Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Logo
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
OBSCURE BURIAL
Obscure Burial

15/12/17
AERODYNE
Breaking Free

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
MATERDEA
A Rose for Egeria - Deluxe Edition

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
DSEASE
Rotten Dreams

CONCERTI

12/12/17
NORTHLANE + ERRA + INVENT ANIMATE + OCEAN GROVE
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
POCOLOCO - PAGANICA (AQ)

12/12/17
INGLORIOUS + DOBERMANN
SALUMERIA DELLA MUSICA - MILANO

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

16/12/17
JOHN DALLAS + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/12/17
CADAVERIA + GUESTS
CRASH - POZZUOLI (NA)

NÓtts˛l - Stemning
( 1486 letture )
Quando la Norvegia ci regala questi nuovi dischi -e in particolare, quando sono eseguiti da nuove leve del panorama black metal- ci rendiamo conto in qualche modo che esiste un tipo di songwriting distinguibile ma difficilmente clonabile da quello di altre nazioni. Questo tipo di songwriting continua ad abbracciare quindici anni di blackmetal norvegese e ormai Ŕ diventato il testimone di una staffetta che, negli ultimi anni corre un po' a rilento, ma Ŕ protagonista ancora di un passa-mano che pu˛ far sorprendere.

Il testimone "a questo giro" lo hanno preso i NÓtts˛l, inedito combo di ┼lesund -la cui formazione gode per˛ della presenza di Nattsjel (Vidsyn, Slavia, Endsum)- che rispolvera una tipologia di blackmetal collocabile in quella "west-coast" norvegese che si potrebbe differenziare dalla zona est della Norvegia, grazie alla sua predilezione per la melodia, per il folklore e per la corpositÓ, rispetto alle band pi¨ violente e/o sataniche e/o death/thrash che popolano la zona capitolina e dintorni.

Stemning Ŕ un perfetto disco black metal con tinte folk e qualche passaggio pi¨ epico: si snoda in 6 tracce, per una pi¨ che perfetta durata di quaranta minuti scarsi. La mia conoscenza intuitiva del norvegese, mi fa pensare che questo Stemning sia una specie di ode alla sera: dai primi momenti in cui il sole comincia a nascondersi dietro le colline e i fiordi, al momento in cui sorge pallido ed emaciato dall'altra parte dei boschi. Ved ┼s I Haustm°rket introduce l'album attingendo sapientemente (e in un modo spaventosamente naturale) dai primissimi Borknagar e Taake, ma anche ovviamente dagli Ulver e qualcosina dai primi Gorgoroth ed Enslaved; i riff del brano si districano fra cori tipicamente arcturusiani e arpeggi semiacustici; il tutto senza togliere spazio a sprazzi di animalesca feralitÓ, la quale ha il compito di equilibrare i piatti della bilancia.
Ved Bňl I Kveldstime, si apre con una chitarra classica, evocando nella nostra mente quei bellissimi momenti di Solen gňr bak ňse ned (in Bergtatt), alternando momenti tirati e violenti - connotati da un feroce screaming - ad altri in cui i tempi rallentano facendo emergere i tipici cori "pastorali" tanto cari ai primissimi Ulver e Borknagar. L'evoluzione corale per˛ ha evidentemente goduto del "passaggio del testimone" dei Galar (i quali 5-6 anni fa, fecero parlare di se, grazie a Skogskvad, una specie di "Bergtatt del 2000"), manifestandosi in un incastro di voci alte e basse che creano la melodia.
La pi¨ gorgorothiana Ved Skog I Natterstid (ma possiamo citare volentieri anche i Gjenferdsel o i Myrkgrav) dal drumming velocissimo, rispolvera un modo di costruire i riff che avevamo sentito anche nei Windir di 1184 e in ...bj°rgvin... dei Taake. Ed Ŕ proprio dai Taake del secondo album che sembra provenire questo brano: i riff si armonicizzano e si accordano in quelle stesse melodie, facendo emergere anche un tantino di quel "progressive" con cui H°st ci aveva deliziato.
E questo Stemning non fa altro che crescere di qualitÓ, rendendosi privo di alcun tipo di noia, benchŔ il suo manierismo Ŕ alquanto evidenziato.
Ved Fjell I Vinterblaest continua a musicÓre quella che dovrebbe essere la parte pi¨ oscura e notturna (e quindi violenta) dell'album; e lo fa ricalcando ancora le orme degli ultimi Taake, dipingendo quella che parrÚbbe una tempesta invernale. Sul finire del brano, la burrasca si attenua in un sussurrýo acustico, che lascerÓ spazio al successivo capitolo...
...Ved Elv I Eismal Stund manifesta sempre una certa carica brutale, ma Ŕ capace anche di tirar fuori i pi¨ bei cori dell'album (sempre in stile Galar o Glittertind). Ad accogliere i primi ed emaciati raggi diurni ci pensa l'incredibile Ved Hav I Avdagsleitet: una commovente nŔnia di chitarra acustica e flauto che riprende le tinte di Kveldssanger (anche grazie alle intonazioni di Annette).

Ed Ŕ cosý, magnificamente, che si conclude questo interessante racconto formato NÓtts˛l, cosý... in modo suadente e in una maniera tale da farci scordare il terremoto sonoro a cui abbiamo assistito; cullÓti da questa ugola ondýnica non possiamo far altro che ripensare a tutti gli analoghi momenti che la Norvegia ci ha regalato, e che continua a regalarci, seppur in tempi ben pi¨ che decimati rispetto a una decade fa.

Come sempre, qualche punto in pi¨ Ŕ dato grazie alla qualitÓ, mai in discesa, e alla capacitÓ con cui ci fa sognare la Prophecy Production e la Lupus Lounge.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
47 su 18 voti [ VOTA]
Venomenon
Venerdý 2 Novembre 2012, 5.50.37
6
Andrea, that is me and yes, I am a die hard Harry Potter fan, hehe Sectumsempra is on ice though. If you want to hear some new music then: www.myspace.com/mangremmeskan www.myspace.com/gnipaheller (for those who like NÓtts˛l) Things in the NÓtts˛l camp are moving foreward, but very slow due to computers crashing and other projects. All the Best from NÓtts˛l
viktorward
Venerdý 10 Settembre 2010, 14.25.15
5
l'ho decisamente gradito, suggestivo ed evocativo...
viktorward
Venerdý 10 Settembre 2010, 14.25.14
4
l'ho decisamente gradito, suggestivo ed evocativo...
enry
Sabato 4 Settembre 2010, 17.22.09
3
Debut spettacolare, ci ho aperto un topic sul forum, inutile dire che condivido sia la rece che il voto.
Blackster
Sabato 4 Settembre 2010, 15.19.10
2
Album fantastico, da goderselo dal primo all'ultimo secondo. Gran bella recensione come sempre.
andrea
Sabato 4 Settembre 2010, 15.16.59
1
oh! finalmente debuttano, bravi! e non ricordo chi tra venomenon o nattsjel, ha un side-project ispirato da un incantesimo di harry potter! haha!
INFORMAZIONI
2010
Prophecy Productions / Lupus Lounge
Black
Tracklist
1. Ved ┼s I Haustm°rket
2. Ved Bňl I Kveldstime
3. Ved Skog I Natterstid
4. Ved Fjell I Vinterblaest
5. Ved Elv I Eismal Stund
6. Ved Hav I Avdagsleitet
Line Up
Venomenon - Harsh Vocals, Guitar
Nattsjel - Guitar, Bass

Session members:
Gustav J°rgen Pedersen - Clean Vocals
Anette Gulbrandsen - Female Vocals
Uruz - Drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]