Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wardruna
Kvitravn
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/01/21
STEVEN WILSON
The Future Bites

29/01/21
ART OF ILLUSION
X Marks the Spot

29/01/21
OCEANA
The Pattern

29/01/21
WOWOD
Yarost I Proshchenie

29/01/21
EXIMPERITUS
Šahrartu

29/01/21
SOULS OF DIOTIMA
Janas

29/01/21
DISEASE
Into the Red

29/01/21
WEREWOLVES
What a Time to be Alive

29/01/21
THE BODY
I’ve Seen All I Need To See

29/01/21
ANCIENT VVISDOM
A Godlike Inferno

CONCERTI

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Fozzy - Chasing The Grail
( 4545 letture )
Per chi è fan dei Fozzy, e non da ieri, come il sottoscritto, Chasing The Grail è una delusione perché, lo diciamo subito, non regge il confronto con All That Remains, suo fortunato predecessore che, unito ad un battage pubblicitario imponente, ha portato la band guidata da Chris Jericho a notorietà impensabile.
Dispiace in effetti dire che il principale punto debole dell’album è proprio Jericho (attualmente campione dei pesi massimi in WWE), quando si ostina a cantare “alla Ozzy”, mentre le sue coordinate canore sarebbe ben altre.

La contrapposizione tra Under Blackened Skies e il singolo Martyr No More spiega tutto: spuntata e falsettata la prima, graffiante e convincente la seconda, sulla linea di quanto di buono mostrato quattro anni fa con ottime prove quali Enemy, Lazarus e Daze Of The Weak.
Quei Fozzy sembrano oggi una circostanza fortunata, dato che preferiscono abbinare alle consuete strutture sonore postpanteriane (potrebbe essere diversamente, con gli Stuck Mojo così ben rappresentati in formazione?) cori peraltro privi di un impatto melodico degno di nota. I Fozzy non sono una hair metal band, nonostante il volenteroso tentativo, e non lo saranno mai: il massimo che possono fare in queste vesti è la tremenda ballad Broken Soul, senza dubbio il peggior brano dei loro quattro album. Meglio accelerare allora, e Let The Madness Begin ha sicuramente qualche carta in più nei ritmi guidati dall’ottimo Rich Ward, che su strutture heavy a ritmi sostenuti improvvisa passaggi funk; e Jericho fa il Jericho, per una volta. Purtroppo Chasing The Grail poggia stabile su quest’indecisione di fondo, e Pray For Blood è parzialmente rovinata, nonostante una buona prova complessiva della band, da un coretto agghiacciante in apertura. I falsetti di un Ward che dietro il microfono ha fatto di meglio sfiancano l’incedere sofferente di New Day’s Dawn; l’assolo di Jeff Waters (dopo quello in Martyr No More) non salva la debole God Pounds His Nails; Watch Me Shine è indifendibile da qualsiasi punto di vista. Paraskavedekatriaphobia ha pochissimo da offrire oltre al titolo, penalizzata ancora una volta da un Jericho che appare combattuto tra la volontà di essere una caricatura di chissà chi e le doti vocali –magari non incredibili, ma di certo non disprezzabili– mostrate nei lavori precedenti. Le linee melodiche di Revival spaziano tra una tracotanza nu-metal ormai passata di moda e melodie fuori posto rispetto all’incedere del riff principale: poche idee ma confuse, come in quasi tutto il disco. La conclusiva Wormwood dura quasi quattordici minuti, mostrando sprazzi di partiture interessanti, sommersi ovviamente sotto un oceano di monotonia: si gioca a fare i Metallica, mutuandone solo la prolissità dei momenti peggiori; si tenta di evocare atmosfere da fine del mondo, senza neanche avvicinarsi a una Nostradamus made in Judas Priest; si gioca, insomma, un all-in con una coppia di sette, e si va incontro ad una disfatta.

La speranza di chi non solo apprezza Jericho al di fuori dell’ambito musicale (e non sono pochi), ma anche e soprattutto di chi trova del buono nei tre album precedenti dei Fozzy, è che questo sia un caso isolato, che Jericho sia stato magari mal consigliato, o abbia cantato nel raro tempo libero senza l’impegno necessario. Detto questo, se vi scappano due euro su iTunes, Martyr No More e Let The Madness Begin meritano più di un ascolto.



VOTO RECENSORE
49
VOTO LETTORI
28.90 su 32 voti [ VOTA]
df800
Giovedì 2 Agosto 2018, 14.53.42
8
io lo trov un grande disco. non imprescindibile ma un disco di hard rock decisamente piacevole. 70
tribal axis
Martedì 2 Marzo 2010, 21.14.02
7
pessimo disco e Jericho potrebbe dedicarsi a quello che sa fare meglio (cioè non la musica).... P.S. Ste, ti stimo, il tuo commento mi ha fatto sbregare dal ridere...
Khaine
Martedì 2 Marzo 2010, 20.06.32
6
AUHAUHAUHAH grandissimo il primo commento DDDD
Lontano
Martedì 2 Marzo 2010, 17.00.45
5
Ste, mi sono spezzato in due dal ridere..... ))))))))))))))))
enry
Martedì 2 Marzo 2010, 16.49.13
4
Chris Jericho è un grandissimo wrestler, grande carisma, bravo nel mat-wrestling, ottimo nel "vendere" le mosse...ah, si sta parlando di musica...
Electric Warrior
Martedì 2 Marzo 2010, 15.54.42
3
Bleah,ed è anche un complimento
Filippo Festuccia
Martedì 2 Marzo 2010, 13.29.36
2
perché Jericho=cash. per la label sono un affare, perché vendono copie (WWE fan da tutto il mondo) e non rompono le palle sapendo di essere una band senza pretese di artisticità. però suonare il flauto col culo potrebbe essere un'innovazione stilistica pari al tapping, pensiamoci
Ste
Martedì 2 Marzo 2010, 10.32.35
1
Io non riesco a capire perchè i Fozzy hanno un contratto discografico e il mio conquilino che suona il flauto col culo no.
INFORMAZIONI
2010
Riot Entertainment
Heavy
Tracklist
1. Under Blackened Skies
2. Martyr No More
3. Grail
4. Broken Soul
5. Let The Madness Begin
6. Pray For Blood
7. New Day’s Dawn
8. God Pounds His Nails
9. Watch Me Shine
10. Paraskavedekatriaphobia (Friday The 13th)
11. Revival
12. Wormwood
Line Up
Chris Jericho – Voce
Rich Ward – Chitarra, Voce
Sean Delson – Basso
Frank Frontsere – Batteria
Jeff Waters – Assoli in Martyr No More e God Pounds His Nails
Eric Frampton – Tastiere
Mike Martin – Chitarra in Wormwood
 
RECENSIONI
49
67
63
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]