Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/07/20
MERIDIAN DAWN
The Fever Syndrome

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
EXECUTIONERS MASK
Despair Anthems

10/07/20
INTER ARMA
Garber Days Revisited

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
BATTLE DAGORATH
Abyss Horizons

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Grave - Burial Ground
( 4271 letture )
Kill, killing is my drug
My gun is my god
You will suffer my slug


Ci sono gruppi che hanno fatto la storia di un genere, che hanno gettato le fondamenta per la nascita e lo sviluppo di un movimento musicale. Da questi, il più delle volte, non ci si aspettano evoluzioni sostanziali o sviluppi inaspettati e stravaganti ed anzi, è proprio l' esatto opposto ciò che cerchiamo nei rispettivi lavori: la costanza. Di loro sappiamo, ancora prima di ascoltarlo, come suonerà il nuovo album, perché così deve essere e così sicuramente sarà.
Non tutto deve obbligatoriamente evolversi a testimonianza di un passato senza il quale -logicamente- non sarebbero esistiti gli sviluppi musicali odierni.

I Grave continuano, da non so quanti anni -sicuramente più di 20-, la loro carriera musicale coerente e genuina, sfociata nell’ennesima fatica intitolata Burial Ground. Il cd mi ha subito ricordato gli splendidi anni novanta, tempo in cui, con una piccola bara appesa al collo e sempre vestito di nero (con la tanto cara felpa dei Cannibal Corpse di Butchered At Birth), mi divertivo con la mia Randy Rhoads a suonare Bullets Are Mine: per chi non lo conoscesse, dico soltanto che il pezzo, contenuto in Soulless (1994), è tra quelli che più mi esaltava e mi esalta a tutt’oggi.
I Grave sono svedesi -già questo potrebbe bastare a descriverli- ed il loro brand è inconfondibile: un death metal lineare ma sempre efficace, veloce ed efferato che eccezionalmente lascia spazio a parti più lente che potremmo definire doom oriented (ascoltate la title track, a chiusura dell'album, o Dismembered Mind). Lindgren e soci, piaccia o meno, sono sempre stati fedeli alla loro linea, uno sporco e bastardo death metal, crudo ed immediato sotto ogni aspetto: dal songwriting, alla produzione, alla grafica, alle foto. Sono una delle radici più marce da cui si è sviluppato il filone europeo ed ancor oggi rappresentano l'ostinazione nel perseguire un obiettivo che, per quanto anacronistico, rappresenta la loro unica ragione di esistenza. Descriverne lo stile è molto semplice: i Grave raccontano in Burial Ground, nel modo più veritiero possibile, il death metal svedese di un tempo; una narrazione che di fatto va a coincidere con essi stessi e con tutti le altre formazioni storiche alla Dismember, Unleashed, Nihilist, ecc…

Mi preme però sottoporre alla vostra attenzione almeno un paio di elementi caratterizzanti: il cantato di Ola Lindgren, senza dubbio violento e solenne in ogni momento, liberato in un growling insolente, ma anche il riffing ed il drumming primitivi e forsennati che, senza mai perdersi in inutili tecnicismi e privilegiando un gain molto ruvido, conferiscono al prodotto lo spirito selvaggio ed inarrestabile tipico della band. Chi ha tra le mani la discografia targata Grave (ma anche uno solo degli altri 8 titoli) non avrà certamente bisogno di mie ulteriori parole: o si amano, con conseguente esborso di denaro, o si odiano, con relativo risparmio; chi li ignorasse potrebbe invece provarsi, a distanza di due decenni, la divisa da deathster old style: a Burial Ground, senza inventare nulla, è li a vostra disposizione, grezzo quanto basta e facilmente reperibile attraverso un qualunque negozio-online.
E fatemi un fischio qualora vi servisse una piccola bara da apporre al collo ed una felpa di Butchered At Birth: sempre disponibile ad aiutare i nuovi arrivati!



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
54.61 su 31 voti [ VOTA]
teddy
Giovedì 1 Dicembre 2011, 12.50.35
7
Grande album ... Swedish death metal allo stato puro ... è strano vedere che la storia del death metal europeo non è conosciuta! La discografia è da avere assolutissimamente anche se nella mia non voglio e non metterò mai soulles, hating life e back from the grave ... per me tre fiaschi! il resto è pura storia!!!!
FURIO
Venerdì 16 Luglio 2010, 0.08.11
6
Ancora non l'ho ascoltato ma già sto sbrodolando... Grandi!!
Mika
Martedì 13 Luglio 2010, 22.32.15
5
@Rossmetal65: da te non me l' aspettavo... fai sempre in tempo...
ROSSMETAL65
Martedì 13 Luglio 2010, 15.41.38
4
Scusa Mika per la mia mancanza,non li avevo mai asoltati (PPPPPRRRRRRRRRR mi autopernacchio),ma il disco in questione mi e' piaciuto molto,soprattutto nel suo "grezzo" incedere,senza fronzoli.....duro e impenetrabile.
Mika
Martedì 13 Luglio 2010, 15.08.02
3
@Ghenes: ti ringrazio, hai recensito perfettamente la mia recensione.
Ghenes
Martedì 13 Luglio 2010, 14.13.03
2
recensione emozionale più che critica ma per i Grave va benissimo così. ho già letto troppi giudizi negativi da parte dei soliti maniaci della tecnica e della "progressione". SWEDISH DEATH RULES!!!
Blackout
Martedì 13 Luglio 2010, 14.02.26
1
Lo voglio proprio sentì, anche se metto le mani avanti...
INFORMAZIONI
2010
Regain Records
Death
Tracklist
1. Liberation
2. Semblance in Black
3. Dismembered Mind
4. Ridden With Belief
5. Conquerer
6. Outcast
7. Sexual Mutilation
8. Bloodtrail
9. Burial Ground
Line Up
Ola Lindgren - Vocals, Guitars
Fredrik "Fredda" Isaksson - Bass
Ronnie Bergerståhl - Drums
 
RECENSIONI
s.v.
78
77
84
70
90
90
ARTICOLI
13/10/2017
Live Report
GRAVEYARD + TROUBLED HORSE + ELECTRIC BALLROOM
Bloom, Mezzago (MB), 08/10/2017
11/10/2017
Live Report
GRAVE DIGGER
Circolo Colony, Brescia, 07/10/2017
07/12/2015
Live Report
MALEVOLENT CREATION + GRAVE + PENTAGRAM (CHILE)
CIRCOLO COLONY, Brescia( BS ) 03/12/15
05/07/2015
Live Report
GRAVEYARD (SPA) + BLACK OATH + DECAPITATED CHRIST
Circolo Colony, Brescia, 30/06/2015
13/10/2014
Live Report
ENTOMBED A.D. + GRAVE + IMPLODE
Circolo Colony, Brescia - 05/10/2014
19/12/2013
Live Report
MARDUK + GRAVE
Circolo Colony, Brescia, 14/12/2013
18/12/2009
Live Report
NILE + KRISIUN + GRAVE ed altri
Those Whom The Gods Detest Tour 2009
19/02/2009
Intervista
ETRUSGRAVE
Parla Fulberto Serena
17/03/2008
Live Report
ROTTING CHRIST + DISGUISED + INGRAVED
Il concerto di Bari
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]