Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Negligence - Coordinates Of Confusion
( 2070 letture )
I Negligence sono una band slovena formatasi nel 2000 con all’attivo un paio di demo ed il full length autoprodotto Options Of A Trapped Mind, pubblicato nel 2007. Dopo aver sottoscritto un contratto importante con la famosa label Metal Blade Records, la formazione cerca ora di farsi conoscere maggiormente grazie al nuovo lavoro in studio intitolato Coordinates Of Confusion, che include dieci pezzi.
Il genere musicale proposto dai Negligence è decisamente inquadrabile nel thrash più convenzionale, sebbene si evidenzino talvolta chiare incursioni nel death. Il platter è indiscutibilmente valido, molto compatto, ed ha il suo punto di forza nella notevolissima sezione ritmica, in particolare nel forsennato drumming di Ziga ‘Ruzz’ Zmazek abile nell’utilizzo della doppia cassa. Sono riscontrabili anche momenti in cui primeggiano suggestivi arpeggi di chitarra che creano un’atmosfera ombrosa. Valido il vocalism di Alex Skofljanec, che si attaglia perfettamente alla tipologia del sound della formazione. Rari i cali di tensione e, pertanto, si arriva piacevolmente al termine di Coordinates Of Confusion, nella consapevolezza che questo quintetto ha davvero tutte la carte in regole per affermarsi definitivamente: a mio parere questo disco si colloca addirittura tra i migliori lavori thrash realizzati in Europa nel 2010. Similitudini con altre formazione sono piuttosto evidenti (Exodus, Death Angel, Forbidden), ma ciò che colpisce è l’assoluta qualita del songwriting che, in alcuni punti, raggiunge vette davvero elevate.

L’opener Mind Decay è un’autentica mazzata in faccia: il ritmo è devastante, vari ed azzeccati i cambi di tempo ed è apprezzabile l’utilizzo del controcanto nel contesto del refrain. La successiva Screaming Fear utilizza lo stesso cliché, qui a farsi notare è l’arcigno riff portante; una chitarra acida apre Addicted To Aggression, poi ancora devastazione sonora e davvero stupendo l’assolo centrale. La ritmica possente che apre Disharmony, poi, è talmente da sturbo che l’ho messa come suoneria nel mio cellulare! Un lento e inquietante fraseggio di chitarra, invece, contraddistingue la breve The Way To…, che fa da apripista a Insane Asylum, altro pezzo incisivo in puro stile thrash old style. The Q Box, contraddistinta da una ritmica meno frenetica, e Sickened non lasciano il segno e rappresentano il vertice basso dell’album; di tutt’altra levatura Shark Attack, travolgente come un uragano, e la conclusiva title track, più lunga rispetto alle altre canzoni, dove eccelle alle pelli Zmazek -bello anche il finale affidato ad un delicato fraseggio di chitarra.

I Negligence sono in grado di soddisfare pienamente le aspettative degli amanti del thrash, e credo proprio che sentiremo parlare ancora di questa formazione: chi ha qualità è giusto che venga premiato…o almeno così dovrebbe essere.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
40.92 su 25 voti [ VOTA]
Doomale
Venerdì 1 Aprile 2016, 13.19.57
2
Bel dischetto...tra 20 anni se li ricorderanno in 10, ma resta comunque il fatto che l'album è davvero valido e c'è qualità come giustamente rimarcato in recensione. In qualche punto mi hanno ricordato i Forbidden...La metal blade si conferma in fatto di fiuto...
Nightblast
Martedì 5 Ottobre 2010, 11.51.18
1
Musicalmente sono davvero molto validi...Non mi ha convinto la voce...Troopo tesa a volte a fare il filo a Phil Anselmo...Però in fin dei conti un disco molto ben fatto.
INFORMAZIONI
2010
Metal Blade Records
Thrash
Tracklist
1. Mind Decay
2. Screaming Fear
3. Addicted To Aggression
4. Disharmony
5. The Way To…
6. Insane Asylum
7. The Q Box
8. Sickened
9. Shark Attack
10. Coordinates Of Confusion
Line Up
Alex - vocals
Jey - guitars
Aljo - guitars
Lipnik - bass
Ruzz - drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]