Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SCORGED
Scorged

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

CONCERTI

19/09/20
REQUIEM OF DESTRUCTION FEST
24 CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

19/09/20
MOONLIGHT HAZE
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/20
PREMIATA FORNERIA MARCONI
AREA EXP - CEREA (VR)

19/09/20
ARCANA OPERA + GUESTS
OL MULI' - PALOSCO (BG)

20/09/20
HARDCORE THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

Ragnarok - Collectors Of The King
( 4020 letture )
Violenza.
Fisica, psicologica, ideologica. Si potrebbero addurre spiegazioni politiche, religiose, perfino filosofiche, a giustificazione delle pratiche più efferate, passate, presenti e (certamente) future. Probabilmente mi biasimereste senza accorgervi che il mondo stesso è prepotenza, coercizione, asservimento alle prassi di una società che ama definirsi civile solo perché fintamente tollerante.
La verità è che il “tutto” è caos! Ed il caos, presunzioni massoniche a parte, è per definizione “fuori controllo”. Inarrestabile! Come i Ragnarok.

Ragnarok è entropia, violenza, blasfemia: un antico demone del black metal, risorto per perpetrare i propri misfatti, a distanza di 6 anni da quel Blackdoor Miracle che sembrava chiuderne definitivamente la carriera, alla luce dell’ennesimo ribaltone in line-up. Ma -come dicevamo- il caos è per definizione incontrollabile: la nuova fatica, guidata dal master mind ed unico membro originario Jontho, prende dunque la forma di un’irrispettosa, sanguinolenta bibbia infernale; Collectors Of The King è un concentrato di crudeltà e nera devozione che si svolge dal primo (l'evocativa recitazione di Resurrection) all'ultimo minuto (Wisdom Of Perfection) in una allucinante coltre di crudele consapevolezza. Ogni nota, ogni riff, ogni cambio di tempo sono studiati per far male, per offendere i benpensanti, per triturare le orecchie dei metallari per etichetta.
Ed è questa è la forza dei Ragnarok, assieme all’aver lasciato poco (o nulla) al caso.
L’Ordo Ad Chao è dunque possibile?

Svuotando la bocca di metafore, Ragnarok significa riffing battagliero, metriche iperveloci, tematiche occulte, il tutto in una chiave produttiva moderna, ragionata ed estremamente attuale.
Diciamocelo: i "ragazzi" sanno suonare e, soprattutto, hanno cognizione (Jontho su tutti) di come accontentare i propri discepoli, quelli -in definitiva- recentemente traditi dagli Immortal di All Shall Fall e d'altro canto soddisfatti dai redivivi Marduk di Wormwood. E proprio da questi ultimi, in termini di suono più che di stile, i Ragnarok sono ripartiti, scritturando -dietro la consolle- nientemeno che quel genietto di Devo Andersson (loro bassista e produttore).
I norvegesi sanno poi che per aumentare l’impatto è necessario prodursi in un riffing tagliente ed in enfatizzazioni metriche sconvolgenti, con i mostruosi blast-beat spezzati da tempos più lavorati in cui impazzano la cassa -magistralmente esaltata nel suono- ed i piatti -mai sovrastanti le pelli. Jontho è un eccellente batterista che sprigiona tecnica e spietatezza, miscelando l’approccio black-style a quello death/thrasheggiante che, pur diminuito in battiti, risulta di una pesantezza inaudita (vedasi la seconda parte di The Ancient Crown Of Glory).
Ma torniamo all’utilizzo della chitarra, strumento di gran lunga preponderante nell’economia del platter. Le rasoiate vibrate da Brigge sono costruite su schemi articolati ma orecchiabili, con il tremolo a tessere quel pizzico di melodia (concedetemi il termine) che stempera le sfuriate simil brutal della base ritmica. La quasi totale assenza di accordi tritonali espone una restituzione poco perfida, altresì compensata dalla potenza del bitonale classico e dalle moltissime impuntate sulla corda singola. Onesto lo screaming dal registro classico di HansFyrste, che pecca solo in originalità ricalcando fin troppo spudoratamente il sogghigno di Abbath Doom Occulta ed -al contrario- sopramedia l’utilizzo del 4 corde da parte di Decepticon, esaltato dalla produzione di Devo Andersson che, come sempre, punta moltissimo sulla sezione d’accompagno.

A beneficio dei potenziali acquirenti va specificato che brani alla Honour Of Satan, Collectors Of The King e May Madness Hunt You Down non possono che riscuotere facili entusiasmi, data la grande facilità di assimilazione dettata da una spaventosa sensazione di deja-vu. Ed eccoci al punto focale: ciò è da considerarsi un bene o un male?
Senza voler dare troppo peso all’originalità ritengo che l’ascolto di Collectors Of The King sia piacevole tuttavia non obbligato: i Ragnarok propongono pochissime novità preferendo un palese manierismo al confine tra il black ipervelocistico ed il brutalism di band alla Deicide, Immolation e Acheron: stabilire quanto ci sia di death e quanto di black potrebbe essere il giochino del giorno.
In definitiva un’altra buona giustificazione di come utilizzare la violenza a proprio favore; e chi ancora avesse il coraggio di negare la vera essenza dell’umanità, si faccia avanti…



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
21.66 su 18 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2010
Ragain Records
Black
Tracklist
1. Resurrection
2. Stabbed By The Horns
3. Burning The Earth
4. In Honour Of Satan
5. Collectors Of The King
6. Eternal Damnation
7. The Ancient Crown Of Glory
8. May Madness Hunt You Down
9. Wisdom Of Perfection
Line Up
Jontho – Drums
Brigge – Guitars
Decepticon – Bass
HansFyrste – Vocals
 
RECENSIONI
70
80
ARTICOLI
14/05/2018
Live Report
MARDUK + RAGNAROK + INFERNAL WAR
Traffic Club, Roma, 09/05/2018
28/11/2013
Live Report
INCANTATION + RAGNAROK + SURVIVE + BASTARD SAINTS
Circolo Colony, Brescia, 23/11/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]