Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
MESSIAH
Fatal Grotesque Symbols - Darken Universe

07/08/20
LIONVILLE
Magic is Alive

07/08/20
EMPEROR
Wrath of the Tyrant (ristampa)

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
KALT VINDUR
...And Nothing is Endless

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
MISERY SIGNALS
Ultraviolet

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Genesis - Trespass
( 9776 letture )
Il secondo album dei Genesis, intitolato Trespass e pubblicato il 23 ottobre 1970, include i primi significativi sviluppi verso il progressive rock, genere che troverà la compiuta affermazione negli epocali lavori successivi del combo britannico.
Il full lenght d’esordio From Genesis To Revelation, uscito nel 1969, era costituito in pratica da un’anonima raccolta di canzoni attestate sul consolidato pop/rock dell’epoca (fu, peraltro, un vero disastro sotto il profilo commerciale al punto di minare la sopravvivenza stessa del gruppo).
Con Trespass, la cui stupenda copertina è opera del famoso illustratore inglese Paul Whitehead (realizzò anche altre cover di album dei Genesis, Van Der Graaf Generator, Le Orme e Peter Hammill), si vira decisamente verso altri lidi: le composizioni diventano più lunghe, elaborate, pregne di melodia ed evidenziano meglio le indubbie capacità tecniche di tutti i musicisti.
La line up non è ancora quella storica che da Nursery Crime in poi vedrà i proficui innesti di Phil Collins e Steve Hackett, tuttavia il salto di qualità risulta in tutta la sua dirompenza rispetto all’anonimo precedente lavoro.

Looking For Someone mette subito in evidenza la nuova direzione intrapresa con un grande lavoro di Tony Banks alle tastiere e di Anthony Philips alla chitarra, mentre la suadente voce di Gabriel ammalia da subito l’ascoltatore.
L’introspettiva White Mountain abbraccia più decisamente le tanto amate sonorità progressive con uno strepitoso e struggente Banks; belli i cori che vedono impegnati tutti i componenti del gruppo e davvero superlativo il flauto di Gabriel che tesse struggenti e sognanti armonie. Da notare che dalla frase del testo Outcast he trespassed where... è stata tratta l’ispirazione per il titolo dell’album.
Molto ricercati e commoventi i dolci e soavi suoni della gradevole Visions Of Angels.
Domina una soffusa armonia in Stagnation con superbe parti melodiose ed acustiche di eccelsa bellezza.
Il brano più breve, forse anche il meno convincente, è Dusk comunque molto curato nei suoni e che prosegue sulla falsa riga dei precedenti nella ricerca di atmosfere eteree.
L’apice dell’album è raggiunto nella movimentata e per certi versi inusuale The Knife con la chitarra e l’organo a tessere intrecci ritmici travolgenti: può essere considerato il primo capolavoro dei Genesis e vero e proprio cavallo di battaglia nelle esibizioni live dei primi anni settanta. Ascoltatelo nella mirabolante versione dal vivo contenuta in Genesis Live del 1973!

Alcune linee del songwriting risultano ancora troppo acerbe e sovente riemerge il pop/rock degli esordi; ciononostante le basi che faranno assurgere i Genesis tra i miti del rock si trovano indubbiamente sparse nei solchi di questo vinile che non può di certo mancare nella vostra personale collezione di dischi.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
66.63 su 65 voti [ VOTA]
Prog 70
Sabato 18 Gennaio 2020, 17.44.36
21
Recensione superba, in poche parole detto tutto.
Le Marquis de Fremont
Lunedì 2 Ottobre 2017, 17.19.44
20
Recensione interessante, forse un tantino "rapide". Il track-by-track, magari andava sviluppato un po' più a fondo ma in ogni caso, bello leggere dei Genesis, come altre volte, in questo sito. A questo album, ero arrivato, all'epoca, dopo aver scoperto i Genesis con Nursery Cryme e aver letteralmente consumato il disco (e la compact cassette). Quindi, non mi sono sembrate così "acerbe" le composizioni e mi ricordo che Trespass mi era veramente piaciuto molto. I capolavori arriveranno dopo con Foxtrot e soprattutto Selling England by the Pound ma qui siamo già in presenza di interessantissime composizioni, Looking for Someone su tutti. Au revoit.
joe falco
Lunedì 25 Aprile 2016, 16.43.14
19
Il nuovo corso della band ,entrata timidamente nel prog, lasciandosi alle spalle il pop. Il 1970 è stato un anno da overbooking, noi ragazzi dell'epoca eravamo frastornati dalle novità ,di gruppi o di album,che si susseguivano a ritmo serrato. Pensate a cosa è successo nel 1970 : non ne venite a capo ! Questa novità si sommava alle altre e solo 2-3 anni più tardi abbiamo potuto confermare la prima idea positiva sui Genesis: meritavano di entrare nel gotha del rock. Io l'ho ascoltato tanto da legarlo ai ricordi personali. Un altra tessera del mio puzzle personale. Zampa d'elefante, camicie strette a fantasia e rock prog made in G.B. Io voto 86. P.S.è vero ,forse il sito dovrebbe chiamarsi " Mettallized & prog "... Non ci mandate via, i Black Sabbath fanno parte del nostro bagaglio!!! Siamo cugini di 1° !!!
Rob Fleming
Domenica 24 Gennaio 2016, 12.33.01
18
Cresceranno, ma già ci siamo 75
martellofilosofo
Lunedì 16 Febbraio 2015, 16.40.20
17
la sofferenza dell'uomo immerso in leggi incomprensibili(white mountain,tra le mie preferite di tutto il repertorio genesis-gabriel) e il finale squarcio della lama in rivolta.(voto 100)
venom
Lunedì 19 Maggio 2014, 15.53.05
16
disco sublime...poesia in musica...
Taste Of Chaos
Venerdì 15 Marzo 2013, 11.56.56
15
per me il meglio resta la coppia Foxtrot (con quell'immensa Supper's Ready) e The Lamb Lies Down On Broadway, ma si intravedono già gli spettacolari sviluppi futuri...e White Mountains ha un giro di tastiera da applausi =)
il vichingo
Venerdì 15 Marzo 2013, 11.19.27
14
Forse perchè non tutti quelli che ascoltano Metal sono chiusi mentalmente ed anzi ascoltano molti generi extra-metal?
hm is the law
Venerdì 15 Marzo 2013, 9.08.52
13
@ Francesco: da anni abbiamo intrapreso la decisioni di allargare lo spettro delle nostre recensioni abbracciando psichedelia, progressive, grunge, punk, nu metal, cantautorato d'autore ciò al fine di rendere il sito trasversale a appetibile a tutti pur privilegianfo ovviamente l'heavy metal. Grazie dell'intervento
Francesco
Venerdì 15 Marzo 2013, 2.20.02
12
I Genesis sono una band eccezionale, ma cosa c'entrano col metal e perché compaiono su questo sito?
The Nightcomer
Venerdì 21 Settembre 2012, 12.08.01
11
Una sola parola: bellissimo!
blackie
Mercoledì 7 Marzo 2012, 2.09.12
10
forse l lbum che preferisco....stagnation e qualcosa di sublime....disco meraviglioso una band unica un cantante con un carisma incredibile.altri tempi oggi pensare che qualsiasi prog band possa arrivare a questi livelli e praticamente inpensabile.
Clifford_Lee_Burton
Lunedì 21 Novembre 2011, 17.18.46
9
Il finale di Stagnant è epico almeno quanto quello di Musica box.... e con questo penso di aver detto tutto. Disco eclissatto ingiustamente dai sucessivi 4, in realtà merita quasi come questi.
Attila
Venerdì 27 Maggio 2011, 21.58.28
8
Recensione un po' poetica ma l'LP pur non essendo un capolavoro è da avere nella discoteca dei classici
Franky1117
Domenica 16 Gennaio 2011, 3.03.51
7
sottovalutato ma grandioso quasi come i successivi con gabriel. visions of angel è celestiale
On the road
Lunedì 28 Giugno 2010, 17.18.04
6
Il primo dei tanto capolavori dei Genesis. Ottima riscopeerta!
Broken Dream
Domenica 6 Giugno 2010, 22.49.19
5
Album seminale!!
horrorifico
Martedì 1 Giugno 2010, 20.52.36
4
ottima band....ottimo album !!!
Er Trucido
Martedì 1 Giugno 2010, 17.54.46
3
Grandissima canzone The Knife!
hm is the law
Lunedì 31 Maggio 2010, 9.34.15
2
@ Raven: ho sempre avuto un debole perquesto disco. Non è il migliore dei Genesis, ma nei solchi dell'album sono racchiusi i semi che germoglieranno rigogliosi da Nursey Crime in poi
Raven
Lunedì 31 Maggio 2010, 8.29.55
1
Propedeutico alle pietre miliari.
INFORMAZIONI
1970
Charisma
Prog Rock
Tracklist
1. Looking For Someone
2. White Mountain
3. Visions Of Angels
4. Stagnation
5. Dusk
6. The Knife
Line Up
Peter Gabriel – voce, percussioni, flauto, fisarmonica, tamburello
Anthony Phillips – chitarra, coro
Mike Rutherford – basso, chitarra, violoncello coro
Tony Banks – tastiere, chitarra, coro
John Mayhew – batteria, percussioni, coro
 
RECENSIONI
80
93
98
96
93
85
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]