Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

08/08/20
STEVE VON TILL
No Wilderness Deep Enough

11/08/20
SEASON OF DREAMS
My Shelter

12/08/20
WITHIN DESTRUCTION
Yōkai

14/08/20
HALESTORM
Reimagined

14/08/20
PRIMITIVE MAN
Immersion

14/08/20
CHASTAIN
For Those Who Dare – 30th Anniversary Edition

14/08/20
HAVUKRUUNU
Uinuos Syömein Sota

14/08/20
NUG
Alter Ego

14/08/20
TERRA ATLANTICA
Age Of Steam

14/08/20
ROBBY KRIEGER
The Ritual Begins at Sundown

CONCERTI

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

Suffocation - Souls To Deny
( 4805 letture )
Per una band senza fronzoli, una recensione senza fronzoli.
I Suffocation si presentano nel mercato del 2004 con un album che, se fosse uscito qualche anno prima, avrebbe forse fatto gridare al miracolo per produzione, scelte stilistiche, e composizione. Tuttavia oggigiorno non è raro imbattersi in prodotti analoghi, e ciò di fatto inficia la valutazione globale. Ma facciamo finta per un attimo di essere nel 2001-2002 e guardiamo a questo album senza malizia…
Come già accennato, la produzione è la prima cosa che incuriosisce. E’ talmente raro ascoltare un brutal metal con suoni così bombastic e ben definiti… le mani che hanno mixato i suoni devono essere tremendamente esperte. Così, i blast-beat di Smith scorrono via fluidi sotto le trame chitarristiche, la voce di Mullen ruggisce in maniera nitida e violenta, le doppiature di chitarra si accostano alle potenti ritmiche senza saturazioni fastidiose.
Il genere dei Suffocation è altrettanto lodevole, ma è la produzione estremamente appagante a donargli le giuste sfumature. Un mix esplosivo di brutal americano e linee melodiche sullo stile del classico swedish death riesce a rendere i brani molto vari, e permette di mitigare la violenza con un pizzico di orecchiabilità che non guasta mai, a mio avviso. Insomma, un melodic brutal come se ne sentono pochi.
E’ interessante notare come i Suffocation non cerchino la violenza esecutiva e la tecnica esagerata a tutti i costi, ma si concentrino molto di più sulla forma canzone. Così, brani come Deceit dimostrano come anche nel brutal (per quanto in questo caso sia ibrido) sia possibile raggiungere una fluidità straordinaria nell’assemblamento dei riff. E’ insomma un approccio totalmente diverso da quello di altre band che spiccano per originalità (un nome su tutti: Nile), dove le idee vengono filtrate attraverso una più grande intransigenza, sia dal punto di vista dei cliché richiesti dal genere (blast beat velocissimi alternati a mid tempo cadenzati, assoli atonali) sia dal punto di vista della volontà di rispettare la bandiera di cui sono portatori: quella della brutalità.
Ma torniamo ora alla realtà, al presente musicale. I Suffocation suonano grande musica, ma forse nel momento sbagliato. Non sono la persona più indicata per fare paragoni precisi tra le band, ma ascoltando il presente album ho avuto più di un deja-vu importante, il pensiero fisso “bellissimo questo riff, mi ricorda…”. Di certo il genere non ha mai brillato per novità eclatanti in seno alla scena mondiale, e riconosco alla band il merito di distinguersi dalla massa per diversi motivi, tuttavia è bene essere realisti: questo cd non finirà nella storia del metal.
Souls To Deny resta in qualsiasi caso un must per gli amanti del genere, un obbligo assoluto per i fan della band (sempre più brava), una buona opportunità di ascoltare buona musica per tutti gli altri.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
76.36 su 132 voti [ VOTA]
Galilee
Mercoledì 18 Marzo 2015, 11.05.40
8
Ottimo disco, il migliore che ho sentito dopo la reunion. Anche se a me piacciono un po tutti, escluso l'omonimo.
LAMBRUSCORE
Sabato 22 Settembre 2012, 8.09.52
7
@Trucido, ok. @Ad astra, la prima volta che ho sentito Breeding, ho detto la stessa cosa, poi col tempo mi è piaciuto come gli altri, più grezzo nei suoni, quasi da demo, hai notato che alcuni pezzi sono registrati meglio di altri? Ma ottimo comunque, per me.
Ad Astra
Venerdì 21 Settembre 2012, 23.53.49
6
isuffo non han sbagliato un colpo, e questo è da ammettere, ( breeding the spawn potrebbe essere 1000 volte migliore se non avesse quella produzione)...m un 75 è giusto... ritengo che fosse il rodaggio per la botta che han dato con il succesivo, poi icapolavori vanno dal 90 in su come dice lambru giustamente
Er Trucido
Venerdì 21 Settembre 2012, 22.49.19
5
Lambru ti ripeto va contestualizzato: nel 2004 questo è stato, a parere di chi scrive, un must, cioè qualcosa da avere per gli amanti del genere. Se parliamo di storia del death i must dei Suffocation sono i primi due, anche se loro rimangono un gruppo che sotto certi standard non è mai sceso. Poi oh, son punti di vista
LAMBRUSCORE
Venerdì 21 Settembre 2012, 22.40.06
4
Trucido, non capisco il binomio (si può dire così?) must / 75 , sarà che io abolirei i voti, però magari con "must" io intenderei almeno un disco da 90 e invece al 75 assocerei un discreto, capito cosa volevo dire?
Er Trucido
Venerdì 21 Settembre 2012, 22.27.29
3
Scusa Lambru ma non capisco la critica... Un must per gli amanti del genere è ovvio che si rivolga a chi ascolta death, poi penso sia chiaro che vada contestualizzato al momento dell'uscita.
LAMBRUSCORE
Venerdì 21 Settembre 2012, 22.18.44
2
Un must e gli dai solo 75? Poi parlare di buona musica in questo genere non mi va molto giù, mi spiego meglio, io amo tutto quello fatto da questa band, questo è uno dei miei preferiti, ma ritengo sia roba per pochi, chi la fa diventare una specie di moda la rovina, secondo me tutti i malati di death metal (come il sottoscritto dagli inizi del genere più o meno ,dai) non pretendono che piaccia alla gente, ma vogliono che resti un genere isolato e non troppo contaminato, credo.
He_Who_Sleeps
Lunedì 21 Aprile 2008, 16.20.04
1
dopo la dipartita dai Suffocation del geniale Doug Cerrito (il songwriter storico dei newyorkesi), ero scettico riguardo a Souls To Deny, non credevo potessero sostituirlo adeguatamente ed essere ciò che erano stati fino adesso. anche se solo in parte, mi sono sbagliato. dal mio punto di vista Pierced From Within è il loro apice, apice che non supereranno mai più, seguito da Despise The Sun, che se avesse avuto un paio di tracce in più sarebbe stato un capolavoro ai livelli del predecessore. l'abbandono da parte di Cerrito ha gravato pesantemente sullo spirito e la forma musicale dei Suffocation, Souls To Deny quindi, è come se fosse un nuovo inizio con la pesante responsabilità sulle spalle, di mantenere alto il nome di una band che ha fatto scuola a milialia di altre bands. non è facile, lo sappiamo benissimo, ma i nostri ci riescono, dando vita ad un disco ispirato, ricco di soluzioni vincenti e coinvolgenti quanto basta a non sputtanarsi la reputazione. forse, non torneranno mai ai livelli raggiunti nella metà degli anni '90, ma rimangono saldamente seduti sul loro trono, continuando a fare buona musica nella solita direzione. 78/100
INFORMAZIONI
2004
Relapse
Death
Tracklist
01. Souls to Deny
02. Deceit
03. Subconsciously Enslaved
04. Surgery of Impalement
05. Tomes of Atrimony
06. Immortally Condemned
07. Demise of the Clone
08. To Weep Once More
Line Up
Frank Mullen: vocals
Terrance Hobbs: guitar
Guy Marchais: guitar
Derek Boyer: bass
Mike Smith: drums
 
RECENSIONI
69
80
80
75
90
85
88
ARTICOLI
16/03/2016
Live Report
SUFFOCATION + CATTLE DECAPITATION + GUEST
CENTRALE ROCK PUB, ERBA (CO) - 11/03/16
27/09/2015
Live Report
NILE + SUFFOCATION + altri
Cycle, Calenzano (FI), 22/09/2015
10/06/2013
Live Report
SUFFOCATION + CEPHALIC CARNAGE + HAVOK + FALLUJAH + altri
Il Blogos, Casalecchio di Reno (BO), 05/06/2013
16/03/2012
Live Report
SUFFOCATION + CATTLE DECAPITATION + BLOOD RED THRONE + ADIMIRON + SEPHIRAH
Boulevard Rock Club, Misano Adriatico (RN), 10/03/2012
24/11/2004
Live Report
SUFFOCATION
Transilvania, Reggio Emilia, 19/11/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]