Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
ANCESTORS
Suspended In Reflection

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
FOSCOR
Les Irreals Versions

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
SEPTEKH
Pilgrim

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

27/08/18
EMINENCE
Minds Apart

CONCERTI

21/08/18
ORIGIN + GUEST
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

22/08/18
DYING FETUS + TOXIC HOLOCAUST + GOATWHORE
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

22/08/18
ORIGIN + GUEST
FREAKOUT CLUB - BOLOGNA

23/08/18
PICTURE + SØNDAG
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
BLAZE BAYLEY + WHITE SKULL + I AM LETHE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
SEXPERIENCE + STONEDRIFT
I MERCENARI BIRRERIA - VIADANA (MN)

25/08/18
ANGEL WITCH + METHEDRAS + ANGUISH FORCE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

25/08/18
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - REGGIO CALABRIA

25/08/18
BEERAPOCALYPSE NIGHT
IL CHIRINGUITO 2.0 - PRATO

28/08/18
FLOGGING MOLLY + STREET DOGS
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

Dire Straits - Love Over Gold
( 6964 letture )
28 anni.
Sono già passati 28 anni dall'ultimo grande successo targato Dire Straits, Love Over Gold, un disco capace di vendere quasi 10 milioni di copie in tutto il mondo e soprattutto stupire per l'ultima volta. Ma stupire in che senso?
L'attitudine di Mark Knopfler non ha mai smentito le sue origini inglesi, sia in studio che sul palco: rilassato, flemmatico, saggio. Talvolta semplicemente lento: una lentezza che, soprattutto se parliamo di songwriting, può costare cara in un mondo che gira sempre più velocemente, sempre più affamato di novità, sempre più votato alla trasgressione.
Ma Knopfler, dopo un album d'esordio che pareva preludere ad una bomba rock adrenalinica, preferì invece continuare sulla strada dei dischi compassati, seppur dotati di idee grandiose. A lungo andare, tuttavia, questo atteggiamento di rifiuto dello stare al passo coi tempi, del velocizzare scansare ed infine sovvertire le regole -come insegna insomma gran parte del rock- può stancare.
Nulla di terribile, la fama della band non si concluderà allo scoccare dell'anno seguente -il 1983- soprattutto perchè i successivi Brothers In Arms e On Every Street riusciranno ancora a far parlare di sè, tuttavia la magia del 1982 e di tutto il percorso fatto fino ad allora non si ripeterà più. E questa magia, come dicevo poco fa, sta tutta nello stupore che deriva dalle scelte stilistiche di Love Over Gold, oltre naturalmente alla qualità dei brani.

Dopo gli esperimenti fatti con il pianoforte nel precedente Making Movies, Knopfler decise di dilatare ulteriormente le atmosfere aggiungendo il sound inconfondibile (ed in certi casi irrinunciabile) dei sintetizzatori. Ma nonostante la presenza dei synth, stavolta non stiamo parlando di rock psichedelico, ma piuttosto di rock "atmosferico". E, dimenticavo, stiamo parlando anche di un rock lungo e lento: Telegraph Road dura ben 14 minuti, per non parlare del minutaggio della stupenda, mirabolante Private Investigations... soprattutto se consideriamo le versioni live...
Sì perchè, in effetti, bisogna ammettere che Love Over Gold è un disco che, proprio per la sua natura riflessiva ed incentrata sul solismo sperimentale del cantante chitarrista, si presta molto bene ad essere eseguito dal vivo, al punto che viene difficile separare (oggigiorno) la versione in studio da quella poi riproposta sul palco, soprattutto se pensiamo alla fantastica registrazione di On the Night del 1993.

"L'amore anzichè l'oro": pare quasi un messaggio in codice per suggerire che "Lo sperimentalismo vince sulle scelte commerciali imposte dalle case discografiche"... e chissà che il senso della frase non fosse davvero quello. Con Love Over Gold Mark Knopfler fece l'ultimo grande sforzo della sua vita: rinnovare il sound da lui stesso creato, senza perdersi a metà del percorso, ed in parte ci riuscì. Un buon disco, sicuramente inferiore ai precedenti, ma dotato di una grande presa sul pubblico (come dimostrano del resto i dati di vendita).
Questa volta ha vinto l'amore, ed è rimasto spazio anche per un po' d'oro nelle tasche, cosa chiedere di più?



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
71.21 su 60 voti [ VOTA]
Silvia
Sabato 16 Dicembre 2017, 1.51.29
19
@Aceshigh, sì sì la classe è immensa, un esempio è Private Investigations ma a dire il vero tutti i pezzi e i testi... Infatti io parlavo esclusivamente di preferenze... Comunque io sono di parte, Mark Knopfler è uno dei miei autori/chitarristi preferiti e da ragazzina prima di conoscere i Maiden ero una grande fan del gruppo. Tuttora considero i primi 3 album dei capolavori e a questo non darei meno di 95 sicuro x il songwriting superbo. Neppure io li ho mai visti live...
Aceshigh
Sabato 16 Dicembre 2017, 0.35.36
18
@Silvia: credo di capire la tua preferenza, qui bene o male il sound originario della band si snatura un po', è tutto meno immediato e più "serioso"... però anche su Love Over Gold c'è classe smisurata... Comunque grande band, hanno smesso troppo presto. E io me li sono pure persi nell'ultimo tour prima dello scioglimento dicendo "vabbè, sarà per la prossima"
Silvia
Sabato 16 Dicembre 2017, 0.24.46
17
Telegraph Road è un piccolo film musicato x le immagini evocate, nel miglior stile di Mark Knopfler, ed è il mio preferito dell’album che però non mi entusiasma come i primi 3
jaw
Sabato 16 Dicembre 2017, 0.08.55
16
Ti sbagli rock n roll music e' di jj cale
Aceshigh
Venerdì 15 Dicembre 2017, 23.58.47
15
Stupendo! Per me è l'album della maturazione definitiva della band. Difficile scegliere tra due capolavori come questo e Making Movies. Musica immortale. 95
Rob Fleming
Mercoledì 20 Gennaio 2016, 11.06.25
14
Quando su 5 brani, due sono Private Investigations e Telegraph Road gravitiamo in un'ottica di eccellenza 80
pierru98
Giovedì 19 Novembre 2015, 20.02.31
13
se dai 93 a making movies(meritato) vuol dire che questo vale almeno 95
Slasher
Venerdì 20 Dicembre 2013, 20.51.12
12
Il migliore lavoro, insieme a Making Movies, del gruppo! Altro che 84, questo come minimo 90!
andrea
Giovedì 24 Ottobre 2013, 9.41.34
11
il miglior lavoro dei dire straits . l'accoppiata telegraph road e private investigations sulla facciata A del vinile originale possedeva una intensità insuperabile e insuperata , leggerissimamente inferiori gli altri 3 brani, ma sempre di qualità sopraffina. 90, minimo
galilee
Venerdì 27 Settembre 2013, 10.50.54
10
Telegraph road è la song più bella dei dire Straits. E l'album in sé pure, lo preferisco addirittura a Making movies. Siamo comunque li. Un disco da 90 come minimo.
dario
Venerdì 3 Maggio 2013, 18.55.54
9
Dire straits, leggende del soft rock ! Sto ascoltando telegraph road , rilassato sulla mia poltrona, ...che meraviglia. Gli assoli di Mark sono da pelle d'oca....magici .
harris95
Martedì 13 Marzo 2012, 17.03.54
8
media voti 39?........................
Luca
Venerdì 19 Novembre 2010, 21.13.39
7
@ Frankiss: non capisco se lo fai apposta oppure sei realmente convinto di ciò che scrivi
Broken Dream
Martedì 3 Agosto 2010, 13.21.49
6
Disco molto bello, e soprattutto Private Investigations ha fatto storia..
Ares
Sabato 31 Luglio 2010, 23.17.58
5
Bello anche se Making Movies gli è superiore. Per la recensione è perfetta.
Luca
Sabato 31 Luglio 2010, 23.14.32
4
La recensione non mi è piaciuta per nulla. E' necessaria molta più profondità. Perdonate la rottura di scatole.
Luca
Sabato 31 Luglio 2010, 23.11.28
3
Non ci siamo coi voti: Making Movies la vetta dei Dire fa solo ridere. Attendo Comuniqué.
krok
Sabato 31 Luglio 2010, 15.18.24
2
Finalmente!!!Love Over Gold!!!!!Questo è un capolavoro!!!!!Ascoltato migliaia di volte!!!!It Never Rains e Telegraph Road sono le vette più alte del disco!!!!!
Frankiss
Sabato 31 Luglio 2010, 14.15.43
1
Private Investigations è un capolavoro assoluto, il resto dell'album non mi ha mai entusiasmato troppo...molto lontano dal masterpiece precedente Making Movies, vetta insuperabile della carriera dei Dire...
INFORMAZIONI
1982
Vertigo
Rock
Tracklist
1. Telegraph Road
2. Private Investigations
3. Industrial Disease
4. Love over Gold
5. It Never Rains
Line Up
Mark Knopfler – chitarra e voce
Alan Clark – organo, piano e sintetizzatore
John Illsley – basso
Hal Lindes – chitarra ritmica
Pick Withers – batteria
Mike Mainieri – marimba, vibrafono
Ed Walsh – sintetizzatore
 
RECENSIONI
83
87
84
93
83
87
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]