Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wheel
Moving Backwards
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/07/19
SCOTT STAPP
The Space Between the Shadows

19/07/19
CANCER
Ballcutter

19/07/19
LINGUA IGNOTA
Caligula

19/07/19
WORMED
Metaportal

19/07/19
CROWN THE EMPIRE
Sudden Sky

19/07/19
CULT OF EXTINCTION
Ritual in the Absolute Absence of Light

19/07/19
FALLS OF RAUROS
Patterns In Mythology - Album Cover

19/07/19
SABATON
The Great War

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

CONCERTI

17/07/19
NICK MASON
ARENA SANTA GIULIANA - UMBRIA JAZZ

17/07/19
YAWNING MAN
THE CONCEPT - LECCO

18/07/19
KING CRIMSON
ARENA SANTA GIULIANA - PERUGIA

18/07/19
NICK MASON
PIAZZA DELLA LOGGIA - BRESCIA

18/07/19
ROCK INN SOMMA (day 1)
SOMMA LOMBARDO (VA)

18/07/19
YAWNING MAN + HERBA MATE
SIDRO CLUB - SAVIGNANO SUL RUBICONE (FC)

19/07/19
PORTO LIVE METAL FEST
PORTO ANTICO - GENOVA

19/07/19
ROCK INN SOMMA (day 2)
SOMMA LOMBARDO (VA)

19/07/19
HELLUCINATION + GUESTS
HILL METAL FEST - MOTTOLA (TA)

19/07/19
YAWNING MAN + ELEPHARMERS + COSMIC SKYLARK
SET TO SUN FESTIVAL c/o TORRE DI BARI' - BARI SARDO (NU)

Enforcer - Diamonds
( 4443 letture )
Vi siete mai domandati come avrebbero suonato gli Iron Maiden se si fossero cimentati con qualche pezzo serrato dalla ritmica thraseggiante? Gli svedesi Enforcer tentano di rispondere a questo intrigante quesito sfornando Diamonds, secondo full length di una carriera iniziata nel 2004 e lievitata nell'anno di grazia 2008 con il debut Into The Night. Grandissima energia e melodia, un look tendente al glam, sonorità fortemente ottantiane e un heavy speed metal dalle vocals morbide e dai ritornelli orecchiabilissimi fanno da sfondo ad un sound basato sulla velocità e l'adrenalina ma lontano dalla rabbia tradizionalmente espressa nel thrash. Siamo di fronte ad una proposta piacevole e gustosa, che del thrash fine a se stesso conserva esclusivamente alcune accelerazioni o ritmiche poste in determinate porzioni di canzone, e che tende principalmente a rivisitare il meglio della produzione maideniana con un riffing frizzante ed un cristallino assortimento di vocals avvincenti, assoli di chitarra folgoranti ultramelodici e sezioni strumentali trascinanti. Le linee vocali di Olof Wikstrand rivestono un ruolo di prim'ordine nell'economia di Diamonds, vista e considerata l'importanza fondamentale (e accattivante) di strofe e ritornelli; già nell'opener Midnight Vice emerge lampante la melodicità tramandata dalla Vergine di Ferro; tra le tracce migliori spicca Katana, che come i brani successivi appare elettrizzante nella sua forma easy, leggera ed ariosa. Deliziose parti strumentali impreziosiscono queste canzoni esili, veloci, canticchiabili fin dal primissimo ascolto: merito dei riff esplosivi e solari, e delle pregevoli scale affidate alle corde morbide di Adam Zaars e Joseph Tholl, chitarristi che non esitano a lanciarsi nelle celebri galoppate a briglia sciolta dal suono sognante ed enfatico, rese celebri dalla monumentale band di Steve Harris. La voce, splendida e acuta, raggiunge tonalità altissime e caratterizza le differenze tra pezzo e pezzo: il lato thrash del combo scandinavo emerge soprattutto in tracce quali Live for the Night, il più veloce del lotto; ma la rapidità d'esecuzione dà una marcia in più a tutto l'intero disco, che scorre piacevole e con longevità nello stereo di chi ama le sonorità classiche del metal degli anni '80. Sound collaudatissimo e scaletta senza nessun punto debole, ricca di dieci potenziali hits per la formazione nordeuropea e priva di rallentamenti, ballads o momenti meno esaltanti. Non inventano nulla, questi Enforcer, ma risultano a dir poco coinvolgenti con i loro slanci di musica ed energia, gli stop'n'go e la melodia cristallina, cuore pulsante e coloratissimo dell'intera opera. Chi ama gli Iron Maiden e i loro emuli, chi gradisce un heavy metal positivo e arioso, possibilmente dalle serrate sfumature thrash non potrà fare a meno di ascoltare più e più volte questo dischetto grazioso e sorprendente per la sua semplicità e la sua efficacia. Fortunatamente, di tanto in tanto, le uscite discografiche tese al revival storico ci regalano perle come questa, del tutto ben accette, e allora anche quella vecchia domanda che magari qualcuno si pone potrebbe trovare un'inaspettata risposta: come suonerebbero gli Iron Maiden in versione thrash metal?


VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
85.50 su 131 voti [ VOTA]
Radamanthis
Lunedì 11 Marzo 2013, 20.29.56
17
Quoto forbiddenevil...ottimo secondo disco della stessa pasta del primo! Voto 82!
marduk
Venerdì 22 Febbraio 2013, 18.11.32
16
sti qua dal vivo secondo me devono far divertire parecchio....non so perchè ma in alcune cose mi ricordano i migliori raven
forbiddenevil
Venerdì 15 Febbraio 2013, 19.56.17
15
...io ascolto THRASH ma ogni tanto ascoltare del buon HEAVY ben suonato fa piacere....hai ragione "The Thrasher" quando dici che sono ariosi....verissimo. Plagio ai Maiden? Scuola Maiden direi, in fondo fino al 1990 erano i maestri poi si sono ripetuti e ripetuti....ma dare una possibilità ad una nuova band fresca ci sta tutto...tra l'altro è da poco uscito il nuovo "Death by Fire"....ottimo. Ah...me li vado a vedere il 19 febbraio a Torino allo United Club a 5€ !!!! e 'affanc**o ai detrattori e rompi c***o!!!
Vecchio Sunko
Venerdì 15 Febbraio 2013, 18.30.04
14
Nulla di nuovo tutto sommato un dischetto piacevole, molto simili ai canadesi Skull Fist, in particolare per quanto riguarda le linee vocali...Voto giusto 75.
Steelminded
Sabato 12 Gennaio 2013, 23.07.35
13
Ah, questo disco mi ha rapito!!! Semplice ed efficace come pochi, dritto in faccia. Katana, Live for the Night, Nightmare, Walk with Me sono degli anthems. A me è piaciuto subito. Devo dire peraltro che il paragone con i primi Maiden ci sta sicuramente ma non lo estremizzerei. Manca tutto l'alone epico, e la portata strumentale sempre presenti nella vergine di ferro (eccezion fatta per Killers, ok)...
Marco
Sabato 12 Gennaio 2013, 21.33.31
12
saranno un plagio,saranno una fotocopia dei primi maiden ma sinceramente fanno quelle note che il metallaro vuole sentire..dopo 30 anni di metal ci può stare qualcosa che si somiglia,e sinceramente preferisco ascoltare questo che non per la milionesima volta killers!
Undercover
Martedì 29 Marzo 2011, 15.04.42
11
Ho vinto XD ahahaha, il voto è un po' bassino sarei arrivato all'80 per un disco simile.
Moro
Martedì 29 Marzo 2011, 14.01.23
10
Questo album è sbalorditivo. Non riesco a smettere di ascoltarlo... e dire che amo l'heavy metal praticamente come il reggae (cioè quasi un bel niente). Eppure mi sembra di ascoltare gli Iron. La mia mente va indietro di 12 anni a quando sentii per la prima volta Invaders o Run to the Hills.... Cloni ? non so.. qui tutto è perfettamente riconducibile alla NWOBHM. Un perfetto simulacro, talmente perfetto che potrebbe passare per un album anni '80: produzione, strumentazione, songwriting....
T-Bone
Mercoledì 29 Dicembre 2010, 9.49.34
9
Il miglior disco thrash anni '80 che ho sentito da 20 anni a questa parte. Se fosse uscito assieme a Lightning to the Nation dei Diamond Head li avrei messi sullo stesso livello. Forse bisognerebbe a volte valutare un gruppo senza pregiudizi. E se è inutile questo mi domando ai giorni d'oggi cosa sia utile, un altro disco degli Iron Maiden? O un altro (ottimo disco) dei Sodom? Dehli Exodus? O di altri dinosauri? Ma dai...
Enrico
Lunedì 13 Dicembre 2010, 18.51.21
8
Cloni di cloni di cloni di cloni di cloni! basta... almeno per quanto mi riguarda. Gruppo che definire INUTILE è un complimento.... .
Federico95
Sabato 24 Luglio 2010, 12.58.31
7
Per me finora è il più bel disco Heavy Metal del 2010
tribal axis
Giovedì 22 Luglio 2010, 0.54.32
6
a me sembrano una copia glam e sbiadita dei maiden... bha....
AL
Mercoledì 21 Luglio 2010, 11.38.44
5
Ok ispirarsi ai maestri degli anni 80, ok che nel metal ormai non inventa più niente nessuno.. ma qui siamo ai limiti del plagio...
Captain Wild
Martedì 20 Luglio 2010, 17.06.13
4
Mi e' piaciuto un sacco! Netto miglioramento rispetto al debut album,c'e' ancora qualche pezzo un po' troppo "Maiden oriented" ma comincia a venir fuori un po' di personalita'. Avanti cosi !
Nigthblast
Martedì 20 Luglio 2010, 9.40.26
3
Disco palesemente inutile...Non penso si possa dire che questa band suoni come i Maiden più Thrashy...Il plagio continuo da Killers e da vari grandi album degli '80 rende i pezzi a volte piacevoli, ma di una noiosità disarmante. Se voglio ascoltare Purgatory ascolto l'originale...
Mattia
Martedì 20 Luglio 2010, 8.44.19
2
veramente un buon disco...nulla di innovativo però un suono del genere nel 2010 è ottimo, ti riporta indietro nel tempo.
Celtico
Lunedì 19 Luglio 2010, 22.56.11
1
ho apprezzato molto il debut anche se non digerisco il cantante che ha una voce più adatta al glam che non al metal classico...
INFORMAZIONI
2010
Earache Records
Heavy
Tracklist
01. Midnight Vice
02. Roll The Dice
03. Katana
04. Running In Menace
05. High Roller
06. Diamonds (instrumental)
07. Live For The Night
08. Nightmares
09. Walk With Me
10. Take Me To Hell
Line Up
Olof "Enforcer" Wikstrand - Vocals
Adam Zaars - Guitar
Joseph Tholl - Guitar
Tobias Lindqvist - Bass
Jonas Wikstrand - Drums
 
RECENSIONI
81
72
75
70
ARTICOLI
05/04/2015
Intervista
ENFORCER
A tu per tu con Olof Wikstrand
03/03/2013
Intervista
ENFORCER
Abbiamo creato qualcosa di totale!!
17/02/2013
Live Report
GRAND MAGUS + ANGEL WITCH + ENFORCER + CARONTE
Legend Club, Milano, 13/02/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]