessi che quest'album mi piace? Insomma, è chiaro che se lo considerate un album di una band thrash dite che fa schifo. Ma se provaste a considerarlo semplicemente come un album pop-rock, capireste che non è malaccio. A parte per quello schifo di Prince Of Darkness e per i due Time, tutte le altre canzoni sono belle e orecchiabili, si tratta solo di saper apprezzare anche altri generi musicali. Poi se volete fare i trve che ascoltano SOLO metal, semplicemente questo disco non fa per voi. Voto 68
Screamforme77
Martedì 3 Maggio 2011, 1.10.55
15
Il più grande aborto dei Megadeth !! Praticamente molte cose che volevo scrivere in questo commento me le ha anticipate il recensore.Come ho gia detto in vari miei commenti negli album precedenti,il processo di ammorbidimento e di fattore mainstream inizia gia da CTE,ma che fu un processo talmente lento e gradualmente dosato che i Deth erano rimasti a lungo nell "ben fatto" fino anche al discusso CW il quale se ne possono estrapolare (degustibus) ottime cose.Questo Risk va decisamente al di sotto della peggior immaginazione perche quando è troppo è troppo.Certo,dico la verità, se lo prendo per quello che è,cioè un album pop-rock,ci sono delle tracce che trovo gradevoli:Brdline,I'll Be There,Ecstasy,le due Time(ma pure li pessima l'idea di dividerle in due tracce distinte);alternate cmq da dei veri obrobri comerince Of Darkness(che non capisco perchè piace a tanti) o il singolo Crash'Em.Ma questa è una cosa che puo andare solo bene a gente come me che apprezza parecchie cose che stanno anche al di fuori del Metal;PERO devo ben guardarmi dal:leggere il nome sulla copertina,pensare a dischi come RIP CTE PS o Youthanasya e alla tecnica super del duo Mustaine-Friedman.Ho trovato molto impietoso quel bonus-cd come ha accennato Er Trucido con quel mini "Best Of",un po come dire "Guardate che noi eravamo così" e infatti dopo l'ascolto lo mettevo sempre per rifarmi le orecchie.Per fortuna almeno,rispetto ai Metallica,loro hanno avuto l'accortezza di svegliarsi in tempo,facendo dischi da TWNAH in poi che che se ne dica sono tutt altro che disastrosi(spece se paragonati a questo qua).Un ultima cosa,anche l'artwork è pessimo e insipito:una trappola per topi,credo che i topi siano stati gente come me che sono caduti nella trappola di aquistarlo !
terrible lie
Domenica 6 Marzo 2011, 20.46.09
14
Non sara un disco dei veri Megadeth ma musicalmente e' troppo bello.
leonardo
Sabato 5 Marzo 2011, 21.40.40
13
un' orrore di disco
AL
Domenica 13 Febbraio 2011, 16.20.42
12
pessimo e anche di più... non si salva nulla... 40 ...
Khaine
Domenica 13 Febbraio 2011, 15.51.26
11
@ westside: la tua opinione, seppur differente da quella "ufficiale" del sito, è ben accetta. La premessa relativa al rispetto verso la recensione, dato il modo civilissimo in cui ti esprimi, non è necessaria... spero tu voglia continuare a seguirci ed ad essere partecipe della vita del sito
westside
Domenica 13 Febbraio 2011, 15.28.58
10
premetto che questo e' un mio giudizio personale nel pieno rispetto delle vostre recensioni. Ascoltato giusto oggi la versione originale ( la remaster perde di significato artistico , e di qualita' musicale tutt'altro che superiore , troppi rimaneggiamenti che rendono la musica troppo scarna) , e devo dire che pur essendo questo album lontanissimo dai Megadeth thrash che tutti conosciamo, inserito nella categoria rock alternativo si guadagna un buon punteggio, se non altro per la fantasia compositiva di Mustaine.Onore a lui che ha cercato strade alternative ,rispetto a cio' che sa fare meglio, andando incontro anche a giudizi critici non sempre positivi. Grande e per sempre Megadave voto 75 remaster 50
Onebi
Domenica 2 Gennaio 2011, 1.09.38
9
Per me Dave con questo disco a dimostrato che seguiva a ruota la sua band rivale. Fortuna che negli ultimi tempi ha cambiato idea.
Nightblast
Domenica 19 Dicembre 2010, 12.07.05
8
Questo è un disco a dir poco abominevole. Una schifezza epica dalla prima all'ultima song. Non confondiamo però la merda con la cioccolata please...X Factor è un signor album, questa è una ciofeca...Vebbè che i gusti sono gusti, ma qui si parla proprio di qualità compositiva...
Marco85
Domenica 19 Dicembre 2010, 12.03.45
7
@ Franky1117 Per me ti sei dato alle droghe pesanti, poi i gusti sono gusti e non li discuto. Il mio parere è che questo album sia uno dei PEGGIORI che ho nella mia collezione di dischi. Anzi forse è il peggiore ma se la gioca con X Factor e Virtual XI (Maiden) o Waiting for the Punchline (Extreme).
Franky1117
Sabato 21 Agosto 2010, 1.35.32
6
Non mi linciate ma a me questo disco (come tutti i precedenti) è piaciuto,si contiene alcuni filler e non sara rust in peace ma insomnia ecstasy breadline wanderlust sono all'altezza.Mille vote meglio questo che una minestra riscaldata senza capo ne coda come the system has failed
Er Trucido
Lunedì 19 Luglio 2010, 23.57.14
5
Salvo Prince of Darkness, Time: the end e poco altro...disco veramente terribile, una delusione cocente all'epoca. Tra l'altro la prima versione prevedeva anche il No-risk disc, un cd bonus con alcuni brani storici della band, a mio parere un tentativo di far conoscere il vecchio materiale e raccimolare qualche vendita in più. voto: 47
Matocc
Lunedì 19 Luglio 2010, 22.07.43
4
Passo falso di MegaDave a mio parere,ma ci sta dopo tanti anni un calo "fisiologico"... si salvano Prince Of Darkness e la pantegana in copertina nell' edizione remaster...
Gemini
Mercoledì 14 Luglio 2010, 17.19.29
3
Voto: 60
Gemini
Mercoledì 14 Luglio 2010, 17.17.48
2
Un solo commento? Mi aspettavo il finimondo... comunque chi i 'Deth non facessero/non volessero fare più heavy metal era chiaro: l'aveva anche candidamente ammesso Dave stesso, dicendo di puntare a scrivere del "radio-rock". Tutto sommato, c'è riuscito: visto in quest'ottica "Risk" è un album onesto, certamente non del tutto riuscito (anzi...) ma coerente con quelle che erano le idee di Mustaine all'epoca. Belle "Prince...", la mini-suite "Time..." e "Breadline"
Marco85
Martedì 6 Aprile 2010, 19.19.20
1
Osceno e noioso
INFORMAZIONI
1999
Capitol
Rock
Tracklist
1. Insomnia
2. Prince of Darkness
3. Enter the Arena
4. Crush 'em
5. Breadline
6. The Doctor is Calling
7. I'll Be There
8. Wanderlust
9. Ecstasy
10. Seven
11. Time: the Beginning
12. Time: the End
Line Up
Dave Mustaine (voce, chitarra)
Marty Friedman (chitarra)
David Ellefson (basso)
Jimmy DeGrasso (batteria)
 
RECENSIONI
47
55
84
67
s.v.
70
75
75
73
61
55
65
77
83
77
97
88
94
83
ARTICOLI
01/05/2015
Articolo
MEGADETH
Core Angrato
09/07/2011
Live Report
THE BIG 4 - METALLICA - SLAYER - MEGADETH - ANTHRAX
Arena Fiera, Rho (MI), 06/07/2011
07/04/2011
Live Report
SLAYER + MEGADETH + SADIST
Atlantico, Roma, 03/04/2011
27/03/2011
Articolo
MEGADETH
Nick Menza, la biografia
06/03/2011
Articolo
MEGADETH
David Ellefson, la biografia
13/02/2011
Articolo
MEGADETH
Marty Friedman, la biografia
26/01/2011
Articolo
MEGADETH
Dave Mustaine, la biografia
07/06/2010
Live Report
MEGADETH + SADIST + LABYRINTH
Atlantico, Roma, 04/06/2010
10/03/2008
Live Report
MEGADETH + EVILE
Palasport, Pordenone, 05/03/2008
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]