Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/20
ALPHA WOLF
A Quiet Place to Die

25/09/20
NASTY
Menace

25/09/20
EMYN MUIL
Afar Angathfark

25/09/20
LASER DRACUL
Hagridden

25/09/20
LIK
Misanthropic Breed

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
DEFTONES
Ohms

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

CONCERTI

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Van Canto - Tribe of Force
( 4506 letture )
I Van Canto ci vengono presentati dalla Napalm Records come a cappella metal, epiteto piuttosto deturpabile e facilmente suscettibile all'ilarità di tanti metallari malpensanti. Bene, una volta finita la vostra risata, ricomponetevi cari messeri, perché in realtà, i Van Canto cantano davvero a cappella, con la sola eccezione della batteria (ad opera di Bastian Emig), che a detta degli stessi Van Canto è necessaria perché loro suonano heavy metal e non pop music (e mi vengono in mente i Neri per caso). Devo ammettere che non conoscevo questa band tedesca, se non per qualche video visto sul web delle varie cover sparse qua e là nei dischi precedenti. Già, e ricordo che all'epoca di Battery dei... e dai lo sapete!, pensai che le cover fossero state scelte come specchietto per le allodole per attirare quanti più curiosi possibile (e lo penso ancora in realtà), ma soprattutto per mascherare una capacità compositiva non all'altezza della fama che fin da subito li aveva investiti. Dopo l'ascolto di Tribe of Force -terzo album dei Van Canto- mi devo, almeno in parte, ricredere. Innanzitutto, perché non siamo certo abituati ad immaginarci una band in ambito heavy che sia capace di fare a meno di chitarre e amps a palla, in secondo luogo, perché i Van Canto -pur non facendo gridare al miracolo- riescono a non stancare con questo nuovo lotto di tredici pezzi. In definitiva, parliamo di un album abbastanza vario, tenendo conto delle scarse possibilità offerte dalla voce, rispetto agli strumenti veri.

Se però, da un lato saluto positivamente questa scelta dei Van Canto, unico esempio di metal a cappella, dall'altro devo pur registrare -con un po' d'amarezza- che il gruppo avrebbe potuto decisamente osare di più. In fin dei conti, i pezzi contenuti in Tribe of Force non si discostano dall'odierna -e sempre più stagnante- produzione power/heavy. Davvero un peccato, perché i Van Canto avrebbero le possibilità di incidere qualcosa di diverso.

La band è formata da sei elementi, di cui un batterista, due cantanti solisti (Philip Dennis Schunke e Inga Scharf) e tre cantanti d'accompagnamento, ovvero Ross Thompson, Stefan Schmidt e Ingo Sterzinger. Sono proprio questi ultimi la struttura portante dei Van Canto, perché sono loro gli strumenti del gruppo. Tramite il Rakkatakka, che non è né un piatto tipico finlandese, né un nuovo modello di libreria dell'Ikea, bensì il loro particolare modo di cantare; in particolare le parole più gettonate per riempire il pezzo sono proprio rakkatakka, dandandan, tiritiritiri e variazioni sul tema di questo tipo. Vi basterà ascoltare i primi cinque secondi di Lost Forever -opener del disco- per capire che non sono impazzito, e capire qual è la proposta dei Van Canto.

Da segnalare la presenza di due guest nell'album. Mi riferisco al becchino Chris Boltendahl sulla cover dei Grave Digger: Rebellion, peraltro uno dei pezzi più convincenti; e a Tony Kakko, cantante dei Sonata Arctica su Hearted, meno convincente rispetto alla precedente. Per il resto dell'album abbiamo dei buoni pezzi, che mai fanno stancare l'ascoltatore, ma nemmeno lo esaltano oltremodo. Fatta eccezione per Master of Puppets, canzone talmente convincente che renderebbe al massimo anche se eseguita a furia di peti. Non fa eccezione la versione dei Van Canto, indubbiamente meno potente dell'originale, ma di sicuro una delle cover più originali che abbia sentito del classico di Hetfield e co. Ottima prova.

In definitiva, Tribe of Force è un buon album. Ripeto, lascia un po' d'amaro in bocca perché una maggiore varietà dei pezzi avrebbe fatto alzare la qualità del disco, ma è pur vero che Tribe of Force è stabile da un mese nel mio iPod e non sembra volerne uscire tanto presto.
Promossi.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
39.65 su 35 voti [ VOTA]
megna
Mercoledì 6 Giugno 2018, 16.51.43
11
Macchiette o no, come si suol definirli, non si può negare che questi vulcanici e scatenati ragazzoni non abbiano una vena geniale nel songwriting. In ogni album ci ficcano dentro almeno due/tre hit da urlo, da cantare a squarciagola in qualche festival estivo tra fiumi di birra. Hit che non fanno rimpiangere per nulla, anzi superano alcuni ultimi fiacchi tentativi di rimanere a galla da parte di band ben più blasonate. Le loro cover a cappella sono addirittura allucinanti, da mascella spalancata. Ascoltare per credere!
Listick
Martedì 20 Settembre 2011, 17.51.10
10
A tutti quelli che si lamentano del fatto che i Van Canto "occupano" il posto di altre band: non è che le label hanno i contratti numerati sicuramente se investono in loro qualcuno li ascolterà: non è questione di talento o di qualità, è questione di soldi.
Giaxomo
Sabato 3 Settembre 2011, 1.00.51
9
RIDICOLI,PATETICI E OCCUPANO UN CONTRATTO CON UNA LABEL UTILE PER QUALSIASI ALTRO GRUPPO.
Flag Of Hate
Venerdì 27 Maggio 2011, 23.26.26
8
Non me ne voglia il recensore, ma secondo me i Van Canto sono una delle peggiori schifezze che il nostro genere musicale abbia mai partorito (e di schifezze ce ne sono a bizzeffe, credetemi). Questi fanno veramente ridere. E non tirate in ballo la solita solfa della chiusura mentale verso le novità... al massimo chiusura rettale, vale a dire la reazione fisiologica del mio organismo quando li ascolto.
Piero
Sabato 1 Gennaio 2011, 14.58.08
7
la cosa che più mi fa incazzare è che un "gruppo" come questo suona in festival della madonna , ha un contratto con la napalm , realizza video e album con produzioni da paura mentre ci sono mille e più band validissime in giro per il mondo (alcune anche in italia) che TIRANO A CAMPARE nel mondo del music biz vedendo il loro talento superato da cazzate del genere i van canto a me fanno cagare! e li ritengo un offesa a tutto il panorama metal .. con il tempo ho iniziato ad "accettare" , per il bene della musica , le politiche commerciali di molte case discografiche che trasformano gruppi che da dire avrebbero molto , in boyband da un disco all'anno o quasi (conta la QUANTITA' e non la QUALITA' questo è chiaro!!) ma questo sento di non poterlo proprio accettare.. soprattutto da una label come la napalm !! credevo di aver visto tutto dopo gli alestorm (ragazzini liberi di fare quel che vogliono TRADENDO il pubblico con cambi line up scandalosi e show nemmeno lontanamente paragonabili a ciò che si sente sui loro dischi) ma evidentemente non c'è un limite al peggio che amarezza ... sono vicino a tutte le validissime band metal (di ogni genere) italiane e non e partecipo alla loro incazzatura nel vedersi preferire STRONZATE del genere in nome del music business... nioltre vorrei fare una domanda a voi che ascoltate i van canto... cosa ci trovate?!?!? cioè non provate vergogna a girare con una t.shirt di un gruppo che gruppo non è!? Cioè si .. sono bravi cantanti ma la proposta è uno scempio ... li avrei supportati se fossero rimasti a cantare nelle proprie band originarie , ripeto secondo me costituiscono un'offesa ad ascoltatori e band .. e i grave digger che li chiamano pure a ROVINARE dal vivo un pezzo storico come Rebellion son stati un colpo a l cuore per me ... ps, sia chiaro la mia non è una provocazione voglio solo capire cosa vi spinge ad idolatrare una proposta così bassa. un saluto Piero
Rob
Sabato 6 Marzo 2010, 17.45.57
6
Io preferisco sicuramente questo album che almeno qualcosa d'innovativo ce l'ha, rispetto all'ennesimo gruppo fotocopia...
Filippo Festuccia
Sabato 6 Marzo 2010, 0.31.38
5
A me piacciono i giovincelli, ma un appunto lo devo fare: il main vocalist è di un piatto, ma di un piatto...! bravissimi i ritmici!!!
Lontano
Venerdì 5 Marzo 2010, 22.25.23
4
Quoto Areksusu al 100%, sicuramente un album piacevole per il quale spenderò volentieri qualche euro domani e che mi accompagnerà in macchina per parecchio. Però che tristezza pensare che sono queste le novità in ambito metal/hard/heavy...
_Addicted_to_Mosh_
Venerdì 5 Marzo 2010, 20.40.54
3
ho dato 20 solo perchè sono cantanti bravi, anche se del tutto sprecati in una band così!!
_Addicted_To_Mosh_
Venerdì 5 Marzo 2010, 20.35.36
2
RIDICOLI.
Areksusu
Venerdì 5 Marzo 2010, 20.03.07
1
Brutto segnale sullo stato di salute dell'heavy metal. Quando l'unico elemento di novità introdotto non è a livello compositivo, ma di strumentazione (la voce che imita gli assoli di chitarra!), vuol dire che la scena ristagna, e di brutto.
INFORMAZIONI
2010
Napalm Records
Power
Tracklist
01. Lost Forever
02. To Sing A Metal Song
03. One To Ten
04. I Am Human
05. My Voice
06. Rebellion
07. Last Night Of The Kings
08. Tribe Of Force
09. Water.Fire.Heaven.Earth
10. Master Of Puppets
11. Magic Taborea
12. Hearted
13. Frodo's Dream
Line Up
Philip Dennis Schunke - lead vocals
Inga Scharf - lead vocals
Ross Thompson - higher rakkatakka vocals
Stefan Schmidt - lead & lower rakkatakka vocals
Ingo Sterzinger - doom a bass vocals
Bastian Emig - drums

www.vancanto.de
www.myspace.com/vancanto
 
RECENSIONI
65
72
70
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]