Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
MESSIAH
Fatal Grotesque Symbols - Darken Universe

07/08/20
BLUE OYSTER CULT
45th Anniversary, Live in London

07/08/20
LIONVILLE
Magic is Alive

07/08/20
MISERY SIGNALS
Ultraviolet

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
DUKES OF THE ORIENT
Freakshow

07/08/20
DEEP PURPLE
Whoosh!

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
EMPEROR
Wrath of the Tyrant (ristampa)

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

My Dying Bride - The Voice Of The Wretched
( 3808 letture )
Inizi stentati, sudore, fatica, (relativo) successo, best-of e live. I padroni del movimento doom degli ultimi anni non fanno eccezione a questa linea evolutiva del gruppo metal medio e buttano quindi sul mercato l'ultimo anello di questa particolare catena di montaggio, il tanto agognato live.
Registrato in occasione del tour a supporto di The Dreadful Hours, The Voice Of The Wretched riesce fortunatamente ad andare oltre alla pacchiana copertina di atmosfera simil-black: innanzitutto la scaletta è di altissimo livello, le canzoni proposte vanno dal primissimo periodo death/doom della band (la celebre Symphonaire Infernus Et Spera Empyrium), fino a quelle che all'epoca del live appartenevano all'ultimo full-lenght del gruppo, parliamo di A Cruel Taste Of Winter qui presentata con un testo leggermente modificato rispetto all'originale. Naturalmente non può mancare The Cry Of Mankind, il classico per eccellenza dei My Dying Bride, lo straziante urlo di dolore dell'umanità interpretato ai massimi livelli da un sempre più stupefacente Aaron Stainthorpe. Ora non vorrei cadere in un noioso track by track, ma una citazione particolare la merita anche She Is The Dark, esaltata, oltre che da un cantato magnificamente maligno, da un muro sonoro impressionante, roboante, dannatamente apocalittico che stravincerebbe in un ipotetico confronto con la versione studio.

La qualità sonora è ottima, permettendo quindi di godersi anche l'operato degli altri membri del gruppo, quei vari Andrew, Ade, Shaun ed Hamish che molto spesso vengono un po' offuscati dal carisma del front-man, ma che mai come in questo caso dimostrano una dedizione alla causa notevole, sbagliando praticamente niente e rendendosi ognuno di loro parte fondamentale per la creazione del tipico My Dying Bride-sound.
Parlare di difetti in questo caso è un po' difficile, forse dovremmo dirigere l'attenzione verso un suono troppo 'leccato' (l'ombra dei ritocchi nei dischi live è ormai quasi una certezza...) e verso quell'unica cosa che renderebbe veramente imperdibili i concerti del gruppo inglese: il violino. Sarò ripetitivo, sarò troppo legato al passato, ma sentire quelle note che avevano reso grandi canzoni come A Kiss To Remember e For You riprodotte da una semplice tastiera, fa effettivamente stringere un po' il cuore.

Per chiudere, le classiche frasi che vengono citate in questi casi: un acquisto obbligato per i fan accaniti, un possibile punto d'inizio per quelli che vogliono iniziare il viaggio in quella selva oscura chiamata My Dying Bride.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
33.28 su 38 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2002
Peaceville
Doom
Tracklist
1. She Is The Dark
2. The Snow In My Hand
3. The Cry Of Mankind
4. Turn Loose The Swans
5. A Cruel Taste Of Winter
6. Under Your Wings And Into Your Arms
7. A Kiss To Remember
8. Your River
9. The Fever Sea
10. Symphonaire Infernus Et Spera Empyrium
Line Up
Aaron Stainthorpe: vocals
Hamish Glencross: guitar
Andrew Craighan: guitar
Ade Jackson: bass
Sarah Stanton: keyboards
Shaun Taylor-Steels: drums
 
RECENSIONI
89
65
90
80
78
72
85
80
86
70
77
75
94
75
92
72
ARTICOLI
14/10/2015
Intervista
MY DYING BRIDE
Sentire la tristezza
08/10/2012
Intervista
MY DYING BRIDE
Siamo una vera doom band!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]