Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Five Finger Death Punch
F8
Demo

Conception
State Of Deception
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

03/04/20
BLAZE BAYLEY
Live in Czech

03/04/20
AUGUST BURNS RED
Guardians

03/04/20
AARA
En Ergô Einai

03/04/20
TESTAMENT
Titans of Creation

03/04/20
AD INFINITUM
Chapter I: Monarchy

03/04/20
LOVIATAR
Lightless

03/04/20
WITCHES OF DOOM
Funeral Radio

03/04/20
P.O.E. (PHILOSOPHY OF EVIL)
Of Humanity And Other Odd Things

03/04/20
MANAM
Ouroboros

03/04/20
BONFIRE
Fistful Of Fire

CONCERTI

03/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

03/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

04/04/20
FULL OF HELL + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

04/04/20
ANCIENT + NECRODEATH + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

04/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/04/20
DEATHLESS LEGACY
GRINDHOUSE CLUB - PADOVA

04/04/20
IMAGO MORTIS + GUESTS
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

04/04/20
NECRODEATH
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

05/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

Delain - April Rain
( 5536 letture )
LA SCOMMESSA
Immaginate per un attimo di dover decidere se fare una scommessa o no, avete davanti un giovane tastierista davvero talentuoso, lui e la sua band sono in ascesa, gli anni di studio “matto e disperatissimo” su quei tasti bianchi e neri cominciano ad acquistare un senso.
La band ha grandi progetti, ma il Caso come al solito ne ha altri.... il nostro ragazzo si ammala di mononucleosi infettiva, ed è costretto a rinunciare ai sogni di gloria.
È un momento cupo, anche se come ogni musicista lui continua a scrivere, avrà perso la band, ma l'ispirazione la malattia non gliel'ha portata via, tanto che alla fine compone qualcosa che gli sembra valido e riunisce alcuni “amici” per farsi aiutare: è solo un piccolo progetto ma per lui conta molto.
Cerca una cantante, e dopo tanto cercare la trova, nella stessa via in cui vive la sua famiglia: destino? No, ironico Caso, perché anche questa giovane ragazza non sta proprio bene e, che ci crediate o no, anche lei ha la mononucleosi infettiva.
L'album viene prodotto e nonostante tutte le difficoltà esce abbastanza bene, soprattutto grazie alla collaborazione di tanti bravi musicisti, però le condizioni dei due continuano a non essere delle migliori; la volontà di proseguire questo nuovo percorso musicale c'è, ma oltre alla malattia mancano tutti gli altri componenti del gruppo...
Questa è la storia di Martjin Westerholt e del suo progetto Delain: siate sinceri, quanti di voi avrebbero scommesso su di lui viste le premesse?

APRIL RAIN
Dopo Lucidity, album realizzato grazie al fondamentale apporto di una sterminata lista di guest musicians i Delain rilasciano il loro primo vero album da band; Martjin Westerholt e Charlotte Wessels, le vere colonne portanti del gruppo, sono riusciti a mettere insieme una lineup abbastanza stabile, composta da musicisti giovani e motivati, scossa solo in tempi recenti dall'abbandono del chitarrista Ronald Landa per le solite non meglio specificate “divergenze musicali” prontamente sostituito da Ewout Pieters (Mythlorian).
April Rain può sembrare il tipico album uscito dall'affollatissima scena gothic/symphonic olandese, e vi è sicuramente connesso (Westerholt è pur sempre l'ex tastierista dei Within Temptation), presenta però delle differenze dai canoni di tale genere che non possono essere ignorate, infatti: nonostante la musica proposta sia metal (con qualche leggera contaminazione elettronica, e penso alla title-track) a tutti gli effetti, la struttura delle canzoni (strofa-ritornello-strofa-ritornello) è palesemente di derivazione pop (anche se con l'aggiunta di assoli di chitarra non particolarmente tecnici ma comunque azzeccati); la voce di Charlotte non è quella lirica di Sharon Den Adel o di Simone Simons ma ben si adatta a questo tipo di canzoni, brevi (mai oltre i 5 minuti) e prive di orchestrazioni pompose; i Delain hanno anche quasi del tutto eliminato il clichè de “la bella e la bestia”, le voci maschili sono difatti assai limitate per lasciare spazio alla voce di Charlotte che ha registrato anche tutti i backing vocals (solo in Virtue and Vice il chitarrista Landa accenna un pezzo in growl, tra l'altro ben eseguito).
È doveroso sottolineare come la ventiduenne Charlotte Wessels abbia scritto tutti i testi, le musiche di On the Other Side e abbia lavorato all'armonizzazione di tutte le linee vocali, fatto assolutamente notevole se si considera la giovane età ed il fatto che questa ragazza non faccia la musicista di professione da molto tempo.
Parlando più nello specifico della musica è evidente come la tastiera di Westerholt la faccia da padrona specie nelle parti più lente, mentre comunque la chitarra (a volte anche acustica) supportata da un buon comparto ritmico riesce bene nelle parti più veloci, con riff di nuovo non particolarmente elaborati ma incisivi; è da notare come tutte le canzoni (a parte le ballads On the Other Side, Start Swimming e Come Closer) siano caratterizzate da un contrasto parti veloci/parti lente molto marcato.
Anche su questo disco sono presenti degli ospiti, e anche di un certo spessore, a partire da Guus Eikens (ex Orphanage) che ha contribuito alla fase compositiva, per il resto quasi del tutto lasciata nelle abili mani di Westerholt; segnalo inoltre la presenza come seconda voce di Marco Hietala (Nightwish, Tarot) in Control the Storm e Nothing Left e della musicista coreana Maria Ahn per le parti di violoncello in On the Other Side.
Come ogni opera umana questo disco non è esente da critiche negative, infatti in certe canzoni come April Rain la ritmica risulta un po' sacrificata, al punto che in molti passaggi non sentiamo il basso; è anche difficile selezionare una traccia che spicchi particolarmente sulle altre, nonostante il sottoscritto faccia fatica a trovarne una “brutta”, quindi a parte certe eccezioni come Nothing Left, Invidia o I'll Reach You il disco è abbastanza omogeneo. I pezzi sono tutti molto easy listening, il che potrebbe far storcere il naso a chi considera la semplicità come un sintomo di debolezza o come sinonimo di commerciale, cosa che a mio parere quest'album non è assolutamente.
Non mi è assolutamente piaciuto l'artwork, con la sola Charlotte in luce, mentre il resto della band è in ombra dietro: va bene è una bella ragazza, però sembra la classica imposizione della casa discografica per rendere il disco più appetibile al pubblico maschile.

In definitiva April Rain è un disco secondo me valido, non piacerà sicuramente ai metallari più oltranzisti, ma nei Delain vedo dei ragazzi umili che ancora fanno musica per passione, che la fanno senza curarsi troppo del vil denaro e che hanno ancora ampi margini di evoluzione.
Lasciate che i loro ritornelli vi entrino in testa e vi garantisco che sarà dura farli sloggiare.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
56.91 su 48 voti [ VOTA]
tino
Martedì 10 Marzo 2020, 14.05.08
19
Per me questo è un disco splendido, sicuramente il migliore che hanno fatto. Ha poco senso giudicare il gruppo adesso perché dopo undici anni è abbastanza cambiato. Il disco in oggetto e un metal sinfonico poco pompato, con alcuni richiami a certo gotic metal poppeggiante (primi lacuna), la cantante utilizza soluzioni vocali pop alla Abba per rendere il utto orecchiabile al massimo, ma quello che alla fine funziona sono le canzoni, per me tutte riuscite alla perfezione, frutto del talento del tastierista
DEEP BLUE
Martedì 10 Marzo 2020, 13.47.46
18
Potrebbe essere una buona occasione per parlare di generi musicali. Premesso che questi non mi fanno impazzire come potremmo definirli? AOR metal? Moonshadow di Mike Oldfielf fa parte dello stesso genere musicale a questo punto? Tanto per intenderci
Fly76
Martedì 3 Luglio 2018, 17.59.40
17
Mi sembra più accostabile agli ultimi Nightwish
Pappagallo81
Giovedì 25 Agosto 2016, 8.42.01
16
@Nergal hai ragione io ho questo disco ciofeca da anni e fa veramente pieta'... neanche su ebay riesco a venderlo.... mi sa che lo butto nella spazzatura e faccio un conto che nn ho mai acquistato questa ciofeca. Ho anche Lacrimosa e un sacco di centinaia da buttare....
Nergal
Martedì 16 Agosto 2016, 15.44.04
15
Ua' hahahaha voto0/10
herr julius
Sabato 26 Aprile 2014, 20.58.16
14
Ho scoperto questa band in un momento di revival personal gothic-metal con voce femminile. Ho ascoltato questo album con superficialità senza aspettarmi nulla, ora non mi esce più dalla testa, veramente bello. Le linee vocali della bella e brava cantante sono seducenti e ammalianti, mi ricordano glia Abba. Bello bravi
Alex74VR
Martedì 15 Aprile 2014, 8.59.46
13
Voto 85. Un ottimo esempio di "pop gothic", con melodie facili ma di classe, e un pizzico malinconiche. Concordo con la recensione, non e' certo per i duri e puri, ma quando la musica e' buona....chi se ne frega! Bravi !
BJP
Domenica 7 Aprile 2013, 11.22.17
12
Lo possiedo da circa due anni. Concordo con il voto, buon album
Sbò
Mercoledì 9 Giugno 2010, 14.42.02
11
Bè, che dire... Sono un "old metal boy" che proviene dagli ormai lontani tempi degli Iron Maiden, Slayer, Megadeth, ecc.. E dopo molti anni devo constatare con dispiacere che le vecchie ed inutili diatribe simil tifoseria calcistica tipo "quel gruppo fa schifo e stronzo chi lo ascolta" non accennano ad estinguersi. Per Ste: un piccolo consiglio, se posso permettermi: prova a trovare una giustificazione razionale al tuo odio per i Lacuna Coil: musicalmente, qualitativamente, compositivamente, tecnicamente carenti? O si tratta di qualcosa di personale? Se ci riesci, forse i tuoi post potranno aspirare a qualche cosa di più dell' essere ignorati.
Room 101
Lunedì 22 Marzo 2010, 23.10.16
10
Per doominicus: Mi pare che lui avesse una forma grave, e no Charlotte è felicemente fidanzata mentre lui felicemente sposato, non credo abbiano mai avuto quel tipo di rapporto (non pensiamo sempre male Cribbio!). Per tutti gli altri: Grazie per il benvenuto, ascoltate sempre cosa vi intriga e vi incuriosisce senza pregiudizi e scoprirete tanta buona musica.
doominicus
Lunedì 22 Marzo 2010, 20.47.03
9
e cosa sarà mai 1 pò di mononucleosi? (ce l'ho avuta pure io!) e chissa come mai la tipa se l'è beccata? forse perchè il summenzionato tastierista gli ha ficcato la lingua in bocca? (la mononucleosi si trasmette tramite saliva!)
Lontano
Giovedì 18 Marzo 2010, 23.41.28
8
Acquistai "Lucidity" quasi a scatola chiusa, da fan dei Within Temptation, Martjin Westerholt non poteva deludermi e così fu, anche se quell'album sembrava più un coacervo di 1000 idee non completate, quasi come avesse voluto, in poco meno di un'ora, metter dentro anni di studio e di gavetta. Questo "April Rain", invece mi da l'impressione di avere un suo percorso particolarmente ben delineato, poi può piacere o meno, ma si sente che c'è un'idea e almeno due teste pensanti nel gruppo (Martijn e Charlotte). Certo, è parecchio "poppeggiante", soprattutto nella struttura delle canzoni, ma in fondo ha energia ed è quello che io cerco in un disco. Per me, 78 è preciso! PS. anche a me piacciono i Lacuna Coil, è grave?
andrea
Giovedì 18 Marzo 2010, 22.24.03
7
Ste: mi auguro che la tua sia una presa in giro scherzosa. no perché se ti dà fastidio che uno dica "mi piace xy" (che è ben diverso da "xy è il migliore oggettivamente in assoluto/è ottimo/di grande qualità/ecc.) è grave, e pure molto. e lo dice uno che i lacuna coil li detesta. meno male, perché se si sa in giro che ad esempio i theatre of tragedy sono uno dei miei gruppi preferiti di sempre come minimo mi davi del "crepa frocio", magari.
Ste
Giovedì 18 Marzo 2010, 21.01.36
6
Ma come cazzo faccio a dare peso a un tizio del '91 che mette i Lacuna Coil tra i suoi gruppi preferiti? Sarà bravo con la grammatica, sarà il nuovo Dante, ma diffiderò sempre e dico SEMPRE di un tizio che gli chiedi quali sono, che ne so, i suoi 20 gruppi preferiti e lui ti nomina i Lacuna Coil! I LACUNA COIL! Cioè, sarò prevenuto, sarò quello che vi pare, ma NO.
Autumn
Giovedì 18 Marzo 2010, 18.29.06
5
Ma scusa.... Se la rece ti è piaciuta continua a seguirlo, no?
Ste
Giovedì 18 Marzo 2010, 18.14.04
4
Lacuna Coil tra i tuoi gruppi preferiti. Bene, non leggerò mai più una tua recensione.
andrea
Mercoledì 17 Marzo 2010, 0.52.35
3
bè, sono fondamentalmente d'accordo! un po' in ritardo questa recensione però... o è la prova del fuoco del nuovo arrivato? comunque complimenti gianluca. solo non sono d'accordo su "la voce lirica di sharon den adel" ma per stavolta risparmio polemiche a tutti!
Nikolas
Martedì 16 Marzo 2010, 20.25.39
2
Benvenuto Gianluca, e grande nickname!!
Khaine
Martedì 16 Marzo 2010, 20.20.43
1
Benvenutissimo Gianluca, e complimenti per la foto nel tuo profilo: V rimarrà sempre impresso nel mio cervello
INFORMAZIONI
2009
Roadrunner Records
Gothic
Tracklist
01. April Rain
02. Stay Forever
03. Invidia
04. Control The Storm
05. On The Other Side
06. Virtue And Vice
07. Go Away
08. Start Swimming
09. Lost
10. I'll Reach You
11. Nothing Left
12. Come Closer (Bonus Track)
Line Up
Charlotte Wessels - Vocals
Martjin Westerholt - Keyboards
Ronald Landa - Guitars
Rob Van Der Loo - Bass
Sander Zoer - Drums
 
RECENSIONI
75
68
s.v.
75
78
60
ARTICOLI
15/08/2016
Intervista
DELAIN
Una questione di equilibri
08/02/2015
Live Report
SABATON + DELAIN + BATTLE BEAST
Alcatraz, Milano, 03/02/2015
10/05/2012
Live Report
DELAIN + TRILLIUM + ALCYON WAY
Rock'n'Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 05/05/2012
13/05/2011
Live Report
DELAIN + SERENITY
Alcatraz, Milano, 09/05/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]