Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

CONCERTI

08/12/19
CORELEONI
DRUSO - RANICA (BG)

08/12/19
AGENT STEEL + FINGERNAILS + MESSERSCHMITT
TRAFFIC LIVE - ROMA

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

Fearbringer - Le Notti Del Peccato
( 3155 letture )
Fearbringer è un project ideato, creato e portato avanti da una sola persona, presente da diversi anni e attivissima nella scena underground black italiana anche con altri monicker quali Tunguska e Armata Di Carona.
Il concept dell’album si rifà ad un romanzo di Denis Diderot (n.d.r. illuminista, filosofo e scrittore del ‘700) che narra le vicende vissute in un convento da una giovane novizia, vittima di episodi di violenza, soprusi e angherie. Il messaggio centrale dell’album esprime un forte componente anticlericale, denunciando l’ipocrisia delle istituzioni ecclesiastiche e il potere secolare della Chiesa.
L’opener Ruined Convent Breath é un’intro dalle tinte oscure, cupe, arcane. Il suono del synth crea un ambiente malsano e capace di evocare le immagini del convento quale luogo di dolore e perversione.
La seconda traccia The Mad Nun parte velocissima: un muro sonoro sovrastato dalle ossessionanti linee di chitarra e da un growl bestiale, si trasforma dopo un susseguirsi di stacchi e cambi tempo in una struttura musicale epicheggiante, dove spunta inaspettata la voce pulita, perfetta nell’evocare un’atmosfera triste e dolorosa che volge nel finale in una cadenza lenta e angosciante.

Perverted Holy Hands, introdotta da un organo luciferino, ricalca la struttura del pezzo precedente mancando però di quel pathos epico e cedendo in questa situazione ad un inno di malinconia e sofferenza infinita cantato sempre con voce pulita. Quest’ultima è protagonista anche nella litania tribale che introduce Seviziata, alternandosi con un growl demoniaco mentre il tiratissimo blast beat porta a picchi di parossismo il pezzo che culmina in sequenze di stacchi e cambi tempo sottolineati da linee di chitarra ora veloci, ora lente, ora potenti, ora sinuose.

Black Mother Nightmare avanza senza fare prigionieri, compatta e granitica, una vera mazzata in puro black metal old-style. L’omonima title-track, Le Notti Del Peccato, racchiude in una sola traccia tutto quello che Fearbringer ha voluto rendere in questo album, a mio parere insieme a The Mad Nun si tratta del pezzo migliore.
Il lavoro viene chiuso dall’outro No Escape From Sin dove le atmosfere malinconiche che aleggiano in tutto l’album sono riproposte dal solo synth.
Aspettavo di ascoltare Le Notti Del Peccato, primo full-lenght ufficiale di Fearbringer, prodotto da Officina Rock e distribuito da Masterpiece in Europa e addirittura da Century Media in America.

La mia curiosità era dovuta principalmente al fatto che avevo trovato sui media specializzati dei responsi positivi a riguardo di questo album macchiati però da qualche giudizio estremamente negativo.
Si tratta senza ombra di dubbio di un buon lavoro, soprattutto per quanto concerne le parti vocali che spaziano dal growl al pulito e quelle chitarristiche, contraddistinte da un notevole riffing e da una certa melodia, con gli inserti di synth ben equilibrati e di ausilio nel creare quell’ambiente angosciante e malsano presente nell’album, mentre potevano essere più curate in sede di produzione le linee di batteria.
Con Le Notti Del Peccato, Fearbringer dimostra di essere un protagonista del panorama dell’underground italiano e di saper offrire una proposta originale senza perdere di vista le origini della nera fiamma.



VOTO RECENSORE
74
VOTO LETTORI
49.45 su 72 voti [ VOTA]
Anthares616
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.53.36
13
L' ho ascoltato in questi giorni, buone alcune ritmiche e il cantato, le parti di tastiera invece le trovo un po' elementari ma nel complesso concordo con il voto e la disamina del recensore. Un appunto a chi non concorda sul genere Black dell' album.....fatevi una ragione....il black metal non tratta solo i temi scontati dell' immoralità e della blasfemia. Apritevi anche a nuovi orizzonti.
BlasphemicGoatViolence
Sabato 7 Giugno 2014, 15.15.28
12
Che buffone questo fearburgher....non c'entra una minchia con il Black Metal. Il Black Metal è un inno a tutto ciò che esiste di Immorale, non ha niente a che vedere con un fissato con il mediovo che vorrebbe trovare la fidanzata vergine(d'altronde come può soddisfare una donna con un cazzettino quanto un cellulare?). Musicalmente si tratta del solito norsecore per ragazzini sfigati.
Iron
Lunedì 6 Maggio 2013, 12.16.50
11
Bello, bello, bello!!!
MetalblasphemicWarrior
Domenica 24 Febbraio 2013, 18.16.32
10
Che cazzo c'entra con il Black Metal il disco di questo buffone? Disco di merda per ragazzini sfigati(il 99% della sua audience)
Samael
Martedì 27 Dicembre 2011, 16.23.01
9
Il piu' grande artista italiano!!!
War Black Metal Warrior
Lunedì 5 Dicembre 2011, 19.29.42
8
E quando si ritira questo buffone perbenista?
Hareth
Lunedì 24 Ottobre 2011, 23.54.07
7
Quanta invidia eh, frustratelli.... Fearbringer grandissimo artista! Primo tassello di una discografia sublime.
Elia
Giovedì 7 Aprile 2011, 13.41.03
6
Bello davvero...
Watain
Venerdì 4 Marzo 2011, 18.36.14
5
Gran disco, ne custodisco una copia gelosamente!!!!!
Superdotazione
Domenica 18 Luglio 2010, 18.32.54
4
Quanto fa cagare questo disco!!! Stronzate melodiche norsecore, cose che niente hanno a che fare con il Black Metal, suonato da cani... Ritirati!!!!!!!!!
Berzerker
Venerdì 26 Marzo 2010, 0.16.45
3
Un disco praticamente perfetto, peccato solo che sia difficile da reperire...
SODOMIZER
Lunedì 2 Novembre 2009, 20.58.28
2
Il disco è una merda, Fearbringer è uno dei più grandi buffoni mai partoriti dalla scena italica, la sua musica non centra niente con il Black Metal. E nemmeno la sua attitudine infantile di fissato con il medioevo, che lui vuole restaurare nel suo perbenismo.
Dario
Martedì 12 Aprile 2005, 23.50.03
1
Grandissimo disco.Un black nero come pochi,un groove lento e maligno.La scena italiana e' ormai matura per sferrare l'attacco (Spite Extreme Wings,Hatefull Of Hate, Abhor e Forgotten Tomb).Complimenti per la recensione.
INFORMAZIONI
2004
Ems Productions/Officina Rock Records
Black
Tracklist
01 Ruined Convent Breath
02 The Mad Nun
03 Perverted Holy Hands
04 Seviziata
05 Black Mother Nightmare
06 Le Notti Del Peccato
07 No Escape From Sin
Line Up
Fearbringer (Vocals, All Instruments)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]