Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

A Dream Of Poe - Lady Of Shalott
( 3813 letture )
Per qualche momento ho temuto di trovarmi davanti all'ennesima band trita-palle di “gothicoatti” depressi da quattro soldi e - a giudicare dal moniker - le premesse c'erano tutte; se poi si aggiunge una cover abbastanza canonica nel genere ed il fatto che provengano da una terra non certo nota per la sua scena - il Portogallo - il rischio cestinamento era imminente.
Nonostante i miei maledetti pregiudizi, ho inserito il cd nel lettore e mi sono abbandonato al mio destino che - questa volta - mi ha riservato una graditissima sorpresa, presentandomi una giovane band molto interessante e della quale difficilmente avrei mai avuto notizie.

Gli A Dream Of Poe si formano nel 2005 e, dopo un demo ed un live album intitolato For A Glance Of The Lost Lenore, nel 2009 pubblicano un mini dal titolo Sorrow For The Lost Lenore, abbastanza interessante anche se forse ancora un po’ acerbo. Il nuovo Lady Of Shalott è anch'esso un mini album autoprodotto come i precedenti; nei suoi 36 minuti abbondanti è riuscito a donarmi parecchi momenti esaltanti, grazie ad un sound che viaggia a cavallo tra le atmosfere dilatate di progetti doom come i Longing for Dawn e i Dolorian, e quelle più accostabili al gothic/doom degli Anathema e simili.

Il disco si apre con la lentissima title track, la quale si rivela sin da subito un pezzo davvero grandioso nel suo incedere mesto e solenne. Su questa base ritmica morbido si stende il cantato del singer João Melo, melodico e pacato nell'intessere ammalianti melodie che nel ritornello si rinforzano grazie ad un duetto in growling non particolarmente aggressivo, ma ugualmente efficace. Nonostante l'andatura decisamente sulfurea, i nostri risultano particolarmente abili nel saper controllare le influenze; sempre in bilico tra il funeral doom più strisciante ed il gothic più raffinato, gli A Dream Of Poe riescono a mantenere un equilibrio tra le componenti riuscendo a soddisfare gli appassionati di entrambi i generi.
Bizzarra e forse azzardata l'idea di far susseguire nella playlist la title track stessa, riproposta in due versioni long & short consecutive; soluzione che lascia un po’ perplesso l'ascoltatore che così perde il filo conduttore dell'album, essendo di solito abituato a sentirle come prima ed ultima song. Molto bella anche la terza If Only Tonight We Could Sleep: aperta da una lunga parte strumentale molto lenta e potente che sposta l'ago della bilancia dalla parte doom, è accompagnata da un cantato in growl arricchito da qualche rantolo; aspetto quest’ultimo che rappresenta l'unico accenno gotico in un brano altrimenti classificabile come doom/death.

Laudanum si apre con una doppia cassa in evidenza e con un cantato in clean vocals, che riporta alla mente bands come While Heaven Wept e soprattutto i Revelations, per poi subire un drastico rallentamento sprofondando su tempi ultra slow di grande presa. Nel corso dei dieci minuti del brano emergono i punti di riferimento più datati della band, tra i quali - oltre i già citati gruppi - svettano gli immancabili Candlemass, con il loro stile inconfondibile al quale nessun amante di sonorità doom non può non chinarsi.
Bellissima la conclusiva Whispers Of Osiris, molto vicina ai già citati While Heaven Wept sia per quanto riguarda lo stile vocale che per le sonorità delle chitarre, quest’ultime perfettamente classificabili nel filone del doom metal più puro, accostando i portoghesi anche agli inglesi Serenity.

Il progetto lascia intravedere ampi margini di miglioramento che - con l'augurio di un ulteriore assestamento della line-up - potrebbero portare la band a risultati molto più ambiziosi. Se poi il suono diverrà un po’ più personale scremandosi da certe influenze fin troppo sentite, sono certo che gli A Dream Of Poe potranno fare grandi cose.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
35.87 su 24 voti [ VOTA]
Nu metaller
Sabato 9 Luglio 2011, 12.22.57
5
Di gruppi metallari portoghesi non credevo che neanchè esistessero...però il gothic metal sono capaci a farlo ho sentito "Lady of Shalott" la versione più lunga ed è piuttosto triste ed è accettabile però le altr e canzoni non riesco a trovarle su you tube. VOTO: 6/10.
Giasse
Mercoledì 23 Giugno 2010, 23.15.53
4
Molto piacevole. La mia preferita? If Only Tonight We Could Sleep! Cmq a mio parere sono più doom melodico che gothic doom, vista la profondità di molti temi!
andrea
Mercoledì 16 Giugno 2010, 0.26.12
3
thanks furio, l'avevo già scaricato comunque! quando mi recensite fli Omit? sono appena stato omaggiato del loro meraviglioso demo! anche se non ho ancora capito se lo è o meno...
FURIO
Lunedì 14 Giugno 2010, 23.23.19
2
Se posso consigliarti, prendi questo che rispetto al precedente è molto migliore! In ogni caso il lavoro precedente puoi scaricarlo gratuitamente dal loro myspace...
andrea
Lunedì 14 Giugno 2010, 17.11.44
1
li ho conosciuti su myspace un po' di tempo fa e mi erano piaciuti subito! devo decidermi ad acquistare questo demo pirma o poi.
INFORMAZIONI
2010
Autoprodotto
Gothic
Tracklist
1 - Lady Of Shalott (long version)
2 - Lady Of Shalott (short version)
3 - If Only Tonight We Could Sleep
4 - Laudanum
5 - Whispers Of Osiris
Line Up
Paulo Pacheco (vocals)
Bruno 'Spell' Santos (all instruments)
 
RECENSIONI
78
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]