Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

Mayhem - De Mysteriis Dom. Sathanas
( 24417 letture )
Prima recensione di: Stefano Cocco "Pandemonium"
De Mysteriis Dom. Sathanas: I Riti Occulti di Satana, la messa nera in musica.
Occultismo, satanismo, morte e ritualismo non erano mai stati descritti in modo così efferato, diretto e spregiudicato come in quest’album dato alle stampe nel 1993 e distribuito solamente l’anno seguente dalla famigerata ettichetta Deathlike Silence di proprietà di Euronymous. L’opera, icona e manifesto della prima era del black metal norvegese, è da considerarsi unica nel suo genere: oltre ad essere la summa di tutte le caratteristiche fondamentali del black metal, possiede un’aurea propria, malvagia e occulta, dovuta anche dai terribili avvenimenti di cronaca nera che la circondano. Un platter che È il black metal e non solo musicalmente, poiché la storia del suo concepimento segna indelebilmente il decorso della scena estrema scandinava nella sua interezza.

La line up dei Mayhem dell’epoca chiarisce già di per sé i motivi per i quali quest’album ricevette il successo planetario. Le liriche malate, incontrovertibili prove di depressione cronica, totale odio antiumano e credenza nelle forze occulte, furono vergate dal famigerato singer Dead, un ragazzo introverso e psicologicamente instabile, che l’8 aprile 1991 decise di porre fine alla propria esistenza tagliandosi le vene e sparandosi un colpo di fucile alla testa. Al microfono quindi, venne reclutato Attila, il cantante ideale per interpretare in modo originale e totalmente inedito le formule esoteriche scritte dal defunto predecessore. Dietro le pelli, l’autore del drumming schizofrenico ed ipnotico che fece scuola a tutta la scena scandinava, risponde al nome di Hellhammer: sicuramente il più talentuoso batterista dell’epoca che lasciò il suo lavoro di infermiere in un manicomio per trasferirsi ad Oslo e dedicarsi completamente al progetto Mayhem. Il riffing antimelodico, marcio ed ossessivo, è opera di Blackthorn alla chitarra ritmica ed Euronymous alla solista, quest’ultimo, oltre che proprietario della prima etichetta della storia dedita alla promozione di platters black metal (Deathlike Silence Production) e fondatore dei Mayhem nel 1984, era proprietario del negozio di musica Helvete in cui i membri della scena si ritrovavano a pianificare i malfamati atti vandalici anticristiani sotto il nome di Inner Circle. Infine, le tracce del basso registrate in De Mysteriis Dom. Sathanas vennero composte ed eseguite da Varg Vikernes, fondatore e unico membro dell’act Burzum e autore del feroce assassinio di Euronymous il 10 agosto 1993: 23 coltellate alla schiena, testa e collo di Aarseth. Dopo il feroce delitto, la famiglia di Øystein chiese a Hellhammer di rimuovere le tracce di basso registrate da Vikernes: si dice che il batterista non accontentò i genitori a lutto per il semplice motivo che egli non sapeva suonare lo strumento; comunque siano andate le cose, Varg non venne nominato nei credits dell’album.

Every time this year
This dark fog will appear
Up from the tombs it comes
To take one more life that can be near


L’opener Funeral Fog è una delle composizioni più famose ed apprezzate dai blacksters di tutto il mondo, e non a caso. Il blast beat di Hellhammer, supportando il riff in tremolo picking di Euronymous, crea una funerea atmosfera -malsana ed opprimente- che per un minuto e mezzo fa da introduzione a questa opera magna. L’ugola rauca di Attila, sofferente ed estrema nel modo inedito e superbo di interpretare i testi oscuri di Dead, si rivela ipnotica ed estremamente coinvolgente. La scelta di non uniformarsi alla massa di screamers da parte di Csihar è sempre stata una delle caratteristiche fondamentali che rendono originale e unico il sound dei Mayhem. La furia cieca della band scema nell’intro cadenzato e angosciante di Freezing Moon, ma viene subito ripresa nella strofa in blast beat per poi arrestarsi nuovamente al terzo minuto di questa perla di rara nerezza. È sulla scia mortuaria del giro di basso di Vikernes, lento e decadente, che i Mayhem vanno costruendo la sezione più tenebrosa della canzone: un mid tempo che entrerà nella storia, sia per gli assoli cacofonici di Euronymous sia per le stupende improvvisazioni di charleston, rullante e doppia cassa di Hellhammer. L’outro riprende la strofa concludendosi tutto d’un tratto lasciandoci sospesi nella nostra angoscia.

My name was written with Fire
in the place you only can see
When your time has come
When you walk down in the
Land of shadows for eternity


Cursed In Eternity continua inesorabilmente ad annichilire l’ascoltatore con la ripetizione interminabile di quattro accordi eseguiti da Blackthorn sotto un micidiale tremolo picking su corda singola di Euronymous, mentre Attila si eleva ad ottave acute e raschianti, abbozzando screaming e vocalizzi disumani. Pagan Fears riprende la struttura di Freezing Moon: intro in mid tempo, strofa in blast beat, cantato sussurrato e malvagio, un interludio basato sulla ripetizione maniacale di un giro di basso di Vikernes ed infine la ripresa della strofa utilizzata come chiusura. Life Eternal è la composizione più lenta ed evocativa, ma non per questo “leggera” o inferiore alle precedenti tracks. Euronymous e Varg sono i protagonisti indiscussi: l’arpeggio del primo viene accompagnato da un’ottima melodia del secondo lasciando tutto lo spazio necessario a Csihar per interpretare le agghiaccianti parole di Dead che sembrano letteralmente provenire dall’oltretomba. Meritano di essere riportate nella loro interezza:

A dream of another existence
You wish to die
A dream of another world
You pray for death to release the soul
One must die to find peace inside
You must get eternal
I am a mortal, but am I human?
How beautiful life is now when my time has come
A human destiny, but nothing human inside
What will be left of me when I'm dead?
There was nothing when I lived
What you found was eternal death
No one will ever miss you


La messa nera prosegue, invocazioni dell’occulto passato pagano si tingono di luttuose atmosfere nei micidiali cambi di tempo nella stupenda From The Dark Past dove Hellhammer impera come un indetronizzabile sovrano del regno del caos, della morte e della blasfemia firmato Mayhem. La seguente e mitica Buried By Time And Dust vede nuovamente l’implacabile ferocia del batterista estrinsecata in un blast beat che ha dell’inumano; per ben tre minuti e mezzo l’invalicabile muro sonoro edificato dal suo drumming pone le fondamenta alla composizione più veloce, ortodossa e brutale dell’album: un devastante susseguirsi di riff nevrotici e glaciali allo stesso tempo. Si può facilmente dedurre da dove bands del calibro di Darkthrone, Immortal o Marduk –per fare qualche nome noto- abbiano imparato le vie del verbo nero. La conclusiva De Mysteriis Dom. Sathanas è un capolavoro di malvagità inaudita: tutte le migliori performance del platter si uniscono in un finale claustrofobico, nichilista e violento. Le chitarre sono taglienti e perennemente in tremolo picking, le pelli si frantumano sotto le mazzate di Hellhammer che continua a infarcire il blast beat con giri di piatti e tom a valanga, ma il ruolo più importante lo ricopre Attila. Il singer, in questa ultima ossessionante canzone, si destreggia in un inaudito cantato che ha del cerimoniale: una serie di vocalizzi baritonali alienanti recitano formule evocatrici in latino. L’atmosfera raggiunge l’apice di tutto il platter grazie a questa ultima sorprendente scelta di Csihar che lascia, indelebile nella mente dell’ascoltatore, l’immagine di cinque misteriose figure incappucciate attorno ad un nero altare, intente a eseguire I Riti Occulti di Satana.

La furia cieca del death metal più violento (Morbid Angel), mista alle atmosfere macabre ed esoteriche vagamente riconducibili alle composizioni di poche bands heavy degli 80’s (Black Sabbath, Mercyful Fate) vengono qui riunite in un unico linguaggio estremo e genuino, fondando un nuovo genere musicale dalle caratteristiche tecnico-compositive ben delineabili e dalle precise tematiche incentrate sul paganesimo e l’esoterismo. Spregiudicatezza, efferatezza, blasfemia, satanismo e occultismo caratterizzano la musica e la storia di De Mysteriis Dom. Sathanas incoronandolo quale capolavoro indiscusso del genere che, dalla fine degli anni ottanta ai nostri giorni, viene denominato black metal. Le macabre vicissitudini che hanno pervaso la Scandinavia nei primi anni novanta sono trasposte in arte in questo gioiello nero che, per quanto estremo e intransigente possa apparire agli occhi di chi non apprezza il movimento artistico in questione, rimane una pietra miliare della musica contemporanea e assieme una delle opere più geniali ed originali dei nostri tempi.
VOTO Prima Recensione: 100

Seconda recensione di: Nikolas "Agent Orange" De Giorgis
Cos'è quell'oscura presenza che tinge di un livido blu la notte? Quali malignità stanno per abbattersi su quella chiesa che osa, arrogante, svettare nella gelida notte norvegese?

Nichilismo, misantropia, la più maligna e analitica analisi dei limiti e delle debolezze dell'uomo, la lucida ed inarrestabile vivisezione dell'animo umano volta a portare a galla tutte le paure e gli istinti primordiali mascherati sotto la falsa chimera della vita secondo la morale e il senso comune; sono tutti i tipici elementi che da tempo abbiamo imparato a cercare ed apprezzare nel black metal, forse il più estremo -concettualmente- tra tutti i generi estremi.
Ma dove, quando nacque tutto ciò? Chi dobbiamo ringraziare (o maledire?) per aver aperto le porte verso le più profonde atrocità del nostro animo? Se la risposta alla prima domanda è banale -Norvegia, dove sennò?- la seconda potrebbe generare discussioni ben più animate; ma oggi, concedetemelo, sono qua per dire che esistono un solo disco ed una sola band degne di essere chiamati i padri del black metal.

De Mysteriis Dom. Sathanas, questo il nome del massimo capolavoro mai partorito nella storia del black metal, rappresenta l'apice compositivo di un'epoca, la massima espressione di una generazione di giovani ragazzi (tutti poco più che ventenni), perennemente in lotta con la società, il potere, la morale e le religioni ai tempi -e tutt'ora- dominanti; la generazione del Black Metal Inner Circle, delle chiese bruciate e di infausti eventi che segneranno indelebilmente i Mayhem, spesso offuscando la musica con polemiche che così poco si adattano a queste circostanze.

De Mysteriis Dom. Sathanas è puro inferno in musica: non un ragionato e comprensibile inferno dantesco, ma un inferno caotico e passionale in cui perdersi, aggrediti da una musica nuova e terribile; è Funeral Fog che ci accoglie e ci prepara al viaggio: uno stile di riffing che da quel momento in poi diventerà un canone imprescindibile per il black metal stesso, insieme al fuorioso ma talentuoso drumming di Hellhammer, la più perfetta e completa base atmosferica per i malati, oscuri e occulti testi, massima espressione di puro nichilismo misantropo e mistico.
Vi è infatti una presenza oscura e prepotente in questo disco, che pur non avendo suonato è tra gli artefici di questo nero capolavoro: è la mente instabile piscologicamente ed emotivamente di Dead, autore di tutti i testi del disco, che l'8 aprile 1991 si toglierà la vita tagliandosi le vene e sparandosi un colpo di fucile in testa.

Every time this year
This dark fog will appear
Up from the tombs it comes
To take one more life that can be near


Per interpretare i testi nel modo più adatto possibile, e in totale coerenza col resto della musica, la band compie la scelta migliore di tutte, accogliendo dietro al microfono il giovane Attila Csihar, un cantante ungherese dotato di uno stile assolutamente unico e in perfetta sintonia con le intenzioni musicali del resto della band: oltre al tiratissimo screaming, che costituirà poi il cantato black metal per eccellenza, Attila possiede infatti anche un timbro più sofferto e vivo, con il quale ottiene lancinanti ed angosciose urla di puro e semplice terrore; Cursed In Eternity o la leggendaria Freezing Moon ne vedono un massiccio uso, soprattutto quando la velocità cala e le atmosfere si fanno più oscure ed opprimenti; tra queste ultime, appunto, il geniale mid-tempo di Freezing Moon: dal terzo minuto in poi si snoda, sopra alle linee di basso di Varg Vikernes -il quale non compare nei crediti, dopo che i familiari di Euronymous, da lui brutalmente ucciso il 10 agosto 1993, chiesero ad Hellhammer di rimuovere persino tutto il suo lavoro dal disco- uno dei passaggi più famosi di sempre, per le geniali variazioni di Hellhammer e per il cacofonico, tagliente assolo di Euronymous.

Il proseguio del disco è affidato quindi a Pagan Fears, quasi simmetrica a Freezing Moon nella sua costruzione, e quindi alla lenta Life Eternal: un brano incredibilmente evocativo, giocato sull'ossessivo ripetersi dell'ipnotico riff di Euronymous e dello splendido giro di basso di Vikernes; Attila tira qua fuori tutta la sua più viva e passionale interpretazione, al servizio dei più oscuri e insieme profondi testi partoriti da Dead:

A dream of another existence
You wish to die
A dream of another world
You pray for death to release the soul
One must die to find peace inside


Si continua poi con From The Dark Past che, dopo un'apertura in mid-tempo, si inchina al volere dell'incredibile Hellhammer, araldo di caos e distruzione per quasi l'intera durata del brano, giocato su blast-beat disumani; similarmente a questa, anche la successiva Buried By Time And Dust vede in grande spolvero il talentuoso batterista, che insieme alla prova più violenta di Attila mette in piedi un muro sonoro incredibile che per tre minuti letteralmente travolge l'ascoltatore.
De Mysteriis Dom. Sathanas, infine, brano conclusivo e title-track, è il raggiungimento dell'apice compositivo ed esecutivo dei Mayhem: una perla di nichilismo dal fascino ammorbante in cui il vero protagonista è, ora più che mai, Attila; il cantante ungherese trova infatti qua la sua più profonda ed evocativa interpretazione, salmodiando in latino oscuri canti con un tono da messa nera.

Psychomantum Et Precr Exito Annos Major
Ferus Netandus Sacerdos Magus Mortem Animalium


È l'apoteosi dell'atmosfera mistica del disco, in cui il lamentoso canto di Attila riempie la scena di misteriosi, spaventosi rituali (Lord Satan's Secret Rites, o De Mysteriis Dom. Sathanas, appunto) che portandoci al cospetto della malignità massima, delle oscure forze primordiali che sin dall'antichità infestano la terra, chiudono in maniera terrificamente maestosa il nostro viaggio.

Una nuova e incredibile musica, il manifesto dell'odio generazionale radicato nella gelida Norvegia, l'estremizzazione dell'heavy e del death metal. De Mysteriis Dom. Sathanas è tutto questo: la gemma più nera che sia mai stata data alle stampe, la summa di tutto un genere musicale sviluppatosi a partire da questi storici pezzi, vivo e attivo ancora oggi dopo quasi vent'anni.
VOTO seconda recensione: 100



VOTO RECENSORE
100
VOTO LETTORI
86.35 su 333 voti [ VOTA]
dariomet
Venerdì 6 Dicembre 2019, 7.59.05
163
duke ma perchè continui a commentare dicendo le stesse cose dette sotto daemon? hai bisogno di attenzioni? hai solo sostituito emperor con bathory, che poi gli emperor dovrebbero darti fastidio per i noti fatti di cronaca, se ho capito che tipo sei. i tuoi commenti non apportano nulla alla conversazione e sono abbastanza fastidiosi da leggere, ripeto come se io ora andassi sotto una recensione dei pheriphery e scrivessi : i dream theater spaccano tutto il resto..ti sembra un commento intelligente?
ObscureSolstice
Venerdì 6 Dicembre 2019, 1.29.55
162
@151 lisablack: A me in realtá questo De Mysteriis Dom. non ha mai fatto paura anzi, a me fa paura duke. Ma bisogna pur capirlo, i Celtic Frost in veritá neanche gli interessano, non è il suo genere benchè, chissà chi glieli ha fatti conoscere che ce l'ha su che nomina sempre quelli, forse come ricordo. Gli Emperor oltretutto a questo esemplare di disco gli possono spazzare le scarpe. Comunque...ahah duke maledetto, che Euronymous ti insegua nei sogni più reconditi bwahuah buuuuurrrhh
Buried Alive
Martedì 3 Dicembre 2019, 23.13.25
161
Ogni volta che Duke commenta va del tutto fuori traccia, ma aiutatelo per favore.
lisablack
Martedì 3 Dicembre 2019, 22.28.51
160
Infatti tino. E poi perche' paragonarli? Mayhem , Emperor, Satyricon, soprattutto Darkthrone devono tantissimo ai Celtic Frost e ai.Bathory. Sono i loro maestri..detto questo in Norvegia dal 92 al 97 sono usciti solo capolavori in ambito black..Mayhem compresi caro duke, fattene una ragione
tino
Martedì 3 Dicembre 2019, 21.46.09
159
non si possono paragonare i primi celtic frost con i mayhem o gli emperor, al massimo con i darkthrone di panzerfaust in avanti e i carphatian forest
duke
Martedì 3 Dicembre 2019, 21.32.32
158
...celtic frost ed emperor spazzano via tutto.....molte spanne sopra tutto il resto...inarrivabili.....
lisablack
Domenica 1 Dicembre 2019, 14.23.37
157
Non sono d' accordo per nulla. Nel black non ci sono solo Bathory e Celtic Frost, un po' come dire " nel thrash solo Metallica e Slayer". E' una visione molto ridotta di questo genere che ad un' appassionato ha regalato, e regala, tutt' oggi gran bei lavori ispirati e coinvolgenti. Lungi da me togliere importanza a band come quelle sopra citate..mai lo farei..Black metal trend? Anche questa.e' una stronzata..i trend musicali sono altri, se uno vuole farsi il conto in banca a 10 zeri, con il black di zeri ne fa' pochi..
jakk
Domenica 1 Dicembre 2019, 13.25.53
156
celtic frost e bathory... il resto è conseguenza.. molte volte pure inutile. i BM è diventato il piu grande trend nel mondo da parocchi e supermercato cheè ormai Heavy metal.
Silvia
Domenica 24 Novembre 2019, 2.07.42
155
Anche x me Emperor e Satyricon, difficile scegliere fra i due. Visto che sono stati citati aggiungerei Dissection ma sono più al confine col death melodico a mio avviso
tino
Sabato 23 Novembre 2019, 22.55.26
154
Per emperor e satyricon
No Fun
Sabato 23 Novembre 2019, 22.39.22
153
Facciamo Darkthrone e non se ne parla più Scherzi a parte per me il top è Live in Leipzig
AC
Sabato 23 Novembre 2019, 22.07.12
152
Mayhem, Emperor, Satyricon, immortal, Gorgoroth, Ulver, Dissection.... Scegliere il migliore credo sia impossibile e forse non ha neppure senso. Ciascuno di questi gruppi, negli anni '90, ha sfornato un pezzo di storia del BM. DMDS è uno di questi pezzi.
lisablack
Sabato 23 Novembre 2019, 20.39.07
151
Sono d' accordo con Orexis. Questo disco e' una pietra miliare, un ' album unico, anche per l' oscura Line up, veramente da paura..😄, qui si da' il massimo al black metal, senza nulla togliere a maestri come Celtic Frost o Bathory . Disco di rara malvagita'.. pero' sono ancora indecisa se considerarlo il numero uno, gli Emperor con Anthem e in the Nightside, per me sono inarrivabili..insomma da 25 anni mi chiedo ancora quale sia il migliore ma non trovo risposta🤔
Orexis
Mercoledì 20 Novembre 2019, 23.12.20
150
Che piaccia o meno i Mayhem hanno fatto la storia del metal. Questo disco in particolare è il manifesto del black metal. Freddo, marcio, oscuro, ossessivo. Loro poi tutti musicisti validissimi e lo dimostreranno anche negli anni successivi. Euronymous grande compositore di riffs malati. Freezing Moon nell’olimpo del metal.
Claudio
Domenica 17 Novembre 2019, 2.02.28
149
Blackthorn ha dichiarato che non ha mai suonato la chitarra sul disco
Area
Giovedì 22 Agosto 2019, 12.37.56
148
@Diego, pulitissima no, infitamente meglio dei dischi dei darkthtrone o di In the nightside eclipse si.... a proposito della registrazione qui sotto nel mio precedente commento ho fatto un appunto sulla registrazione, in particolare sulla voce di Attila. Ah prima di essere attacato: E' vero che non ascolto più Black da tanto tempo, ma lo faccio puramente sull'onda dei ricordi e in fin dei conti é una scena che conoscevo.
Area
Giovedì 22 Agosto 2019, 12.33.03
147
Personalmente lo reputavo un ottimo album anni fa e merita tutto l'apprezzamento che ha tra gli amanti del genere. Non c'é nemmeno un pezzo skippabile ed é la differenza tra un buon disco e un classico e questo disco un classico lo é. L'unico appunto é che gli viene attribuito il titolo di "disco black più influente", ma in realtà uscì postumo alla morte di lui e che quindi da almeno 3 anni girassero già alcuni dischi Norwegian Black tipo i primi Darkthrone, degli Emperor e degli Immortal. In seconda battuta il disco sarebbe stato secondo me ulteriormente perfetto se la voce di Attila qui fosse stata come su quell'Anno Domini dei Tormentor che tanto piaceva ai Mayhem.
blackiesan74
Giovedì 22 Agosto 2019, 10.44.40
146
Sono pochissimi i dischi black che mi piacciono: "At the Heart of winter", i primi 4 dei CoF e questo. Comunque la parola DOM in latino non esiste: può essere solo l'abbreviazione di "Dominus" (in questo caso al genitivo "Domini") oppure l'acronimo di Deo Optimo Maximo, che significa "A (o "per mezzo di") Dio Ottimo Massimo", e non credo che i Mayhem volessero dare questo titolo...
Diego
Lunedì 12 Agosto 2019, 1.02.35
145
La produzione di quest'album è pulitissima con suoni nitidi e batteria mastodontica. Euro voleva distinguersi a tutti i costi dalla massa ( vedasi anche la voce oltre ai suoni). L' unico album successivo che si avvicina a quella mentalità è " grand declaration of war". Tutti i detrattori di quell' album se ne facciamo una ragione
Fabio
Venerdì 21 Giugno 2019, 21.43.00
144
Ci sono una decina di album che per varie ragioni meritano 100, questo è uno di questi...
Galilee
Mercoledì 5 Giugno 2019, 23.30.59
143
Personalmente i Mayhem non mi sono mai piaciuti molto, eppure sto disco mi manda fuori. L'aggettivo giusto è magnetico.
lisablack
Mercoledì 5 Giugno 2019, 20.06.44
142
Eh ti capisco...qui il 100 ci sta tutto, questo disco e' proprio odio puro e oscurita' senza fine..malgrado tutto, malgrado la mia venerazione per questo capolavoro, per me non supera i primi Emperor, Anthems e In the Nightside Eclipse sono inarrivabili..pure i primi Satyricon, su Live in Liepzig, be' Dead era davvero disumano, la voce dell' oltretomba👍..in quanto a malvagita' devo dire che ci va' giu' pesante..
No Fun
Mercoledì 5 Giugno 2019, 19.45.59
141
Ascoltai Live in Leipzig, un album furioso e disperato, con quel cantante potentissimo "When is coooold! And when is daaark!" "C'moooon! Leipzig! Join us! Pure, Fucking, Armageddon! " Grandioso. Ma era pur sempre uno spettacolo, cioè un volersi mostrare, come gli Stooges di Metallic KO, estremo, spaventoso, sincero. Poi quando ho ascoltato De Mysteriis mi sono trovato spiazzato. Completamente diverso. È un sussurro, è un rito, è un album inesorabile, che seduce ma che rimane impenetrabile, le melodie e anche i virtuosismi della batteria, i ronzii delle chitarre e le ossessioni del basso costruiscono un muro nero, freddo. Non c'è furia ma qualcosa che spaventa solo perché sta lì nel buio. La voce di Attila è ovviamente il motivo principale di questo cambiamento e mi ero stupito quando lessi che fu chiamato perché Dead e Euronymous lo ammiravano. Sentivo la sua voce simile a quella dei Von, un lenzuolo che striscia nel buio, e per questo pensavo ci fosse stato lo zampino di Vikernes nella scelta. Giusto il 100, però proprio per quanto detto non mi riesce di ascoltarlo spesso al contrario appunto di Live in Leipzig.
zakyzar
Sabato 1 Settembre 2018, 13.27.30
140
concordo al 100%con lisa black grandi mayhem
Random
Martedì 12 Giugno 2018, 16.17.08
139
Voti esagerati per un buon disco. Non confondete l'importanza storica con la qualità prettamente musicale.
lisablack
Mercoledì 29 Novembre 2017, 7.35.17
138
Un'album sinistro, oscuro, "mortale"..la title track è una messa nera in musica. Difficile dire quale è il migliore tra questo, In the Nightside eclipse e Hivis lyset tar oss..dopo quasi 24 anni me lo chiedo ancora..
Shadowplay72
Mercoledì 29 Novembre 2017, 2.28.25
137
Uno degli album piu belli di black metal,se non il migliore!
persian
Lunedì 23 Ottobre 2017, 22.25.10
136
Questo è il black metal. punto.
Faberxander
Domenica 1 Ottobre 2017, 0.52.55
135
L'album di black metal definitivo. Voto dichiarato 99. E lasciamo perdere i fatti di cronaca, questo è un caposaldo del genere, e tanto deve bastare.
zakyzar
Sabato 26 Agosto 2017, 13.00.01
134
state confondendo gli eventi e lo stile diverso..vedete anche io nn ho mai ascoltato il black prima ondata xke tolto qlke gruppo come i celtic frost nn cera granche,second wave invece ce stata una evoluzione del suono dei tempi serratissime i testi ecc era una musica nuova con e senza le chiese bruciate e i terribili avvenimenti..ricordiamoci che il symponic il depressive il blacknroll atmospheric nn sarebbero nati senza il dmds e ancora prima death crush
MetallaroRosso
Giovedì 10 Agosto 2017, 23.33.51
133
voto 95, il miglior albuim Black metal che abbia ascoltato in vita mia.
Conupo
Venerdì 7 Luglio 2017, 14.04.20
132
I fatti di cronaca sono stato necessari per dare notorietà al genere 25 anni fa, ma a fare la differenza é la qualità dei dischi in se, se DMDS e altri album iconici fossero stati soazzatura il genere concepito con 2nd wave non sarebbe mai esistito. I fatti di cronaca sono stati una sorta di "spinta"....biente da dire su bathory e celtic frost in quanto gruppi enormi che hanno influenzato un mondo.....concordo in fine con chi qua sotto ha dato credito a IN THE NIGHTSIDE ECLIPSE come disco iconico black(sotto una prospettiva di gusti personali ovviamente). In conclusione, un grande album di una grande band, i voti numerici servono a poco.
Nullatenente
Martedì 27 Giugno 2017, 1.37.10
131
Ah beh, che il disco in questione sia magistrale...su questo non v'è ombra di dubbio. Come non c'è dubbio che dire che sia sopravvalutato non abbia senso. Sopravvalutato rispetto a cosa? Agli esperimenti spesso maldestri (ma divertenti) che c'erano prima o alle miriadi di gruppi fatti con lo stampino che sono venuti poco dopo? Come dicono i protagonisti stessi, a suo tempo il genere era figo perchè ognuno metteva qualcosa per renderlo originale, quindi i mayhem, gli immortal, gli emperor, gli enslaved, i marduk, burzum, i dissection, i satyricon, i darkthrone ovviamente, ogni uscita di questi era una gioia. Poi come tutte le cose è arrivato il perido di stanca. Con thorns, dodheimsgard e i soliti spiazzanti ulver avevo creduto che ci potesse essere un futuro interessante per il genere, ma credo che tocchi accontentarsi ormai. È come guardare i porno, cambiano le facce ed i culi, ma gli atti sono sempre gli stessi più o meno. Ma continuano ad uscire sempre video nuovi, e la gente se li guarda per illudersi di avere sensazioni nuove. Sono sicuro che esisterà un de mysteriis dom sathanas del porno, chissà qual'è.
Silvia
Martedì 27 Giugno 2017, 1.25.00
130
@Nullatenente ma infatti vedi che anche tu parli di musica che viene apprezzata? Alla fine il nocciolo e' quello secondo me. Il noise/industrial e' rimasto confinato a certe sonorita', cosi' come il grind, mentre il black ha saputo evolversi, se tu consideri tutte le ondate e le sfumature, al di la' del 20enne che bruciava le chiese. E anche se prendi i testi (di questo album, esempio) c'era roba molto piu' cupa e/o feroce, almeno una decade prima, se consideri i Mercyful Fate o gli Exodus. Quindi ripeto, credo che il black sarebbe andato avanti in ogni caso anche senza il gossip. @Obscure, sono d'accordo con la prima parte del tuo post #129. Sui Bathory non mi esprimo perche' non li ascoltavo. Comunque il discorso e' molto interessante ma mi sa siamo OT raga
ObscureSolstice
Martedì 27 Giugno 2017, 1.12.14
129
se vogliamo parlare solo di cronaca come se stessimo parlando di un disco brutto che non ha niente di buono potrei dare anche ragione, ma in questo caso non è così. Ci sono diversi fatti di cronaca o pettegolezzi su tante band di vari generi, forse qui si è andato oltre ma in questa seconda ondata di black norvegese è magistrale il lavoro fatto con quei pochi mezzi a disposizione e la creazione di mettere su musica diabolica ed evocare emozioni gelide come questo disco riesce a dare. Bisogna concentrarsi di più sul lavoro, che sulla cronaca. Perchè ci sono band famose di altri epiteti ma che su disco non hanno dato molto di cui parlare. @commento 110: i Bathory quando facevano black metal in Svezia non erano per niente da 100 o da livello alto come dici tu, anche in america se permetti c'era molto di meglio di quanto fatto dai primi lavori di Quorthon, ma la vera pennellata della maestria dei Bathory si è formata più avanti terminando la creazione facendo viking, in questo genere si che si può dire che sono da 100 di cui sono i pionieri e non sono secondi a nessuno
Nullatenente
Martedì 27 Giugno 2017, 0.59.02
128
Certo Silvia, ho già puntualizzato che chi si è fatto esaltare dalle chiese bruciate e dagli omicidi fa parte perlopiù di un pubblico più antico. Conosco tante, tantissime persone che prima dei fattacci consideravano il black una schifezza, una presa per il culo. C'era il death e bastava e avanzava quello, per chi stravedeva per l'estremo. Poi invece hanno cambiato opinione, ma perchè conseguentemente alla fama sono arrivati anche tanti dischi ben suonati, ben prodotti, belli. Per dire, generi come certo dark noise industrial etc., che a fine anni 80 era al pari del black come riconoscimento e audience, sono rimasti sempre con i 6-7 fan disadattati, mentre il black è diventato una figata. E comunque, come suarez, sono anch'io contento che il genere sia stato sdoganato e ci abbia offerto gran bei dischi. Della purezza e balle varie antisistema chi se ne frega se non porta a nulla di buono.
Suarez
Martedì 27 Giugno 2017, 0.39.52
127
Gli articoli di giornale hanno chiaramente aiutato la diffusione, e questo é solo un bene perché hanno sdoganato un genere che difficilmente sarebbe mai arrivato a questo livello di popolarità in altri modi. Quindi alla fine bruciare chiese ha fatto bene al genere in questione.
Silvia
Martedì 27 Giugno 2017, 0.32.55
126
@Nullatenente, secondo me invece se il genere campa ancora e' proprio perche' piacciono i dischi. Non credo che ci sia chi li ascolta dopo qualche decennio ormai solo x la pubblicita' di alcuni fatti. Anzi e' la prova del nove che qualcuno e' andato oltre la moda e si e' soffermato sulla musica IMO. Poi certo, ci sono anche quelli che ne condividono le ideologie (che poi sono varie, cosi' come varie sono le tematiche, in realta' se prendiamo TUTTA la scena). Comunque l'articolo di Kerrang non parlava di musica e inoltre c'era la ferma condanna di Cronos, quindi non so fino a che punto abbia "aiutato" la scena, ma ovviamente la cosa e' opinabile e dopo piu' di 20 anni non se ne esce
Nullatenente
Lunedì 26 Giugno 2017, 23.22.15
125
Suqirting love, quelle che ho scritto non sono stronzate, ed i riscontri oggettivi a quello che ho scritto sono i seguenti: non credo tu ci fossi stato all'epoca, altrimenti sapresti che dopo l'uscita del famosissimo articolo di kerrang che parlava di burzum, delle chiese e cazzi vari, le vendite dei dischi black salirono paurosamente per il genere schifoso che era, le etichette si decuplicarono, le produzioni cominciarono ad essere ascoltabili, per non parlare dei concerti. Io seguo il tutto da un pò prima del 93, e all'epoca andarsi a vedere un concerto di black in Italia era impossibile. Forse c'erano venuti solo i samael fino agli articoloni e le interviste su metal hammer. E forse solo perchè svizzeri. E neanche del tutto black. Ma poi che cazzo te lo spiego a fare, visto che ti poni in maniera tanto mediocre e vuota, esattamente come ho spiegato prima. Per Lisa, non ho detto che tu non sei Lisa, solo di andarci piano prima di dare tutto per scontato. Soprattutto se non se ne hanno le certezze. Che la società è diventata un cesso lo si dice da qualche secolo ormai, quindi niente di nuovo, la TV non credo che rispecchi la società, al massimo una parte, quella cioè che ha bisogno di specchiarsi perchè non sa brillare di luce propria. A Silvia dico, forse non hai inteso bene il senso del mio scritto precedente. Non ho detto che c'è gente che ama il black solo per gli eventi accaduti (e comunque di quelli ce ne sono tantissimi, soprattutto quelli che lo ascoltano da più tempo, ma nulla di male), ho detto invece che se non fosse accaduto e pubblicizzato alla grande tutto ciò che sappiamo, credo che il genere sarebbe già morto e sepolto da tanto, tanto tempo. Invece campa ancora.
lisablack
Lunedì 26 Giugno 2017, 22.30.50
124
Rispondo a Nullatenente, io non sono l'italiano medio, io sono Lisa e ho imparato a non fidarmi di nessuno, specialmente di quel cesso che è diventata la società e la TV che la rispecchia. Silvia, capisco il tuo pensiero, e sono d'accordo su Nightside, forse il miglior album del genere, di sicuro l'album della mia vita..ahaha scusate l'ot.
Squirting love
Lunedì 26 Giugno 2017, 22.23.22
123
Ovviamente era x il nullatenente
Squirting love
Lunedì 26 Giugno 2017, 22.22.07
122
Inizia tu a portare riscontri oggettivi delle stronzate che hai appena scritto.
Silvia
Lunedì 26 Giugno 2017, 22.20.49
121
@Lisa, stra-quoto il tuo post e aggiungo che, nel mio caso, ho conosciuto prima la musica e poi ho saputo di tutto quello che ci ruotava intorno e anzi, tutti i proclami, le ideologie, le storie di omicidi mi hanno allontanato dal black. Infatti, come musica in se' mi piace ma non mi riconosco ne' nei "contorni" ne' nell'immagine. Non solo, ma in questi casi non riesco a scindere la musica dagli artisti (vedi Jon Nödveidt - anche se i Dissection non erano puramente black - e, appunto, Mayhem) e spesso l'aura negativa e' data piu' dal ripensare agli eventi macabri/controversi che sono realmente accaduti che dall'espressione artistica (x me). Credo che (a parte chi si fa influenzare dalle mode) ci sia gente che ama solo la musica di questo genere o anche i contenuti, ma non a causa dei media. Tanti come me hanno sentito prima i pezzi e dopo i fatti. Comunque a livello di gusto personale concordo anche con Frahammer su Nightside. Ha ragione pure Obscure su de mysterii "Fondamentale. Influenzerà le generazioni future"
Nullatenente
Lunedì 26 Giugno 2017, 21.32.44
120
Chi dice qui sotto che è meglio ascoltare musica senza pensare alle stronzate di cronaca e mediatiche, si ricordi che questo genere è diventato quello che è grazie a kerrang, da noi metal hammer e altri da altre parti. Il black metal esisteva già prima, ma dubito che senza i succitati adesso la gente ne parlerebbe qui e là. Poi prima di dire che la TV è falsa e raramente dice la verità, bisognerebbe portare riscontri oggettivi, altrimenti si fa la figura dell'Italiano medio, forcaiolo e brontolone. Buttate via la chiave.
zakyzar
Lunedì 26 Giugno 2017, 20.50.39
119
WEEELCCCOOME.....serie A!!!!!
Lady
Sabato 24 Giugno 2017, 12.12.57
118
Aiuh...
Giuliacci
Venerdì 23 Giugno 2017, 14.30.05
117
Uuu che carrivi che sono i meiem, solo le persone alternative e foghe possono ascoltarli e capirli perche sono l essenza della crudelta gningnigni, ma vavavavav Haahah
Frahammer
Venerdì 23 Giugno 2017, 14.13.43
116
Questo é un gran bel disco, al massimo sopravvalutato era deathcrush. Detto questo, per me l album black iconico é in the nightside eclipse, ma vado sul personale.....
Frahammer
Venerdì 23 Giugno 2017, 14.13.38
115
Questo é un gran bel disco, al massimo sopravvalutato era deathcrush. Detto questo, per me l album black iconico é in the nightside eclipse, ma vado sul personale.....
lisablack
Giovedì 22 Giugno 2017, 23.53.18
114
No, non sono per niente d'accordo, questo album è un capolavoro nel suo genere riconosciuto da chiunque ascolta black, la cattiveria, l'odio che sprigiona, fa venire i brividi..io l'ascolto da più di 20 anni e non ho mai pensato ad Euronymous se era un figo oppure no, se la notte bruciava chiese..( cosa che io non ho mai approvato, anche se non sono cattolica), è sempre meglio ascoltare musica senza pensare alle stronzate di cronaca e mediatiche, la TV è falsa e raramente dice la verità
ObscureSolstice
Giovedì 22 Giugno 2017, 23.46.46
113
chi si sente turbato della propria sensibilità per fatti storici accaduti e tematiche nel black metal norvegese è meglio non soprassedere neanche, senza neanche dire sciocchezze su quello che è stato creato in questo disco. Fondamentale. Influenzerà le generazioni future
Frazzibario
Giovedì 22 Giugno 2017, 22.30.03
112
Significa che i fatti di cronaca e il carisma di euronimo hanno hanno alzato di qualche punto il voto, questo é un dato di fatto.
Suarez
Mercoledì 21 Giugno 2017, 14.57.30
111
"I quali principali pilastri sono fatti di cronaca e carisma del frotma" esattamente che significa? I pilastri dell'album sarebbero i punti di forza? Se la pensi così mi spiace per te, perché non stai cogliendo l'essenza di questo lavoro
Fazzibario
Mercoledì 21 Giugno 2017, 14.30.19
110
dare 100 a quet album, i quali principali pilastri sono fatti di cronaca e carisma dell frontman, è abbastanza ridicolo....i pilastri del genere sono altri (Emperor prima di tutti nella seconda ondata)... ma 100 direi che oltre che ai Bathory pochi o nessuno lo meritano nel black. Detto questo, la vedo alla ThuleanPerspective....questo album è destinato ad essere sopravvalutato.
Fazzibario
Mercoledì 21 Giugno 2017, 14.30.18
109
dare 100 a quet album, i quali principali pilastri sono fatti di cronaca e carisma dell frontman, è abbastanza ridicolo....i pilastri del genere sono altri (Emperor prima di tutti nella seconda ondata)... ma 100 direi che oltre che ai Bathory pochi o nessuno lo meritano nel black. Detto questo, la vedo alla ThuleanPerspective....questo album è destinato ad essere sopravvalutato.
GhostWarrior
Martedì 16 Maggio 2017, 23.48.22
108
Capisco cosa intendi, ma quello che devi prendere in considerazione è il fatto che tutte le band che hai nominato (tranne Venom e Celtic Frost) sono gruppi con sonorità più orecchiabili e non sono complesse appunto come i Mayhem. Questo album è un must hear per tutti i fan del black metal, e che ti piaccia o no questo gruppo ha fatto un album che rappresenta tutti i presupposti per scrivere black metal.
duke
Sabato 13 Maggio 2017, 21.43.33
107
i mayhem non valgono quanto i maiden,i sabbath,gli slayer,i celtic frost,i venom o i led zeppelin....musicisti piu' interessanti ...chi vede i voti...puo' pensare che siano dello stesso livello....a me non sembra.....poi ognuno puo' dire quel che vuole ......a me non sembra giusto...tutto qui.
LexLutor
Venerdì 12 Maggio 2017, 23.36.13
106
Duke non per questo un "giudizio" sul BM deve fermarsi necessariamente al 70mo parallelo. Max al 71. Che sennò i dischi di Rush, Priest , Sabbath e ci infilo pure i Maiden si smerdano? È una recensione di una band BM. Di una band che ha lasciato un forte segno. E parlarci sopra ci sta. E molto. Anzi è parte del rituale dietro al culto per questo stile musicale. Insomma, tirando le fila duke...ma il tuo che straminchia di ragionamento è?
duke
Venerdì 12 Maggio 2017, 22.42.35
105
se i mayhem meritano.100...le piu' grandi metal bands cosa meritano?1000?10000?100000?non esageriamo... chi si occupa di recensire il black esagera con i voti....
zakyzar
Domenica 9 Aprile 2017, 17.01.29
104
volete mettere in dubbio anche il de misteriis?gia che ci siete rivalutate anche master o reign in blood..alcuni dischi nn possono essere criticati nonostante la componente esoterica che in altri gruppi e rimasta nascosta causando anche tragedie...vedi bonham ..karak plant ecc .qui si e"passatio il segno e il fenomeno e diventato di massa ma ancora oggi questo disco con quella chiesa in copertina mette i brividi100
Philosopher3185
Sabato 8 Aprile 2017, 23.48.49
103
Al di fuori delle vicende,cè la curiosita'(almeno per me)di sentire come delle persone-malate di mente e nemmeno poco-possano mettere in musica le loro nevrosi e psicosi...quest'album è uno dei piu' "disturbanti"che abbia mai sentito,indubbiamente è un classico del genere Black Metal
ELIO MARRACINY
Giovedì 6 Aprile 2017, 16.18.06
102
R.I.P. KURT COBAIN!
NihilisT
Mercoledì 5 Aprile 2017, 8.31.39
101
ma che gossip e cazzate varie..questo è un disco fondamentale...
lisablack
Mercoledì 5 Aprile 2017, 6.42.37
100
Infatti bisogna pensare solo alla musica, in questo caso. Questo album può anche non piacere..ma il suo valore va al di là del gossip, e di tutto ciò che all'epoca riguardava l'Inner Circle. Se ci mettiamo a giudicare i dischi solo in base ai comportamenti di chi li suona..allora è un casino. Anch'io non approvo ciò che ha fatto Varg e altri, ci mancherebbe..ma adoro la loro musica specialmente questo capolavoro. Senza nulla togliere ai Celtic Frost che ho sempre amato.
Anthares616
Mercoledì 5 Aprile 2017, 0.35.29
99
Mi dispiace @duke, ma queste tue sparate su ogni album fondamentale del black (vedi oltre ai Mayhem, Darkthrone, Burzum) solo x citarne alcune, mi sembrano un po' fuori luogo. Capisco perfettamente che alcuni personaggi ormai famigerati, risultano ad oggi "scomodi", x i loro fatti di cronaca, ma indipendentemente da questo, è più importante il parere musicale. Buono invece il tuo spunto sui Celtic Frost, tra i precursori del genere. E' ovvio che "il the Mysteriis" anche per me vale 100.
Any Velvet
Martedì 4 Aprile 2017, 22.39.14
98
CENTO.
duke
Martedì 28 Marzo 2017, 22.20.36
97
preferisco un vecchio disco dei celtic frost magari su vinile che questa accozzaglia......famosa solo per il gossip generato dai personaggi idioti che componevano questa triste band norvegese....
Dr Landau
Sabato 4 Febbraio 2017, 13.01.22
96
Disco pazzesco, straordinario.
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Martedì 31 Gennaio 2017, 23.37.09
95
Qua la nascita del male raggiunge la sua essenza assoluta,uno degli album fondamentali se non il più importante per il Black...Leggenda...100
Morlock
Sabato 28 Gennaio 2017, 14.29.13
94
qualunque cosa uscisse tra la Norvegia e la Svezia tra il 90 e il 96 se non è un capolavoro poco ci manca...e signori non mi soffermo al metal ma praticamente in molti generi musicali...sarà stato l'odio,la droga,il pescestocco non lo sò ..ovviamente criticare quest'album rivela una totale ignoranza non solo in ambito black ma in ambito metal in generale! !Anche io preferisco Darkthrone/Satyricon/Emperor ma ciò non toglie che credo questo sia un concentrato di cattiverìa e malessere unico!!
Germano Mosconi
Domenica 15 Gennaio 2017, 14.11.13
93
Ho provato a riascoltarlo, tutto sommato é un buon album, anche se preferisco i Darkthrone. 70
LexLutor
Martedì 10 Gennaio 2017, 13.31.48
92
Un vero capolavoro del genere. Lo paragono a reign in blood per gli effetti che ne sono derivati.
Hammerblast
Domenica 8 Gennaio 2017, 2.26.36
91
dan sarai il classico fan sfigatello dei dimmu borgir
Germano Mosconi
Venerdì 6 Gennaio 2017, 3.26.22
90
Mi dispiace, ma per quanto adoro il Black Metal questo disco proprio non mi piace. 50.
dan
Martedì 13 Dicembre 2016, 12.34.59
89
ma come si fa a dire "l'unico album black metal che mi piace sinceramente"??!!!! sono due le opizioni: 1) non hai ascoltato nulla al di fuori di questo disco 2) non capisci nulla di black metal. ci sono dischi che nemmeno lo vedono a questo album mediocre, del resto come tutta la discografia dei mayhem, più famosi per fatti di cronaca che per la musica, voto 30
MetallaroRosso
Domenica 4 Settembre 2016, 11.11.48
88
L'unico album black metal che mi piace sinceramente voto 100
black
Lunedì 15 Febbraio 2016, 22.30.33
87
Gusti.. Anche i primi due degli immortal non scherzano mica! Capolavori ma de mysteriis rimarrà sempre x me l apice Dell intera scena
ihsan
Martedì 9 Febbraio 2016, 12.53.22
86
de mysteris e in the nightside sono usciti entrambi nel 1994, quindi non direi proprio che gli Emperor si sono ispirati ai Mayhem. De mysteris è un buon album black metal ma gli Emperor sono superiori sotto ogni punto di vista.
manaroth85
Martedì 9 Febbraio 2016, 12.30.40
85
de mysteriis dom, in the nightside eclipse, diabolical fullmoon mysticism, dark endless e under a funeral moon sono per me i 5 capolari del black metal non c è n è uno migliore o più bello hanno tutti la stessa importanza tutto dischi da 100
black
Martedì 9 Febbraio 2016, 12.24.00
84
per me questo è il capolavo assoluto del black, vero ci sono tantissimi album più cattivi, elaborati, suonati meglio, di un altro pianeta rispetto a questo. De mysteriis dom però per storia, data, line up, vicende, copertina ecc rimane la punta dell iceberg! l' album che tutti han preso spunto ottendendo anche risultati migliori vedi emperor appunto
d.r.i.
Martedì 9 Febbraio 2016, 11.20.01
83
La differenze tra questo e anthems sono sostanzialmente due: i tre anni di differenza e la line up che qui ha dentro la storia del genere. Poi come dice Galilee alcuni dischi non sono paragonabili...
terzo menati
Lunedì 8 Febbraio 2016, 18.27.57
82
Questa è una musica emozionale senza dubbio, questo a dir di tutti capolavoro dei mayhem a me ha sempre annoiato. Viceversa anthems é forse l'ultimo disco che mi ha fatto venire la pelle d'oca. E sono passati vent'anni.
Galilee
Lunedì 8 Febbraio 2016, 18.23.15
81
Anche secondo me Anthems è su un altro pianeta. ma i dischi si pongono differenti obiettivi. Meglio Anthems o Blaze in the northern sky? Non esiste un migliore. Esistono invece due lavori eccellenti ma completamente diversi. E qua è lo stesso. Comunque anche per me gli Emperor erano su un altro pianeta, ma in generale..
terzo menati
Lunedì 8 Febbraio 2016, 18.06.53
80
In effetti anthems e' su un altro pianeta
space dye-vest
Lunedì 8 Febbraio 2016, 17.18.46
79
@ paolo ah ah ah con i Dream theater proprio non hanno nulla a che vedere,e il paragone non mi sembra sensato. cmq per me il miglior disco Black Metal rimane Anthems to the welkin at dusk....Buon ascolto Paolo!!!
paolo
Lunedì 8 Febbraio 2016, 15.52.57
78
Ahahah, si meglio i dream theater....proprio un disco inutile, così brutto che adesso me lo riascolto!!!
space dye-vest
Lunedì 8 Febbraio 2016, 15.01.56
77
uno degli album più sopravvalutati del black metal, band noiosa con i soliti bicordi sentiti e risentiti, ad esempio gli Emperor hanno fatto dei dischi davvero geniali e con un evoluzione, atmosferica e tecnica di album in album davvero notevole, ma volete davvero paragonare DMDS ad Anthems ad esempio??? ah ah ah ah ah!!
Piè'
Sabato 30 Gennaio 2016, 14.33.01
76
Mi dispiace andare in disaccordo con i miei fratelli blackster ma io questo album non sono mai risuscito a farmelo piacere. Ho trovato grandiosi tutti i suoi componenti tranne uno fondamentale: la voce. Io non so perchè ma non ho mai amato l'ugola del cantante. Troppo bassa ed insapore per me. Comunque sempre grandi mayhem, spero che un giorno riuscirò ad apprezzarvi A mia discolpa posso dire che io quando ho cominciato ad ascoltare musica da metallaro ignorante ho ascoltato i cradle of filth e devo dire che ora il black metal senza componente sinfonica mi va un po' stretto
zakyzar
Martedì 15 Dicembre 2015, 21.02.04
75
fanculo tutti grandi mayhem
pajjik
Giovedì 10 Dicembre 2015, 19.32.25
74
ottimo disco.. il suono del nuovo black metal parte da qui... e finisce qui.. poi ltranne rare eccezioni il nulla. peccato che chi ha pensato questo disco non lo abbia visto realizzato . dopo un 2/3 di anni è iniziato il carrozone del black metal ..e quindi il nulla. grande album cmq
VomitSelf
Domenica 8 Novembre 2015, 15.55.47
73
Capolavoro. @pappa e ciccia: va ad ascoltarti gli Stryper...XD
zakyzar
Venerdì 16 Ottobre 2015, 19.15.45
72
amici miei questo e'il piu'grande discomai uscito dalla scandinavia,questi signori hanno inventato una scena un genere un culto un suono immortale che come catrame copre tutto il resto specialmente quei pagliacci della scena americana che nei 90 hanno rovinato tutto quello che di buono era rimasto,grandissimimayhem voto 100x chi ha da ridire su critiche morali gli consiglio un altro sito ,
lisablack
Martedì 13 Ottobre 2015, 21.21.12
71
Il mio disco preferito, una parte di me, un capolavoro smisurato..voto infinito altro che 100, di più!!
black brains
Venerdì 24 Luglio 2015, 15.34.26
70
ascoltato per la 1000000 volta ieri notte... e non posso che essere d'accordo con il commento 68...
SNEITNAM
Lunedì 20 Luglio 2015, 19.51.18
69
Hai voglia bello!
Pappa e ciccia
Lunedì 20 Luglio 2015, 18.46.55
68
Non riesco a capire quale possa essere il motivo per cui la musica che trasmette odio e malvagità abbia (agli orecchi di tanti) più fascino di quella che trasmette positività e voglia di vivere.... per me la musica dei mayhem è roba per malati di mente
Metal Maniac
Lunedì 20 Aprile 2015, 20.15.50
67
riascoltato oggi (sempre da brivido), e se posso permettermi dovrei fare un'osservazione: con tutto il rispetto che posso avere per la bibbia metallica "metal Archives", secondo me la storia del puntino dopo la parola "dom" che starebbe ad abbreviare la parola "domini" è una gran cazzata... ho qua sul computer davanti ai miei occhi la copertina, risoluzione 500x500, e ingrandita a tutto schermo per vederla meglio, e se ci fate caso tutta la scritta del titolo è colma di puntini, come se fossero un ornamento, quindi il puntino dopo la parola "dom" è puramente casuale, perché come detto ce ne sono tanti altri nel resto della scritta, che non stanno a significare proprio nulla... quindi con ciò voglio dire che secondo me la traduzione esatta del titolo è "i riti occulti di satana" e non "i riti occulti del signore satana"... magari sono io a dire una cazzata, ma per me è così.
lisablack
Lunedì 13 Aprile 2015, 22.12.09
66
Forse 100 è poco! Disco che ascoltero' e che amerò per sempre!
valerio
Domenica 30 Novembre 2014, 10.13.21
65
@enry beh hai detto 90, mica 10. D'accordo sugli Immortal Battles è il più celebrato, ma Pure Holocaust è molto più bello secondo me.
freedom
Giovedì 18 Settembre 2014, 14.40.04
64
Questo disco è stupefacente. La registrazione poi secondo me è fantastica, calda ma glaciale al tempo stesso. Un lavoro irripetibile. Massimo dei voti.
Abbadon87
Mercoledì 3 Settembre 2014, 0.51.14
63
Ci terrei però a dire un'ultima cosaer me la Top 5 della scena Mondial black attuale è questa: 1Marduk 2Dark Funeralaranno anche ripetitivi ed è più probabile che cresca una mela sul naso prima che scrivino delle frasi in la tino decente ma diamine Vobiscus interium, Diabolis interium e Black arts parlano da soli. 3MayheM 4 Emperor:Non si sa come ma si sono riuniti ma li metto solo perché sono i miei preferiti anche perché non si sono ancora dati una mossa 5Burzum:quando il caro Vargie si mettera a fare qualche nuovo album poi...L'importante almeno e che non faccia altre cazzate come quelle in Francia (anche se per una volta è innocente XDXDXD
Abbadon87
Mercoledì 3 Settembre 2014, 0.32.58
62
@Nihilistic decadence (bel nome.Davvero!)Non sono per nulla d'accordo:i MayheM probabilmente hanno dimostrato più e più volte la loro maturità compositiva.Certo hanno avuto 2 scelte: Restare su uno stile consolidato e diventare monotoni come qualcuno pur producendo ottimi lavori (Qualcuno sta dixendo Dark funeral ? No? ok) oppure cercare territori inesplorati arricchendo il proprio livello pur sapendo di deludere alcuni fan.I MayheM hanno scelto la seconda e hanno fatto bene.Poi è innegabile che ci siano disconi della madonna come Chimera, Ordo ad Chao, Wolf's lair Abyss (anche se è una EP)e buoni dischi come Grand declaration(ingiustamente odiato e infatti io ho dato 7.5/10 a quel disco) e anche il più recente Esoteric Warfare (7.8/10) insomma i MayheM hanno fatto davvero una buona discografia, poi insomma come è stato detto da Enry va a gusti però se devo essere sincero, se dovessi scegliere tra gli ultimi(penosi) Darkthrone o gli ultimi Dimmu o gli Immortal di quella Merda obrobriosa di All shall fall allora io sceglierei i MayheM . Comunque dipende anche da cosa cerchi nel Blacke cerchi rabbia, distruzione, apocalisse, misantropia bhe il De Mysteriis e probabilmente il meglio, anche a livello tecnico SECONDO ME.Comunque Il mio voto è 98 per il Riffing pazzesco ed annichilente di Euro che gia si può assaporare(???) dai primi istanti di Funeral Fog e per il Drumming ipnotizzante e incessante di Mr.Blomberg e per il cantato sempre eccezionale di Attila.
Nihilistic decadence
Venerdì 22 Agosto 2014, 1.14.54
61
Ah, uno dei migliori album del magnifico Black degli anni '90! Sinceramente neanche io lo considero proprio il massimo (musicalmente parlando eh), ma in realtà fra Immortal, Emperor, Satyricon, Marduk, Burzum, Darkthrone e altre decine di band, si può davvero trovare un album che svetta su tutti? Non credo, le prime releases di questi straordinari artisti sono più o meno tutte sullo stesso piano, ossia tra il 90 e il 100.. In qualunque caso, per De Mysteriis Dom Sathanas il voto massimo è d'obbligo, forse non tanto per la musica in sé, ma più che altro per le atmosfere e l'aura di marciume che lo circonda! Dopo, personalmente, i Mayhem cadono nel dimenticatoio, con album che non reggono in alcun modo il carattere "mistico" di quest'album..
Anthares616
Domenica 17 Agosto 2014, 20.57.50
60
L'inizio di freezing moon e la title track rappresentano l' essenza del black metal, hanno fatto parlare tanto ieri e ancora se ne parlerà!
enry
Venerdì 15 Agosto 2014, 20.02.23
59
Credo di essere uno dei pochi che pur avendo iniziato col Black intorno al 1993 non considera questo disco il top del genere. Al netto della Storia e parlando soggettivamente non sale neanche sul mio podio nonostante si parli di livelli altissimi (idem per Battles, gran disco ma gli stessi Immortal per me hanno fatto di meglio). Post sicuramente impopolare, ma ai gusti non si comanda e sono rimasto più legato ad altri dischi, se vado oltre al 90 (voto per me altissimo, non ho mai messo un 100 e raramente sono andato oltre al 90) mentirei a me stesso.
Abbadon87
Venerdì 15 Agosto 2014, 19.13.05
58
Raga dopo aver riascoltato sia Nightside e Battles of the north e De mysteriis mi devo ricorreggere a malincuore lo dico QUESTO DISCO É IL BLACK METAL:100/100 riff devastanti dumming annichilente Growl sepocrale e infernale e atmosfera insuperabile.Mio nuovo disco preferito assieme a Towars the skullthrone of satan degli Enthroned
Abbadon87
Domenica 3 Agosto 2014, 0.17.22
57
Disco eccezionale, leggendario e magnifico l unico problema sono i BM che lo sopravvaluttano lo idolatrano al migliore certo è un ottimo album e un pilastro del Black pero ci sono un paio di Album che lo superano però ripeto per quando usci fu una vera rivoluzione ed una pietra miliare del genere ex ancora oggi resta un dei migliori album nonché il mio preferito
vecchio peccatore
Mercoledì 30 Luglio 2014, 16.29.51
56
Tra i dischi che ho impiegato più tempo ad assimilare, ora come ora per me è il terzo ed ultimo capolavoro dei Mayhem, sotto "Deathcrush" ed alla pari con "Live in Leipzig". Perfetto connubio di atmosfera e violenza, come il Black per me deve sempre essere, voto 90.
Abbadon87
Martedì 29 Luglio 2014, 0.09.50
55
Sicuramente non è il migliore Album Black di tutti tempi ma di sicuro arriva sul podio,poco da dire. Lavoro egregio di Euronymous, HellHammer si dimostra uno dei migliori batteristi della scena gia dal '94 e soprattutto complimenti al lavoro di Cshiar. In conclusione:uno degli Album che meritatamente entra nell'olimpo del black metal.VOTO:99
Le Marquis de Fremont
Venerdì 4 Luglio 2014, 12.53.06
54
Personalmente non lo ritengo un capolavoro in termini musicali. Ho sentito di molto meglio e di molto più coinvolgente. Però è un disco affascinante. Se poi si aggiunge quello che ha rappresentato per il black metal, è un "must have" imprescindibile... Eccellenti le due recensioni, complimenti. Au revoir.
Mmm
Giovedì 22 Maggio 2014, 0.45.48
53
Satana, fine della recensione. Il male in musica.. 99, solo perché non si può mettere il 100
Nebbia Funerea
Domenica 18 Maggio 2014, 15.29.14
52
sarà pure vero che preferisco il black sinfonico a quello "true", come scrissi nel mio commento di due anni or sono, ma nel frattempo mi sono convinto che è un album troppo importante per non averlo e proprio in questi giorni l'ho fatto mio... erano più o meno 10 anni che non lo ascoltavo, e una volta premuto play le sensazioni sono state le stesse di quel periodo, un gelido brivido lungo 46 minuti che percorre la schiena. voto ovviamente 99 solo perché non si può dare 100.
Northern
Sabato 7 Dicembre 2013, 21.07.06
51
sinceramente,secondo me se ci fosse stato Dead quest'album non suonerebbe come se fosse musica oscura,dall'oltretomba. suonerebbe come qualcosa di più gelido.sono felice del risultato,100 mi pare fin troppo poco.
Akira
Giovedì 21 Novembre 2013, 11.13.47
50
andrò controcorrente, ma ci provo comunque ^^: grande rispetto per Attila, ma se l'avesse cantato Dead sarebbe stato l'album black definitivo.
DavidHolocSpeedFuck
Domenica 28 Luglio 2013, 13.42.40
49
se non si da 100 a quest'album...
MajinBu666
Giovedì 25 Luglio 2013, 14.21.51
48
Orgasmo allo stato puro! 100 con eterna lode!
Unico
Mercoledì 22 Maggio 2013, 10.15.35
47
100... Passo e chiudo
REAPER 95
Martedì 7 Maggio 2013, 11.18.02
46
il miglior album black metal della storia. voto 100
manaroth85
Domenica 6 Gennaio 2013, 20.27.41
45
ottime 2 recensioni concordo in pieno, 100 meritato grandissimo disco, fondamentale, la bibbia del black metal!!
SNEITNAM
Sabato 1 Dicembre 2012, 19.26.04
44
Un eterno capolavoro che ascolto sempre senza che mi faccia scendere la libidine che provo in ogni sua fottuta singola canzone. Attila è stato grande nell'interpretare queste otto gemme ma ci vaneggio sempre a come sarebbe venuto fuori con Dead alla voce e con Euronymous al mixaggio perchè è chiaro dall'ascolto che Hellhammer ha fatto da padrone. Ma poi mi metto l'animo in pace perchè ovviamente è così che doveva venir fuori visto i personaggi coinvolti e lo ascolto per com'è, gustandomelo ogni volta in ogni sua singola piccola parte perchè è veramente un capolavoro pazzesco che adorerò follemente in eterno. Ovviamente per i gusti del sottoscritto meno di 110 e lode è impensabile dargli
euronymous94
Mercoledì 15 Agosto 2012, 0.38.22
43
tralasciando i vari commenti extramusicali,questo disco rimane IL DISCO black metal!!!masterpiece assoluto nel suo genere.
valerio6666
Venerdì 6 Luglio 2012, 21.34.08
42
dico solo che 'sto disco ce l'ho incorniciato con l'autografo di Attilah e di Hellhammer. Me ce masturbo in sottofondo!!!!!!! 100 è pure poco
Giaxomo
Martedì 1 Maggio 2012, 21.32.56
41
@vichingo: Speriamo bene 40 min di libidine
il vichingo
Martedì 1 Maggio 2012, 15.27.25
40
@Giaxomo: avevo proposto, poco tempo fa, la rece di Non Serviam nel forum. Mi hanno assicurato che le recensioni dei classici del Black stanno arrivando (infatti hanno da poco risolverato Diabolical Fullmoon mysticism ). Comunque non apprezzo moltissimo i Rotting Christ, ma quel Non Serviam è la classica eccezione. Stupendo, dal primo all'ultimo minuto, per quanto mi riguarda una pietra miliare. A dispetto di quelli che sostengono che i migliori dischi black sono stati sfornati in Norvegia
Nebbia Funerea
Martedì 1 Maggio 2012, 14.48.14
39
per capire chi sono davvero questi tizi qua basterebbe solo la storia del suicidio di dead (foto schiaffata sulla copertina di un disco e porcate varie connesse...). pazzi da galera a vita.
Giaxomo
Martedì 1 Maggio 2012, 14.24.14
38
Non per fare casini, anzi, ma questo sabato ci starebbe la recensione
il vichingo
Martedì 1 Maggio 2012, 13.49.19
37
@Giaxomo: senza quella piccola gemma nera penso che non si vada da nessuna parte
lux chaos
Martedì 1 Maggio 2012, 13.44.02
36
@vichingo: si si, concordo. un capolavoro assoluto.
Giaxomo
Martedì 1 Maggio 2012, 13.39.47
35
Finalmente uno che cita anche Non Serviam
il vichingo
Martedì 1 Maggio 2012, 12.35.54
34
Concodo anch'io con Mad Avenger, soprattutto per quanto concerne il lato "umano" (tra virgolette perchè figuri come Euronymous di umano avevano poco) degli artisti. Dead lo ho sempre ritenuto uno dei migliori cantanti e sono convinto che con lui alla voce l'album sarebbe stato sicuramente migliore ma cazzo questo disco è un capolavoro. Canzoni come Freezing Moon e Life Eternal sono dei veri e propri inni. Dovessi guardare ciò che hanno combinato ai tempi dell'Inner Circle dovrei prendere il disco e buttarlo nel cesso ma sono solito scindere il lato musicale dal lato privato dell'artista e perciò ritengo questo disco assieme a Non Serviam, Dark medieval times, At the Heart of Winter, In the Nightside Eclipse e Under a Funeral Moon il massimo del panorama black.
lux chaos
Martedì 1 Maggio 2012, 12.27.38
33
Concordo con mad avenger...lo sto riascoltando in questo momento...gruppo formato da persone grette, abbiette e che meritano la fine che hanno fatto (anche se quell'altro deficiente l'avrei lasciato a marcire in galera fino a 90 anni..), ma sforzandomi di giudicare solo il lato musicale...un capolavoro di odio, misantropia e morte. unico nel suo genere. unica difficoltà la voce di Attila...chissà cosa sarebbe stato cantato da dead...album definitivo del black
The Mad Avenger
Giovedì 5 Aprile 2012, 9.53.59
32
Mi sono scordato il voto... 99 (avrei messo 100 ma...)
The Mad Avenger
Giovedì 5 Aprile 2012, 9.53.21
31
Non sono d'accordo (naturalmente) sulle tematiche e sugli ideali di questo gruppo maledetto (Euronymous con tutto quello che ha fatto se l'e` cercata quella fine, non che ne sia contento che qualcuno muoia ma dopo tutto quello che ha fatto se l'e` cercata proprio). Ma musicalmente devo dire che questo disco rappresenta il cuore del Black Metal in tutto il suo aspetto...non un disco per tutti ma devo dirlo...se c'e` un disco che dovrebbe rappresentare il male...dovrebbe essere questo. Disco stupendo di una band che musicalmente erano dei geni ma che mentalmente (fatemelo dire) erano psicopatici e malati che non sapevano niente sul valore della morte e della vita. Giocavano con il fuoco e alla fine sono bruciati...
Nebbia Funerea
Martedì 3 Aprile 2012, 21.39.37
30
porca vacca ragazzi, io quest'album non ce l'ho perchè preferisco il black sinfonico a quello canonico, però l'ho ascoltato e devo dire che secondo me è la vera rappresentazione del male in musica. batteria e chitarre martellanti fino allo sfinimento, la voce che trasuda marciume e malignità da tutti i pori... se è stato definito l'album black per eccellenza un motivo ci sarà... benvenuti all'inferno!
juvenry89
Lunedì 19 Marzo 2012, 1.00.06
29
L'album black metal per eccellenza! I riff creati da Euronymous sono di quanto più malvagio si possa immaginare. I testi di Dead, anche se purtroppo non cantati da lui, vengono ottimamente riproposti da Attila. Un album immancabile per gli appassionati del genere.
giusep80
Lunedì 5 Marzo 2012, 18.24.53
28
concordo con dave insane.
zerbs
Domenica 18 Dicembre 2011, 11.19.02
27
Euronymous: "Non mi interessa quando muore una persona, neanche se è all'interno della mia cerchia. Non provo nessun sentimento. Certo, era un ottimo cantante, ma i cantanti possono sempre essere sostituiti. Quello che ha fatto è stato il sacrificio più grande, e i Mayhem ci hanno solo potuto guadagnare... Sarei uno stupido se partecipassi in prima persona alle operazioni - se fossi catturato l'intera organizzazione crollerebbe. Io mi occupo del lato economico delle cose, e la mia etichetta discografica fornisce le fondamenta. Abbiamo un gruppo di militanti che si occupano di ciò che va fatto.".....bravo, 2principe delle tenebre" (buahahahaha), bella dichiarazione che fa vedere chiaramente che MERDA eri e quanto il mondo gode che sei morto e sepolto con le tue stronzate.....PERSONA DI MERDA.....spero tu stia marcendo all' inferno tra mille tormenti per tutto il male che hai fatto, bamboccio viziato....R.I.A. (riposa in agonia)
zar
Domenica 18 Dicembre 2011, 1.56.42
26
Mamma mia, ogni volta che penso a questo ragazzino sfigato brufoloso di buona famiglia che si divertiva ad andare in giro a bruciare chiese per far finta di essere malvagio, mi sale un odio insostenibile.....ha fatto la fine che meritava. spero bruci all'inferno insieme a tutti i pazzi malati che non sanno niente del male e lo inneggiano come adolescenti cretini....vergogna a chi supporta questi criminali schifosi....
Dave Insane
Martedì 15 Novembre 2011, 1.10.58
25
questo è uno dei pochi dischi della storia del metal che si possono ascoltare sempre, dal primo al ultimo secondo
Enrideath
Domenica 9 Ottobre 2011, 22.49.49
24
Spettacolo puro! Funeral Fog è ipnotizzante!
Macbeth
Domenica 22 Maggio 2011, 23.51.36
23
Capolovoro di cattiveria e quel gelo che traspira dalla chitarra di Euronymous è qualcosa di unico...non c'è un raggio né di luce né di speranza in nessun testo. Peccato che alla voce non ci sia stato Dead...
Giasse
Martedì 15 Giugno 2010, 22.54.25
22
L'ho ascoltato pure io poco fa, pazzesco... Lavoro perverso, buio, totalmente esoterico. Per me è il miglior album black della storia assieme a Filosofem di Burzum! "La conclusiva De Mysteriis Dom Sathanas è un capolavoro di malvagità inaudita" (Pandemonium): come non confermare!
Warty
Martedì 15 Giugno 2010, 21.23.11
21
Mi sto interessando al black da poco tempo. Stamattina ho preso DMDS e l'ho ascoltato tutto il giorno. Cosa ne penso? Che è il black più devastante e cupo che io abbia mai sentito. Semplicemente perfetto. 100.
Nino
Sabato 12 Giugno 2010, 0.04.38
20
...ero impaurito quando stavo per ascoltare questo album per la prima volta, mi ha scosso molto, lo trovo maledettamente affascinante, il migliore Black che abbia mai ascoltato[e credo mai ascolterò]...Voto: molto alto
stefy
Domenica 2 Maggio 2010, 17.54.33
19
mi inchino DMDS è la perfezione fatta black metal
Claudio
Mercoledì 17 Marzo 2010, 18.34.05
18
Questo è un grande capolavoro insieme a In the Nightside Eclipse degli Empeor,100 entrambi i lavori. ma come gusto pesonale, gli Emperor li preferisco un po di piu...
Nikolas
Martedì 16 Marzo 2010, 19.13.19
17
Eccomi eccomi! Trovo solo ora il tempo per rispondere Grazie mille a tutti: per i complimenti (mi fate diventare rosso! ), per le precisazioni, per le opinioni , anche quando leggermente diverse dalle nostre, sempre espresse in maniera educata. Grazie ancora!!
Pandemonium
Martedì 16 Marzo 2010, 18.21.26
16
Grazie a tutti ragazzi. Fa piacere ricevere tutti questi complimenti (anche troppi direi!). Nikolas, guarda che ce li si divide in due eh? ;-P
Electric Warrior
Martedì 16 Marzo 2010, 17.59.34
15
Recensioni splendide per il più bel disco black metal della storia della musica.
Nightblast
Martedì 16 Marzo 2010, 17.01.28
14
Capolavoro assoluto...Però 100 mi sembra un pò eccessivo. E' la mia opinione, badate bene, ma penso che "In the Nightside Eclipse", seppur diverso come tipo di BM, sia decisamente superiore a DMDS.
Blackout
Martedì 16 Marzo 2010, 15.35.44
13
Il simbolo, l'emblema, lo stendardo della malignità di questo genere. Perfetto sia nei momenti decadenti, sia nei momenti di rabbia contro tutto e tutti. Voto massimo al disco e ottime recensioni.
Master Of Pizza
Martedì 16 Marzo 2010, 15.11.32
12
@Pandemonium:E di che figurati!@Painkiller:Non ne rimarrai deluso,fidati xD
Moro
Martedì 16 Marzo 2010, 13.00.09
11
il pre-mix di De Mysteriis, che si trova sotto forma di bootleg dal titolo From the Darkest Past è incredibile per come trasudi quasi la stessa energia del disco anche senza il mixaggio finale e senza Attila. E poi si sentono le linee di basso, suonate incredibilmente bene e inedite.
Uno qualsiasi
Martedì 16 Marzo 2010, 12.36.31
10
Eccelso.
Bloody Karma
Martedì 16 Marzo 2010, 11.50.45
9
Complimenti per le recensioni, ma anche io reputo questo disco più importante per gli eventi che si porta dietro che per l'altro. Preferisco di gran lunga diversi bootleg (tipo "In Memorium") contentente i rehearsal di prova di alcuni brani di DMDS, dove c'è un atmosfera pazzesca, e soprattutto non c'è Attila...
Maiden1976
Martedì 16 Marzo 2010, 10.38.22
8
Davvero complimenti a tutti e due per le recensioni. Rendono perfettamente l'idea di cosa si andrà incontro ascoltando l'album. Per me amante del Death Metal è un'opera che non poteva mancare nella mia personale collezione. Da avere!
Painkiller
Martedì 16 Marzo 2010, 8.47.28
7
Dopo aver letto le recensioni ed i commenti ..... mi avete fatto venire voglia di conoscere questo album ..... chiedo venia, non essendo aficionados del genere ..... ma colmerò presto questa mia lacuna .....
Pandemonium
Lunedì 15 Marzo 2010, 23.57.32
6
Grazie ragazzi per i commenti e i complimenti! Sì, lo sapevo che era Domini, l'avevo letto anch'io su Metal Archives! Ora aggiungo, grazie per aver segnalato la svista Master.
Moro
Lunedì 15 Marzo 2010, 23.41.20
5
il "De Mysteriis Domini Sathanas" secondo Dead, era un libro mis-conosciuto nascosto da qualche parte in Ungheria, pare che fosse ossessionato dal tentativo di reperirlo, ed è anche per questo che la band ha usato questo titolo.
Master Of Pizza
Lunedì 15 Marzo 2010, 23.19.53
4
IL BLACK METAL.non si discute.Voglio farvi sapere solo una piccola curiosità:il titolo non è propriamente quello.Mi spiego.Se osservate con attenzione la copertina del disco noterete un puntino vicino la parola 'Dom'(infatti è 'Dom.').Quel puntino abbrevia la parola Domini(signore).Il titolo del disco quindi sarebbe De Mysteriis Domini Sathanas(Dei misteri del signore satana---complemento di argomento xd) anzichè De Mysteriis Dom Sathanas(I riti occulti si Satana).Scusate la parentesi 'secchiona' ma mi pareva strano che non l'avevate inserito.vabbè,complimenti per le recensioni!!(a mio dire maligne,in senso buono,ovvio xD). PS:Fonti: Metal Archives
Moro
Lunedì 15 Marzo 2010, 22.50.22
3
Un disco essenziale che secondo il mio parere possiede più circostanze che musica. Stiamo ad altissimi liveli musicali, il disco suona inedito e all'avanguardia con soluzioni stilistiche che non erano mai state usate, ne' verrano usate per almeno 10 anni. Il timore che ho sempre avuto nel rapportarmi con questo album, però, è appunto il fatto che possiede talmente storie e protagonisti attorno che la visione oggettiva della musica viene messa a repentaglio. E sia che la musica deve essere, se non in primo piano, almeno in secondo, contestualizzazione. Un'enorme contestualizzazione che fortunatamente non toglie meriti al disco. Andando più verso il parere personale, non posso dire di essere legato a questo disco allo stesso modo in cui sono legato agli album di Burzum, al primo album degli Ulver, ai primi due album degli Emperor ed (ebbene si) ai primi due album dei Dimmu Borgir. Semplicemente per una questione di approccio, di viaggio mentale, di proiezioni e riflessioni, di stimoli e di intimismo. De Mysteriis Dom Sathanas proprio perchè è il suono più malsano che una band abbia mai creato, è esattamente agli antipodi con le qualità che ho sovraelencato; qualità che però sono le fondamenta della mia passione musicale. Voto TOTALE: 90 Voto personalissimo: 80 Voto dato qui: 85
MDL
Lunedì 15 Marzo 2010, 18.26.24
2
IL disco Black Metal. Euronymous vive.
pincheloco
Lunedì 15 Marzo 2010, 17.29.38
1
Il capolavoro assoluto del black metal a mio parere. Forse 100 è pure poco.
INFORMAZIONI
1994
Deathlike Silence Productions
Black
Tracklist
1.Funeral Fog
2.Freezing Moon
3.Cursed In Eternity
4.Pagan Fears
5.Life Eternal
6.From The Dark Past
7.Buried By Time And Dust
8.De Mysteriis Dom Sathanas
Line Up
Euronymous (Øystein Aarseth) : Guitar
Hellhammer (Jan Axel Blomberg) : Drums
Attila Csihar : Vocals
Count Grishnackh (Varg Vikernes) : Bass
Blackthorn (Snorre Ruch) : Guitar

Lyrics by: Dead (Yngve Ohlin)
 
RECENSIONI
84
85
65
85
100
99
ARTICOLI
22/10/2017
Live Report
MAYHEM + DRAGGED INTO SUNLIGHT + NAUDIZ
Orion Live Club, Ciampino (RM), 17/10/2017
04/02/2017
Articolo
THE DEATH ARCHIVES: MAYHEM 1984-94
La recensione
29/05/2014
Live Report
MAYHEM + GUEST
Factory Club, Milano, 24/05/2014
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]