Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Armored Saint
Punching the Sky
Demo

Lazy Legs
Moth Mother
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
ARKHERON THODOL
Rituals of the Sovereign Heart

30/10/20
CURIMUS
Garden of Eden

30/10/20
THEM
Return to Hemmersmoor

30/10/20
DEEP RIVER ACOLYTES
Alchemia Aeterna

30/10/20
OCCULT BURIAL
Burning Eerie Lore

30/10/20
STALKER
Black Majik Terror

30/10/20
VISIONS OF ATLANTIS
A Symphonic Journey To Remember

30/10/20
SVARTSYN
Requiem

30/10/20
STORMBRINGER
Stealer of Souls

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

CONCERTI

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

02/11/20
SCOTT STAPP
NEW AGE CLUB - RONCADE (TV)

03/11/20
FIT FOR A KING + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

04/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
HALL - PADOVA

05/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Goat The Head - Dopplelgangers
( 1137 letture )
Iniziamo subito da ciò che mi ha sulle prime infastidito di questi eccentrici norvegesi: non mi piacciono le band che si autodefiniscono in maniera originale e poi propinano un sound tutto sommato già sentito. Voi cosa vi immaginereste se vi dicessi che i Goat The Head suonano Contemporary Primal Caveman Death Metal? Magari con un po’ di fantasia qualcuno potrebbe immaginare che abbiano come sala prove la Grotta di Lascaux, che suonino una batteria fatta conciando a mano pelli di animali o che abbiano barattato la loro strumentazione offrendo in cambio della selce e dei nuclei di ossidiana purissima. Probabilmente molti di voi non capiscono a cosa mi riferisco, ma non preoccupatevi, per fortuna i Goat The Head non fanno nulla di tutto ciò che ho scritto: Dopplegangers è figlio di un sano e bastardissimo death ('n' roll?), venato da un riffing dal sapore gustosamente swedish e impreziosito -qua e là- da partiture thrash notevoli.
In poche parole, sono proprio una piacevolissima sorpresa.

Devo confidarvi che, non appena letta la loro definizione, avevo per un attimo avuto l'intenzione di stroncarli, dato che questa non mi sembrava altro che un espediente per mettere curiosità ad un prodotto che valeva poco o nulla. Ma mi sbagliavo (come sempre).
Freschi, originali al punto giusto, intelligenti nello strutturare i propri pezzi che scorrono lisci per oltre mezz'ora come poche produzioni mi è capitato di ascoltare ultimamente; un pezzo su tutti, per rendere l' idea: Uncanny Valley Clan. Bei riffs, una voce clean femminile azzeccatissima ed originale (decisamente pop nell'impostazione, ma vincente e coinvolgente) e, giusto per rendere al meglio cosa possano fare dal vivo, registrata in presa diretta. Certi paragoni si possono fare con Entombed e compagnia bella, ma onestamente ho sentito anche dei richiami ai Gorefest. A dirla tutta il paragone con questi ultimi è inevitabile per un solo motivo: la voce. La timbrica è infatti molto simile a quella di DeKoeyer (che tristezza... vabbè lasciamo stare...), e contribuisce decisamente, differenziando la proposta dal resto delle produzioni odierne, alla fortuna di Dopplegangers, per la cronaca il loro secondo album in studio. Con ciò non intendo dire che il resto della band se la prenda comoda, tutt' altro. I brani sono tutti coinvolgenti, dotati di quel groove che li rende piacevoli dal primo ascolto, e hanno una strutturazione che mira più al risultato finale che non agli sterili estremismi e virtuosismi dei singoli componenti. I riffs sono essenziali, spesso semplici dal retrogusto old school, e centrano sempre l' obbiettivo (Bestial Domesication), così come anche il drumming che, lungi da inutili fronzoli, apporta potenza e spessore ai brani. La produzione risulta corposa e avvincente, ricca di gain e piena, rotonda, conferendo al prodotto ancora più compattezza e nerbo.

Siete pronti dunque ad ascoltare dell'ottimo Contemporary Primal Caveman Death Metal? Se pensate di si, fatevi sotto! Altrimenti potete sempre ascoltare del semplice, ma ben fatto, death metal.
Come si dice in Sicilia: chiamala come vuoi, sempre cucuzza è!



VOTO RECENSORE
74
VOTO LETTORI
17.72 su 22 voti [ VOTA]
Mika
Sabato 25 Giugno 2011, 14.35.37
3
Per la cronaca, la copertina è un plagio (o un omaggio?) dei Funkadelic di George Clinton
Mika
Lunedì 30 Agosto 2010, 16.31.13
2
@ThreePieces: Yeahhhhhh Rock' n' roll!!!!
ThreePieces
Lunedì 30 Agosto 2010, 11.45.15
1
Mika@ Sali Metticcinni na visazza, chiamala comu vo' sempri cucuzza è xD
INFORMAZIONI
2010
Aftermath Music
Death
Tracklist
1. Neolithic Rocket Science
2. Uncanny Valley Clan
3. This Tube Is the Gospel
4. Salt
5. Bestial Domestication
6. The Hunt Is On (Sexy Son)
7. Reveille
8. Stirring the Enigmatic Appetite
9. The Ubiquitous CubePrimal Caveman Death Metal
Line Up
Ketil Sæther – Guitars
Per Spjøtvold – Vocals, Keys
Kenneth Kapstad – Drums
Trond Frønes – Bass
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]