Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Caligula’s Horse
Rise Radiant
Demo

Black Pestilence
Hail the Flesh
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

05/06/20
HANGING GARDEN
Against the Dying of the Light

05/06/20
BLIGHT
Temple Of Wounds

05/06/20
CURRENTS
The Way it Ends

05/06/20
16
Dream Squasher

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
NANOWAR OF STEEL
Sodali Do It Better

05/06/20
-(16)-
Dream Squasher

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

The 13th Floor Elevators - The Psychedelic Sounds Of The 13th Floor Elevators
( 3944 letture )
Le origini del rock psichedelico risalgono alla metà degli anni sessanta e vanno indubbiamente ascritte agli statunitensi The 13th Floor Elevators, un gruppo poco conosciuto formatosi nel 1965 ad Austin in Texas.
La nascita della band merita di essere raccontata: si narra che durante un weekend trascorso in casa da Tommy Hall e sua moglie Clementine insieme al chitarrista Stacy Sutherland, al singer/chitarrista Roky Erickson e ad altri allegri compagni iniziarono tutti quanti ad assumere LSD in quantità industriale ed a suonare lunghe jam session lisergiche.
Alla fine fu Clementine a coniare il curioso monicker della formazione. Interessante vero?

Il loro primo lavoro, intitolatoThe Psychedelic Sounds Of The 13th Floor Elevators, è di gran lunga il più significativo e fu pubblicato l’anno successivo.
La peculiarità del sound di questa formazione riguarda l’utilizzo di un inusuale strumento orientale chiamato jug dalla caratteristica forma di bottiglione; soffiandoci dentro Tommy Hall, paroliere del combo americano, faceva scaturire un suono particolare che contraddistingue le undici tracce del disco.
Il full length ebbe un notevole riscontro anche grazie al successo del 45 giri, nonché open track dell’album, You're Gonna Miss Me una sorta di acido, incalzante e sostenuto soul davvero coinvolgente.
A dire il vero questo brano era già stato registrato in una prima versione nel 1965 da Roky Erickson allorquando militava negli Spades.
The Psychedelic Sounds Of The 13th Floor Elevators, pur risentendo inesorabilmente del tempo che passa, presenta delle song ancora oggi molto interessanti: l’ottima Roller Coaster si divide praticamente in due parti, la prima lenta con un riffing di chitarra quasi ipnotico e la seconda più sostenuta con il solito jug a farla da padrone; Splash 1 è una vera e propria ballata psichedelica molto intimista; Reverberation (Doubt) si caratterizza per una grande sezione ritmica ed, in particolare, per il drumming di John Ike Walton; Don't Fall Down ha un’atmosfera soffusa e semplice; l’esplosiva Fire Engine è un rock’n’roll acido all’inverosimile con un cantato di Erickson quasi evanescente; Thru The Rhythm sbalordisce per la freschezza del riffing di chitarra mentre il cantato del singer è quasi aggressivo in taluni frangenti; You Don't Know si dipana in una ritmica alienante con un refrain da brividi; la plumbea Kingdom Of Heaven ci presenta un invasato Erickson in veste religiosa incita alla consacrazione a Dio; Monkey Island è un pezzo fortemente lisergico nel quale la melodia è mista ad ossessione;
Try To Hide ha il compito di chiudere il platter all’insegna di uno sfrenato rock’n’roll.

L’atto di nascita del rock psichedelico è, dunque, racchiuso negli oltre 34 minuti di The Psychedelic Sounds Of The 13th Floor Elevators che ispireranno moltissime formazioni tra la fine degli anni sessanta e gli inizi del decennio successivo.
Il gruppo non sarà più capace di ripetersi a tali livelli anche perchè una delle menti Roky Erickson iniziò ad avere seri problemi di salute finendo per essere rinchiuso in manicomio per ben quattro anni (non mi pare ci sia molto da meravigliarsi!).

Il disco è stato ripubblicato nel 2005 con dieci pezzi in più tra i quali meritano menzione una versione live di You're Gonna Miss Me e le cover di Everybody Needs Somebody to Love (song scritta da Bert Berns, Solomon Burke e Jerry Wexler conosciutissima per essere stata inclusa nella colonna sonora del film The Blues Brothers) e You Really Got Me (famosa canzone dei The Kinks riproposta in seguito anche dai Van Halen).



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
48.63 su 30 voti [ VOTA]
Area
Lunedì 3 Giugno 2019, 12.56.08
15
Non sapevo ci fosse la recensione di sto disco... che dire... di un importanza storica enorme. Anche se non uno dei miei preferiti in assoluto e comunque un disco che va ascoltato. Pare che sia i Beach Boys, che i Beatles che i Doors conoscessero questo disco...
Rob Fleming
Sabato 13 Febbraio 2016, 16.01.26
14
Fondamentale. 80
TheBluesBreaker
Lunedì 20 Aprile 2015, 22.09.11
13
Non vorrei andare controtendenza ma per dovere di cronaca mi sento di dover precisare che il primo album in cui viene menzionata la parola 'psichedelia' non è questo, bensì The Deep Psychedelic Moods degli sconosciuti Deep, reduci di un solo disco, che però, sempre per dovere di cronaca, ha anticipato l'intera stagione
spiderman
Mercoledì 12 Novembre 2014, 17.16.57
12
Non vorrei dire una sciocchezza, ma il primo album psichedelico rock non era forse dei Deep cioe' Psychedelic Moods (A mind expanding phenomena), registrato nell'agosto del 1966?
XXXXXX
Mercoledì 12 Novembre 2014, 15.53.07
11
Secondo me questo è stato l'album che ha dato vita all'alltra generazione dei gloriosi 60.La generazione Psichedelica ....quella californiana capite?E' un peccato che la band non sia andata avanti sarebbe entrata nel mito.....
Galilee
Lunedì 3 Novembre 2014, 17.26.55
10
Dal mio punto di vista a differenza di quello che scrive il recensore, questo disco non sente affatto il passare del tempo. Canzoni come You're gonna miss me, sembrano state scritte ieri. In quella canzone c'è già una grinta hard rock punk invidiabile, forse la song più figa di tutto il garage rock anni 60 assieme a My generation. Comunque tutto il disco è una favola, e 80 è un voto che dire basso è dir poco per un capolavorod el rock di tale poratata. Non sarà un disco dei The Who o dei Kinks, ma qualitativamente non è inferiore a nulla. Il secondo disco comunque è ottimo anch'esso, non proprio a questi livelli, ma meritano comunque moltissimo. Non snobbatelo.
nat 63
Lunedì 3 Novembre 2014, 17.15.24
9
Molto buono anche il successivo "Easter everywhere". acido e allucinato forse anche più del lavoro in questione.
Mastica
Lunedì 22 Marzo 2010, 16.53.11
8
Io di questo disco ho l'LP solo per poter guardare la copertina gigante
Ghenes
Venerdì 19 Marzo 2010, 14.05.17
7
X The Darius. e prima ancora dei Beatles c'erano i Love dalla California...
The Darius
Venerdì 19 Marzo 2010, 13.40.16
6
grande album, i 13th sono i pionieri della musica psichedelica e questa è in assoluto la prima manifestazione del psychedelic rock/pop...al contrario di molti che ritengono che l'iniziatore sia stato "Sgt. Pepper" dei Beatlese, ma il quale vide la luce solo 2 anni dopo la pubblicazione di "The psychedelic sounds..."
hm is the law
Venerdì 19 Marzo 2010, 13.13.15
5
@ Ghenes: Chissà a che altro serviva lo jug? Mah! Per quanto concerne il voto, pur riconoscendo l'importanza seminale di questo lavoro, ho tenuto conto di moltissimi aktri fattori e alla fine ho deciso per 80 che è pur sempre un voto elevato. L'importante è averlo riscoperto!!!
ares
Venerdì 19 Marzo 2010, 9.21.11
4
recensione perfetta per un lavoro che anticipò i tempi e che aprì la via alla psichedelia ed al prog! Bravio Fabio!
Raven
Venerdì 19 Marzo 2010, 8.41.49
3
Un altro dei gruppi dei 60's che ogni cultore della musica deve conoscere.
Ghenes
Venerdì 19 Marzo 2010, 0.44.04
2
unico appunto @ Fabio: per l'importanza che ha avuto nella storia della musica meriterebbe un 100 pieno.
Ghenes
Venerdì 19 Marzo 2010, 0.39.40
1
recensione molto dettagliata e grazie a dio che recensite queste meraviglie della musica. ho una versione in vinile del '72 scambiata con un collezionista. p.s. mi sa che il "jug" non serviva solo a soffiarci dentro ,)
INFORMAZIONI
1966
International Artists
Prog Rock
Tracklist
Edizione originale
1. You're Gonna Miss Me
2. Roller Coaster
3. Splash 1
4. Reverberation (Doubt)
5. Don't Fall Down
6. Fire Engine
7. Thru the Rhythm
8. You Don't Know
9. Kingdom of heaven
10. Monkey Island
11. Tried to Hide

Edizione 2005
1. You're Gonna Miss Me
2. Roller Coaster
3. Splash 1
4. Reverberation (Doubt)
5. Don't Fall Down
6. Fire Engine
7. Thru the Rhythm
8. You Don't Know (How Young You Are)
9. Kingdom of Heaven
10. Monkey Island
11. Tried to Hide
12. Everybody Needs Somebody to Love
13. Before You Accuse Me
14. I'm Gonna Love You Too
15. You Really Got Me
16. Roll Over Beethoven
17. The Word
18. Gloria
19. She Lives (In a Time of Her Own)
20. We Sell Soul [The Spades]
21. You're Gonna Miss Me [live, The Spades]
Line Up
Roky Erickson - voce e chitarra
Stacy Sutherland - chitarra
Benny Thurman - basso
John Ike Walton - batteria
Tommy Hall - jug elettrico
 
RECENSIONI
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]